qualità del pellets

buongiorno,
volevo un chiarimento su quali valori è meglio porre la propria attenzione quando si sceglie una qualità di pellets.
di solito io tendo a prendere del pellets che abbia un valore di cenere residua inferiore al 0,5% e una capacità calorica di circa 5Kw (ho scritto bene?) che dalle mie parti in sardegna ha un costo di circa 4,7€/4,9€ a sacchetto, e mi sembra già tanto quindi anche trovando del pellets con ceneri dello 0,1% costerebbe l’impossibile.
quindi vi chiedo è un errore considerare come parametro di riferimento solamente la cenere o è meglio tener conto anche di altro?

grazie

2 risposte a qualità del pellets

  1. Raffaele scrive:

    Vorrei aggiungere che attualmente sto utilizzando un pellet s della Pfeifer con cenere residua <0,5% . é di buona qualitá? ma tale valore significa che potrebbe teoricamente anche essere 0,4/0,3 % oppure solo 0,5% ?

    Grazie

  2. pesole scrive:

    Ciao ma a me sinceramente Pfeifer non mi piace va bè se non hai di meglio brucia anche quello ma io vado svizzero o austriaco ormai sono ancora unici nel suo consumo. e resa è buona, il resto ne ho provati ma noto che ce anche qui da noi una tendenza a camuffare i pellet ho visto vendere pellet aek che dovrebbero essere buoni azione a 5 fr. ma aimè non non sono i veri pellet aek sono un derivato con dentro imballaggio uguale e la resa veramente non la rispettano,

Sei sei un CAT registrato ricordati di accedere prima di commentare!

Non hai trovato quello che cercavi? Cerca ancora!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>