STUFA AS9 EVO – UN VERO DISASTRO DI PROGETTAZIONE

Buonasera,
ho comprato una stufa mod. AS9 Evo della Caminetti Montegrappa nell’ottobre 2013 e devo purtroppo constatare di aver preso una grande fregatura.
A parte i requisiti di sicurezza molto scarsi (telaio composto da veri rasoi, forte probabilità di ricevere scosse se sfiorata da mani leggermente umide, vetro dello sportello incandescente pericoloso se vi sono dei bambini in casa…) evidenzio un grosso problema di funzionamento anzi di non funzionamento.
Il capitolo 4.2.4 del libretto, pagina 44 recita:
“Anche con i migliori apparecchi e canne fumarie, la formazione di creosoto è inevitabile, quindi una regolare pulizia della canna fumaria o dei condotti verticali di evacuazione dei fumi è indispensabile comunque per evitarli o ridurli. Se ne consiglia la pulizia almeno una volta l’anno, e molto più spesso se l’apparecchio è in uso quotidiano e viene usato combustibile con caratteristiche diverse da quanto indicato dal paragrafo 1.4.
Ordunque, pur avendo fatto installare la stufa a regola d’arte da tecnico autorizzato che ha rilasciato i certificati di conformità, pur avendo intubato il camino preesistente secondo consiglio del rivenditore per una resa ottimale, pur utilizzando pellet di prima qualità, pur effettuando la manutenzione ordinaria quotidiana, la predetta stufa non è in grado di lavorare per più d elle attuali 150/180 ore, richiedendo alla segnalazione “pressostato” la manuntenzione straordinaria.
Per manutenzione straordinaria intendo lo smontaggio completo della stufa, per pulire ogni sua parte dal residuo di combustione , che tanto fa bene ai nostri polmoni.
Evidenzio che la pulizia la eseguo direttamente, evitando di pagare ogni volta il tecnico 110/130,00 Euro, anche se il libretto della Montegrappa dice che l’intervento di un tecnico-spazzacamino risulta essere una soluzione efficace ed economica (??).
Certo, dipende da quante volte sei costretto a farlo intervenire in un stagione. Io abito a Belluno ed ho acquistato la stufa per scaldarmi in modo ecologico e sano durante la stagione invernale e viste le caratteristiche della stufa, scoperte solo dopo il suo acquisto, mi ritrovo a dover pagare un tecnico tre volte al mese per sei mesi ad Euro 110,00/130, ad intervento. Però…
Ho telefonato e scritto alla Caminetti Montegrappa trovando molta maleducazione ed arroganza oltre che completo disinteresse al problema.
Dopo una prima email ufficiale di lamentele, ho telefonato per l’ennesima volta all’assistenza, che mi ha risposto che QUEL TIPO DI STUFA DEVE ESSERE PULITA SPESSO E CHE MI DEVO ARRANGIARE CON UN TECNICO SE NON SONO IN GRADO DI FARLO DA SOLA. E PENSARE CHE IL RIVENDITORE MI DECANTAVA QUESTA STUFA SENZA EVIDENZIARE LA SUA CARATTERISTICA NEGATIVA PRINCIPALE: NECESSITO DI MOLTA MANUNTEZIONE PER FUNZIONARE PER CUI PREPARATEVI…
NESSUNO HA PROPOSTO DI VERIFICARE LO STATO DELLA STUFA E NESSUNO HA CERCATO DI APPROFONDIRE IL PROBELMA. UNA VERGOGNA. E CHI L’HA PROGETTATA E SAPEVA DELLA DURATA LIMITATA DEL FUNZIONAMENTO HA FATTO IN MODO DI COMPLICARE L’OPERAZIONE DI SMONTAGGIO CON RISCHIO DI ROTTURE DI PARTI E/O COMPONENTI.
Per me non finisce qui e porterò avanti il problema legalmente, se del caso, in quanto sento di essere stata truffata sia dal rivenditore che dalla Casa Madre.
Viviana

Sei sei un CAT registrato ricordati di accedere prima di commentare!

Non hai trovato quello che cercavi? Cerca ancora!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>