La pulizia delle stufe a pellet

La modalita` di pulizia dei vari comparti delle stufe a pellet varia da modello a modello.
Di sicuro vi troverete nella situazione di dover aspirare la cenere ( vi sconsiglio vivamente di utilizzare scopino e paletta!!). Il problema e` che gli aspirapolvere tradizionali non sempre sono all` altezza della situazione. Infatti puo` capitare che il filtro non sia abbastanza fine e ci si riempe la stanza di cenere. Puo` anche succedere di peggio, cioe` la possibilita` che si intasi il filtro con il serio rischio di bruciare il motore….a me e` gia successo. Se per caso avete un super aspirapolvere, comunque vi troverete a dover sostituire i filtri o sacchetti, per cui vi consiglio di comprare un apposito apparecchio da applicare al proprio aspirapolvere per evitare gli spiacevoli inconvenienti sopra descritti. L` apparechio in questione si chiama cenerello della Vortice e costa circa 40 euro, non so se esistano prodotti analoghi di altre marche.

Info su Ferdinando

Ingegnere elettronico ed esperto di web2.0, possiede una stufa a pellet Palazzetti EcoFire da circa 6 anni. Ha creato e gestisce questo blog circa un anno fa. Non è un tecnico nel campo delle stufe, quindi si limita a scrivere semplici articoli che vengono arricchiti dai commenti dei visitatori e degli altri autori del blog molto più esperti di lui..

22 risposte a La pulizia delle stufe a pellet

  1. Cancamilin scrive:

    Non è meglio un sano bidone aspiratutto con l’aggiunta del sacchetto?
    Può essere utile tagliare la partenza del tubo in gomma per poterlo infilare ovunque

    Parola di Cancamilin

  2. Lucio scrive:

    Ho molto apprezzato il tuo articolo sulla pulizia della stufa. Sto acquistando una stufa a pellets (probabilmente la Iris Plus). Dovrò anche decidere, dovendo probabilmente scaricare i fumi sul balcone, se utilizzare il filtro ad acqua della ditta Apros di cui ho sentito parlare bene. Mi piacerebbe sapere in quale zona graviti, nel caso ci fosse possibilità di utilizzare un tuo intervento.
    Se vorrai farti sentire, dandomi un ulteriore punto di vista, ti sarò grato.

    Un cordiale saluto

    nb: la stufa andrà installata nella zona di Clusone e io abito in provincia di Mlano.

  3. roberto scrive:

    Non è vero. Quel bidone non vale nulla.
    Si intasa un filtro di metallo e l’aspirapolvere perde potenza.
    Ora hai un altro prodotto da pulire!

    Consiglio un bidone aspiratore che abbia la possibilità di aspirare polveri sottilissime, che potrà essere usato come unico aspirapolvere. Ce ne sono in commercio vari modelli.

  4. cancamilin scrive:

    x lucio
    dalla sardegna mi viene un pò in salita ripararti la stufa….

    x roberto
    ci sono ottimi prodotti studiati apposta per la cenere, ma ti posso assicurare che un bidone aspiratutto con filtro motore + un sacchetto aggiunto (normalmente i bidoni aspiratutto potrebbero farne a meno…) è più che sufficiente

    ciao

  5. ANDREA scrive:

    x cancamilin

    devo complimentarmi per la correttezza, io anche se non sono del settore consiglio un bel bidone aspiratutto “da poco” che non ci faccia innervosire se si rompe, io ne ho buttato via uno proprio in questi giorni dopo 2 anni e purtroppo prima di verificare su blog come questi ho comprato il cenerello….soldi buttati via, il filtro o retina non trattiene assolutamente niente delle polveri generate dalla stufa, adesso sono alla ricerca di un altro bidone aspiratutto “da battaglia”.

    ciao

  6. cancamilin scrive:

    x andrea
    immagina che io uso un bidone aspiratutto anche sul lavoro e mi regge più di un anno, aspirando però centinaia di kg di cenere

  7. Dino scrive:

    ho fatto la pulizia bisettimanale della mia stufa a pellets tirando via i due deviatori fumi ma ora mi sorge un dubbio. sul manuale (nell’esploso) la parte aperta è verso l’interno della stufa mentre l’aletta e verso l’esterno; nel sezione dedicata alla pulizia c’è una foto dove sembrano al contrario… come vanno posizionati?
    io ho guardato la parte bruciata e uno era messo con l’aletta verso l’interno mentre l’altro verso l’esterno?!?
    help

  8. Aurora scrive:

    Potete dirmi come pulire i residui di bruciatura nei mattoni in ecokeram che rivestonno l’interno di una stufa?

  9. Robe scrive:

    Salve a tutti e complimenti x il blog.
    Vorrei porre una questione a tutti voi esperti.
    Per pulizia giornaliera si intende la pulizia del bracere e delle pareti della stufa (se sbaglio vi prego di correggermi).
    Le pareti si puliscono facilmente con l’usilio di un normale pennello ma per il bracere che strumento utlizzate ?
    Io utilizzo una spatola in acciaio e riesco a togliere i residui durissimi neri lasciati dal pellet.
    Arriviamo alla domanda.
    E’ giusto sfreagare il braciere -raschiandolo-
    e toglire tutti i residui oppure aspirare semplicemente la cenere ?

  10. Mauro A. scrive:

    Il bracere della mia stufa è in ghisa, pertanto non vado tanto per il sottile, spatola per raschiare a fondo le incrostazioni infine spaffolino per ferro. Torna na meraviglia….

  11. parlanti roberto scrive:

    x mauro a e robe mi sembra eccessivo avere tanto sporco nel crogiuolo o bracere verificate o fate verificare che l’istallazione sia fatta a regola o anche la qualita del pellets oppure solamente la quantita di aria o combustibile sul bracere tanto sporco significa pessima carburazione e quindi spreco di combustibile e pessima resa anche tanto sporco sulle pareti quindi accumulo di materiale nero fuliginoso significa carenza di ossigeno. la stufa che brucia bene si vede ad 1 km anche ad occhi non esperti dentro rimane con pareti grigio chiare ed il vetro anche se sporco e’ facilmente pulibile anche senza prodotti chimici ma con solamente cenere ed acqua e un semplicissimo giornale quotidiano a volte anche solo un giornale.

  12. Robe scrive:

    x parlanti roberto, grazie innanzi tutto per la cortese e sollecita risposta.
    Il mio impianto è cosi composto:

    Stufa, T (ispezionabile), curva 45, tratto interno al muro 50 cm circa, braga coibentata ispezionabile, 4 m di tubi coibentati e cinese finale.Per il momento non sfoga sul tetto ma ad 1,20 sotto la pensilina.
    Uso pellet mefisto che mi dicono essere abbastanza buono.
    Stiamo parlando di una stufa tr h2o 18 quella per intenderci con il pulisci bracere e devo dire che il sistema funziona abbastanza bene.
    A destra e sinistra del bracere cmq la dove il braccio accumula + pellet rimane uno strato duro nero che viene via solo con la spatola.
    Le pareti sono nere e le pulisco con l’ausilio del pennello.
    Il vetro pur pulendosi con acqua e scottex si presenta abbastanza sporco.

    Parlanti un consiglio.

  13. federico scrive:

    salve, ho da poco acquistato una stufa della BestFire, per l’esattezza una CAMILLA 10Kw, la quale presenta diversi problemi di funzionamento.
    Nonostante il tecnico sia venuto a casa per re-impostare i parametri, ogni tanto la stufa tende a spegnersi, inoltre appare sul display la scritta “STOP FIRE” che dopo alcuni secondi sparisce. Vorrei sapere cosa significa, visto che nel manuale di manutenzione non ne parla.
    inoltre la temperatura all’interno della casa (che è di circa 70 mq), non sale mai sopra i 19 gradi, con una temperatura interna della stufa di 125° MAX.
    è normale?
    Ciao e speriamo sappiate darmi delle spiegazioni in merito…

  14. dario scrive:

    Mi presento sono il sig Felice, io ho un consiglio da dare per avere un pulisci stufa si può dire eterno.
    Lo stò adottando da 3 anni con un buon risparmio senza continuare a spendere soldi per aspiratori.
    Dovete comprare il classico aspiratore con il bidone ,all’interno sostituite il filtro di carta con delle calze da uso ginnastica nb. più ne mettete più il filtro farà uscire meno sporco nell’ambiente.
    Io ne metto 3 .
    Ricordatevi sempre di aspirare la stuffa a ceneri fredde per evitare di colare il tubo e di vuotare il bidone ogni 2 mesi per evitare che la quantità di ceneri non vada a toccare all’interno la calza .
    Se un giorno aspirate per fretta o per pignoleria una stuffa con ceneri un pò calde potete farlo però ricordatevi che il bidone si riempie e se la cenere calda tocca il sacco si può incendiare le calze.
    Ecco perchè vi dico di vuotare ogni due mesi il bidone .
    Spero di essere utile per questo consiglio a tutti distinti saluti Felice

  15. mirko scrive:

    aiutooooo…qualcuno mi sa dire come si pulisce questa cenere di pellet ? ho provato aspiratore + bidone per le ceneri bruciando due aspiratori in 2 anni ; aspiratore ad acqua : quando l’acqua è satura cioè dopo 10 secondi esce cenere dall’aspiratore ; aspiratore apposta per la cenere di pellets : quando il filtro è saturo cioè dopo 10 secondi esce cenere dall’aspiratore . SONO ALLA CANNA DEL GAS

  16. gianni scrive:

    io ho una stufa a pellets da quattro lunghi anni. lunghi perchè la pulizia della stessa è davvero insopportabile! Cenerello e famiglia non valgono niente. dopo alcuni minuti di aspirazione ti ritrovi il suo (insufficente) filtro completamente ricoperto di cenere con drastico calo dell’aspirazione. le ceneri sottilissime inoltre, riescono a superare questo filtro e a distruggerti (nel giro di una stagione) l’aspirapolvere che hai deciso di sacrificare applicandola a cenerello e famiglia.
    anche con gli aspiratutto non si risolve il problema. ti ritrovi a dover pulire (dopo una sola pulizia giornaliera) il filtro (di carta ricoperto da una maglia metallica). operazione non affatto semplice. avrai casa piena di ceneri sottilissme con effetto nebbia. e devi quindi aspirare il pavimento.
    insomma, un disastro.
    mi hanno parlato di aspirattutto con filtro ad acqua. non l’ho ancora trovato e quindi provato.
    pollice verso a sto pellet!

  17. mirko scrive:

    sarà possibile che con quante stufe e caldaie a pellets ci sono a giro e poi nel 2010 non si sia trovato un sistema funzionale e pratico per pulire sto pellets ? mi sembra quasi impossibile….Ai nostri cari scenziati : non ce ne importa niente di sapere se c’è l’acqua su marte , inventateci un aspiratore per il pellets….

  18. mattia scrive:

    basta comprare un buon aspiratutto……. sottolineo buono, io ho un carcher e lo utilizzo per centinaia di manutenzioni annue, mai nessun problema, logicamente soffio spesso anche i vari filtri, ma ripeto ne faccio molto uso…….. non spendete 60 70 euro piu volte, ma 200 300 subito per un ottimo prodotto

  19. antonio scrive:

    salve a tutti,Io sono d’accordo con il sig,Felice. Un qualsiasi bidone economico sul quale sovraporre dei calzini alla retina di ferro. Una bomba

  20. Alessandro scrive:

    Ciao a tutti, complimenti per le info che date, vorrei un chiarimento: ma la manutenzione di una caldaia a pellet è simile a quella di una stufa?? Minore o maggiore?
    Grazie!

  21. paskuale scrive:

    Salve a tutti cercavo proprio questo tipo di info, però mi devo recare all’iper … mi servirebbe qualche nome di marca (possibilmente economica).

    Grazie

  22. luca scrive:

    antonio sei sicuro che i calzini funzionino……da quanto tempo usi questo metodo.lo usi con il bidone aspiratutto?

Sei sei un CAT registrato ricordati di accedere prima di commentare!