vantaggi e svantaggi delle stufe a pellet


Le stufe a pellet sono dotate di una tecnica di combustione molto avanzata e pulita non creano fumo all`interno della casa perche` sono coperte da un vetro, che permette di vedere la fiamma, creando cosi` anche un ambiente particolarmente accogliente.


Il pellet non sporca e non fa polvere quando viene manipolato e caricato nel serbatoio. Ma il grande vantaggio delle moderne stufe a pellet è che possibile programmare la stufa come se fosse una caldaia tradizionale e ,per alcuni modelli,anche a distanza!.A differenza delle stufe a legna tradizionali, con le stufe a pellet non e` necessario caricarle di continuo, inafftti tipicamente basta riempire il serbatoio per avere una autonomia di uno o piu` giorni. Anche la pulizia poi è più semplice, ma usate un buon aspirapolvere perche le polveri sono molto sottili. Gli svantaggi di questo sistema sono dovuti al funzionamento con convezione forzata azionata da ventilatore, che muove la polvere e asciuga l’aria, e quindi il calore è meno sano ( pero` e` ideale se avete una casa umida!!); la ventola e la tramoggia che fa cadere il combustibile nel focolare sono un po’ rumorosi e questo rumore di fondo può disturbare( dopo un po` ci si abitua, ma quando si spegne ci se ne accorge!!); la fiamma poi non è così brillante come in una stufa a legna e quindi si attenua la bellezza del suo spettacolo; il funzionamento dipende dall’energia elettrica e in caso di black out tutto si ferma,; infine il sistema è complesso e quindi richiede un’assistenza tecnica ( e guai a non pulirle!!).

Quindi la scelta dipende anche dalle nostre esigenze, preferenze e necessità e da come ci organizziamo la vita: non esiste una soluzione uguale per tutti!

Questa tipologia di stufe ha bisogno di molta attenzione sia nel montaggio sia nella manutenzione.

Per l`installazione al contrario delle stufe a legna non necessita di canna fumaria, basta un buco nel muro. Questo e` permesso tecnicamente, pero` bisogna tenere conto delle varie normative, specialmente nei condomini!!

Info su Ferdinando

Ingegnere elettronico ed esperto di web2.0, possiede una stufa a pellet Palazzetti EcoFire da circa 6 anni. Ha creato e gestisce questo blog circa un anno fa. Non è un tecnico nel campo delle stufe, quindi si limita a scrivere semplici articoli che vengono arricchiti dai commenti dei visitatori e degli altri autori del blog molto più esperti di lui..

269 risposte a vantaggi e svantaggi delle stufe a pellet

  1. FRancesco scrive:

    Ho una casetta a 3 piani con caldaia a gas per termosifoni e acqua calda. Mi è stato detto che producete una stufa/caldaia a pellet che può sostituire l’attuale caldaia. Mi hanno consigliato di richiedere un Vostro depliant riportante l’eventuale sostituzione e relativo montaggio della stufa a pellet e il relativo Kit. Oltre a richiedervi l’invio di detto depliant, vorrei sapere dove trovare i Vostri prodotti nella Provincia di Livorno e Torino.
    In attesa di quanto richiesto, cordialmente Vi saluto. Semeraro

  2. Salve!
    ho una casa in montagna sull’appennino tosco emiliano di circa 70 mq: usandola sempre più solo nei weekend il riscaldamento elettrico non mi aiuta più…troppo freddo!…e troppo consumo! mi hanno consigliato una stufa a pellet, che affiancherei all’attività del camino…è una scelta valida?quanta potenza dovrei richiedere a tale stufa? e che consumi energetici comporterebbe?
    grazie mille

  3. cancamilin scrive:

    x francesco
    i miei prodotti? Comunque molte marche fanno ottime caldaie e idrostufe a pellet es.: edilkamin, piazzetta, extraflame ect

    x michela
    ti consiglio una 9-10 kw per stare tranquilla.
    considera che il camino si porta via anche l’aria calda della stanza.
    i consumi energetici sono veramente marginali, paragonabili ad una lampadina da 100w accesa

    CIAO

  4. Simone scrive:

    Salve, io posseggo una stufa al pellet della Edilkam, io abito in una casa a due piani dove sopra abita mio zio. Il tubo esce nel nostro terrazzo sotto la soletta del suo terrazzo, per tre mesi è stato in silenzio, anzi c’invidiava, ora dice che non possiamo più tenere il tubo di scarico perchè la legge non lo prevede.. ha qualche notizia a riguardo?

  5. cancamilin scrive:

    Le norme UNI (che hanno valore contrattuale) sono riprese da numerosi regolamenti comunali e in mancanza di regolamenti ad hoc possono essere prese come punto di riferimento da asl e giudici….

    Ma il problema più grosso sono i rapporti di buon vicinato e chi è sopra di te certo sente l’odore e non può stendere la roba.

    In sostanza se uno abita in casa indipendente, distante da altri vicini, può far finta di niente (siamo in italia) ma certo il problema è diverso se stai affumicando qualcuno.

    Cerca un compromesso.

    CIAO

  6. Fabio scrive:

    Buongiorno,
    volevo rendere noto a tutti un gravissimo incidente che mi è successo con
    la mia stufa a pellet, e capire se è già successo a qualcuno una cosa del
    genere(a me risulta di si).
    Praticamente I PELLETS ALL’INTERNO DEL SERBATOIO HANNO PRESO FUOCO. Premetto
    che quotidianamente, prima di ogni accensione, viene fatta una scrupolosa
    pulizia di tutta la camera di combustione. Tuttavia
    una mattina, fortuna che eravamo svegli, l’aria è diventata irrespirabile
    e ci siamo accorti che dal serbatoio della stufa usciva del fumo, ci siamo
    affrettati a spegne il fuoco al suo interno e svuotarlo dal pellet
    ardente.
    Cosa era successo… causa probabilmente ad un sacco di pellet umido, il
    bracere tutto il tubo di alimentazione fino alla coclea e quindi al
    serbatoio erano intasati di pellet. Questi hanno propagato il fuoco fino al
    serbatoio stesso. Beh, scusate ma ritengo che per uno strumento automatico,
    quale è una stufa a pellet, quindi uno strumento che può funzionare anche
    senza la presenza di qualcuno che lo controlli, questo non debba succedere.
    Mi meraviglio che gli enti preposti al controllo della sicurezza di questo
    genere di apparecchiature non possano accorgersi di questa gravissima
    mancanza di sicurezza da parte del sistema “stufa a pellet”. E’ chiarissimo
    che per qualsiasi ragione (mancata manutenzione, cattiva qualita del pellet
    o quantaltro) la camera di combustione (quindi il fuoco) non deve mai
    entrare in contatto con il serbatoio. Ne va della sicurezza di tutti noi
    che abbiamo nelle nostre case questi dispositivi…

  7. cancamilin scrive:

    fabio
    non sarebbe di poco conto sapere la marca della stufa
    ciao

  8. Fabio scrive:

    cancamilin
    non penso sia importante la marca o il modello della stufa perchè, da come mi diceva il tecnico che ho chiamato, non esistono stufe che hanno un sistema di sicurezza che possa evitare quello che è successo a me. Documentandomi in questi giorni ho scoperto inoltre che a differenza di quanto richiesto per i prodotti con obbligo di marchiatura CE, le stufe a pellet, per ora, non hanno l’obbligo di essere certificate per quanto riguarda la sicurezza. Per le stufe funzionanti a pellet, infatti, è prevista la marcatura CE relalativa a: parte elettrica, compatibilità elettromagnetica, parte costruttiva. Questo è quanto dichiarato da IMQ. Per cui penso che tutti i costruttori siano ben attenti a non spendere due lire in più per la nostra sicurezza, tanto il loro prodotto soddisfa la normativa vigente, quindi se succede qualcosa non è un loro problema. Loro rispettano le regole! Sono le regole in questo caso che mancano.

  9. cancamilin scrive:

    non sono d’accordo con te
    conosco molte marche che fanno della sicurezza una priorità e stufe piene di sicurezze che potrebbero anche apparire superflue.

  10. Angelo scrive:

    Avrei intenzione di acquistare una stufa a pellet della Superior. Sapete dirmi come sono qualitativamente?
    Dovre installarla in cucina, ma vorrei montare degli aeratori, magari con delle piccole ventole, per diffondere il calore nelle stanze vicine.
    E’ possibile secondo voi tutto questo?

  11. rossella scrive:

    salve ho una casa a due piani di 100mq e vorrei acquistare una stufa a pellet, secondo voi basta una normale stufa o c’è bisogno di una termostufa collegata ai termosifoni per riscaldare anche il piano superiore? a me hanno detto che l’aria calda sopra non arriverebbe con la normale. grazie

  12. cancamilin scrive:

    x rossella
    il movimento dell’aria in una casa non è facile da prevedere. Ho molti clienti soddisfatti di una pellet aria sistemata al piano di sotto che riscalda-stempera tutta la casa ma non sempre è così, soprattutto se la casa non è ben coibentata.
    Se poi hai già l’impianto dei termosifoni non è una brutta idea collegarci una pellet idro.

  13. rossella scrive:

    grazie per la risposta….come mi ha consigliato mi sono recata da un rivenditore di stufe che mi ha proposto una termostufa della italiana camini (azienda che collabora con la edilkamin) modello idrotech da 11,5 kw. volevo sapere se come potenza va bene e se conosce questo prodotto.

  14. cancamilin scrive:

    x rossella
    puoi vederla descritta sul sito dell’edilkamin con il nome comm.le di ECOIDRO (sono la stessa stufa).

    è una ottima stufa a un prezzo veramente basso, però mi sembra un pò stiracchiata per casa tua. Fatti fare dal rivenditore il calcolo dei kw necessari per la tua abitazione

  15. rossella scrive:

    grazie ho sentito anche io l’idraulico e mi ha dato lo stesso parere sui kw….sono più orientata su una idrofox edilkamin, mi bloccano solo le dimensioni della stufa troppo grandi. però è 14 kw quindi dovrei farcela tranquillamente. il prezzo è anche buono. conosce qualche altro modello e marchio di termostufe ad un buon prezzo ? grazie ancora

  16. rossella scrive:

    scusi il disturbo…mi sono recata presso un altro rivenditore che mi ha proposto una termostufa venezia della ecoteck da 11,3 kw..lui è anche tecnico e mi ha assicurato che con questi kw riesco a scaldare casa benissimo…l’ha montata in una casa su due piani di 150 mq. sono molto confusa….più cerco in giro e più divento indecisa. voglio pensarci bene per non trovarmi male. di quest’altra azienda cosa ne pensa?? certo a parità di kw la idrotech costa 2200 euro mentre la venezia 2900 euro.

  17. parlanti roberto scrive:

    convengo con cancamillin 11,3 kwatt sono un po pochini su una casa da 150 mq a meno che non si tratti di un riscaldamento a pavimento ne servirebbero almeno 13 all’acqua piu la stufa stessa circa se sono 11 ,3 all’acqua oddio un po stiracchiatella poi su due livelli ancora peggio se poi ci sono radiatori in ghisa e molta acqua nell’impianto ancora piu problemi fatti dare in questo caso una potenza maggiore.

  18. rossella scrive:

    grazie roberto per il tuo consiglio, ma la mia casa è di 100 mq su due piani, con termosifoni di alluminio e la stufa vorrei usarla solo per il riscaldamento, non mi interessa per l’acqua sanitaria. i metri cubi sono circa 250, il soffitto è alto 2.70.

  19. parlantir roberto scrive:

    nessun problema rossella avevo capito si trattasse di 150 mq per l’ACQUA CALDA NESSUN PROBLEMA NON CENTRA NULLA CON IL RISCALDAMENTO SI DA LA PRIORITA PRIMA AL BOLLITORE SANITARIO UNA VOLTA SODDISFATTO QUELLO SI GIRA CON UNA TRE VIE AUTOMATICA AL RISCALDAMENTO QUESTA OPERAZIONE NON COMPORTA AGGRAVI DI POTENZA .QUINDI SE VUOI FAI PURE ACS CON BOLLITORE E TRE VIE AL SEGUITO DELL’IMPIANTO
    AVRAI ANCORA VANTAGGI DALLA STUFA IN INVERNO
    UN SALUTO

  20. parlantir roberto scrive:

    scusate il cambio di caratteri non mi ero accorto

  21. Luciano scrive:

    Ho bisogno di un consiglio. Nella mia villetta a schiera ho il riscaldamento con termosifoni alimentati con una caldaia Vailant a parete (non stagna) installata in cucina.
    Vorrei installare in sala (comunicante con la cucina) una stufa a Pellet in modo da limitare il consumo di metano e scaldare meglio la sala al piano terreno.
    Ero orientato verso una Thermorossi 1000 o una Extraflame Isabella. Nel manuale di istruzioni sconsigliano però di installare una stufa a pellet se nel locale è presente anche un altra caldaia non stagna. Se però dietro la stufa a pellet apro una apertura verso l’esterno di 80cm2 o se alimento la stufa con una presa d’aria direttamente comunicante con l’esterno rendendo cosi’ stagna la stufa a Pellet sono tranquillo
    con le varie certificazioni? Ringrazio chi vorrà darmi qualche suggerimento.

  22. Franco scrive:

    Dallo scorso inverno riscaldo casa (130mq mal coibentati) con due stufe a pellets e un termocamino (inserto) per le sere più rigide, inutile dire che il risparmio è molto, l’impegno nella manutenzione non è gravoso e la soddisfazione è tanta.
    ….una domanda cortesemente: sto per fare lavori di ristrutturazione all’interno dell’abitazione, e vorrei sapere se vale la pena di inserire la canna fumaria della stufa più grossa (Palazzetti 960) nel muro in modo che non si veda.
    E’ solo un fatto estetico, ma temo possa creare complicazioni, il muro in questione da sull’esterno e quindi consente presa d’aria…….cosa ne pensa il gentile autore del blog?
    Grazie, Franco.

  23. parlantir roberto scrive:

    x franco se fossi in procinto di ristrutturare casa anche il pavimento mi preoccuperei di istallare un buon impianto a pavimento poi lo supporterei con una caldaia a pellets 130 mq h20 18 a pavimento anche se mal isolato fara’ tranquillamete il suo lavoro con meta’ neanche della sua potenza o addirittura 1/4 sosterra’ tutto l’impianto.
    il tutto potra essere sgravato da 55%.
    non ho badato a spese ma avro un risultato eccellente.
    magari facendo anche acqua calda che non guasta mai.
    con circa 7800-8000 euro l’impianto sara’ funzionante e istallato a regola d’arte caldaia termotecnico e idraulico compreso meno il 55% in tre anni per esempio ti verra a costare molto meno.fa un ragionamento su questo poi con i prezzi di oggi del pellets spenderai esagerando nelle mie zone 800 euro di gestione globale. se aggiungi un buon sistema solare supererai i 10.000 euro ma avrai il massimo che oggi offre il mercato o quasi.
    bello fare i conti con i portafogli altrui!!!!!!!!!!!!
    ah ah ah
    comunque piu o meno sara quello il costo .
    buona serata.

  24. parlantir roberto scrive:

    x franco io non sono l’autore del blog e’ cancamillin
    complimenti per il tempo che vi dedica e la precisione con la quale risponde a tutti.
    un vero professionista.ciao cancamillin,non me ne volere se qulche volta rispondo io .
    un saluto e buona serata a tutti
    le mie “intrusioni” servono e qulche volta fanno riflettere sono bombardato di mail in questo momento.
    dinuovo un saluto

  25. cancamilin scrive:

    grande Roberto!
    anche perchè es.: di thermorossi ne sai molto di più…
    ciao

  26. Franco scrive:

    …..hai proprio ragione a proposito dei conti fatti col portafoglio altrui…….purtroppo il budget è già prenotato…..sai com’è…..tetto, pavimenti, bagno, impianto idrico ed elettrico, qualche serramento…..aiutooooo.
    Conque grazie, siete fantastici, ma in totale il tubo lo imbosco nel muro o lascio perdere……non vorrei cercarmi rogne con la manutenzione.
    Ciao.

  27. parlantir roberto scrive:

    non si possono fare canne a norma oggi nei muri quindi o dentro ofuori dal muro magari se non vuoi vederlo rivestilo con cartongesso e lana di roccia.
    ciao. ricorda che il riscaldamento e’ la cosa piu importante di casa se senti freddo si mangia anche male.
    quindi investici e spendi un po meno per il resto. ciao

  28. Alessandro scrive:

    Esercito la professione di parrucchiere e il mio salone è suddiviso in due stanze distinte.Il locale ha i muri vecchi e d’inverno il normale riscaldamento non riesce a temperare a sufficenza il salone complice anche l’enorme dispersione della grande vetrata con infissi di ferro.Ho i clienti che si lamentano dal freddo e mi arrivano botte da 1500/2000 € l’anno di riscaldamento.Ecco che stò optando la soluzione di inserire una stufa a pellet eliminando il normale riscaldamento.Faccio bene?E senza spendere grosse cifre cosa mi consiglia tenendo presente che i 2 locali misurano ca.20mq l’uno divisi da un muro di un metro di spessore?E poi,è d’obbligo x un esercizio come il mio il camino?
    grazie per l’atenzione.

  29. George scrive:

    Salve vorrei un consiglio. Abito in una casa indipendente da 110 mq in montagna (famiglia con bambini). Ho un termocamino ottimo ma purtroppo non parte da solo la mattina con il timer! e non va bene per l’acqua calda. Dunque ho una caldaia a gas per queste altre funzioni, integrato con il termocamino con delle termovalvole.
    Vorrei sostituire la caldaia a gas con una idro-termostufa a pellet.

    1. non voglio spendere troppo, essendo un sistema secondario
    2. per esigenze di tubi non ho un punto centrale alla casa per metterlo. Dovrei metterlo nella stanza degli ospiti oppure in cantina e dunque “spreco” il calore emesso dalla stufa stessa
    3. il commento di Fabio del serbatoio pellets che ha preso fuoco mi fa pensare che non è un sistema sicuro
    4. le funzioni dell’acqua calda e termosifoni sono più importanti che la funzione di stufa. Vorrei usare il chrono-termostato che usavo con la caldaia a gas.

    Mi potete consigliare su tipologia, marca, modello, portata etc. Qualsiasi indicazione è utile. Grazie

  30. Sandro scrive:

    Salve, vorrei dotare di stufa a Pellet un appartamentino di

  31. Sandro scrive:

    Salve, vorrei dotare di stufa a Pellet un appartamentino di c/a40 mq. già dotato di canna fumaria (esposizione Sud zona giorno e nord zona notte) nelle vicinanze dell’Abetone (1600 mt di altezza).
    Di che resa avrò bisogno in KW?
    Grazie mille

  32. Sandro scrive:

    Annulla e sostituisce il precedente.

    Salve, vorrei dotare di stufa a Pellet un appartamentino di c/a40 h 2,45 mq. già dotato di canna fumaria (esposizione Sud zona giorno e nord zona notte) nelle vicinanze dell’Abetone (1600 mt di altezza).
    Di che resa avrò bisogno in KW?
    Grazie mille

  33. cancamilin scrive:

    x sandro
    se hai buoni infissi e muri coibentati potrebbero bastarti 7 kw, se non ne sei sicuro prendi invece un prodotto “abbondante” (9-12 kw)
    ciao

  34. vincenzo scrive:

    Salve, vorrei un grosso consiglio! Premesso che ho già acquistato un bel gran modello di stufa dell’Edilkamin “Idrofox” per riscaldare la mia abitazione di circa 110 mq. Visto che non è stata ancora installata e visto che non ci sarebbe un ubicazione adatta in casa vorrei farla montare in veranda affiancata alla già esistente caldaia con un’opportuna coibentazione. Mi daresti un consiglio a tal proposito, cioè sui materiali da usare e tutti gli accorgimenti per un’ottima coibentazione? Ti ringrazio anticipatamente

  35. Sandro scrive:

    Grazie mille Cancamilin!!
    Un saluto
    Sandro

  36. Lisa scrive:

    Salve vorrei acquistare un stufa a pellet per un appartamento di 70mq….ho visto la P955 Piazzetta, cosa mi sapete dire su quella stufa…? è necessario collegarla ad una canna fumaria…???
    Grazie

  37. Enrico scrive:

    Ho una stufa a pellets (marca:CF modello:TS 12) che ha un problema di accensione . Se non viene messo del pellets direttamente nel cestello del bracere.

  38. Enrico scrive:

    Scusate ne manca un pezzo alla parte precedente “non esce la fiamma perchè quando viene buttato il pellets dalla coclea finisce troppo lontano dalla candela” Grazie

  39. cancamilin scrive:

    x vincenzo
    la idrofox è una stufa da interni, non puoi montarla in veranda!!!!!!!!!

    x lisa
    le norme uni richiedono lo scarico al tetto
    (soprattutto se sei in condominio….)

    x enrico
    consiglio della nonna: tappa parzialmente il tubo di aspirazione dell’aria comburente dietro la stufa

  40. giuseppe scrive:

    salve sono giuseppe volevo chiedere un consiglio ho un riscaldamento autonomo con acqua sanitaria calda siccome dovevo cambiare la caldaia costo approsimativo di 1600euro cosa mi consiglia per una stufa a pallets con acqua sanitaria io ho un appartamento di circa 90 m quadri e se e possibile riutilizzare il camino della caldaia a gas perche la caldaia e interna all appartamento e se epossibile sapere dei prezzi la ringarzio e buona giornata

  41. parlanti roberto scrive:

    X GIUSEPPE LA PRODUZIONE SANITARIA DI UNA STUFA O CALDAIA A PELLETS ISTANTANEA NON E’ “DECENTE” QUINDI SI CONSIGLIA SEMPRE UN BOLLITORE AGGIUNTIVO NEL DISEGNO DI LEGGE SE ISTALLA UNA CALDAIA AVRA’ SE EN 303-5 IL 55% DI SGRAVIO SE ISTALLA UNA STUFA THERMO IL 36% PERTANTO I COSTI SI AGGIRANO INTORNO AI 3200 PIU IVA AL 10% PIU UN BOLLITORE DAI 200 AI 350 EURO A SECONDA DEL MODELLO
    QUESTA E’ L’UNICA SOLUZIONE. ESISTONO DEI KIT SANITARI AGGIUNTI ALLE VARIE STUFE MA NESSUNO DA DEI OTTIMI RISULTATI AMENO CHE NON SI TRATTI DI GROSSE POTENZE 30 KW IN SU MACCHINE CHE NON FANNO ASSOLUTAMENTE AL SUO CASO.
    CIAO GIUSEPPE.

  42. francesco scrive:

    salve, scopro per caso questo blog, e ne sono rimasto molto colpito. adesso faccio io una domanda se posso. ma la termostufa che parla qui sopra rossella, nel caso volessi metterla a casa mia, per collegarla all’impiato a termosifoni già esistente, e non avendo nessuna predisposizione per la stufa(se nn la canna fumaria), per collegare la termostufa al vecchio impianto, sarebbe possibile levare un termosifone esistente e usare i tubi oer collegarci la termostufa????
    grazie

  43. lucia scrive:

    ciao!! Sto acquistando un appartamento sull’appennino tosco emiliano, a mt.1.300 di altitudine. L’appartamento sarà ben coibentato. Essendo in fase di ristrutturazione, l’architetto che segue i lavori si è preoccupato di isolare bene il tutto dall’esterno. Inoltre lo spessore stesso dei muri perimetrali (circa 50 cm) penso sia buona garanzia di isolamento. L’appartamento (che si trova al piano terreno) ha una superficie calpestabile di circa 70 mq e si trova al piano terreno. Solo uno dei 4 muri perimetrali non si affaccia sull’esterno. E’ previsto impianto di riscaldamento tradizionale con termosifoni in acciaio ed alimentato a GPL. Vorrei affiancarVi una termostufa a pellet, con il vantaggio di poterla programmare a distanza ed avere calore più economico e pulito. Vorrei un tuo parere ed una indicazione sulla marca ed il modello che mi consiglieresti, considerando che mi interessa una termostufa non troppo rumorosa ma anche piuttosto economica (trattandosi di casa di villeggiatura), con design essenziale. Chiedo troppo? Grazie in anticipo!!!

  44. williambox scrive:

    Salve, anche io sto valutando di acquistare una stufa a pellets, ecco i miei dubbi:
    - ho una abitazione su 2 piani di circa 50 mq per piano, e vorrei scaldarli entrambi.
    Non ho la possinilità di posizionare la stufa in posizione strategica (es. fronte scale) per mancanza di spazio nel relativo corridoio,
    Mi hanno consigliato l’acquisto di 2 stufe separate 1 per piano al posto di una unica.
    vorrei qualche consiglio, premetto che ho letto buona parte del blog e non ho trovato un caso come il mio.
    un’altra cosa, i costi di manutenzione ordinaria del tecnico esterno a quanto possono ammontare?
    grossi market vendono delle stufe sono affidabili o sono meglio rivenditori di certe e note marche? e quali?
    grazie delle risposte.

  45. davide scrive:

    Salve.
    Ho acquistato una caldaia a pellet Ungaro CTU 24 con kit acs che, a detta del venditore, doveva produrre acqua calda anche in estate, senza bisogno di accumulo.
    Purtroppo ho scoperto che l’acs viene invece prodotta solo con il riscaldamento acceso.
    Per averla a riscaldamento spento mi serve un “accumulo”.
    Ho visto che esistono bollitori ed accumulatori inerziali.
    Qualcuno sa dirmi la differenza in termini tecnici ed economici?

  46. alessandro scrive:

    salve.
    vorrei se possibile porvi una domanda, ho una stufa a pelle da 9 kw, volevo sapere se la presa d’aria che serve per la combustione e obbligatori e se non metterla incide sul rendimento

  47. parlanti roberto scrive:

    la presa d’aria e’ obbligatoria nella stanza dove e’ la stufa ma non necessariamente collegata alla stessa anzi a volte e’ la stessa del gas

  48. Luisa scrive:

    Ciao! Sto per acquistare la stufa a pellet Soleil di Edilkamin, è una 12kw canalizzata. E’ per un appartamento al mare, esposto all’aria su 3 lati e dall’altro lato, sotto e sopra non è abitato. Quindi anche se la casa è di 75 mq netti, mi hanno consigliato una 12 kw, che copre più di 100 mq, perchè occorre sovra-dimensionare la fomte di calore per la specifica posizione e situazione intorno l’appartamento.
    Secondo voi è corretto?
    Una domanda….la ventola che diffonde l’aria calda è rumorosa, oltre che a sollevare la polvere??
    E ancora, mi chiedo…dopo qualche anno chissà come diventerà l’interno della canalizzazione??? Quanti residui…polvere…?? Oddio..non ci voglio pensare !
    Ma non è meglio allora, nel senso di più sano l’utilizzo dei pannelli solari? Quanto potrà costare, all’incirca?

    Graziee

  49. dario bolognini scrive:

    cioo vorrei acqistare una stufa apellet pero visto che abito su un appartamento alpiano terra di un condominio vorrei sapere se la posso mettere

  50. Arnaldo scrive:

    Abitiamo in una casa di 150 mq disposti su tre piani, ben coibentata e attualmente riscaldata con caldaia a gas metano. Intendiamo cambiare la caldaia a gas con una a pellet. Vorremmo sapere gli eventuali vantaggi di questa operazione. Inoltre desideriamo sapere la tipologia di caldaia più indicata rispetto alla cubatura da riscaldare. Grazie per le informazioni.

  51. giovanni scrive:

    Salve! Mi sa qualcuno dire la differenza tra la termostuffa Idrotech della Italiana Camini e la Ecoidro della Edilkamin. Il mio venditore mi ha detto che la Idrotech non e dello steso livelo nella qualita.
    Grazie per le informazioni!

  52. cancamilin scrive:

    x francesco
    no, è sconsigliato collegare una termostufa al posto di un terminale di impianto,
    va collegata direttamente ai collettori rispettando il diametro dei tubi proposto dal costruttore

    x giovanni
    sono pressochè identiche, varia solo il display e il rivestimento

  53. DANIELE scrive:

    BUONGIORNO. PRIMA DI INSTALLARE UNA STUFA A PELLETS, OCCORRE MANTENERE UNA DISTANZA TRA LA STUFA E I MOBILI ACCANTO E DALLA PARETE POSTERIORE? LE PARETI LATERALI, SCALDANO MOLTO? OPPURE IL CALORE è SOLO FRONTALE? GRAZIE

  54. Mckallarutt scrive:

    Salute, perdonatemi ma sono mooolto incakkiato perche’ ad un solo mese dalla prima accenzione, la mia nuova caldaia a condensazione gia’ si e’ rotta……1300 euro e mi ritrovo gia’ a convivere con gli stessi problemi che avevo con la caldaia vecchia ed era sempre una beretta….. maledizione……..
    Vorrei quindi, non appena il tecnico dell’ assistenza(spero ci riesca) la ripari, iniziare a vedere se posso aggiungere una idro pellets all’ impianto dei termosifoni esistente….. magari collegandola ad una delle due centraline di raccordo di tutti i tubi dell’ impianto….. magari se fosse possibile, il montaggio in questo caso potrei farlo da me…….. l’ abitazione e’ di 160 mq, di che potenza dovrei cercare la stufa’?

  55. Mckallarutt scrive:

    Mi son dimenticato di segnalare che, la casa purtroppo non e’ mia…. sigh sigh…..
    piang……

    Uno potrebbe pensare, questo cerca di risparmiare sulla manod’ opera e c’ ha una casa che e’ 160 mq……
    in effetti

    Cmq, complimenti per il blog……
    Non ho mai scritto in un blog prima d’ ora….
    Un salutone all’ autore e che immagino ci perde un sacco di tempo a stare dietro a tutte le domande

  56. cancamilin scrive:

    x daniele
    le distanze variano da stufa a stufa, comunque normalmente le stufe a pellet sono calde davanti e massimo tiepide sugli altri 3, quindi tieni almeno 1 mt davanti, un 40 cm sui lati e almeno un 10-15 cm sul retro

    x mckallarutt
    considera lo storico,
    di quanti kw è la caldaia che usavi con soddisfazione attualmente?

  57. thedarkzar scrive:

    considerate che se ho 1 caldaia da 20 Kw ed allaccio allo stesso impianto 1 termostufa o qualsiasi altro produttore di calore,si sommano i kw ed oltre i 35 Kw serve 1 centrale termica dove posizionare caldaia e termostufa(a patto di scollegare la caldaia ai caloriferi e tenerla solo per i sanitari,con tutti i vantaggi e gli svantaggi annessi)

  58. paolo scrive:

    Volevo segnalare che anche a me stamattina ( 17 dicembre 2008 ) è successa la stessa cosa del Sig. fabio, con una stufa idro della olivieri , nuovissima ( due anni di vita ) e a cui era stata fatta la manitenzione ordinaria e straordinaria circa un mese fa . fumo durante la notte che ha invaso la casa e ptincipio di incendio spento per fortuna appena in tempo . domani attendo chiarimenti dal mio rivenditore . In caso negativo adirò le vie legali.
    Ripeto stessa identica situazione di fabio…..

  59. cancamilin scrive:

    x paolo
    non tutte le stufe sono uguali…
    considera es.. che la olivieri sta fallendo
    e non era presente alla fiera di Verona

  60. Marco scrive:

    Ho appena aperto un forum sul quale spero di riuscire ad incontrare altri utenti si idrostufe a pellet, soprattutto della CLAM (io ho la Niagara).

    Chi vuole confrontare opinioni su un forum è invitato a partecipare!

    Grazie.

  61. Caterina scrive:

    Salve a tutti, avrei bisogno di un paio di consigli. Siamo intenzionati ad acquistare una stufa a pellet, la quale serve a riscaldare soprattutto una cucina di circa 4 x 3,80 x 3 m. I metri cubi sarebbero quindi 48. Il resto della casa è grande, ma non “vissuta”, e quindi non è strettamente necessario riscarldarla. Siamo interessati ad acquistare una Iris della Edilkamin oppure una Birikkina della Lincar, ma mi sembra di aver capito che la Iris è troppo potente per le nostre necessità. La stufa a pellet dovrebbe sostituire la stufa a legna già presente nella cucina, e quindi dovrebbe usare la stessa canna fumaria. Ma pare che sia necessario fare una presa d’aria nella stanza, è vero? E vale per tutti e due i modelli? Volevo aggiungere che casa nostra non è coibentata e che inoltre è piena di spifferi! Grazie per i vostri consigli

  62. max scrive:

    salve caterina sono un tecnico di stufe a pellet aria/idro”EDILKAMIN” si e’ vero la iris e’ grande per il tuo ambiente ma non so’ se riesci a trovare una stufa piu’ piccola,inoltre ricordati che se la canna fumaria esistente e’ piu’ grande di dm150 la devi intubare(quella della stufa ha un dm di cm 80)va’ inserito un tee raccolta condensa subito dietro la stufa ed la canna deve avere almeno un tratto in verticale di mt1,5.per quanto riguarda la presa d’aria e’ vero e’ necessaria per non mandare la stufa in depressione in quanto quando e’ accesa consuma ossigeno.(tutto questo lo trovi nel libretto delle stufe alla voce SCARICO FUMI).spero di averti aiutato saluti MAX

  63. Pietro scrive:

    Buona sera a tutti, sono un nuovo cultore della stufe a pellet e vorrei da voi tutti quanlche consiglio. Abito in un condominio di recente contruzione (2005) in un appatamento di circa 80 mq ubicato all’ultimo piano (2° pinao) e, dato che la zona notte è sempre abbastanza fredda rispetto al soggiorno siamo intenzionati ad acquistare una stufa a pellet. Preciso che deve essere:
    collocata nel disimpegno della zona notte;
    di “contenute” dimensioni, poichè lo spazio non è molto;
    realizzata “ad hoc” una canna fumaria, poichè il locale non è stato progettato per dotarsi di tale apparecchiatura.
    Per i motivi sopra esposti la mia attenzione e ricaduta sulla CADEL mod. Miki (L 65 cm – P 39 cm – H 85 cm) – non vi nascondo che il tubo di scarico dei fumi puo essere – oltre che sul lato posteriore – anche sul piano superiore, ciò mi permetterebbe di appoggiare la stufa al muro.
    Detto tutto ciò resto in attesa di ricevere un qualsiasi suggerimento su cosa potrebbe essere la migliore scelta

  64. cancamilin scrive:

    x pietro
    valuta anche la slim della termorossi

  65. Elena scrive:

    Salve a tutti. Ho un appartamento in prov. di Torino di circa 150 mq in una casa anni ’70 ristrutturata 20 anni fa e ho il riscaldamento a metano. Da qualche tempo l’appartamento è diventato molto umido (effetto condensa) e in alcune camere c’è muffa che cerchiamo di rimuovere regolarmente. Neppure i termosifoni riescono a portar via l’umidità ( non posso scaldare 24 ore al giorno… fallirei subito) e 1 deumidificatore fa quello che può.Sono un po’ preoccupata perchè l’umidità che si forma sui vetri si infila nelle fessure degli infissi provocando anche lì la muffa. Stavo così valutando l’opportunità di utilizzare per parte dell’appartamento , una stufa a pellet. Potrei sistemarla in una parete perimetrale ma non possiedo canna fumaria.
    Cosa mi consigliate? Che tipo di stufa potrei acquistare (marca, modello , calorie).
    Posso usarla senza canna fumaria?
    Poichè date consigli molto chiari, ringrazio anticipatamente.
    Aiutatemi.

  66. Pietro75 scrive:

    x cancamilin al commento del 02.01.2009 ore 02.00 AM.
    In mattinata ha visitato il sito web della Thermorossi, dove come mi hai consigliato tu ho trovato l’apparecchiatura che mi segnalavi la “Ecotherm Slim”. Considerato che le caratteristiche tecniche non erano particolarmente dettagliate ho scritto una e-mail segnalandogli la mia esigenza, quando riceverò la risposta al mio quesito sarà mia cura portarla a conoscenza della intera comunity.
    P.S. nel leggete attentamente i vari utenti del tuo blog ho appreso – e di questo vi ringrazio – che l’acquisto di una stufa a pellet, ma anche a legna, è un “affare serio” – come giusto che sia – quindi spero di poter realizzare quello che mia moglie “freddolosa” vorrebbe. Una casetta bella calda.

  67. cancamilin scrive:

    Auguri Pietro
    spero che tu possa scaldare tua moglie
    :-)

  68. Angelo scrive:

    Salve, ho una abitazione composta da due appartamenti di 110mq cadauno, attualmente riscaldati con caldaia a legna, vorrei sostituirla con una stufa a pellet. Vorrei consigli se installare 2 stufe (una per appartamento) o esiste una stufa in grado di sostituire l’attuale caldaia.
    Grazie

  69. Manu scrive:

    Ciao a tutti,vi ringrazio in anticipo perchè so che mi risponderete e per bene!
    Abbiamo acquistato la nostra prima casa(Evviva)un villetta singola in una zona vicino al mare(a Siracusa).
    Ovviamente la nostra città è famosa per l’umidità che arriva da tutte le parti!Premesso questo dico anche che rispetto al resto d’Italia non abbiamo temperature bassissime…ma con l’umido pesano anche 10 gradi.Visto che dobbiamo fare una bella messa a nuovo della villetta,stavamo riflettendo sulle stufe a pellets canalizzate…ma ciò che non riusciamo a decidere sono i kw,La casa al piano terra è di circa 120 mq,e più avanti abbiamo intenzione di fare altri 30 mq sul tetto.Le camere sono esposte a sud e il resto a nord(è un quadrato x intenderci).Ci sarebbe piaciuta tanto la stufa ad incasso.Ma secondo me i kw non bastano…o forse non ne conosco altre io!
    Mi sapete aiutare?

  70. Manu scrive:

    P.S.= la stufa servirà solo per il riscaldamento e vorremmo evitare di fare l’impianto dei termosifoni…costa troppo!

  71. lorenzo scrive:

    Salve, stò per acquistare una stufa SOLEIL della EDILKAMIN, volevo avere qualche in formazione a proposito, devo scaldare circa 120 MQ e sopratutto mi interessava sapere se sto acquistando un prodotto valido.
    Ringrazio anticipatamente

  72. Francesco scrive:

    Salve, ho acquistato una stufa palazzetti a pellet mod. giulia e sarà collegata all’impianto di riscaldamento(l’appartamento è di circa 150 mq) e alla produzione di acqua calda sanitaria. Ciò che mi interessa sapere è se tale stufa di per sè scalda visto che ho in mente di posizionarla in una sala dove è presente un unico termosifone. Qualcuno sa darmi una risposta? Grazie!

  73. Emanuele scrive:

    Salve. Sto per acquistare una stufa a pellet Piazzetta Superior Sofia C….
    Mi sapete dire se e’ un buon prodotto?
    Devo scaldare circa 90 mt di casa su due piani con stanza da letto al secondo piano, fredda, rivolata a nord….
    La stufa verrebbe al piano inferiore, in sala, che si trova sotto la camera da letto.
    Grazie

  74. paolo scrive:

    Ciao a tutti !!!
    Essendo da poco diventato babbo e visto che in questo periodo devo per forza di cose tenere una temperatura decente in casa, stò seriamente pensando di far installare una stufa a pellets che mi possa mandare anche il riscaldamento, la mia abitazione è di circa 80 mq., mi potete indicare qualche modello di marca affidabile per esaminare + a fondo la questione ?
    Grazie infinite !!!!

  75. paolo scrive:

    Un’altra domanda,
    l’allacciamento và fatto per forza sul collettore dell’impianto di riscaldamento, oppure si può eseguire alla caldaia a gas o, meglio ancora, anche ad un radiatore ?
    Lo chiedo perchè il collettore è distante dal punto in cui metterei la stufa circa 10 metri, la caldaia circa 5 e il radiatore 1 metro ^^

  76. Nicola scrive:

    Ciao a tutti!!
    Ho recentem comprato una Iris Edilkamin (vol risc. 60/230 mc) per riscaldare circa 60 mq (x 3 mt scarsi).
    La stufa “un pò” riscalda ma l’ambiente stenta a superare i 18° (anche se la lascio quasi tutto il giorno a 26°/27°):
    SONO QUESTE

  77. Nicola scrive:

    Ciao a tutti!!
    Ho recentem comprato una Iris Edilkamin (vol risc. 60/230 mc) per riscaldare circa 60 mq (x 3 mt scarsi).
    La stufa “un pò” riscalda ma l’ambiente stenta a superare i 18° (anche se la lascio quasi tutto il giorno a 26°/27°):
    SONO QUESTE le prestazioni oppure potrebbe anche esser un problema di coibentazione??
    Grazie, Nicola

  78. cancamilin scrive:

    x nicola
    mettila in p3

  79. roberto scrive:

    salve, mi sono fortunatamente imbattuto su questo utilissimo blog, ho la necessità visto gli alti costi del metano, di sostituire la caldaia con una idrostufa a pellet che, mi consenta di riscaldare l’acqua sanitaria per 5 persone e 6 radiatori in ghisa. Un rivenditore della mia zona, mi ha proposto una idrostufa palazzetti di 15kw, costo 3400 euro,dicendomi che si può collegare alla canna fumaria condominiale della vecchia caldaia a metano, consigliandomi inoltre di montare un boiler accessorio. Il mio appartamento è 120 mtq.Cosa ne pensate? viste le mie esigenze è la soluzione ideale? grazie a tutti, in particolare all’autore del blog, complimenti.

  80. Angelica scrive:

    salve, ho acquistato una stufa a pellet idro della clam è stata installata in camera perchè in sala abbiamo il tradizionale camino e metterla vicino non era esteticamente molto carina…vorrei un suo parere e sapere se ci sono dei rischi..naturalmente verrà spenta mezz’ora prima di andare a letto..

  81. Angelica scrive:

    il tubo della stufa passa nella parte alta della canna del camino abbiamo utilizzato la stessa uscita per non fare ulteriori fori nel tetto..che ne pensa?? ora dobbiamo rifare il camino perchè non ha mai tirato bene..ha qualche consiglio prima di iniziare i lavori? c’è la possibilità di uscita di fumi? si potranno accendere contemporaneamente stufa e camino? grazie

  82. memo scrive:

    salve a tutti, io ho problemi per pulire una stufa a pellets ungaro maya idro 30 kw, le polveri residue sono sottilissime,ed ogni volta che pulisco l’ultimo cassetto vicino al pavimento queste polveri invadono l’ambiente creando un notevole disagio. sono soddisfatto della scelta, ma pulirla è veramente deprimente. chi ha avuto questo problema? puo’ essere dovuto alla qualità del pellet?

  83. Franco scrive:

    ….gentilissimi….sapreste cortesemente consigliarmi una stufa da almeno 10kw poco rumorosa.
    A me piace lo Stubotto Piazzetta da canalizzare 1/4 in bagno, 1/4 in cucina e il resto frontale per il soggiorno (50mq).
    Ho già in funzione da due inverni una Piazzetta 960 per la zona notte (presto sarà canalizzata nelle camere) e un Extraflame Karolina in una parte di casa non raggiungibile da canalizzazioni (40mq).
    Sarò un po’ matto a voler mettere più di 30/35kw in una casa di 150mq ma le stufe, al minimo, sono poco rumorose e si puliscono meno sovente….il mondo è bello perchè è vario……grazie un caldo saluto

  84. Gino scrive:

    Salve a tutti cancamin e a tutti voi del Blog,

    io ho una edilkamin idro, entusiasta del mio acquisto, ma da qualcche giorno mi da problemi: dopo un poco he la accendo, mi da un errore ” No deprssion e si spegne”. Premetto che la stufa è fuori garanzia da 1 mese, posso risolvere io problema o devo chiamare un tecnico?
    P.s.: Complimenti per il forum

  85. alex scrive:

    Salve a tutti, vorrei un consiglio su che tipo di stufa orientarmi, ho una superficie coperta di 250 mq. e attualmente utilizzo una caldaia a gas da 27Kw, mi sono informato che esiste una stufa a pellets della ditta Moretti che arriva a produrre 28 Kw, sarebbe molto comoda ma non sò se conviene di più un termocamino, cosa mi consigliate?

  86. giuseppe scrive:

    siamo disperati….ditemi che la soleil dell edilkamin non è rumorosa come se in casa ci fosse sempre attaccato un aspira tutto…….!!!!!!o peggio un trattore……secondo me è difettosa la nostra….vediamo cosa dicono quelli della assistenza…..

  87. parlanti roberto scrive:

    x alex la convenienza se non e’ fattore di praticita’ di utilizzo sta da quello che trovi con piu facilita’ nella tua zona . es stai in aperta campagna la legna non manca e’ evidente che se c’e’ una persona in casa un termocamino magari che ne so un carinci per esempio e’ ottimo fino a 250 mq ce la fai tranquillamente h2o 34 idrostufa di thermorossi potrebbe essere la risposta a pellets.moretti non la conosco ma non credo sia molto vecchia come fabbrica di stufe a pellets quando si parla di potenze simili bisogna assicurarsi un buon dispositivo di autopulizzia del bracere altrimenti si rischia di sta a fare maunutenzione troppo di frequente altrimenti la stufa non riparte.thermorossi lo ha ed e’ meccanico ritengo un ottimo sistema. ciao

  88. parlanti roberto scrive:

    x alex la convenienza se non e’ fattore di praticita’ di utilizzo sta da quello che trovi con piu facilita’ nella tua zona . es stai in aperta campagna la legna non manca e’ evidente che se c’e’ una persona in casa un termocamino magari che ne so un carinci per esempio e’ ottimo fino a 250 mq ce la fai tranquillamente h2o 34 idrostufa di thermorossi potrebbe essere la risposta a pellets.moretti non la conosco ma non credo sia molto vecchia come fabbrica di stufe a pellets quando si parla di potenze simili bisogna assicurarsi un buon dispositivo di autopulizzia del bracere altrimenti si rischia di sta a fare maunutenzione troppo di frequente altrimenti la stufa non riparte.thermorossi lo ha ed e’ meccanico ritengo un ottimo sistema. ciao

  89. cancamilin scrive:

    x giuseppe
    fatti regolare il minimo dei ventilatori

  90. cancamilin scrive:

    x gino
    no depression
    può essere la stufa o i tubi intasati di cenere
    il sensore sporco
    opp. l’ispezione per la pulizia mal chiusa

  91. daniele scrive:

    Salve a tutti. Scusate, qualcuno ha per caso fatto un contratto di locazione stufa con la EMMEGI di Palazzolo? Vi hann mandato i documenti per il 730? Grazie.

  92. alex scrive:

    x roberto
    grazie per il consiglio, provvedo a verificare se la thermorossi produce stufe di tale potenze. ciao

  93. alex scrive:

    x roberto
    grazie per il consiglio, ciao

  94. parlanti roberto scrive:

    x alex new h2o 34 e’ la macchina 34 kwatt

  95. teresa scrive:

    Ma anche per le termostufe ci vuole la presa d’aria esterna?

  96. augusto scrive:

    Salve a tutti cancamin e a tutti voi del Blog
    Sto x ascuistare una stufa a pellet modello Athena Acciaio
    della AnselmoCola 11kw, volevo chiedere se è una buona stufa considerando anche he dovrei riscaldare un ambienta di circa 90 mq.

  97. ARCA scrive:

    Ciao a tutti.
    ho una abitazione di circa 200 m2 su 3 piani, in una zona a circa 900 mt slm, ho il classico riscaldamento a gas e spendo circa 2200/2500€ ogni anno, vorrei comprare una stufa a pellets adeguata da collegare all’impianto già esistente( tipo FAMAR Fenix 34 o tipo equivalente) .
    Vi chiedo info per il tipo di stufa o eventualmente altre marche, inoltre pensate che io possa abbattere il costo annuale che ho per riscaldarmi?? ( devo dire abbastanza male) ad oggi???.
    quanto pellets dovrò acquistare ( costo e spazio)
    grazie a tutti

  98. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x arca credo che h2o 34 o compact 32 facciano al tuo caso se dovrai scaldarti tutto l’anno credo che 1300 1400 euro dovresti scaldarti molto bene circa 5 pallets di pellet 55 ql giu di li 7/8 m cubi di spazio

  99. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x teresa per le termostufe se si intende stufe idro a pellets serve la presa d’aria ma va ok anche il passaggio lasciato per l’areazione delle cucine a gas o caldaiei purche ve ne sia una in casa non deve essere collegata ad essa

  100. Angelica scrive:

    nessuno ha saputo darmi consigli??????????????????

  101. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x angelica io la stufa in camera non la consiglio a nessuno caldo molto secco non aiuta a dormire se non potevate fare meglio va bene lo stesso ,utilizzando la stessa canna per stufa e camino se avete la stufa piu alta del camino e’ pericolosissimo accendere il camino poi con la stufa in camera piu che mai potrebbe far risalire i fumi dello stesso con conseguenze che lascio immaginare se la stufa e’ sullo stesso piano del camino difficilmente potrebbe succedere ma aime’ il rumore dell’estrattore fumi verra’ amplificato dalla(canna d’organo) che lo stesso diventa se poi il fumaiolo dovesse ostruirsi per qualsiasi motivo siccome la stufa a pellets non riuscirebbe a riconoscere questa situazione farebbe fuoriuscire i fumi dallo stesso camino altra situazione che va evitata,percio’ cercate di far funzionare il sistema quando tutti sono svegli e possano controllare i sistemi per legge una istallazione cosi’ non e’ ammessa. anche io ne ho casa dei miei clienti perche’ non si poteva fare di meglio ma le hanno fatte loro
    sotto la loro responsabilita’ a loro rischio e pericolo.l’importante che la gente sappia come funzionano e come possono essere gestiti gli eventuali “inconvenienti” e o rischi.

  102. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x roberto 15 kwatt non sono tantissimi se sono resi al fluido x120 mquadrati ok per l’istallazione nella canna condominiale se vi sono caldaie a metano non va bene assolutamente non si puo fare per legge.non faccia fare questa istallazione non e’ a norma .

  103. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x paolo h20 18 thermorossi e’ la soluzione idrostufa a pellets per l’allaccio va fatto nel tuo caso un by pass alla caldaia con una tre vie motorizzata piu una non ritorno o valvola europa o va la pellets o va la caldaia a gas.
    al termo non si puo non avresti abbastanza portata ed il risultato sarebbe scadente.

  104. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x manu cavolo siracusa bellissimo!!!! uan 7000 thermorossi se ben piazzata risolvera’ tutti i vostri problemi considerando il clima non credo che piu di 11 kwatt servono anzi sono piu che certo che riuscirete nell’intento.
    la macchina e’ canalizzabile e fa sino a 15 ml con 1 bocchetta poi se sono 2.o 3 non potrete per le perdite di carico farne piu di 2/4 ml massimo evitate troppe curve.
    minchiaaa!!!! un saluto alla sicilia ho lasciato il cuore li.ciao

  105. ARCA scrive:

    Grazie roberto per le informazioni

  106. Gianluca scrive:

    Salve,
    vorrei chiedervi alcuni consigli in merito all’istallazione di una stufa a pellet da inserto: 1) ad aria o idro? (visto che entrambe non esistono) vivo in un appartamento che ho ristrutturato qualche anno fa e all’epoca mi son fatto la predisposizione per un impianto di riscaldamento autonomo (ho ramificato gli appositi tubi facendoli uscire nei pressi dei radiatori esistenti; l’appartamento è dotato di un impianto di riscaldamento centralizzato con apposito contaore). Quindi potrei utilizzare tale impianto per portare il calore della stufa nelle altre stanze, optando così per una idro! Domande: quelle idro valgono la pena? consumano di più rispetto a quelle ad aria? Nelle varie stanze (l’appartamento è di circa 90 mq calpestabili) conviene montare dei termoconvettori (che presentano il vantaggio di una rapida diffusione del calore grazie alla loro ventilazione) supplementari oppure è sufficiente agganciarsi ai radiatori (in ferro) esistenti con delle elettrovalvole e quando la stufa è accesa chiudono il circuito condominiale e aprono quello della stufa , svantaggio: immissione di acqua del circuito condominiale nell’impianto della stufa (acqua molto spesso sporca e piena di materiali ferrosi); vantaggio: assenza di ulteriori ingombri (termoconvettori)
    Una stufa idro riesce ad alimentarmi egregiamente i termoconvettori? (mi hanno detto che necessitano di un buon flusso di acqua calda per funzionare bene)
    Come faccio a sapere la giusta potenza della mia stufa? (appartamento di cira 90mq ultimo piano i 3/34dei muri petrimetrali comunicano con l’esterno, 1/3 di questo è esposto a nord, 1/3 a nord-est

  107. Gianluca scrive:

    chiedo scusa ma erroniamente ho inviato il tutto prima di concludere…….ritornando all’argomento
    Come faccio a sapere la giusta potenza della mia stufa? (appartamento di circa 90mq calpestabili ultimo piano i 3/4 dei muri perimetrali comunicano con l’esterno, uno di questi è esposto a nord, uno a nord-est e uno ad est. Localita: provincia di Treviso o meglio tra Treviso e Pordenone).
    Inoltre optando per una idro e non volendo sprecare parte del relativo calore avrei optato di convogliare il tubo di ritorno dei radiatori in apposito bollitore (piccolo, anche se ne sono due posizionati in apposito soppalco) in modo tale da riscaldarmi anche l’acqua sanitaria e quando questa arriva a temperatura un’apposita elettrovalvola chiude la mandata condominiale (anche l’acqua calda è condominiale) e apre quella del bollitore (così riduco al minimo gli sprechi). Vorrei sottolineare che nell’immediato non mi interessa l’immediata produzione di acqua calda per i sanitari da parte della stufa, sono a conoscenza in merito di appositi scambiatori (che all’occorrenza, cioé innanzi all’improbabile decisione di eliminare la caldaia condominiale, potrò sempre montare in seguito eliminando il bollitore (è necessario o può essere integrato con lo scambiatore)) di calore i quali, però, mi hanno detto che non funzionano alla grande o meglio la stufa tende ad impazzire innanzi all’immediata richiesta di massima potenza! E’ vero?
    E’ giusta la logica del mio impianto?
    Vi prego consigliatemi in merito ma soprattutto
    - tipologia in particolare marca della stufa (ad inserto);
    - bollitore/i tipologia e marca;
    - si possono integrare bollitore e scambiatore?
    Grazie a tutti per l’eventuale collaborazione!

  108. Gino scrive:

    Grazie Cancamilin,

    ho seguite le tue diritte e dopo una accurata pulizia dei tubi e della sonda, tutto è tornato alla normalità.
    SEI GRANDE !!!!

  109. NICOLA scrive:

    Ciao a tutti. Avrei bisogno di un consiglio. Sto ristrutturando completamente la casa (circa 180: mq 75 pianterreno, 75 1° piano e 30 manarda). Non installo il riscaldamento a pavimento per via dei pesanti preventivi che mi hanno proposto quindi ho deciso di installare i tradizionali radiatori e coibentare la casa con 5 cm di isolante. A me piace molto il camino a legna ma purtroppo a causa degli orari di lavoro non lo posso alimentare in continuazione, COSA POSSO UTILIZZARE PER SCALDARE CASA SENZA RICORRERE ALLA SOLITA CALDAIA E MANTENEDO COMUNQUE UN CAMINO? p.s.: al pianterreno c’è un soggiorno (dove metterò comunque un camino) e una cucina dove tranquillamente potrebbe starci un altra stufa. Grazie a tutti per la pazienza e la disponibilità.

  110. jaki&jiji scrive:

    Ciao stiamo ristrutturando casa e anche noi avremmo scelto una termostufa Famar “FENIX34″. La casa è su 3 piani (tot.ca 200m2) Che ne dici stiamo facendo la giusta scelta???Visto il costo non vorrei fare una sciocchezza!

  111. donato scrive:

    ciao io ho una stufa a pellets collegata all’impianto di riscaldamento dei termosifoni,è da 2 anni che ce l’ho l’anno scorso tutto ok invece quest’anno mi fa molta condensa dove finiscono i tubi e dove inizia la canna fumaria,i tubi dei fumi scarica in una canna fumaria in ghisa molto lunga incassata tra due muri,da cosa può dipendere questo?il tipo di pellets può incidere?

  112. donato scrive:

    ciao io ho una stufa a pellets collegata con l’impianto di riscaldamento dei termosifoni da due anni,l’anno scorso tutto ok invece quest’anno mi fa molta condensa dove finisce il tubo dei fumi edove inizia la canna fumaria,il tubo dei fumi della stufa finisce in questa canna fumaria incassata tra due muri in ghisa abbastanza alta circa 6metri,da cosa può dipendere? il tipo di pellets può incidere?

  113. mimmo scrive:

    Ciao a tutti io ho un piccolo appartamento di circa 70 mtq con un altezza media di 3mt,50 sto comprando una stufa pellet graziosa della extraflame nordica chi mi puo’ dire se piu’ o meno basteranno gli 8 kw che la stufa offre ??? grazie mille
    mimmo

  114. Mauro A. scrive:

    Mimmo secondo me dovresti puntare su una potenza maggiore, se non altro lo la faresti sempre andare a minor potenza.
    Prima deve fare il suo dovere, poi deve esse anche bella….!!!
    Questo è il mio pensiero.
    Saluti Mauro

  115. Mauro A. scrive:

    x Mimmo questo è un esempio estratto da un altro sito:
    Esempio di calcolo:
    Un appartamento di mq.70 con un altezza dei soffitti di mt.3,50= 245 metri cubi.
    Ora moltiplichiamo il volume dei metri cubi (245) per un coefficiente medio (resa termica e dispersioine della struttura) dello 0,050= 12,25 KW
    12,5 KW ( 10.328 kcal/h ) sarà la potenza termica necessaria.
    Questo calcolo, come ribadito all’inizio, è puramente indicativo e può cambiare per una serie di ragioni.
    Spero di poterti essere d’aiuto.
    Saluti Mauro A.

  116. moris scrive:

    a cancamilin e parlanti roberto
    scusate se vi disturb ma mi piacerebbe avere delle rassicurazioni riguardanti la mia stufa a pellet thermorossi 1000. mi ha decisamente spaventato quanto riferito da fabio riguardante l’incidente verificatosi sulla propria stufa , quando a preso fuoco il pellet presente all’interno del serbatoio. voglio precisare che io ho installato la mia stufa nella zona notte e nei giorni più freddi ( e questo inverno ce ne sono stati tanti) la tengo accesa tutta la notte sebbene a minimo. l’ho acquistata a Natale e non ho avuto nessun problema, ma secondo voi posso continuare a fidarmi e dormire sogni tranquilli ?

  117. moris scrive:

    x cancamilin e parlanti roberto…
    scusate dimenticavo di ringraziarvi per la vostra professionalità e competenza che mettete a nostra disposizione …
    state facendo un buon lavoro … complimenti

  118. parlanti roberto scrive:

    cancamillin puoi in privato contattarmi???avrei bisogno di dire delle cose che qui non posso dire.
    parlantir@libero.it

  119. gianni scrive:

    se serve posso essere utile per consigli sul pellet sono anche un fumista dell’ANFUS e termotecnico

  120. gianni scrive:

    quando chiedete un consiglio sulla potenza da insatallare dovreste dire se vivete in una zona fredda o calda la casa se è nuova e coibentata o vecchia non isolata e se ci sono doppi vetri e tutto quello che può essere di aiuto per poter scegliere il prodotto più giusto , ne troppo e ne poco.

  121. gianni scrive:

    x quanto riguarda il problema dell’incendio del serbatoio del pellet , succede spesso , quindi dico che fino a quando non si trova il rimedio NON LASCIATE LE STUFE ACCESE DA SOLE , e mai la notte .

  122. moris scrive:

    x gianni
    grazie gianni seguirò il consiglio, sai comè ho una bambina di 6 anni non mi sembra il caso di rischiare.-

  123. fabrizio marra scrive:

    salve a tutti…ho una stufa a pellet anselmo cola,volevo se è possibile delle delucidazioni…nella stanza in cui è posizionata la stufa ogni volta che faccio le pulizie mi accorgo che passando un panno umido sulle mensole,lavando a terra questo panno è sempre nero,imperniato di fumo….quindi questo vuol dire che la stufa emette fumo anche nella stanza,volevo sapere se questo è normale e se questo fumo potrebbe essere nocivo….grazie!

  124. gianni scrive:

    x fabrizio marra
    ma non è che la polvere che trovi è la polvere che butta fuori l’aspirapolvere che usi x la pulizia della stufa?
    sai e meglio usare un’aspirapolvere specifica possibilmente con filtro ad acqua proprio per evitare quel problema delle polveri immesse nell’ambiente dell’aspirapolvere.

  125. Cristian79 scrive:

    Salve a tutti …..
    Beh gianni , per quanto riguarda l’ autocombustione del serbatoio del pellets ( modo ironico di definire tale evento ) , quello che hai scritto mi preoccupa un po’ , io ho comprato una extraflame comfort plus ( inserto ) , ancora da installare , e gia’ da quello che hai detto un po’ di pensieri me li hai messi … per quanto riguarda la frase ne troppo ne poco , si deduce che si debba scegliere il giusto ?
    beh se e’ cosi’ , io non sono proprio daccordo , dal basso della mia scarsa conoscenza in materia ( operatore termico , addetto a generatori di vapore di media e grande potenza , o comunemente detto ” caldarista ” industriale ) , io consiglio sempre di prendere qualcosa sempre piu’ grande della necessita’ effettiva ( traducendola in un esempio , e’ come andare con una macchina di cilindrata 1000 ai 150 Km/h , o andarci con un 3000 cc ), si rischia di spendere un po’ di piu’ ma la macchina in casi di massimo carico necessario , non sara’ mai sotto sforzo , e di conseguenza ne allungheremo sicuramente la vita ( questo x quanto riguarda una caldaia x l’ impianto dei termosifoni, cosi come penso sia anche x i camini o le stufe ).
    Per quanto riguarda i famosissimi e ottimi riscaldamenti a pavimento ….. una piccola domanda che forse molte persone non si pongono, e’ la seguente :
    I MOBILI LACCATI , E I LEGNAMI UTILIZZATI PER LA COSTRUZIONE DEGLI STESSI, DATE LE VARIE LAVORAZIONI E VERNICIATURE CHE SUBISCONO , SOTTOPOSTI A RISCALDAMENTO CONTINUO , POSSONO EMETTERE GAS TOSSICI ?
    Ovviamente il VENDITORE DI MOBILI DICE DI NO ….. ma … possiamo fidarci ?

    PS : cancamilin … cosa ne pensi dell’ inserto extraflame comfort plus ?

    Grazie

  126. Umberto scrive:

    Salve, vorrei delle indicazioni.
    Abito in una villetta di 200 mq circa, tutta su un piano. Attualmente ho un impianto di riscaldamento con il bombolone a GPL e non vi nego che sono stanco di dover sempre stare li a centellinare il riscaldamento per paura o di restare senza gas o di dover pagare fior di euro. Prima del prossimo inverno voglio sicuramente acquistare una stufa a pellets per l’impianto di riscaldamento in modo tale da poter riscaldare gli ambienti in modo adeguato e magari lasciare accesa la stufa 10 ore al giorno continuate. Mi servirebbero alcune indicazioni sulla potenza da acquistare, magari un modello idoneo di stufa, ricordo che la casa è una villetta di 200 mq circa tutta su un piano in aperta campagna, in Calabria. E quando fa freddo, fa freddo anche qua. Grazie anticipatamente per i consigli.

  127. parlanti roberto scrive:

    umberto h20 34 e’ la tua soluzione sia versione caldaia che stufa vedi http://www.thermorossi.it

  128. Renato scrive:

    Ciao.
    Ho un appartamento di circa 90 mq dalla forma particolare. E’ praticamente diviso in 2 da un corridoio di circa 4 metri. A sud cucina/salotto + camera da letto per un totale 50 mc. Entrambe hanno porta finestra sul giardino. A nord ingresso + bagno+ camera del bimbo (40 mq circa). Voglio ristrutturare il sistema di riscaldamento/acqua per sanitari costituito ad oggi da una caldaia a gas nn a condensazione + pannelli solari viessman.
    Prima opzione: caldaia al pellets . E vi chiederei quale potrebbe essere il consumo annuo (infissi nuovi di ottima qualità in una villa anni 60/70, presumo di buona fattura) alla temp di 20° gradi 8 ore al dì. Termosifoni in ghisa. Graditi consigli sulla marca.
    Seconda opzione: caldaia a gas a condensazione + stufa pellets nel soggiorno (ingresso della camera da letto ad un metro)canalizzata nel corridoio e nella stanza del bimbo. Graditi consigli sulla marca di entrambe e sulla potenza della stufa.
    Quale opzione sciegliere?
    Grazie di cuore

  129. Renato scrive:

    Dimenticavo: vivo in Prov di Torino, ai piedi delle valli di Lanzo, 200m sul livello dl mare.
    Arrivo ora da un rivenditore. Mi ha sconsigliato la stufa canalizzata cponendo in forte dubbio la sua efficenza. Esclusa la caldaia per l’impossibilità di tirar su una canna fumaria da dove verrebbe installata (il locale che accoglie la caldaia a gas mia e quella di mia madre che vive sopra di me); mi ha consigliato una termostufa a pellets Klover modello Diva 16 kw, in offerta 3350 Euro.
    Mi ha anche detto che con questo prodotto potrei garantirmi buone e costanti temperature con 600 euro di pellets per tutto l’anno, considerando il prezzo del pellet a 3,60 al sacchetto. Con la caldaia a gas che già ho continuerei a scaldare l’acqua/sanitari con l’ausilio dei pannelli solari (solo la produzione acqua per i sanitari)
    Che ne dite?

  130. Francesco da Qaurtu scrive:

    Salve… ho acquistato da pochissimi giorni la mia termostufa IDROTECH nuova marca Italia camini ( credo sia EDILCAMIN ) espletate tutte le operazioni di installazione e collaudo alla terza accensione sucessiva la stufa dopo circa 15 minuti mi va’ in auto spegnimento automatico. Ho pensato fosse la cattiva qualità del pellet dell’ultima carica. Ho aspirato tutto il pellet residuo dal serbatoio coclea compresa… pulito alla perfezione il crogiuolo e pareti stufa e ho ricaricato con ottimo pellet biondo di abete… acquistato dalla ditta che mi ha venduto la stufa e che per due accensioni è andato benissimo. riparto entusiasta di rivedere la stufa in funzione e la casa un po’ piu’ calda e …. aimè dopo 10 minuti di avvio mi va’ ancora in autospegnimento la stufa… sono ormai reggiunto da sconforto e tutto l’entusiasmo è ormai passato… e la casa è ancora fredda… sarei grato a chiuque possa darmi qualche suggerimento. Grazie

  131. parlanti roberto scrive:

    x francesco da qaurtusembrerebbe che ci sia qualche problema sulla canna fumaria !! hai dei segnali di errore? se non li hai fai verificare il dispositivo che rileva la fiamma o termostato o sonda che sia non credo sia un problema di pellets.

  132. mario scrive:

    ciao a tutti..chiedo un consiglio:
    ho una idrotech della italiana camini, mi da un errore(AF)dopo ever effettuato l’accensione si spegne.qualcuno mi sa dire qualcosa?
    esistono i codici degli errori o dei problemi?io nelle mie istruzioni non riesco a trovarli.
    grazie mario

  133. cancamilin scrive:

    x mario
    verifica di non aver lasciato socchiuse le ispezioni sotto l’anta

  134. cancamilin scrive:

    x francesco da Quartu
    se mi chiami ti risolvo il problema, bisogna semplicemente fare il collaudo
    ciao

  135. Francesco da Qaurtu scrive:

    Grazie a Roberto Parlanti e Cancamilin per la loro puntualità e professionalità… il segnale accompagnato da un suono intermittente è anche nel mio caso (AF) … Chiamero’ lunedi stesso Cancamilin per una verifica alla stufa.

  136. mario scrive:

    per cancamilin:
    grazie per il suggerimento…partita al primo colpo.
    ciao mario

  137. jaki&jiji scrive:

    Riformulo la domanda correttamente…Vivo in provincia di Milano e andrò ad abiatare in una villetta su 3 piani per un totale di 200 mq ca. Stiamo facendo una ristrutturazione ma non toccheremo gli infissi (fortunatamente ancora buoni), ma la casa è comunque “vecchia” 25 anni. Vorremmo acquistare una termostufa FAMAR modello Fenix 34. Che ne pensate?

  138. parlanti roberto scrive:

    x jaki&ji ji cazzo!!! un nome piu complicato, scherzo!!!! non conosco la famar quindi non la giudico ti posso dire mod.maxi miami lamberto vescovi se legna o klover mod belvedere se legna .sicuramente h20 restiling 34 thermorossi se pellets. tutte stufe. ciao

  139. parlanti roberto scrive:

    x jaki & ji ji non vorrei fare dei danni alla famar azienda da me conosciuta se non sbaglio per dei buoni caminetti. fatti vedere dal rivenditore altre istallazioni funzionanti e’ l’unica certezza di funzionamento non conosco i costi ma vescovi sui 2500 (da fare impianto) klover sui 3700 impianto fatto sicurezza circolatore vaso esp. tutto incluso.

  140. Umberto scrive:

    Vorrei acquistare una Famar Fenix 34, in quanto ho una villetta di quasi 200 mq tutta su un livello. Non riesco a trovare prezzi in giro da nessuna parte per orientarmi, grosso modo. Sembra un’ottima stufa ed è anche bella esteticamente. Sapete qualcosa potreste consigliarmi…

  141. Ale scrive:

    Ciao a tutti, vorrei chiedere un consiglio. ho un appartamento di 130mq su un unico piano, che sono in procinto di ristrutturare. vorrei utilizzare una stufa o un camino a pellets.
    avete un’idea del diametro minimo necessario per una stufa o camino in questo caso?
    grazie

  142. Umberto scrive:

    Vorrei acquistare una Famar Fenix 34, in quanto ho una villetta di quasi 200 mq tutta su un livello. Non riesco a trovare prezzi in giro da nessuna parte per orientarmi, grosso modo. Sembra un’ottima stufa ed è anche bella esteticamente. Sapete qualcosa potreste consigliarmi…

  143. gianni scrive:

    x ale
    sicuramente se userai pellet avrai un diametro di 8 cm

  144. Massimo scrive:

    Ciao
    sono in fase di restauro di un appartamento di 70 mq in prov di Venezia, sto pensando ad una termostufa a pellet,
    vorrei producesse anche l’acqua ad uso sanitario,
    potreste indicarmi la potenza richiesta alle mie necessita’?
    grazie

  145. gianni scrive:

    x massimo
    almeno 14 kw all’acqua ma per fare il sanitario occorre molta + potenza

  146. Umberto scrive:

    Vorrei acquistare una Famar Fenix 34, in quanto ho una villetta di quasi 200 mq tutta su un livello. Non riesco a trovare prezzi in giro da nessuna parte per orientarmi, grosso modo. Sembra un’ottima stufa ed è anche bella esteticamente.Qualche consiglio…

  147. Umberto scrive:

    E la Clemy Top della Palazzetti?

  148. lorenza scrive:

    Salve, dovrei riscaldare una camera di circa 80 metri quadri, cosa mi consigliate?
    Una stufa a pellets potrebbe essere la soluzione?
    La camera che vorrei scaldare è all’interno di una casa molto grande e antica, lontana dalla parte soliitamente abitata e riscaldata col normale impianto a gas.
    Grazie

  149. Ma' scrive:

    ciao… io vorrei scaldare il mio appartamento di circa 100mq..
    x come sono posizionate la varie stanze so già che scaldarlo tutto nn riuscirò…
    nn ho una gran disponibilità di soldi..xò nn vorrei nemmeno prendere una stufa economica scadente… mi hanno consigliato una potenza minima di 8 kw, io pensavo ad una 10…
    la piazzetta mi sembra un po’ cara… dai 3000 euro in su..
    oggi ho visto una SIDEROS GEMINI da 7kw che dovrei trasformare in 11. x un totale di circa 1700 euro… il prezzo mi tenta… anche x’ l estetica di questo modello mi piace davvero molto!!!! xò nn sono molto convinta… secondo voi mi devo fidare di qst marca?
    inoltre abito a piano rialzato… se metto la stufa in soggiorno punto secondo me migliore, sarebbe un casino x’ dovrei fare lo scarico a muro quindi poi bucare la terrazza del piano di sopra e proseguire fino al tetto… il che oltre a rovinare l estetica della facciata della casa avrà sicuramente un costo… oppure potrei metterla in cucina in una posizione nn molto strategica ma dove ho una canna fumaria che nn utilizzo da una decina di anni…
    mi potreste dare dei consigli??? grazie in anticipo

  150. giuly scrive:

    Sto per installare una sufa a pellets da kw 8 quanto la devo tenere lontana minimo dai mobili che ci sono su un lato? E va bene se metto il tubo dei fumi diretto in un camino esistente o devo mettere altro? grazie in anticipo

  151. lorenzo scrive:

    ciao a tutti; sto per ristrutturare un sottotetto nella casa in montagna, si tratta di due locali adiacenti, una sala di ca. 30 mq, dove verrà posizionata la stufa, con immediatamente alle spalle la camera da letto, di ca. 18 mq. pensavo di installare una stufa a pellets, canalizzando l’aria nella camera da letto (si tratta solo di attraversare il muro divisorio); nel caso volessi portare la canalizzazione sino al bagno, che verrà realizzato a ca. 5 ml dal punto in cui si troverà la stufa, ritenete la scelta sensata e fattibile? in ciascuno dei due casi, che potenza, marca e modello mi consigliate? Ultimo quesito: il fatto che nella sala della stufa sia presente un vecchio camino a legna, di utilizzo del tutto saltuario (non riscalda quasi nulla), può dare problemi?

    grazie per l’aiuto che vorrete darmi.

  152. chiccachea scrive:

    cosa ne pensate delle stufe a pellets della zibro?

  153. Andrea scrive:

    Buongiorno a tutti,
    ho un quesito da porvi, ho installato da poco una caldaia Ungaro ctu 24 e sembra funzionare bene, unico neo il manuale di istruzioni molto scarno, che novizio come sono nell’uso di questi strumenti proprio non aiuta. La caldaia ha una potenza regolabile da 1 a 9, ed è collegata a un termostato supplementare, nonostante il termostato vada in off per il raggiungimento della temperatura richiesta i caloriferi restano bollenti (la stufa come indicano le istruzioni va in modulazione con una indicazione T Off) ho pensato che sia per colpa della potenza impostata e l’ho abbassata da 6 a 3, ma dopo un pò la stufa va automaticamente di nuovo sul 6 nonostante la temperatura ambiente non sia scesa. Spero di essere riuscito a spiegarmi, qualcuno di voi ce l’ha e mi può dire se è normale ho ha idee in proposito? Vi ringrazio anticipatamente. Ciao a tutti

  154. gaetano scrive:

    buongiorno volevo un consiglio, vivo in un appartamento sui130/140mq mansardato ma molto alto con controsoffittatura. d’inverno e’ molto freddo e il metano mi costa un occhio della testa. il mio idraulico di fiducia mi ha consigliato di passare alla stufa a pellets quindi ci sto facendo un pensierino. allora volevo 2 consigli: quale prendere per la metratura della casa e se esiste una da mettere esternamente. ps: voglio collegarla sui termosifoni di casa.
    ciao e grazie

  155. Cristina scrive:

    Ciao a tutti,
    premetto che sono assolutamente ignorante sull’argomento ed inizio solo ora ad interessarmi in quanto vorrei mettere una stufa a pellets nella mia casa. Curiosavo oggi sul vostro blog in cerca di opinioni a proposito delle stufe della maeca che mi è stata proposta…ma non ho trovato nulla! Sarà un buon segno, o forse devo state in guardia? MI è stata consigliata la marca Palladio…che ne dite? Quancuno ha esperienza di queste stufe e, naturalmente, che ne pensate?
    Grazie a tutti quelli che mi daranno delle dritte,
    Cristina

  156. Massimo scrive:

    Salve a tutti.
    Questo messaggio è rivolto a chi come me per la prima volta approccia sull’argomento delle stufe a pellet e si trova a che fare con situazioni spiacevoli.
    Ho 56 anni e in tutto questo tempo ho imparato bene a pesare le cose controllando discretamente opinioni e giudizi che possono risultare troppo istintivi e/o impulsivi.
    Vado al dunque, l’anno scorso ho comprato una Soleil 12Kw della edilkamin pagandola + di 3000 euro, da allora è iniziato il calvario. La stufa oltre al fatto di essere bella (soggettivamente parlando) non ha nient’ altro, cioè fa veramente pena, è rumorosissima, già a potenze ridotte, è come avere un turboelica in casa, il termostato ambiente non serve a nulla e parte delle funzioni manuali (vedi ventilazione) che dovrebbe essere gestita dall’utente, in realtà la gestiste lei, cioè la ventilazione è relazionata alla potenza che si sta utilizzando, più è alta la potenza scelta, più è alta la ventilazione, questo credo per ottimizzare lo scambio termico stufa/ambiente ed evitare surriscaldamenti della stessa. Pertanto se si vogliono utilizzare potenze alte è meglio uscire di casa se non vuoi diventare pazzo per il rumore. E’ una stufa che non serve a niente. Di tutto questo la cosa peggiore è che l’edilkamin, assistenza compresa se ne è fregata altamente e l’unica risposta che ho ricevuto alle mie continue e-mail è stata; hai comprato un Ferrari (non per nulla è, anzi era una 12Kw), utilizzala come una 500, cioè usa soltanto potenze basse. E questa è una azienda seria? E’ scandaloso.
    Consiglio: state lontani da edilkamin, non tanto per gli oggetti che produce, perchè quì andremmo nel soggettivo, ma per l’approccio che usa nel trattare con i cliente che è a dir poco evasivo, forse è più corretto dire “VERGOGNOSO”.
    L’unica soddisfazione in tutto questo? Il mio rivenditore non tratta più prodotti dell’edilkamin.
    Saluti a tutti

  157. vito scrive:

    ho un immobile di circa 600 mq con altezza di 3 metri volevo chiedervi un consiglio per acquisto di termocamino a pellet e legna e quant’altro. grazie

  158. Gianni scrive:

    Salve, risposta per Vito ( post 157) Per scaldare un ambiente di 600 m3 occorrono (per un’abitazione mediamente coibentata e con approssimazione) non meno di 60Kw rese all’acqua. Nessun dispositivo a biomassa arriva a tali potenze neanche lontanamente. Consigio: divisione dell’impianto
    e piu’ dispositivi che lavorano insieme.
    Saluti

  159. Gianni scrive:

    Salve, risposta per Cristina (POST155)
    Le stufe a pellet sono delle macchine da riscaldamento con un livello di automazione elevato (come una caldaia a gas) ed hanno i loro pro e contro.Per rendimento e potenze sono molto performanti. Un consiglio, scegli marche che hanno una storia ed una esperienza alle spalle e possibilmente un buon centro assistenza tecnica nelle vicinanze (che non guasta mai) Infine, non conosco le marche che mi indichi (ma non sono il Verbo)
    Saluti da Gianni_

  160. Gianni scrive:

    Risposta per Gaetano (post154)

    Ti serve una 15Kw all’acqua (casa mediamente coibentata e con approssimazione)
    Ci sono molte stufe idropellet per questa potenza. Ci sono anche caldaie a pellet ma ricordati che vanno comunque posizionate in un ambiente riparato e non umido.
    Saluti

  161. Gianni scrive:

    Salve, Risposta per Lorenzo (post 151)

    Ti servono meno di 10 Kw calcolando il fabbisogno di una casa in montagna. E’ fattibile, prendi una 11 Kw con doppio motore, uno che serve il locale dove e’ posizionata la stufa ed uno che serve gli altri due. Marca e modello?? per il tuo caso sicuramente una Piazzetta P961-

  162. Gianni scrive:

    Salve, per Umberto 146, La Fenix 34 e’ una ottima stufa, sicuramente quella con la potenza all’acqua maggiore e con il rendimento maggiore. Lo scambiatore autopulente (comunque perfettamente accessibile) la rendono un prodotto deccellenza. La 34 full optional con acqua calda e ventilazione forzata costa di listino 8500 euro piu’ iva. Si vende a non meno di 6000 piu’ iva
    Saluti

  163. Sandrok scrive:

    Sono alla ricerca di una stufa a pellets: verrà posizionata nel salotto-cucina di circa 40 mq, ma vorrei attaccarla ai termosifoni per poter scaldare meglio le camere. Avete qualche consiglio da darmi?
    Inoltre volevo sapere a che distanza minima devo metterla dal muro retrostante e dai mobili laterali.
    Riguardo invece il rumore, c’è un modo per valutare a priori, cioè prima dell’acquisto, se il rumore di funzionamento può dare fastido? (verrà per forza posizionata vicino a divano e tv…..)

  164. Emiliano scrive:

    Per VITO:
    ciao, in effetti 600 m3 sono circa 200m2…non è poco.
    Riscaldare con stufe a pellet ,direi che necesiteresti di almeno 2 stufe.
    Riscaldare con stufa a legna dipende da come è organizzata la casa, se hai un camino centrale ne basta 1 con autonomia al minimo fino a 17 ore, ma non ad acqua! ad aria!
    Altrimenti dovresti optare per una caldaia a biomasa!
    navigando cerca i siti di stufe a lunga autonomia di fuoco e braci!
    Ciao.

  165. Riccardo scrive:

    URGENTE!!!!! vivo in una mnsarda di circa 60 metri quadri ed ho l’impianto di termosifoni alimentati a gpl poichè il metano qui non è arrivato… visto che la spesa che sostengo di gas e vista la quantità di calore fornita scarsa ho deciso di cambiare sistema e passare ad una stufa a pellet. Sono un semplice operaio e quindi non dispongo ti tantissimi soldi da investire…mi è stata proposta una thermorossi 100 , quella piccina per capirci, a 1300 euro secondo voi è un buon prezzo…puo’ andar bene per una superfice di 60mq condiderando che ho il soffitto non piu’ alto di 2.2 metri….la casa è un po umida. per favore rispondete!!! grazie

  166. lucia scrive:

    Ho n appartamento piano terra di 60 mq ,con riscaldamento gas metano, ma è necessario mettere una fonte di calore a pellets che asciughi quel freddo umido del terreno sottostante.
    Vorrei un consiglio per non spendere molti soldi è sufficiente una stufa in pellets o è meglio una termo stufa in pellets? GRAZIE

  167. jaki&jiji scrive:

    Ciao Gianni sono contenta di trovare qualcuno che conosce la Fenix. Io l’ho acquistata a Luglio e ad oggi non sono stati ancora in grado di farmela funzionareeeeeeee….

  168. Gianni scrive:

    Per Riccardo:

    La stufa di cui parli dovrebbe essere la Ecotherm 1000 che rende 7 Kw all’aria, piu’ che sufficienti per la tua cubatura ( necessiti di circa 6 kw approssimando ovviamente). Il problema e’ sempre lo stesso
    se i locali sono comunicanti l’aria si muove e riscalda ( ma non ti aspettare temperature uniformi in tutti gli ambienti) se invece hai diverse stanze fai uno sforzo e prendi una piccola idropellet che ti riscalda tutta casa in modo uniforme..differenza di prezzo?? beh una adatta per la tua casa dai 2300 euro in su-
    Saluti da Gianni

  169. Gianni scrive:

    Per jaki&jiji:

    Beh peccato che non ci siano riusciti visto che e’ forse la stufa con la dotazione idraulica standard piu’ completa e quindi semplice da installare.Non so’ in quali problemi ti sei imbattuta ma ti auguro di risolverli visto che una volta accesa ti ripaga di tutto (specie del costo non irrilevante..)
    Ps. proprio ieri sono andato a tararla da un cliente ed i caloriferi della sua casa (150 m2) bollivano con potenza 2—-

    Saluti–

  170. jaki&jiji scrive:

    Grazie Gianni per le parole di conforto…almeno nella scelta della stufa non ho sbagliato! Adesso sono in contatto diretto con Famar alla quale ho chiesto il nominativo di un loro tecnico(vero) nelle vicinanze. Speriamo che il “venditore” non abbia fatto troppi danni…Vi terrò informati!

  171. andrea scrive:

    buonasera. possiedo stufe a pellets sin dal 2005, quando il pellets costava anche 5.5€-6€ al sacco.Ne ho già cambiate 3, per adegurami alle nuove tecnologie sopraggiunte e soprattutto alle mie necessità.Oggi di fatto non uso più il riscaldamento fornito dai termosifoni e riesco a scaldare tutta la casa, disposta su 2 livelli, con il solo servzio della stufa a pellets.In un anno utilizzo circa 150-160 sacchi da 15kg/cad, per una spesa media di circa 400/450€ anno.Sulla base della mia esperianza ritengo che la marca attualmente migliore sia la Anselmo Cola o comunque anche gli altri brand dello stesso gruppo Ferroli (Calor casa ad esempio).
    Io posseggo la Ovetta a scarico superiore da 13kw, rosso corallo.
    Sono le uniche, che ho visto, con il braciere-porta braciere in unico pezzo in ghisa, con forma a chiocciola.La ventilazione dell’aria di alimentazione del braciere è perfetta, anche a basse potenze, e il pellets “balla e danza” all’interno ma non viene espulso se non dopo la completa bruciatura, evitando la dispersione di quantità ancora utili per la combustione. Se avete tempo guardatene una in funzione e vedrerte che non ce ne sono con un braciere così straordinario, non ha a che vedere con niente in circolazine. Quando vedo bracieri in lamierino, saldato, rettangolare dove negli angoli si formano residui e crostoni di cenere assurdi, mi convinco che il braciere Cola è imbattibile.Ciao a tutti.andrea

  172. Nicola scrive:

    Salve. ho una villetta a 3 piani .120 mq complessivi. (2 piani sui 2,8 di altezza e uno di 3,55)
    ho deciso di prend Ungaro Maia24 mettendola dove c e 3.55 cosi avro aria oltre idro.(togliendo un termosifone inutile).

    Vorrei sapere dove poter prendere a buon prezzo in zona Lazio. nn trovo rivenditori. e che ne dite di questa stufa? troppo potente?ha portata fino a 600 mc. e quello piu piccolo Maya 14 ha fino 300 mc.

    ho scelto bene? GRAZIEE :) )))

  173. Sandrok scrive:

    Qualcuno conosce le stufe CS Thermos? Che reputazione hanno? Io sarei intenzionato all’acquisto del modello LADY. Quanto può costare? Sarà adatto al mio appartamento di 100 mq circa?
    Grazie a chi vorrà rispondermi

  174. Gianni scrive:

    Per Nicola,
    Prendi la 24Kw, e’ leggermente sovradimensionata per le tue esigenze ma sei sicuro che ti riscaldera’ in economia.La 14 ha 9 Kw all’acqua, troppo poco.
    Un saluto

    Gianni

  175. Gianni scrive:

    Per Sandrok,

    Non conosco la stufa in questione, nella sua scheda tecnica presa dal sito non risulta riportata la potenza resa all’aria ( si parla solo di potenza termica massima) Sembra un prodottto di media fattura, il prezzo sul web si aggira sui 2500.
    Saluti

    Gianni

  176. Sandrok scrive:

    Per Gianni:
    Grazie della cortese risposta. L’ho vista da un rivenditore e lui me ne ha parlato bene. Dovrebbe essere un partner o una sottomarca della Piazzetta. Mi ha fatto vedere la modalità costruttiva che, a sua detta, è di buon livello. (non ricordo i particolari, a parte questi: doppia candela di accensione e grande serbatoio in ghisa per contenere le ceneri).
    Ci sto pensando, ma come rapporto qualità prezzo mi sembra interessante. Vedremo…..

  177. emanuele scrive:

    salve,
    sto per acquistare una stufa dal zotto
    è una buona buona marca?
    il costo è di 1.500 euro

  178. gianni scrive:

    Per Emanuele:

    La famiglia Dal zotto possiede Nordica Extraflame e una parte della famiglia ha messo su la Dal zotto stufe. La qualita’ dovrebbe essere la medesima, cioe’ un prodotto di buona fattura, io acquisterei prodotti ad aria ma non ad acqua (specialmente per prodotti di potenza elevata).
    Saluti

    Gianni

  179. andrea scrive:

    x sandrok:

    ciao, io ho avuto una cs thermos, esattamente il modello NIKO, a scarico superiore, colore arancione.La avevo acquistata proprio per la doppia candeletta di accensione e per il braciere a rulli.devo però dirti che non ho notato alcun beneficio da questi 2 aspetti, anzi, 1 delle 2 candelette si è rotta dopo pochi mesi perchè è sempre lambita dalla fiamma del braciere anche se intubata in un cilindro di acciaio.Inoltre il braciere è rettangolare, con spigoli vivi e crea residui di cenere sugli interstizi che diventano crostoni.Mi sembrava un marchio ledear ma in realtà per quanto ho potuto apprezzare è un prodotto medio.Anche la gestione elettronica non è molto completa nè funzionale, poichè consente un numero limitato di accensioni/spegnimenti giornalieri inoltre il display a led luminosi non indiva con immediatezza le funzioni. ho usato spesso la funzione di rilevazione della teperatura dei gas di combustione all’uscita del tubo di scarico.se guardi bene però come è costuita la camera di combustione , come sono realizzate le saldature ecc noterai che è fatta in economia.io la avevo pagata nel 2006 1650€.oggi ho una Anselmo Cola che è di un altro mondo, come ho scritto al commento 171.verifica di persona questi aspetti e vedrai che ti convinci.ciao

  180. emanuele scrive:

    Salve, grazie inanzitutto per i primi consigli.
    Ho acquistato una stufa Dal Zotto e ho qualche problema.
    La stufa emana all’interno dell’ambiente dei fumi, tanto da far bruciare gli occhi dopo qualche ora in un ambiente di circa 30 metri quadri, e degli odori non naturali. Mi sono accorto che questi odori, e quindi credo anche il fumo non visibile, escono dai bocchettoni dell’aria spinta dalle ventole.
    Perchè accade questo?
    E’ vero che le istruzioni avvertono che inizialmente i materiali si devono assestare ma dopo una settimana accade ancora ciò.
    Cosa fare?

    Grazie per il supporto

  181. armando scrive:

    ho un grosso dilemma con tutte queste stufe.oggi sonoandato da un rivenditore che mi ha proposto per i miei 74mq una stufa da 23 kw della mcz.E’ plausibile? Quanti kw deve avere visto che voglio anche riscaldare i termosifoni e fare la doccia.
    Qualcuno mi puo aiutare?
    Ciao Armando

  182. Sandrok scrive:

    per Andrea (post. 179)

    Ti ringrazio per le informazioni sulle stufe CS Thermos. Purtroppo leggo il tuo post solo ora (computer in panne….) quando ho già concluso l’acquisto della stufa mod. Lady. Mi verrà installata tra una decina di giorni. Spero di non pentirmene…. L’unica cosa positiva è che ho avuto un buon sconto, acquistando l’ultima che avevano in esposizione. Se casomai non mi convince al massimo, la posso sempre rivendere – rimettendoci magari poco…..vedremo.
    Tra una quindicina di giorni farò sapere le mie impressioni.

  183. antonio67 scrive:

    Salve e complimenti per il blog.
    devo comprare una stufa a pellet da posizionare nella sala (esposizione nord) di mq 30 male coibentata, con due balconi, porta d’ingresso e porta che da in cucina con vano scala per piano superiore zona notte. Mi hanno consigliato la “Rosy” della Nordica-Extraflame assicurandomi che nonostante le caratteristiche della sala non dovrei patire più il freddo. Vi chiedo un consiglio sulla potenza della stufa, sulla qualità della marca o se sapete indicarmene un’altra migliore.
    Ringrazio in anticipo per la risposta.
    p.s. la stufa costa € 1.200

  184. Gianni scrive:

    Per Antonio,

    La rosy rende 5 KW all’aria sufficienti per le esigenze di un ambiente di 90 M cubi mal coibentato.La scala tendera’ a portarti il calore verso la zona notte sottraendolo dalla sala, ti consiglio di chiudere con una porta (se c’e') il vano scala.

    Ps: La preziosa steel la vendono a meno di 1000 Euro e rende lo stesso (se la prendi fatti ordinare il telecomando che non e’ di serie)

    Saluti

    Gianni

  185. antonio67 scrive:

    Grazie per la solerte risposta.

    p.s. Il vano scala non ha la porta.

  186. luca scrive:

    ho comprato una termostufa idrotech della italiana camini da 11,5 Kw.
    iei l’ho fatta installare al posto della vecchia caldaia a gasolio. ho una casa indipendente su 2 piani con radiatori in alluminio. totale circa 100 Mq. altezza del soffitto 2,70.

    l’ho accesa ieri sera alle 19. sempre accesa al massimo ad oggi alle 18.00 la temperatura dell’acqua e arrivata al massimo a 51 gradi. ho gia usato 4 sacchi di pellet. con questo ritmo mi conviene rimettere la caldaia a gasoglio…..
    avete qualche consiglio?

    grazie.

  187. enrica scrive:

    Buonasera, vorrei alcune delucidazioni:
    abito in un paese a 60 mt sopra il livello del mare in Lombardia. Ieri mi hanno detto che c’è una normativa nuova (non so se regionale) che dice che per le zone poste al di sotto dei 300 mt s.l.m. non è più permesso istallare (ed utilizzare) stufe a legna, pellet e/o altro del genere per l’emissione dei fumi.
    E’ vero? Che normative nuove ci sono al riguardo?

  188. Gianni scrive:

    Per Luca:

    Sei al limite per la potenza, la tua stufa rende all’acqua 10 kw, se la tua casa non e’ perfettamente coibentata sono pochi. Quel modello non ha un rendimento certo, si parla solo di un generico >80%
    Vedi se ci sono dispositivi che rallentano i fumi, forse l’avacquazione degli stessi e’ troppo veloce, intervieni sulla combustione tramite la regolazione dell’aria comburente, usa pellet di migliore qualita’
    Un saluto da Gianni.

  189. luca scrive:

    ciao gianni. grazie per la risposta.

    e venuto il tecnico del CAT e adesso va meglio. ma ancora non ci siamo. ora l’aqua arriva anche a 60 gradi, ma il problema e che non arriva alla temperatura che ho impostato. quando passa alla media potenza non riesce piu ad umentare la temperatura. oggi avevo 21 gradi in casa. impostato la temperatura a 60 ma l’aqua max 56 gradi. domani telefono al tecnico e vedo che cosa puo fare.

    non si potrebbe impostare la media potenza uguale alla prima potenza? in questo modo ariva in temperatura e dopo passa in minima potenza per il mantenimento. boh. non so. domani sento il tecnico.

    lo so. sono molto all limite come potenza. ma ormai questo e quello che ho e devo arrangiarmi come posso.

    grazie ancora per la risposta.

  190. jaki&jiji scrive:

    Finalmente Fenix 34 funzionante…! Siamo soddisfatti anche se il non poter programmare più di un’orario di accensione/spegnimento è comunque un limite.

  191. vincent scrive:

    Salve
    sarei interessato all’ acquisto di una stufa a a pellet da incasso per la mia casa.

    Ho una casa di circa 140mq cun ul altezza di 2,90m.

    I termosifoni sono dei termoarredi stilizzati in acciao, dimensionati dalla casa produttrice per tutti gli ambienti di destinazione.
    In totale ne sono 11.

    Con la mia caldaia a GPL , impostando la temperatura a 55 gradi, riesco in poco più di mezz’ ora a guadagnare circa 1,5-2 gradi di temperaturà in più.

    La casa è ben coimbientata, con infissi a basso coefficiente di trasmittanza termica, e 6cm di polistirene interposto tra il solaio in cemento armato e il lapillo utilizzato per il piano pendenza del tettocon tetto piano coimbiente

    Che prodotto mi consigliate?

    Grazie

  192. stefano scrive:

    Salve,
    possiedo una casetta sopra Sondrio di 60/70mq su tre livelli,
    vorrei riscaldarla tramite una termostufa a pellet che sfrutta i termosifoni già esistenti.
    Le mie perplessità sono:
    -si può installare la termostufa al piano centrale anzichè al piano inferiore? avrò difficoltà di riscaldamento della casa (SPECIALMENTE AL PIANO BASSO) in questo caso?
    -a quale marca affidarmi? (pensavo alla EDILKAMIN)
    -queste termostufe hanno bisogno di kit venduti a parte per i termosifoni?

    In attesa di un Vostro riscontro
    Vi porgo cordiali Saluti.
    STEFANO

  193. gianni scrive:

    x vincent
    almeno una 13 /14 kw vai su mcz o thermorossi
    ciao gianni

  194. gianni scrive:

    x stefano
    non c’è problema dove installarla la stufa vai su una 13/ 14 kw thermorossi o mcz
    ciao gianni

  195. Renzo scrive:

    Salve a tutti, vorrei porre un quesito.
    Vorrei acquistare un stufa a pellets hydro. Ho un appartemento di 150 mq. ca. ed ho valutato la caldaio hydro.
    Mi potete dare un consiglio? Meglio ad hydro oppure ad aria calda?
    Si può ancora detrarre il costo anche per il 2010?
    Grazie in anticipo a chi mi risponde.

    Ciao!!!

  196. massimo scrive:

    carissimi,
    vorrei acquistare una stufa idro a pellets da affiancare alla caldaia che lascierei per il funzionamento dei sanitari.come posso collegarla all’impianto esistente?potrei utilizzare una derivazione da un termosifone?le stufe di una volta non avevano le pompe e l’acqua circolava ugualmente;se mi collego ad un termosifone in teoria l’acqua dovrebbe arrivare a tutti gli altri?

  197. Maurizio scrive:

    Buongiorno.
    vi descrivo la mia situazione: ho una casa che si estende per due piani, sono circa 60mq il piano zona giorno (piano primo) e 70mq il piano zona notte (piano secondo, sottotetto), sono tutti e due indipendenti cioè ho due ingressi con portoncino blindati.
    ho una caldaia bourderus al paino secondo (sottotetto) alla quale volevo collegare una stufa pellet idro solo per l’impianto di riscaldamento.
    mi chiedevo quato deve essere potente la stufa per scaldarmi 11 radiatori.
    siamo +/- sui 420mc.
    Scusate per il disagio.

  198. giuseppe scrive:

    ciao la mia abitazione e’ situata in campagna ed e’ dotata x il riscaldamento da una stufa a legna e una a pellets e da quando ho questo tipo di riscaldamento i problemi di muffa sui soffitti sono spariti,pero’ ho sentito parlare di stufe a pellets che producono acqua x i termosifoni e mi domandavo se installando una stufa del genere se i problemi di umidita’ ritornerebbero puoi rispondermi grazie

  199. stefano scrive:

    Salve,
    vorrei conoscere se possibile quanto può costare una stufa a pellet di 11/13 kw che scaldi solo i termosifoni.
    ho fatto due preventivi:
    -edilkamin
    -piazzetta
    tutte e due si aggirano oltre i 3000 euro.
    Se posso avere qualche altra buona marca e magari più economica ve ne sarei grato.

    grazie e cordiali saluti
    STEFANO

  200. lia scrive:

    Ciao
    vorrei acquistare una stufa a pellet di 8kw; ho problemi di spazio per cui dovrebbe essere collocata accanto a un TV LED; questo è possibile? e in caso contrario quale deve essere la distanza minima?
    Grazie

  201. stefano scrive:

    buongiorno, mi serve un consiglio. il nostro appartamento è 100 mq (soffitto alto mt.2,70) su un piano (in trentino a 600 mt di altitudine in una valle molto fredda). la casa non è coinbentata e le due camere ed il bagno, poste a nord, sono invase da umidità, anche se non si capisce se da condensa o da risalita. l’impianto di riscaldamento è a gpl, con i costi che vi potete immaginare. vorrei mettere un termostufa a focolare che vada sia a pellet che a legna da collegare ai radiatori e posizionarla in cucina, dove ho una canna fumaria libera, adiacente alla caldaia del gas. la scelta del focolare sia a legna che a pellet è dovuta al fatto che essendo una zona di montagna, ogni tanto in inverno manca la luce, come lo scorso anno, per tre giorni di seguito. che potenza mi consigliate per la stufa? il kit per la produzione di acqua sanitaria è conveniente o sarebbe meglio farla con la caldaia a gas? vi ringrazio per i consigli che mi vorrete dare (anche marche di stufe)

  202. stefano 63 scrive:

    …….scusate, è la prima volta che posto e non mi sono accorto che il nominativo stefano gennaio l’aveva gia un altro utente. chiedo scusa

  203. stefano 63 scrive:

    ….e per stufa focolare intendo quelle con le piastre dove ci si può cucinare sopra.

  204. repilud scrive:

    v

  205. repilud scrive:

    scusate x prima…
    Ho una casetta in campagna di 100mq ca su due livelli. Vorrei acquistare una pellet da installare al piano terra. Riuscirò a riscaldare anche il primo piano? Che potenza mi occorre? L’altezza dei soffitti e 2.70 mt ca.
    GRAZIE

  206. Savagliano scrive:

    x Stefano 63
    Scusa ma per quel che so io (ok, non ho una grande esperienza) ma senza corrente non ti possono funzionare né le ventole né la pompa dell’acqua (per i termosifoni dell’impianto). La mia stufa credo che non riuscirebbe a stare accesa neanche caricandola a mano e sicuramente non scalderebbe un gran che.
    Inoltre temo che nessun costruttore ti possa certificare il funzionamento del suo prodotto in queste condizioni (più che altro perchè senza corrente non può funzionare nessun’allarme, ad esempio per la temp dei fumi).

  207. stefano 63 scrive:

    non sono competente in materia, ma una termostufa combinata a legna e pellet, nel caso manchi la luce, a legna non scalda i radiatori…..quindi si blocca?

  208. stefano 63 scrive:

    pensavamo di prenderla sia a legna che pellet proprio per ovviare ad una eventuale mancanza di corrente elettrica, ma se mi dite così, visto i costi quasi doppi rispetto ai modelli che vanno ad esempio solo a legna, dobbiamo rivalutare il tutto.

  209. stefano68 scrive:

    ciao,ho comprato un alloggio al pian terreno in una villetta bifamigliare,l’alloggio è di95mq ed sotto ho un garage di 55 mq,vorrei dividere il box in 2 parti e fare una tavernetta,per mettere una termostufa a pellet (ho un impianto autonomo a metano)l’unico neo e che non c’è una canna fumaria, potrei fare un foro allesterno del box dal lato dove non c’è balconi ,ma solo le finestre del bagno.Premetto i signori che abitano sopra sono in affitto,sarà possibile mettere a termostufa?

  210. Leo scrive:

    Salve!ho acquistato una mansarda di 65 mq 5° piano in zona non servita da metano, attualmente riscaldo con gli inverter (con i consumi elettrici che ne derivano), per motivi di spazio ed ingombri vorrei installare una thermorossi slim. consigli e controindicazioni??

  211. FLO scrive:

    HO UN TERMOCAMINO PALAZZETTI,PRESO CIRCA 5 ANNI FA, DALLA SCHEDA TECNICA HO VISTO CHE POSSO METTERE SOLO LEGNA,IO VORREI PROVARE CON I PELLET MA QUALCUNO MI HADETTO CHE POTREBBE SCOPPIARE IL TERMOCAMINO, è VERO E DEVO CREDERCI O POSSO USARLO TRANQUILLAMENTE

  212. Gianfrancco scrive:

    Salve!
    Vorrei sostituire la caldaia a gas con una idro a pelet.
    Abito in una casa su due piani di quasi 200 mq, con un altezza soffitti di m.3,30 circa.
    Che stufa mi consigliate e di quale potenza, per avere anche acqua calda dei sanitari senza problemi? (oggi ho uno scalda acqua a gas con una capienza di 120 litri , mi basta appena.)
    Grazie per la risposta e saluti a tutti.

  213. michele scrive:

    salve
    sto acquistando casa con una caldaia di nuova generezione a metano coibentata ( da quello che ho capito che lavora anche con i fumi per il risparmio di metano ) e volevo sapere se mi conviene tenermi questa o mettere una idro a pellets tenedo presente che la casa e su 3 piani da 40 m2 l’uno
    grazie

  214. mario 69 scrive:

    ciao
    è mia intenzione comprare una stufa thermorossi e precisamente la slimquadro
    non avendo trovato la scheda tecnica su nessun sito mi rivolgo a voi sperando mi sappiate aiutare.
    premetto che di stufe non ne sò veramente niente quindi se dico qualche bischerata sappiatemi perdonare.Le mie domande sono queste:”è possibile con questa stufa mandare i termosifoni?
    il mio appartamento è di appena 50 metri la potenza di questa stufa e sufficente? e se no quale altra stufa posso prendere in considerazione consapevoli del mio spazio limitato?”
    vi ringrazio,io anticipatamente mario

  215. Davide scrive:

    buongiorno a tutti, stiamo impazzendo, sia io che l’assistenza per capire come mai la mia cadel miki, è qualche giorno che manca l’accensione regolarmente dopo averla pulita. Se la spengo la sera senza pulirla, la mattina parte regolarmente (dopo essere stata spenta tutta notte), se la spengo di pomeriggio, la pulisco, parte al secondo tentativo con fatica, ovvero si riempe di fumo e parte la fiamma con un piccolo scoppio. Qualcuno riesce ad aiutarci a capire come mai?
    Ringrazio e saluto tutti

  216. Slave153 scrive:

    Buongiorno a tutti vi pongo il mio quesito
    Abito a 30 km nord di Torino in una villette a schiera con tre parti con muri confinanti verso l’esterno.
    La casa è nuova termosifoni in alluminio è disposta su tre piani 150 mcubi per piano circa.
    Nella tavernetta al piano seminterrato ho un caminetto a legna Palazzetti che vorrei sostituire con un camino UNgaro a pellets oppure con termostufa .
    La mia domanda sono sufficienti 24 Kw ( caminetto Ungaro) 18 Kw al’ acqua per scaldare tutto.
    Ho sentito alcuni rivenditori e le teorie sono discordanti.
    Inoltre è utile mettere vaso di espoansione o scambitore esterni .
    Vi ringrazio Saluti

  217. ale scrive:

    Salve sto facendo casa e ho intenzione di comprare una termo stufa a pellet (con impianto x itermosifoni)x riscaldare 100 mq.di quanti kw dovrei prenderla? e’ vero che fanno rumore? clam o piazzetta sono buone ?ma soprattutto consuma molto, visto che nelle schede tecniche c’è scritto consumo min/max 1,8 – 5,2 kg/h,cioè facendo il calcolo di tenerla accesa una media di 6 h al giorno sono 2 sacchi circa al giorno.il risparmio dov’è?x favore un consiglio sincero!!!
    grazie ciao

  218. susanna scrive:

    Salve ! ho scoperto per caso questo blog e mi piacerebbe fare qualche domanda .Ho una villetta su due piani di circa 150mq in totale ,attaualmente riscaldata con termosifoni in alluminio acon caldaia a gas GPL , non vi dico quando spendo per riscaldarmi ,e poi non mai la cas calda .Mi hanno consigliato una caladaia senza produzione acqua caldaa pellet da esterno (all’interno non avrei spazio dove mettere la stufa ) lasciando anche quella a gas , la marca la UNGARO il cosoto di 6300,00 lavoro finito .Ho anche un camino a casa ed inizialmente mi avevano proposto un inserto idro , ma non vorrei intervenire all’interno e fare anche modifiche murarie , che ne pensa della soluzione caldaia a pellet esterna di 14 KW .

  219. Lino scrive:

    ho intenzione di acquistare una termostufa a pellet idro ” Giulia ” della palazzetti . Vorrei avere qualche consiglio visto il costo. Sono indeciso tra questa e la H2o rettangoli della Thermorossi-
    Grazie

  220. sebastiano scrive:

    salve sono intenzionato a comprare una stufa a pellet che si può collegare all’inpianto di termosifoni che già ho in casa. vorrei sapere per una casa su un solo livello di circa 170 mq quale stufa va bene e come si collega all’impianto termosifoni. la stufa deve stare per forza vicino alla centralina dei termosifoni oppure la posso piazzare anche lontano ( esempio cucina ) che è a 10 metri dalla centralina così mi riscaldo anche standoci vicino. Grazie attendo Vostra risposta anche su e-mail.

  221. luigi torino scrive:

    ho acquistato una idrostufa maya ungaro 30 kw, la stufa mi fa arrivare l’acqua a 60 gradi, dopo 2 ore e mezza di accensioner alla massima potenza, tanto che la casa è sempre fredda ed ho dovuto aggiungere una stufa a legna per tirare un pò su la temperatura, premetto che consuma sacchi e sacchi di pellet e che il braciere ugni tanto si riempie e devo spegnere…che fregatura, l’assistenza è precaria, vengono ma non risolvono mai nulla, acquisto sbagliato, almeno con il metano mi scaldavo

  222. cristina scrive:

    Buongiorno,
    abbiamo una Eco Idro della Edilkamin all’opera da ottobre, di cui siamo molto contenti.
    Casa nostra è circa 75mq, mal coibentata, piano terra in “campagna”, finora molto molto umida, con derivanti problemi di muffa al soffitto e angoli del pavimento.
    Da quando abbiamo la stufa oltre ad avere una casa calda, il problema muffa e umidità è molto diminuito, però ora abbiamo tantissima polvere, indicativamente si formano i “gatti” di polvere ogni due giorni! Mio marito pulisce la stufa a giorni alterni.
    Mi chiedo se dipenda dalla qualità del pellet, e se queste polveri volanti siano nocive per la salute (due bambine piccole).
    Grazie

  223. ilaria scrive:

    Ciao,
    mi chiedevo se è per installare una stufa a pellet in un appartamento serve l’approvazione dell’assemblea condominiale, che tipo di impatto può avere il tubo di scarico sull’esetica del palazzo?

  224. Laura scrive:

    Salve a tutti,
    io e il mio ragazzo abbiamo costruito una casa nuova in 3 piani per un totale di 250 mq…stio per acquistare una stufa a pellet idro, sapete consgliarci che potenza ci occorre???
    Abbiamo avuto un preventivo da Plazzetti per una stufa 26 kw,( Clemy Top)
    un altro da Ungaro per una stufa 34 Kw ( maya classic), c’e’ un esperto che ci sa consigliare???
    Grazie
    Laura

  225. mario scrive:

    ciao Laura,
    quello che ti posso consigliare e che la differenza che c’e tra la ungaro 34Kw e la Clemy Top e che la Clemy Top ha solo la produzione di acqua per riscaldare i termosifoni,mentre la Maia 34Kw ha inclusa nella stufa una produzione di acqua sanitaria e una ventilazione di aria calda frontale che ti riesce a riscaldare l’ambiente in cui si trova la stessa stufa…….e poi il rendimento che sviluppa la Ungaro e superiore al 92% mentre la Palazzetti ha un rendimento di 75% circa……quindi ti consiglio una Ungaro.ciao

  226. Egr. clienti del web,
    navigare per avere informazioni generiche e giusto, ma quando si parla di riscaldamento,di climatizzazione o di altri lavori tecnici, lasciate perdere le dicerie o il sentito dire, contattate dei tecnici del settore affinchè vi possano consigliare il prodotto più idoneo in base alle vostre reali esigenze, in questo modo eviterete acquisti sbagliati.

  227. Egr. clienti del web,
    navigare per avere informazioni generiche e giusto, ma quando si parla di riscaldamento,di climatizzazione o di altri lavori tecnici, lasciate perdere le dicerie o il sentito dire, contattate dei tecnici del settore affinchè vi possano consigliare il prodotto più idoneo in base alle vostre reali esigenze, in questo modo eviterete acquisti sbagliati.
    ciao a tutti

  228. susi scrive:

    allora buona sera vorrei domandare una kosa ..ìl calore di di questa stufa (stufa pellet ) porta calore anke in altre stanze …. grz

  229. cristina scrive:

    buongiorno a tutti
    trovo interessante questo forum, fra qualche giorno mi verranno ad installare una stufa pellet ATHENA COLA qualcuno la conosce.?? come vi trovate???

  230. marco scrive:

    ciao a tutti,ho appena acquistato una stufa a pellets e dovrei installarla,vivo in affitto ed i miei padroni di casa fanno storie perchè il fumo di scarico potrebbe sporcare i muri esterni o dar fastidio a chi mi abita sopra,volevo gentilmente sapere se i fumi di scarico sporcano,grazie.

  231. ghisa scrive:

    Vorrei sapere quanti kw servono a riscaldare un ambiente di 150 mq ben coibentati e volevo un suggerimento per una termostufa valida.A me piace la diva plus, nel caso, saranno troppi 26 kw?Grazie.

  232. Marco scrive:

    Buon giorno, ho ristrutturato una casa in montagna (vicino a Fiera di Primiero), sono 100 mq disposti su due piani con buon isolamento, essendo una casa vacanza, pensavo di acquistare una stufa a pellet che mi scaldasse l’intera abitazione, con la possibilità di accendere la stufa a distanza tramite GSM e perciò arrivare e trovarla già calda… mi viene detto che la stufa lasciata abbandonata per diverse settmane il pellet contenuto nel serbatoio con il freddo e l’umidità si può gonfiare e di conseguenza non si riesce ad accende se non si è presenti… qualcuno ha già avuto esperienza di quanto detto? e quali soluzioni si possono trovare secondo voi in questi casi??

    Grazie per l’eventuale vostra risposta

  233. LUIGI scrive:

    Salve, abito in una casa in campagna a 2 piano di ca 80 mq a piano ., riscaldamento a radiatori con caldaia murale a GPL . Vorrei sostituire quella musale con altra a pellet. Mi hanno calcolato ca 24 kw ,considerando di istallare un serbatoio ad accumulo di 160 lt agibile con valvola a 3 vie motorizzata.
    Tra le due soluzioni :
    - stufa -caldaia pellet da 24 kw da collocare in sala -cucuna (ove si soggiorna normalmente) posta esattamente adiacente al locale caldaia della murale GPL . Marche CLAM Niagara oppure MCZ mod ATHOS oppure JOLLY-MEC mod. CLASSE .
    -caldaia .pellet marche TATANO , CTP, DZ, D’ALESSANDRO , di KW uguali o superiori a 24.
    quale risulta la piu’ valida ed economica considerano che la casa la venderò a breve ( 1,2 anni).

    Il locale caldaia è accessibile dalla strada e quindi idoneo a immagazzinare il pellet , la sala – cucina pur essendo adiacente al locale caldaia è accessibile solo dal lato opposto quindi risulta laborioso il trasporto del pellet . A questo si potrebbe ovviare con un serbatoio supplementare del pellet da mettere nel locale caldaia.

    Detto tutto ciò cosa mi si consiglia ?
    Il mio budget totale sarebbe intorno a 5-6000€ . e vorrei usufruire di detrazioni fiscali , 33% opp. 55% non saprei quale delle due.

    Grazie in anticipo per chi mi chiarisce lle idee.

  234. Mauro scrive:

    ciao
    Ho intenzione di installare una stufa a pellet in una casa con tetto in legno sporgente (30 cm circa) rispetto alla facciata.
    La canna fumaria può rimanere al di sotto dello spiovente o deve necessariamente spuntare sopra la falda del tetto? E in quest’ultimo caso è preferibile attraversare il tavolato o farla salire esternamente alla struttura?
    Grazie per l’attenzione

  235. matte scrive:

    Buongiorno,
    vorrei avere un consiglio.
    In una villetta di nuova costruzione su un piano di circa 100 mq vorrei mettere una termostufa o una caldaia a pellet.
    siccome non ho ancora di caldaia perchè deve finire l’ultimazione della casa ma solo la predispozione per i temosifoni elettrici e vorrei avere acs e riscaldamento nei termosifoni cosa mi consigliate di acquistare la termostufa o la caldaia?
    Le differenze cosa comportano?
    Grazie per l’attenzione
    Matte

  236. elia scrive:

    Salve a tutti. Ho installato una stufa a pellet 10 giorni fa. E’ gia’ styata accesa alcune ore…almeno una ventina. E’ possibile che faccia ancora odore? La prima mezz’ora tutto ok..poi l’odore comincia a sentirsi bene. Il pellet fornito dai rivenditori della stufa mi garantiscono essere buoni e che non hanno mai dato odore. Fumo non ce n’è, ma odore… Si tratta di una Superior, modello Marcella.
    Grazie

  237. mari scrive:

    Buongiorno, ho bisogno di chiarirmi alcuni dubbi e spero di essere nel posto giusto!
    Devo riscaldare una casa al mare di 80m2 disposta su due livelli con una sala, un cucinino e un bagno a piano terra e due stanze da letto e un bagno al piano superiore. L’appartamento è l’ultimo di un complesso di villette a schiera e quindi è esposto su due lati che corrispondono alle stanze da letto al piano superiore e alla sala e al cucinino all’inferiore. Ho chiesto preventivi nella mia zona e mi hanno proposto dopo sopralluogo:
    -2 Monia (8,5KW) della Piazzetta
    oppure
    -1 Elisir (7KW) da montare al piano superiore(!) (ma il calore non sale?)
    oppure
    -1 Aurora (18KW) della Pasian
    oppure
    -1 Coccinella (13KW) della Pasian
    ecc.
    Non riesco a capire come mai ci siano differenze così importanti di potenza…(oltre che di prezzo..)
    I miei vicini che hanno la casa identica alla mia hanno montato l’anno scorso una sola Monia nella sala e mi hanno riferito di essere stati tutto l’inverno molto caldi al piano terra, ma che anche le stanze superiori ne hanno beneficiato in quanto il calore è riuscito a scaldarne il pavimento. La mia perplessità nel prendere una Monia è che la mia casa è più esposta della loro, e poi con lo stesso prezzo potrei predere una Coccinella che ha una potenza maggiore (ma avrà anche una resa maggiore?).
    E quindi…che fare???

  238. silvia scrive:

    ciao,mi chiedevo se qualcuno può aiutarmi nella scelta della stufa a pellet: mi servirebbe riscaldare uno spazio di circa 50 m2, è meglio la junior 7 kw italiana camini o la thermorossi easy 1000?grazie

  239. Stefano scrive:

    Ciao, mi puoi spiegare la scritta “PERS” quando programmo la stufa a che cosa serve?

  240. romeokiodo scrive:

    ho appena aquistato e ancora da montare una stufa pellet della edilkamin mod. iris up. le domande sono le seguenti 1) essendo il modello citato da 8 kw bastano per un appartamento di 78 m2 con muri maestri da 80 (è una casa antica) ? posso a distanza con sms accendere la stufa? 2) che giudizi avete per il modello menzionato? Grazie

  241. Flavio scrive:

    Ciao,
    abito in una casa a due piani, al momento mi sto scaldando (si fa per dire!) con una caldaia a metano, vorrei montare una termostufa a pellets ma non so bene cosa scegliere.
    la casa è su due piani (sotto c’è la zona giorno, quindi cucina, salotto e zona pranzo con un bagno, sopra c’è la zona notte, quindi due stanze da letto e bagno) gli infissi sono con doppi vetri ma non isolano tanto, la superficie della casa è circa 80-90 mq con altezza del soffitto di circa 2.80 m.

    Che tipo di stufa e da che potenza devo sceglierla?
    se voglio anche l’acqua calda per i sanitari deve essere più grossa? (non ho spazio per il bollitore)

    grazie e ciao

  242. Loris scrive:

    Buon giorno, una esperienza per voi tutti che volete comperare o avete intenzione di comperare il pellet.
    Noi abbiamo una casa in campagna, e siamo partiti con il gas “città” dopo un costo alquanto alto per mettere su un impianto con 18 termosifoni e acqua calda. Abbiamo sofferto il freddo il primo anno, ripetuti interventi da idraulici, senza successo. Abbiamo cambiano da gas città a well GPL, il primo c’era aria quindi si pagava per quello, il GPL era “più a buon prezzo” e doveva dare più calore, anche qui un inverso senza successo, sì i termosifoni erano un pò più caldi, ma senza miglioramento. Quindi allo stesso tempo abbiamo introdotto 2 stufe a legna. Lo scorso inverno abbiamo effettivamente staccato il gas. Ed introdotto caldaie elettriche per l’acqua calda 2 da 80 ltr in serie. In realtà solo una è effettivamente attiva. Mentre l’altra riceve acqua calda. Abbiamo anche acquistato una stufa a pellet 7,5Kw, e subito abbiamo visto il miglioramento, in cucina abbiamo anche introdotto una stufa a legna per cucinare ( ed in caso non avessimo elettricità c’è sempre . caldo. A questo punto il sistema funziona, però andremo a comperare un’altra stufa a pellet quindi averne una che scalda una parte e l’altra che scalda l’altra parte della casa. AL momento siamo soddisfatti del risultato. Non abbiamo più bollette da capogiro con il gas, si comprano i pellet quindi tutto è pagato. Sarà anche possibile che il prossimo inverno metteremo su una caldaia a pellet o quelle che accettano anche frammenti di legna come le bucce delle nocciole.
    Un punto di tutto questo è il fatto delle bollette, e che i signori del gas leggono il contatore quando piace a loro, la qualità e scarsa sia del gas che del servizio, ed i prezzi sono andati sulle stelle. Siamo in guerra con il fornitore del gas GPL perché ci hanno caricato il bombole quando avevamo disdetto il servizio. Quindi immaginatevi il casino. In conclusione, la casa è di 200 Mtq, 1 bagno/doccia 1 doccia, 2 stufe a legna, 1 cucina a legna ed una stufa pellet (che cammina per x ore al giorno) e per il momento siamo OK. Vedremo nel brutto dell’Inverno se sarà sufficiente con la nuova stufa a pellet. Dove abito Piemonte, confini con Lombardia e liguria siamo a 600Mt d’altezza, e si va ben sotto lo zero nel brutto dell’inverno. Lo scorso inverno abbiamo mantenuto un buon livello di calore, questo inverno sarà la prova del 9. Spero che questo sia di aiuto.

  243. valeria scrive:

    ceao,a tutti!io e mio marito abiamo intenzione di comprare una caldaia a pelets per riscaldare tutta la casa,senza aver bisogno di litigare sempre con operatori di enel energia.l’abiamo anche trovata(la caldaia) l’unica cosa e che se vogliamo comprarla a rate mensile, ci dicono che perdiamo la posibilita di avere le detrazione fiscale di 35%.qualcuno po aiutare per favore??a me mi sempra un po’ una prendera in giro!!!grazie!!!!

  244. Marco scrive:

    Dovrei acquistare una Ravelli Olivia da 8kw
    Dovrà riscaldare un rustico di circa 35 mq con una ampia apertura con scala senza porta
    Ho paura che molto del caldo salga al piano superiore e che 8 kw non sia sufficiente
    Cosa ne dite?

  245. miki67 scrive:

    salve a tutti!ho aquistato da qualche giorno la stufa a pellet ,,preziosa” extraflame.nel modificare velocita ventola aria ambiente ,non cambia niente.so che non e facile,ma vorrei sapere la chiave di accesso per il default.ho paura di aver modificato qualche parametro,cosi la riporterei ai valori di fabrica.Grazie anticipatamente.
    Ps:scusate il mio italiano………

  246. elisa scrive:

    Buongiorno.Ho comprato un’idrostufa a pellet poki mesi fa e in questi ultimi giorni mi sta creando dei problemi d’accensione. Abito un una casa vekkia e l’impianto di riscaldamento (originariamente collegato alla caldaia a gas) nn passa sotto al pavimento, ma nel sottotetto, facendo un percorso piuttosto lungo e di conseguenza con molta dispersione nonostante comunque la tubazione sia copertya da materiali appositi. In questo periodo dell’anno la temperatura dell?acqua nell’impianto scende anke a 15/20 gradi lasciando la stufa spenta durante la notte, e prevedo scenda anke di piu con l’inverno………….. arrivando al nocciolo, la stufa mi va in MANCATA ACCENSIONE…..può essere per colpa dell’acqua troppo fredda nell’impianto? O un mal funzionamento della candeletta?(dopo un mese di utilizzo spero di no……) Il pellet lo carica, perchè ogni volta che succede il bracere è pieno, la candeletta pure perche quando la riaccendo dopo l’errore si è sempre accesa normalmente. Ho provato ad alzare la potenza, a diminure il carico pellet ma sto andando a tentavi……fino a una settimana fa ke le temperature non erano cosi basse a sempre funzionato bene!E non vorrei svegliarmi con 10 gradi in casa al mattino perchè non si e accesa!
    PS: o comunque notato che il pellet cadendo nel bracere durante l’accensione tende a soffocare la fiamma….alzando la potenza al massimo non a problemi ma il pellet era tarato a -0,10 quindi una volta entrata in lavoro, faticava perchè mankava pellet……
    spero di essere stata chiara…….
    Grazie in anticipo

  247. Emanuela scrive:

    Salve,

    vorrei acquistare una stufa a pellet per riscaldare principalmente una stanza di circa 60mcubi. La casa di circa 70 mq è mal coibentata , ed in particolare questa stanza è sovrastata da un terrazzo, gelida in inverno (caldissima in estate!!)ed il normale riscaldamento a metano non riesce a renderla vivibile. Come devo orientarmi per scegliere la stufa più adatta? Vi ringrazio…

  248. animaele scrive:

    Ciao a tutti, ho già scritto in questo blog e avrei bisogno ancora del vostro aiuto, ho acquistato di recente un appartamento a Roma, dove ho trovato una stufa a Pellet Last calor KIND dell’Anselmo Cola, la stufa non è installata quindi dovrò fare anche la canna fumaria. Circa 3 settimane fà ho contattato il centro assistenza SOC. COOP. G.M.A. Service i quali mi hanno subito mandato un tecnico per il preventivo a pagamento, i soldi del preventivo, mi saranno rimborsati nel momento in cui fanno l’installazione, il tecnico mi ha detto il costo dei lavori dicendomi che dopo 2/3 gg sarebbe tornato con gli operai per l’installazione, dopo vari solleciti ad oggi ancora non è venuto nessuno, ma almeno mi è stato detto che sono saturi di lavoro e non potranno venire prima di 20gg… voi sapete a chi altro posso rivolgermi per installare la stufa, inizia a fare freddino e non so se reggo ancora 20gg. GRAZIE A TUTTI e scusate per il lungo post Eleonora

  249. super domenico scrive:

    ciao a tutti ciao cancamilin suono super domenico non so se ti ricordi di me
    comunque vorrei chiederti un consiglio ho una stufa edilkamin rose quando la ccendo stacca il salva vita poi quando non stacca il salva vita la stufa fa solo tanto fumo e io mi ritrovo con la casa piena di fumo il tecnico mi ha detto che dobbiamo fare delle prova dobbiamo prima cambiare la candeletta che costa 75 euro poi se non e la candeletta si deve cambiare un motorino che costa 250 euro tu cosa mi consigli io abito in campania in provincia di caserta conosci qualche tecnico bravo come te? grazie mille
    ha scusami ma come e possibile che una stufa che ha un accensione automatico puo succedere questo

  250. fernando muscinelli scrive:

    Grazie anticipato. Posseggo una casa singola il campagna su due piani per complessivi (ca) 90 mq,
    a 420m d’altitudine, con coibentazione media. Fin’ora e dal principio l’ho riscaldata con termocucina a legna e termosifoni, complessivi 80 elementi su 9 unità radianti, ma raramente ho ottenuto più di 18°/ambiente nonostante quantitativi industriali di legna e lo scomodo di riattizzare il fuoco di notte. Quasi mai i termosifoni hanno superato lo sconfortante stato di “tiepido”. Abbiamo sentito mirabilia delle nuove stufe hidro-pelletts e quindi abbiamo interpellato un fornitore locale per un “tutto-compreso”, versando anche un piccolo acconto dato che l’installazione sarà possibile solo a stagione inoltrata. Naturalmente il venditore ha detto meraviglie, ma leggere tutti gli inconvenienti lamentati sul blog non mi tranquillizza. Quindi, prima di avviare il lavoro, essendo argomento per me vergine ma, trattandosi di fuoco o rumore in casa da non prendere alla leggera, vorrei poter chiedere le garanzie opportune in ordine a:
    1) sicurezza generale e di funzionamento 2) potenza necessaria da installare 3) affidabilità del
    costruttore e del prodotto 4) reale facilità di manutenzione. Devo chiedere altro? Grazie

  251. lorenzo scrive:

    Ho installato una thermorossi H2O 34. Il mio problema è il consumo e che con tutto l’impianto aperto non riesco a riscaldare. L’abitazione è di 110 mq e da conti fatti da me i termosifoni a Delta T50 sviluppano 18 kw circa. Attualmente usando solo alcuni termosifoni per una potenza di circa 10 kw con acqua a 65° per 14 ore consumo 2/3 sacchi da 15kg di pellet. Mi sembra troppo il consumo. Il mio impianto è con tubi in ferro saldati dal diametro iniziale di 1″1/2. Può essere questo il problema? La stufa è collegata all’inizio dei tubi se l’impianto fosse con collettori sarebbe meglio ? Grazie e Auguri.

  252. sem scrive:

    sto costruendo casa è di 100 mq su un unico piano adesso devo pensare al riscaldamento…abito a nord della lombardia quindi è abbastanza freddo…ma molto soleggiato …
    io pensavo a una idrostufa con pannelli solari il problema penso che sorga in estate quando i pannelli solari non riescono a scaldare l acqua a causa del brutto tempo e quindi sarò obbligato ad accendere la stufa per l acqua calda sanitaria??
    si potrebbe pensare a una caldaia a gas gpl con una bombola senza far il collegamento al metano visto che lo usero solo in caso di emergenza…
    stufa a pellets e pannelli solari come verrebbero collegati tipo una caldaia a gas istantanea all uscita dei pannelli che interviene se l acqua è fredda…
    accetto qualsiasi suggerimento

  253. alda peppe scrive:

    ho il riscaldamento tradizionale con caldaia e termosifoni tutto condominiale,vorrei mettermi il riscaldamento autonomo ,niente termocamini o stufe a pellet in quanto non potrei trasportare la legna o i sacchetti del pellet fino al quarto piano senza ascensore ed ho anche problemi di spazio.Ho pensato di fare l’impianto a gas collegando il tutto anche per l’aqcua calda, devo fare un nuovo impianto ? posso utilizzare i termosifoni già esistenti nell’appartamento di 100 mq? Quale sarà la spesa?Grazie .Vecchietta freddolosa

  254. fernando scrive:

    sto per acquistare una stufa a pellet thermos lady di 14 kw canalizzata. pensate che riesco a riscaldare una salone di 35 mq + una cucina di 21 mq e con una canalizzazione di 2,50 mt mandare aria nel reparto notte composto da tre camere ed un bagno (il tutto 120 mq) qualche persona mi dice che non riusciro mai a riscaldare il reparto notte. qualcuno mi puo aiutare e darmi della indicazioni precise se riusciro almeno a portare il reparto notte a 18 gradi grazie

  255. franco scrive:

    salve e buon anno a tutti!!
    scrivo anch’io per chiedere un consiglio.
    abitiamo in una casa di montagna (500 m slm) strutturata su tre livelli di circa 65 m2 ossia 180 m3.
    attualmente utilizziamo una cucina economica su un piano e una nordika super junior al piano superiore, tutte e due a legna.
    vorremmo passare ad una termo stufa a pellet per acs + 5 termosifoni.
    cosa potete suggerire come potenza in KW?
    grazie
    franco c.

  256. Carlo scrive:

    Salve.
    Da un paio di mesi ho fatto istallare in casa una stufa a pellet marca Piazzetta mod.CLEO 6 Kw di potenza.
    Quello che volevo sapere è come mai dal tubo di scarico istallato esternamente fuoriesce fumo?
    Avevo sentito dire che a parte durante l’accenzione e lo spegnimento, durante il suo funzionamento non si sarebbe visto nulla.
    Premetto che prima di ogni accensione, viene fatta una scrupolosa
    pulizia di tutta la camera di combustione. L’unico punto che non ho mai pulito è la camera dei fumi, Che è esattamente sotto,può dipendere da questo?

    Grazie in anticipo per qualsiasi consiglio mi puo dare.

  257. Roberto scrive:

    Ciao.

    Io e la mia ragazza stiamo valutando se comprare una stufa e ci ha colpito il modello OLIVIA della RAVELLI, soprattutto per una questione di spazio.
    Vorremmo delle opinioni perchè su internet non è molto pubblicizzata e non riusciamo a capire la qualità.. Ci potete aiutare?

    Grazie.

  258. giuseppe scrive:

    ciao a tutti, io ho una stufa a pellet pyros 13 kw, da circa 3 anni, eccezionale! scaldo circa 120mq, l’unico problema o incubo è la polvere che smuove, tanta! tantissima! consiglio almeno due volte l’anno di smontare le pareti laterali e con un compressore soffiare la ventola che emette aria, e tutta la parte interna della stufa, occhio che in casa si alzerà una nube di polvere, isolate la stufa con un sacco e infilate dentro il tubo dell’aspirapolvere. Altro consiglio, se dovete comperare la stufa cercatela con il filtro antipolvere, i termoconvettori ce l’hanno per il problema della polvere non vedo perchè le stufe a pellet no, alla fine il meccanismo è lo stesso: emettono aria calda: per chi non ha il filtro può costruirsi un telaio con calza sottile o meglio un filtro antipolvere da porre nel punto in cui la stufa risucchia l’aria, in questo modo abbattete l’emissione della polvere nell’ambiente del 90%

  259. Sandro scrive:

    Salve, devo ristrutturare un appartamento di 110 mq al primo piano, attualmente c’è un impianto a ventilconvettori a gas (che voglio eliminare) … i pavimenti non li rifaccio quindi non prevedo un impianto a pavimento…. volevo sapere se secondo voi sarebbe sufficente unstallare solo una stufa a pellet senza abbinarlo ad un impianto di riscaldamento a termosifoni.
    grazie, Sandro

  260. giuseppe scrive:

    per scaldare tutto dovresti tenere sempre le porte aperte, bagno camere, soggiorno, devi avere dei serramenti con vetrocamera ed un buon isolamento termico, parque o piastrelle, se hai marmo sai che emana molto freddo. Io ti sconsiglio di usare solo una stufa a pellet se non sei in un openspace perchè nei giorni + freddi avresti molto caldo nel punto dove si trova la stufa e freddo nei reparti più lontani.

    ciao

  261. roberta scrive:

    buonasera a tutti ! Ho acquistato una stufa a pellet edilkamin mod soleil con inserti in pietra ollare. Ho subito riscontrato che si unge solo a sfiorarla. Io mi chiedo come abbiano fatto a progettare una stufa del genere visto che è in soggiorno ed è un obrobrio, tutta unta. Vorrei sapere se c’è un rimedio o parlare con qualcuno che ha il mio stesso problema grazie

  262. laura scrive:

    salve, ho comprato una Funny della Edilkamin ho letto che si può convogiare l’aria calda ma come si fa? grazie

  263. mg scrive:

    buonasera sono mg volevo sapere se voi avete lo stesso problema mio. io ho un a stufa a peelet e legna . la parte del legno il vetro si è subbito annerito , ho ciesto al rivenditore e poi al rapresentate se cera qual cosa e loro mi hanno consigliato il foonet .ma con quello non ci faccio quasi niente voi sapete di più?????? poi adesso l ho dovuta spegnere perchè mi fa un rumore che prima non faceva ,e po mi va in allarme.Ma ha voi è mai successo???????????????

  264. autista scrive:

    salve a tutti vorrei qualche informazioni per quanto riguarda le stufe a pellet idro della isokalor. io ho acquistato una marea 27kw ma non riesco a riscaldare bene i miei ambienti anche se ho acquistato una 27kw e ne bastava un 20kw qualcuno sa darmi un consiglio

  265. Pietro scrive:

    Vorrei installare una stufa a pellets nella mia casa di montagna.
    La casa è abbastanza grande, circa 120 mq, molto ben coibentata, riscaldata con pannelli elettrici (é in Francia e l’energia elettrica grazie al nucleare costa poco) e con caminetto al piano terreno.
    La stufa vorrei installarla in una grossa stanza di circa 28- 30 mq nel piano seminterrato.
    Mi domandavo come procedere: credo che per lo scarico fumi potrei ricavare una uscita a livello delle finestre, poste a circa cm 190 di altezza (Il soffitto è basso: direi 2,25-2,30).
    Il problema credo possa essere la presa d’aria, poiché la parete è costituita da un terrapieno sino a pochissimo sotto l’altezza della finestra (circa 175).
    E’ realizzabile la cosa in un locale di tali dimensioni?

  266. Dario scrive:

    Buongiorno a tutti. Ho una stufa a pellet della edilkamin (rose) e sono moderatamente soddisfatto, il problema è che da un paio di settimane, togliendo il tappo in fondo alla canna fumaria trovo tanta acqua, ma proprio tanta. Anche il tecnico è rimasto perplesso e dice non gli era mai capitato, lui dice che forse potrebbe essere il pellet. Potreste aiutarmi a capire dove sta il problema?

  267. stjefjn scrive:

    buonasera sig dario dovrebbe essere installazione riesce a spiegarmi lcome e messa la stufa buona serata

  268. Dario scrive:

    Ho la stufa da quattro anni, e non ha mai presentato nessun problema, ho una canna fumaria con camera interna lunga circa 6 metri con due curve perchè esce laterale al culmine del tetto, ma come ripeto, non ho mai riscontrato nessun tipo di problema, anche ieri sera ho tolto il tappo ed è uscito circa mezzo litro d’acqua.

  269. mario scrive:

    Ciao,vorrei sapere per una casa di 2 piani di 200 mq,che tipo di stufa mi consigli da allacciare alla caldaia a gas che si trova al piano superiore.Devo solo portare le tubature alla caldaia?e’ un lavoro MOLTO costoso? MI puoi aiutare, dal momento che sono molto ignorante in materia Ti ringrazio ciao Mario PS.Posso anche metter legna pellets?

Sei sei un CAT registrato ricordati di accedere prima di commentare!