Stufe pellet Thermorossi: il modello Ecotherm 3001 Easy

stufa a pellet thermorossi ecotherm

Il modello Ecotherm 3001 Easy delle Termorossi è una stufa a pellet costruita in acciaio di grosso spessore, potenza termica resa (min. / max.) kW 2,5 – 9, capacità serbatoio 16 kg., rivestimento in accciaio verniciato di colore grigio antracite, ventilatore centrifugo montato su cuscinetti con motore ermetico protetto dalla polvere, portata a bocca libera di 390 m3, fi ltro in metallo ispezionabile e lavabile, componentistica di alta qualità e motori silenziati garantiscono la rumorosità a regime di min. di 36 Db., per un maggior comfort acustico è possibile regolare il livello di ventilazione in modo indipendente dalla potenza di combustione, scheda elettronica con microprocessore di ultima generazione predisposta al collegamento di un termostato – cronotermostato
aggiuntivo – modem gsm, pannello posteriore con altoparlante per messaggio musicale, informazioni e allarmi vocali in italiano – inglese – tedesco – francese (brevetto n. PD2005A000233), pulsante e avvisatore acustico per l’utilizzo manuale, comando termostato di sicurezza, cassetto cenere estraibile, maniglia in isoplast PA66, cornice superiore e porta focolare in ghisa, bruciatore con catalizzatore in ghisa, predisposizione per lo scarico fumi laterale sx, progetto costruttivo innovativo perchè consente di effettuare le operazioni di straordinaria manutenzione direttamente dall’utilizzatore.

La stufa è dotata anche di un telecomendo, per l’esattezza un radiocomando, Aladino infatti è un palmare con schermo LCD di grandi dimensioni
nitidissimo perchè retro illuminato e antiriflesso, design accattivante ed elegante (brevetto ornamentale n. 0004328020001), menù intuitivo e di facile accesso a gestione semplifi cata con solo 4 tasti, cronotermostato settimanale con tre programmazioni giornaliere indipendenti, impostazione manuale o automatica con modulazione di potenza e ventilazione, termostato ambiente ad onde radio integrato nel radiocomando, volume regolabile, batteria ricaricabile con cavo in dotazione, supporto a parete, leggero, dimensioni compatte perchè entra comodamente nella mano. Il display LCD indica: l’ora – il giorno – il livello di batteria – la lingua scelta- il livello di volume impostato – la temperatura ambiente rilevata nel radiocomando – la temperatura obiettivo richiesta – lo stato di funzionamento- la potenza di combustione su 5 livelli – il regime di ventilazione su 6 velocità- il cronotermostato settimanale con tre programmazioni giornaliere – 4 livelli di funzionamento a seconda del tipo di pellets bruciato .

Il prezzo di listino della stufa Ecotherm 3001 completa di rivestimento grigio antracite è di 2089 euro.

Altre informazioni le potete trovare sul listino prezzi della Thermorossi valido fino al 31 gennaio 2008

Info su Ferdinando

Ingegnere elettronico ed esperto di web2.0, possiede una stufa a pellet Palazzetti EcoFire da circa 6 anni. Ha creato e gestisce questo blog circa un anno fa. Non è un tecnico nel campo delle stufe, quindi si limita a scrivere semplici articoli che vengono arricchiti dai commenti dei visitatori e degli altri autori del blog molto più esperti di lui..

671 risposte a Stufe pellet Thermorossi: il modello Ecotherm 3001 Easy

  1. stufe scrive:

    przo molto buono, stufa carina, marchio molto conosciuto

  2. Roberto scrive:

    Interessato all’acquisto di una stufa a pellets, ho visionato ieri una Thermorossi Ecotherm 3001. Mi è sembrata un buon prodotto con dimensioni contenute ed una resa soddisfacente. Ha una programmazione settimanale con la possibilità di tre accensioni/spegnimenti giornalieri, l’impostazione della temperatura “obiettivo” e la rilevazione della temperatura ambiente tramite un cronotermostato “portatile”, ovvero una sorta di telecomando con schermo lcd ove vengono indicati tutti i dati ed i parametri impostati. Inoltre è dotata di una vaschetta ove poter metetre acqua per umidificare il locale. Ne ho verificato il funzionamento e devo dire che è anche effettivamente abbastanza silenziosa.
    La versione con rivestimento in maiolica mi è stata proposta ad un prezzo di 2200 euro, radiocomando, iva, consegna, installazione e collaudo compresi.

  3. ILARIO scrive:

    Ciao.
    Se c’è qualcuno che usa già la Ecotherm 3001 da un po mi può scrivere a questo indirizzo per sapere se ha i stessi problemi che ho io da quando la ho comperata 14 mesi fa’
    Poi nella email spiegherò anche i problemi.
    Grazie.

  4. Claudia scrive:

    Sto usando Echoterm 3001 da pochi mesi e non ho ancora avuto nessun problema, anzi sono molto soddisfatta dal suo rendimento e dalla comodità d’uso, però non sono un’esperta di stufe; che problemi potrebbero insorgere?
    Grazie

  5. Roberto scrive:

    X Ilario
    Non potresti descrivere direttamente qui i problemi che hai riscontrato, in maniera tale da poter dare un elemento di valutazione in più a chi è interessato all’acquisto?
    Grazie.

  6. ILARIO scrive:

    In poche parole quando la stufa va, dopo poco tempo si accende a tutta manetta la ventola.
    A detta del tecnico è perché la sonda rileva alta temperatura e accende la ventola per raffreddare. Però se lo facesse qualche rara volta sarebbe ok però va avanti sempre, ogni dieci minuti e da talmente fastidio da dover alzare di molto la TV per semtire l’audio e questo da quando la ho presa 14 mesi fa’. Specifico che la uso solo al minimo altrimenti peggiora ancora di più.
    Ho provato a cambiare vari tipi di pellets ma nulla.
    Ciao.

  7. ILARIO scrive:

    Ho provato ieri sera a lasciarla in automatico, stamattina mi sono svegliato dal rumore che faceva… impossibile!!!!!
    ciao.

  8. Pasquale scrive:

    Abbiamo acquistato 2 di queste stufe. Ad una di esse, non funziona il radiocomando Aladino. Cioè: Alla consegna, il venditore, provandola, ha riscontrato che non rispondeva ai comandi. Ci ha consigliato di tenerlo sotto carica 24 ore. Nonostante la la messa in carica, lo schermo era morto. Di conseguenza ne ha portato un altro. Ha funzionato tre giorni, ma mettendolo a distanza dalla stufa, non piu’ di un metro. Oltre non prendeva il segnale. Sono due giorni che lo stesso radiocomando, non sempre ci fa vedere lo schermo. Inoltre la temperatura che segnala dell’ambiente, è sempre piu’ alta di 2-3 gradi rispetto a quella reale. Ho paura che anche il radiocomando dell’altra stufa inizierà a fare le “bizze”. Domanda: Le cose semplici, non si possono fare? Ciao

  9. Massimo scrive:

    Questo e’ il secondo inverno che uso la stufa in oggetto, e devo dire che sono molto soddisfatto in generale.
    Ho avuto anch’io problemi con il telecomando che funzionava solo a 50 cm dalla stufa…oltre andava fuori portata! Contattata l’assistenza mi e’ stata sostituita una piccola scheda all’interno della stufa e i problemi sono spariti (in garanzia).Adesso posso tenere il telecomando anche a diversi metri di distanza. Per quanto riguarda il problema di Ilario mi e’ successo raramente quando la temperatura ambiente superava i 23 gradi e con un pellet ad altissimo potere calorico (agrifire). puoi provare ad aumentare un po’ la velocita’ della ventola per permettere alla stufa di dissipare meglio il calore…altra cosa, verifica se la stufa e’ pulita e il tubo di scarico non sia intasato.
    E’ anche molto importante che la stufa non sia installata in un ambiente troppo piccolo.
    Ciao a tutti

  10. ILARIO scrive:

    x Massimo.
    La stufa la puliamo ogni giorno, per quanto riguarda i pellet ne ho provati di tutti i tipi, stesso problema.
    La stanza non è piccola e la ventola si accende minimo 4 o 5 volte in un paio d’ore di lavoro.
    Il tecnico che è venuto da me ha detto che è tutto OK e che è normale ma secondo me non sa nemmeno cosa dice perchè è sempre capitato quando era spenta.
    Un’altra cosa molto importante, quando si accende e si spegne a voi fa un allarme sonoro ogni volta? é intermittente non continuo come allarme.
    ciao.

  11. pasquale scrive:

    Grazie Massimo per il consiglio. Dopo le feste mi adoperero’ per contattare il tecnico. A proposito: Non hai mica un elenco dei centri assistenza per Abruzzo, Molise?
    Per Ilario: Sia quando si accende, sia quando si spegne, l’unica cosa che si sente è la musichetta e la voce femminile.

  12. Massimo scrive:

    Ilario, l’unico consiglio che mi sento di darti e’ quello di cambiare tecnico!

    X Pasquale, l’assistenza tecnica per abruzzo e molise: Rias Rappresentanze tel. 0861.810.250.
    Se abiti in provincia di Chieti o Pescara, lasciami la tua email cosi’ ti posso dare direttamente il nr. del tecnico.
    Ciao :)

  13. Pasquale scrive:

    Per Massimo: paiachi@yahoo.it

  14. maurizio scrive:

    ho acquistato un 3001 easy a dicembre 2006 e ha sempre avuto lo stesso difetto descritto da Ilario, ho comsumato fino a 60 kg di pellets al giorno. ora per di più non funziona il motore che serve la coclea di caricamento del pellets. la cosa simpatica è che non riesco nemmeno a trovare un tecnico che effettui l’assistenza in garanzia. bello eh?
    ciao

  15. Massimo scrive:

    Per Maurizio:

    Se segui il link c’e’ l’elenco dell’assistenza autorizzata Thermorossi..

    http://www.thermorossi.com/italiano/80_agenti_.html

    Auguri a tutti!!

  16. pasquale scrive:

    Da qualche parte ho letto che la Thermorossi quando c’è qualcosa che non va, cambia addirittura la stufa.
    Maurizio, se non riesci con il tecnico, perchè non contatti direttamente la Ditta?

  17. ILARIO scrive:

    Io ho contattato la ditta e ho detto che voglio i soldi e che si tengano la stufa.

  18. birba scrive:

    Per chi ha il problema della coclea bloccata della Thermorossi: Togliere il pannello esterno ed accedere al gruppo motore della coclea, verificare se arriva il 220 quando viene azionata, se arriva molto probabilmente è solo grippato il rotore del motorino: spegnete la stufa e poi fate girare il rotore con le dita mettendo un po di spray lubifricante e sbloccante sui cuscinetti e fra rotore e statore del motorino, dovrebbe a questo punto girare senza sforzo, ripulite il tutto e rimontate i pannelli, accendete la stufa e ci sono buone speranza che funzioni (gia successo)

  19. maurizio scrive:

    non sapendo cosa fare ho smontato il pannello che protegge la coclea e ho trovato tutto pellet pressato ed una parte anche bruciato. ho cercato di pulire il tutto ed ora la coclea si muove ma comunque non gira. credo che questo sia dovuto al fatto che la stufa, andando sempre al massimo, non riesce a bruciare tutto il pellet che cade nel braciere quindi si accumula e alla lunga brucia risalendo il canale. non vorrei però smontare troppi pezzi per evitare che mi tolgano la garanzia.

  20. Pasquale scrive:

    Dopo aver cambiato due “Aladino”, anche il terzo,dopo un paio di giorni si è spento completamente. Anche mettendolo sotto carica per tre giorni di fila, non si riaccende piu’. Il tecnico ora non puo’ venire, ha da fare altri lavori urgenti. Infatti il mio non è un problema urgente, secondo lui.
    Domanda: Posso rivolgermi ad uno di un’altra zona?
    Possibile che sto’ forum non viene letto da qualche responsabile della Thermorossi?
    Si prendono i soldi e dopo i problemi sono nostri….
    Ho mandato una mail alla Ditta, ma non ho avuto risposta.
    SIETE TUTTI UGUALI “Non vi preoccupate, l’assistenza copre tutto il territorio, siamo gente seria…..” e tante altre cazzate!

  21. Claudia scrive:

    La mia Echoterm per ora continua a funzionare in modo soddisfacente e così anche il telecomando; anche nel mio caso allo spegimento ed accensione si sente una musichetta ed una voce femminile che saluta; incrociando le dita, non ho avuto alcun problema di ventola impazzita.
    Saluti.

  22. Pasquale scrive:

    Infatti la stufa va bene. Quello che non va è il telecomando. Possibile che se ne sono bloccati tre?
    Oggi l’ultimo è ripartito da solo, ma non comanda un bel niente, fa vedere solo le scritte sullo schermo.

  23. ILARIO scrive:

    Io ho mandato il link di questo forum alla Thermorossi ma tanto se ne fregano, l’importante per loro è vendere, poi se ne fregano dei nostri problemi.

  24. EMILIANA scrive:

    Ho acquistato una Ecotherm 3001 un mese fa. Quando si spegne esce fumo nero, ma il colmo è che non riesco a trovare un tecnico che possa venire a fare assistenza! Sono molto arrabbiata anche perchè ho già fatto circa una decina di telefonate senza sapere ancora niente!
    Ti dicono che richiamano e non è vero, ti dicono che devi chiamare Pinco Pallo e questo ti dice che devi chiamare il Tale. Sono proprio delusa!

  25. ILARIO scrive:

    Mandate tutti il collegamento di questa pagina alla ditta Thermorossi, forse la leggono. tecnico@thermorossi.it

  26. Pasquale scrive:

    In effetti, le stufe a pelletts, sono prevalentemente avveniristiche, in quanto elettroniche e complicate. Avevamo una Palazzetti, ci ha dato fastidio sin dall’inizio ed il tecnico ogni volta ci diceva che poteva dipendere da questo o da quello. Intanto visitando alcune fiere campionarie, abbiamo notato la Thermorossi e ce ne siamo innamorati. L’occasione dell’acquisto è arrivata e ne abbiamo comprato due. Una perfetta, l’altra il problema del radiocomando. Il tecnico sembra morto e noi stiamo ad aspettare qualcosa o qualcuno che arrivi prima della scadenza della garanzia. Il venditore ci ha detto che il titolare della Thermorossi è un tipo che ci tiene ed osserva in prima persona i vari funzionamenti, suggerendo eventuali modifiche.
    Che devo dire?! Da noi si dice: “Se devo cambiare Peppe con Peppe, mi tengo Peppe mio”.
    Signor Thermorossi, STUPISCIMI !
    Non essere come gli altri!

  27. Pasquale scrive:

    Bravo Ilario, ma come si fa il collegamento della pagina?
    Dai ragazzi, facciamoci sentire. Comprendiamo che ci possono essere problemi di linguaggio con la Ditta, ma teniamoci informati aggiornandoci sul Forum. In effetti siamo come dei Pionieri e quindi anche le ditte costruttrici dovrebbero ascoltarci quando comunichiamo loro eventuali difetti.

    Signor Thermorossi, STUPISCIMI !
    Mandaci delle risposte

  28. Pasquale scrive:

    Ilario, ho capito, vuoi mandare la pagina come allegato…

  29. ILARIO scrive:

    semplice; clicchi con il tasto destro del mouse in alto dove hai l’indirizzo della pagina, http://… ecc.. poi con il sinistro clicchi cu copia. Ora clicchi su questo indirizzo email; tecnico@thermorossi.it , ti si aprirà una nuova email da spedire, sulla pagina clicchi con il tasto destro e fai incolla.
    Poi se volete scrivere qualche insolenza meglio, oppure scrivete solo che se hanno un minimo di coscienza vengano a leggere questo forum.
    Alla fine inviate gente, inviate più email possibili.

  30. Emanuele scrive:

    Ho acquistao un ecotherm 3001 easy, in linea di massima funziona, ma sono molto deluso del funzionamento del telecomando aladino, i comandi li prende saltuariamente, ogni tanto impazzisce.
    Per programmare il crono termostato occorre passare per tutte e 6 le fasi accensione e spegnimento di tutta la settimana. Per rimenttere un programma occorre premere una cinquantina di volte il bottoni, scomodissimo, ma chie sto progettista? un ciabattino!! senza nulla togliere al ciabattino!! solo per dire che fa’ tutt’altro.
    Per quello che ho pagato sinceramente pensavo meglio!
    Avevo letto alcune recensioni e ne parlavano molto bene.
    Se termorossi è una delle migliori, non oso immaginare le peggiori!!
    Ho letto da qualche parte, mi sembra su Pelletblog, che le prime serie avevano un problema alla centralina di comunicazione, dovrebbero averla rivista e modificata adesso provero’ a sentire l’assistenza cosa mi dice.
    Grazie per aver comunicato le vostre esperienze.
    Alla prossima

  31. Massimo scrive:

    x Emanuele: Sono d’accordissimo con te…il funzionamento del telecomando e’ a dire poco scandaloso!
    Ti fa passare a voglia di usarlo. Avevo sperato in un aggiornamento del firmware che lo gestisce…ho scritto alla Thermorossi due volte…ma non ho avuto nessuna risposta, silenzio totale. Da qualche settimana grazie al solerte intervento del rivenditore di zona mi e’ stata sostituita una piccola scheda che credo gestisca la ricezione dei comandi e devo dire che se non altro adesso la stufa risponde ai comandi del telecomando…ma il resto e’ come prima. La stufa mi piace, modula bene e sono soddisfatto della resa ma l’assistenza post vendita e’ vergognosa, contattare l’azienda e’ praticamente impossibile e quello che resta e’ solo un grande senso di frustrazione. Caro sig. Thermorossi…forse non hai capito che i commenti lasciati in rete vengono letti da migliaia di persone…se credi che questo modo di fare ti possa portare lontano sei in errore. Io ho comperato una Thermorossi perche’ ne parlavano bene in rete….rifletti.

  32. Pasquale scrive:

    Si, in effetti hai ragione Emanuele. Oltre ai problemi che il radiocomando Aladino puo’ o on puo’ dare, è davvero strano il funzionamento. In effetti per programmare bisogna scorrere tutta la settimana ed anche lo spegnimento lo si ottiene facendo fare il “giro” al comando bruciatore.
    Quando scadrà la garanzia lo eliminero’ ed installero’ un telecomando normale.
    Sembra che i progettisti provino gusto a fare le cose complicate.
    Mi chiedo se non era meglio il vecchio telecomando presente sul modello precedente….

  33. Pasquale scrive:

    Ciao Massimo, ti immagini che bella figura farebbe il “Signor Thermorossi” se dopo aver letto questi messaggi, ponesse rimedio a tutto?
    Sai cosa mi spaventa? Ora le stufe che abbiamo sono nuove ed in garanzia. Quando essa scadrà, come faremo? Chi ci ascolterà?!
    Anzi no, mi correggo: Forse saremo piu’ seguiti, in quanto l’Assistente lo pagheremo noi e verrà di corsa.
    Capisci a me!

  34. Andrea scrive:

    Ciao a tutti, ho appena trovato un’offerta della ditta BiniF, pellet, sacco da 10kg, €2.35. Qualcuno la conosce, li ha usati, sa dirmi qualcosa? Io ho una P950 e finora nessun problema tranne una ventola difettosa ma sostituiuta da Piazzetta (fuori garanzia).Grazie, Andrea

  35. valeria scrive:

    carissimi mio marito faceva il tecnico per la thermorossi vi posso garantire che non cambiano le stufe non sono propensi a cambiare pezzi in garanzia ma se ne fregano altamente per loro basta vendere.
    TUTTI GLI INTERVENTI FATTI IN GARANZIA LA MAGGIOR PARTE DELLE VOLTE SONO A CARICO DEL TECNICO PERCIO SE VE LO CAMBIANO IN GARANZIA E UNA CORTESIA DEL TECNICO.
    vi garantisco che la maggior parte dei tecnici fa tutto quello che puo per soddisfare il cliente avolte rimettendoci di propria tasca senza aver preso una percentuale sulla vendita.

  36. roberto parlanti scrive:

    chiunque abbia problemi con la 3001 mi invii la sua mail sono un rivenditore con assistenza stufe ho passione per il mio lavoro vi daro il giusto consiglio per la vostra macchina 3001.
    ad esempio gli aladino danno dei problemi se non sono fatti gli aggiornamenti del caso sostituzione del micro dl tipo 22 sostituzione del trasmettitore a bordo scheda con corrazza (o meglio schermatura)
    per la ventilazione troppo insistente se si e’ certi che non state usando scorrettamente la stufa ed il filtro e’ libero da laniccio basta ruotare di 180 gradi il termostato di sicurezza e basta tutto tornera a posto
    per i motoriduttori merkle che si fermano e ripartono vanno solo sostituiti perche difettosi all’origine in parte e solo alcune serie il centro assistenza a voi piu vicino sa gia queste cose almeno spero.
    l’azienda vi posso garantire ha tutto interesse a tener alto il nome e sopratutto a risolvere ogni problema .
    parlantir@libero.it

  37. Stefania scrive:

    X Ilario!
    Ciao Ilario ho letto i tuoi commenti, anche noi in casa abbiamo la stessa stufa e abbiamo riscontrato gli stessi problemi….il tecnico è venuto nel giro di un anno almeno dieci volte ma i problemi permangono e sono sempre gli stessi: ventola che spara a tutto andare, fiamma che si alza da sola all’improvviso, rumorosità, e tanto altro…Ci hanno cambiato praticamente tutta la stufa pezzo dopo pezzo ma niente da fare! per non parlare del telecomando! ogni volta che devi programmarlo devi prenderti un giorno di ferie! puoi andare solo avanti e non indietro!pazzesco! certo non consiglierò mai a nessuno una thermorossi! ciao

  38. Stefania scrive:

    X Pasquale
    Fai la voce grossa e fatti sentire! di che ti rivolgerai all’avvocato! a noi la garanzia è scaduta, ma la stufa sono venuti a controllarla senza farci pagare nulla….abbiamo apprezzato l’impegno ma tanto la stufa continua ad avere gli stessi problemi!
    ciao

  39. Emanuele scrive:

    salve a tutti,
    nell’intervento precedente ho dimenticato di denunciare un’altra cosa da matti, che solo in parte è responsabilità’ della casa costruttrice.
    insieme alla stufa ho acquistato un pancale PFEIFER spacciato per uno dei migliori tipi di pellet.
    Be’ al primo pieno mi sono subito accorto che i pezzi piu’ lunghi di pellet raschiavano e facevano un brutto rumore sulla clochea. Prendo il manuale d’uso e leggo che questa stufa non accetta pellet di lunghezza superiore a 2cm.
    Ma allora a parte il venditore che è un contadino, nel senso che capisce forse di rape e niente di stufe che vende “senza nulla togliere al contadino”, ma anche la thermorossi come fa a mettere in commercio una stufa che tollera pellet con così poca tolleranza di dimensione.
    Io devo spezzettare a mano tutti i pellets di lunghezza superiore per evitare guasti.
    Ma a voi vi sembra possibile?
    E per fortuna che me ne sono accorto in tempo!
    ma !
    Ciao tutti Emanuele

  40. cancamilin scrive:

    mamma mia
    al sig. termorossi
    stanno fischiando le orecchie!!!!

  41. Massimo scrive:

    Ciao, ho apprezzato moltissimo il post del sig. Roberto Parlanti, oltretutto le sostituzioni che lui cita (scheda schermata) sono efficaci per il buon funzionamento del telecomando come ho potuto constatare di persona.
    Per quanto riguarda il pellet piu’ lungo di due cm. sono perplesso…ho provato tanti tipi di pellet e trovarne con lunghezza inferiore mi sembra una chimera. Con il pellet piu’ lungo ho notato solo qualche rumoretto saltuariamente, ma non credo che la pfeifer (azienda di un certo prestigio in europa) venda pellet dannoso per le ns stufe. Visto che abbiamo una persona cosi’ disponibile rilancio al sig, Roberto Parlanti la palla: e’ vero che usare pellet piu’ lungo di due cm. sulla 3001 e’ potenzialmente dannoso per la stufa? Grazie per la risposta e cordiali saluti.

  42. roberto parlanti scrive:

    salve sono lusingato per gli apprezzamenti rispondo al sign .massimo per me e’ importante che sia innanzitutto di legno e basta certo la lunghezza e’ importante ma i 2,5 cm max 3cm rientrano ancora nelle regole e nelle normative un pellets buono fatto con legno ma troppo lungo puo dare dei problemi di caricamento nei meccanismi di coclea .
    pertanto meglio evitare pellets troppo lungo,l’azienda in questione di solito commercializza buon pellets puo capitare sempre una partita non proprio perfetta. piuttosto fate tutti la prova banalissima delle impurita’ all’interno del pellets.
    fate sciogliere in un bicchire d’acqua il vostro pellets laciatelo riposare per un po’ poi essiccate tutto al sole potreste trovare a volte delle sorprese occlusioni di tutti i tipi a volte invece vi accorgerete della granulometria ovvero della” spezzettatura” del legno tanto piu essa e’ grande tanto piu e’ stato realizzato con una trafila veloce.
    non comprate mai pellets senza marchio o nome e non esitate a reclamare se qualche d’uno fa il furbo .
    il pellets senza nome e’ indice il piu delle volte di poca serieta’ non credete come spesso vi sentite raccontare che” avevano finito i sacchi” o che li avevano gia’ acquistati vergini nessun imprenditore serio ometterebbe il suo nome ne vale la sua pubblicita intrinseca.fate spesso paragone tra k/watt ceneri e prezzo un pellets di faggio rende di piu di uno austriaco ma se costa troppo di piu ??
    spero di essere stato di aiuto sicuramente a qualche produttore di pellets fischieranno le orecchie come ogni tanto cancamillin scrive
    l’esperimento del pellets e’ banale ma sfido a chi sta comprando sacchi anonimi a non trovarci qualche cosa dentro!!!!.

  43. Emanuele scrive:

    Mi scuso con il sign. Parlanti se di riflesso posso aver offeso la sua categoria. Lei sign Parlanti è degno della massima stima, e come gia’ le ho detto le auguro le cose piu’ belle.
    La mia denuncia riguarda in parte il pellet Pfeifer che almeno io ho avuto modo di provare e in parte la thermorossi che sul manuale dichiara una lunghezza massima di 2 cm. Il mio pellet pfeifer ha molti pezzi che arrivano a lunghezza anche di 7-8 cm, io non stavo sindacando i 3 cm.
    Spero sia una partita sfortunata capitata a me!
    Per quanto riguarda resa calorica e residuo, nulla da dire credo sia buono, ma è l’unico che ho provato.
    Poi ripeto per me la Thermorossi è un bel prodotto e sono contento di averla comprata. La ecotherm ha un bel aspetto e scalda tanto. Io sono entusiasta della stufa, le mie critiche devono essere prese come costruttive un input ai costruttori a non trascurare dei particolari che per me sono importanti.
    Un saluto affettuoso al signor Parlanti

  44. Emanuele scrive:

    Dimenticavo,
    ho un’altra curiosità da soddisfare.
    Ho notato che sul vetro panoramico c’è il cordoncino di guarnizione tra vetro e portellone.
    Sulla mia stufa il cordoncino è presente solo lateralmente.
    Questo probabilmente è stato studiato appositamente per creare un giro d’aria per evitare l’appannaggio del vetro.
    Anche le vostre ecotherm 3001 sono così?
    ciao Emanuele

  45. parlanti roberto scrive:

    X EMANUELE GRAZIE NON DEVE SCUSARSI DI NULLA DI AUGURI NE HO VERAMENTE BISOGNO IN FAMIGLIA
    TORNANDO AL PELLETS I 7 CM NON SONO AMMESSI NELLE ONORM AUSTRIACHE FACCIA RECLAMO AL SUO RIVENDITORE DI PELLETS CHE A SUA VOLTA FARA’ RECLAMO ALLA DITTA MADRE VEDRA’ LE VERRANNO INCONTRO MAGARI SULLA PROSSIMA FORNITURA PEZZI COSI LUNGHI PORTANO VERAMENTE DANNO A COCLEE E QUANTO ALTRO SI INCASTRANO E FANNO FUNZIONARE LA STUFA AD UN RANGE PIU BASSO CARICANDO MENO PELLETS MA QUESTO SAREBBE IL MINOR DEI PROBLEMI.
    SICURAMENTE AVENDO BRUCIATO PER LA PRIMA VOLTA UN PELLETS COSI’ E’ STATO “SFIGATO” I 2 CM DI THERMOROSSI SONO INDICATIVI DEVO DIRE CHE NON HO LETTO SUI LIBRETTI DI ISTRUZIONE QUESTA COSA CHE DISTRATTO IN THERMOROSSI NON ME NE VOGLIANO.
    DAI FAI RECLAMO AL TUO RIVENDITORE SE E’ UN BUON RIVENDITORE TI RISOLVERA’ IL PROBLEMA MAGARI GIRANDOLO A CHI HA GROSSE CALDAIE PER TE QUELLA TAGLIA NON SI PUO’ BRUCIARE.IN RIFERIMENTO AL VETRO E’ COSI ANCHE SULLE ALTRE
    SERVE PROPRIO A FARE UNA BARRIERA DI ARIA PER FAR SPORCARE MENO IL VETRO .
    CIAO EMANUELE E GRAZIE ANCORA PER GLI AUGURI.
    A ME FANNO TANTO COMODO IN FAMIGLIA
    A DIMENTICAVO.
    ??????????????????????????????????????????
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    …………………………………………………………………………
    ;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    SICCOME NON METTO MAI LA PUNTEGGIATURA NEI MIE DISCORSI FATE A SELF SERVICE.
    CIAO A TUTTI.

  46. Massimo scrive:

    X Il sig. Parlanti Roberto – Grazie per le risposte sempre rapide e competenti!

  47. Massimo scrive:

    Ho notato che si riesce ad entrare nel setup quando è in spegnimento , basta premere il tasto “freccia ” sx quando per breve tempo appare la scritta sul display .
    Una volta entrato nel setup si ha la possibilita’ di variare su “legna on” o “legna off”. A cosa possa servire , non ne ho idea. Qualcuno mi puo’ aiutare?
    Ciao

  48. mirco scrive:

    da novembre ho una ecoterm 3001 termorossi.
    va benissimo!!!
    nessun rumore, nessun problema.
    una sola volta ho trovato un accumulo di pellet nel braciere dopo 3 giorni di funzionamento continuo….
    poverina!!!
    il cronotermostato…. in effetti non ha una gran portata, a 4 metri a volte non rilevava…… lo avvicinato e appeso al muro … circa 1 ,,,, ora non sbaglia nulla.
    Io lo programmata per il mio uso settimanale e poi non ho piu avuto l’esigenza di roprogrammare e variare…. al massimo ho disinserito il crono.

    ho scoperto che consuma meno usandola x 20 ore al minimo per molti giorni di seguito, quando fa molto freddo che non spegnerla la notte e farla ripartire in automatico al mattino seguente…..

    ultima cosa… ho comprato del pellet 70% faggio 30% abete direttamente dal produttore…… visto con i miei occhi mentre lo producevano…… a 3€ al sacco 15 kg
    con 1 bancale da 70 sacchi mi fanno 2,80
    e dai 2 bancali in su 2,70…….

    ci farò un pensierino per il prossimo inverno

    ciao a tutti

  49. parlanti roberto scrive:

    interessante mirco ,interessante sopratutto il prezzo del pellets anche se tutti ora stanno scendendo con i prezzi dove risiedi se si puo’ sapere? potrebbe essere utile magari avere un fornitore cosi’
    ha per caso la pellets gold italiana??
    ha molta produzione?.
    si puo menzionare il nome?
    se sei sicuro comunque non aspettare mai l’inverno fai scorta l’esperienza oramai insegna.con quei prezzi poi!!!
    hai un prezzo di circa 8 anni fa.

  50. SAMUELE scrive:

    LA MIA POCHA ESPERIENZA MI SUGGERISCE DI DIRVI QUANTO SEGUE:
    SUL MERCATO CI SONO MOLTISSIMI PRODOTTI A PELLET, MA NESSUNO HA TUTTE LE QUALITA’ DI THERMOROSSI.
    ALCUNI PICCOLI PROBLEMI POSSONO SEMPRE ACCADERE, MA L’EFFICIENZA, LA PUNTUALITA’ E SPECIALIZZAZIONE DI THERMOROSSI FARA’ IN MODO DA SCALDARE LE VOSTREFREDDE GIORNATE…..

  51. Massimo scrive:

    Non ho nessuna intenzione di biasimare la stufa….questo e’ il secondo inverno che la uso, ho risparmiato molto rispetto al metano e finalmente sono stato al caldo! Il problema si pone solo quando si tratta di comunicare con l’azienda che, a quanto pare (e per esperienza personale), e’ piuttosto assente. Per quanto mi riguarda, quando ho avuto problemi con il telecomando Aladino, l’assistenza di zona me li ha risolti in breve tempo. Quindi come spesso accade, contano molto le persone singolarmente, e non la categoria a cui esse appartengono.
    Saluti

  52. ILARIO scrive:

    Tu Samuele lavori per Therorossi, giusto?? Oppure la tua poca esperienza sta nel fatto che hai avuto stufe di varie case o marche.

  53. cancamilin scrive:

    Samuele sembri uno spot pubblicitario

    p.s.
    ci manca solo la gnoccolona di contorno

    ciao

  54. Mauri scrive:

    Ciao a tutti ho una easy 3001 da quasi 2 anni e sono molto deluso…
    Dopo una settimana dall’acquisto ho dovuto cambiare il blocco motore dei fumi che si surriscaldava troppo provocando l’arresto della stufa (la sensuale voce diceva “scarico fumi ostruito”).
    Nel frattempo il telecomando a volte perdeva la comunicazione con la stufa pur avendolo ad 1 metro di distanza ( messaggio di errore: “fuori campo”).. Si è provato a cambiare frequenza di trasmissione imputando la causa a fantomatici campi magnetici sconosciuti…
    Dopo circa 4 mesi si è dovuto sostituire il motorino della coclea che cigolava ad ogni caricamento..
    Intanto il telecomando continuava a perdere la comunicazione con la stufa.. E’ stata cambiata la scheda di ricezione. (ora sembra funzionare)
    Settimana scorsa è stato sostituito il motore dello scarico fumi che emetteva rumori preoccupanti..
    Il gentilissimo tecnico che ha fatto assistenza ha rivelato che quasi tutte le stufe thermorossi 3001 installate hanno evidenziato numerosi problemi.
    Tenendo in considerazione il fatto che esco di casa alle 7 per lavoro e rientro la sera mi servirebbe programmare la partenza della stufa alle 11 circa ( non ho necessità di farla partire prima anche per non sprecare pellets).. Non vi dico le volte che sono tornato la sera a casa con la stufa spenta. L’odiato Aladino diceva “Fuori campo” oppure era spento…Vi chiederete perché era spento?
    Il telecomando indica la stato della batteria ma segnala il livello basso solo poche ore prima. E’ possibile che nel momento in cui esco di casa il telecomando indichi che la batteria è completamente carica e che entro le ore 11 si spenga… Così facendo la stufa non parte!!! Quindi cosa si dovrebbe fare? Tenere sempre sotto carica il telecomando oppure caricarlo ad ogni ipotetico tot? A mio avviso il telecomando doveva essere un optional e la programmazione doveva essere eseguita da un pannello installato sulla stufa.
    Non parliamo poi della funzionale ( era ironico) programmazione che obbliga ad inserire tutti gli orari di accensione e spegnimento di tutta la settimana per 3 volte al giorno anche quando si vuole modificare l’accensione/spegnimento di un giorno solo…
    Ho saputo che l’elettronica della thermorossi è fornita dalla stessa casa che fornisce la Jacuzzi… Ora capisco perché non funzionava la Jacuzzi dei due hotel in cui sono stato ultimamente…
    Abbiamo manifestato il nostro disagio ad un responsabile thermorossi che con arroganza ci ha detto che le anomalie riscontrate erano dovute a campi magnetici e ad uno scorretto uso della stufa ( si riferica anche a tappi caricati insieme ai pellets)..
    Mi candido come collaudatore delle stufe se riesco in una settimana a rovinare un motore dei fumi!
    Ho comunque sempre usato un comportamento impeccabile nell’uso della stufa usando pellets ( solo pellets non tappi) austriaci di primo livello e con periodiche e accurate pulizie.
    La nota lieta è che il venditore ha capito il disagio e provvederà a sostituire la stufa (è ancora in garanzia) con un’altra di marca diversa …Evviva!! Evviva!!!.
    Mi dispiace per lui che si vedrà aumentare il magazzino di 3001 e che non vuole vendere per evitare continue chiamate di richiesta assistenza..
    Spero che questa mia esternazione convinca parecchie persone a puntare su modelli diversi di stufe a pellets!!! Ciao.

  55. Claudette scrive:

    Carissimi la thermorossi 3001 è un vero cesso di STUFA lasciatemelo proprio dire.
    E’ una stufa che parla e che fa dire solo BESTEMMIE…
    un consiglio: non compratela assolutamente, il ragazzo che ha scritto precedentemente, evidenzia tutte le caratteristiche negative della stufa e sono VERISSIME.
    Ciao a tutti e w tutte le altre stufe.
    Claudette
    ps. ho avuto anch’io modo di parlare con il tecnico della Thermorossi…non sto a raccontarVi quante cretinate mi ha risposto in merito ai guasti della stufa ma…questa ve la devo proprio dire: mi dice: Signora MI DEVE DARE PROVA DEL FREDDO CHE HA PATITO QUANDO LA STUFA NON FUNZIONAVA!!!!!!!!!ed io pensando scherzasse ho risposto: venga a casa mia e proverà di persona, MA LUI: se lo scorda non ho tempo da buttar via! ed io: ah!!!!! la ringrazio!
    Avrete capito sicuramente che il tecnico non sapeva più che rispondere! CREDETEMI cambiate marca di stufa….
    ciao ciao

  56. ILARIO scrive:

    Cambiare marca, certo. E’ che buttare via oltre 2000 euro per un cesso e poi doverla gettare nel bidone per prenderne un’altra….
    Fate come me , scrivete tutti assieme le vostre lamentele alla termorossi in persona. Io l’ultima volta li ho minacciati di denunciarli, ora, dopo l’ultimo intervento mi chiamano ogni tanto per sapere come va il cesso di stufa… adesso hanno paura loro..

  57. ILARIO scrive:

    Vendo stufa Thermorossi easy 3001 a 1500 euro…..

  58. parlanti roberto scrive:

    x ilario non penserai che qualche persona la comperi dopo tutto quello che hai scritto prima!!!!!!!!!!!!!.
    se vuoi 500 euro l’acquisto io tanto hai detto che la devi buttare.comunque non credo che la thermorossi abbia paura delle tue minaccie ilario ma non credi che tu stia esagerando se proprio hai dei problemi credo che io possa risolverli l’iportante e’ che poi non denunci anche me,cosa non va sulla tua stufa ilario dettaglialo e vediamo se posso aiutarti io.

  59. cancamilin scrive:

    Il problema delle nuove thermorossi
    è non aver sufficientemente collaudato prima
    la nuova componentistica che hanno installato…
    E i clienti fanno da cavie
    Hanno forse avuto fretta di mettere sul mercato
    la stufa che parlava

    Le vecchie thermorossi
    davano meno problemi

  60. parlanti roberto scrive:

    la componentistica delle nuove 3001 non ha problemi in laboratorio thermorossi se mai sono le case che sono troppo piene di campi elettromagnetici del quale thermorossi non ha tenuto conto questo forze e’ l’unico inconveniente da li si sono accesi tanti problemi dei quali io in prima persona facendo assistenza ho subito lo scotto. ma quasi tutti riconducibili a campi elettromagnetici che disturbano la trasmissione dei dati tra telecomando e stufa stessa.ma se si vuole stare in testa alla concorrenza si devono attuare politiche anche di innovazione in parte da me non pienamente condivise in parte si poi comunque la serieta’ di questa azienda mi ha supportato in tutte le assistenze fatte e la risoluzione dei problemi ha sempre trovato la strada giusta.sono poi le persone che fanno la differenza.credo che ilario e altri troveranno la risoluzione ai loro problemi” moderando l’arroganza”,come in passato anche altri si erano lamentati dei malfunzionamenti poi grazie a me ma sopratutto al supporto di fabio rossi in primis titolare e tecnico in primalinea li abbiamo risolti tutti certo all’inizio per capire cosa succedeva a casa dei clienti e’ stata dura ma poi tutto ok.
    quello che invece non credo sia giusto e’ che su certe marche senza fare nome non ci sia la possibilita di farsi manutenzione da soli chi ne abbia la capacita’o a volte adattare il pellets di vari tipi con poche semplici operazioni e si deve sempre chiamare il famoso cat, che ti spilla i 50/70/120 eurozzi io mando assistenza a chi proprio non ne puo fare a meno ma mi sono sempre dato una regolata spesso sento e poi mi “inc….o” che la sign. alla quale ho venduto la stufa e alla quale fornisco pellets facendo un servizio ad ok che chiama il famoso pesce pulitore che gli sgancia in soli 15 minuti un conto di 120 eurozzi qando io per vendere la stufa ho dovuto e faccio tutt’ora numeri da circo.segnalate alle aziende queste situazioni in maniera che possano prendere provvedimenti. ragazzi la gente non ha piu soldi stiamo attenti poi la pacchia finisce.
    ci sono anche tanti lavoratori onesti che fanno un ottimo servizio e si fanno pagare ma attenti ai furbi.

  61. cancamilin scrive:

    quando vendi un prodotto devi considerare che sarà usato nel mondo reale, non in un laboratorio ermetico ideale…
    questo vale per telecomandi e affini ma anche ad esempio per il tiraggio della canna fumaria, non tutte le case possono avere la bella canna dritta, sgombra e coibentata dei laboratori delle marche di stufe…

  62. parlanti roberto scrive:

    sulla prima sua idea posso convenire sulla seconda per niente cancamillin se mi sta dicendo che le canne fumarie non sono diritte nessun problema sgombra e coibentata poi pregiudica anche la sicurezza oltre che la condensa e lo sporco quindi non convengo con quello che dice ci vuole sempre una logica ma sopratutto c’e’ una normativa quindi rifacciamoci a quella altrimenti diventiamo pressapochisti poi a casa ogniuno fa come vuole a suo rischio e pericolo se l’istallazione viene fatta da professionisti non ha compromessi o a regola d’arte oppure non puo essere fatta.questo e’ il mio punto di vista cancamillin non me ne voglia.
    aspetto che mi dia istruzioni in merito alla iris che le ho chiesto in passato sempre che le abbia.
    un saluto.

  63. cancamilin scrive:

    rob ti ho già mandato l’email un paio di giorni fa!

    Sono d’accordo con te sul rispetto delle norme ma mi sono capitate 3001 che non reggevano 2 curve 90°…

  64. PARLANTI ROBERTO scrive:

    grazie cancamillin li ho ricevuti solo oggi
    x la 3001 preferisco fare 2 curve a 45 e uno spostamento piu lungo se e’ possibile certo sempre che sia possibile per di problemi cosi’ non ho avuti mai personalmente da piu fastidio a volte un terminale strano che le 2 curve oppure il fatto che scarichi all’interno di un camino e sbatta il fumo nel muro sai dipende dalla sensibilita’ del pressostato loro ne hanno istallati a a,a4 m.b.
    in depressione se non erro nelle 3000 invece era in pressione e dava piu fastidio al sistema rendendolo in alcuni casi piu vulnerabile sempre istallando “male” non con una perfetta canna fumaria per intendersi.
    i codici di accesso non li ho ancora utilizzati poi ti faro’ sapere.ancora grazie

  65. Gianchi scrive:

    Mi spiace sentire tutti questi commenti negativi. Io da due inverni uso la 3001 e devo ringraziare il sig. Thermorossi. Effettivamente il primo anno ha avuto problemi di comunicazione, anche perchè un mio vicino aveva la stessa stufa e ci comandavamo a vicenda… Però il tecnico che me l’ha venduta e che mi da assistenza ha cambiato una eprom sulla scheda elettronica (come indicato dalla Thermorossi) mettendone una schermata. Quest’anno ho fatto la mia bella programmazione e sono veramente soddisfatto. Per quanto riguarda la canna fumaria: state attenti, non scherzate col fuoco!! Le canne fumarie vanno fatte a regola d’arte. E anche il pellet deve essere di buona qualità. Ad esempio, ho acquistato ultimamente pellet Pfeifer e ho notato che sporca la stufa un po’ di più. L’unica è pulirla un po più di frequente (tipo una o due volte a settimana). Sinceramente Emanuele, pellet lungo 7 cm non l’avevo mai visto: ma dove lo hai preso?
    Ciao a tutti

  66. Mauri scrive:

    Ma perchè la thermorossi del luminare e arrogante Fabio non ha installato una scheda di programmazione con il relativo pannello direttamente sulla stufa? Avrebbe ridotto i problemi dei campi magnetici….
    Io poi non sono daccordo che i problemi sono dovuti solo a campi magnetici. Come possono i campi magnetici causare malfunzionamenti e rotture del blocco motore dei fumi e del motorino di caricamento pellets?
    Mi dispiace per Ilario che non ha avuto un rivenditore corretto e consapevole di avergli venduto un cesso disponibile al cambio stufa.
    Sono daccordo con Cancamilin che le vecchie thermorossi funzionavano meglio anche se dal punto di vista programmazione anch’esse lasciano molto a desiderare…
    Ciao a tutti.

  67. ILARIO scrive:

    La mia offerta di vendere la stufa era una battuta, non la regalerei nemmeno. Non potrei sapendo che stufa è.
    Quando ho un po di tempo ti descrivo i miei problemi Roberto. Comunque mio amico ha la vecchia 3000, non sono sicuro sulla sigla, però; non si accende mai la ventola a manetta ed è meno rumorosa la sua al massimo che la mia al minimo..
    Saluti.

  68. parlanti roberto scrive:

    se la tua al minimo e’ piu rumorosa della vecchia 3000 vuol dire che il termostato di regolazione calore e’ messo male o difettoso o entra in funzione per un funzionamento sbilanciato del sistema troppo pellets /poca ventilazione o peggio ancora se il filtro e’ sporco, credo comunque sia la prima ipotesi, mi e’ successo.
    rispondendo a a mauri in parte e vero sono successe anche le altre rotture ma non credo nessuno le abbia volutamente procurate per quanto riguarda il motore fumi ne ho sostituiti 3 in totale per i motoriduttori ne ho cambiati diversi ma piu sulla vecchia 3000 che sulla nuova 3001 ma non erano bruciati ma a volte mollavano la loro funzione,anche se vero non credo sia riconducibile alla volonta dell’azienda questo ha creato disagio a noi e a tutti i mie clienti. quale azienda normale secondo voi fa una azione di questo tipo volontariamente per rimettere dei soldi l’immagine e quanto altro .se dovessi elencare i problemi che incontro durante la mia attivita’ di rivenditore da motoriduttori rumorosissimi a ventilatori altrettanto rumorosi da tecnici che sostengono che per avviare la stufa bisogna ogni volta aprire la finestra per ossigenare casa ci sarebbe da scrivere un libro e anche molto divertente e nessuno di questi personaggi e’ di thermorossi che importa fa parte del gioco.ognuno e libero di esprimere le proprie idee sempre mantenendo un punto fermo l’ educuzione e’ normale che internet e’ un mezzo molto forte per fare protesta ma credetemi non e’ normale protestare minacciando o quanto altro ci sono dei modi per ottenere tutto in maniera normale.la mia polemica vuole spezzare una retorica critica nei confronti di questa azienda che a mio avviso ha piu clienti contenti che scontenti. io penso che e’ meglio si discuta di temi legati si anche alle problematiche ma senpre questo e’ noioso e pesante penso ci sia gente che abbia bisogno per avvicinarsi a questo stupendo mondo di consigli e quanto altro. se sbaglio correggetemi.
    buona serata a tutti

  69. mirco scrive:

    salve a tutti

    da qualche giorno , mentre si sta spegnendo un allarme mi dice…. pulizia generale!!!!
    ho letto nel libretto di istruzioni che dopo un tot di ore di funzionamento …..scatta.
    bhe!!! nessuno problema.
    la mia domanda è……..devo chiamare l’assistenza per azzerare il contatore?
    la pulizia la posso fare io?? cioe….. una volta smontato la canna fumaria e pulita x bene e pulito tutte le parti indicate nel libretto sono a posto?
    non è che c’e bisogno che un tecnico la pulisca in parti particolari.
    va svuotata totalmente del pellet nel serbatoio?

    fatemi sapere

    grazie

  70. PARLANTI ROBERTO scrive:

    si mirco puoi effettuare tu la pulizia ma guarda bene le istruzioni uso e manutenzione li troverai per la 3001 tutto quello che ti serve sempre che si tratti di 3001 la canna fumaria anche questa va ispezionata.
    ciao

  71. biagio scrive:

    Ciao cancamilin,
    Vorrei esporti il mio problema,
    Ho acquistato un’abitazione con impianto di riscaldamento caldaia blowtherm di 20 anni fa circa.
    Stavo pensando di sostituirla con caldaia a pellet.
    E’ possibile utilizzare le stesse tubazioni?
    Ti prego dammi qualche consiglio.

  72. biagio scrive:

    Ah, dimenticavo il riscaldamento è con caldaia diesel.

  73. parlanti roberto scrive:

    x biagio se cancamillin permette ma credo non ci siano problemi se la casa e’ fino a 200 240 mq circa compact thermorossi 18o 32 kwatt se ben sopra la metratura ho altri marchi da consigliare d’alessandro per esempio parlando di pellets con le prime necessita una valvola di miscelazione a tre vie in ritorno in caldaia la dove i volumi d’acqua sono molto alti.
    io vendo sia le prime che le seconde e mi trovo benissimo con entrambi le macchine le prime molto raffinate tecnicamente la seconda molto spartana piu ingombrante ma eugualmente valida. puoi tranquillamente utilizzare le stesse tubazioni meglio sarebbe se pensi che ci sia del “fango” nelle stesse prodotto dal sistema precedente interporre uno scambiatore a tutela del sistema cosi’ che i due impianti non si uniscano.ciao biagio

  74. cancamilin scrive:

    x biagio
    se molto vecchio non sarebbe male farlo pulire, a meno che tu non stia ristrutturando, allora è diverso.

    x mirco
    leggi il mio 8.23
    “stufa pulita, stufa felice”

    ciao

  75. biagio scrive:

    x cancamilin,
    Sto effettuando una ristrutturazione superficiale,
    che non incide sull’impianto di riscaldamento.
    Abitando ancora in un’abitazione con riscald. autonomo a metano, e confrontando le 2 caldaie, sinceramente nel vedere quel macchinario a diesel così anomalo mi spaventa un pò. Oltre a tutto ciò, stavo valutando in termini di risparmio il pellet e considerando che sono profano in materia, mi chiedo e chiedo se effettivamente si risparmia sia nell’acquisto di una caldaia a pellet (che produca anche acqua sanitaria calda), sia nel tempo (ovviamente questo dipende dal consumo).
    Mi rendo conto di avere le idee un po confuse, questo perchè mi hanno dato molte informazioni diverse e discordanti.

  76. biagio scrive:

    x roberto parlanti,
    l’appartamento e di mq. 120 ca. l’impianto si trova in un ripostiglio posto lateralmente al balcone che sporge sul giardino. Per quanto concerne l’acqua calda, c’e un piccolo scaldabagno,(che vorrei eliminare), in una lavanderia che si trova dall’altra estremità dello stesso balcone.
    Quindi mi chiedo: cambiando la caldaia con una a pellet che produca acqua calda, per le tubazioni dell’acqua devo collegarmi a questa lavanderia?
    oppure non dovrei avere problemi se i termosifoni fossero già collegati all’impianto idrico?
    Scusami se la domanda può sembrare stupida o troppo scontata ma a tal proposito come dicevo a Cancamilin mi hanno dato informazioni diverse e io non ci capisco niente in merito.
    Comunque per le caldaie di cui sopra, è possibile avere un link per vedere i dati tecnici e i dettagli?
    Grazie e scusami per la mia ignoranza in materia.

  77. cancamilin scrive:

    x biagio
    attualmente il pellet è il sistema di riscaldamento più economico ed è l’unico combustibile che sta diminuendo di prezzo. Rispetto all’anno scorso è diminuito di circa 1,00 euro ogni 15 kg e il prossimo anno dovrebbe diminuire ancora.
    Grazie alla forte concorrenza si possono acquistare buone macchine a prezzi ragionevoli e il pellet è diventato comune in ogni rivendita.
    Se vuoi leggi un mio vecchio post scritto per una installazione in una caserma di carabinieri:
    11.11 “perchè il pellet”

    ciao

  78. biagio scrive:

    x cancamilin
    ho bisogno di una caldaia che non sia bella esteticamente, visto che devo metterla in un ripostiglio (vedi commento per roberto parlanti del 4.4.08) ma che riscaldi tutto l’appartamento di mq. 120 ca.
    che caldaia mi consigli?
    e per la canna fumaria già esistente della vecchia caldaia gasolio che faccio? posso utilizzarla?
    Grazie per la tua disponibilità.
    Ciao.

  79. cancamilin scrive:

    Se vai su una caldaia pellet invece che su una termostufa hai solo l’imbarazzo della scelta.
    Puoi trovarla della potenza preferita, infatti per le caldaie non c’è un limite di potenza, le fanno anche per scaldare palazzine.
    Tutte le principali marche hanno i loro prodotti
    es.: vai qui
    http://www.termorossi.it/italiano/01_home.html
    e clikka su “caldaie a pellet”

    ciao

  80. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x biagio guarda sito www. thermorossi.it
    caldaia compact 18 nel tuo caso o 32se la casa supera i 150 mq circa.
    poi vai dal rivenditore di zona di solito e’ molto professionale.prova poi mi saprai dire.

  81. biagio scrive:

    Grazie Roberto parlanti,
    ho dato un’occhiata al sito e alla caldaia compact 18, andrebbe bene,
    ma per produrre acqua calda sanitaria devo necessariamente acquistare un kit? o esiste una caldaia con entrambi le funzioni?
    Ciao Roberto

  82. biagio scrive:

    x Roberto parlanti,
    anche se il prezzo mi sembra un po alto.

  83. franco scrive:

    Buongiorno a tutti,
    sto valutando l’acquisto di una termostufa FENIX 21, qualcuno la sta ultizzando? se si fatemi sapere se va bene.
    Grazie.

  84. PARLANTI ROBERTO scrive:

    no secondo me non acquistare nessun kit ma un bollitore fare l’acqua calda con essa significa tenerla sempre accesa d’estate hai dei problemi il boiler anche 150 e’ ok fino a 3 persone l’istantaneo non lo consigliamo mai
    da dei problemi anche di condensa per queste caldaie non e’ appropriato.accoppiando un bollitore bolly 2 vedi
    http://www.cordivari.it avrai la possibilita’ in un secondo momento di andare anche con il sole nello stesso bollitore
    costo all’incirca 700 euro.
    altrimenti interka 150 lt costo 400 euro circa in poliwarm

  85. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x franco se e’ la marca fenix 21 non si conosce dicci la marca del produttore!!!!!!!
    ciao

  86. franco scrive:

    ah, si scusa roberto. la marca e “Famar”.

  87. biagio scrive:

    x parlanti roberto
    che diffrenza c’è tra un bollitore e uno scaldabagno?

  88. michele scrive:

    Ciao a tutti,
    Che ne pensate di una caldaia bruciatutto?
    sansa, segatura, noccioli di mandorle, legna, pellets, ecc…
    si avrebbe possibilità di scegliere il prodotto da bruciare in virtù anche del fatto che avremmo la possibilità di scegliere il tipo di materiale da bruciare ovviando ad un eventuale aumento di prezzo del singolo prodotto (come ad es. il metano adesso non conviene, per cui coloro che hanno questo problema o muiono di freddo per risparmiare oppure devon optare per altre soluzioni come una stufa,ecc… senza poter sfruttare al meglio la propria caldaia), così da non essere obbligati un domani ad acquistare ad un prezzo esagerato un determinato combustibile.
    ad esempio per capirci, se il pallet aumenterà di prezzo, potrei usare la sansa o altro anzichè essere obbligato ad acquistare per forza il paellet.

  89. michele scrive:

    x Roberto e Cancamilin,
    che ne pensate, siccome da cio che ho letto vedo che siete seri e molto obiettivi, vi chiedo di rispondermi onestamente.

  90. parlanti roberto scrive:

    x michele credo che la situazione del pellets oramai sia molto stabile sopratutto con l’avvento di nuovi produttori anche italiani ma se e’ una caldaia onnivora che cerchi d’alessandro termomeccanica potrebbe fare al tuo caso non e’ tra le piu economiche circa 4000,00 iva compresa per una macchina che va a tutti i triti csi 30 circa 200 mq il suo potenziale dal pellets ad un misto mais e cippato calibrato al nocciolino di oliva comprato in tempi”duri” anno 2006 x intenderci io sto utilizzando questo nel mio capannone per finire l’inverno ho una 100 kwatt 80/90 kg al di quando fa freddissimo ora solo 30 40 kg al di di 8 ore lavorative si intende.
    all’occorrenza poi andro’ sicuramente a pellets certo nel 2006/2007 quando non si vedeva molto lontano con il pellets queste caldaie mi hanno fatto comodo,poi mi sono accorto che sono anche molto affidabili se ben istallate te le scordi proprio a casa dei miei clienti non ne ho tantissime ma a parte qualche incertezza nelle schede e qualche incomprensione con l’assistenza tutto e’ veramente ok certo thermorossi e’ molto piu raffinata e forze su piccole abitazione va a consumare qualche cosina in meno il sofware e’ piu evoluto. comunque una caldaia ti consiglierei ma non cercare di comperare altri combustibili che il pellets ora come ora hai una convenienza assoluta,quello austriaco sloveno tedesco svizzero e quanto altro qui non fa differenza purche sia fatto con legna brucia e basta entrambi i marchi hanno sistemi di autopulizia addirittura d’alessandro ha anche l’estrazione automatica delle ceneri mediante una coclea o piu coclee thermorossi ha un brevetto originalissimo nel bruciatore e dimensioni molto contenute.praticamente le stesse di una stufa idro per intendersi. entrambi di classe 3 303-5 pertanto deducibili 55% non hai che l’imbarazzo della scelta. lascia stare combustibili come sanza mais e quanto altro poi hai necessita di una manutenzione molto rigorosa se la casa che dovrai scaldare e’ modesta fai una buona isolazione termica e vai tranquillo avrai costi di gestione bassissimi sfrutta il pellets per i prossimi anni non penso possa aumentare piu di tanto e fanno difficolta’ a fare cartello sono troppi i produttori e quelli emergenti “guastano la cova” in gergo ai vecchi .
    un saluto se hai bisogno ancora chiedi, cancamillin potra aggiungere qualche cosa che io magari dimentico.

  91. parlanti roberto scrive:

    x franco famar credo di ricordare sia un produttore di discreti caminetti ad acqua ma non credo abbia molta esperienza con il pellets fatti dire da quanti anni sono prodotte le stufe da li ti renderai conto quanta affidabilita potra’ avere quel prodotto non e’ una regola che il prodotto nuovo debba dare dei problemi ma se la mia esperienza non mi inganna il noviziato va sempre pagato poi magari non e’ cosi’ informati meglio sulle vendite che hanno gia fatto negli anni orsono cerca di parlare con clienti che hanno a casa questo prodotto se nei blog non trovi nessuno credo proprio che dovrai fidarti del tuo rivenditore di zona.buona fortuna.
    magari vanno meglio di qualche costruttore noto.!!!

  92. parlanti roberto scrive:

    x franco un bollitore di solito ha dimensioni abbastanza grandi rispetto ad uno scaldabagno elettrico che per forza non supera mai i 100 lt poi il primo serve quasi sempre per usi di riscaldamento e non di produzione sanitaria ossia e’ un semplice contenitore senza niente dentro dove l’acqua calda viene stoccata per poi essere riutilizzata per usi non sanitari in genere serve se di grandi dimensioni 500 lt per esempio a fare da polmone a caldaie a legna o termocamini o stufe a legna perche non avendo una buona modulazione di potenza di solito il 50% del funzionamento quando va bene sprecherebbero energia quando l’impianto di casa e’ saturo di calore e noi abbiamo messo ancora legna lui immagazzina quella energia per riprenderla in un secondo momento oppure prima soddisfiamo l’impianto e l’esubero lo mettiamo nel bollitore di scorta .quindi sono dei veri e propri polmoni di sfogo.ce ne sono di tantissimi tipi e per gli usi piu svariati vengono in alcuni casi chiamati anche puffer se con scambiatori interni.
    vedere sito molto interessante http://www.cordivari.it
    lo scaldabagno fa solo ed esclusivamente acqua calda saniraria da una normalissima resistenza elettrica .
    credo sia stato chiaro o almeno lo spero.
    un saluto a franco

  93. Snake scrive:

    x gli esperti..

    Prima di tutto volevo farvi i più sinceri COMPLIMENTI per l’ottimo Blog, ho letto molti articoli e li ho trovati tutti molti interessanti soprattutto quelli relativi alle varie installazioni delle stufe a pellet. Volevo esporre il mio dubbio, dovendo mettere una termostufa a pellet mel mio appartamento (dotato solo di una caldaia a gas alimentata da bombole, collegata all’impianto di termosifoni) di circa 82 mq caspestabili, nel piano inferiore c’è un altro appartamento ma non viene abitato mentre sopra ho la mansarda di mia proprieta grezza. Recentemente ho effettuato dei piccoli interventi abbassando il soffitto con cartongesso isolato in modo di avere un altezza media di 2.70 metri, il resto dell’isolamento e solo discreto ma comunque presente (il palazzo risale come costruzione al 1993). Il dubbio è il collegamento che il mio idraulico ha pensato per l’installazione di una termostufa che vi descrivo: avendo il collettore dei termisifoni nel disimpegno e la canna fumaria invece nel soggiorno, l’idraulico ha portato i due tubi da collegare alla stufa dal collettore alla canna fumaria passando per la mansarda, quindi questi tubi salgono in mansarda per poi scendere vicino alla canna fumaria dove dovrà essere installata la stufa, lui dice che l’impianto essendo a circuito chiuso non dovrei avere problemi!!! Allora la mia domanda a voi esperti e questa, questo tipo di impianto può funzionare CORRETTAMENTE senza perdere rendimento (i tubi messi sono coinbentati), e di che potenza avrei bisogno??? La mia scelta e caduta su due modelli di termostufa la Thermorossi H2O da 18 kw con potenza all’acqua di 12,5 Kw e la nuovissima EdilKamin Karma EvolutionLine 16 kw con potenza all’acqua di 14 Kw. Secondo voi quale di questi due modelli sono indicati nella mia situazione e vanno bene come potenza visto il tragitto che l’acqua prima di arrivare al collettore dei termosifoni fa??? (almeno 7 metri). Ringrazio chi mi vorrà aiutare, salutandovi tutti i modo affettuoso…

    Snake (Giuseppe)

  94. cancamilin scrive:

    x snake
    dipenderebbe anche dalla zona climatica dove vivi e da quanti termosifoni hai e di che tipo…
    ma non dovresti avere problemi

    ciao

    p.s. magari fai coibentare due volte i tubi in mansarda

  95. cancamilin scrive:

    x michele
    sono d’accordo con parlanti, meglio il legno…
    A meno che tu non abbia che so una azienda agricola e certi prodotti come cippato e quant’altro gratis, il che è diverso.
    Per una volta la concorrenza sembra funzionare.

    ciao

  96. parlanti roberto scrive:

    x snake nessuno problema con entrambi i modelli devi solo aver l’avvertenza di mettere un jolly nel punto piu alto potrebbe formare aria il sifone che fai verzo l’alto tutte e due le stufe hanno potenza piu che suffucente per fare anche acqua sanitaria.oltre che riscaldamento io conosco bene thermorossi quindi ti consiglio questa forse cancamillin non avra’ la stessa idea ma anche l’altra va benissimo come potenza, se il tragitto e’ lungo isola meglio i tubi e crea un ricircolo in ritorno in caldaia con una valvola 3 vie termostatata a 55 57 gradi questo vale per tutte le stufe a pellets quando c’e’ un impianto con grande capienza d’acqua e tutela la tua stufa in maniera totale per la eventuale condensa.per il resto tutto ok

  97. michele scrive:

    Grazie Roberto parlanti
    Io valutavo il risparmio sul materiale da bruciare, ed effettivamente come dice Cancamilin non ho un’azienda agricola o potrei facilmente reperire facilmente prodotti come cippato, ecc..
    dall’altro lato invece vedo che le caldaie onnivore costano tanto + la costante manutenzione.
    Io Abito in provincia di Bari, parlando con amici e termoidraulici pare che di caldaie a pellets non ne abbiano installate tante, per cui non avendo molta esperienza, non sanno dirmi all’incirca quanto potrei spendere per il tutto,questo mi preoccupa un po.
    Sai dirmi se esiste da queste parti un centro qualificato?
    ed eventualmente quanto potrei spendere per una caldaia a pellets considerando che vivo in un appartamento di mq. 130 ca. con attuale caldaia a gasolio?
    Molti mi dicono per esempio che le tubazioni del riscaldamento vanno cambiate, altri invece no.
    Non so se riesci a capire il mio stato confusionale,
    Roberto ti sarei molto grato se mi dassi un consiglio.
    Grazie.

  98. michele scrive:

    Hei Roberto ma per leggere quello che scrivi bisogna analizzare frase per frase per via della punteggiatura che manca.
    per capire quello che hai scritto, ho dovuto rileggerlo tre volte.
    E’ una battuta non prendertela, comunque grazie ancora sei molto chiaro nello scrivere (a parte la punteggiatura).

  99. parlanti roberto scrive:

    sai mentre lavoro butto giu qualche idea allora vado di fretta e non penso che poi quello che scrivo qualcuno lo legge pure
    come in passato.
    ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
    ………………………………………………………..
    ;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;;
    “”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”"”
    ????????????????????????????????
    fate a self service
    ciao

  100. parlanti roberto scrive:

    certo michele eccomi qua l’impianto vecchio ripristinarlo ,lascia stare , se mai isolalo meglio ,usa una macchina d’alessandro mod csi 30 con o senza scheda di accenzione e mantenimento a seconda se vuoi andare tutto in manuale o anche in automatico se contatti l’azienda almeno fai il mio nome o magari fallo dopo che l’hai acquistata e’ piu corretto nei tuoi confronti.se vuoi ottenere il massimo da questa macchina puoi anche istallare una miscelatrice in ritorno tipo a 57 gradi facendo un by pass per evitare che si crei condensa praticamente un ricircolo, ma con una pompa solamente anche se, avendo un notevole quantitativo d’acqua circa 100 lt internamente non dovresti avere problemi la pendulazione durera’ poco.
    io sto riscaldando 270 mq a casa mia con 2 bollitori da 200/300 lt cadauno in questa stagione abbiamo “sfarinato” 80 ql di pellets enerlees.
    se sei maniaco della tecnologia, puoi avvalerti anche di un sistema di pulizia tutto automatico ma aggiungeresti circa 800 euro in piu.
    sono 3 anni che vendo queste macchine (0) problemi solo peccatucci veniali che a volte non hanno causato neanche loro.
    il costo circa 4900,00 di listino dovresti averla a4000 ,4100, circa euro piu o meno se togli la centralina elettronica cosa molto usuale al sud risparmi anche 400-500 euro.
    poi da voi ci sono tanti produttori di queste macchine onnivore ma se dovessi dare un consiglio non mi muoverei da questa anche se forze una delle piu care sul mercato. senti se mai l’azienda chi potra’ darti come rivenditore di zona io sto i umbria quindi sono troppo lontano.
    www. d’alessandro termomeccanica.it

  101. parlanti roberto scrive:

    x michele sulle caldaie onnivore non c’e’ nulla di manutenzione o quasi x l’impianto e’ normale che se lo fai nuovo e’ meglio ma puo andare bene lo stesso.

    per i prezzi gli idraulici che mi affiancano in questo momento sono dei professionisti seri me li sono scelti perche su 10, 5 non sanno quello che fanno 3 sono bravi 2 cosi’ cosi ma di solito fanno il conto a lavoro finito.
    e’ ora di smetterla cosi saresti capace pure tu a fare l’idraulico non voglio offendere la categoria ma a volte capita anche questo, lo stesso per i rivenditori ,cosi visto che siamo in tema di elezioni faccio parcondicio.
    perdonatemi la battutaccia ma a parlar male a volte ci si azzecca.
    ciao michele scusa la punteggiatura non e’ mai stata il mio forte ma a scrivere veloce sono bravo, vero???

  102. Snake scrive:

    Ringrazio di cuore, Roberto e Cancamilin per le celeri risposte alle mie domande, siete veramente in gamba…Comunque ho contattato le due aziende e presto manderanno a casa un tecnico per un sopralluogo gratuito per valutare la situazione e consigliarmi in merito al tipo di modello più adatto al mio caso…Vi farò sapere…

    Salutoni da Snake….

  103. enrico55 scrive:

    Gia’ che ci sono mi unisco ai ringraziamenti !!!
    Un grazie a Roberto che mi ha aiutato a risolvere un problema ,piu’ che un problema era una mia comodita’ , sulla 3001 .
    Penso che se i tecnici fossero tutti disponibili e preparati come Roberto e Cancamilin le nostre stufe avrebbero meno problemi.
    Gia’ che siamo in un blog dico la mia sulla 3001 .
    Una bella stufa costruita con ottimi materiali , che funziona e rende bene , peccato per il telecomando Aladino che per essere veramente comodo dovrebbe avere un menu differente, cambiare gli orari di accensione è come ha scritto qualcuno prima di me un po’ macchinoso

  104. parlanti roberto scrive:

    grazie enrico basta altrimenti poi ci credo e mi monto la testa
    un saluto

  105. pasquale scrive:

    Ciao a tutti. Finalmente ci si risente. Vi ricordate? Avevo acquistato 2 stufe 3001 Thermorossi. Una di esse non andava la trasmissione del radiocomando Aladino. Bene, grazie al mio rivenditore di zona, che incontrandolo ad una fiera mi ha chiesto come andavano le stufe, dopo avergli spiegato tutto, compreso “l’assenza” del tecnico di zona, ha provveduto personalmente a sostituire il famoso microchip. Ora il radiocomando funziona perfettamente. Due giorni fa, invece, la stessa stufa, all’improvviso ed a minimo, ha fatto una sfiammata enorme all’interno con rumore e per spegnerla, dopo vari tentativi con il radiocomando, c’è stato bisogno di togliere la corrente elettrica. Ieri non ha dato nessun problema. Per quanto riguarda l’Aladino, alla temperatura impostata interna, segnala sempre una piu’ elevata. es: impostata 20°, mentre lavora, segnala anche 23°. Bo? Chi ci capisce?!

  106. pasquale scrive:

    Ad ogni modo, ritengo che le stufe 3001 appena uscite, hanno e danno problemi, mentre successivamente sono andate via via migliorando. Il fatto è che anche il tecnico sembra irreperibile e pieno di lavoro, quindi passano i giorni e si avvicina il momento che scade la garanzia. Sig. Parlanti, di dov’è? Magari potrebbe venire a fare un controllo…. (Pagandola naturalmente)

  107. pasquale scrive:

    A proposito: La sfiammata enorme che ha fatto la mia stufa, non mi da fiducia nel programmare un’accensione in mia assenza o lasciarla accesa. Cioè: Quello che è accaduto potrebbe verificarsi di nuovo. E se in casa non c’è nessuno?????

  108. pasquale scrive:

    Salve, vorrei un parere: Qualcuno mi sa dire come si è trovato con il pellet della ditta ITFIRE di Sassocorvaro (PU)?
    Io non sono un esperto, ma li ho usati quest’anno e mi sono trovato bene. Che ne pensate?

  109. pasquale scrive:

    Con gli interventi tecnici di Roberto, personlmente mi sento meno “abbandonato”. Grazie Sig. Roberto. Mi congratulo col l’Amministratore per aver creato questo blog, ma anche con Voi che scrivete.

  110. Emanuele scrive:

    Oggi grazie al sign. Parlanti mi sono arrivati gli aggiornamenti della scheda elettronica, è da circa un mese che ho spento la stufa non so quando la potro riprovare come si deve. Speriamo che i capricci della mia comunque affezionata 3001 siano finiti qua.
    Per quanto riguarda il pellet Pfiefer e comunque ho provato anche altri tipi, io non dico che essi sono tutti lunghi 7cm, ma molti di questi pezzi arrivano anche a 6-7 cm. Se questi pezzi mi sfuggono alla vista e non li spezzo, mi raschiano sulla clochea e fanno rumore.
    Cosa poco simpatica.
    W il sign. Parlanti e grazie a Camcamin.
    W le critiche solo se sono costruttive ed educate.
    X thermorossi che credo sia una bella azienda Italiana, non facciamo le cavolate!
    Grazie a tutti

  111. parlanti roberto scrive:

    grazie x il signor ma sono solamente roberto hai centrato l’argomento w le buone maniere quei pellets non sono un gran che’ se cosi lunghi fallo presente al tuo rivenditore affinche’ protesti 6 cm se sono tanti bloccherebbero anche una caldaia piu grande sopratutto se duri.
    sono contento x emanuele che spero abbia definitivamente risolto i suoi problemi poi un po’ di sano patriottismo in questo momento no guasta.
    ciao.

  112. pasquale scrive:

    Per Roberto e Camcamin: Avevo visto una specie di vaschetta appesa all’esterno all’uscita fumo. Non si sentiva nessun cattivo odore di fumo. Ho chiesto in giro e mi è stato detto che probabilmente è un contenitore di acqua che serve per abbattere il fumo e l’odore dello stesso. Domanda: Ne sapete qualcosa ed è legale e sicura questa soluzione?
    Grazie

  113. parlanti roberto scrive:

    X PASQUALE LEGALE SICURAMENTE NO FUNZIONALE IN CERTI AMBITI SI, MA NON A NORMA .SICURAMENTE
    SICURO, NON ESSENDOCI CANNA FUMARIA LA SICUREZZA VA A FARSI FRIGGERE E’ UN PAGLIATIVO PER POTER FAR SCARICARE IL FUMO E NON DANNEGGIARE IL VICINATO MA SE IL VICINO SI “INC……ZZA” X LEGGE VI FA SMONTARE TUTTO. LA LEGGE NON CONSENTE UNA XCANNA FUMARIA CHE NON SIA A TETTO.
    VOLENDOLO COMPRARE COMUNQUE LA SMALBO LA APROS LA MULTICLIMA E COSI VIA HANNO UN DISPOSITIVO DEL GENERE.DA VENDERE OPPURE UNO SE LO PUO COSTRUIRE SUL POSTO E’ UN SEMPLICE DECANTATORE DOVE DENTRO VIENE MESSA DELL’ACQUA E PERIODICAMENTE O TRAMITE UN LIVELLOSTATO GALLEGGIANTE SI RIEMPIE,C’E’ ANCHE IL PROBLEMA CHE GELI E COSI VIA.!!!!!!!!!!

    PASQUALE SE FAI RIFERIMENTO A QUEL PELLETS LI CREDO CHE SIA QUELLO FATTO DA SCARTI DI LAVORAZIONI DI ANTINE DI ROVERE PRODOTTE DA SANTINI????

    SE CONOSCI QUELL’AZIENDA LI FORSE NON SIAMO NEANCHE COSI’ DISTANTI ANCHE IO SONO DI QUELLE PARTI IL PELLETS HA UN’IDENTITA’? HA UN MARCHIO DI QUALITA’?? HA SU IL NOME DI CHI LO PRODUCE E CON CHE COSA?? SE NON C’E SCRITTO NIENTE LASCIA STARE E VANNE A COMPERARE UN’ALTRO ALTROVE.
    CIAO

  114. Emanuele scrive:

    Ciao a tutti,
    che scolo devo comprare per pulire la canna fumaria della stufa a pellet d.80?
    scovolo in acciaio in nylon, esso deve essere del diametro del tubo o piu’ grande va bene ugualmente d.100?

    Ciao e grazie Emanuele

  115. cancamilin scrive:

    io di solito uso uno scovolo in acciaio modificato diam.80, ridotto di qualcosa per non incastrarsi nelle giunzioni

  116. Snake scrive:

    x Cancamilin e/o Roberto

    Buonasera,

    volevo chiederti se conosci la marca “RIKA” ed esattamente il modello Stufa a Pellet Idro “EVO Acqua”. Oggi sono stato ad una fiera e il venditore illustrandomela ha detto che è la migliore stufa in circolazione in italia, essendo di costruzione austriaca e che li le norme sono più severe che da noi, inoltre questa stufa avrebbe un sistema che svuota il crugiolo in automatico e altri sistemi che non fanno attaccare le ceneri nella camera di combustione, etc. etc.. Insomma secondo lui non ha rivali fra i vari montegrappa, EdilKamin e Thermorossi..Tu cosa ne pensi???

    Ciao Snake

    un saluto a tutti….

  117. parlanti roberto scrive:

    x snake conosco bene il prodotto rika e’ un marchio storico di stufe quello che ti ha detto in parte e’ vero ma con la globalizzazione in atto non e’ detto che sia il miglior prodotto scegli pure un marchio italiano forse qualche anno fa era proprio cosi’ ora tutti hanno tutto ci sono sempre dei particolari che mi fanno propendere piu per alcune aziende tipo termorossi per la sua meccanica sobrieta’ dimensioni rispetto alla potenza e resa.montegrappa sono un rivenditore storico di questa azienda ma ho sempre trattato piu caminetti che stufe ora credo abbiano fatto un ottimo prodotto idro peccato le dimensioni ma per bellezza ed eleganza di fiamma sono molto bravi anche edilkamin fa degli ottimi prodotti,quindi snake se fossi in te prenderei la strada italiana sempre che le caratteristiche te lo permettano vorrei sapere che cosa ha in piu una rika in un bruciatore rispetto ad una h20 18 thermorossi che lo ha meccanico da 4/5 anni orsono ti permette veramente di avere una combustione quasi sempre perfetta in qualsiasi situazione e sopratutto con qualsiasi tipo di pellets,cosa che hanno sempre invidiato tutti i costruttori di stufe,conosco le filosofie austriache sono molto nazionaliste, pretendono di utilizzare esclusivamente i loro pellets e cosi via,ricorda che poi potresti fare i conti dopo quando sarai magari costretto a mettere nella stufa quello che il mercato ti offre.
    oltretutto credo che rika questa stufa non l’ha da moltissimi anni quando costruiva per lincar qualche anno fa ,aveva solamente stufe ad aria o almeno importava solo quelle, fatti fare una cronoligia di questo prodotto, non penso abbia tanta piu esperienza di un prodotto italiano che hai elencato anzi.per le altre caratteristiche rimango allibito ceneri che non si attaccano!!!!!
    ma!!!!!! qua pur di vendere!!!!!!!
    ciao snake sii un po nazionalista, ora serve, dai retta acquista un prodotto italiano magari se vuoi un aiuto dammi un idea della casa ti sapro consigliare al meglio a prescindere la marca.
    ciao.

  118. cancamilin scrive:

    è curioso ma ogni volta che parlo con rappresentanti o quando vado a qualche corso di aggiornamento di marche di fascia alta, puntualmente mi dicono:
    “sono le stufe migliori in Italia”
    “siamo quelli che vendono di più”
    “questa tecnologia l’abbiamo solo noi”
    io per cortesia non ribatto e ridacchio tra me e me perchè conosco qualche difettuccio delle stufe e so che quella tecnologia, sotto altro nome, ce l’hanno anche altre marche…

    Comunque scegli marche con esperienza ultradecennale, e centri assistenza in zona, meglio ancora se italiane.

    ciao

  119. Snake scrive:

    Grazie cancamilin e Roberto

    Il problema è che le due aziende italiane che avevo contattato (Thermorossi e EdilKamin) per avere un sopralluogo nella mia abitazione mi avevano dato i n° di telefono dei loro centri di assistenza, che in provincia di Avellino sono inesistenti. Comunque ho contattato entrambi i tecnici più di tre settimane fa e mi avevano promesso che nel giro di una settimana sarebbero venuti, un centro quello thermorossi era abilitato anche alla vendita per telefono mi aveva fatto anche un offerta… ma a tutto oggi questi signori non si sono fatti sentire, allora ho pensato… se prendo una stufa fra le due marche e ho qualche problema questi non si presenteranno che dopo mesi… se nella fase pre vendità sono cosi efficaci figuriamoci dopo!!!!! Se vi ricordate la mia situazione ve l’ho già spiegata in un precedente post…Per me la stufa a pellet essendo l’unico modo di riscaldamento, l’assistenza tecnica è fondamentale, ma purtroppo le due aziende italiane almeno nella mia provincia LATITANO e non hanno centri assistenza ma si appogiono su un altra provincia con spiacevoli ritardi (penso) nei vari interventi.. Sto valutando anche la Palazatti e devo dire che sia il responsanbile di zona che il tecnico si sono subito messi a disposizione, ma di questa azienda per il mio caso non ho trovato prodotti che possano fare al mio caso, anche perchè volevo prendere una stufa idro con una potenza un pochettino maggiore…

    Per la Rika avete perfettamente ragione sul pellet, l’avevo presa in considerazione (anche ha fronte di un prezzo maggiore rispetto alle altre 2 circa 4000 euro contro 3150 della Evolution line EdilKamin e 3400 H2o da 18Kw della termorossi) per la presenza del tecnico nella mia zona. Ma penso che per i motivi da voi spiegati mi orienterò verso altre aziende, al tal proposito vi prego se conoscete qualche azienda di vostra fiducia che faccia un prodotto idro con potenze all’acqua tra 12 e 14 Kw presenti con una buona assistenza tecnica nella mia provincia, di farmelo sapere…

    Salutoni da Snake

  120. parlanti roberto scrive:

    rivolgiti in azienda direttamente snake e segnala la cosa e’ meglio per tutti se non ci sono tecnici e venditori preparati e’ bene che lo sappiano.
    ciao

  121. parlanti roberto scrive:

    ma chi e’ che scrive quelle cose strane?’?
    per non aggiungere aggettivi!!!!!!!!!!!

  122. Snake scrive:

    x Roberto

    Ho contattato l’azienda (Edilkamin), oltre al sopralluogo da loro promesso e non avvenuto mai, ho chiesto maggiori informazioni sul prodotto (Assenti sul loro sito) che intendevo acquistare (Evolution Line idro da 16Kw 14Kw all’acqua), ed esattamente
    1) Consumo elettrico Min/Max
    2) Rumorosità a regime
    3) possibilità di collegare un Cronotermostato esterno
    3) più altre informazioni…

    Ma anche in questo caso SILENZIO ASSOLUTO!!!

    A questo punto penso che l’azienda sia poco seria o che voglia nascondere informazioni tecniche fondamentali come il consumo elettrico e la rumorosità…

    Arrivati a questo punto se non otterò risposte scartero la EdilKamin e passero ad altre aziende…

    Saluti Snake

  123. parlanti roberto scrive:

    x snake prova con thermorossi loro dichiarano tutto
    magari sei piu fortunato
    ciao

  124. cancamilin scrive:

    Snake
    le evolution line sono uscite solo a marzo…
    E in molte regioni italiane non sono neanche ancora arrivate.

    Il consumo elettrico e di circa 400w all’accensione, a regime intorno ai 250w.

    Tutte le stufe edilkamin possono essere collegate a un combinatore telefonico o a un cronotermostato esterno.

    La stufa è silenziosa in quanto l’unico rumore è quello della fiamma aspirata e del plin plin del pellet che cade…

    Appena ho il manuale se vuoi te ne mando una copia.
    ciao

  125. Snake scrive:

    x cancamilin

    Grazie per le preziose informazioni, se le aziende fossero efficaci come te, sicuramente avrebbero più clienti e venderebbero più prodotti..Certo che il consumo elettrico mi sembra un po esagerato rispetto alla stessa Thermorossi, se facciamo due conti x 10 ore di funzionamento sono circa 3 kW al giorno, NON sono POCHI!!!
    Per le altre caratteristiche sono OK, è quello che cercavo…

    Comunque ti sarei molto grato se appena avrai una copia del manuale, me ne potrai inviare una copia…

    Grazie a tutti
    Snake

  126. LUCAS scrive:

    sono in procinto di acquistare un thermorossi 3001 easy ma dopo che ho letto tutti i post mi è venuto qualche dubbio…
    cancamilin cosa mi dici?

  127. parlanti roberto scrive:

    acquistala pure con tranquillita’ devi solo chiedere se fossi preoccupato per l’assistenza alla stessa assistenza in loco o meglio se lo stesso rivenditore la fornisce lui, spesso thermorossi lo permette per il resto potrai avere gli stessi problemi di qualsiasi altra marca cosa molto importante una buona canna fumaria a norma e un buon pellets.
    quelli che scrivono cose del genere di solito non meritano risposta, e’ vero c’e’ stato un momento di crisi ma ora gli stupidi problemi causati dal sistema di trasmissione dati tra telecomando e stufa non esistono piu da un pezzo sono tutte state aggiornate,stiamo sempre parlando di una stufa non e’ una navicella spaziale,quindi da rivenditore thermorossi quale sono puoi fidarti se vuoi meno tecnologia e con quasi gli stessi soldi ti consiglio una 6000 sempre che piaccia,oppure la nuova 1000 la ultima nata stessa tecnologia e meccanica della 6000 ma con dimensioni da giocattolo ,7 kwatt 60 mq circa senza problemi costa circa 1400,00 o giu di li,magari fatti dare le caratteristiche dal tuo rivenditore di fiducia ,scusa se ho risposto io se si fosse trattato di edilkamin l’avrebbe fatto sicuramente cancamillin

  128. pasquale scrive:

    Ho fatto visita al mio venditore della 3001, nonchè venditore di pelletts, ebbene, mi sembra quasi che ho parlato con Roberto…..
    Scherzi a parte, il mio venditore mi ha detto le stesse identiche cose che nel post di sopra ha scritto Roberto. Anche per quanto riguarda la nuova nata 1000. Tra l’altro devo dire che non mi piace tanto, anche per la “consistenza” corporale.

  129. parlanti roberto scrive:

    FORZE SI POTEVA FARE ANCORA MEGLIO PER LA CONSISTENZA MA FIDATI LA 1000 SARA’ UN SUCCESSO INAUDITO E’ PICCOLA E’ POTENTE E HA TUTTE LE CARATTERISTICHE PER ESSERE LA PIU AFFIDABILE DI TUTTE LE STUFE.
    MI FA PIACERE CHE ALTRI LA PENSANO ALLA STESSA MIA MANIERA.
    UN SALUTO

  130. pasquale scrive:

    Ragazzi, mi serve un’informazione fiscale:
    Dovendo fare la denuncia dei redditi, vorrei sapere in quale riga fa scritta la stufa da detrarre. Vengono indicati condizionatori ed altro, ma non si menziona la stufa a pellett. Mi sapete dare un aiuto? Grazie

  131. PARLANTI ROBERTO scrive:

    nessuna riga pasquale la stufa rientra nel 36% come tale serve un modello che puoi trovare sul sito dell’agenzia dell’entrate poi fare la tua domanda allegando la certificazione del produttore in via rio sparto a pescara ag. delle entrate preposta il pagamento della fattura al seguito di chi ha venduto e o istallato la suddetta stufa va pagato rigorosamente con bonifico bancario mensionando la causale del risparmio energetico specifica
    il tutto verra’ detratto in 10 anni se giovani o in tre se anziani. tutto qua . almeno sino a pochissimo tempo fa era cosi se e’ una caldaia quindi en 303-5 la pratica e’ diversa ci vuole una sostituzione di una caldaia a gas o gasolio premesso che in questo caso si pone l’ energia primaria pari a zero quindi si migliora inevitabilmente le prestazioni di casa del 20% si riesce a detrarre il tutto al 55% sempre pagamento con bonifico necessaria invece l’asseverazione di un tecnico preposto es. termotecnico di solito.
    spero sia stato chiaro.stufa (36%) caldaia en 303-5 (55%)

  132. PARLANTI ROBERTO scrive:

    cancamillin non si puo bloccare tutti questi spaam???
    credo siano fastidiosi per tutti.
    mi sta venedo in mente uno strano presentimento!!!!!!!!!!!!!!
    pensar male e’ brutto ma qualche volta ci si azzecca.
    e’ un proverbio delle mie zone.

  133. cancamilin scrive:

    che presentimento?
    hacheraggio by thermorossi?
    .-)

  134. lucas scrive:

    grazie roberto! oggi vado a vedere da vicino anche la 1000 e poi decido subiti cosa fare!il tecnico therm….mi ha chiesto 800 euro iva e manod. compresa per una canna fumaria tutta nuova comprensiva di foro sulla soletta, uscita a tetto con
    faldale in piombo e terminale antivento; tubi, curve, raccordo a T con
    ispezione, collari e rosone diam. 8 neri per collegamento dalla stufa
    fino alla soletta, tubi acciaio inox Aisi 316 L per collegamento dalla
    soletta fino al tetto, coppelle di coibentazione.il prezzo è buono ?la tratta è circa 3,5 mt.
    ciao e grazie a tutti!

  135. parlanti roberto scrive:

    x lucas e’ difficile stabilire ma credo sia onesto da quello che mi hai spiegato .
    la 1000 e’ un vero gioiellino rimarrai entusiasta dalla prestazioni di questa stufa semplice piccola e funzionale.
    ciao

  136. Vanessa scrive:

    Ciao a tutti. devo comprare una stufa a pellet per riscaldare un appartamenteo di 110 mq.
    il rivenditore mi ha consigliato una thermorossi 7000 canalizzata, prezzo 3000 euro, escluso tubo di scarico e tubi per canalizzare. per montare 6 mt di tubo con relativo camino e 12 mt per le 2 uscite canalizzate mi ha fatto un preventivo di 2000 euro compresi 6 fori nei muri.
    Oltre a chiedervi le vostre opinioni sulla stufa (rumorosità ecc..)vorrei sapere se la spesa è giusta.
    grazie!!!!

  137. parlanti roberto scrive:

    secondo me e’ un po altina la manodopera ma non vedendo il lavoro non si puo dire magari ci sono dei muri enormi. se dovessi spendere tanto opterei se ne esistono i termo un allaccio con h20 18 tutta altra musica sia per il rumore che per il resto ,sopratutto per il risultato finale che sicuramente sara’ diverso epiu professionale.questa non e’ la verita’ assoluta e’ un mio parere,ma io a casa di un mio cliente a patto che non si possa fare meglio non farei questa scelta.al limite se i termosifoni non ci sono metterei 2 mod.1000 e non farei tante canalizzazioni sempre sia possibile canne fumarie permettendo abbatterei il costo di almeno 1500 euro subito e comunque avrei un reparto notte ed un giorno separati e distinti meno rumore e forze piu uniformita di calore.
    se mi dai dettaglio della tua abitazione ti posso dare anche io una mano per l’eventuale istallazione o della prima 7000 o della h20 18 idro soluzione migliore se con i termo o delle 2 1000 nuovo modello.poi magari farai un confronto con il tuo rivenditore di fiducia e insieme a lui deciderai il dafarsi
    ciao buona serata.
    una curiosita’ nel prezzo c’e’ per caso anche la canna fumaria a 2 pareti esterna con sua istallazione ???
    se e’ cosi le cose cambiano.dammi spiegazioni piu dett.

  138. parlanti roberto scrive:

    scusa vanessa mi riferivo alla tua richiesta non avevo specificato.

  139. Vanessa scrive:

    i termosifoni ci sono ma sono collegati fra di loro e sono alimentati da caldaia centralizzata a gasolio.
    il rivenditore non è il mio di fiducia, ma quello più vicino a casa mia…a Brescia ne ho trovati solo 2!
    se magari puoi darmi la tua email t posso scannerizzare la planimetria dell’appartamento…o eventualmente un disegno..
    grazie mille comunque!!!

  140. Vanessa scrive:

    scusa ho sbagliatissimooo!! i termosifoni ci sono ma NON sono collegati fra di loro. perchè le stufe ke fanno l’acqua calda le ho viste anche io e sarebbero state un ottima soluzione. ma non è proprio possibile qui.

  141. parlanti roberto scrive:

    eccomi qua arrivo or ora dalla thermorossi sono andato a fare un carico parlantir@ibero.it
    comunque vai sul sito http://www.thermorossi.it troverai me e gli altri rivenditori ufficiali thermorossi point.
    io sto molto lontano da te quindi posso fare solo da supporto sto nelle vicinanze di gubbio umbria.
    ma non so si hanno inserito nelle marche oggi con ing. fabio rossi si discuteva del tuo caso lui concordava con me in quasi tutto ho capito il problema inviami la piantina ma dammi tempo sono sommerso di lavoro.
    un saluto.

  142. parlanti roberto scrive:

    sempre x vanessa

    se c’e’ unione tra di voi potreste trovare anche una soluzione di centralizzare a pellets il risparmio sarebbe devastante.basta mettere un conta kalorie x ognuno di voi
    avreste ancora piu risparmio
    non so se e’ possibile
    dinuovo ciao

  143. Snake scrive:

    x Cancamilin

    Finalmente ho ordinato la stufa, la EdilKamin “Feeling pietra ollare” Idro Evolution Line. Ho scritto direttamente alla EdilKamin e loro a proposito del consumo medio mi hanno risposto che la stufa consuma circa 100w e che risulta silenziosa come una normale caldaia a gas. Io mi sono fidato delle loro risposte, spero che quello che mi hanno detto corrisponda a verità…Tu Cancamilin mi ricordo avevi altri dati sulla stufa in questione!!!

    Fammi sapere se quello che mi hanno detto i tecnici della edilKamin corrisponde a verità, altrimenti come dice BudSpencer “Mi arrabbio”…

    un saluto affettuoso a tutti…
    Snake

    P.S. Il rivenditore mi ha promesso che la stufa arriva tra un mese, che tu sappia come sono messi con i tempi di consegna???

  144. cancamilin scrive:

    x snake
    so che hanno molte richieste e i tempi si allungano come si scende lo “stivale”, peggio nelle isole…

    per i watt devi considerare che sono costantemente in funzione il circolatore e il motore fumi, a intervalli il motoriduttore per il pellet…
    la idrofox (prodotto similare) ha a pieno regime 300 w di assorbimento, idem la ecoidro…
    considerando che il motoriduttore non è sempre alimentato penso siano più realistici 200-250 w.

    ciao

  145. antonio scrive:

    x roberto parlanti:salve roberto sono nuovo del blog,ho 1 appartamento di 120 mq x 2.70h ho appena ordinato una thermorossi h20 18,ma leggendo su questo blog dei problemi di aladino mi sorge il dubbio di non aver fatto un buon acquisto,inoltre volevo chiederle se la h20 18 va bene per scaldare casa mia,ero indeciso se prendere la h20 34 ma il rivenditore mi ha detto che e’ sovradimensionata e di conseguenza era sprecato spendere soldi in piu’ cosi ho preso la 18.premetto che abito a chiusi in provincia di siena.grazie

  146. antonio scrive:

    x roberto:scusi signor roberto mi puo’ fornire qualche indicazione sulla18 tipo affidabilita’ consumi di corrente,pellet,visto che lei fa assistenza thermorossi mi e’ sembrato di capire,quindi sicuramente c’e’ qualche suo cliente che usa una stufa del genere.altra domanda poi non la disturbo piu’,questa stufa va installata al posto di un camino che smembrero’,la canna fumaria la intubero’ nella vecchia canna del camino,circa 4,5/5 metri di cui circa 1,5/2 metri al di sopra del tetto,per fare un bel lavoro va intubata per tutta la lunghezza o se gli manca 1/2 metro va bene uguale?la canna fumaria va coibentata oppure posso lasciarla cosi’ come’?che tipo di tubi vanno usati in acciaio normale oppure inox?E’ opportuno ripulire la vecchia canna,credo sia in muratura molto grossa e quadrata credo 20/20 oppure 30/30,oppure posso intubarla tranquillamente sono quesiti che ho posto alla persona che curera’ l’installazione ma non ho ricevuto risposte soddisfacenti.siccome il camino che va tolto e’ angolare,per montare la canna credo vadano adoperate due curve a 90 gradi e’ una installazione corretta?il tutto poi e’ a norma?ringraziandola anticipatamente per la sua cortesia e professionalita’ grazie

  147. cancamilin scrive:

    x antonio

    la termorossi roberto…

    la canna da intubare va assolutamente pulita in maniera approfondita o rischi (capita spesso) l’incendio della canna.
    Due curve 90° le regge ma c’è il rischio che si intasino se non sono ispezionabili, se fa meglio 2 curve “dolci”, 45° o 30°.

    ciao

  148. antonio scrive:

    grazie cancamilin,le curve saranno ispezionabili,ma la parte intubata nella vecchia canna fumaria va coibentata?stavo pensando invece di fare 2 curve a 90,di forare il muro e uscire dritto sotto la canna fumaria con uno t ispezionabile e imboccarla dritta senza curve.cosa ne pensa?e’ meglio? grazie.

  149. cancamilin scrive:

    la canna è meglio se coibentata o rischi goccioline di condensa e fuliggine

    un modo molto semplice è chiudere bene (magari tamponandolo con lana di roccia) l’inizio e la fine dell’intubamento, in modo da creare un vano chiuso dove la stessa aria funge da coibente

    se le curve a 90° sono troppo vicine alla stufa rischi l’intervento delle sicurezze, specie nella termorossi

  150. Claudia scrive:

    Buongiorno a tutti. Questo blog è davvero una miniera di informazioni!
    Avrei bisogno della consulenza degli esperti che in questo luogo pare non manchino, pertanto ne approfitto!
    Vi descrivo la mai situazione. Ho appena acquistato una casa già ristrutturata, su 2 piani, per complessivi 250 m2, attualmente alimentata ahimè a gasolio -caldaia con boiler per riscaldamento e h20 calda sanitaria. Impianto con 2 termostati separai. Si può accendere solo il piano terra o il 1° oppure entrambe contemporaneamente
    Piano terra salone grande con camino, open space su corridoio con bagno, dispensa, sala da pranzo e cucina.
    In salone esiste un camino vecchio tipo e saremmo intenzionati a mettere un inserto ventilato, ancora indecisi tra legno e pellets, ma credo finirebbe per scaldare solo il soggiorno ed eventualmente, con una canalizzazione, la prima camera da letto (esattamente sopra il soggiorno) al piano di sopra (scala a vista esattamente sopra il camino pertanto il calore tenderebbe a salire.
    E qua iniziano i dubbi..meglio canalizzare questo camino e portare una bocchetta al piano sopra? alcuni ci hanno detto assolutamente sì, altri ce lo hanno scondigliato perchè si finirebbe per non ottenere il risultato sperato nè sopra nè sotto.
    Poi abbiamo chiesto di affiancare a quella preesistente una caldaia a pellet , piuttosto che pellet -legna o onnivora e ci hanno detto che necessiterebbe di una nuova canna fumaria, un nuovo locale caldaia a parte, il che vorrebbe dire una spesa esagerata e un prelievo di qualche metro del garage, che così finirebbe per diventare un pò piccolino..
    Allora abbiamo pensato ad una stufa a pellets, ma dove metterla? in cucina, ma così rimarrebbe scoperto il piano sopra. Allora al 1° piano? potremmo metterla solo nell’ultima camera (l’unica inutilizzata), oppure all’inizio del corridoio, ma scalderebbe intensamente la nostra stanza quella eraltro con l’eventuale analizzazione, il nostro bagno e forse quella di mio figlio. Rimarrebbero freddi il suo bagno, quest’ultimo ancora da ristrutturare, per cui dotabile di scaldasalviette elettrico e l’ultima stanza, che diventerò stanza armadi per il cambio stagione perciònon necessariamente deve essere riscaldata.
    Un’amica mi ha parlato di una stufa a pelle della Edilkamin (il tecnico invece ci ha consigliato Thermorossi) che si può collegare al posto di un termosifone e scalderebbe tutti i termosifoni e produrrebeb acqua calda sanitaia.
    Secondo voi la potenza di questo tipo di stufe sarebbe sufficiente per riscaldare tutti i termosifoni della casa, considerando che dovrebbero essere 12 o 13 su 2 piani?
    Il tecnico è scettico..
    Considerate che non possiamo isolare tubi o fare altri lavori perchè vogliamo spaccare il meno possibile visto che la casa è già perfettamente ristrutturata.

    Ringrazio anticipatamente chi vorrà aiutarmi

    Cordiali saluti

    Claudia Marasso

  151. parlanti roberto scrive:

    ciao claudia l’unica stufa in grado di poter scaldare il tutto e’ h2o 34 thermorossi con 34 kwatt e’ molto sforzata la cosa ma ho gia fatto queste esperienze in precedenza sono rivenditore thermorossi.
    indispensabile una valvola di reintegro a 57 gradi in caldaia come by pass in maniera di evitare visto il gra contenuto dei tubi di acqua da riscaldamento una continua pendulazione.
    poi si potrebbe con un buon idraulico vedere se si puo di spezzare le zone in tre invece che in due in maniera di poter andare per gradi e scaldare a settori la casa e velocizzare il tutto.h2o 34 e’ potentissima e credo se non hai voglia di mettere una caldaia da locale tecnico cosa che poi non vedo cosi male in quanto avresti rispetto all’impianto dei vantaggi in piu anche dal punto di vista dello sgravio fiscale,in questo caso del 55% trattandosi di una macchina o caldaia corrispondente ad en 303-5
    valuta bene la cosa. so che potresti avere dei problemi di scetticita con il tuo idraulico ma oggi come non mai la convenienza pellets e’ devastante 1 kg di gasolio e’ piu o meno 2 kg di pellets fai due conti il primo 1,55 circa al kg il secondo 2 kg neanche 0.40 centesimi.
    ciao un saluto roberto parlanti.
    se vuoi qualche informazione in piu posso darti la mia mail poi ti girero’ al rivenditore di zona di competenza thermorossi se ti serve.
    parlantir@libero.it

  152. Carlo scrive:

    Ho acquistato due Thermorossi 3001 per la casa di montagna. Le stufe sono state installate in due locali diversi e codificate per evitare interferenze l’una con l’altra.
    Instllazione accuratissima, molto professionale da parte del locale rivenditore con breve collaudo viste le temperature di questa stagione. Dopo 1 giorno una delle stufe parte da sola al massimo della potenza… Panico, il telecomando non funziona la spegnamo dopo vari tentativi. A quel punto la stufa non da piu’ segni di vita. Il concessionario interviene prontamente due giorni fa. La stufa riparte e sembra a posto, per precauzione vengono cambiati i codici a scanso di possibili interferenze…
    stamattina la stufa riparte da sola ancora una volta…
    La gemella tutto ok… Nuova chiamata del tecnico e segnalazione al locale rappresentante TH. A questo punto richiedero’ la completa sostituzione della parte elettronica.
    Che ne dite?
    Grazie
    Carlo

  153. cancamilin scrive:

    Crono inserito?
    Avete controllato che non ci siano orari inseriti
    per l’accensione automatica?

  154. Carlo scrive:

    Nulla, il crono non e’ mai nemmeno stato impostato ed infatti il telecomando non segnala nulla. E’ iniziato tutto dalla prima accensione. Oltre a tutto le due accensioni spontanee sono avvenute in ore e giorni diverse e con temperature esterne/interne talmente alte da rendere impossibile l’intervento voluto di un termostato.
    La stufa quando parte in questo modo poi e’ insensibile a qualsiasi comando sia dal telecomando che dal pulsante sul retro. sto attendendo il contatto del responsabile Thermorossi della zona visto che il venditore a questo punto non puo’ fare molto di piu’. Oltre a tutto avendo due stufe gemelle da 15 giorni la cosa mi da veramente fastidio.

  155. parlanti roberto scrive:

    ciao carlo io sono un rivenditore e tecnico termorossi credo che le stufe non siano state aggiornate per i disturbi e le radiofrequenze chiedi al tecnico se ha quarzato i trasmettitori e i ricevitori di segnale tra stufa e telecomando
    vedrai che la risoluzione del problema sara’ li.
    magari il rivenditore le aveva in magazzino non aggiornate magari lui non sa neanche nulla ma vedrai che tutto tornera’ aposto poi se hai ancora problemi ricontattami vedro cosa potro’ fare io. parlantir@ibero.it

  156. Carlo scrive:

    Grazie provero’ a suggerirlo anche se ahime’ la documentazione delle stufe dice che sono state costruiite il 3 giugno 08, 15 gg prima della consegna… Ci sono le schede di collaudo ma non si capisce l’eventuale livello del firmware
    In compenso il resp dell’assistenza della val d’Aosta non mi ha ancora contattato, oggi sollecitero’ il venditore

  157. parlanti roberto scrive:

    carlo se non riesci a risolvere prova a contattare il gentilissimo diego tecnico termorossi ma prima verifica che la trasformazione sia stata fatta il tecnico sa cosa deve essere cambiato sia sul trasmettitore che sul ricevitore poi per gradi arriva a lui vedrai che risolverai i tuoi problemi quanto prima, forze visto che non ottieni nessun reset dal tastino rosso dietro. a proposito ai provato atenerlo premuto per 5/10secondi?? con questa funzione si resetta il sistema altrimente potrebbe essere anche lui ad essere difettoso a me e’ capitato qualche rarissimo caso. poi rimane la scheda elettronica come ultima spiaggia.
    un saluto.tienimi aggiornato mi interessano le casistiche strane.
    come ultima ipotesi non escludo un forte campo magnetico avresti seri problemi ad invertire la posizione alle due stufe??? potrebbe essere interessante capire cosa stia succendendo, anche di questi casi sono venuto a conoscenza ai vari corsi tecnici e con un oscilloscopio come quello di striscia per capire si interviene per verificare eventuali fonti elettromagnetiche di disturbo.
    non e’ fantascenza ma con tutte queste tecnologie ci si deve aspettare di tutto sai le cose piu sono complesse piu rompono i “cosidetti” permettimi il termine.
    un saluto

  158. Carlo scrive:

    Grazie, aspettero’ il tecnico. Riguardo i campi magnetici le due stufe sono moto vicine, separate solo da una parete di legno, se una non ha problemi… non credo che le interferenze la risparmierebbero in queste condizioni.

  159. Carlo scrive:

    Ultimo aggiornamento!!!
    Or ora il tecnico di zona mi dice che per lunedi prossimo avra’ dalla fabbrica dei “nuovi chip da 12 piedini” da sostituire sia sul telecomando che sulla stufa.
    Che sia la volta buona?????

  160. parlanti roberto scrive:

    vedrai che stavolta carlo sara’ quella buona

    in qualsiasi caso sarei contento di sapere come va a finire mi interessa per la mia esperienza professionale

    un saluto

  161. Carlo scrive:

    Intervento tecnico fatto martedi’, sostituiti alcuni chip sia nella stufa che nel telecomando, finora tutto ok. Spero che il problema sia risolto. Peccato che, non essendo presente di persona, non abbia potuto verificare anche la stufa gemella che funziona perfettamente. Se comunque avesse i componenti vecch magari sarebbe il caso di aggiornarli in via preventiva.

  162. Carlo scrive:

    Sigh! appena messo il commento precedente, oggi la stufa si e’ riaccesa da sola. Richiamata assistenza, non so proprio cosa fare a parte richiedere la sostituzione.

  163. cancamilin scrive:

    Una stufa classica
    può accendersi da sola per pochi motivi:
    -interferenze elettromagnetiche
    -cronotermostato inserito
    -accensione a temperatura inserita
    -sbalzi di corrente, assenza messa a terra
    …..
    -scheda elettronica guasta

    Se sono sicuri che non sono verificabili i casi precedenti, dovrebbero cambiarti direttamente la scheda, non semplicemente il chip.

    auguri

  164. Carlo scrive:

    Ora, dopo una telefonata alla thermorossi, hanno proposto di cambiare tutta l’elettronica, sia stufa che telecomando. Devo dire che la disponibilita’ e la buona volonta’ ci sono, speriamo che si risolva tutto…

  165. gianni scrive:

    oggi pomeriggio dovrei andare a dare l’anticipo x una termorossi 3001 ma… leggendo qui’ non sono poi cosi’ convinto. Potete aiutarmi

  166. cancamilin scrive:

    Nei blog nessuno si mette a scrivere che è contentissimo della stufa e che scalda a volontà, sarebbe come incontrarsi dal dottore e dire “scoppio di salute!”

    Può capitare una stufa con qualche problemino, l’importante è semmai se la ditta che vende è seria ed è presente l’assistenza sul territorio

  167. ignazio scrive:

    Per Roberto e cancamilin: buonasera, vorrei acquistare una stufa a pelletts thermorossi, modello Ecotherm 1000, per irscaldare una sala di circa 30 mq, con soffitti alto 2,60 metri.
    Siccome non ho nessuna conoscenza tecnica in merito, ma mi sono affidato solo al consiglio del rivenditore, vorrei capire se vado incontro a rogne, o se invece si tratta di un prodotto di buona qualità.
    E poi, che pelletts, adoperare.? Io vivo a Udine, qui tutti ti parlano di pelletts austriaco, ma mi sa che ormai ti danno per austriaco anche il pellet del brasile… Grazie delle Vostre gentili risposte..
    Lascio anche la mail, per contatti Ignazios@inwind.it

  168. cancamilin scrive:

    Beh non dovresti avere problemi, la thermorossi è una marca discreta e a udine il pellet puoi trovarlo a buon prezzo…
    Per il pellet cerca quello con la certificazione din plus

  169. parlanti roberto scrive:

    nessun problema la 1000 e’ il concentrato di semplicita’ della thermorossi ,monta tutta la meccanica della vecchie e gloriosa 6000 e’ super potente e super piccola
    comprala senza timore non potra’ mai avere le problematiche delle altre non ha palmari e null’altro solo un semplice telecomandino e’ comunque programmabile .
    per i pellets andranno bene tutti quelli che sono fatti di legno e che hanno marchi di qualita non solo austriaci.
    ciao

  170. parlanti roberto scrive:

    x gianni e’ normale potresti avere timore ma i problemi sono oramai passati tutte stupidagini. forze lo scopo di coloro che hanno tanto sparlato di thermorossi era proprio quello di screditare un’ azienda cosi importante nel settore pellets stufe caldaie e legna con le sue continue innovazione . la nuovissima caldaia a condensazione a pellets ne e’ la riprova. pochissimi possono vantare una tale tecnologia nel settore, e’ evidente che questo qualche piccolo inciampo nel percorso innovativo lo puo procurare.
    acquistala tranquillamente .

  171. marcom scrive:

    salve a tutti,
    stiamo x procedeere all’acquisto di una stufa a pellet per il riscaldamento del piano superiore dell’abitazione principale, un rustico in parte ristrutturato ( tutto l’edificio è riscaldato con termosifoni e caldaia a condensazione GPL ). La stufa servirebbe essenzialmente per tre locali adiacenti e collegati ( niente porte), per un totale di mq 60 e mq 150, tenedo presente però che questi locali sono a loro volta collegati senza interruzioni ( no porte) ad altri sullo stesso piano per un totale di mq 16 e mc 45; ancora: sempre senza interruzioni uno dei locali dove si penserebbe di collocare la stufa x via della presenza della canna fumaria è collegato in maniera aperta al piano mansardato (circa 90-95 mc), essenzialmente poco vissuto.. per quanto riguarda la potenza termica necessario dovrebbe essere 10-12 kw.
    alcuni candidati all’acquisto sono: nordica extraflame irina o nordica extraflame tosca plus ( canalizzare o no, questo è il dilemma…) oppure ancora la termorossi 3001 o meglio ancora la 3000… o cosa?
    voi che dite?
    grazie x i suggerimenti

  172. marcom scrive:

    approfitto ancora della vostra gentilezza,
    riguardo alla collocazione della stufa: la canna fumaria è disponibile nella prima delle tre stanze, quella contemporaneamente aperta verso l’alto, il piano mansardato poco vissuto, e di lato verso un ingresso- corridoio di servizio, pure questo poco vissuto. non è c he qui il calore si disperde in ogni direzione e anche una 10-12 kw non basta?
    sarebbe possibile collocarla nella seconda stanza, al centro dei locali più vissuti, ( scegliendo una stufa magari un po’ più piccola o canalizzando) ma qui si dovrebbe bucare la parete con uno scarico all’esterno meno ortodosso.
    considerando che l’obiettivo è risparmiare e disattivare più termosifoni possibili ma con una ragionevole sicurezza, dove è meglio?
    attendo con speranza il vostro arbitrato, considerato anche che si è fatta una scommessa in famiglia su questa questione.. :)
    grazie

  173. Cristina scrive:

    Buongiorno,
    Complimenti per il sito , apprezzo molto le vostre conoscenze tecniche ma purtroppo resto molto ignorante e confusa …..chiedo quindi vivamente A I U T O !

    Abito in una colonica in provincia di Siena, circa 90 mq , h. 3/3,5 m – coibentazione/isolamento termico : praticamente zero!

    Esiste già (fortunatamente) l’impianto a gasolio, ma non vorrei dover rapinare banche per riscaldarmi , quindi stufa
    a pellet? a legna?quanto costa? che potenza mi serve ? e quanto costa fare gli allacciamenti?
    Ho visto i consigli sulla Thermorossi h 20 18 , ma poi ho letto i commenti degli utenti ….forse meglio cambiare marca

    Scusatemi , forse sono troppe domande….ma vorrei un consiglio pratico e amichevole (?)
    Grazie grazie grazie

  174. cancamilin scrive:

    Io non vendo Thermorossi e non ho alcun rapporto commerciale con la Thermorossi, ma ti posso assicurare che è una buona marca, fra le principali italiane.
    Scegliendo la marca della stufa verifica comunque che ci sia l’assistenza sul territorio, è importante.

  175. Carlo scrive:

    Aggiorno la situazione nel dopo ferie della 3001
    dal 22 Luglio alla fine la stufa e’ a posto, sembra si trattasse solo del pulsantino manuale sul retro. Alla fine sostituito quello tutto bene. Abbiamo avuto occasione di collaudarla a fondo e funziona veramente bene. Devo dire che a parte il mio disappunto iniziale per l’inconveniente la Thermorossi attraverso la rete di assistenza si e’ mossa velocemente. Il problema si e’ trascinato anche perche’ essendo in una seconda casa si dovevano concordare i vari interventi. Tante grazie anche a Roberto per i vari consigli utili.

  176. Francesco scrive:

    Ciao , devo comprare una stufa a pellet ad aria, mi sono fatto fare diversi preventivi , ho due domande per voi esperti :
    1. mi hanno consigliato la thermorossi , ma perchè rispetto alla concorrenza costa circa 800-1000 euro di meno ??
    2. per riscaldare 100 mq di casa da quanti kw devo acquistarla ? mi hanno consigliato la ecotherm 1000 , ma non è troppo piccola?

  177. cancamilin scrive:

    Se la matematica non è una opinione devono essersi confusi sul modello o hanno preso mq per mcubi…
    La ecotherm 1000 viene data per 7 kw, quindi riscalda bene circa 60-70 mq soffitto 2,70 casa coibentata.

    Tu hai bisogno di una stufa da 11-12 kw, forse è lì la differenza di prezzo

    ciao

  178. andrea scrive:

    Ciao a tutti, innanzi tutto complimenti per il forum, sono circa due settimane che giro per negozi e marche alla ricerca della stufa ideale, almeno penso. Ho trovato la eco 6000 ad un prezzo accettabile (~2200 euro). Il problema è questo, ne comprerò 2 (una per me ed una per i miei), saranno installati ad una distanza di ~3 m una dall’altra (i miei abitano a fianco). Ma non è che con questo aladino mi si “sbarellano” le stufe. Spero di non avere i problemi descritti in precedenza. Come potrei fare a testare il problema, diciamo ad accentuarlo in modo da capire se la stufa che prendo e già aggiornata o fa ancora parte di quelle precedenti (se c’è un modo)???
    Grazie.

  179. ferruccio scrive:

    per cancamilin e Roberto-
    devo compertare una stufa a pellets ma volevo sapere perche ho una canna fumaria in cucina del tipo eternit nel muro circa 30cm x 20 posso collegarla a questa praticando un foro alla giusta altezza dell’uscita della caldaia?senza vedere il tubo che sale esternamente la parete ?che mi consigliate ?
    grazie!! complimenti per l’interessate forum
    saluti a tutti

  180. parlanti roberto scrive:

    certo che puoi attaccarti ferruccio attento la canna in eternit o fibrocemento l’eternit anche se va bene e’ bandita puo essere pericolosa in casa se inalata la polvere della stessa e’ cancerogena quindi attenzione se e’ pulita e non sfibrata tutto ok .

  181. ferruccio scrive:

    grazie della vceloce risposta
    e’ una canna di circa 30 anni di vita dove lavorava una caldaia a gasolio .che temperature raggiungono i fumi all’uscita ? se metto una curva come ingresso alla canna di modo che indirizza il fumo verso il comignolo invece che orizzontale andra bene ?
    qui nel mio paese ognuno mi dice un modo diverso di montaggio anche di mettere dei tubi in acciaio nella canna
    ma operazione complicata devo togliere il comignolo perche si infilano male

    una domanda personale !! di che citta sei ?
    grazie ferruccio

  182. cancamilin scrive:

    ferruccio
    attento che se metti una curva nella canna tenderà a intasarsi, le stufe a pellet sputano molta cenere.
    L’unica cosa è che è raccomandato usare una canna indipendente dedicata a ciascun apparecchio.

  183. ferruccio scrive:

    io ho una canna che parte dal garage fino al tetto circa 7,50 metri e passa nel muro della mia cucina se pratico il foro e metto il tubo della caldaia direttamente senza nessuna curva che dirige il fumo verso l’alto va bene ??
    ,lo scarico della caldaia ha temperature elevate in quel tratto di tubo ?
    io dall’altra parte del muro ho un’altra stanza e’ possibile che infuochi il muro facendogli cambiare colore o bruciare la pittura’la curva la mettevo per quel motivo
    grazie Cancamilin !! vedo che siete molto ferrati e so che con il votro aiuto risolvero il problema
    buona serata a tutti !!!
    Ferruccio

  184. cancamilin scrive:

    il fumo esce in media a 150°-200°, una temperatura molto bassa per qualsiasi muratura, quindi non preoccuparti.

    Per evitare ritorni di fumo fai se possibile un tratto verticale dentro casa prima di collegarti alla canna fumaria.
    Metti il raccordo a t in partenza dalla stufa.

    ciao

  185. cancamilin scrive:

    dimenticavo:
    fai pulire molto bene la vecchia canna fumaria!!!

  186. ferruccio scrive:

    grazie !! ci risentiremo
    ciao!!!

  187. carmen scrive:

    Ciao volevo sapere se la 15400power (ad acqua) con 15kw resi all’acqua della montegrappa riesce a riscaldare una casa di circa 160 mq. Vi prego datemi una risp al più presto sono molto insicuro su quale prodotto acquistare.
    Grazie Giovanni

  188. parlanti roberto scrive:

    la power se non erro e’ la versione piu potente della 15400 circa 19 kwatt sono anche rivenditore di montegrappa non me ne vogliano,ah ah, si sicuramente e’ un’ottima stufa e riuscira’ a scaldare 160 mq valutate bene l’impianto se molto vecchio e tanta acqua occorre fare un by pass tra mandata e ritorno con una particolare valvola a punto fisso miscelatrice al fine di evitare continue “pendulazioni” cosi la stufa lavora meglio e la pompa sta sempre attaccata da subito e la macchina e’ tutelata per la possibile condensa che un impianto di dimensioni grandi come 160 mq si possono verificare se invece abbiamo poca acqua impianto con radiatori in alluminio e tubi di diam 12 in rame potrebbe essere anche omessa io la consiglio sempre.saluti

  189. ferruccio scrive:

    ciao Cancamilin !! ciao Roberto !!
    ho ripulito la vecchia canna da 30×20 ha un forte tiraggio
    credo andra bene speriamo !!!
    per il recupero del 36% che si deve fare o dove va fatta la richiesta .e’ valida x tutti i modelli di stufe??

    ciao a tutti !!!

  190. parlanti roberto scrive:

    la canna 20×30 e’ abbastanza grande ma io proverei senza reincannarla poi se mai lo farei ma solo se ci sono dei problemi.
    x il 36 tutto ok e’ semplice tira giu da internet dal sito della agenzia dell’entrate i moduli sono gli stessi del 36% della ristrutturazione.
    poi invia in raccomandata a via rio sparto pescara comunque e’ tutto sulle istruzioni dei moduli poi tassativamente fatto questo dovrai far fare la fattura al tuo negoziante e pagarla rigorosamento solo con bonifico bancario ma solo dopo aver fatto la pratica non prima.
    ciao

  191. ferruccio scrive:

    grazie !!! siete stati di grande aiuto!!ti faro sapere se andra bene!!
    io credo che ci conosciamo!sono di gubbio ti dice nulla??
    saluti a tutti ferruccio DR

  192. parlantir roberto scrive:

    fammi pensare conosco almeno 20 ferruccio di gubbio io sto a scheggia e lavoro a cantiano quindi siamo vicinissimi
    se mai che hai bisogno vienimi a trovare.

  193. ferruccio scrive:

    si io ti conosco!! io sono ferruccio il meccanico piaggio e appassionato d’auto d’epoca

  194. giulia scrive:

    Salve!Ottobre scorso ho comprato una Ecotherm 7000.Scalda molto bene, consuma poco,ma ho un problema- la stufa ha cominciato ricoprirsi di ruggine.Vorrei sapere se qualcuno ha stesso problema’?

  195. cancamilin scrive:

    ostrega!!
    ma all’interno o nel rivestimento?
    La bagni spesso?

    Parlanti cosa ne pensi?

  196. Paolo scrive:

    Chiedo scusa se la domanda può essere banale ma sono assolutamente inesperto ed avrei necessità di un aiuto prima di realizzare la canna funmaria per una stufa a pellets. Il raccordo a “T” ispezionabile per la pulizia, deve essere necessariamente installato immediatamente dietro la stufa, ovvero direttamente collegato ad essa per poi proseguire con la canna fumaria, oppure è possibile uscire dalla stufa per attraversare un muro di circa 50 cm con un tubo orizzontale e quindi, raggiunto l’esterno, installare il raccordo a “T” e la successiva canna fumaria in verticale ?
    Grazie per l’attenzione che vorrà avere per questa domanda.
    Un cordiale saluto

  197. cancamilin scrive:

    :-) la seconda che hai detto.

    La t si mette prima del tratto verticale, dentro o fuori dalla casa

  198. ghenghen scrive:

    cosa ne pensate della edilkamin? Secondo voi la linea evolution line ovvero karma e charme, sono davvero efficaci pur avendo un kw basso, ovvero 16? datemi tutte le informazioni che potete, esteticamente sono bellissime e hanno dimensioni contenute e per di più hanno una tecnologia moderna.cosa mi dite?

  199. cancamilin scrive:

    karma, charme e feeling
    stessa stufa, diversi rivestimenti.

    Non fatevi turlupinare da chi dichiara grandi quantità di kw e poi si scopre essere quelli al focolare e non quelli effettivamente utili all’acqua.

    Oltre all’estetica innegabile interessante l’elettronica.
    La scheda e il display sono predisposti per gestire un circuito secondario di un boiler, comandando un altro circolatore in base alla temperatura impostata a display.

  200. Pasquale scrive:

    Ciao a tutti ed un saluto particolare a Cancamilin e Roberto Parlanti.
    Giorni fa, ho pulito la stufa, smontando la canna fumaria, realizzata quasi orizzontalmente con tubi di 10 cm. di diametro per una lunghezza di circa 6 metri. Ho aperto anche il collegamento tra il motore butta-fumo della stufa e il raccordo di venti cm. che si collega alla colonna verticale, che è alta circa 2 metri. Ho notato che all’interno dei tubi e del motore dov’è la ventola del fomo, vi erano circa 4 mm.di fuliggine depositata alle pareti dei tubi. Ho pulito tutto ed ho soffiato con il compressore anche la ventola. E’ venuta fuori una nuvola di fuliggine. Sinceramente sono rimasto un po’ sorpreso da questo. A proposito, ho una Thermorossi 3001. Chiedo ai tecnici se tutto questo fumo e fuliggine è normale?????!!!!!! Un’altra cosa: Ho sentito parlare anche di vaschette mangia-fumo. Sono riempite con acqua ed in effetti non emettono odori di fumo, ma solo un leggero vapore. Vi risulta? Ciao Pasquale

  201. parlanti roberto scrive:

    ciao pasquale simpatico ed avvincente racconto,tutto quello che hai trovato e’ normalissimo non si puo istallare un stufa cosi’ tantomeno la cassetta magica o decantatore non e’ ammessa e comunque con quella canna avrai problemi sia con thermorossi che con altre stufe.
    fai una canna fumaria o passerai maggior parte della vita a fare manutenzione.
    ciao

  202. Emanuele scrive:

    Ciao a tutti,
    sono stato un po’ assente dal blog, ma dopo aver mosso delle critiche a Thermorossi mi sento in dovere di spezzare una lancia a favore.
    Effettuate le modifiche, sostituzione del micro dl tipo 22 sostituzione del trasmettitore a bordo scheda con corazza (o meglio schermatura) ovviamente in garanzia senza spendere un euro, come da suggerimento del sign. Parlanti Roberto che tra l’altro ho avuto la fortuna e il piacere di conoscere personalmente “persona squisita”, posso dire che la Ecotherm 3001 funziona da dio, ne sono contento.
    Dico questo in quanto, per chi dovesse acquistare un oggetto del genere, è vivamente consigliabile affidarsi a professionisti del settore, e sicuramente non vi troverete in difficoltà, Parlati R. e Cancamin, sono sicuramente professionisti. Un saluto anche al buon cancamin.
    Se la mia stufa fosse stata aggiornata prima di essere consegnata, io non avrei avuto modo di preoccuparmi.
    Una curiosità, mi è venuta voglia di mettere un pirometro in prossimita’ dello scarico fumi, ho voglia di monitorare la temperatura dei fumi, sono matto o si puo’ fare?
    Ho notato che molti produttori di canne fumarie hanno l’elemento lineare con pirometro solo per diam. da 130mm o superiore.
    Se fattibile come si può fare co sto pirometro?
    Ciao a tutti e a presto

  203. Emanuele scrive:

    Scusate cancamilin e non cancamin, pero’ cancamin mi piace di piu’:-)

  204. angela scrive:

    ciao
    qualcuno può aiutarmi
    sto per comprare una stufa palazzetti ecofire maxi mi hanno assicurata che se lascio le porte delle camere aperte riesco a riscaldare tutta la casa di 110 mq
    grazie anticipatamente

  205. cancamilin scrive:

    x angela
    la maxi è un buon prodotto e consumando sino a quasi 3 kg di pellet ora può sicuramente scaldarti la casa, ma a patto di non avere il soffitto alto e di avere dei buoni infissi.

  206. elio scrive:

    Ho acquistato una caldaia ecotherm h2o 18 e secondo me hanno fatto una clamorosa cazzata come ad esempio limitando l’utilizzo della caldaia collegata ad un accumulo con riscaldamento radiante ove si produce calore immesso in questo accumulo che a sua volta viene prelevato poco per volta la caldaia non si può usare con la funzione termostato perche scalda l’acqua a temperatura e poi si comuta al minimo spegnendo il circolatore ma continuando a scaldare l’acqua all’interno della caldaia oppure se si vuole usare con cronotermostato non e possibile perchè la caldaia dopo che si accende e raggiunge l’orario impostato ad esempio ore 17 e l’acqua dell’accumulo a 70° il circolatore della caldaia continua a girare fino al raggiungimento di 59° abbattendo così la differanza dell’acqua accumulata ho provato comunicare telefonicamente la thermorossi e la linea continuava a cadere sempre quando ponevo questo probblema e dopo innumerevoli mail di richiesta di informazioni alla thermorossi (senza Risposta) ho deciso di modificarla a modo mio riducendo enormemente la spesa utilizzando un termostato differenziale da frigorifero collegato all’acumolo con un funzionamento on\off e mettendo una valvola a tre vie sulla mandata della caldaia così quando il termostato va in on apre la valvola e mette la caldaia in collegamento con l’accumulo e quando si spegne il termostato chiude la valvola creando un circolo chiuso con la caldaia dimenticavo di dire che il termostato va collegato e utilizzato come cronotermostato se qualcuno sa dirmi qualche altra miglioria sarei grato e forse se i tecnici della thermorossi leggessero questo blog modificherebbero le anomalie dimenticavo anche che il totale della spesa per la modifica e stata 90,00 €_______

  207. michele scrive:

    salve a tutti posseggo un stufa a pellet ecotherm 6000 di thermorossi dal 2006 e fino ad ora tutto bene stamattina premendo il tasto di accensione è iniziato il ciclo l’estrattore fumi si è messo in funzione ma dopo secondi si è fermato e niente più segni di vita per la stufa che non è più ripartita i controli più semplici tipo i fusibili il pressostato non hanno evidenziato nulla , secondo voi dove stà il problema sarà proprio necessario cercare un tecnico che sia caopace ?

  208. Romano scrive:

    Buongirono Roberto,volevo chiederLe,ho una Easy 3001,abito in una zona dove ogni tanto ci sono dei “mancamenti di elettricità”,non si stacca la luce,è un’interruzzione,alcune volte si accende e si spegne in 5 minuti 3 o 4 volte.L’enel dice che hanno dei problemi e per la risoluzione è un pò lunga.La stufa al primo mancamento è logico che inizia a spegnersi,però quando ci sono questi accendi-spegni, si sente i clic che la stufa si stava per riaccendere,a quel punto la si spegne,aspettando che la cosa si ripristini.Adesso chiedo,come si fà per il pc, con un gruppo di continuità,per dare il tempo di spegnerlo,lo si può usare anche per la stufa?Dare il tempo di spegnerla come si deve,perchè non vorrei che a furia di andare avanti così,si scassi qualcosa?La ringrazio

  209. cancamilin scrive:

    x michele
    salta il salvavita? Si accende il display?
    potresti avere la resistenza di accensione in dispersione perchè umida opp. un altro corto

    x romano
    un buon gruppo di continuità ti potrebbe salvare la scheda elettronica che altrimenti, accendi-spegni, rischia di friggersi

  210. michele scrive:

    ringrazio per l’attenzione prestata al mio messaggio ma devo dire che non salta il salvavita , il display si accende ma non inizia la fase di accensione io pensavo ad un condensatore collegato all’estrattore fumi ma sostituirlo è un’impresa in quanto ha i fili saldati ed è in alluminio con tanto di bullone avvitato sulla carcassa della stufa e sembra che di questo tipo non se ne trovino, ho contattato l’assistenza. ma se fosse la scheda elettronica necessita di una completa taratura oppure è già pronta con i parametri impostat i?,ricordo che la thermorossi 6000 ha un’elettronica semplicissima. Allora se la resistenza fosse bruciata in questa fase non parte l’estrattore e neppure la coclea?ringrazio tanto e se qualche idea balza alla mente vi prego di espormela. Grazie.

  211. del conte anna rita scrive:

    Buona sera a tutti. Sono capitata per caso su questo blog. Stavo cercando più informazioni sulle stuffe a pellet, perchè sarebbe mia intenzione comprare una thermorossi ecotherm 6000 per riscaldare la mia casa di circa 100 mq. Il rivenditore della mia zona (abito in provincia di Pescara) è entusiasta della thermorossi e me l’ha raccomandata vivamente. Ma ho passato quasi un’ora a leggere tutti gli interventi su questo blog e mi si sono confuse un pò le idee. Cancamilin e Roberto Parlanti sembrano veramente molto in gamba e quindi chiedo a loro un consiglio spassionato. Vi ringrazio moltissimo. Del conte Anna Rita

  212. cancamilin scrive:

    x michele?
    si blocca l’estrattore fumi?
    può essere solo l’estrattore o la scheda elettronica…
    ti tocca chiamare il cat, sei ancora in garanzia?

    x del conte
    l’esperto sulla thermorossi è roberto

  213. lucas scrive:

    ciao a tutti.ho un “problema” con la mia nuova easy 3001.praticamente mi e’ gia’ capitato circa 3 volte di accendere la stufa sia in manuale o in automatico e uscire di casa , ma al mio ritorno (circa 2 ore dopo) la trovo spenta!premetto che la canna fumaria e’ pulita ,il pellet è austriaco di discreta qualita’ e non ho nessun tipo di interferenza con l’aladino.Il cronotermostato e’ disinserito.A qualcuno di voi e’ gia’ capitato uno scherzo del genere?ciao a tutti e grazie!

  214. mario scalese scrive:

    Salve a tutti……
    Complimenti per il blog……..
    Anch’io sarei interessato ad aquistare una stufa a pellets della ungaro srl o controllato nel blog e non ne parla nessuno….
    A vederle sembrano ottimestufe anzi dicono che sono l’uniche che hanno l’acqua sanitaria incorporata e una potenza massima di 34kw. Che ne dite???????????

  215. michele scrive:

    purtroppo non sono più in garanzia ma spero che non sia la scheda elettronica perchè, chiedo a voi più esperti la stufa andrebbe completamente ritarata?

  216. cancamilin scrive:

    no michele non preoccuparti
    la taratura di fabbrica è sempre la più indicata

  217. LUCAS scrive:

    risolto da solo il problema!era solo un po’ di condensa all’interno del tubicino del pressostato.ciao!

  218. Corrado scrive:

    Ciao a tutti. Sono finalmente riuscito a mettere in pista la mia nuova ecotherm 1000. Alcune domande da profano: è normale che la fiamma non sia uniforme e si alzi e si abbassi fino quasi a spegnersi in certi momenti oppure sarebbe da regolare il flusso di pellet? Se si come si può fare la regolazione della velocità della coclea? Mediamente quanto deve essere pieno il braciere o piuttosto deve rimanere come adesso praticamente vuoto (rimane coperto praticamente il fondo e si vedono i buchi del braciere)? Grazie in anticipo per le risposte

  219. Giovanni scrive:

    Ciao a tutti, avrei intenzione di acquistare una termostufa a pellet e vrei bisogno di un chiarimento, siccome non vorrei forareil solaio per la canna fumaria e dovendo collocare la stufa a ridosso di un muro cieco, come posso realizzare lo scarico?, Posso procedere lateralmente per circa 3 metri incassato nel muro? Necessita di tubo in acciaio coibentato? Forse dovrei indirizzarmi ad un acaldaia a pellet da collocare in un apposito locale,. C’è qualche modello che non costi troppo tipo le compact 18 della Thermorossi??

  220. antonella scrive:

    ciao a tutti, ho una ecotherm dal febbraio 2006 e fino a oggi non avevo avuto grossi problemi…fino a oggi. infatti oggi non ne vuole sapere di accendersi, mentre ieri ha funzionato bene.Premetto che abbiamo fatto la pulizia della canna fumaria alcune settimane fa, e così anche per la ventola.Praticamente oggi non riesce a fare la scintilla che permette l’accensione.io ho come l’impressione che non funzioni la ventola, sapete darmi un consiglio?

  221. cancamilin scrive:

    x antonella
    svuota il serbatoio dal pellet vecchio e mettine di asciutto
    controlla anche di non aver lasciato il cassetto o qualche ispezione aperta

  222. ida scrive:

    salve, ho Ecotherm3000 e lo scorso inverno mi sono trovata veramente bene. infatti non vedevo l’ora che arrivassero i primi freddi per aceenderla nuovamente. ma dopo averla ripulita a dovere anche dai poveri uccellini caduti lungo la canna fumaria, mi ha riservato una bruttissima sorpresa.ha avuto delle esplosioni all’interno con delle fiammate spaventose dopo che il tappo alla fine del tratto inferiore forse a causa di una forte pressione ,era stato addirittura sparato a terra. adesso nel provare a riaccenderla sento un ticchettio e così desisto per paura di una nuova sorpresa. che faccio? grazie

  223. parlanti roberto scrive:

    ida ciao inanzitutto se la stufa e’ sporca non dovrebbe partire apri la parte di ispezione bassa vedi istruzioni pulizia straordinaria la lamiera frontale sotto il bruciatore va tolta da li hai accesso allentando nr 4 viti a croce al cavedio di ispezione per vedere se ci sono i passerotti se e’ libera accendi pure verificando anche l’uscita fumi quindi il tee ed il condotto fumi.
    possibilmente gira la stufa e controlla da dietro che il motore sia libero aiutati per verificare l’interno con una torcia prova a far girare la girante interna che espelle i fumi. se non vedi altro di strano all’interno riprova a farla ripartire
    non aver paura fatto questo non potra succedere nulla.
    prima pero’ verifica il tutto.
    un saluto
    la 3000 e’ una stufa eccezionale vedrai non sara’ successo nulla

  224. sergio scrive:

    Complimenti ,mi avete chiarito le idee e come sempre devi trovare le persone giuste , un grazie sincero a cancamil e roberto parlanti.

  225. pier giorgio scrive:

    Salve vorrei dire la mia esperienza sulle stufe thermorossi
    da pochi giorni ho una 7000 va molto bene, scalda realmente ,ho una casa grande120mq,poi sono daccordo sul telecomando aladino la programmazione no e’ il massimo,prima avevo una 4000 thermorossi con telecomando a 2 tasti era piu’ semplice comunque ho inserito un crono da muro con i cavalieri funziona benissimo saluti.

  226. Ste scrive:

    gentili esperti di questo blog, mi hanno proposto di acquistare una stufa ecotherm 3000 easy ad un prezzo abbastanza vantaggioso in quanto ultimo pezzo in magazzino. Visionandola mi sono però accorto che la data di produzione risale a sett/2006, sono quindi praticamente certo che soffrirà di tutto quanto sopra? visto che ho letto che il problema è stato risolto per i nuovi modelli? Cosa devo fare? Grazie e saluti stefano

  227. Egidio scrive:

    ho da poco acquistato una Thermorossi 3001 e ogni tanto noto che la stufa si comporta in maniera strana:

    1 – un paio di volte si è accesa da sola (una volta anche di notte)
    2 – una volta si è accesa nell’istante in cui ho aperto lo sportello superiore per il caricamento del pellets
    3 – una volta mi si è accesa solo la ventola (il rivenditore dice che fa il lavaggio) e il telecomando non rispondeva più bene ai comandi, tant’è che ho dovuto spegnere l’interruttore sul retro. La mattina successiva poi è ripartita normalmente
    4 – questa notte è ripartita ancora la ventola (o forse non si è spenta ieri sera ed è rimasta accesa tutta la notte?) e questa mattina quando mi sono svegliato, ho visto che usciva ancora aria (fredda).

    Faccio notare che uso la stufa in modalità manuale (1 tacchetta di pellets e 2 tacchette di ventola) e mai in modalità auto.

    Perchè la stufa ha questi comportamenti anomali? Ho chiesto ai vicini se per caso avessero delle stufe Thermorossi ma mi hanno risposto negativamente.

    Comincio ad essere un pochino deluso per queste anomalie.

  228. Ste scrive:

    Gentili utenti, avrei ancora una richiesta, chi ha avuto problemi potrebbe guardare il periodo di produzione della propria stufa? Io sono molto intenzionato all’acquisto di questa thermorossi in quanto mi sembra di buona qualità ma non vorrei poi dovermene pentire… grazie e come sempre saluti a tutti! Stefano

  229. maristella scrive:

    salve! ho trovato molto interessante questo forum. vorrei un consiglio sull’acquisto di una stufa extraflame divina plus canalizzabile, mi hanno fatto un buon prezzo 3000 euro. e’ sufficente per riscaldare circa 120mq? grazie

  230. francesco scrive:

    salve speriamo che qualcuno mi possa aiutare…ho una thermorossi ecotherm 6000..va benissimo, ha qualche anno e non ha i comandi per la programmazione, ma ha la predisposizione…ho comprato un cronotermostato dal rivenditore di zona ma è un incompetente e non mi sa dire come metterlo..sulla stufa ho 2 prese per spinotti (tipo cuffie stereo!) -termostato e -cronotermostato modem…dal cronotermosto partono 3 vie NC , COM , NO… aiutatemi sono senza libretto di istruzioni e la Thermorossi non mi risponde.. grazie mille

  231. parlanti roberto scrive:

    x ste il lotto di produzione delle stufe che avevavo dei problemi risale all’anno 2006 ma anche se fosse con relativa modifica di trasmettitore e ricevitoree micro aggiornato i problemi sono scomparsi

  232. parlanti roberto scrive:

    x francesco ecco la tua soluzione la thermorossi fa fatica a parlare anche con me che son un loro rivenditore adesso sono super impegnati ma il tuo rivenditore e’ poco serio basta leggere nel manuale di istruzioni,comunque con lo spinotto cronotermostato modem accendo e spengo la stufa semplicemente comandandola da una unita esterna quella che hai appena comperato con l’altro aggancio faccio solo andare la stufa in modulazione quindi se devi programmarla attacca pure per l’accenzione su crono se devi farla modulare al raggiungimento temperatura attacca su termostato lo spinotto e’ un semplice jack stere ha bisono di 2 contatti saldati .
    i contatti dietro la stufa sono contatti puliti non alimentateli mai con 220 v altrimenti fondete tutto .
    se tu prendi lo spinotto e vi saldi i 2 fili poi li unisci su crono accendi la stufa se li stacchi la spengi
    su termostato facendo la stessa cosa la mandi dalla 5 velocita es alla prima e viceversa prova e’ piu semplice di quanto pensi.
    ciao

  233. parlanti roberto scrive:

    x ste scusa ti ho portato in fallo la 3000 esy non puo avere nessun problema non ha nulla di tutto quello che tii ho parlato scusa ma non avevo letto la tua precedente scrittura

  234. parlanti roberto scrive:

    x egidio vedi istruzioni di ste quella e’ la tua soluzione richiama il tuo rivenditore o cat fatti istallare il micro aggiornato ricevitore e trasmettitore sara’ tutto ok dopo.
    ciao

  235. cancamilin scrive:

    x maristella
    complimenti per la casa
    ciao

  236. Ste scrive:

    Grazie, no il modello penso sia il 3001 easy, (è uguale a quella in testa a questo blog) cmq è un fondo di magazzino prodotta in sett/06, mi hanno proposto 1549 euro più iva. Mi conviene? Ho accennato al venditore di questa modifica ma… dice di non aver mai sentito nulla… e sta cosa i puzza un po’. Grazie e un saluto a tutti!

  237. parlanti roberto scrive:

    x ste il venditore probabilmente ne ha vendute poche fatti dire quante ne ha vendute e a quanti clienti l’ha venduta vedrai che lo metti in difficolta’ lascia stare non e’ un fondo di magazzino anche se 2006 e’ identica a quella attuale forse lui non e’ assistenza allora non sa nulla ma le cose stanno come te le ho descritte forse c’e qualche lettore che potra’ confermare quello che ti ho detto e scritto. il prezzo e’ quello di mercato piu o meno va bene fatti dire chi assiste la stufa e magari chiamalo cosi ti renderai conto dei problemi che c’erano ma che adesso non ci sono piu.
    un saluto

  238. ida scrive:

    grazie roberto per il tuo consiglio. ho seguito passo passo le tue indicazioni e tutto siè risolto. in effetti la ventola avava ancora dei volatili, ahimè morti, che tappavano tutto. adesso funziona e finalmente sento il suo calore accogliente. grazie ancorae a presto

  239. parlanti roberto scrive:

    povere bestioline che brutta fine ciao ida

  240. Michele scrive:

    Buongiorno! Ho acquistato da poco una Thermorossi 1000: un gioiellino! Volevo sapere però se, visto il consiglio dell’installatore di non spegnerla MAI e di non staccarla MAI dalla presa di corrente, durante un forte temporale è preferibile spegnerla comunque, per evitare che eventuali fulmini possano danneggiarla, o se lo spegnimento può provocare veramente più problemi che vantaggi.

    Grazie mille
    Michele

  241. Mauro scrive:

    Qualcuno ha uno schema di principio, per il collegamento ad un impianto di riscaldamento a metano, l’inserimento di una stufa idro? Cioè vorrei collegare allo stesso impianto entrabi le caldaie.

  242. Egidio scrive:

    x Roberto. E infatti la mia 3001 è stata fabbricata nel giugno 2006. Ne ho parlato con l’assistenza ma quando ho fatto presente che bisognerebbe quarzare i trasmettitori e i ricevitori di segnale tra stufa e telecomando
    (come hai fatto presente tu sul sito) mi hanno guardato in modo perplesso. Mi hanno detto che cambieranno la scheda elettronica. Ma è la stessa cosa?
    grazie

  243. Giovanni scrive:

    Scusate se insisto…… avrei intenzione di acquistare una termostufa a pellet e vrei bisogno di un chiarimento, siccome non vorrei forareil solaio per la canna fumaria e dovendo collocare la stufa a ridosso di un muro cieco, come posso realizzare lo scarico?, Posso procedere lateralmente per circa 3 metri incassato nel muro? Necessita di tubo in acciaio coibentato? Forse dovrei indirizzarmi ad un acaldaia a pellet da collocare in un apposito locale,. C’è qualche modello che non costi troppo tipo le compact 18 della Thermorossi??

  244. Fabio scrive:

    Ho una Ecotherm 6000, posso usare un telecomando Aladino per programmarla o dovrei cambiare qualche componente elettrico interno?

    E’ obbligatorio il tubo a T tra la stufa e la canna fumaria verticale?

    Grazie

    Fabio

  245. parlanti roberto scrive:

    x fabio non puoi farlo con l’aladino ma dall’esterno con il contatto crono modem puoi fare quello che vuoi
    il contatto e’ dietro la stufa ,il t e’ obbligatorio per il buon funzionamento tutela da condensa e cenere in eccesso.
    ciao

  246. Andrea scrive:

    Ho una stufa thermorossi hidro.
    Premetto che l’ho acquistata un anno fa circa ed ha sempre lavorato bene fino a ieri sera.
    Da ieri ha iniziato a fare i capricci in quanto non c’è comunicazione tra stufa e telecomando: non mi dice la pressione, dal telecomando risulata sempre in off mentre la stufa brucia ecc. ecc.
    Il tecnico, al momento dell’installazione,mi ha consigliato di lasciare il tele sempre sottocarica perchè poteva dare problemi.
    Un’altro particolare, quando stacco il telecomando dalla rete elettrica, il simbolo della batteria che si ricarica continua a lampeggiare come se fosse ancora sotto carica.
    Cosa posso fare?
    E’ successo anche a voi.
    E’ ovvio che già domani chiamerò il tecnico per risolvere il problema,però magari se è un problema di serie o frequente potrei essere + tranquillo.
    Andrea

  247. Egidio scrive:

    Il rivenditore mi ha cambiato il ricevitore della mia Thermorossi 3001 ed ora sembra che vada tutto bene.
    Speriamo!!!

  248. Pasquale scrive:

    Per Roberto Parlanti e Cancamilin:
    Un mio amico sarebbe interessato alla stufa Thermorossi “Quadro”. Aspetta mie notizie dai vostri pareri per comprarla. Cosa pensate e siete al corrente di informazioni o mal funzionamenti? E’ affidabile secondo voi? Grazie
    Pasquale

  249. lucas scrive:

    ciao a tutti! qualcuno ha mai avuto problemi di risonanza con la EASY 3001?E’ circa 3 gg che dopo 3 ore di lavoro inizia a fare questo rumorino metallico ,che sembra provenire dal serbatoio ,che alla lunga diventa anche parecchio fastidioso…Ciao a tutti e buon week-end!

  250. Sara scrive:

    X Parlanti Roberto. Ho una Thermorossi 3001 da installare. Vorrei farlo a parete senza arrivare al tetto perchè non ci sono case nè finestre da quel lato; hai qualche consiglio da darmi? Te ne sarei molto grata.
    Grazie mille.

  251. parlanti roberto scrive:

    x sara non potrei dare consigli a chi istalla fuori norma ma visto che l’hai comperata
    metti il t dietro e sali per circa 2,5 mt a questom punto fora il muro ed esci 20 cm se molto vento con una curva all’insu e con un terminale ad h se non hai particolari problemi meglio una curva verso il basso senza niente .sappi che potrai sporcare la stufa potra funzionare non benissimo ma con almeno un minimo di canna e’ almeno abbastanza”sicura”

  252. parlanti roberto scrive:

    x andrea fatti sostituire in garanzia le batterie vedrai che tutto tornera’ apposto sono quelle la causa del mal funzionamento
    ciao

  253. Paolo scrive:

    Buonasera Sig. Parlanti, chiedo a lei che mi sembra molto professionale: ho un insert 60 thermorossi da tre anni che in linea di massima mi soddisfa in pieno…da ieri non carica più pellets per cui ho smontato il motoriduttore che non gira più. Mi è sembrato di capire che diversi di questi sono stati sostituiti perchè difettosi in origine.(140 euro!)
    Pensa che dovrei rivolgermi direttamente alla Thermorossi?

  254. Sara scrive:

    X Parlanti Roberto. Intanto ti ringrazio tanto per i consigli e approfitto ancora delle tue competenze. In alternativa all’istallazione a parete, mi hanno consigliato di utilizzare la canna fumaria del camino che ho nella stessa stanza in cui dovrei mettere la stufa a pellets. Mi hanno detto di collegare il tubo della stufa a pellets alla canna fumaria del camino, creando un collegamento nella parte alta della canna fumaria,internamente, in prossimità del tetto – in modo da non dover modificare la copertura del tetto. Secondo te è un’idea funzionale? grazie mille

  255. parlanti roberto scrive:

    sicuramente meglio dell’istallazione a parete ma sempre comunque “pericolosa” va detto che se il camino e’ ostruito la stufa non si fermera percche non rilevera’ l’ostruzione e continuera’ a fare fumo in casa perche’ appunto collegata male ma se si tiene accesa solo sotto controllo nessun problema. meglio dell’altra comunque.secondo me

  256. Michele scrive:

    Buongiorno,
    volevo chiedere un consiglio al sig. Parlanti in quanto ha da poco acquistato una Thermorossi 1000. Fino a ieri tutto ok, andava splendidamente, ma questa notte si è spenta segnalando sul display “AL PE”. Sul libretto di istruzioni non è contemplato questo tipo di errore. Ora mi chiedo:può essere un problema causato semplicamente dal tipo di pellet? Mi sono accorto che quello che stiamo usando sporca tantissimo il vetro (dopo 12 ore non si vede quasi più la fiamma) e anche pulendo la stufa giornalmente le cose non cambiano. Faccio una manutenzione maniacale e cerco di seguire al meglio le istruzioni, tanto che proprio ieri ho settato la stufa su P2, sperando che aumentando la velocità dello scarico dei fumi si risolvesse il problema di annerimento del vetro, così come indicato nelle istruzioni. L’unico risultato, questa mattina, è stato lo spegnimento della stufa nella notte e un accumulo di pellet nel braciere.
    Secondo lei la causa dello spegnimento può esser stata il cambio di impostazione? Può centrare il tipo di pellet? O, visti i consigli precedenti, devo preoccuparmi per un’installazione fatta con solo 2mt di verticale seguiti da 2 di orizzontale?
    Grazie mille per i consigli che potrà darmi!
    Michele

  257. Sara scrive:

    X Roberto Parlanti. Con questa ipotetica II° soluzione potrei anche accendere contemporaneamente stufa e camino? Grazie mille per tutto! sei stato gentilissimo e molto chiaro. Questo blog è utile ed efficace, complimenti.
    P.S: spero di non doverti disturbare ancora causa arrosti che metteremo in piedi con l’istallazione effettiva della stufa.

  258. Pier scrive:

    x il sig. Parlanti Roberto.
    Ho una Thermorossi 3001 dopo 4 mesi di utilizzo il catalizzatore in ghisa si è deformato. Le volevo chiedere, essendo la stufa in garanzia, si può chiedere la sostituzione. Grazie.

  259. Pier scrive:

    x il sig. Parlanti Robeto.
    In un su riso commento (del 2.3.08 / 11pm) afferma che per risolver il problema dell’eccessiva ventilazione basta ruotare di 180 gradi il termostato di sicurezza. Mi può spiegare dove si trova tale termostato per favore.
    Grazie.

  260. Pier scrive:

    x il sig. Parlanti Robeto.
    In un suo commento (del 2.3.08 / 11pm) afferma che per risolver il problema dell’eccessiva ventilazione basta ruotare di 180 gradi il termostato di sicurezza. Mi può spiegare dove si trova tale termostato per favore.
    Grazie.

  261. sparkit63 scrive:

    o acquistato una termorossi h2o collegata ad un accumulatore per sanitario e riscaldamento da 800 litri a stratificazione ove vi e collegato anche i pannelli solari insieme ho collegato un termocamino che tutti e tre confluiscono nell’accumulatore purtroppo mi sono affidato ad un installatore a dir tanto mediocre dove la mandata e il ritorno per i generatori di calore sono alti quindi ho pochi litri di acqua per il riscaldamento la caldaia e quasi sempre accesa vorrei collegare più in basso la mandata e il ritorno per avere più volano di calore e dovrei fare un paio di bypass per avere più litri di acqua qualcuno sa dirmi come fare o ancor meglio farmi un disegnino e mandarmelo via mail il lavoro ho deciso di farlo personalmente credo di avere le stesse capacità del mio installatore ringrazio anticipatamente per l’aiuto

  262. Maurizio scrive:

    Ho acquistato da una settimana una 3001 che ho installato da solo.
    Ho installato una canna fumaria alta 4 m di cui 3,5 interna al locale e 0,5 in un sotto tetto molto arieggiato quindi senza farla uscire all’esterno, può essere un problema ?
    I primo tre giorni il vetro si è sporcato moltissimo, il tecnico mi ha fatto aumentare il livello di aspirazione a due, chiaramente sono aumentati i consumi, non esiste una regolazione intermedia tra 1 e 2 ?
    Anche la mia stufa è di settembre 2006 devo muovermi in anticipo prima di avere qualche problema?
    Grazie a tutti quelli che mi risponderanno.

  263. Astor scrive:

    Salve, complimenti per il blog; lo trovo molto utile per chi si è avvicinato al “mondo Pellet”.
    Sono intenzionato ad acquistare una stufa a pellet e dopo il giro dei rivenditori di zona, ho ristretto la scelta tra una Thermorossi 7000 ed una Ecoteck Elena, entrambe da 11 kw, prezzo analogo ma la Thermorossi è canalizzabile (al momento non ho intenzione di canalizzare; potrebbe essere un futuro sviluppo). La Thermorossi mi convince di più dal punto di vista tecnico, affidabilità, rendimento; la Ecoteck ha una migliore estetica, minori ingombri ed ha il refrattario in camera di combustione (dovrebbe renderla più luminosa e resistente). Qualcuno sa consigliarmi nella scelta ? Ho trovato poche notizie riguardo le stufe Ecoteck.
    Grazie

  264. parlanti roberto scrive:

    x astor io non avrei dubbi tra le due thermorossi sicuramente e’ discutibile la scelta dell’estetica ma la tecnica e la possibilita di poter canalizzare o no rende la stufa ineguagliabile e neanche confrontabile.
    ciao

  265. maverik scrive:

    Salve Sig. Parlanti,
    visto che lei è una persona molto competente vorrei farle alcune domande. Io ho una stufa a pellet thermorossi 7000 da un anno. Somo molto soddisfatto per come riscalda solo che il telecomando aladino da sempre problemi e se ne va per i fatti suoi e poi la stufa in alcuni giorni mentre funziona perfettamente aziona da sola la ventola al massimo e non c’è modo di abbassarla. La ringrazio anticipatamente per i consigli

  266. Michele scrive:

    x il sig. Parlanti:
    Mi scuso per l’insistenza nel riscriverle e per il disturbo, potrebbe forse dirmi a cosa corrisponde, su una stufa Thermorossi 1000, la scritta “AL PE”?
    Grazie mille

  267. parlanti roberto scrive:

    allarme pellets finito il pellets credo ci sia una inesattezza nel manuale poi verifichero rimettere il pellets nel serbatoio michele
    ciao

  268. Michele scrive:

    x il sig.Parlanti
    Intanto grazie mille per avermi risposto!
    …ma…il problema è che quando è apparsa la scritta “AL PE” il serbatoio era quasi del tutto pieno …l’unica anomalia era l’accumolo di pellet nel braciere.
    Inoltre, dopo averla pulita ho tentato ovviamente di riaccendere la stufa ma, per due volte consecutive, si è spenta automaticamente indicando sul display “AL AC”. Ora sembra funzionare nuovamente a meraviglia.
    Cosa può aver causato l’accumolo di pellets?
    Grazie ancora per la disponibilità e per l’aiuto!

  269. Neofita del Fuoco scrive:

    Salve a tutti, qualcuno può fornirmi o indicarmi dove trovare l’elenco dei CAT Thermorossi in Lombardia? dato che sul sito della Thermorossi non lo trovo da nessuna parte!
    Grazie a chiunque possa aiutarmi!

  270. parlanti roberto scrive:

    x neofita del fuoco i centri assistenza fanno capo ai rivenditori basta contattare gli stessi per avere assistenza in zona oppure i gruppi di rappresentanze a cui fa capo la singola regione per capire quello in alto alla lista dei rivenditori sul sito thermorossi.

  271. maverik scrive:

    Salve Sig. Parlanti,
    non avendo avuto risposta le riscrivo.Io ho una stufa a pellet thermorossi 7000 da un anno. Somo molto soddisfatto per come riscalda solo che il telecomando aladino da sempre problemi e se ne va per i fatti suoi e poi la stufa in alcuni giorni mentre funziona perfettamente aziona da sola la ventola al massimo e non c’è modo di abbassarla. La ringrazio anticipatamente per i consigli

  272. parlanti roberto scrive:

    cia maverick scusa non avevo letto per il telecomando sostituisci trasmettitore ricevitore micro e batterie fallo fare in garanzia per la partenza del ventilatore se la stufa si surriscalda vedi filtro posteriore magari e’ sporco e lei nonraffreddando va in protezione poi pero dovrebbe ritornare al valore impostato che potenza di ventilazione usi e quanti led pellets??

  273. parlanti roberto scrive:

    michele sicuro che non hai ivertito inavvertitamente il bracere mi e’ successo un caso simile a cantiano ad un mio cliente poi l’ho colto sul fatto ho chiesto che all’accebdersi dell’errore di lasciare tutto cosi per vedere cosa poteva essere successo ho trovato il bracere all’incontrario puo capitare se poi non ci fai caso non ti spieghi il perche’.puo darsi sia successo anche a te sai quante volte mi e’ capitato di vederlo?non ho la certezza ma puo essere.successo

  274. parlanti roberto scrive:

    xmichele all pellets terminato per i pellets non so che cosa usa mi faccia sapere per la canna non mi sembra corretta mi descriva meglio
    x pier il braciere deformato strano ma che cosa sta usando come pellets per il termostato prima di intervenire bisogna capire il problema del bracere poi se il filtro viene regolarmente pulito dettagliami che tipo di pellets stai usando e di che diam e pezzatura es austriaco marca tipo 6 mm lunghezza 1,5 -3 cm media o din plus
    insomma fammi capire

  275. parlanti roberto scrive:

    x sara alcune volte sono riuscito senza problemi a far funzionare entrambi ma ricordati della sicurezza mai di notte mai senza controllo.

  276. nando scrive:

    x parlanti, camcamilin, e per chi la possiede, vorrei conoscere l’affidabilita ,le qualita’ e i difetti della Thermorossi 1000 ,la vorrebbe aquistare una signora, che di elettronica, e sofisticherie varie non interessano, vorrebbe riscaldarsi senza problemi e senza avere sempre tra i piedi i tecnici e cat.(dice che ha raggiunto la pace dei sensi, vuole solo scaldarsi) Grazie a tutti

  277. Andrea scrive:

    x il Sig. Parlanti

    Possiedo una THERMOROSSI Compact 32 installata all’inizio della passata estate… Attualmente la utilizzo in modalità automatica, è svincolata dai 3 termostati ambiente della casa (3 piani 85 m2 ciascuno) e non è stato installato il termostato ambiente in dotazione. Con il serbatoio pellet supplementare ho 165kg complessivi che mi durano 4 giorni con un consumo medio stimato di 4,3 kg/ora il programma è:

    5.00 – 9.00 AM
    17.00-23.00 PM

    In seguito per la produzione di ACS è stato installato un Sanicube da 300L che grazie a una valvola tre vie collegata ad una sonda, a 50° arresta il reintegro.
    risultato: consuma troppo, come prima di installare l’accumulo che chiaramente non ha migliorato la situazione :(
    Potrebbe aiutarmi a capire cosa sbaglio nella programmazione o se c’è qualcosa da rivedere nell’impianto?

  278. Andrea scrive:

    Ovviamente complimenti per l’ottimo blog e un grazie in anticipo al sig. Parlanti per tutte le informazioni!

  279. maverik scrive:

    per parlanti, uso 3 led pellet e la ventilazione e a tre

  280. maverik scrive:

    per parlanti, lil filtro è sempre pulito. lo pulisco ogni due giorni

  281. sparkit63 scrive:

    x il sig. parlanti ho letto che lei e una persona molto informata può darmi qualche consiglio? o acquistato una termorossi h2o collegata ad un accumulatore per sanitario e riscaldamento da 800 litri a stratificazione ove vi e collegato anche i pannelli solari insieme ho collegato un termocamino che tutti e tre confluiscono nell’accumulatore purtroppo mi sono affidato ad un installatore a dir tanto mediocre dove la mandata e il ritorno per i generatori di calore sono alti quindi ho pochi litri di acqua per il riscaldamento la caldaia e quasi sempre accesa vorrei collegare più in basso la mandata e il ritorno per avere più volano di calore e dovrei fare un paio di bypass per avere più litri di acqua sa dirmi come fare o ancor meglio farmi uno schemino o dirmi dove posso trovarlo il lavoro ho deciso di farlo personalmente senza utilizzare l’installatore ringrazio anticipatamente per l’aiuto complimenti per il blog.

  282. stefano scrive:

    possiedo da circa una settimana una ecotherm 3001 e mi sono accorto che da due gg. la messa in moto della coclea di trascinamento del pellet e’ molto rumorosa. ogni accensione della spia verde corrisponde un fastidioso rumore…grazie anticipatamente

  283. Vince scrive:

    X Roberto Parlanti.
    Buona sera Roberto, possiedo una Thermorossi ecotherm 3001 metalcolor acquistata in data 20 Dicembre 2008, la stufa è timbrata sul retro con la data 6 Ottobre 2006, quindi presumo sia la data di costruzione.
    La stufa funziona benisimo. ma fin dalla sua prima accensione non sembra rispettare la velocità della ventola impostata con il telecomando nel senso che viaggia velocissima (suppongo alla velocità max) per poi abbassarsi e quindi ricominciare, tutto questo anche in modalità non automatica.
    Avendo visto le sue istruzioni nelle quali spiega di ruotare di 180 gradi il termostato di sicurezza posto dietro, Le chiedo cortesemente se può spiegarmi come fare a trovarlo; devo smontare il pannellino reggicomandi che si trova dietro la stufa?
    Approfitto per Augurare a Lei ed a tutti i frequentatori del blog un Sereno 2009
    Ciao, Vince

  284. michele scrive:

    Salve a tutti, sono intenzionato a convertire il mio impianto centralizato a combustione a metano, con una stufa a pellets. La mia domanda riguarda il lato economico e tecnico quanto si risparmia a stagione e se sufficente una stufa per riscaldare 6 locali con una superfice totale di 120 mq. circa? Oppure esistono stufe a pellets adatte per centralizzare il riscaldamento di una villetta bifamigliare già dotata di termosifoni, con una superfice di 120 mq. a piano?
    Grazie Buon Anno aTutti

  285. Riccardo scrive:

    X il Sig. Parlanti.
    Possiedo una Thermorossi 3001 Easy da tre anni e non ho avuto mai problemi se non qualche accensione non programmata. La uso giornalmente per riscaldare il mio appartamento di ca 70 mq. La scorsa estate ho pulito la canna fumaria e ho smontato la stufa pulendo solo le parti visibili senza smontare niente (motori e ventole). Vorrei sapere se posso essere in grado da solo di fare una operazione del genere o se altrimenti dovrei sottoscrivere un contratto di assistenza con qualcuno tipo quello necessario per la caldaia a gas.
    Altro problema: a parte i livelli di combustione che posso impostare dal telecomando, posso gestire anche altri parametri più specifici? Grazie e complimenti per il blog.
    P.S. Nella zona di assistenza da Lei ricoperta è contemplata la periferia di Perugia?

  286. pasquale scrive:

    Ciao Roberto, dopo tanto ci si risente.
    Voglio farti una domanda: Io e mio padre, abbiamo due Thermorossi 3001 acquistate a fine 2007. Ho notato che a bruciatore al minimo e ventola al minimo, avvicinando le mani all’uscita della bocchetta frontale che emana calore, quella di mio padre, mi scotta, mentre la mia non mi fa questa impressione. Ho provato a comandarle dal pulsante di dietro, pensando che il telecomando Aladino, non rispettasse le impostazioni, ma ho avuto lo stesso effetto. Sapresti dirmi il perchè? Potrebbe dipendere dalla lunghezza degli scarichi del fumo?
    Ciao e buon anno.

  287. nazzareno scrive:

    salve sono nazzareno ho un problema con una stufa thermorossi ecotherm 3001 il radiocomando aladino mi scrive una cosa strana sul display “LEGNA OFF O ON ” IL FATTO E CHE NON RIESCO PIU AD ACCENDERE LA STUFA ., neanche manualmente .Spero che qualcuno mi possa aiutare grazie

  288. parlanti roberto scrive:

    ciao nazzareno questa di legna on off non mi era mai capitata ma sara sicuramente un problema di trasmissione dati da quanto tempo hai la stufa e di anno e’ stata prodotta hai mai avuto altre anomalie oltre questa strana cosa?
    hai provato con il pulsantino rosso sul retro stufa per circa 6 sec. dovrebbe resettare il tutto.
    parlantir@libero.it magari fammi sapere

  289. parlanti roberto scrive:

    per michele e’ evidente che questa considerazione che hai fatto dipende da diversi fattori stesso tipologia di pellets?? stesso tipo di istallazione ? stesso livello di aspirazione fumi es p1 o p2? hai sollevato i piedini della stufa? stessa pulizia del filtro posteriore questo ovviamente potrebbe far cambiare alcuni gradi di differenza anche la canna ha la sua influenza sul tutto ma dovrebbero esserci differnze “marginali”.
    la mia assistenza tecnica a perugia, non arrivosin la, ma so che c’e’ un certo barlozzi chiedete al vs rivenditore di zona e’ intervenuto anche per me a volte ed e’ molto in gamba.

  290. parlanti roberto scrive:

    x riccardo probabile che la tua stufa non abbia la “corrazza” e quindi risente dei campi elettromagnetici di casa perche non adeguata a suo tempo ma se cio non ricorre spesso non e’ un problema .contratto di assistenza a quanto pare lei sembra in grado di farla da solo visto che riesce a pulire il tutto da solo. se e’ istallata a norma io non farei contratti a meno che non si senta sicuro di quello che ha fatto il suo rivenditore o istallatore.
    la 3001 e’ molto semplice da manutenzionare ha una botolina in basso una in alto i due pannelli.filtro e poco altro.
    se vede che c’e’ laniccio dia una soffiata con il compressore al vent. ambiente. il ventilatore fumi non lo apra se non ha guarnizioni di ricambio lo aspiri girando la stufa.barlozzi e’ la sua assistenza sta a san sisto se non lo conosce mi mandi una mail e provvedero’ a ricontattarla
    parlantir@libero.it

  291. parlanti roberto scrive:

    x michele la compact 32 potrebbe essere la risposta al suo quesito guardi il sito thermorossi.
    se ha un impianto a gasolio vecchio non escluda una particolare valvola che thermorossi fornisce a 3 vie punto fisso evita se c’e un grosso contenuto di acqua che la pompa stacchi e riattacchi in gergo “pendulazioni” con pochi euro puo comperarla.

  292. maverik scrive:

    per parlanti, uso 3 led pellet e la ventilazione e a tre
    il filtro è sempre pulito. lo pulisco ogni due giorni.

  293. nazzareno scrive:

    ciao roberto comunque ora ho risolto , bastava tramite il radiocomando andare nella voce “SET UP” e premere il tasto sinistro cosi da disabilitare questa opzione, che pero non ho capito ha cosa servisse dato che blocca completamente la stufa , anche spingendo il pulsantino rosso sul retro non succedeva niente .Volovevo segnalarti un altro quesito dal manuale delle istruzioni ho letto che stufa dovrebbe dirmi quando il pellets si sta esaurendo, questo pero non mi e mai successo perche la stufa dopo poco inizia ha spegnersi, senza avvisarmi,e anche rimettendo nel serbatoio il pellets la stufa continua il processo di spegnimento, cosi io devo prima spegnerla tramite “aladino” e poi riaccenderla . comunque la stufa e del 2007 io lapossiedo da 6 mesi

  294. parlanti roberto scrive:

    x nazzareno la stufa ti avvisa quando il pellets e’ completamente finito e lei e’ spenta quindi dovrai far attenzione a non farlo mai mancare se succede che si svuota il serbatoio dovrai fare 2 accenzioni affinche’ si riaccenda.non smanettare troppo sul radiocomando ah,a h,ah!!!!!ciao credo sia aggiornata le prime con problemi erano del 2006

  295. pasquale scrive:

    Ciao Roberto,
    scusa, ma forse ti sei dimenticato che avrei bisogno di un tuo prezioso parere……..
    Ciao e grazie.

  296. nazzareno scrive:

    grazie, roberto accetto molto volentieri il tuo consiglio. ciao e grazie di nuovo

  297. maverik scrive:

    Salve Sig. Parlanti,
    l’avevo contattata in precedenza ma non sono riuscito ad avere una sua risposta. Il mio problema è che ho la stufa thermorossi 7000 acquistata un anno fà e ha la ventola che in alcuni momenti si aziona da sola al massimo e non c’è modo di diminuirla. se la spengo, e dopo pochi secondi la riaccendo, la ventola non parte più e quindi mi tocca spegnere e aspettare che si freddi e solo dopo posso riaccenderla. Altro problema è il radiocomando che fa i capricci. si blocca fisso in un determinato orario e solo quando gli vien comodo si sblocca. grazie anticipatamente

  298. parlanti roberto scrive:

    per maverick scusa ma non sono sempre nel blog ,sembrerebbe che la tua 7000 ha il filtro posteriore sporco se non e’ cosi potrebbe essere il termostato del serbatoio pellets che ha dei pobremi si accerti che i piedini sotto la stufa siano alzati a volte basta poco per poter raffreddare meglio il sistema.per il radiocomando c’e’ stata una mandata di batterie che non tengono la carica se le faccia sostituire .senta chi fa assistenza se la stufa e’ stata aggiornata di micro e trasmettitore corrazzati per interferenze cosi ha la certezza che tutto sia in ordine,
    mi scuso ancora buona serata.

  299. lagartija scrive:

    salve maghi delle stufe, ma possibile che un gioiellino come la ecotherm 1000 potente e perfetta non sia dotata di umidificatore?e che per scalare da un livello nel display bisogna fare tutto il giro sta cosa è incredibile nemmeno le tv degli anni 70!! e ancora secondo voi come mai nella zona dove esce l aria calda da una parte esce aria caldissima dall’altra tiepida premetto che è in piano a verifica bolla.grazie ah ma poi la 1000 ha un filtro da qualche parte da pulire?

  300. maverik scrive:

    Sig. Parlanti, la ringrazio innanzitutto della risposta. Ho fatto quello che mi ha detto cioè di alzare la stufa ma non è cambiato nulla. Io vivo ad Iglesias (CA) e purtroppo il rivenditore che è lo stesso centro assistenza , è una persona che và oltre l’incompentenza e la sgarbatezza. é qualcosa di scandalaso. Io le sarei grato se per caso mi sa dire se posso rivolgermi a qualche altro. la ringrazio e complimenti per la sua professionalità.

  301. Valerio scrive:

    Ciao a tutti,

    ho acquistato una Easy 3001 e sono molto felice dell’acquisto.

    Vorrei avere una informazione.

    Quando spengo la stufa, non riesco a fermare il ventilatore.
    E’ normale? Come faccio a spegnere sia fiamma che ventilatore?

    Grazie anticipatamente.

    Cordiali saluti,

    Valerio

  302. antonio s scrive:

    ciao a tutti, volevo qualche informazione su una stufa a pellet ecotherm 4000 della thermorossi….ciao e grazie

  303. michele scrive:

    Per Valerio,
    ho anche io una stufa thermorossi. il ventilatore non si puo spegnere contemporaneamente alla stufa.
    si spegne automaticamente dopo un po.. 30 minuti circa

  304. michele scrive:

    Per Valerio,
    ho anche io una stufa thermorossi. il ventilatore non si

    si spegne automaticamente dopo un po.. 30 minuti circa

  305. michele scrive:

    vorrei sapere dove opsso trovare pellet di qualita’ ad un prezzo onesto

  306. parlanti roberto scrive:

    x andrea scusa ma non sono sempre nel blog la domanda e’ chiara solo in parte anche se hai descritto abastanza bene la casa vanno tutti 3 i piani ? che significa consuma piu di prima? prima come era istallata? l’accumulo e’ solo acs o anche riscaldamento?
    se hai messo l’accumulo per acs e cunsuma come prima e’ evidente che consuma meno e’ questo che non riesco a capire l’impianto come l’hai descritto e’ ok sembra giusto.3 vie motorizzata termostato bollitore a tre contatti e’ ok 300 lt sono giusti per la compact32 anzi se era anche 400 non male per l’estate. se invece e’ un puffer questo da 300 lt e’ evidente che facendo acs e riscaldamento non cambia nulla o quasi i puffer per il pellets non sono cosi’ indispensabili a meno che non si voglia aggiungere anche ilsole o altre fonti.le caldaie a pellets vanno molto forte ma riescono ad andare anche molto piano circa il 25% della sua potenza. io proverei a mettere sempre che abbia voglia di fare prove la caldaia al minimo targhet 65 gradi e lasciarla andare per tutta la giornata forse il risultato sara’ identico ma la macchina lavora meglio e in modulazione si ha la massima resa.scaldare la casa contiunuamente aumenta l’efficenza della stessa. a casa mia abbasso solo i termostati la mia va sempre e consumo il giusto se ha delle zone puo fare questo tranquillamente certo fare”diagnosi” senza vedere nulla e’ complicato ma sembra che il suo idraulico abbia ben lavorato. se mi descrive ancora meglio saro’ piu preciso il consumo cosi com’e non so dirle se eccessivo non conosco il posto dove abita e il tipo di casa ma nonostante non credo sia eccessivo. io proverei nell’altro modo 5 giorni fanno una buona prova poi magari mi fara’ sapere sono curioso.un saluto.

  307. parlanti roberto scrive:

    x lacarja la 1000 e’ la stufa di primo prezzo thermorossi che come lei ha gia’ espresso giudizio gioiellino e’ evidente che l’avra’ confrontata per dimensioni potenza e silenzio totalecon altre stufe concorrenti i componenti interni sono tutti quelli della gloriosa 6000 il che non e’ poco. .
    l’aria esce leggermente di lato per motivi di raffreddamento del pellets e dei vari componenti interni quindi e’ una questione tecnica che comunque non cambia il riscaldamento in gioco.a chi ho dato questa stufa ho ricevuto solo tanti complimenti per la sua semplicita d’uso e manutenzione credo che anche lei apprezzera sempre di piu questo prodotto.l’umidificatore se vuole una vaschettina d’acciaio si puo sempre mettere costa pochi euro. la sua stufa e’ nella norma.un saluto

  308. parlanti roberto scrive:

    senza aver visto la stufa un episodio simile mi e’ capitato credo siano i rele’ della scheda che si bloccano non conosco la sua zona ma non esiti a contattare l’azienda ed esporre i suoi problemi contatti il rappresentante di zona.lo trova sul sito http://www.thermorossi.it
    sotto la voce rivenditori in alto ci sono gli agenti
    un saluto

  309. parlanti roberto scrive:

    senza aver visto la stufa un episodio simile mi e’ capitato credo siano i rele’ della scheda che si bloccano non conosco la sua zona ma non esiti a contattare l’azienda oppure contatti il rappresentante di zona.lo trova sul sito http://www.thermorossi.it
    sotto la voce rivenditori in alto ci sono gli agenti
    un saluto

  310. pier scrive:

    Possiedo una Thermorossi 3001
    PER FAVORE qualcuno mi potrebbe spiegare dove è collocato il termostato di sicurezza . GRAZIE.

  311. parlanti roberto scrive:

    x pier semplicissimo segui il filo della corrente sino a dietro la stufa poi troverai un nottolino nero che si svita svitalo e riarma il pulsante bianco sotto sentirai un click tutto qua.
    ciao

  312. lagartija scrive:

    x Parlanti , grazie per il chiarimento, la vaschettina dovrei metterla nello sportello frontale ?

  313. parlanti roberto scrive:

    x lagarti ja se fai riferimento alla vaschetta umidificatrice nei modelli 3001 ha il suo alloggio sotto la ceramica la versione esy non ha la vaschetta quindi se mai dovresti procurartela e metterla tu appoggiandola sopra la testa della stufa .ciao

  314. Simone scrive:

    Ciao a tutti, ho già esposto il mio problema al signor Roberto Parlanti (che risponde sempre velocissimo e cortese), vorrei chiedere anche a voi utente della Ecotherm 3001 se il motore fumi è diventato un po’ rumoroso, come se ci fosser odei granelli nell’albero di rotazione, e nonostante la pulizia il rumore persista, grazie a tutti!
    Simone
    PS: qualcuno è così gentile da mandarmi via mail le istruzioni per ruotare di 180° il termostato serbatoio?
    a questo indirizzo uomolupoxx@hotmail.it

  315. Antonio scrive:

    Salve ragazzi, volevo un consiglio, dovrei acquistar una stufa a pellet ma non ho proprio idea di chi fidarmi, avete qualche consiglio?qualche link utile affidabile e seria come ditta?Ho visto la pubblicità per Tv che vendono una stufa a pellet a 83 euro al mese, e alla fine viene a costar sui 4200 euro!Mi sembra un tantino esagerato!Spero in qualche risposta!

  316. Emanuele scrive:

    Si anche a me a volte il motore di estrazione fumi fa un po di rumore, speriamo bene:-)
    Ma incrociamo le dita per adesso l’inverno scorre caldo!
    Saluti a Roberto

  317. parlanti rooberto scrive:

    x pasquale sembrerebbe che la yua stufa sia sporca oppure non usate la stessa tipologia di pellets? usare un pellets diverso non vuol sempre dire riscaldare meno perche l’uno o l’altro scalda di piu o di meno ma cambiando la pezzatura esempio pezzi mediamente 1,5 cm di lunghezza piuttosto che 2,5 quello da 1,5 scaldera’ di piu in quanto agli stessi giri di coclea ne va giu di piu nel bracere quindi scalda ma consuma anche di piu,purtroppo abbiamo a che fare con pezzetti di legna non sempre sono della stessa pezzatura.

  318. parlanti rooberto scrive:

    antonio io non comprerei mai una stufa su una televendita non stai acquistando mica dei materazzi !!! scherzi a parte anche la cifra mi sembra esosa.

  319. parlanti rooberto scrive:

    x lagartija no basta appenderla con un gancio nel laterale una semplice vaschetta umidificatrice di coccio da termosifoni piatti magari non e’ bellissima ma e’ sicuramente efficace ciao

  320. parlanti rooberto scrive:

    x sara provi al massimo si fermera’ la stufa se ha problemi a volte sono riuscito ma tenga sempre il tutto sotto controllo istallazioni cosi non vanno bene di notte ad esempio.

  321. parlanti rooberto scrive:

    x pier mi scusi ma come anche altre volte ho detto non sono sempre nel blog se per catalizzatore intende la parte amovibile del bracere quindi anteriore credo proprio di si certo e’ strano si sia deformato ma potrebbe capitare se e’ tutto il bracere deformato io farei una riflessione sul pellets prima di chiamare il cat comunque va segnalato per il termostato la ruotazione a 180 gradi la farei valutare al cat se la stufa va sempre in raffreddamento potrebbero esserci altre concause ad esempio i piedini non alzati abbastanza il filtro sporco l’uso improprio es molti pellets poca ventilazione la stufa e’ molto sbilanciata e protegge il serbatoio pellets se niente di cio e’ evidente che c’e’ da ruotare il termostato alto sito sulla scocca interna laterale destra attaccato alla camera di combustione togliendo una delle due viti ruotando fuori calore appunto di 180 gradi bastera la sola vite a sostenerlo. lo faccia solo se le cose che le ho detto sono state controllate e se veramente la cosa e’ insopportabile meglio se la valutazione la fa una cat esperto.

  322. parlanti rooberto scrive:

    x vince vale anche per te la spiegazione che ho dato sopra a pier

  323. parlanti rooberto scrive:

    x michele scusa ma sei sicuro di avere messo il bruciatore al dritto ovvero con il foro verso la candeletta so che e’ una domanda sciocca ma per un non” esperto” magari non e’ scontata mi succede tantissime vole che ruotino il bruciatore all’incontrario e la stufa non parte. a volte le cose piu scontate sono quelle che danno problemi nella distrazione una volta e’ capitato anche a me di fare questo stupido errore .se magari la stufa non la gestisce sempre la stessa persona capita

  324. Fiomari scrive:

    Buongiorno a tutti, complimenti per il blog, davvero utile.
    Sono in corsa per l’acquisto di una stufa a pellet, la mia abitazione è su più livelli.
    L’idea è quella di mettera la stufa in taverna (37mq, 90mc3) con scala aperta che sale alla zona giorno e poi alla zona notte (entrambe di 60mq,160mc).
    La canna fumaria che parte dalla taverna sale dritta x 10mt , diam. 20. Abbiamo capito che andrebbe intubata per via della depressione che si creerebbe.
    Il budget è di circa 3000€.
    Leggendo i vari topic, ho visto che alcuni nella mia situazione hanno avuto problemi, altri invece no.
    Non vorremmo sbagliare acquisto.
    Cos ne pensa Sig. Parlanti ? Grazie,saluti.

  325. parlanti rooberto scrive:

    x andrea h20 idro batterie rovinate o telecomando messo in una zona diversa dal solito non arriva il segnale se il posto e’ lo stesso solo le batterie.falle sostituire o fattele mandare e cambiale e’ molto facile farlo.

  326. Fiomari scrive:

    Dimenticavo… Abbiamo visionato una thermorossi 6000 ed una montegrappa 6000, entrambe silenziosissime.

  327. Vince scrive:

    Grazie Roberto, terrò presente.
    Ciao, Vince.

  328. Fiomari scrive:

    x Roberto Parlanti…
    Un consiglio…..
    Post precedente ….
    Sono in corsa per l’acquisto di una stufa a pellet, la mia abitazione è su più livelli.
    L’idea è quella di mettera la stufa in taverna (37mq, 90mc3) con scala aperta che sale alla zona giorno e poi alla zona notte (entrambe di 60mq,160mc).
    La canna fumaria che parte dalla taverna sale dritta x 10mt , diam. 20. Abbiamo capito che andrebbe intubata per via della depressione che si creerebbe.
    Il budget è di circa 3000€.
    Leggendo i vari topic, ho visto che alcuni nella mia situazione hanno avuto problemi, altri invece no.
    Non vorremmo sbagliare acquisto.
    Abbiamo visionato una thermorossi 6000 ed una montegrappa 6000, entrambe silenziosissime.
    Zona Nord di MONZA

  329. sparkit63 scrive:

    x il sig. parlanti ho letto che lei e una persona molto informata può darmi qualche consiglio? o acquistato una termorossi h2o collegata ad un accumulatore per sanitario e riscaldamento da 800 litri a stratificazione ove vi e collegato anche i pannelli solari insieme ho collegato un termocamino che tutti e tre confluiscono nell’accumulatore purtroppo mi sono affidato ad un installatore a dir tanto mediocre dove la mandata e il ritorno per i generatori di calore sono alti quindi ho pochi litri di acqua per il riscaldamento la caldaia e quasi sempre accesa vorrei collegare più in basso la mandata e il ritorno per avere più volano di calore e dovrei fare un paio di bypass per avere più litri di acqua sa dirmi come fare o ancor meglio farmi uno schemino o dirmi dove posso trovarlo il lavoro ho deciso di farlo personalmente senza utilizzare l’installatore ringrazio anticipatamente per l’aiuto complimenti per il blog.

  330. PASQUALE scrive:

    Stasera la mia Ecoterm 3001, mi ha annunciato con la sua vocina, che aveva bisogno di una pulizia. Ho fatto il solito “giro” del braciere, cassetto cenere, filtro sul retro, ma incuriosito dalla voce, ho aperto il manuale. Ho fatto la scoperta che si puo’ pulire anche il cassetto in basso, smontando le viti dopo aver tolto il coperchio in lamiera. Ebbene, a mia insaputa, lì c’è il vano dei fumi che precede l’ingresso al motore d’espulsione degli stessi fumi: Era pieno ed intasato di cenere. Questo lo dico a chi non lo dovesse sapere, come me. Pulire una o due volte l’anno quel vano.
    Ciao e saluti ai supertecnici.

  331. Jos Cas scrive:

    Complimenti Sig. Pasquale:
    Ammiro in maniera lodevole le persone come lei che “usano” le loro esperienze per informare ed aiutare gli altri. Non ho una Thermorossi 3001, ma la ringrazio perchè è grazie a gente come lei che ci si rende conto che sl mondo esistono ancora persone altruiste.
    Buona stufa a tutti.
    Joseph

  332. parlanti roberto scrive:

    x jos cas c’e anche il manuale istruzioni una volta ogni tanto bisognerebbe dargli anche uno sguardo.

  333. parlanti roberto scrive:

    x spark 63 il lavoro che deve fare e’ abbastanza complesso ma se ho ben capito prendere l’andata in alto fa carenza di acs e’ evidente che bisogna prenderla al centro sempre che si possa fare ma li si deve rivolgere esclusivamente a chi ha gli schemi del puffer altrimenti rischia di fare altri casini che marca e’ e forze cordivari se e’ cosi potrei aiutarla anche io se e’ diverzo dovrebbe rivolgersi alla ditta costruttrice che le fornira lo schema sempre che non abbia sbagliato il modello altrimenti sono guai sembrano facili da istallare ma necessitano di preparazione tecnica nella scelta e nell’approccio di istallazione la differenza in sostanza la fa l’istallatore. i by pass si possono fare con delle deviatrici termostatate e comandate elettricamente ma la invito a rivolgersi all’azienda gli schimi ne avranno a bizzeffe le spieghi la sua esigenza vedra’ trovera l’istallazione giusta poi con un bravo elettricicta mettera’ a punto il sistema.certo questi non sono lavori per inesperti. potrebbe per assurdo lasciare fuori dal gioco la stufa h2o non ha molto bisogno del puffer scende in modulazione sino al 20% della sua potenza o addirittura il 15% mentre il termocamino necessita del volano termico cosi potrebbe creare una vera propria alternativa al sistema. metti che il puffer va in tilt!!!

  334. PASQUALE scrive:

    Roberto Parlanti, hai ragione, ogni tanto bisogna prendere il manuale e leggerlo. Aggiungo pero’ che Voi installatori ed anche venditori, potreste aiutarci a comprendere le operazioni necessarie, almeno le piu’ basilari. Sicuramente non è il Tuo caso, caro Roberto, ma se dico questo è perchè ho avuto esperienze del genere. Chi mi ha venduto la stufa, non mi ha accennato minimamente a quanto ho scritto nel post precedente, ma anche a qualche altra cosa, che ho scoperto da solo ed anche grazie a questo Forum. Mi chiedo se quello che ho “scoperto” era una cosa che non dovevo fare io, ma avrebbe dovuto effettuare l’intervento un tecnico specializzato?! Con sborso di qualche centinaio di euro.

  335. minno scrive:

    Acquistato Pellet A M E C O a Cardano al Campo(VA) Provatosu 2 stufe Thermorossi 3001 con tentate regolazioni del CAT……
    fiamma bassa e verdastra, presenza residuo sul crogiolo e cenere da tirar fuori con il badile dopo appena 2 giorni!!!
    lasciamo perdere x favore!!!
    Ciao a tutti!!!

  336. Jos Cas scrive:

    Per Sig. Pasquale:
    Sono d’accordo con lei, è vero che a volte chi ci consegna un prodotto non ci assiste più di tanto (non solo per la stufa), è pure vero che a volte il manuale delle istruzioni non riporta proprio tutto: io ad esempio ho imparato più cose frequentando questo blog che non leggendo il manuale della mia Iris.
    Certo, il sig. Parlanti è da ammirare (e non è una frase fatta), le sue risposte sono sempre chiare e tempestive, al giorno d’oggi non è facile trovare una persona così disponibile… se non a pagamento!!!
    Ciao a tutti, Joseph

  337. Vince scrive:

    Ciao Minno, finalmente ti leggo, ma dove siete finiti tu e roberto va?
    Ancora ciao Vince.

  338. TREX scrive:

    Ciao a tutti,
    anche io ho una thermorossi ecoterm 3001,
    non ha dato nessun problema, volevo solo sapere se anche a voi, il calore esce da sinistra verso destra con gradazioine diversa, ovvero guardando la stufa, a sinistra il calore esce ad un livello superiore che dal centro e da destra…è normale?
    poi volevo segnalarvi il pellet marca amokè….mollatelo non viene bruciato neanche con la camera di combustione a livello 3…. residui di cenere nel braciere che intasano la stufa….

  339. parlanti roberto scrive:

    trex e’ tutto ok

  340. parlanti roberto scrive:

    x pasquale giusto quello che dici ma porca miseria sulla thermorossi parlo dei mod 3001 1000 7000 ect ect e’ scritto sull’interno del serbatoio anzi del coperchio tutte le volte che il cliente apre la stufa legge almeno 10 raccomandazioni per la manutenzione ,ma non viene d’istinto anche se chi ti ha dato la stufa non ha mai detto nulla di leggere ogni 15 gg fare questo ogni 30 gg fare quest’altro sono eccessive quelle che mettono loro ma se almeno si allunga 3 volte i tempi comunque va tutto ok. dopo un anno o giu di li la stufa si ferma, ancora il cliente tipo dice” ma perche’ non mi hai detto nulla dovevo fare questo dovevo pulire il tappo del tee e a me chi me l’ha detto???
    spendo tantissimo tempo a spegare alla gente che la manutenzione e’ importantissima sulla stufa o caldaia che sia ma regolarmente mi accusano”sempre” di non avere mai spiegato nulla certo finche la stufa va tutto ok poi la maggior parte che di solito con le istruzioni ha acceso il fuoco si incavola.forse c’e’ anche la volonta’ di certi “furboni” che vogliono fare loro manutenzione a pagamento di far si che cio avvenga ma io so benissimo e sopratutto in questi momenti di crisi che la gente non ha soldi da buttare quindi raccomando tutti a girarsi le maniche della camicia mettere un paio di guanti e pulire la stufa altrimenti poi si blocca proprio quando serve..

  341. parlanti roberto scrive:

    x pasquale giusto quello che dici ma porca miseria sulla thermorossi parlo dei mod 3001 1000 7000 ect ect e’ scritto sull’interno del serbatoio anzi del coperchio tutte le volte che il cliente apre la stufa legge almeno 10 raccomandazioni per la manutenzione ,ma non viene d’istinto anche se chi ti ha dato la stufa non ha mai detto nulla di leggere ogni 15 gg fare questo ogni 30 gg fare quest’altro sono eccessive quelle che mettono loro ma se almeno si allunga 3 volte i tempi comunque va tutto ok. dopo un anno o giu di li la stufa si ferma, ancora il cliente tipo dice” ma perche’ non mi hai detto nulla dovevo fare questo dovevo pulire il tappo del tee e a me chi me l’ha detto???
    spendo tantissimo tempo a spegare alla gente che la manutenzione e’ importantissima sulla stufa o caldaia che sia ma regolarmente mi accusano”sempre” di non avere mai spiegato nulla certo finche la stufa va tutto ok poi la maggior parte che di solito con le istruzioni ha acceso il fuoco si arrabbia.forse c’e’ anche la volonta’ di certi “furboni” che vogliono fare loro manutenzione a pagamento di far si che cio avvenga ma io so benissimo e sopratutto in questi momenti di crisi che la gente non ha soldi da buttare quindi raccomando tutti a girarsi le maniche della camicia mettere un paio di guanti e pulire la stufa altrimenti poi si blocca proprio quando serve..

  342. parlanti roberto scrive:

    x pasquale non e’ rivolta a te l’accusa ma in genere e’ cosi non te la prendere se difendo la mia categoria sappi che ci sono anche persone corrette .

  343. TREX scrive:

    concordo con roberto parlanti.
    bisogna sempre leggere le istruzioni e nella thermorossi è descritto molto bene cosa fare nella manutenzione, e anche nel tappo del serbatoio del pellet ci sono le cadenze per la manutenzione, oltre al fatto che la stufa parla e ti dice anche quando ha bisogno di una bella pulizia!!!!…..meglio di cosi!

  344. PASQUALE scrive:

    A Robe’, io il coperchio dove si mettono i pelletts, lo apro ogni mattina e so’ benissimo cosa c’è scritto….
    Quello che ho detto, si riferisce allo sportellino dietro la lamiera in basso, chiuso da quattro viti. Anche quello è menzionato nel manuale, ma concorderai con me se dico che non è tanto pubblicizzato per la pulizia. Lo devi leggere nel manuale, ma evidentemente è un’operazione che va fatta raramente.
    Ciao e non ti arrabbiare perchè abbiamo bisogno dei tuoi consigli. Ciao

  345. PASQUALE scrive:

    Mea culpa, mea culpa, hai ragione Rorto.”Pulire A1 e A2″.
    Immagino una 3001 un anziano, uno molto anziano che una volta al mese prende il cacciavite, e svita lo sportellino superiore e poi si cala a terra per svitare quello inferiore, senza contare ai problemi che le viti a croce andranno a creare. Se la pulizia di questi due involucri, deve essere fatta di frequente, perchè non hanno pensato di fare qualcosa di piu’ comodo? Voi installatori, lo fate presentie alla Thermorossi di apportare delle migliorie? Come ad esempio il radiocomando Aladino. Possibile che per spegnere la stufa si deve fare il “giro del mondo”? Mi auguro che questo Forum serva anche per analizzare e nel caso migliorare eventuali “cavolate” realizzate nelle stufe.
    Ciao e non giudicatemi male.

  346. marco scrive:

    Caro Pasquale purtroppo per pulire lo scarico fumi bisogno pulirlo all’altezza dello scarico!
    Ho visto stufe che bisogna addirittura smontare coperchio e fianchi e altre che ti costringono a chiamare il tecnico che smonta il motorino espulsione fumo!!
    Penso che Thermorossi si un delle piu’ comode.
    Per quanto riguarda l’aladino per la programmazione sono d’accordo con te ma accensione e spegnimento sono veloci.

  347. PASQUALE scrive:

    Marco, sono molto soddisfatto della 3001.
    Prima avevo una Palazzetti ed il paragone non regge, meglio la Thermorossi.
    Solo che se si potesse migliorare qualcosa, sarebbe meglio.
    Comunque tutto ok.
    Teniamo vivo questo blog perchè è la cosa piu’ importante per noi utenti. Un saluto a tutti ed un abbraccio a Roberto Parlanti.

  348. TREX scrive:

    noi siamo passati alla stufa a pellet sopratutto per una questione di praticità, è ovvio che un anziano ha delle difficoltà in queste operazioni, come per tante altre.
    Io pulisco mensilmente quella di mia mamma tranquillamente, l’aladino lo programmo ad inizio stagione invernale, ma se lei volesse accendere o spegnere non trova nessuna difficoltà…

  349. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x pasquale grazie fino a quando potro contribuiro’ a dare il mio supporto nel blog mi diverto ed imparo ogni tanto qualche cosa di nuovo

  350. matteo scrive:

    ciao a tutti! volevo fare una osservazione sulla 3001.
    ho cambiato tutto il blocco dell’aspirazione fumi perchè era molto rumoroso (stufa nuova di 1 mese).
    adesso dopo 20 giorni, a freddo, anche quello nuovo inizia a farlo!! devo fare reclamo alla thermorossi per pezzi difettosi ?
    vedendo tutti i reclami della gente incaz.. sulla 3001, perchè non portiamo il sig thermored su rai 3? gli estremi ci sono tutti…vedo.
    cmq, tornando al mio problema come posso fare ???
    ah..tra due anni, finita la garanzia la butto giù dalla scarpata e copro una anselmo cola che è mooolto meglio !! una bomba !! ciao a tutti i 3001 incaz

  351. luca scrive:

    ciao a tutti. anche nella mia 3001 hanno già sostituito 2 volte l’aspiratore fumi, e ora ha già iniziato a fare rumore anche quest’ultima. ho inviato una raccomandata di reclamo a thermorossi, chissà se avrò l’onore di avere qualche risposta!!! cosa dobbiamo fare? andare a protestare direttamente in sede? ci mettiamo d’accordo tutti gli incazzati e ci presentiamo in sede a vicenza!!!!!!!!!!

  352. marco scrive:

    ciao Luca sono rivenditore e installatore Thermorossi e opero nella provincia di Modena.
    Non mi e’ mai capitato in 10 anni di sostituire un motorino espulsione fumi, non vorrei che sia una questione di pellet anche perche’ se ne sono stati cambiati 2 non penso che sia un problema di motore.
    Se ti ricambiano il motorino prova a cambiare pellet.

  353. matteo scrive:

    scusa Marco ma la storia del pellet non regge !
    anche la mia (seconda ventola fumi cambiata).
    io brucio solo pellet austriaco.
    blinderholz
    holz pellet
    superfire holz
    tutto abete chairo al 100% quindi non raccontiamoci cucche !

  354. Jos Cas scrive:

    Per Matteo:
    Non voglio essere un sapientone, anzi… tutt’altro.
    Però ti posso dire che pure io brucio quasi esclusivamente pellett austriaco, chiaro, di abete o di faggio.
    Sempre ok, però una volta ho provato una marca nuova: abete chiaro austriaco certificato e puro al 100 per 100, beh, pensavo si fosse guastata la stufa, poi ho rimesso il mio solito pellett e tutto è tornato a posto. L’ho fatto provare ad un amico ed ha avuto problemi pure lui, eppure i dati dell’etichetta facevano pensare ad un pellett buonissimo.
    Comunque mi trovo bene anche con ENERLESS sloveno, è di abete rosso. Fa poca scoria, una bella fiamma e rende.
    Ho anche sentito che a volte la stessa marca può avere delle partite difettose e se per jella le si acquistano… big problem!!!
    Così giusto per raccontarti!
    A presto
    joseph

  355. Jos Cas scrive:

    Per Matteo:
    Nel messaggio di prima quando ho scritto “stessa marca” non era riferito all’ENERLESS di cui ho citato.
    Volevo dire: la stessa marca con cui di solito va tutto bene, a volte può avere delle partite difettose…..

    Ciao
    Jos

  356. Canco scrive:

    Ciao, ho acquistato un Ecotherm 7000 e ho un problema quando finisce il pellets. Non viene segnalata la mancanza del materiale e la stufa non si spegne e continua a funzionare come nulla fosse. E’ uscito il tecnico thermorossi ed ha sostituito il termostato 42° senza risultato. Ho ricontattato di nuovo il tecnico e mi è stato detto che devo alzare la ventilazione della stufa per abbassare prima la temperatura del corpo stufa e solo così si potrà spegnersi. Volevo sapere se qualche altra persona ha il mio stesso problema ed eventualmente come lo ha risolto. Ciao Canco.

  357. luca scrive:

    x marco:
    Non penso sia problema di pellet, uso il pellex dell’ holzpellets che fa pochissimo residuo. Però la seconda ventola che mi ha sostituito l’assistenza (XXXXXXXX nome della ditta cancellato dal gestore del blog su richiesta dell’interessato e dell’autore del commento) me la montata usata, che c’è l’aveva montata su una stufa in esposizione in funzione. Questa sostituzione mi è stata fatta quando ancora avevo la stufa in garanzia e non è che sia rimasto molto contento di tale operazione. Può darsi che ventole prodotte nel 2006 abbiano i cuscinetti difettosi.

  358. marco scrive:

    X Luca
    Non mi risula questo difetto.
    sicuramente la sotituzione in garanzia di un pezzo usato non e’ professionale forse voleva vedere se continuava il difetto(spero)
    La thermorossi non ha problemi a sostituire i pezzimal funzionanti.
    a questo punto il rumore potrebbe essere legato non alla ventola ma forse a una lamiera che crea sfregamento.
    Ha cambiato il motorino intero o solo la ventola?

  359. matteo scrive:

    a me ha cambiato tutto il blocco..e continua a far rumore anche la nuova….

  360. luca scrive:

    x Marco
    Mi hanno sostituito tutto il blocco 2 volte. Sto aspettando qualche risposta da Thermorossi e se mi stufo butto la stufa ( bel gioco di parole) giù dal balcone, Mi sembra di essere in una officina quando usano la smerigliatrice. Se Thermorossi a sto punto fosse seria manderebbe un suo tecnico a controllare di persona, ma forse è chedere troppo!!!

  361. MIKI scrive:

    X LUCA E MATTEO…. E ILARIO SE C’E’ ANCORA…TROPPO SIMPATICO!!!!
    ANCH’IO HO ACQUISTATO NEL 2007 QUEL CESSO DI STUFA (THERMOROSSI 3001) FABBRICATA NEL 2006 E DA SEMPRE HO AVUTO PROBLEMI DI VARI RUMORI DI LAMIERE ALL’INIZIO E DI VENTOLA IN SEGUITO….SI ACCENDE OGNI 5 MINUTI CON UN RUMORE FASTIDIOSISSIMO… IL TECNICO E’ INTERVENUTO ORMAI PARECCHIE VOLTE MA NON HA MAI RILEVATO ALCUN PROBLEMA… DICE CHE LA STUFA FUNZIONA ALLA PERFEZIONE!!! LA STUFA NEL 2007 DOPO VARIE RICHIESTE DI INTEVENTO E’ STATA ANCHE RIPORTATA IN SEDE PER CONTROLLI MA E’ TORNATA ANCORA CON GLI STESSI PROBLEMI…IO HO SCRITTO ALLA THERMOROSSI MA MI HANNO RISPOSTO IN UNA MANIERA A DIR POCO UMILIANTE: OLTRE AD AVERMI SCRITTO CHE LA STUFA DEVE ESSERE PULITA PERIODICAMENTE(E IO LO FACCIO OGNI GIORNO SENZA CHE ME LO PUNTUALIZZINO!!!) MI HANNO ACCUSATO DI VOLER CHIEDERE LA GARANZIA A VITA DEL GENERATORE( COSA CHE NON E’ ASSOLUTAMENTE STATA CHIESTA) E MI HANNO SPECIFICATO CHE LA LORO AZIENDA PRODUCE SOLO ARTICOLI DI QUALITA’ E I PROBLEMI CHE HO SONO CAUSATI DA FATTORI ESTERNI.
    SE DECIDETE DI PORRE LA QUESTIONE A RAI 3 SONO PRONTISSIMA AD ESPORRE LA MIA ESPERIENZA VISTO CHE IL PREZZO E’ ELEVATO E IL RISULTATO E’ UN…. CESSO….(PER DIRLA COME ILARIO)!!!!!

  362. Jos Cas scrive:

    Che delusione!!!
    Verissimo che Thermorossi ha dei prodotti di qualità, ma è altrettanto vero che se un prodotto è difettoso devono dare la giusta assistenza!!!
    Non capisco perchè a volte (e non solo per le stufe) ci sono aziende che producono buoni prodotti e poi lasciano a desiderare sull’assistenza.
    Personalmente conosco un rivenditore Thermorossi (consigliato dalla ditta stessa anche dal sito ufficiale) che manda personale non competente, vedi magazziniere (giusto per fare un esempio) a cambiare schede, sostituire coclee e quant’altro.
    Se volete altri particolari posso anche raccontarveli.
    Per questi motivi non ho acquistato una Thermorossi, anche se la Ecotherm seimila mi sarebbe piaciuta un casino.
    Joseph

  363. Mauro Al. scrive:

    Sono andato a vedre un po’ meglio il sito della Thermorossi, ed una cosa mi è saltata subiito all’occhio fanno troppa roba tutta in sieme. O meglio, mi è sembrato che producessero modelli di stufe a non finire, caldaie a legna e a pellet, cucine, ecc…
    Dal mio modetissimo punto di vista quando si arriva a quel livello di produzione industriale, si perde di vista talune volte la qualità del prodotto finale. Non me ne voglia nessuno, ma queste stufe nella loro delicata “semplicità” di funzionamento devono essere fatte ad OK e con materiali di alta qualità, altrimenti si comincia con il problema della rumorosità dei ventialtori, mancate accensioni ecc…
    Per quanto riguarda l’assitenza, purtroppo si spera di non averne mai bisogno, ed è allora che la casa produttrice piu’ seria, cala le carte migliori.
    Un saluto a tutti.

  364. parlanti roberto scrive:

    x quel che mi riguarda possi solo dire che esistono persone imcompetenti e che non hanno voglia di fare con passione il loro lavoro e’ vero che termorossi ha avuto problemi ma chia ha voluto risolverli li ha risolti io ho sostituito micro batterie al telecomando trasmettitori a non finire nel 2006 ma i miei problemi sono risolti al 99% non dico 100% e’ normale che ci vuole professionalita e passione per il proprio lavoro ma non credo che le altre aziende sono esuli da sostituir pezzi difettosi o da problemi l’immissione dell’aladino ha creato problemi ma per il resto non venite a dire che questa azienda non lavora bene io giro e visito spesso anche per lavoro aziende spesso fanno assemblaggi e basta li si fa la stufa dall’a alla zeta si parte dai lamierati e si arriva alla catena di montaggio dove poi i prodotti vengono collaudati uno ad uno accesi per intendersi non raccontate frottole i problemi ci sono stati e ci potranno essere ma io mi sento molto sicuro. vi garantisco che l’azienda non soffre di cali di lavoro anzi!!!! bisogna spesso raccomandarsi per prendere materiale la loro produzione e’ vasta ma tutta valida le cucine come sono state descritte sopra sono oggetti robustissimi che vanno in giro da 30 anni ed ancora funzionano quando questi signori facevano le gloriose bosky altri costruttori non esistevano. .
    altre aziende senza fare nomi soffrono tantissimo la crisi del momento.un saluto

  365. MIKI scrive:

    Non voglio discutere sulla serieta’ della Ditta ma se fosse veramente seria dinnanzi ad un prodotto probabilmente nato male potrebbe almeno verificare il caso…. mi sembra che sia il modello 3100 del 2006 che crea maggiori problemi… potrebbe essere un modello o una produzione di serie “sbagliata”!!! Visto che le lamentele sono state diverse non si puo’ mettere in dubbio che piu’ persone raccontino frottole uguali…. siamo seri anche noi come la Thermorossi!!!!!

  366. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x miki nessuno mette in discussione la serieta’ dei clienti ma se mai l’operato dei tecnici e la lentezza con cui si mettono in moto vi garantisco che alcuni lo fanno per soldi altri per passione oltre che per soldi. e’ evidenti che nella produzione del 2006 i problemi ci sono stati ma chi li ha voluti risolvere li ha risolti dipende sempre dalla volonta’ dei tecnici subordinati a thermorossi quindi i famosi cat se una cosa non funziona loro dovrebbero correre o quanto meno si dovrebbero informare tramite l’azienda ed approfondire il problema io ripeto ne sono venuto a capo o quasi le stufe del 2006 sono come quelle di oggi non sono marce avevano micro difettosi piu che difettosi troppo sensibili non quarzati bene ma se leggete i post vecchi i problemi sono sempre quelli.
    se hai un problema tu miki cerchero’ di risolvertelo io mi rendo disponibile come ho sempre fattonon pensate che io abbia tempo di fare questo ma le cose sono standard quindi il consiglio che do a palermo vale anche in piemonte.

  367. Jos Cas scrive:

    Parlando di Thermorossi:
    Nessuno mette in discussione la serietà dei clienti.
    Nessuno mette in discussione la serietà di Thermorossi.
    Anch’io sono stato più volte ad Arsiero in Thermorossi, ho collaborato per quasi due anni con un rivenditore della mia zona ed andavo a ritirar le stufe ed i pezzi di ricambio.
    Però posso dire che questo rivenditore non consigliava mai al cliente l’intervento di un CAT, mandava il magazziniere a riparar le stufe, a volte un suo amico che pur essendo appassionatissimo non era del mestiere (faceva tutt’altro). Spesso tale rivenditore non voleva riparare le stufe nemmeno se in garanzia, cercando sempre di incolpare il cliente.
    Però se qualcuno della mia zona visita il sito di Thermorossi oppure chiama direttamente in ditta, le viene indicato come rivenditore autorizzato e centro assistenza il signore che ho citato prima.
    Un altro esempio: una volta ho consegnato una stufa con la scheda guasta, lui lo sapeva, però mi ha detto che tanto
    poi una palla l’avrebbe inventata.
    Purtroppo ho visto tante persone parlar male di Thermorossi a causa di questo signore.
    Conclusione: Se lui è disonesto Thermorossi non ha colpa, ma non dovrebbe un’azienda verificare che i suoi concessionari siano corretti? So che moltissimi hanno chiamato la ditta per lamentele, ma so anche che la ditta non ha mai preso provvedimenti nei confronti di questo concessionario!!!
    E’ come se portassimo una Mercedes a fare il tagliando e mi ci montano i pezzi di una Panda usata!!!
    Secondo me la serietà di un’azienda sta anche nel verificare che i suoi rivenditori siano competenti e perlomeno onesti.
    Comunque ritengo sempre valide le loro stufe, e concludo dicendo che questi problemi ci sono snche con altre marche (PURTROPPO) ora ho citato Thermorossi perchè si sta parlando di loro.
    Certo, se tutti fossero disponibili come il sig. Parlanti, il sig. Cancamilin e tanti altri che ho avuto modo di conoscere nel blog, tutto sarebbe più piacevole.
    Senza rancorei e senza polemica.
    Volevo solo raccontarvi questo fatto di scarsa assistenza che ho avuto modo di toccare in prima persona.
    buona stufa a tutti.
    Jos

  368. MIKI scrive:

    x jos cas… concordo tutto quello che hai scritto…infatti il nostro problema e’ irrisolto grazie al personale di vendita della filiale dove abbiamo fatto l’acquisto…. che poi e’ uno solo… ma poiche’ proprio come ultima speranza di essere ascoltati abbiamo scritto alla Ditta Thermorossi speravamo che Lei non ci riportasse come risposta le stesse parole che abbiamo gia’ sta-sentito dal tizio che ci ha venduto la stufa e che non risolvono il nostro problema….
    x parlanti… io ho letto tutto il blog ma siccome sono un po’ imbranata su certe faccende da “uomo” ti dico quale e’ il mio problema e se sei cosi gentile mi dici in maniera semplice cosa devo provare a fare??? La ventola si accende ogni 5 minuti con un rumore continuo forte e fastidioso… premetto che il tecnico l’ha tarata a 3… cosi mi ha detto e cosi ti riporto non sapendo neanche cosa vuol dire… e che i problemi di tubi e camini di cui ci accusa la ditta sono stati valutati attentamente dal tecnico che l’ha installata posizionandola in maniera da usare 2 curve a 45 e un tubo dritto e il camino non e’ intasato…. Grazie….

  369. Jos Cas scrive:

    Per Miki:
    Avete tutta la mia solidarietà, mi fa un casino arrabbiare quando tutti sono bravi a vendere e poi ti abbandonano.
    UNA COSA VERGOGNOSA!!!

    A presto
    Joseph

  370. Jos Cas scrive:

    PER IL PERSONALE CORRETTO E ONESTO:
    Complimenti per come lavorate, per la competenza e la professionalità, continuate cosi!!! Grazie.

    PER CHI NON SI COMPORTA BENE:
    Mettetevi una mano sulla coscienza, magari mentre siete davanti allo specchi e vi guardate negli occhi.
    La gente i soldi li deve sudare, non è giusto che voi non siate onesti con loro, e se avete dei limiti professionali non dovreste far altro che tirarvi indietro o cercar di imparare a far meglio il vostro lavoro.

    IL MIO CAT SI CHIAMA GIGI: E’ UN GRANDE!!!

    Buona stufa a tutti
    Jos Cas

  371. parlanti roberto scrive:

    x miki se il tecnico ha messo a p03 l’espulsione dei fumi evidentemente c’e’ un problema o con la canna o con il pellets oppure la stufa e’ sporca.

    per il rimanente problema che la stufa va forte in ventilazione le cose sono 3 o il filtro posteriore e’ sporco e quindi la stufa soffre e non sfoga calore di solito e’ cosi’ oppure il termostato che aziona la ventola e’ troppo spostato in avanti e quindi va ruotato di 180 gradi operazione da 3 minuti oppure e’ semplicemente danneggiato quindi va sostituito operazione che si compie in altri 3 minuti una volta che si e’ valutato cio intervenire e’ facile e si risolve il problema fai leggere al tuo tecnico il post .se invece sei tu che sbilanci la stufa ovvero pellets a palla e ventilazione bassa e’ come se su l’auto vai in 1 a 30 allora in piena estate lei non si raffredda e parte di continuo il ventilatore del radiatore.
    prima di fare cio bisogna assicurarzi che la stufa non sia del 2006 altrimenti va fatto tassativamente l’aggiornamento del micro trasmettitore e microcip processore tutto in garanzia.ultima opzione che mi viene in mente sempre possibile ma rarissima i rele’ della scheda si possono inchiodare quindi si puo sostituire la scheda rele’ ma ripeto e’ una opzione molto rara sostituire la scheda rele operazione da 3 min. come vedi miki se sai dove mettere le mano e hai voglia, si risolve.

  372. parlanti roberto scrive:

    x miki e’ normale che serve un tecnico per fare cio.!!!! la cosa che puoi fare e’ lavare il filtro o meglio se vuoi per verificare che sia il surriscaldamento per un giorno puoi addirittura toglierlo cosi capirai meglio.

  373. parlanti roberto scrive:

    signori ad oggi le stufe non sono tutte uguali ma piu o meno vanno tutte la differenza la fa chi vende ed assiste i prodotti.credo che sia chiaro o no!!!!

  374. Pasquale scrive:

    A Roberto, Roberto….
    Non potresti moltiplicarti in numero pari a quello delle Regioni d’ Italia?
    La tua professionalità credo sia unica, ma come dare del torto a Jos Cas? Ti ricordi quando all’inizio dei miei Post, chiedevo ed anche altri lo facevano, informazioni alla Ditta Thermorossi, ma senza avere nessuna risposta? Neanche dopo messaggi all’indirizzo e-mail, tanto pubblicizzato?
    Lo scrivo in maiuscolo:
    I MIEI PROBLEMI, LI HAI RISOLTI TU !
    Ho detto al tecnico di zona, quello che tu sostenevi, e lui, fortunatamente ha acconsentito, cadeva un po’ dalle nuvole, ma alla fine, si è convinto anche grazie alle tue indicazioni.
    Il tecnico che era “titolare” dell’assistenza, non è mai venuto a vedere il problema, sostenendo che non poteva fare 50 Km. solo per un “caso”. Poi è stato sostituito dall’altro di cui ho parlato prima.
    Questo è il livello di professionalita’ che circonda la Thermorossi?! Ora mi domando: Ma perchè la Ditta, non ti autorizza a creare e gestire un CAT nella Penisola, sotto il tuo diretto controllo???????
    Credo che risolverebbe tante grane.
    Ciao

  375. Jos Cas scrive:

    Per il Sig. Roberto Parlanti
    Per il Sig. Pasquale:

    Penso sia una cosa un po’ assurda che ne la Thermorossi, ne il tecnico di zona riescano ad aiutare un utente e che per risolvere si debba ricorre all’aiuto di una persona che scrive sul blog.
    Non fraintendetemi (non sono molto bravo a scrivere) volevo solo dire che se il sig Parlanti (che ammiro per la professionalità e la gentilezza) è riuscito a risolvere senza veder la stufa, come mai il tecnico che l’ha “visitata” non ne cavava nulla di concreto?
    Perchè poi una ditta seria come Thermorossi mette a disposizione un indirizzo e-mail per i contatti e poi non risponde???
    Assurdo!!!
    Buone son le loro stufe, ma la loro organozzazione….

    A presto
    Complimenti ancora al sig Parlanti!!!

    Joseph Cassani

  376. Pasquale scrive:

    Per Jos Cas,
    il tecnico di cui riferisci, non ha mai voluto venire a vedere la mia stufa, perchè non era economicamente sostenibile per lui, fare 40-50 Km. per aggiustare una sola stufa. Se in zona si rompeva un’altra, allora sarebbe venuto ad aggiustarle tutte e due. Detto questo, la domanda mi sorge spontanea: All’epoca, anche qualche altro tecnico di altra ditta, non accorreva prontamente. Poi, sbirciando nei vari ragionamenti, ho saputo che tutto dipendeva dai rimborsi che le Ditte, non espletavano per tempo, anzi, per moltissimo tempo.
    Ora, non sarà il caso della “nostra” Thermorossi, ma forse dietro tutto c’è proprio un fattore economico.
    Ciao e non pensate che io voglia fare polemiche, è solo per scambiare qualche parere.

  377. Mauro A. scrive:

    Scusa Pasquale, ma la tua stufa è in garanzia?
    Perchè se lo fosse, devono venire a riparatela anc in c..lo ai lupi, altro che “appena sene rompe un’altra in zona…” .
    Prima dell’acquiesto… sempre sincerarsi che l’assitenza tecnica si in zona.

  378. Jos Cas scrive:

    Per Sig. Pasquale:
    Per Sig. Mauro A:
    Caspita peggio ancora.
    Non è possibile!!! Allora secondo la sua teoria se non si spaccava nessuna stufa in zona lei sarebbe rimasto con la stufa guasta a vita.
    Non capisco il comportamento di certa gente: come accennato in precedenza ho collaborato per un periodo con un rivenditore Thermorossi, posso assicurare che la ditta cambiava i pezzi guasti ed il rivenditore non doveva anticipare ne rimetterci soldi, però nonostante ciò era restio ad eseguire riparazioni e dava sempre la colpa al cliente dicendo che per quel guasto non rispondeva la garanzia.
    Un assurdo esempio:
    Consegno una stufa (Ecotherm 7000) e non funziona bene, Thermorossi mi dice che è la scheda, non l’abbiamo in casa ed allora la smontiamo da una stufa in esposizione (sulla quale montiamo la scheda guasta).
    La stufa in esposizione viene venduta (faccio presente al titolare che ha la scheda guasta), mi risponde ridendo dicendomi di consegnarla che poi una palla l’avrebbe inventata lui.
    Alla fine il povero cliente ha dovuto sbattersi di persona.
    Poi non so com’è andata a finire perchè per svariati motivi ho cessato di collaborare con quel tipo ed ho preferito dedicarmi interamente al mio lavoro.
    Ecco perchè non ho acquistato una Thermorossi anche se ero innamorato della Ecotherm 6000, perchè in caso di bisogno poi non avrei saputo a chi rivolgermi (perlomeno nella mia zona).
    In effetti ho agito come suggerisce il Sig. pasquale: titubante e dubbioso per l’assistenza ho acquistato un’altra marca.
    Jos

  379. Jos Cas scrive:

    DIMENTICAVO:
    Mi è capitato alcune volte di essere ad Arsiero in Thermorossi a caricare le stufe ed incontrare acquirenti che erano li per comprare i pezzi di ricambio, perchè sostenevano che perdevano meno tempo e meno soldi recandosi di persona in azienda che non aspettando il loro “caro” rivenditore.
    Se mettiamo insieme tutte le nozioni e tutte le varie esperienze arriviamo sempre alla stessa conclusione: TUTTI SONO BRAVI A VENDERE; MA POI SE NE SBATTONO E CI ABBANDONANO.
    Scusate, volevo dire “QUASI TUTTI” perchè per fortuna c’è ancora anche gente onesta.
    A presto
    Joseph

  380. silvio scrive:

    io ho avuto il problema della ventola che parte più volte al massimo ,su una ecotherm 7000 mi è stata sostituita una scheda nella centralina 5 minuti di lavoro e il problema è stato risolto.
    se di altro problema si può parlare mi funziona bene solo sul programma 2 oppure 3 sul programma 1 mi lascia uno spessore di 2 centimetri di deposito nel bruciatore ,per intenderci dove scende il pellet.
    premetto che ho gia cambiato diversi tipi di pellet,e che ho anche provato a uscire direttamente col tubo di scarico ma è uguale ,mi interessere sapere se a qualcuno è capitato di dover cambiare programma di combustione .
    grazie

  381. luca scrive:

    X Ferdinando autore del blog:
    Mi serve aiuto se riesci a contattarmi, ho fatto un grosso errore su un messaggio che ho inviato il 25/02/2009. Se si riesce a modificarlo ne sarei molto grato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  382. parlanti roberto scrive:

    domani sono ad arsiero in thermorossise gli dico che vadano sul blog, che dite, speriamo che non si incazzino!!!! magari ame danno la medaglia ah ah ah!!!!
    scherzo io so che a volte i titolari di thermorossi vanno e leggono ,ma io se posso aiuto solo per il gusto di farlo vi garantisco che nessuno mi paga se riesco a risolvere qualche problema affino sempre piu la mia esperienza alla fine serve anche a me e’ un vero e proprio scambio di informazioni. e esperienza concreta. se si aggiusta stufe senza vederle magari si riesce avenderle meglio. magari domani gli propongo un contratto di teleassistenza. vi garantisco e questo se lo,leggono vale un 5% extra che i titolari di thermorossi sono persone umili e disposte a mediare qualsiasi problema gli si sottoponga si mettono spesso in gioco e spessissimo a nostra disposizione per qualsiasi cosa .altro 5% di sconto domani . .

  383. claudio tramonte scrive:

    Buongiorno,
    ho una stufa Edilkamin Rose a pellet installata nuova il 20/12/08.
    Da un paio di giorni mi si spegne dopo poco che funziona ed il pannello mi indica H1 (allarme depressione).
    Prima di chiamare il CAT, che poi chiamerei a ottobre prima dell’inverno prosiìsimo, vorrei sapere da cosa può dipendere e se posso fare qualcosa da solo e se si cosa.
    Grazie.

  384. Jos Cas scrive:

    Per Sig. Parlanti:
    Non vorrei passare per uno che le fa la sviolinata ogni volta, ma quando si leggono i suoi messaggi vien spontaneo farle i complimenti.
    Sono d’accordo con lei sul fatto che i titolari di Thermorossi siano persone gentili, ho avuto modo di parlare col figlio del titolare (che poi è titolare pure lui) e mi è sembrato un ragazzo per bene.
    Non è che magari (essendo l’azienda così grande) hanno delle persone di fiducia, dei manager, che alla fine essendo solo dipendenti a volte non sono attenti ad alcune sfacettature che possono essere importanti?
    Caspita Sig. Parlanti, magari ci siamo incontrati qualche volta in azienda e magari ci siamo pure parlati.
    Non le dico per chi ho lavorato perchè dopo tutte le cose che ho raccontato non vorrei che magari capita pure lui su questo blog e mi crea dei problemi. Comunque se vede il mio nome mi riconosce, però io non ho parlato del suo nome quindi non l’ho diffamato direttamente!!!
    Comunque avevo un camioncino Mercedes con delle grosse scritte rosse e blu!!!
    Spesso andavo anche alla SAVE fumisteria di Chiuppano che è sempre da quelle parti.
    Buona Gita ad Arsiero!!!
    Jos

  385. MIKI scrive:

    x parlanti… ho verificato con esattezza la data di produzione riportata sul retro della stufa ed è gennaio 2007… vale lo stesso il discorso dell’aggiornamento che mi hai fatto per le stufe del 2006? nel frattempo ho pulito completamente sia la stufa che i tubi per escludere totalmente il dubbio pulizia ma il problema della ventola che si accende ogni 5 minuti continua… volevo inoltre precisare che il tecnico mi ha messo la stufa a livello 3 proprio perche’ anche a me come a Silvio se lasciata a livello 1 o 2 creava nel braciere un deposito e si anneriva il vetro… ora ho contattato il tecnico ma quando verra’ gli faccio vedere cosa mi hai scritto per risolvere i problemi o dici che creo problemi ulteriori? Certo non posso consigliargli io a voce quello che mi hai scritto… da qualcuno devo pur averlo sentito!!! Se tu non hai problemi e pensi che nemmeno lui si offenda gli faccio leggere i tuoi consigli…..Fin dall’inizio loro continuano a sostenere che é il camino con forte tiraggio a causare tutti i problemi… notare che le precedenti stufe non hanno mai dato problemi (non erano a pellets)… tu che ne dici? Grazie ancora…

  386. silvio scrive:

    x miki
    ti sarei molto grato se quando viene il tuo tecnico mi fai sapere per il problema del livello di funzionamento il mio tecnico mi ha detto che dovrebbe funzionare sul programma 1 ma cosi nel mio caso non è io la lascio sul 2 ma se la metto sul 3 come la tua funziona ancora meglio.
    come scritto precedent il problema della ventola che parte a tutta velocità ogni 5 min sembra risolto con la sostituzione di un piccolo terminale nella centralina.
    grazie

  387. luca scrive:

    Se le ventole aspirafumi non sono difettose perchè allora le stufe continuano a non funzionare bene. Sono quelli che fanno l’assistenza che non sono all’altezza del suo lavoro? Perchè non riescono a risolvere i problemi di rumore fastidioso che continuano a fare? Mi sembra impossibile non si possa arrivare a eliminare questi problemi!

  388. gianni scrive:

    x luca
    a quale marca ti riferisci?

  389. luca scrive:

    X Gianni
    Alla Thermorossi 3001

  390. Jos Cas scrive:

    Mi sembra di capire che uno dei problemi più ricorrenti sia il rumore delle ventole, e che spesso non si riesce a risolvere.
    Scusate la mia ignoranza, ma mi domando: possibile che nel 2009 nell’epoca del computer, della tecnologia, delle auto elettriche e quant’altro non si riesca ad eliminare un rumore da un motore, da una ventola da un meccnismo rotante? Solitamente vedo che la colpa si da al CAT sostenendo che non le sappia regolare. Ma non ci sarà un modo per costruirle in maniera che non facciano rumori strani o strane vibrazioni?
    Così, solo una cosa che mi è balzata nella mente e volevo condividere.
    Se ho sparato una cazz… beh, perdonatemi!!!
    Buona stufa a tutti.
    Joseph Cassani

  391. silvio scrive:

    il problema nn è il rumore delle ventole
    è che la ventola partiva a tutta velocità e di conseguenza aumenta il rumore

  392. gianni scrive:

    x luca
    la 3001 di qualche anno hanno il termostato di 95° , cioe quello posto sul lato dx in alto troppo vicino allo sportello fuoco , e fissato con 2 viti , svitate quella di sx e ruotate ul sensore temperatura di 180° verso dietro , e fate un foro nuovo per fissarlo , attenzione che c’e tensione 220v staccate l’alimentazione e provatela cosi

  393. gianni scrive:

    x silvio
    come luca , guarda dietro la stufa di che periodo è , trovi un timbro blu che indica la data di prod. e fai la modifica che ho consigliato a luca
    ciao

  394. gianni scrive:

    x miki e silvio
    il livello di funzionamento di thermorossi va provato e non si puo dire che il liv 3 vada bene x tutti , il liv 0 con canne fumo che tirano molto e pellet buono il liv 3 canne che non tirano e pellet poco pressato o canna fumo pessima .

  395. MIKI scrive:

    … X GIANNI
    a me il tecnico continua a dire che mi ha fatto mettere il livello 3 perche’ il camino tira troppo!!!!
    X SILVIO
    Non appena il tecnico verra’ faro’ sapere cosa ha detto anche ponendogli le soluzioni sul rumore che mi ha dato Parlanti… che non mi ha piu’ risposto….

  396. MIKI scrive:

    X GIANNI
    a me il tecnico continua a dire che mi ha fatto mettere il livello 3 perche’ il camino tira troppo!!!!
    X SILVIO
    Non appena il tecnico verra’ faro’ sapere cosa ha detto anche ponendogli le soluzioni sul rumore che mi ha dato Parlanti… che non mi ha piu’ risposto….

  397. gianni scrive:

    x miki
    nel libretto di istruzioni a pag. 11 al paragrafo 5.5 trovi l’ IMPOSTAZIONE DEI LIVELLI DI FUNZIONAMENTO e dice cosi: LIV 0 : nei casi si utilizzi pellet poco pressato e/o in presenza di canne fumarie con depressioni molto elevate maggiori di 2 mm di colonna d’acqua.
    abbiamo la brutta abitudine di non leggere i libretti a corredo , tutti nessuno escluso.

  398. gianni scrive:

    x miki
    sicuramente la ventola fa rumore perchè la stufa a liv 3 si è surriscaldata e si sono asciugate le boccole di scorrimento dell’albero della ventola , basterebbe smontarlo a fine stagione e lubrificarlo con del grasso al RAME ad alte temperature , quello che si usa x le turbine .

  399. Nico scrive:

    X Gianni,
    parli per esperienza ?
    anch’io ho la ventola di estrazione dei fumi che fa un “casino”….devo quindi lubrificare cosa?

  400. gianni scrive:

    x nico
    si l’ho gia fatto
    devi lubrificare con del grasso specifico le boccole della ventola fumi va smontata e pulita e ingrassata

  401. Nico scrive:

    X GIANNI,
    QUANTO TEMPO CI VUOLE, E’ UNA COSA DIFFICILE?
    IL RUMORE E’ PIUTTOSTO METALLICO …SPERO CHE QUESTA SIA LA SOLUZIONE..
    NICO

  402. gianni scrive:

    x nico
    smontala e poi vedi, mi farai sapere

  403. luca scrive:

    X Gianni;
    Io non ho il problema che parte la ventola a tutta velocità, ma ho il problema dell’aspirafumi che anche al minimo fa un rumore assordante. Mi tocca guardare la tv con i tappi alle orecchie!
    Grande Jos Cas non hai detto una caz……nel 2009 non trovare rimedio a un problema del genere mi sembra molto strano!!!!!!!!!
    Comunque qui nel blog si sta facendo un pò di casino
    con ventola aspirafumi e con ventilazione dell’aria che sono 2 cose ben diverse.
    Ciao a tutti

  404. Nico scrive:

    X GIANNII
    OK LA SMONTO..INIZIO DOMENICA MATTINA… VORREI SOLO SAPERE SE PASSERO’ TUTTA LA DOMENICA A BESTEMMIARE OPPURE PER L’ORA DI PRANZO SARA’ TUTTO OK..
    DAMMI UN INDIZIO

  405. gianni scrive:

    x nico
    ma va è molto semplice, togli tensione , togli la parte superiore, togli le 2 viti superiori che tengono il fianco, sia dx che sx, in basso vedi il rotore della ventola fumi, fissata alla cassa della ventola con delle viti, le togli e sfili tutto il rotore e vedi il perno che entra nella boccola , quello va lubrificato on del grasso , se possibile al rame, e richiuso tutto credo che in 1 ora dovresti farcela.
    ciao e buon lavoro

  406. gianni scrive:

    x luca
    hai ragione , chi non è del mestiere fa un po di confusione , la ventola fumi e ben diversa dalla ventola ambiente , se fa rumore la ventola fumi cioè l’estrattore fumi , sicuramente si è asciugata la boccola dell’asse del rotore della ventola , segui le indicazioni che ho dato a nico e poi fammi sapere.
    cmq quello succede se la stufa si surriscalda e lavora male.

  407. Nico scrive:

    X Gianni….
    Grazie ragazzo…domenica eseguo quello che mi hai detto e poi ti faccio sapere…
    Grazie ancora…
    NIco

  408. luca scrive:

    X Gianni;
    Ma dove sono ste boccole, oggi pome ho smontato tutto, a parte che non è semplicissimo, io ho trovato 2 bei cuscinetti (marcati made in Germany Ina 608, di diametro esterno 22 mm. e interno dove è alloggiato il perno 8 mm.) che non so dove mettere il grasso perchè sono di quelli sigillati, e solo a girarli a mano fanno un casino da matti.
    Qualcuno può dirmi se si possono sostituire e se devo scomodare Thermorossi per questi ricambi oppure li hanno anche i CAT.

  409. gianni scrive:

    x luca
    i cuscinetti sono sigillati entrambi i lati?
    se è cosi fai prima ad andare in un ricambista x auto o ferramenta le dai la sigla dei cuscinetti o li porti e li sostituisci credo che costino meno di 10 euro l’uno .

  410. Nico scrive:

    X LUCA E GIANNI
    solo una cosa: togliere i cuscinetti dal perno è una cosa difficile e lunga?
    Fatemi sapere perchè altrimenti domenica faccio altro,…
    grazie

  411. gianni scrive:

    x nico
    se si ha l’atrezzatura giusta non è difficile ma ci vuone un’estrattore o delle leve x estrarre il cuscinetto, potresti riscaldarlo con un phon per la plastica, una volta caldo dovrebbe uscire facilmente, per infilare il cuscinetto nuovo non lo devi battere, metti il cuscinetto in ghiacciaia del frigo lo tieni li 1 oretta, scaldi un pochino l’alberino del rotore done entra il cuscinetto, facendo attenzione a non scaldare altro che l’alberino, e poi tra cuscinetto freddo asse caldo entra tutto liscio come l’olio.

  412. luca scrive:

    X Nico
    Domenica è meglio se fai una passeggiata, così ti rilassi.
    Come farò io perchè l’altro giorno quando ho smontato tutto e poi non ho trovato le boccole, dopo che ero corso ha comprare il grasso al rame, mi ha preso un nervoso da matti!!! A pensare che Thermorossi abbia messo, ho fatto mettere, dei cuscinetti che dopo pochi mesi si deteriorano in questo modo su una stufa da 2000 Euro fa venire veramente il nervoso.
    Questo lavoro fallo quando spegni la stufa per la pausa estiva, così ci raccontiamo come va tutta questa bella operazione.
    Intanto dopo 25 giorni che ho inviato una raccomandata alla casa madre non mi hanno degnato nemmeno una risposta.
    Saluti

  413. Nico scrive:

    X Luca e Gianni,
    oggi pomeriggio (sabato) smonto e vedo…
    al limite rimonto tutto senza togliere i cuscinetti…
    Domenica mi riposo e lunedì vi faccio sapere se li devi denunciare o meno…
    Saluti

  414. gianni scrive:

    x nico
    ha ragione luca
    ti conviene farlo a fine stagione se riesci a resistere il cuscinetto si rovina se la temp fumi raggiunge valori oltre il limite + di 200° , ma se raggiunge quelle temp , qualcosa non va , è un lavoro semplice ma occorrono degli atrezzi particolari tipo chiavi esagonali piccole e lunghe e quelle torx ( se cosi si scrive ) .

  415. Nico scrive:

    X Gianni e Luca,
    Sabato pomeriggio ho smontato la lamiera laterale. Ho trovato il rotore e ho smontato le 4 viti (tork) che lo fissano alla cassa della ventola….non sono riuscito a smontare niente: il rotore ha un alberino al quale penso sia collegata la ventola che non usciva dalla carcassa… ho notato che avrei dovuto smontare, sull’alberino, una specie di boccola fissata con un grano esagonale…ho rimontato il tutto perchè non avevo tempo…mi sa che a fine stagione smonto proprio tutta la ventola di estrazione dei fumi…la metto su banco lavoro e agisco di conseguenza anche se non ho ben chiaro ancora come cavolo l’hanno montata…non ho chiaramente visto i cuscinetti di cui voi parlate.
    Non è poi così facile come si diceva prima
    un saluto

  416. gianni scrive:

    x nico
    ciao il cuscinetto e posto al centro della parte che ruota .
    conviene smontare tutta la chiocciola della turbina dalla parte interna trovi un dado chiave 10 sinistroso , cioe svita ruotanto in senso orario e tringe in verso antiorario , una volta tolta la ventola sfila il tutto dalla chiocciola e trovi quella boccola fissata sull’alberino tramite un grano con chiave a brugola molto piccola , togli anche quello e li sotto trovi un fermaglio con una rondella che tiene il cuscinetto , togli il fermaglio e sfili l’alberino con qualcosa sfili il cuscinetto e infili l’altro e fai le operazioni inverse.

  417. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x jos cas non riesco a ricordare il furgone le scritte non ho buona memoria ma se vuole mi faccia una mail e me la rinfreschi sono curioso
    parlantir@libero.it

  418. parlanti roberto scrive:

    x miki scusa ma non sto sempre sul blog, certo fare una diagnosi a distanza senza aver visto di cosa si tratta e’ molto dura , ma credo che se la canna tira troppo come dice il tecnico e questo tiraggio lo puo anche dimostrare, basta avere un deprimometro ,penso che la regolazione liv 0 sia da consigliare altrimenti il problema e l’esatto contrario. ma se l’incrostrazioni permangono sul bracere io verificherei anche il livello di qualita’ del pellets oppure la tenuta di tuto il sistema di guarnizioni di tenuta ,portina ,estrattore fumi se smontata,queste determinano anche la pessima combustione,certo ma non il rumore del motore che puo semplicemente essere difettato o molto sporco.la canna fumaria come e’ realizzata???

  419. parlanti roberto scrive:

    x miki credo proprio di avere male interpretato la taratura della ventola e’ quella ambiente il ventilatore che spinge aria o quella espulsione del motore fumi???se e’ cosi cioe’ quella dall’aria e’ normale che la tua stufa ogni tanto se esageri con il combustibile l’altra regolazione che hai sul pellets fa si che la stufa si sbilanci e faccia cio prova a mettere 4 di ventilazione e 2 di pellets vedi se il difetto permane o al limite 3 di ventilazione e 2 di pellets dovrebbe essere tutto ok. allora se e’ cosi vuol dire che non le hanno insegnato ad usare la stufa,spero proprio che non sia cosi.!!!! se mai mi smentisca se vuole le do la mail magari mi dara’ dettaglio della situazione
    parlantir@libero.it

  420. luca scrive:

    X Nico
    La chiave a brugola è da 2 mm. poi togli il seger, sfili 2 molle a cono, messe una al contrario dell’altra e sfili il tutto, poi trovi quei 2 MALEDETTI cuscinetti del cactus.
    Facciamoci gli auguri per questa bella manutenzione alla faccia di Thermorossi e dei suoi prodotti di m…..
    Ciao

  421. Pasquale scrive:

    Con oggi, sono già due volte che la mia 3001, mi da questo problema.
    Con la stufa a minimo, ad un certo punto mi si alza al massimo sia il bruciatore, sia la ventola, facendo diventare quasi arroventata, la stufa. Proviamo a diminuire o a spegnere con il radiocomando aladino, ma non viene consentito. Quindi togliamo la spina della corrente elettrica. Fatta raffreddare un’oretta, la si riaccende e tutto torna regolare.
    Ora mi domando e dico se tutto questo è normale. Non ho fiducia a lasciare la stufa accesa ed uscire di casa. E’ normale secondo voi? Non credo che si tratti della fuoriuscita forzata del calore accumulato. Mi date delle delucidazioni? Grazie

  422. marco scrive:

    x pasquale
    prova a cambiare la frequenza con la quale l’aladino comunica con la stufa, sul libretto istruzione ti spiega e ti fa’ vedere dove e come fare.
    mentre cambi la frequenza nella centralina stufa leggi sul cip marchiato thermorossi il numero e fammi sapere se e’ il 21 o il 22.

  423. Pasquale scrive:

    Quindi secondo te, Marco, dipende comunicazione del radiocomando? Comunque, Sabato ti faccio sapere. Intanto grazie.

  424. Pasquale scrive:

    Per Marco:
    Il numero indicato sul cip è 21.
    Per quanto riguarda le posizioni, sia al radiocomando, sia sulla stufa, le “linguette” sono rivolte verso l’alto, rispetto a “no”.
    Ciao e grazie ancora.

  425. parlanti roberto scrive:

    pasquale e’ evidente che o c’e’ un’altra stufa uguale o la stessa viene disturbata da altre cose bisognerebbe o cambiare la frequenza o meglio quarzare la trasmissione dei dati con microcip aggiornato e trasmettitore quarzato sempre cambiando la frequenza.
    micro 22 e tutto torna a posto.

  426. Pasquale scrive:

    Ciao Roberto,
    ho la stufa in tavernetta ed il radiocomando in garage con una porta comunicante tra i due locali ed una distanza tra i due trasmettitori, di circa 4 metri. C’è la televisione, un forno a micro-ondem(che non credo era in funzione in quel momento) un congelatore, ma nessun’altra stufa.
    sostituendo il micro 22, che cosa cambierebbe tecnicamente, è forse piu’ schermato? Cosa dico al Tecnico?
    Ciao e grazie

  427. parlanti roberto scrive:

    x pasquale come usi la stufa in auto?? se e’ cosi e’ normale si alzi da sola poi un po per il micro che secondo me dovrebbe essere aggiornato un po per le batterie dell’aladino una partita purtroppo non per thermorossi ma per chi le ha fornite a loro e’ completamente andata a farsi friggere subito. non tenendo la carica l’aladino ragiona male e puo provocare anche dei malfunzionamenti.sicuramente sono da sostituire se cambi la frequenza dell’aladino ricorda di farlo anche sulla scheda ma io non credo ve ne sia bisogno sostituito le batterie il micro ed il trasmettitore quarzato tutto tornera’ ad andare se non era stata attuata questa modifica a suo tempo potrebbe necessitare per rendere la stufa schermata completamente efficente,per il surriscaldamento fai bene a non fidarti mai ma la stufa ha dei dispositivi di sicurezza ulteriori quindi una termica che in caso di surriscaldamento del sistema interviene sul motore coclea e blocca tutto pertanto stai tranquillo in ogni caso fai fare gli aggiornamenti del caso e vedrai tornare in salute la stufa. fatti spiegare anche come funziona in ogni dettaglio in maniera da capire le eventuali anomalie se vi sono a volte vengono scambiate per tali mentre non si conosce il funzionamento della stufa.non credo sia il tuo caso ma una ripassatina alle istruzioni non fa mai male.intendi se ‘e’ come dici fai intervenire il tecnico e verifica il tutto e’ doveroso farlo.
    un saluto

  428. Pasquale scrive:

    Roberto, quando si parla di “frequenza”, si intende abbassare o alzare le due linette dei micro-chip?
    Quando è successo il fatto, il radiocomando era in carica ed era posizionato brucatore e ventola ad 1. Quindi, non c’è pericolo di incendio, fusioni varie se dovesse ripresentarsi il problema?
    Grazie, ancora.

  429. parlanti roberto scrive:

    x del conte annarita ritengo che la 6000 ecotherm sia nella penultima edizione che nell’ultima sia una delle migliori stufe mai realizzate se vuole ora offre anche la possibilita dell’aladino che fino ad ora non era stato istallato a bordo della macchina anche se non c’e’ l’aladino l’acquisti ad occhi chiusi sono pienamente daccordo con il suo rivenditore.

  430. parlanti roberto scrive:

    x elio ciao thermorossi non puo impelagarsi con istallazioni fatte da terzi tantomeno da persone che istallando un puffer come nel suo caso non le hanno spiegato prima a che cosa serve questo prodotto e se mai se era veramente necessario , in alcuni casi i puffer incominciano a istallarli perche’ di “moda”. nei vari corsi tecnici tenuti intermorossi spesso si parla di questa tecnica di istallazione ma quasi sempre si dibatte sul puffer ma si conviene quasi sempre tutti che sia molto adatto all’utilizzo di caldaie a legna un po meno necessario sul pellets in quanto la caldaia scende in modulazione sino al 15-20% della sua potenza e quindi se non strettamente necessario come per esempio in un impianto molto piccolo a bassa temperatura o quando magari la caldaia non e’ abbastanza potente ,non serve proprio a nulla se non che ad alzare i costi dell’impianto stesso. si intende che se istallato nella giusta maniera e’ una grandissima chicca magari meglio la compact piuttosto che h20 in quanto rimane una caldaia a tutti gli effetti h20 e’ stufa caldaia quindi meno gestibile.

  431. parlanti roberto scrive:

    x michele guarda che sara’ sicuramente una cavolata .vedrai quando e’ cosi il difetto e’ sempre una stupidagine.cerca di fare una anamnesi del problema e troverai la soluzione al problema.

  432. Jos Cas scrive:

    Per sig. Parlanti:
    Che cos’è un PUFFER!!!
    Non ne ho mai sentito parlare.
    Scusi la mia ignoranza.
    Quando sento parlare di qualcosa che non conosco mi piace informarmi su che cos’è, me lo spiegherebbe?
    La ringrazio tanto.
    Jos Cas

  433. silvio scrive:

    io ho una ecotherm 7000 .
    qualcuno mi sa dare qualche parere su questo prodotto?
    naturalmente chi la conosce , poi vorrei sapere se la ventola di aspirazione fumi è uguale alla 3001 ,premetto
    che la mia non fa nessun rumore ma in pross dell’estate
    e di una manutenzione completa mi sò regolare.
    grazie.

  434. sauro scrive:

    Devo riscaldare abittazione in pietra di circa mq 200, con il gpl non ce la faccio piu’, ed in corso di ristrutturazione ho predisposto nell’angolo di una sala un punto per installare caldaia a o termocamino.
    Tutti mi consigliano la caldaia a pellets e tra queste in particolar modo la Ecotherm H20 34 della Termorossi.
    Come va?.
    Una cosa che a me non piace, e visto che il locale dove sara’ installato non e’ sempre vissuto e’ che esce aria calda dalla caldaia quando e’ accesa: quindi mi sembra un inutile dispendio di energia, che sappiate si possono in qualche modo chiudere le bocchette dell’aria calda?

  435. parlanti roberto scrive:

    x sauro h20 34 riscalda i termo quindi niente aria calda se mai irraggiamento.,al limite prendi la compact 32 che e’ da locale tecnico e scalda quasi nulla l’ambiebte solo 0,500 kwatt .ciao!!!!

  436. giangi scrive:

    Buongiorno, volevo chiedere ai piu’ ESPERTI :
    smontando tutta la chiocciola completa della ventola estrazione fumi della THERMO 3001 si e’ rovinata l’ultima guarnizione (quella praticamente che e’ a contatto con la struttura) che presumo sia fatta in un materiale vetroceramico.E’ possibile sostituirla con un semplice giro di PIC o silicone rosso per le alte temperature?
    Aspetto vostre risposte per rimontare il tutto o no.
    Ciao e grazie.

  437. gianni scrive:

    x giangi
    meglio non modificare niente, rimetti tutto com’era, se in thermorossi hanno usato quella soluzione vuol dire che è la migliore(x come li conosco)

  438. giangi scrive:

    x gianni
    il problema adesso e’ che quella guarnizione in vetroceramica si e’ sfaldata.
    ciao.

  439. gianni scrive:

    x giangi
    richiedila al centro di assistenza o venditore ho thermorossi
    il codice ricambio dovrebbe essere N°60010188

  440. vale scrive:

    salve a tutti ho un problema sulla mia ecotherm 6000, quest’ ultimo inverno ho utilizzato pellet che lasciava molti residui, oltre alla cenere si attaccavano sulle pareti all’interno pezzettini di cenere-carbone. Possibile che si siano intasate le bocchette di ventilazione? l’aria ora esce debole da una bocchetta e molto debole dall’altra.. grazie in anticipo

  441. gianni scrive:

    x vale
    ma la 6000 thermorossi l’aria ambiente non esce solo dalla parte frontale dall’unica griglia che ha sopra la porta fuoco????

  442. vale scrive:

    si appunto, ma l’aria esce davvero debole, questo dopo che ho utilizzato quel pellet..

  443. vale scrive:

    scusa non avevo specificato, la griglia frontale ha 8 bocchette, 4 a destra e 4 a sinistra che con questa griglia vengono nascoste

  444. gianni scrive:

    x vale
    la thermorossi x comandare la velocita delle ventole aria ambiente monta dei relè sulla scheda elettronica , alle volte è capitato che si sono sganciati tali relè , o forse si sono rovinati.

  445. luca scrive:

    Udite udite Thermorossi mi ha mandato il tecnico di zona a sostituirmi la ventola aspirafumi.
    Ringrazio pubblicamente Thermorossi.
    Ciao a tutti

  446. gianni scrive:

    x luca
    in che zona stai? hai visto che non sono tutti imbroglioni.

  447. PARLANTI ROBERTO scrive:

    X VALE PROBABILMENTE NON SONO I PELLETS CHE HANNO OSTRUITO NULLA SE MAI AVRANNO INIBITO DIETRO LA PARATIA LO SCAMBIO TERMICO QUINDI USCIRA ARIA PIU FREDDA UN ACCUMULO DI CENERE DIETRO LA PARATIA DI GHISA O SPORCIZIA DA QUESTO RISULTATO.
    IO SONO INVECE CONVINTO CHE IL FILTRO DEL VENTILATORE AMBIENTE POSTO SOTTO SIA OSTRUITO E QUINDI PASSI MENO ARIA SE HAI UN GATTO CHE GIARA PER CASA DI SOLITO SI POSIZIONA SOTTO LA STUFA E QUESTO PASSAGGIO SI SPORCA, COMUNQUE DOPO MOLTE ORE DI FUNZIONAMENTO LA STUFA CREA LANICCIO IN QUESTI MEANDRI E VA ASPORTATO VEDRAI SARA’ COSI .
    LEGGIA ANCHE IL MANUALE ISTRUZIONI VIENE RIPORATATA ANCHE QUESTA COME MANUTENZIONE.
    SPINGENDO NELLE VARIE POSIZIONI DI VENTILAZIONE IL RUMORE DEL VENTILATORE CAMBIA DI GIRI??? SE LA RISPOSTA E’ SI VUOL DIRE CHE E’ COME DICO IO E’ PROBABILMENTE SPORCO IL VENTILATORE
    UN SALUTO

  448. PARLANTI ROBERTO scrive:

    X VALE PROBABILMENTE NON SONO I PELLETS CHE HANNO OSTRUITO NULLA SE MAI AVRANNO INIBITO DIETRO LA PARATIA LO SCAMBIO TERMICO QUINDI USCIRA ARIA PIU FREDDA UN ACCUMULO DI CENERE DIETRO LA PARATIA DI GHISA O SPORCIZIA DA QUESTO RISULTATO.
    IO SONO INVECE CONVINTO CHE IL FILTRO DEL VENTILATORE AMBIENTE POSTO SOTTO SIA OSTRUITO E QUINDI PASSI MENO ARIA SE HAI UN GATTO CHE GIARA PER CASA DI SOLITO SI POSIZIONA SOTTO LA STUFA E QUESTO PASSAGGIO SI SPORCA, COMUNQUE DOPO MOLTE ORE DI FUNZIONAMENTO LA STUFA CREA LANICCIO IN QUESTI MEANDRI E VA ASPORTATO VEDRAI SARA’ COSI .
    LEGGIA ANCHE IL MANUALE ISTRUZIONI VIENE RIPORATATA ANCHE QUESTA COME MANUTENZIONE.
    SPINGENDO NELLE VARIE POSIZIONI DI VENTILAZIONE IL RUMORE DEL VENTILATORE CAMBIA DI GIRI? SE LA RISPOSTA E’ SI VUOL DIRE CHE E’ COME DICO IO E’ PROBABILMENTE E’ SPORCO IL VENTILATORE
    UN SALUTO

  449. Giovanni scrive:

    Ciao a tutti sono nuovo , vorrei un consiglio dal signor Parlanti che è molto professionale , Ho una casa di circa 200 disposta su due piani (reparto notte 1p e reparto giorno pt) tutta scaldata con dei ventil aermec la caldaia a metano da 29000 kcl in apposito locale tecnico .Il mio consumo annuo medio è di 2570 mc con un costo annuo circa di 1600 euro .Sono indeciso se affiancare alla mia caldaia a gas un caldaia a pellet Termorossi Compact 32 (usando quella a gas solo per l’acqua calda) ne vale la pena abbassero i consumi ??
    Grazie

  450. luca scrive:

    x Gianni.
    Provincia di Ferrara.
    Ma dopo un sacco di raccomandate e e-mail inviate alla casa madre di reclami.
    Saluti

  451. maverik scrive:

    x parlanti
    Salve, volevo un consiglio. Ho una casa di 140 mq e due anni fa ho installato una thermorossi ecotherm 7000. eccellente in tutto questo tempo. ho visto che c’è la echoterm h20 18 della stessa dimensione ma riscalda collegando i radiatori. Siccome io ho anche l’impianto volevo sapere se con quest’ultima avrei ancora più caldo e se è migliore della 7000 che emana con ventola.
    grazie anticipatamente.

  452. w123gianni scrive:

    un saluto a tutti, io starei per passare da una extraflame modello baby fiamma (acquistata 8 anni fa) ad una thermorossi 3001 per due motivi 1) la baby fiamma e sottodimensionata per l’appartamento 2) la stufa è rumorosa e col passare del tempo pare peggiori sempre più. sulla carta la 3001 mi sembra una delle migliori in circolazione che dite……….vado tranquillo……..grazie

  453. MIKI scrive:

    x w123gianni No non comprare la thermorossi 3001…
    i miei problemi non si sono risolti anzi ogni giorno ce n’e una nuova!!! E la Thermorossi non risponde alle raccomandate inviate mentre il rivenditore di zona alle mie telefonate dice che richiama e passano i mesi e non si fa vivo nessuno… ho buttato via 3000 euro x una stufa che non funziona e ho giurato che non la consiglio a nessuno… ora ho smontato i tubi e li ho puliti… non dico in che condizioni erano… le guaine tutte rotte… e la pulivo TUTTI i giorni ma TUTTI PROPRIO…. x non essere mai andata bene a causa del rumore forte della ventola e le ultime volte che l’ho accesa avevo problemi anche nella fiamma… restava sempre uguale….non comprarla!!!!!

  454. emanuele scrive:

    X w123gianni, ho una ecotherm 3001 prodotta ad agosto del 2006.
    Come puoi vedere dai post precedenti, questo modello ad inizio produzione ha avuto diversi problemini ma che ora sono stati risolti. Io fortunatamente li ho risolti tutti tramite il buon Roberto Parlanti persona deliziosa. Quindi se desideri una Thermorossi accertati che il rivenditore sia competente e serio, che conosca tutti i problemi che questa serie aveva riscontrato in passato, questo perchè se avesse in magazzino modelli prodotti nel 2006-7 potrebbero necessitare delle modifiche apportate per ovviare a tutti i problemi riscontrati.
    Una volta certo di questo vai tranquillo la 3001 è un bel prodotto, almeno per me lo è.
    Se vuoi sapere come controllare se la stufa che prenderai è in ordine, devi vedere la data di produzione, se è recente vai tranquillo, se è datata 2006-2007 fatti fare un bello sconticino e accertati che il processore e il ricevitore siano aggiornati e anche le batterie del telecomando.
    Poi vai tranquillo
    ciao emanuele

  455. gianni scrive:

    x miki
    poi come dice emanuele di che anno è ? le stufe hanno 2 anni di gananzia

  456. MIKI scrive:

    x gianni
    é del gennaio 2007 e a settembre scade la garanzia ma quando ho scritto alla thermorossi (visto che il rivenditore non mi dava udienza) e ho descritto i miei problemi mi hanno risposto, e io non avevo chiesto niente del genere
    !, che non potevo pretendere di avere la garanzia a vita x una stufa che probabilmente non era stata usata come si doveva!!! allora ho scritto nuovamente dicendo che non chiedevo la garanzia a vita ma solo di risolvere i problemi e avere una stufa funzionante visto che nel frattempo avevo avuto anche una stufa identica in sostituzione mentre era a controllo e questa funzionava perfettamente, ma io ho scritto a giugno e penso che fino a ottobre (settembre scade la garanzia) non avro’ risposte!
    avevo anche chiesto che mi venisse lasciata la stufa in sostituzione (anche se non era nuova) purchè non mi ridassero la mia ma mi è stata ridata nello stesso stato in cui era prima…. probabilm è nata male, non discuto, ma almeno venga detto e non si accusi di cattivo uso chi l’acquista!!! questo proprio non mi va giù….

  457. gianni scrive:

    x miki
    chi l’ha installata ? come? sono state seguite alla lattera le istruzioni? mandami foto e cerchiamo di risolvere questo problema, ti dico che la ventola diventa rumorosa se: il pellet non è di qualita, se la canna fumaria non è fatta come si deve cioè la stufa si è surriscaldata troppo i motivi possono essere tanti ma molte volte si risolve con poco, il ventilatore si puo sostituire con poca spesa, i tubi si sporcano se la stufa non brucia bene e non bruciando bene si deteriora + facilmente.
    ciao fammi sapere

  458. w123gianni scrive:

    x gianni
    ….i miei tubi con la baby fiamma a fine stagione sono sempre zeppi di fuliggine, forse che dipende da 2 curve a gomito e lunghezza dello scarico? dalla stufa al soffitto (circa 2 mt.) poi gomito altri 2 mt. di tubo ed infine gomito con riduzione da 8 a 12 per scarico in canna fumaria……..
    comunque se acquisto thermorossi verifico la data di produzione della stufa e chiedo installazione da parte di un tecnico qualificato………

  459. gianni scrive:

    x w123gianni
    intanto le curve a 90° sono da abolire i tratti in orizontale sono la cosa che piu ostruisce la canna fumo, si è vero la stufa ha la ventola ma non deve essere una forgia la canna fumo deve essere funzionale cioè deve tirare ( avere una depressione ) anche a stufa spenta, come in tutti i libretti di istruzione trovate come riferimento la “norma italiana” UNI 10683 sui “generatori di calore alimentati a legna o da altri biocombustibili solidi” e i “requisiti di installazione”

    su THERMOROSSI vai tranquillo sono delle belle macchine semplici e affidabili, l’azienda che conosco bene è seria, secondo me la colpa e di chi fa l’ultimo passaggio cioè chi vi vende la stufa o di chi la installa che si deve prendere le responsabilita di assistere il prodotto al meglio, e non solo incassare i soldi e scappare, sappiate che la THERMOROSSI forma tutti i rivenditori perche facciano l’assistenza perche ogni rivenditore è anche centro di assistenza.

  460. gianni scrive:

    x w123gianni
    e fatevi fare la fattura dell’instalazione e certificato di conformità del lavoro svolto, come dice la norma uni 10683

  461. w123gianni scrive:

    grazie per le informazioni , sono quasi del tutto convinto per la 3001, anche se in settimana ho parlato con un rivenditore delle rika (stufe austriache) e pare siano super efficenti ed innovative…….

  462. gianni scrive:

    x wgianni 123
    ottimi prodotti , accertati sull’assistenza e ricambi in zona

  463. w123gianni scrive:

    acquistata la 3001! data di produzione della stufa febbraio 2008, quindi dovrebbe essere immune dai difetti riscontrati sulle prime serie……..ho scoperto di aver sempre usato una canna fumaria non a norma! ora provvederò ad intubarla con uno scarico di acciaio! c’è qualcuno che di recente ha trasmesso la richiesta all’agenzia delle entrate per il recupero del 36%? grazie e un saluto a tutti

  464. w123gianni scrive:

    Acquistata la 3001! la data di produzione è febbraio 2008 quindi teoricamente immune dai difetti riscontrati sulle prime serie di cui qui si è discusso……..ho scoperto che la mia canna fumaria non è a norma! provvederò ad intubazione con tubi di acciaio………c’è forse qualcuno che di recente ha trasmesso la richiesta all’agenzia delle entrate per il recupero del 36?
    grazie un saluto a tutti

  465. giovanni scrive:

    ho appena acquistato una 3001 thermorossi a parte il telecomando che e’ complicatissimo,
    vorrei sapere come si fa a spegnere questa benedetta stufa e quanto tempo ci mette??
    grazie, gianni como

  466. Vince scrive:

    x Giovanni
    Tranquillo se il tempo di spegnimento non supera la mezz’ora è normale

  467. Pietro scrive:

    Io ho una thermorossi compact 32 che consuma tanto. circa 4/5 sacchi di 15kg al giorno, casa 130mq. Anche se praticamente nuova( solo 2 Aanni), dopo qualche test sul consumo e i tecnici che non sono stati in grado di fare niente, il signor thermorossi che non vuole cambiare questo modello per unocheforsefunzione, ho deciso di butarlo via einstallare una nuova. Questa volta compro una caldaia vera enon una stuffa che è stata convertita in una caldaia.

    Inoltre lacompact 32 richiede: –
    PULIRE BRACIERE TUTTI I GIORNI (Quindi spengimento attendere refredamento e aspirare)
    CENERE ogni giorno
    OGNI 2 SETTIMANE SCRARICO FUMI (aspirare)
    OGNI MESE ASPIRARE SERBATOIO PELLETS
    2 VOLTE L’ANNO PULIRE CANNA FUMARE

  468. Pietro scrive:

    Io ho una thermorossi compact 32 che consuma tanto. circa 4/5 sacchi di 15kg al giorno, casa 130mq. Anche se in sostanza nuova( solo 2 anni), dopo qualche test sul consumo e i tecnici che non sono stati in grado di fare niente, il signor Thermorossi che non vuole cambiare questo modello per uno che forse funzione, ho deciso di buttarla via e installare una nuova. Questa volta compro una caldaia vera e non una stufa che è stata convertita in una caldaia.
    Inoltre la compact 32 richiede: –
    PULIRE BRACIERE TUTTI I GIORNI (Quindi spingimento attendere raffrenamento e aspirare)
    CENERE ogni giorno
    OGNI 2 SETTIMANE SCRARICO FUMI (aspirare)
    OGNI MESE ASPIRARE SERBATOIO PELLETS
    2 VOLTE L’ANNO PULIRE CANNA FUMARE

  469. pasquale scrive:

    Ciao a tutti.
    Dopo un po’ ci si risente.
    Chiedo ai “luminari” se e cosa ne sanno di un certo tipo di combustibile per le stufe a pelletts, di cui ho sentito parlare pochi giorni fa: Noccioli di olive tritati, da macchine nei frantoi per la raccolta delle olive.
    Avrebbero una resa calorica elevata, molto piu’ dei pelletts normali.
    Tecnicamente non so’ il nome, ma mi hanno detto che qualche frantoio si è gia’ fornito della macchina e che il prodotto va a ruba.
    Ne sapete qualcosa?
    Secondo voi, possono funzionare con la Thermorossi 3001?
    Ciao e grazie.

  470. nico scrive:

    Ciao a tutti,
    con l’approssimarsi dell’inverso ieri sera ho riacceso la mia stufa 3001….o meglio ci sono riuscito solo in manuale (tasto posteriore rosso)…il telecomando non mi comunica con la stufa …mi scrive messaggi del tipo : “FUORI CAMPO” – “MANCANZA CORRENTE” – “PREMERE UN TASTO”…
    Premetto che fino a marzo 2009 nessun problema di comunicazione…anzi tutto bene dopo che il tecnico mi aveva cambiato una schedina e installata una “quarzata” (questo subito dopo aver aquistato la stufa a novembre 2008)…
    Il tecnico dell’assistenza mi ha detto che devo caricare il telecomando per più di 24 ore….vi risulta ?
    è possibile una cosa del genere?
    Attendo lumi e risposte…

  471. nico scrive:

    X GIANNI
    io e mia moglie abbiamo presentato a suo tempo la richiesta all’agenzia delle entrate per il recupero del 36 – ottobre 2008….tutto ok ….hai avuto qualche problema?

  472. w123gianni scrive:

    x nico
    Buona giornata, ho spedito la raccomandata all’agenzia delle entrate di pescara in data 28/09/09, allegando l’attestato della “Thermorossi” e compilando il modulo con i miei dati e quelli dell’immobiole dove è stata installata la stufa.
    Dal prossimo 730 dovrei iniziare a scalare la quota del 36% mi auguro non ci siano inconvenienti, ho notato che i rivenditori non sono informatissimi a riguardo e gli uffici periferici delle entrate sono addirittura più approssimativi……..
    Secondo il tecnico che il giorno 6 ottobre mi ha portato la stufa, il telecomando va lasciato sotto carica per 12 ore (dal momento in cui si spegne perchè scarico), non ho ancora provato a vedere se le istruzioni scrivono qualcosa in merito……
    le prime impressioni sono molto positive, stufa silenziosa, potente e di bell’aspetto (confrontata alla precedente baby fiamma), anche se l’esperienza si basa esclusivamente su brevi accensioni serali giusto il tempo per mitigare le prime frescure autunnali…….

  473. and scrive:

    Ciao a tutti, ho un thermorossi insert49, ieri sera ho impostato l’accensione automatica per questa mattina ma non ha funzionato. Leggendo le istruzioni dice che si dovrebbe avviare in automatico con la stesse impostazioni (ventola e combustione) impostate prima dell’ultimo spegnimento. Però avendolo utilizzato ieri sera in manuale, per spegnerlo ho dovuto portare il livello di combustione (quello con la fiammella sul telecomando per intenderci) a zero, e di conseguenza credo sia quella la causa. Ma come devo fare, se di sera la uso in manuale poi in qualche modo devo spegnerla, e di conseguenza devo azzerare la combustione, sto sbagliando qualcosa? Grazie.

  474. marco scrive:

    and
    la cosa importante e che sull’ aladino trovi il simbolo* dell’orologio* che
    che si attiva o disattiva andando con il pulsante dietro l’aladini in crono e poi se non ricordo male premere la freccia in alto .

  475. and scrive:

    Grazie marco, ma effettivamente l’icona dell’orologio è accesa, per quello pensavo che avendo il livello della comubustione a 0 (altrimenti si accende in manuale) l’inserto non s’è acceso con la programmazione

  476. marco scrive:

    and
    Stavo rileggendo le istruzzioni d’uso, dice solo che la stufa ripartira’ alla potenza che avvevate messo prima dello spegnimento.
    prova a riguardare tutti gli orari impostati per accensione e spegnimento e quelli che non usi accertati che siano 00:00
    per ora non riesco a dirti altro , fammi sapere se mai domani

  477. and scrive:

    Grazie marco, le istruzioni infatti le ho lette e rilette anch’io, il problema che se sei in manuale per spegnerlo devo azzerare la potenza altrimenti non si spegne. Stasera provo ad avviarlo in manuale ed a spegnerlo con il timer

  478. Roberto scrive:

    Sto valutando l’acquisto di una stufa Thermorossi 3001, ma vorrei sapere se è proprio necessario mettere la canna fumaria in acciaio che sale oppure mi posso collegare direttamente ad una già esistente che corre all’esterno del locale ove dovrei installare la stufa.
    In parole povere è possibile fare un foro passante nel muro fino ad entrare nella canna fumaria e collegare la stessa direttamente alla stufa con un pezzo di canna coibentata?
    Spero di essermi spiegato bene………..
    Grazie!

  479. Roberto scrive:

    Ho dimenticato un particolare!
    La canna fumaria esistente è in muratura, è coibentata, non ha altri scarichi collegati e la distanza che ci sarebbe tra il collegamento e il comignolo di scarico è di circa 3,5 metri.

  480. nico scrive:

    X GIANNI,
    grazie della risposta ma la cosa del ricaricare non funziona…pare che io debba sostituire le batterie , domani lo faccio (me le ha date il rivenditore) e poi ti dico…infatti si parla di memoria delle batterie….qualcuno ne sa qualcosa oppure ho capito male….
    Per il 36% c’è tanta ignoranza in giro presso i vari rivenditori (addirittura il Caaff dove avevamo fatto la dichiarazione, in prima istanza, non sapeva come comportarsi), ma se hai fatto la raccomandata, non ci saranno problemi dal prossimo 730….
    Per la stufa posso dire: bella esteticamente, mi sarei aspettato di +….motore estrazione fumi cambiato, schedina trasmettitore cambiata con una quarzata, adesso le batterie del telecomando…nell’ordine mi aspetto almeno il cambio del motoriduttore coclea caricamento pellets e poi penso di aver fatto tutto….un saluto

  481. Andrea scrive:

    “E ci risiamo…..dopo aver sostituito l’anno scorso le pile da parte del tecnico perchè il telecomando della mia ecothern h2o 18 kw non “chiacchierava” con la stufa, anche ora alla secoonda accensione….fa le bizze!!!
    Fà accendere la stufa ma non mi permette di regolare null’altro….premetto che lo tengo sempre sotto carica, cosi come mi ha consigliato il tecnico installatore, ma anche quando lo stacco dalla rete, le barrette di carica continuano a lampeggiare….che devo fare?
    Mi risulta strano dover tenere 24h su 24h sotto carica le batterie…e poi il etncino me le ha sostituite con un’altro pacco in cui è inserito uno swicht 1/0 di cui ignoro il funzionamento…
    Contento per la stufa, deluso dal telecomando…
    Andrea

  482. Andrea scrive:

    Ancora una domanda….quando accendo la stufa vengono emessi 10 beep sonori?…sinceramente non ricordo se l’anno scoso li faceva e quindi vi domando se è normale ciò.
    Andrea

  483. w123gianni scrive:

    x nico
    accidenti peggio della daewoo nubira di mia moglie!!! la mia 3001 (stando a quanto riportato sulla stufa e sul manuale tecnico) dovrebbe esser stata prodotta nel febbraio 2009, mi auguro sia una buona annata e che non debba ricorrere all’assistenza per un bel pò……….

    x roberto
    un buon rivenditore dovrebbe saper come installare a regola d’arte la stufa, io con la precedente 8 anni fà feci un “fai da te” col risultato che la stufa è sempre funzionata ma i tubi di scarico (con 2 curve da 90°) si sporcavano parecchio inoltre sfruttavo una canna fumaria non coibentata, fortunatamente è sempre andato tutto bene…………

  484. nico scrive:

    X TUTTI
    ho cambiato le batterie del telecomando, le ho messe in carica anche per più di 24 ore, ma il telecomando mi dice premere un tasto, furoi campo, mancanza corrente…la stufa è alimentata e si accende manualmente con il pulsante rosso posto sul retro….qualche consiglio e notizia in merito prima che io vada dal rivenditore a offenderlo pubblicamente per il “cesso” che mi ha rifilato ?
    Grazie

  485. Giada scrive:

    Vorrei chiedervi una cosa.
    Io ho acquistato la stufa e sono solo 3 giorni che l’accendo qualche ora,ma ad un certo punto inizia ad emanare un odore molto sgradevole…..può essere perchè è nuova?

  486. Nico scrive:

    x tutti
    Ho risolto il problema di comunicazione telecomando – stufa semplicemente cambiando il telecomando….forse si era rotto qualcosa???? il rivenditore me lo ha sostituito senza battere ciglio e senza farmi pagare niente nonostante come lui mi ha detto la garanzia fosse scaduta (1 anno ?) e soprattutto senza spiegazioni !!!!
    Ieri sera tutto andava…vedremo i prossimi giorni…
    Un saluto

  487. lexicon'devil scrive:

    volevo chiedere al sig. Parlanti a riguardo di una ecotherm 1000 se è normale che durante il funzionamento e precisamente nel momento della caduta del pellet sul braciere si sente un suono come potrebbe essere quello di una zanzara che viene fulminata , secondo me è un difetto della mia , non credo che thermorossi abbia messo su mercato una stufa con un rumore simile praticamente ininterrotto , qualcuno ha una ecotherm 1000 che ha lo stesso problema? ciao

  488. Pasquale scrive:

    Ciao a tutti.
    Volevo rivolgere una domanda ai super-esperti:
    La mia Ecotherm 3001, impostata a minimo, ventola a 1 e fuoco a 1, una volta che ha raggiunto la temperatura ambiente, secondo me, dovrebbe in qualche modo, quasi spegnersi, cioè, girare a minimo, solo per mantenere la fiammella.
    Invece, noto che anche se viene raggiunta e superata la temperatura impostata, es. 21 gradi impostata e 22 dell’ambiente, la stufa macina ancora fuoco e pelletts.
    secondo voi, è normale?
    Secondo me, dovrebbe girare come la fiammella della caldaia termosifoni: fiammella a minimo quando non occorre raggiungere la temperatura.
    Per favore, spiegatemi questa cosa.
    Grazie

  489. Vince scrive:

    X Giada
    Si, è normale , lo farà ancora qualche giorno finchè non si essiccano bene le vernici.
    Tienila accesa al massimo, sia come fiamma che come potenza e, nel giro di qualche ora, il fenomeno si attenuerà fino a scomparire
    Ciao, Vince

  490. Giada scrive:

    Grazie Vince.
    Pasquale non credo dovrebbe arrestarsi,erchè se è già a 1 meno di così non può andare.

  491. Giada scrive:

    Scusa Vince quindi solo mettendola al massimo risolvo il problema?
    Perchè l’ho fatto per 4 ore,ma poi oggi al minimo nuovamnete puzza….che uffa!!!
    Dopo quanto tempo andrà via?
    Son ormai 5 giorni che la uso.

  492. AndreAncona scrive:

    Anche a me hanno sostituito il telecomando ALADINO della stufa ECOTHERM H2O 18 che on comunicava + con la stufa.
    Il problema?…..caricabatterie del telecomando non perfettamente funzionante e pile fottute!!!.
    E per fortuna che era ancora in garanzia..
    Ma prima di cantare definitivamnete vittoria….aspetto ancora qualche giorno e poi vi faccio sapere.
    AndreAncona

  493. Massimo scrive:

    Ciao, dopo quasi 4 anni di funzionamento senza particolari problemi, la ventola di estrazione fumi della mia echoterm 3001 ha smesso di funzionare. Dopo qualche prova posso escludere problemi al motore della ventola stessa, perche’ collegata direttamente all’alimentazione (220v), gira perfettamente. Il mio timore e’ che possa trattarsi della scheda elettronica che controlla tutto il funzionamento della stufa. In questo caso qualcuno mi sa dire quanto puo’ costare questa benedetta scheda? Altra domanda..nel caso di sostituzione da parte di un CAT la vecchia scheda resta di mia proprieta’? Ringrazio in anticipo per le eventuali risposte:)

  494. Vince scrive:

    X Giada
    Guarda, la mia l’ho tenuta accesa alla massima potenza per 12 ore .
    IL processo di essiccazione dura parecchi giorni, dopo non sentirai più niente, ma è fondamentale tenerla accesa ad alta temperatura per 10/12 ore.
    Comunque, Tu prova a controllare sul manuale, se non ricordo male ci dovrebbe essere scritto qualcosa in merito.
    Ciao, Vince

  495. Pasquale scrive:

    Scusate, una domanda:
    Sono circa due o tre mattine che pulendo il braciere della mia Ecotherm 3001, noto che la cenere è abbondante e solida, quasi unita a pezzetti di due-tre cm.
    Da cosa dipende?
    Ho provato anche ad aumentare il livello di combustione, portandolo a 2.
    Chi mi da’ un parere?
    Grazie

  496. Vince scrive:

    X Pasquale
    Probabilmente è la qualità del pellet
    é successo anche a me e,cambiandolo non lo faceva più.
    Ciao, Vince.

  497. John scrive:

    Ho una Clam Martona New-York. Da qualche giorno sul display che segnala la temperatura ambiante, appare la scritta on. La stufa funziona, ma chiaramente non modula più. Qualcuno sà qual è il problema.
    Grazie
    John

  498. Jack scrive:

    Ciao a tutti, due settimane fa abbiamo acquistato una Ecotherm 1000 ma abbiamo dei problemi con le programmazioni: a volte la stufa si accende e si spegne (all’ora programmata) a volte non si accende, altre non si spegne.
    Premetto che abbiamo letto le istruzioni con molta attenzione e seguiamo tutti i passaggi indicati 1) Menu – Cron 2) selezione giorno 3) programmazione On 1 Off 1 le altre sullo zero tutte confermate con il pulsante fiammella 4) Menu 5) attivazione.
    il tecnico ha cambiato il pezzo con il display ma il problema sussiste.
    Noi pensiamo che ci sia un “trucco” che non siamo ancora riusciti a trovare . . .
    Qualcuno puo` aiutarci?
    Mille grazie

  499. pasquale scrive:

    Ciao a tutti, l’altro ieri ho riscontrato un altro problema alla mia 3001:
    Ho provato ad aumentare il la combustione da Livello 1 a Livello 2.
    Tutto a posto, solo che quando ho provato a riaccendere la stufa il giorno dopo, è tornata a Livello 1.
    C’è qualcosa che mi sfugge in tutto questo oppure il radiocomando non mantiene la programmazione?
    Grazie a chi mi vorrà rispondere.

  500. w123gianni scrive:

    Ho notato anch’io che quando si riaccende la stufa qualsiasi livello di combustione fosse precedentemente impostato automaticamente torna a livello 1……forse è giusto così?
    ciao

  501. pasquale scrive:

    Per Gianni:
    Anche se fosse giusto così, non mi sembra logico, in quanto, il pellets se produce piu’ residui di cenere, lo fa’ anche il giorno dopo………..
    Comunque, se qualche tecnico, come ad esempio Roberto Parlanti, o Thermorossi stessa, vollesse delucidarci sulla questione, ne saremmo grati.

  502. Pasquale scrive:

    Salve, devo comunicare che il problema dei Livelli, sono stati risolti.
    Ho reimpostato aa Livello 2 e così è rimasto anche per il giorno successivo.
    Evidentemente non avevo fatto bene la procedura la prima volta.

  503. lorella long scrive:

    ciao , abbiamo una echotherm 3001 da pochi giorni, con la ventilazione al massimo per sentire il calore che esce devo avvicinarmi a trenta centimetri , non mi sembra normale e penso che quando farà freddo non riuscirà a scaldare . la piazzetta della mia amica con la ventilazione al minimo la sento già da due metri. Qualcuno ha le stesse perplessità ? Posso ancora darla indietro. Roberto per favore rispondici subito!

  504. paolo scrive:

    Salve a tutti, vivo in prov. di Bologna in un monolocale open space di 36mq isolato (senza appartamenti attorno nè sopra nè sotto) e con una dispersione termica abbastanza importante (grandi porte finestre). Oggi mi riscaldo con metano e spendo 150 euro al mese per avere 17 gradi in casa…
    Ho deciso di chiudere i rubinetti e comprare una stufa a pellet. Premesso che non ne so nulla (e stavo per prendere una PROTERM a 5Kw a 1100 euro…). Poi ho letto qui i commenti di Camcamilin circa le Edilkamin (in particolare ne ricordo uno che definiva il modello Rose come uno di quelli che richiedono meno manutenzione) e di e di Roberto Parlanti circa le Thermorossi.

    Sono molto indeciso circa la marca e il modello da comprare ma vorrei nel complesso che fosse una buona stufa, che richieda meno manutenzione possibile e che sia silenziosa (e ho letto ad esempio che la Iris Plus, altro modello interessante, non lo è).

    In definitiva: Iris plus, Rose o Thermorossi 1000?
    Grazie a tutti!
    Paolo

  505. Giada scrive:

    Lorella effettivamente nemmeno la mia a 2 metri senti l’aria calda,però vedo che ocmunque scalda anche a ventilazione 1.

    Domandina!!!!
    Alzando il livello di ventilazione si brucia più pellets???Non riesco a capirlo.

  506. Vince scrive:

    X Giada
    Risposta alla domandina: No, la ventilazione non influisce sulla combustione, ma solo sulla diffusione più o meno “accellerata” del calore.
    In altre parole il ventilatore non è collegato con la camera di combustione.
    Spero di esserti stato utile.
    Ciao, Vince

  507. Giada scrive:

    Grazie Vince!
    Infatti era quello che dicevo io…ma c’era una discussione perchè gli altri dicevano il contrario.

  508. Giada scrive:

    Ma è normale che non finisca mai il pellet del tutto,si spegne e rimane cmq un pò di pellets nel serbatoio.Anzi non si spegne nemmeno….solamente non fa più la fiammella ma rimane accesa.Poi c’è scritto che dovrebbe dire che sta finendo il pellts e a me non lo dice.

  509. Vince scrive:

    X Giada
    Allora, andiam per gradi.
    D: ” è normale che non finisca mai il pellet del tutto” ?
    R: No non è normale nel senso che il pellet dovrebbe scendere completamente nel crogiolo

    “Anzi non si spegne nemmeno….solamente non fa più la fiammella ma rimane accesa.”
    R: rimane accesa nel senso che la ventola continua a girare ?

    “dovrebbe dire che sta finendo il pellts e a me non lo dice.”

    R: questo è molto strano, probabilmente è legato al fatto che resta un po di pellet nel serbatoio.
    Bisognerebbe capire perchè resta del pellet nel serbatoio.
    Se la stufa è in garanzia Ti consiglio di farla vedere ad un C.A.T.
    Ciao, Vince

  510. Giada scrive:

    Sì la ventola continua a girare e si sente anche che fa il rumore che fa quando prende il pellets però il pellts non arriva.
    Allora la farò vedere.
    Grazie!!!

  511. Giada scrive:

    Ah e guardando il telecomando rimane scritto lavoro e non off,come credo dovrebbe essere.

  512. Giada scrive:

    Ma deve sparire proprio tutto?Perchè non è che ne rimane tantissimo…

  513. Vince scrive:

    X Giada

    #514# Lo spegnimento dura circa mezz’ora perchè la stufa recupera tutto il calore che ha generato durante il funzionamento precedente.
    La Tua perplessità suppongo sia dovuta al tempo di funzionamento della ventola oltre questa mezz’ora, dico bene?

    #515# questo è normale perchè la stufa non è stata spenta con “atto volontario”

    #516# il concetto del tanto, o del poco, è molto personale, ma comunque non ne dovrebbe rimanere affatto poichè per gravità dovrebbe entrare nella vite senza fine, e da questa, finire interamente nel braciere.
    Vince.

  514. pale scrive:

    Per Paolo:
    Non vorrei dare consigli, ma capisco le indecisioni ed il “volersi affidare” a chi c’è passato prima di te.
    Io ho comprato una Thermorossi 3001 per la mia tavernetta di 60 mq. circa e l’ho fatta comprare anche a mio padre, per la sua tavernetta di 30 mq. circa.
    Fino ad ora tutto perfetto, fa caldo e da mio padre, con la stufa a minimo, è quasi insopportabile.
    L’unica cosa che dovresti controllare, se sceglierai una 3001, è l’anno di costruzione. Non prendere quelle che sono dai rivenditori. Con una scusa, ordinala in dalla fabbrica, sempre tramite il venditore.
    In questo modo, avrai certamente il modello aggiornato.
    Ricorda che la scelta è soggettiva.

  515. Giada scrive:

    Vince
    #514# Della mezz’ora di ventola lo so ed ho letto che è normale,quello che mi lascia perplessa è il fatto che la vite continui a funzionare senza però far arrivare il pellets,o facendolo arrivare ogni tanto e quindi resta lì senza bruciare perchè ormai la stufa è spenta.
    Comunque domani chiamerò la fabbrica e chiederò vengano a vedere,dato che l’ho presa da solo 1 mese.

    P.S: grazie per la pazienza!

  516. Giada scrive:

    Sempre io…. :-)
    Ma le vostre stufe emanano aria calda in modo omogeneo?Ieri stando attenta mi son accorta che la mia fa aria praticamente solo dalla parte destra,non credo sia normale!

  517. Vince scrive:

    X Giada
    #519# Credo che sentire un CAT, nel tuo caso sia la cosa più corretta.
    #520# Anche la mia fa così, ma non l’ho mai considerato anormale perchè alla fine, scalda molto bene tutta la casa !
    Se senti la ditta fammi sapere… :-)
    Ciao, Vince

  518. carlo scrive:

    ciao a tutti se posso permettermi vi do un consiglio spassionato non prendete stufu a pellet thun

  519. carlo scrive:

    Risposta X GIADA : non so che stufa tu abbia ma le adilkamin mandano aria soltanto da un lato il modello da 12kw manda aria dal lato sx nella griglia superiore e dal lato dx in quella inferiore

  520. Giada scrive:

    Grazie!
    Sì anche la mia scalda e anche troppo…infatti avrei potuto prenderla più piccola!!!

  521. carlo scrive:

    qualcuno sa dirmi come vanno le thermorossi idro a pellet mod H20..??? dovrei acquistarne due grazie

  522. paolo scrive:

    x pale

    Grazie della risposta, il modello che sto comprando è la Ecotherm 1000 e non la 3000.
    Spero vada bene ugualmente.

    Qualcuno di voi sa se ci sono gruppi d’acqusto su Bologna e provincia per comprare del buon pellet spendendo meno?

  523. Giada scrive:

    Chiamato per richiedere l’intervento del tecnico…speriamo arrivi!

  524. Andrea scrive:

    Salve a tutti, posseggo una ecotherm 3000, acquistata nel gennaio 2005, fino allo scorso anno non ci ha dato problemi, poi abbiamo dovuto sostituire il motore della coglea e ora come ciliegina sulla torta sembra non rispondere hai comandi quando si prova ad alzare la ventilazione….da cosa potrebbe dipendere???? Chiedo soprattutto la consulanza del Sig. Parlanti che da quanto ho letto è una persona molto disponibile e molto competente!

    Grazie, nemmeno a dirlo è urgente!

  525. marco scrive:

    CIAO Andre
    il tuo problema e’ quasi certamente il gruppo batteria del radiocomando Aladino,
    le pile di quegli anni anche se ti danno il pieno carico vogliono sostituite con le nuove che ti danno la possibilita’ di accenderle e spegnerle con un piccolo interrutore posto sulle stesse.
    sono tecnico installatore

  526. marco scrive:

    SCUSAMI MA LA 3000 NON HA L’ALADINO
    PROVA LE PILE

  527. Andrea scrive:

    Buongiorno Marco e grazie per la premura,
    come hai detto la mia 3000 non ha l’Aladino, ma un telecomandino molto semplice con soli due pulsanti (uno per la cadota dei pellets e uno per le velocita della ventola), ho cmq sostituito la batteria senza ricevere nessungiovamento, considera inoltre che ho provato anche con i pulsanti che si trovano sul piccolo quadro comandi in basso a sx della stufa stessa.
    Per farti capire: le velocita da poter impostare sono 10, ma una volta alzata la ventilazione fino a 4, se la si alza di più non si sente nessuna differenza nel flusso di aria calda che esce dalla stufa e nemmeno la rumorosità segnala una velocità molto più elevata delle ventola. Ho aperto i fianchi, l’ho pulita accuratamente, ho pulito il vano in cui risiede la scheda, l’ho soffiato, pensando che magari qualcosa potesse ostruire l’elica o i flussi dell’aria, ma tutto sembra a posto!
    Ho notato inotre che c’è un piccolo condenzatore da 5 microfar (se si scrive così), non so se potrebbe essere il suo funzionamento il problema!

    Puoi essermi di aiuto?

    Gtazie ancora! :-)

  528. Giada scrive:

    Io aspetto sempre il tecnico…..

  529. Giada scrive:

    Intanto ho sentito telefonicamente il tecnico,che ha detto ciò:

    1) Non sempre dice che sta terminando il pellets (e allora perchè l’avete predisposta affinchè lo dica?)
    2) Che è normale rimanga un pò di pellets nel serbatoio…..

    Comunque verrà settimana prossima a vedere.

  530. mattia scrive:

    salve a tutti io le thermorossi con aladino le trasformo….. quando sono fuori garanzia monto tutta la parte elettronica della micronova, la stessa utilizzata da ecoteck sicalor sideros e la maggior parte dei produttori di stufe.

  531. Vince scrive:

    X Mattia: interessante ma in che regione d’Italia operi ?
    Ciao, Vinc

  532. Luca T scrive:

    Ho un problema con la mia Thermorossi Compact32, tutto è iniziato con il fatto che si bruciavano i fusibili da 3,15A sulla scheda.
    Con un po di prove ho realizzato, anche grazie ad alcuni consigli del tecnico di zona, che poteva essere la resistenza di accensione che ad alte temperature andava in cortocircuito.
    Sostituita quella tutto bene tranne che un’accensione ogni 5/6 fallisce non bruciando nessun pellet.
    Potrebbe essere il relè che comanda la resistenza bloccato su aperto? E a questo punto potrebbe essere che la resistenza non fosse bruciata ma semplicemente il rele rimaneva bloccato su chiuso e all’avvio della fase di WORK andasse in sovraccorrente bruciando i fusibili?

  533. mattia scrive:

    sono di colico, provincia di lecco, nella punta estrema del lago di como.
    queste modifiche le faccio in magazzino, ci vuole piu di una giornata di lavoro, e poi preferisco far lavorare la stufa per una settimana prima di riconsegnarla

  534. Cymes scrive:

    Avrei intenzione di acquistare una stufa ecotherm 3001. Vorrei sapere se dal 2008 ci sono state delle modifiche e se la qualità è migliorata. Altrimenti sono aperto ad altre proposte. Ho sentito parlare bene anche delle Palazzetti…

  535. Giada scrive:

    Ok il tecnico non viene perchè ha detto che è normale rimanga del pellet.

  536. Vince scrive:

    X Giada
    …Se lo dice Lui :-)

  537. Roberto D. scrive:

    (Scusate se riposto e mi unisco in parte al quesito di Cymes.)
    Salve a tutti..
    Questo forum è il massimo per chi deve acquistare una stufa, ma devo dire che mi ha messo in crisi perchè ero orientato verso una thermorossi ecoterm 3001 ma viste le recensioni ho molti dubbi… Il fatto è che ho trovato un fornitore (in Chivasso -TO-) che tra una loro offerta in corso, una mia ulteriore trattativa e l’iva al 4% avevo spuntato un prezzo complessivo (compreso kit rivestimento beige o rosso) di 1.476,00 euro, prezzo che credo allettante.
    La mia domanda è: su questa stufa hanno apportato migliorie per risolvere i problemi qui esposti? Se si da quando?
    Aprrofitto ai molti del forum per chiedere se sanno consigliarmi un modello di stufa con analoghe caratteristiche, dai 9 agli 11 kw che vada bene e non dia problemi, premesso che per me non è indispensabile la parte elettronica riguardante la programmazione.
    Grazie in anticipo.

  538. Giada scrive:

    Ecco appunto Vince…….dice che nella ecotherm 3001 la forma non fa scendere bene il pellets….
    Tu cosa faresti????

  539. pale scrive:

    Mi è venuta un’idea:
    Dato che la garanzia della mia 3001 è scaduta, visto che l’aria calda esce sul lato frontale, visto che aprendo i pannelli laterali si accede alla lamiera che copre il flusso dell’aria, POSSO realizare delle bocchette laterali in alto di forma rettangolare, affinche’ il calore possa uscire anche di fianco?
    Che ne dici Marco o chiunque altro?
    Inoltre, esistono in commercio telecomandi che hanno solo i pulsanti di accensione e spegnimento e con solo le regolazioni, eliminando tutta la parte cronologica-programmazione?
    Grazie

  540. Vince scrive:

    X Roberto D #541#
    La 3001 è un’ottima stufa, se quella che ti propone il tuo rivenditore è costruita dopo il 2006, vai sicuro; a quel prezzo poi è un regalo. (Io l’ho pagata 2200 €)

    X Giada #542#
    Quello che dice il CAT è vero, infatti quando l’ho comprata, all’interno ho trovato una manciata di pellet che avevano usato per fare le prove di accensione.
    Se la stufa non da problemi di mancate accensioni o altro – se scalda a dovere – io lascerei perdere il tutto ed aumenterei la potenza (diciamo a 4) con bassa velocità della ventola (diciamo 2)
    In questo modo la fiamma dovrebbe essere sempre presente… Fammi sapere.

    X pale #543#
    Io non lo farei, sul lato destro, fronte stufa, c’è il termostato…
    Se non mi sbaglio il telecomando aladino si può usare anche senza nessuna programmazione, solo con potenza e velocità ventola.

    A tutti un saluto, Vince

  541. w123gianni scrive:

    …..non aggiungo nulla di nuovo alla discussione e poi un solo mese di vita/funzionamento della stufa forse non fa testo….. comunque io sono parecchio soddisfatto dell’acquisto della 3001, silenziosissima e molto più potente della precedente (una baby fiamma extraflame), stante le temperature per niente invernali devo farla funzionare al minimo mai oltre la seconda tacca altrimenti in cucina/soggirno dove è piazzata ci stordiamo di caldo…..così facendo le pareti interne tendono a scurirsi di fuliggine, se aumento la potenza (mai oltre le 3 tacche) si pulisce da sè, anche se ogni tanto parte in automatico un ventolone per un paio di minuti come se sgurasse i condotti……il vetro è sempre limpido, probabilmente con questa stufa non avendo curve nello scarico la combustione fila via liscia…..

  542. Roberto D. scrive:

    Grazie Vincè, penso che sia sicuramente prodotta dopo il 2006- comunque mi informo prima di comprarla.. Mi farò sentire per dirvi le mie impressioni.
    Au revoir..

  543. Giada scrive:

    Vince grazie!Bhè metterla a 4 proprio non posso…..già a 1 fa un caldo tremendo….

  544. Vince scrive:

    X Giada
    Il concetto che volevo esprimere era quello di alzare più possibile la potenza, ed abbassare al max la ventilazione. :-)
    Se già ad 1 hai troppo caldo forse la stufa e sovradimensinata.
    Se mi dici la misura del locale che devi scaldare sarò più preciso.

  545. Giada scrive:

    Vince infatti è troppo grande….ma sti str mica mi han detto che mi bastava più piccola e potevo risparmiare 600 euri!!!!!
    Ho una casa di 40 mq.

  546. Vince scrive:

    X Giada
    Concordo con te per 40/50 mq poteva bastare una 5 Kw.
    Tienila al minimo e … su con la vita :-)
    Ciao, Vince.

  547. Vince scrive:

    X Roberto D
    La data di costruzione è sul libretto di istruzioni ed anche sulla confezione della stufa.
    Ti dicevo della data di costr. perchè quelle successive al 2006 sembrano non aver nessun problema, anche se devo dire, (lo faccio sottovoce) che la mia pur essendo dell’ Ottobre 2006 non mi ha mai dato problemi particolari.
    Ciao, Vince (senza accento sulla e) :-)

  548. nico scrive:

    X Mattia,
    in cosa consiste esattamente la modifica di cui parli…sono incuriosito…abito a Sondrio e quindi neanche tanto distante…
    fammi sapere

  549. Jack scrive:

    Ciao a tutti,
    avevo gia` scritto il 27 Ott. (messaggio 502) c’e` qualcuno che ha una Ecotherm 1000
    e puo` aiutarci con i passaggi delle programmazioni?
    Siamo disperati, abbiamo studiato le istruzioni, il tecnico ha gia` cambiato due pannelli ma il problema rimane: a volte si accende altre no, una volta si e` addirittura accesa all’ora programmata per lo spegnimento …. Aiutateci

  550. enrico scrive:

    sono un rivenditore / distributore thermorossi ho aprrezzato l’impegno con cui sono stati fatti i commenti e vorrei aggiungere la mi esperienza. Vendo stufe da anni e ho cambiato alcune marche prima di approdare definitivamente su themrorossi. In un anno ho triplicato il fatturato e le stufe , qualsiasi modello , vanno benissimo tranne qualche normale e saltuario problema.
    La potenza dello scambiatore riduce il consumo del motore che rispetto alle altre ditte è notevolmente ridotto in termini di consumi (da 65 a 130 watt).
    I rednimenti sono elevati e la rumorosità è la più bassa possibile. Con l’ìaladino possiamo controllare la combustione del pellet in modo da variarla in base al tipo, possiamo far lavorare la stufa con un termostato a distanza per non parlare della pulizia degli scambiatori nelle 7000 e 6000 che si risolve con semplice gesto!.
    E’ chiaro che chi ha avuto dei problemi accorpati ad un pessimo centro assistenza avrà molto da ridire su questi rpodotti, io ho sempre risolto tutti i problemi (quei pochi devo dire) che mi sono capitati ed ho una canna fumaria nel mio show room con 8 metri di tratto dritto e svariate curve!!!
    Se quancuno ha dei problemi irrisolti sarei felice di dare il mio contributo.
    Saluti
    Enrico

  551. Vince scrive:

    X Enrico
    In che zona operi ?

    Ciao, Vince.

  552. enrico scrive:

    taranto e provincia

  553. mattia scrive:

    per nico. dammi il tuo numero di telefono, cosi ti chiamo e ti spiego

  554. Vince scrive:

    Grazie Enrico.
    Ciao, Vince

  555. igor scrive:

    ciao a tutti io ho trovato questo sito da poco e devo dire che e molto interessante,
    e volevo chiedervi una consulenza, io ho comperato 1 settimana fa una stufa a pellet nuova della anselmo cola.
    allora casa mia e 80mq, e ho trovato una stua in promozione che dovrebbe scaldare sino a 105mq visto che è 10,82 kw. o almeno cosi ce scritto sul libretto.
    io ora sono due giorni che la faccio andare ma a parere mio non scalda nulla, o meglio in sala dove lo messa ok, ma se il termometro in sala mi segna 20 gradi, in camera da letto, cioe alla fine dell’appartamento il termometro segna 18.5 gradi. tutto il giorno acciesa!!!!!!
    perche non arriva il calore nelle camere?? “la casa e ben coibentata ”
    se voglio una buona temperatura in tutta la casa devo0 accendere 2/3 ore anche i termos poi tiene la temperatura………bo non sono contento se il suo funzionamento e cosi.
    qualcuna di voi sa cosa puo essere il problema o è un bidone la stufa???

  556. igor scrive:

    tra l’altro ho saputo ieri da un installatore che i 105mq che riscalda la stufa sono per un unico ambiente……………!!!!! ma allora mi hanno imbrogliato..!!!! scusate ma penso io che nessuno ha una casa senza camere di 100mq.!!!!! a cosa serve la stufa a pellet?? non per gli appartamenti……..!!!!

  557. roberto magi scrive:

    salve a tutti. Vi espongo il mio quesito: ambiente di 70mq, soffitto a vista con altezza punto max di 4,20metri cubatura sui 260metri cubi circa. Alta dispersione termica(90% di vetrate) per far posto alla stufa devo togliere un termosifone. Siamo orientati sulla thermorossi 6000 o sulle stufe della puros da 12 o 14 kw . Di quest’ultime però non ho informazioni sulla loro qualità e affidabilità. Costano però 500euro in meno. Mi sapete dare un consiglio? Basteranno a scaldare tutto dimenticandomi del gpl? Grazie

  558. Vince scrive:

    X Igor
    L’installatore ti ha indicato bene: la metratura indica un unico ambiente.
    Se vuoi del calore nella zona più lontana devi aumentare la temperatura nel locale ove è situata la stufa. Per esempio 25 soggiorno/salotto per avere 20/21 nelle camere.
    Questo in linea generale, poi bisogna vedere come è messa la casa.
    Ciao, Vince.

  559. igor scrive:

    ciao vince,
    grazie per la risposta.
    ma allora che senso a vendere le stufe da 100mq…… uno non puo avere un monolocale di 100mq,
    alla fine ho speso tanto per niente, devo accendere anche i termos per andare in temperatura su tutta la casa………….ciao!!

  560. Vince scrive:

    X Igor
    Guarda, faccio così anch’io, solo che al posto dei termo, che non ho, accendo i climatizzatori un paio d’ore nella zona notte.
    Questo, quando fa particolarmente freddo;
    Se invece non fa freddiismo, ti devo dire che tengo la stufa a 23/24 gradi nel soggiorno e, nella zona notte ho 19/20 gradi, che sono sufficienti per dormire in modo salutare (meglio non ci sia troppo caldo ).
    Se la tua stufa è sovradimensionata, non disperare tienila al minimo, perchè rende meglio una stufa grande al minimo, che una piccola al max.
    Ciao, Vince

  561. roberto magi scrive:

    ciao a tutti, nessuno ha esperienze delle stufe puros?

  562. roberto magi scrive:

    qualcuno mi può dire se nella parte inferiore della thermorossi 6000 si può riporre un sacco di pellet come riserva? O deve essere totalmente sgombro per l’apsirazione? Grazie

  563. Giada scrive:

    Io ho una casa di 40 mq su 2 piani e riesco a scaldarla tutta.
    Però nella stanza dove c’è ka stufa son sui 30 gradi e nelle camere 18.
    Scusa Igor ma i gradsi che hai nelle camere van bene no?

  564. Giada scrive:

    Avete un’idea brillante per far sì che la mia bimba non si scotti nel vetro della stufa?
    Ci sono delle protezioni da mettere,che non siano cancelletti perchè non ho il posto….

  565. Giada scrive:

    Alla fine ho trovato una ditta che fa delle ante di protezione!

  566. Diego scrive:

    Ho una 3001 da 2 mesi circa e per il momento posso dire di essere veramente soddisfatto. l’unico neo è la programmazione poco pratica. C’e qualche modo per risolvere il problema?

  567. Marco scrive:

    vorrei comprare una anselmocola energy.. Qualcuno mi s adire se va bene se riscalda o ha difetti tipo rumore o altro grazie. Urgente

  568. massimo scrive:

    x diego: anche io ho una thermorossi 3001 da due settimane vorrei sapere se la tua alle prime accensioni ha fatto un odore orrendo … devo dire che come stufa è ottima riscalda che una meraviglia il telecomando perfetto ..che dire sono molto contento…

  569. Giada scrive:

    Sì alle prime accensioni puzza tantissimo!!!!
    Se leggete nello sportellino del serbatoio pellets c’è scritto di lasciarla accesa almeno 10 ore alla massima fiamma….fatelo e poi non avrete più il problema!

    Verissimo la programmazione è una palla!

  570. Marco scrive:

    Urgente. vi chiedo un consiglio sulla stufa Cola Energy Ex anselmocola. Sapete se funziona bene non sporca e riscalda?? Grazie

  571. Giada scrive:

    Marco mai sentita….cosa intendi per non sporca?Le stufe a pellets non sporcano.

  572. Marco scrive:

    X GIADA
    Stufa a pellet cola Energy (www.anselmocola.com). Mi sento dire che sono molto buone e riscaldano. Mi costa € 2.200,00. Grazie

  573. Giada scrive:

    Marco mi spiace ma non so dirti.

  574. Marco scrive:

    Ma tu che marca hai?

  575. Giada scrive:

    Bhè essendo in questo forum ho la Thermorossi 3001.

  576. Diego scrive:

    X Massimo.
    Si, anche la mia alle prime accensioni a fatto un brutto odore. Infatti mi hanno consigliato di accenderla alla massima potenza per circa 10 ore. L’odore è prodotto dalla cottura delle vernici siliconiche utilizzate. Dopo un paio di accensioni gli è passato tutto. Comunque c’e spiegato sul manuale e anche nello sportello del carico pellet.

  577. marco scrive:

    Salve devo comprare una stufa a pellets che si possa attaccare al circuito dei termosifoni. La mia casa è di circa 110 mq2 su due livelli e non so cosa devo prendere.Qualcuno mi puo aiutare nella scelta?

  578. Vince scrive:

    Ciao Marco, mi sa che sei nel blog sbagliato.
    La 3001 non è idro.

  579. Lorena scrive:

    da circa 3 anni ha una Termorossi Ecotherm 7000 OV al momento sono soddisfatta, l’unico problema è che a volte il braciere si riempie di pellet e la stufa non fa in tempo a bruciarli quindi cadono nel cassetto sottostante
    ho cambiato tipo di pellet ed il problema si è ridotto notevolmente però ogni tanto succede, qualcuno ha qualche suggerimento? i pellet che uso mi sembrano di buona qualità (pellet energy)
    saluti Lorena

  580. Vince scrive:

    X Lorena
    Al 99% quando succede questo problema, la responsabilità è della cattiva qualità del pellet;
    il restante 1% si può attribuire alla tenuta della guarnizione di chiusura del vetro ceramico o a quella di chiusura dello sportello.
    Ciao, Vince.

  581. david scrive:

    Per Loreana
    ciao, io ho da poche settimane una tr 7000, mi è successo solo una volta il problema di cui parlavi. Era finito il pellet e la stufa si è spenta; ho aggiunto il pellet ma non ho dato il comando di accensione. Intanto la stufa continuava a buttare pellet nel braciere a mia insaputa. Infatti quando l’ho accesa (non mi ero accorto di questo) ed ha cominciato a fare un gran fumo all’interno della camera di combustione fino a quando non si è accesa la fiamma ed ha fatto anche una piccola esplosione ed ho visto che il braciere era stracolmo di pellet.
    Hai mica qualche consiglio per l’utilizzo della 7000? io sto ancora facendo un pò di prove. La utilizzi sempre al massimo? Hai montato la canalizzazione? come esce l’aria dal canale calda? Quanto comsuma?
    Saluti David

  582. massimo scrive:

    AIUTO… la mia stufa thermorossi 3001 nuova montata un mese fa continua a fare un odore strano….AIUTO AIUTO AIUTO….

  583. enrico55 scrive:

    Dopo 2 anni di perfetto funzionamento la mia 3001 comunica che necessita di una pulizia generale , dato che ha superato le 1800 ore di lavoro.
    In che cosa consiste la pulizia generale?
    L’ unica idea che mi sono fatto è nello smontare l’ estrattore fumi e pulire il girofumi ma ho paura che la guarnizione di tenuta si possa rovinare.
    Devo per forza fare intervenire il CAT ?
    Ringrazio che puo’ aiutarmi ;-)

  584. Valentina 81 scrive:

    Abbiamo acquistato una thermorossi ecotherm 3001 easy (con non poche problematiche perchè il rivenditore si è dimostrato un incapace!!!!non sapeva neppure che nella confezione non vi era il tubo che esce dal corpo stufa…ce ne siamo accorti noi una votla a casa!!!!)…ha funzionato correttamente solo una settimana dopodichè ha iniziato a emettere l’errore “scarico fumi ostruito” con coseguente spegnimento della stufa.
    Dopo aver accertato che la canna fumaria non era assolutamente ostruita l’assistenza ha cambiato una componente dlela scheda madre…..la stufa ha cintinuato ad emettero lo stesso errore…l’assistenza ha imputato l’errore alla scheda madre….che ha prontamente ordinato alla thermorossi…..bene…è quasi un mese che siamo al freddo e questo pezzo ancora non è arrivato e non si sa nemmeno quando arriverà…..l’assitenza continua a drire che essendo sotto le feste purtroppo nn si può sapere quando il corriere consegnerà la scheda….servizio pessimo!!!!
    Qualcuno sa darmi qualche suggerimento per poter accellerare i tempi????
    ringrazio per l’aiuto!! :-)

  585. vince scrive:

    X valentina
    L’anno scorso ho avuto anch’io un problema simile, l’ho risolto aumentando la velocità di estrazione fumi di un punto (non mi ricordo se da zero a 1 o da uno a 2),
    inoltre ho pulito il vano di raccolta cenere posto sotto la camera di combustione.
    Per accedeervi devi togliere la mascherina frontale che si trova sotto il vetroceramico, e poi,
    svitare le 4 viti che tengono una piastra 10 x 10 cm, fatto questo aspira il tutto.
    Incrocia le dita… e con un po di fortuna…
    Ciao, Vince

  586. roberto scrive:

    ho acquistato un stufa “”compact 18″” con validità di garanzia ancora in atto, faccio presente che
    non è più funzionante il sistema di allarme vocaale (es.pellets finiti equant’altro interessato, como posso risolvere talòe sotuazione? a chi mi devo rivolgere, a quale tecnico più viicino, visto che
    abito a fornelli (Isernia) regione Molise.attento risposta è urgente anche per altre spiegazioni. Grazie

  587. gianni scrive:

    x roberto
    come fai a dire che non funziona il vocale?
    se vuoi mandami mail gianni.subito@tiscali.it

  588. luca scrive:

    ciao a tutti, vorrei sapere se qualcuno questa estate a sostituito i cuscinetti della ventola aspirafumi, come è stato l’intervento, semplice o difficoltoso?

  589. GIANNI scrive:

    x luca
    1 ora di lavoro e si risolve tutto
    i coscinetti sono dei n° 608 2Z con doppia chermatura in metallo
    ciao buon lavoro gianni

  590. Giuseppe scrive:

    Ho acquistato una stufa a pellets Ecotherm 3001 nel luglio 2008, a fine dicembre mi si è rotta la resistenza che accende il pellet, mi confermate che tale particolare non è compreso nella garanzia della stufa (che scade a luglio 2010) e che quindi devo pagare il ricambio e la riparazione.
    Leggendo le condizioni di garanzia non mi risulta che questa rientri tra le esclusioni.
    Chiedo cortesemente che che rispondiate al mio quesito così da sapere come comportarmi con il rivenditore che dice che la resistenza non rientra nella garanzia e ne chiede il pagamento.
    Grazie.

  591. agostino scrive:

    buongiorno a tutti ,
    ho da settembre 2009 una ecoterm 3001
    ha sempre funzionato bene fino a Dicembre
    compreso il comando gsm .
    Da gennaio l’Aladino ha cominciato
    a sballare di termometro e come programmi di
    lavoro .Molto correttamente il rivenditore
    me ne ha dato uno nuovo .
    Il comando gsm per ben 2 volte ha toppato
    per il fatto che non c’era più pellet .
    Ovvero la stufa si é accesa per i fatti suoi
    ha consumato il pellet , si é spenta e chiaramente
    non ha fatto più la accensione via gsm per mancanza
    di pellet . Chiedo se é possibile che se va via la corrente
    e torna ; possa in automatico partire una autoaccensione
    se anche il gsm é collegato ?

    grazie

  592. Valentina 81 scrive:

    XVince
    Purtroppo avevamo già provato a fare le manovre da te indicate…..ma niente…è nata proprio male!!!!Domani DOVREBEBRO venire a sostituire la fantomatica SCHEDA MADRE speriamo bene!!!Altrimenti scateno l’inferno….fra un pò andremo al mare e della stufa non avremo+ bisogno!!!!
    Grazie per l’aiuto lo stesso!!
    Valentina

  593. merin scrive:

    x valentina 81,
    io volevo solo consigliarti di non fidarti della Thermorossi e della loro famosa assistenza, nel ottobre 2005 ho acquistato una loro caldaia a pellet “ecotherm compact” pagata quasi 5000 euro, NON ha mai funzionato !!! …… nei primi due anni mi hanno sostituito quasi ogni componente delle stufa (display 2 volte, pressostato 3 volte, scheda madre 2 volte, molle per la pulizia 1 volta, candelletta di accensione 1 volta , motore estrattore fumi 1 volta), mi hanno sempre assicurato che i problemi che incontravo si sarebbero sistemati ma puntualmente si sono sempre ripresentati, purtroppo per me mi sono fidato di loro e scaduti i termini dell’assistenza mi è toccato e mi tocca pagare i vari pezzi che si rompono, ad oggi ho speso quasi 1500 euro per l’assistenza (i pezzi di ricambio costano tantissimo), e sono rimasto spessissimo senza riscaldamento, ora ho deciso di finire l’inverno in qualche maniera e poi finalmente di buttare questa stramaledetta caldaia nei rottami (purtroppo mi toccherà spendere altri soldi per lo smaltimento dei rifiuto) ma ti giuro che non vedo l’ora…… ho scritto anche due lettere alla Thermorossi raccontando la mia esperienza con i loro prodotto e la loro assistenza ma non mi hanno mai degnato di una risposta.

    Quindi stai attenta e risolvi la cosa prima che la garanzia finisca.

  594. pasquale scrive:

    Salve a tutti ed auguri per il nuovo anno.
    Voglio chiedere ai superesperti nonchè all’amministratore, se siete a conoscenza del fatto che uno degli ultimi modelli della Ecotherm 3001, ha per modifica, la riduzione, oltre la meta’ della piastra superiore al di sotto del coperchio, di cui si vede solo l’aletta frontale, attraverso la quale esce il calore.
    Si tratta della piastra di ferro mantenuta da una sola vite, che a sua volta, copre il vano sportello per l’ispezione superiore.
    Vi risulta una riduzione delle dimensioni di tale piastra?
    Tutto questo serve per una fuoriuscita maggiore del calore.
    Fatemi sapere ed eventualmente ditemi di quanti cm. viene ridotta.
    Grazie

  595. enrico55 scrive:

    Penso che si parli della piastra con il deflettore che si rimuove per fare la pulizia nel vano A1 se è cosi’ mi sono sempre chiesto che senso aveva questo”deflettore” e perchè si doveva deviare le maggior parte del calore dalla parte dx della stufa.
    Purtroppo ho anch’io un modello meno recente e non posso aiutarti ma mi piacerebbe sapere in cosa consiste la modifica.

  596. minno scrive:

    x 588.Valentina 81 gennaio 4th, 2010 17:09
    prova a controllare il tubicino in gomma del pressostato di sicurezza …
    staccalo facendo molta attenzione alla sua posizione …e prova soffiargli dentro…
    poi soffia molto (e ripeto molto!!!!) delicatamente anche verso il pressostato…
    rimetti tutto a posto come era prima e incrocia le dita!!!

  597. Pasquale scrive:

    Per Enrico 55:
    Grazie per l’intervento. Mi hanno detto che in effetti tale modifica, aiuta alla fuoriuscita del calore, in quanto il problema grosso che a sua volta sembrerebbe la causa dei vari allarmi tipo” ostruzione scarico fumo” e surriscaldamenti vari, derivi proprio dal fatto che il calore resta trattenuto e non avviene una facile espulsione.
    Per quanto riguarda il calore deviato alla parte destra, forse dipende dal fatto che nella parte sinistra vi sono alloggiati termostati e scheda madre…..
    Oggi ho provato a togliere tale piastra in attesa di tagliarla, ma non mi sembra che abbia notato una uscita maggiore ci calore. Boh?

  598. agostino scrive:

    ho verificato con ripetuti esperimenti e confermo
    se va via la corrente e il gsm é collegato , quando ritorna la corrente
    parte una autoaccensione della stufa .

  599. raffaele scrive:

    salve a tutti,chiedo urgente aiuto e consigli o rischio l’esaurimento!!! ho acquistato da una settimana una ecotherm 3001 maiolica…la resa a detto del venditore è di almeno 70/80 mq scaldabili…a me ne basterebbero anche meno, ma il fatto è che non mi riesce nemmeno a scaldare una zona di circa 40 mq (sala e cucina dove in un angolo appunto ho posizionato la stufa) ho provato a metterla a manetta anche per ore….risultato solo un grosso quantitativo di pellet sprecati! non riesce a superare i 18 grdi altra anomalia che non sò se sia normale e che appunto con fiamma e aria a tutto gas se l’aria che sbrigiona non è di un caldo fortissimo,anzi lo paragonerei a quello di un ascigacapelli! in’oltre mia moglie mi ha fatto notare che l’aria che sprigiona è accentuata solo dalla parte sinistra della stufa( mente dalla parte destra è molto debole!!! Datemi dei consigli su come muovermi…è vero che possiedo una casa vecchi con muri in sasso molto spessi e freddi….ma del resto ho speso una bella cifra per cercare di stare al caldo!!! e devo ancora aiutarla con i caloriferi!!!! AIUTO!!!! datemi dei consigli e dei vostri pareri per favore!!! io non credo che la resa di una stufa a pellet da 9 KW messa al massimo non mi faccia esclamare :Cavolo che caldo!!!! semplicemente stando in poltrona a 1 metro e mezzo dalla stufa!!!!

  600. Pasquale scrive:

    Per Raffaele:
    Proprio ieri ed oggi ho provato un nuovo pelletts, pagato 4 euro e di provenienza austriaca.
    “Che centra, dirai tu”.
    Il pelletts usato fino a due giorni fa, mi faceva un caldo incredibile, mentre quello provato ieri ed oggi, quasi niente, anche aumentando il livelllo del bruciatore e della ventola.
    Prima di impazzire, (si fa per dire), prova con un altro pelletts.
    Quando dici “a sinistra”, ti riferisci ad una vista frontale della stufa?
    Se cosi fosse, dal lato sinistro frontale, esce piu’ calore per via della presenza dall’altro lato, della scheda.

  601. raffaele scrive:

    per pasquale
    io spererei davvero fosse cosi….ma dal momento che i pellet li ho presi dallo stesso rivenditore della stufa…sarebbe controproducente per lui credo avere dei pellet scadenti anche se io ancora non me ne intendo!!!! e per di più pagati 4,40 a sacchetto!!!! sono davvero disperato e sicuramente domani provo un sacchetto di un mio vicino per vedere se c’è differenza…..e se cosi non fosse??? tu trovi possibile il fatto che l’aria non sia bollente ?? si intendevo dalla parte sinistra guardandola frontale!!!!

  602. w123gianni scrive:

    x raffaele
    ciao, io non sono un tecnico, possiedo una 3001 dallo scorso mese di ottobre (è la mia seconda stufa a pellet), fino ad oggi ne sono entusiasta anzi direi che è qusi troppo potente, nell’ambiente in cui è stata sistemata (cucina soggiorno), il caldo raggiunge in breve tempo i 25/26 gradi alla potenza di 3 (non vado mai oltre il 3 sarebbe impossibile straci “effetto fornace”).
    Per quello che ne so io è fondamentale posizionare correttamente la stufa, soprattutto lo scarico e la canna fumaria, con la mia precedente stufa avevo optato per un fai da te ma ho avuto diverse rogne, stavolta ho lasciato che il rivenditore (a pagamento) installasse il tutto.
    per quanto riguarda il pellet da 2 anni utilizzo un buon prodotto italiano (bini cremona) acquistato in offerta a 2 euro il sacchetto da 10 kg (purtroppo le quotazioni ora sono salite……)

  603. raffaele scrive:

    x gianni..
    ciao e grazie per le risposte…guarda posso dire che io la stufa l’ho fatta installare da un tecnico dove l’ho omprata, niente fai da te! in ogni caso non ha fatto altro che sostituire il tubo da 12 di una vecchia stufa a legna con quello dell’8 della nuova a pellets…quindi la canna fumaria era un gioiello con l’altra e con questa penso dovrebbe essere uguale o sbaglio??
    ho appena versato un sacco di altri pellets di un mio vicino……vediamo se cambia qualcosa…lo spero!!! AIUTO!

  604. massimo scrive:

    ma la vostra stufa 3001 fa un odore strano la possido da più di un mese e l’odore c’èsempre….

  605. vince scrive:

    X raffaele
    Quasi sicuramente sarà il pellet.
    E’ un’ottima stufa; la mia scalda 80 mq in un paio d’ore.
    Per il pellet prova un misto faggio/abete o, se lo trovi firestixx o enerless.
    Ciao, Vince.

  606. minno scrive:

    ciao Vince !
    Come ti sei trovato con L’Enerles ?
    Con la tua Thermorossi hai avuto qualche problema con questo pellet?
    Ciao!
    Minno

  607. enrico55 scrive:

    Salve a tutti ed auguri per il nuovo anno.
    Voglio chiedere ai superesperti nonchè all’amministratore, se siete a conoscenza del fatto che uno degli ultimi modelli della Ecotherm 3001, ha per modifica, la riduzione, oltre la meta’ della piastra superiore al di sotto del coperchio, di cui si vede solo l’aletta frontale, attraverso la quale esce il calore.
    Si tratta della piastra di ferro mantenuta da una sola vite, che a sua volta, copre il vano sportello per l’ispezione superiore.
    Vi risulta una riduzione delle dimensioni di tale piastra?
    Tutto questo serve per una fuoriuscita maggiore del calore.
    Fatemi sapere ed eventualmente ditemi di quanti cm. viene ridotta.

    Pasquale lo ha scritto qualche giorno fa’
    Nessuno ne sa qualcosa?
    Grazie

  608. Vince scrive:

    Ciao minno, quanto tempo che non ci si sentiva.
    Guarda, con l’enerless ho avuto un buon “rapporto” scalda bene, ma sembra sporcare un po di più del firestixx.
    La mia 3001 che l’anno scorso, Ti ricorderai, mi ha fatto tribolare non poco, qust’anno ha fatto la brillante ed è andata benissimo, anche, appunto, con l’enerless.
    Ciao, Salutami il Roberto se lo vedi.
    Vince.

  609. ANTONIO scrive:

    BUONGIORNO A TUTTI,
    QUALCUNO GENTILMENTE SA DARMI DELUCIADAZIONI SULLE “CALDAIE A PELLET”, POSSEGGO GIA’ UNA STUFA A PELLET E STAVO PENSANDO DI SOSTITUIRLA CON UNA CALDAIA. GRAZIE ANTICIPATAMENTE.

  610. w123gianni scrive:

    in questi giorni di freddo particolarmente intenso la mia eco 3001 lavora quasi costantemente sul 3 (tre tacche di potenza e ventilazione), quasi ogni 5 minuti scatta in automatico una ventilazione piuttosto rumorosa, è normale? grazie e saluti

  611. enrico55 scrive:

    Pulisci il filtro aria posteriore e vedrai che la ventola non parte piu’ alla max velocita’

  612. Martino 60 scrive:

    Possiedo da 6 mesi una Thermorossi 3001 Easy, per il momento problemi non ne ha, ma devo fare 3 appunti:
    1) il vano cenere inferiore (quello sotto la porta), che non è proprio agevole da raggiungere ed aprire, sul libretto dice che va pulito una volta all’anno, ma è molto meglio farlo ogni 2 mesi, perchè si riempie presto.
    2) al posto delle grandi feritoie di uscita aria calda, potevano fare un forellino! Visto che praticamente esce solo dalla metà sinistra inferiore! Ventilazione schifosa e rumorosa!
    3) Al massimo riesce a riscaldare bene un appartamento di 60 metri quadri, per superfici superiori è meglio pensare a qualcosa di più potente, in ogni caso con temperature esterne rigide, a mio modesto parere rende poco! Credo che a parità di potenza (9 KW), sul mercato ci sia di meglio. Volutamente non parlo di marche, perchè non voglio fare la pubblicità a nessuno!

  613. Martino 60 scrive:

    Per Raffaele (commento 603).
    Come puoi leggere nel mio commento precedente, l’uscita aria è vergognosa!
    Ma non è normale che non ti scaldi una superfice così piccola!
    Due consigli:
    1) Che tu la usi in automatico o in manuale, la potenza della fiamma dipende SEMPRE dalla temperatura impostata sul telecomando! Fai una prova, mettila in manuale, fiamma sul 3, ventilazione, sul 3, temeperatura su 25 gradi, vedrai che va (almeno spero)!
    2) Prova ad usare il pellet Firestixx, se non scalda con quello non sperare di risolvere la situazione!

  614. Martino 60 scrive:

    Altra cosa, il filtro della presa d’aria posteriore, va accuratamente pulito ogni 5 giorni, ma se lo fai ogni 2 è meglio! Dalla sua perfetta pulizia, dipende in buona parte il calore reso.

  615. Rocco scrive:

    Ciao, io ho una Thermorossi 3001 easy, da 2 giorni quando la sera la vado a spegnere, questa in un primo momento fa tutta la procedura e si spegne dopo un paio di minuti si riaccende da sola!
    sapete dirmi cosa può avere? grazie

  616. david scrive:

    Ciao, ho da poco tempo una ecotherm 7000 mi sono accorto da qualche giorno che sull’esterno del vetro si sono attaccati granelli neri sembra residuo della combustione ma è solidificata e durissima … non riesco a levarla. Mi sono accroto che manca nella parte bassa dello sportello, la guarnizione.
    Qualcuno che ha una thermorossi sa dirmi se la guarnizione è tutta intorno al vetro?
    Grazie

  617. Francesco scrive:

    Ciao, qualcuno sa indicarmidove posso acquistare ( senza essere derubato ) la guarnizione in fibra di vetro per la porta e una lama rompifiamma del braciere, relativamente a una Thermorossi Ecotherm 6000 ? Grazie fin d’ora !

  618. Michele Racco scrive:

    Gentile sig. Roberto Parlanti,
    sono possessore di una thermorossi H2O (32) acquistata nel settembre 2005.
    Macchina dalla tecnologia sofisticata, ma dal funzionamento piuttosto delicato.
    Premetto che ho sembre in genere cercato pellet di buona qualità, senza troppo tirare al risparmio, e ho scrupolosamente seguito le modalità di pulizia costante indicate nel libretto uso e manutenzione.
    Ho evidentemente, in cinque inverni, sostituito diversi pezzi, che hanno fatto levitare il prezzo iniziale di 3.500 euro di altri 1.335 euro (ad oggi 18/02/2010).
    Il problema attuale (dopo aver sostituito ventola di aspirazione fumi e motorino di movimento della racla) è che: se impostata l’accensione programmata al mattino presto (4.30′) il display segnala pgas, mentre togliendo la programmazione e azionando manualmente l’accensione tutto procede normalmente.
    Può essermi d’aiuto. La ringrazio calorosamente.
    Michele RACCO (Montanaro – TO)

  619. Pietro Siotto scrive:

    Ciao a tutti mi chiamo Pietro e la prossima settimana verranno ad installarmi una 3001 easy per il mio appartamento di 60mq con soffitti di 3m e muri in pietra. In questo forum ho notato opinioni contrastanti su questa stufa,nella maggior parte dei casi molto critiche. Devo cominciare a preoccuparmi? Butterò via (compreso lo sfondamento del solaio e del tetto+tubi e lavori) 2900 euro? Qualcuno mi rincuori!!!

  620. w123gianni scrive:

    Ciao, Pietro, che strano acquistare/installare una stufa prprio a fine stagione! Comunque tranquillo, secondo me hai speso bene i tuoi soldi (tra l’altro 2900 euro per il lavoro completo non è male), io ho passato l’inverno con la 3001 (installata ai primi di ottobre), e mi sono trovato benissimo, stufa potente e silenziosa, rispetto alla baby fiamma (extraflame) che avevo prima è davvero un’altra cosa (per farti un paragone automobilistico delle mie macchine come per le stufe baby fiamma = 2cv eco 3001= nuova giulia super 1300).

    Avrei anch’io una domanda per gli utenti del forum:
    in questi giorni già tiepidi la stufa l’accendo solo un paio d’ore la sera, appena sale in temperatura è un continuo accendersi del ventolone (ogni 3/5 minuti) il filtro posteriore è pulito, qualcuno sa dirmi come mai scatti in continuazione la ventola?
    grazie

  621. Andrea scrive:

    Salve a tutti!
    Ho una Thermorossi 3001 easy con il seguente problema:
    Ho acceso la stufa, ha normalmente eseguito la fase di accensione ma, una volta terminata, si è spenta. Smontandola ho trovato il fusibile in ingresso, quello che si trova dove si aggancia la presa di corrente, saltato. Per il resto mi è sembrato tutto ok. Una volta sostituito il fusibile, ho riscontrato lo stesso problema, anzi ora il fusibile salta appena si avvia la stufa. La stufa si trova in un ambiente abbastanza umido, inizialmente pensavo all’umidità come causa. Ho comprato un deumidificatore, l’ho tenuto acceso per un giorno intero, e infine ho sostituito nuovamente il fusibile. La stufa salta ancora. Mi sono rivolto al venditore, mi ha detto che siamo gli unici a riscontrare questo problema, e mi ha proposto di cambiare la scheda. La scherda è gia stata cambiata un anno fa, vorrei evitare di spendere per poi trovarmi tra un anno con lo stesso problema. qualcuno ha idea di quale possa essere la reale causa?
    Grazie,
    Andrea

  622. mattia scrive:

    devi fare scorta di fusibili…………. poi stacca unfilo della candeletta e riprova……. se salta ancora escludila dai possibili problemi e ricollegala. poi prova con l estrattore fumi e via dicendo…. non staccare però il ventilatore ambiente, parte solo a stufa calda, 42 gradi precisamente

  623. mattia scrive:

    dimenticavo se è la candeletta prova ad attaccarla singolarmente ad un impianto senza salvavita… capita che sia umida e faccia saltare il fusibile…. oppure scottala un po co un fon.

  624. ferruccio scrive:

    ho una Ecotherm 3001, da 1 anno e poco tempo fa’ mi hanno mandato motore nuovo perche’ era rumoroso e la modifica per la riduzione della piastra superiore quella i sotto al coperchio, di cui si vede solo l’aletta frontale quella dove esce il calore
    misura cm 7 al di larghezza misurata al centro per chi lo ha richiesto
    oggi l’ho provata ma mi da e’ come se scalda molto la vasca pellet e aspira anche l’odore del legno scaldato e lo emana per casa ,e normale che scaldi la vasca ?arriva ad una teperatura circa 80-90 gradi in 40 minuti che lho accesa ,non ci si tengono le mani sulla paratia sopra dove pesca pellet
    c’e’ qualcuno che ha fatto questo aggiornamento??podete darmi un cosiglio ?
    grazie

  625. aurelio scrive:

    per quanto riguarda la thermorossi h2o ha i seguenti problemi da me rilevati su più di un esemplare:
    1) rumorosità in caricamento pellet, infatti hanno prodotto un motore molto più silenzioso costo 200 euro
    2) spesso difettosa relativamente al motore della ventola
    3) se la paletta del braciere resta al centro, la stufa non si accende (errore NO TEMP RESIST): risolto con la sostituzione di un chip costo 50 euro (oppure come ho fatto io con un accrocchio che permette di spostare la paletta prima di accendere o dopo lo spegnimento…alla faccia dei 50 euro!)
    4) difetto in spegnimento quando la stufa è molto calda oppure è molto che è accesa: con il pulsante spegni facendo comparire sul display la tacca trasparente che indica lo spegnimento e magicamente le tacche tornano a 5 piene oppure all’ultima memorizzata.

    DOMANDA: dove posso procurarmi un motore (motoriduttore) per la coclea che non mi costi complessivamente 200 euro?
    grazie

  626. marco scrive:

    ero intenzionatoaad acquistare una termorossi easy 3010 ma dopo aver letto tutti questi problemi specialmente sull assistenza mi sa che ripiego su una nordica extraflame elisir.

  627. FOMA scrive:

    Salve a tutti. Ho notato ultimamente che nella mia 3001 gira in continuazione il motore aspirafumi, anche quando è spenta da molto tempo. Gira a bassissima velocità e in pratica non si ferma mai.
    Vorrei sapere se è normale.

  628. pasquale scrive:

    Salve, proprio oggi ho provato a riaccendere la mia Ecotherm 3001.
    Ad un certo punto mi ha emesso l’allarme sonoro della temperatura bassa del fumo ed io ho spento la stofa, staccando anche la presa. Sicuramente ho sbagliato
    Mi si èriempita di fumo e dal vetro dello sportello, è uscito il fumo. Ho arieggato la casa ed ho svuotato il brucuatore. quello che vorrei sapere il perche’ del problema e cosa implica il fatto che non ho fatto terminare il ciclo.
    Grazie

  629. Fabrizio Cismondi scrive:

    Salve a tutti, io ho problemi con l’aladino non ho ancora capito se sono incapace di impostare l’ora o se non funziona. Quando imposto l’orologio non va avanti e mi segna sempre l’ultima ora da me impostata. Devo fare qualche procedura particolare per ipostare l’ora?
    Grazie

  630. alessia - cagliari scrive:

    salve, sono interessata all’acquisto della stufa a pellet thermorossi mod. slim o slim quadro, da canalizzare.

    qualcuno la possiede? saprebbe darmi le sue impressioni e dirmi se è rimasto soddisfatto o meno?

    dovrei scaldare un appartamento in mansarda di 70 mt quadrati.

    grazie
    alessia

  631. Luciano scrive:

    Ho acquistato 7 giorni fa una 3001 Thermoconfort, è abbastanza silenziosa e scalda a sufficienza, però ho notato che il vano pellet raggiunge una temperatura elevata, la paratia scotta e anche il pellet contenuto è molto caldo, inoltre impostando il livello 1 di ventilazione e il livello 1 di fiamma la stufa si spegne, succede anche a voi? Grazie e saluti. Luciano

  632. luca scrive:

    Ciao a tutti,sono proprietario di una ecotherm 7000 thermorossi, volevo sapere se esistono cavi sonda esterni temperatura ambiente compatibili di altre marche ed eventualmente termostati. Purtroppo in Friuli non c’è più assistenza. Grazie mille.

  633. enrico55 scrive:

    Chi sa dirmi quale è il diametro della corda dello sportello della 3001 ?

  634. Diego scrive:

    Ciao, a mio papà è esplosa la sua stufa a pellets della Thermorossi.
    Per la precisione è esploso il vetro che è andato in pezzi, pezzi scagliati con estrema violenza e che hanno rovinato la porta di ingresso che era a più di 6 metri. Pensate se ci fosse stato qualcuno davanti. Altro che stare tranquilli davanti al calore della Thermorossi come dice la loro pubblicità!!!
    Ho cercato di dirgli che poteva farsi male qualcuno ma non mi hanno neanche badato. Hanno detto che mi fanno uno sconto del 10% sull’acquisto del nuovo vetro!!! Ma scusate e gli altri che hanno una stufa come quella di mio papà e che rischiano anche loro che esploda il vetro?
    Non dovrebbero quantomeno prevedere l’inserimento di una valvola di sicurezza?

  635. marco scrive:

    per lucianoù
    la stufa a potenza uno si spegne quando abbiamo un pellet un po’ piu’ grande che invece di farne cadere 6 etti ne fa’ cadere meno e quindi non riesce a mantenere la fiamma.
    consiglio tienila a potenza due e vedrai che non si spegnera’ piu’

  636. marco scrive:

    per Diego
    Salve volevo dirle che l’espolsione del vetro puo’ capitare sia sulle stufe a pellet che sulle stufe a legna quando si creano determinate condizioni ( fortunatamente molto rare)
    Come puo’ scoppiare una caldaia a gas!!
    prenda in considerazione di capire cosa sia successo partendo dalla canna fumaria ad arrivare al pellet usato .
    con il libretto di montaggio puo’ controllare tutte le fasi giuste per un installazione perfetta
    saluti

  637. Pasquale scrive:

    Salve a tutti, è da un po’ che non scrivo.
    Sono circa due o tre volte che nella fase di avvio dell’accensione della mia Thermorossi 3001, si sente un forte rumore di vibrazione che dura un minuto circa.
    E’ talmente forte che si sente anche a tutta la casa e sembra lo stesso rumore che fa un autotreno quando passa vicino casa, facendo vibrare i vetri.
    Si sente solo in fase di avvio , mentre per il resto è silenziosa.
    Per favore, sapreste dirmi da cosa dipende e se è pericoloso?
    Grazie

  638. Pasquale scrive:

    Voglio aggiungere una cosa al commento precedente:
    Mi hanno detto oggi che probabilmente quel rumore che si sente, deriva dall’azionamento di qualche ventola o altro e che a causa dell’appoggio della stufa sul pavimento, crea quel rumore. Proprio a causa del fatto che non poggia, forse, a livello su l pavimento.
    Gradirei un commento o un consiglio.
    Grazie

  639. Diego scrive:

    Buongiorno Pasquale,
    io non sono un tecnico di stufe ma visto il problema che ho avuto con quella di mio papà dove è esploso il vetro, è una Thermorossi 3000, mi permetto solo di consigliarti di chiamare subito qualcuno e di farla vedere perchè ritengo che queste macchine possano essere o diventare pericolose.
    Saluti
    Diego

  640. w123gianni scrive:

    Un saluto a tutti, può essere che se ne sia gia scritto, sapreste dirmi quale è il tempo di ricarica del telecomando “aladino” (ecotherm 3001), il libretto d’istruzioni riporta 5 giorni alla prima accensione e/o post pausa primavera/estate ma poi quando si scarica quanto è lasciare attaccato? grazie

  641. Alessandro scrive:

    Gentile Termorossi,
    Ho appena acquistato una stufa Termorossi Ecotherm 3001 Easy e so che nella sua programmazione, è previsto la programmazione che personalizza la stufa al tipo di pellet.
    Desidero sapere gentilmente visto che sul manuale dela stufa non l’ho letto, quale dei tre programmi è opportuno utilizzare per un pellet duro a differenza di quello di abete.
    In attesa di una Vostra gradita risposta, colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.
    Alessandro

  642. Stefano scrive:

    Ciao, anche io ho, dall’inizio del 2007 una Thermorossi Ecotherm 3001 e mi sono sempre trovato bene. Ho avuto anche io qualche difficoltà con il telecomando Aladino, in particolare ogni tanto mi appare la scritta “fuori campo – assenza corrente – premere un tasto”. Normalmente premendo un tasto si sbloccava, invece negli ultimi giorni non c’è più stato verso di far resettare il telecomando (neanche con il tasto posizionato sul retro). Oggi sono riuscito a rintracciare un tecnico dell’assistenza che mi ha suggerito di staccare le pile: io ci avevo già provato ma le pile sono saldate tutte e tre assieme, invece ho scoperto che, aprendo proprio il corpo del telecomando, si riesce a staccare il blocco pile compreso dei fili (in questo modo si stacca l’alimentazione senza danneggiare le saldature delle pile) e così facendo il telecomando si è resettato e ora è ripartito normalmente. Ho voluto postare la mia esperienza perchè ho letto che molti hanno problemi con il telecomando, magari questo può essere un consiglio per un primo tentativo di soluzione (soprattutto per quelli che, come me, non hanno avuto problemi per anni e dunque in questo caso non si tratta di un difetto di fabbrica ma di un problema sopravvenuto successivamente). Immagino che prossimamente dovrò sostituire il blocco pile ma ancora non sono riuscito a reperirlo. Un saluto a tutti.
    Stefano

  643. angelo scrive:

    ciao io ho una termorossi 3001 ieri quando l ho spenta non si è più riaccesa come se non arriva la corrente qualcuno può aiutarmi grazie

  644. w123gianni scrive:

    x Stefano
    Ciao, una domanda, il telecomando lo lascia costantemente collegato alla presa elettrica?

  645. Pietro Siotto scrive:

    Ciao a tutti volevo segnalarvi la mia esperienza con la 3001 easy. Riguardo il telecomando solo 3 volte mi ha segnalato il “fuori campo” e per il resto tutto a posto. La rumorosità è quasi assente soprattutto al minimo (1 o 2 tache di ventilazione) ma del resto non possiamo pretendere che alla massima velocità assomigli ad un leggerissimo soffio di vento. Per quanto riguarda la potenza devo dire che quando fuori fa veramente freddo la stufa fatica notevolmente a tenere le temperatura impostata,ma mi rendo conto che questo può dipendere dal pellet che uso ( chiaro,faggio/abete,dinplus,austriaco,preso alla BIGMAt a 4,37€ al sacco). Forse dovevo prenderla + potente,ma per la mia casa che è circa 60mq,ma con soffitti alti 3 metri e muri in pietra freddissimi mi avevano detto che sarebbe stata sufficiente per farmi morire di caldo! Logicamente non muoio di freddo,perchè io imposto la temperatura a 22° e la stufa ci arriva in circa 2 ore,però lo sbalzo termico nelle stanze da letto è notevole infatti al massimo arrivano a 18°. Faccio presente che io pulisco tutti i giorni il braciere e il cassetto delle ceneri ed il filtro posto dietro la stufa,mentre ogni 3 giorni pulisco la t della canna fumaria che è verticale per circa 5 metri. Detto questo,mi ritengo soddisfatto per l’acquisto anche perchè quello che spendevo in 4 mesi con i termo accesi per 3 ore la sera, lo spendo con la stufa ma tenendola accesa per circa 16 ore al giorno. Quindi in conclusione consiglio la 3001 easy,ma verificate molto bene quali siano le vostre esigenze. PS: secondo voi è meglio l’utilizzo in automatico o il manuale? In poche parole come si può consumare di meno,tenendola accesa 24/24h al minimo oppure facendola partire ad un determinato orario e per un tot di ore in automatico? Grazie per la risposta e ciao.

  646. marco scrive:

    PER Angelo
    Buona sera con una domanda cosi’ si fa’ fatica a rispondere…..
    Guardi se il pulsante dietro alla stufa e’ in posizione 1 e non 0 e controlli che il cavo alimentazione sia inserito bene!!

  647. psquale scrive:

    Rinnovo il problema segnalato da me al post 641. Ho chiamato il tecnico ed abbiamo riprodotto artificialmente il rumore di vibrazione che sento quasi sempre quando accendo la stufa.
    Anche a braciere 4, fa lo stesso rumore. Quindi si tratta dell’eccessivo pellett che cala nel braciere, sia all’accensione, sia a massima combustione.
    Qualcuno dice che avviene un ritardo dell’accensione, a causa della resistenza e che la fiamma, trovando molto pellett nel braciere, eleva la sua potenza e causa quella vibrazione. Dovrebbe essere anche causata dalla tubazione, in quanto, ho innestato al tubo da 80 verticale, dopo la curva, un tubo di diametro 100 e questo potrebbe causare un’elevata aspirazione. Che ne pensate?

  648. mauro scrive:

    La mia stufa 3001 maiolica produce , dopo un mese dall’acquisto, una vibrazione (sembra quasi uno strofinio di ferraglia) insopportabile, che ha degli alti e bassi, purtroppo negli ultimi giorni questo rumore si sta facendo sempre più assordante. Meno male che era certificata dal punto di vista acustico (36 decibel)!!!!!!!! Voi cosa ne pensate? Da cosa potrebbe derivare questo rumore infernale?

  649. ferruccio scrive:

    anche la mia 3001 faceva rumore ho tolto la parte anteriore vano ispezione e si vede il motore della ventola lo ferrmai per pochi secondi e il rumore smise allora ho capito che era quello aveva i cuscinetti sballati mi sono fatto ridare un motore nuovo ancora era coperta da garanzia ora e’ piu silenziosa

  650. Mattia (venezia) scrive:

    Ciao a tutti, possiedo una Echotherm 3001 acquistata in Giugno 2006 e da subito ho avuto problemi con il telecomando Aladino che oltre ad andare in tilt perdeva sempre il segnale e progressivamente per far si che funzionasse mi avvicinavo sempre di più non potendo quindi (per forza di cose) utilizzare la funzione in automatico visto che vicino alla stufa la temperatura rilevata non era quella presente nella stanza…ma vabbè, problema minore.
    Contattato il centro assistenza piu volte sono stato preso in giro visto che il telecomando non me l’hanno mai portato e dato che non sono una persona insistente in un certo senso me la sono presa in quel posto…
    Poco male dato che ho eliminato la funzione del telecomando accendendo e spegnendo la stufa con il comando posteriore, perdendo quindi il privilegio della programmazione.
    NB…ora la stufa è fuori garanzia ovviamente…
    Con il passare del tempo la stufa oltre a vibrare e produrre un rumore insopportabile aveva iniziato a cigolare in modo esagerato (ventola dei fumi)…finchè ieri, accendendola ho sentito che la ventola non era partita e nel frattempo il braciere e la fiamma erano partiti…non vi dico che mega fumo c’era dentro casa…
    Dopo averla portata in giardino l’ho smontata e ho smontato pure il motorino dei fumi che risulta bruciato…mi sono un pò informato e il costo è di 180 euri circa…ma allora mi chiedo…
    Vale la pensa spendere soldi per sistemarla?!…una stufa che non ha mai funzionato…chissà quante cose sono da sostituire perchè torni “perfetta”:
    Telecomando (forse), scheda elettronica (forse), motorino ventola, guarnizioni ecc…mah…non so proprio che dire, sono amareggiato!!
    Ovviamente tutte le operazioni le farei io anche perchè se dovessi affidarmi ad un tecnico con i soldi che spenderei per pagarlo mi verrebbe davvero una stufa nuova!!!

  651. pasquale scrive:

    Salve Mattia,
    ho letto quanto sopra e devo dirle che mi dispiace averla come compagno di disavventura.
    Immagino il fumo nella sua casa…..
    Ed è proprio questa la mia paura. Ho capito che la vibrazione che si sente al momento dell’accensione e fino al momento in cui si abbassa la fiamma per iniziare la lavorazione, è dovuta dal motore fumi, che anche se gira, evidentemente non lo fa tanto quanto serve in quel momento. E questo per colpa della mia canna fumaria. Infatti la stufa ha lavorato sotto sforzo in questi tre anni ed il motore fumi, ne risente di piu’
    Oggi oltre alla vibrazione, ho udito anche dei cigolii che sono spariti contemporaneamente alla scomparsa della vibrazione.
    Lunedi’ la smonto e cerchero’ se sara’ possibile ingrassare la puleggia.

  652. w123gianni scrive:

    …..la mia ecotherm 3001 (in attività da ottobre 2009), sabato scorso per la prima volta ha avuto un problema, non completava correttamente la fase di accensione, quindi messaggio vocale “accensione non corretta” ripetuto nelle varie lingue.
    lunedì mattina ho chiamato il rivenditore, accennando al tipo di problema, nel pomeriggio è passato il tecnico che ha sostituito (in garanzia ovviamente), il termostato sul lato sx della stufa.
    per quanto mi riguarda sino ad oggi sono più che soddisfatto di questa stufa………..

  653. andrea81 scrive:

    Salve a tutti……possiedo anche io una ecotherm 3001 da poco tempo,circa un mese e mezzo, quindi non posso dare giudizi sull’efficenza del prodotto. Però posso dirvi che scalda benissimo (uso pellets faggio 100%), e riguardo al radiocomando, il mio venditore mi ha consigliato di non prenderlo perchè con altri clienti aveva dato problemi e che mi sarei trovato bene usando il display manuale. Leggendo vari commenti devo dire che aveva ragione, e posso assicurarvi che usandola manualmente mi trovo benissimo e già dopo pochi giorni di utilizzo ci si riesce a regolare e a ottenere la temperatura desiderata.

  654. enrico55 scrive:

    Ma da quando la 3001 ha il display se non quello sull’ aladino ?

  655. andrea81 scrive:

    Questo non lo so, io ho il display sulla stufa, con 6 tasti , 11 led (6 gialli per le marce della ventola, 5 rossi per la potenza di calore) e su quello visualizzo le scritte start,on,off, eventuali messaggi di problemi ALOP,ALAC,ALPE, e programmo accensioni e spegnimenti . Io non ho radiocomando palmare, volendo potrei metterlo ma me l’ha sconsigliato perchè con decoder, modem wirelles etc. potrebbe creare problemi.

  656. enrico55 scrive:

    La mia ha 3 anni e non ha il display , probabilmente nelle versioni successive è stata migliorata con l’ inserimento del display . Se è cosi hai fatto bene a non comprare l’ aladino !
    Mi piacerebbe vedere 2 foto del display.

  657. andrea81 scrive:

    sicuramente….perchè io volevo prendere anche il palmare ma il mio venditore me l’ha sconsigliato perchè appunto aveva dato dei problemi. Vai sul sito thermorossi , cerca prodotti pellets , 3001 easy thermocomfort sotto l’immagine della stufa a destra trovi 4 riquadri zoomabili, il terzo è il display che ho io

  658. enrico55 scrive:

    Visto !!! il pannellino con i comandi e display alla mia 3001 easy manca .
    Avrei preferito alla lunga il display sulla stufa che l’ aladino!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  659. Mattia (venezia) scrive:

    Chiedo a qualcuno di esperto…è possibile installare il pannellino display su una 3001 “modello vecchio”?!

  660. enrico55 scrive:

    Penso che ci siano troppe modifiche da fare e la cosa diventi troppo costosa!
    P.S.
    cambiasi 2 aladino con un pannello display ;-)

  661. piero scrive:

    ciao ancora ,ho anche letto che la thermorossi h20 18 funziona molto bene. aspetto risposte su questa domanda e quella di prima . visto i prezzi delle stufe sarebbe bene spendere ed essere soddisfatti e contenti dell’accquisto una volta sola. grazie aspetto molti consigli ed opinioni

  662. ninox scrive:

    salve a tutti, questo è il mio primo post. Sono quasi in dirittura d’arrivo per l’acquisto di una Thermorossi 3001 maiolica, spero di fare un buon acquisto e di rientrare tra quelli che tessono solo le lodi di questo prodotto. Detto ciò avrei una questione in merito al prezzo della stufa, se non mi hanno raccontato frottole dovrei diventare possessore di una 3001 a fronte di 1950 € (senza aladino) canna fumaria ed eventuale installazione a parte, secondo chi ha l’ha già acquistata è un buon prezzo? Grazie per le eventuali risposte.

  663. Pietro Siotto scrive:

    x ninox
    Ciao,io ho comprato la 3001 easy con telecomando aladino a marzo 2010 e tra la stufa,l’installazione e i tubi ho speso 2900€. Non so quale siano i lavori che devi fare per l’installazione,ma calcola che a me hanno sfondato il solaio,il tetto e poi montato circa 5 metri di tubi per 700€ (la stufa da sola l’ho pagata 2200€ iva inclusa). Questi sono i prezzi della mia zona (Grosseto),magari dalle tue parti si risparmia qualcosa,anche perchè credimi 700€ per quel tipo di installazione sono un po’ esagerati,comunque la stufa funziona benissimo l’importante è che tu valuti bene le dimensioni del tuo appartamento e soprattutto la qualità del pellet,non importa che sia di faggio o abete,chiaro o scuro,ciò che conta è la qualità!! Ciao e buon caldo.

  664. ninox scrive:

    X Pietro
    Grazie per la risposta, finalmente qualcuno, effettivamente tra i rivenditori da me contattati tutti, tranne uno, mi hanno dato il prezzo che hai pagato anche tu, cioè 2200, in più il modello è quello con la maiolica, il prezzo dell’Aladino mi è stato dato a 170 €, il totale fa 2120, mi pare. Per quanto riguarda la canna fumaria il lavoro da fare è uguale al tuo, anche come misure, ma a questo provvederò io stesso, e comunque 700 credo siano troppi effetivamente.
    Il mio appartamento è piccolo, 65 mq in tutto e la stufa sarà posizionata in una specie di disimpegno-corridoio su cui si affacciano tutte le stanze, forse quella che soffrirà di più sara il salotto che si trova alle spalle della stufa, ma la porta di accesso è lateralmente alla stufa a circa 2 mt, infatti stavo valutando l’acquisto della 5000 che ha la canalizzazione e costa in tutto solo 50€ in +, almeno così mi hanno detto. Ora passo al pellet, la vera nota dolente, e capirai perchè dicendoti che abito in sicilia, certo usufruirò della stufa meno di te che stai a Grosseto, ma comunque i prezzi partono da 5€, e se vuoi scegliere ci si spinge anche a 6,5 € (sacco naturalmente), non riesco neanche a trovare gruppi di acquisto. Da questo punto di vista facendo calcoli che ti risparmio, se dovessi pagare il pellet anche a 6€, una stufa a metano di quelle a camera stagna mi farebbe risparmiare. Al di la di tutto comunque approfitto per chiederti se sto Aladino funzion e se è possibile acquistare la stufa col pannello di controllo normale e prendere Aladino in un secondo momento, qualcuno mi dice di si altri mi dicono di no, addirittura mi hanno detto che se prendo la versione con Aladino la stufa è priva di pannello a bordo macchina, ma io faccio l’osservazione che se Aladino mi cade dalle mani come faccio a regolare la stufa? Tu sei in queste condizioni? Ok ora smetto se non la cosa diventa chilometrica, ma mi farebbe piacere farti in seguito qualche altra domanda, anche perchè, capirai per la posizione geografica che qui è difficile trovare persone che abbiano la stufa a Pellet. Grazie comunque per la tua risposta e spero di rileggerti presto. Un saluto from Sicily.

  665. Pietro Siotto scrive:

    x ninox
    Ciao,se devo essere sincero a me è stata proposta subito la stufa completa dell’Aladino,e fino a una settimana fa nemmeno io sapevo che esistesse una versione senza il suddetto telecomando.Nel caso si rompesse o cadesse dalle mani,la stufa può funzionare tramite i comandi posti sul retro,un po’ difficili da capire, ma comunque non ti lascia senza caldo. L’aladino mi ha dato problemi 3/4 volte,segnalandomi assenza di campo,come un telefonino quando non prende il segnale,ma per il resto fa il suo egregio lavoro. Il mio appartamento ha le stesse dimensioni del tuo,(ma con muri in pietra spessi 50cm e soffitti alti 3 metri) con la differenza che io ho dovuto mettere la stufa nel soggiorno e così mi ritrovo con una temp. di 22/23 gradi in soggiorno e di 18/19 nelle camere. Per il pellet spendo circa 4€ a sacco se di faggio,e circa 4,50€ se di abete e quest’anno per scaldarmi ho speso in tutto 600€. Usando i termosifoni spendevo la metà,ma tenendoli accesi solo 3 ore al giorno,dalle 19 alle 21,quando sia io che mia moglie tornavamo da lavoro. Adesso la stufa rimane accesa dalle 5 alle 7 e poi dalle 11 alle 22 ed è tutto un altro vivere. Vedrai ti troverai molto bene. Ciao dalla Toscana…anche se oggi sembra la Siberia!!!!!

  666. nnox scrive:

    Mizzica (per non dire altro) 4€ wow! Effettivamente leggendo vari forum sapevo di questi prezzi, qui sarebbe una pacchia per me! Comunque se no ti disturba vorrei affrontare il discorso pulizia, anche qui tabula rasa, leggo di leggende su aspiratori particolari modificati, io ne uno ad acqua regalo di matrimonio (quello che fa anche il vapore) ma movimentarlo è un problema, è davvero necessario aspirare ogni giorno? Tu che cadenza usi? E’ vero che la manutenzione straordinaria può essere fatta facilmente dall’utente? Comunque forse questa settimana vado dal tipo per concludere, devo solo espletare la pratica per ia detrazione del 36%. Ancora grazie per le info, se potessi ti manderei un po di caldo da qui, oggi penso ci siano sui 15°, almeno al sole, ma domenica ha fatto la neve a bassa quota (per modo di dire tipo 1000 m) Abito sul versante ovest dell’Etna quindi almeno 4 mesi l’anno la vedo. Ok grazie ancora e a presto.

  667. Pietro Siotto scrive:

    x ninox
    Guarda,la manutenzione la può fare anche un bambino e al massimo ti porta via 10 minuti!! Le mie tempistiche sono: il filtro tutti i giorni,così come la griglia dove si deposita il pellet , il cassetto delle ceneri ed il vetro che viene pulito con un la carta di un quotidiano umida e della cenere. Gli altri vani ed il raccordo a t della canna fumaria li pulisco il fine settimana. Tieni presente che io forse esagerò un po’ perchè la Thermorossi ti da tempi più lunghi (anche mesi), ma per sicurezza preferisco anticipare,e comunque è tutto scritto sotto il coperchio del vano di carico del pellet. Per la cenere compra un aspiracenere,perchè i comuni aspirapolveri dopo poco si rompono,dalle mie parti costano circa 30/40€. Infine,se ti posso dare un consiglio,presta più che altro attenzione alla pulizia del filtro perchè ti accorgerai che dalla sua pulizia dipenderà la quantità di calore della tua stufa. CIAO PS: se vuoi puoi contattarmi anche su FB,il nome è il solito e sono l’unico che abita in Toscana!!

Sei sei un CAT registrato ricordati di accedere prima di commentare!