PASSWORD RAVELLI

Vorrei conoscere la password per entrare nel menù tarature della mia stufa Lisa Plus Ravelli in modo da poter resettare l’allarme ore manutenzione. Grazie. Nicola

1.520 risposte a PASSWORD RAVELLI

  1. andrea scrive:

    ciao a tutti,
    ho acquistato una ecoteck ravelli snella. si intasa ogni 5 ore. devo ridurre i tempi per la pulizia braciere.
    la password non viene data da nessun tecnico.
    mi chiedo come possa fare una azienda come la ravelli a non permettere al suo consumatore che ha pagato la stufa e ne è il proprietario a non poter intervenire e ritrovarsi una stufa che peggio di un camino deve spegnere ogni 5 ore….
    :-( (((
    andrea

  2. Nicola scrive:

    Ho cercato anch’io di sapere la password della Lisa Plus e la scusa che trovano i tecnici e rivenditori è che non viene data in quanto si potrebbero fare danni. Ma dico io, se uno mette le mani dove non si deve e fa’ danni se li pagherà!! Comunque continuerò a cercare.
    ciao

  3. andrea scrive:

    prova con a9

  4. Nicola scrive:

    Grazie Andrea, a9 funziona. Ora rimani criptato soltanto il menù delle tarature base ma penso sia gia sufficiente così. Nicola

  5. marco scrive:

    password accesso inserto ravelli ecoteck

    Salve a tutti,a parte i complimenti per questo blog, lo trovo estremamente utile,e tecnicamente esaustivo,ho acquistato l’inserto ecoteck della ravelli, e non posso entrare in alcuni parametri per modificarli perchè non ho la pasword d’ingresso. nello specifico mi occorrerebbe aumentare la velocita della ventola scarico fumi in fase di accensione e di diminuire la quantità di pellet sempre in accensione perchè tende ad “ingolfarsi” solo in avvio, dopo brucia bene. Esiste la possibilità di aiutarmi. Vi ringrazio fin da adesso per quello che potrete fare. P.S. Sono un pò agli esordi con il pellet ma queste regolazioni sarei in grado di farle da solo senza rivolgermi ad un assistenza. grazie di nuovo saluti a tutti.

  6. Nicola scrive:

    Penso che per tutte le Ecoteck Ravelli la password per entrare nei menù tarature sia A9. Ciao

  7. marco scrive:

    ok grazie mille Nicola, generalmente si dice “a buon rendere”, non ho idea come però… !!! :-)

  8. Mauro scrive:

    Ciao qualcuno sa la password per azzerare le ore di funzionamento a9 non funziona ( Ravelli mod. Sara 700 ) Grazie

  9. Mauro scrive:

    Mi rispondo da solo e’ : 35 Spero sia utile a qlcno .
    Ciao

  10. luca scrive:

    Ho una stufa ad inserto sara ecotek il cestello si riempe troppo
    di pellet alla prima accensione e la stufa sbuffa
    qualcuno puo gentilmente dirmi cosa devo
    fare ciao da luca

  11. luca scrive:

    Tyyy

  12. tuonoblu scrive:

    Ciao ragazzi sono un CTA autorizzato ravelli da 10 annni leggo con stupore che avete molti problemi di combustione e altro, i miei colleghi che c..zo vi tarano e spiegano quando fanno la prima accensione e collaudo?
    Quando si hanno cattive combustioni specialmente se per i primi anni e andato tutto bene i fattori possono essere:
    1 La porta o il cassetto non chiudono perfettamente
    2 la canna fumaria esterna o quelle interne non sono libere
    3 il tubo di aspirazione all’interno del bracere e sporco
    Dopo aver controllato il tutto e avete ancora problemi potete modificare il valore aria/pellet semplicemente premendo contemporaneamente i tasti 6 e 7 sui display a 6/7 tasti.
    3 le canne inter

  13. tuonoblu scrive:

    Chi sa dirmi la chiave di accesso ut04 di una vecchia Royal circa 6 anni?

  14. andrea scrive:

    caro tuonoblu,
    la stufa ravelli snella è di fatto un camino da controllare fermare, attendere che si raffreddi e poi ripulire ogni 4 ore.
    assolutamente da sconsigliare..

  15. ciccio scrive:

    Caro tuonoblu mi sa che sei un cat ,no scusa sei un cta è vero io non ti ckiamerei visto che chiedi se qualcuno sà i codici ciaooooooooooo cta ahahahaha

  16. tuonoblu scrive:

    Caro Ciccio io vi sto’ chiedendo il codice di una stufa che non e’ ravelli quindi non posso sapere la chave accesso della Royal!!!

    Andrea la tua stufa e’ un camino perché non e’ tarata bene! Ti posso aiutare ma devi darmi alcune indicazioni per poter capire di che anno e’ la scheda!
    Quando dai corrente sul display compare l’anno e la versione oppure devi mantenere premuti contemporaneamente i tasti 1 e 2 per 3 sec.
    Qui anti tasti ha il display?

    Poi mi devi dire quanti tasti ha in display,

  17. tuonoblu scrive:

    Andre Dimenticavo se riesci a visualizzare la scheda interna devi vedere se ce un led verde acceso in quel caso si tratta di una scheda flash

  18. andrea scrive:

    la mia stufa snella è un camino perchè si intasa dentro. entrambe le aste (sopra la stufa) sono bloccate. intasate dentro. una stufa a pellet costosa come la snella della ravelli, con 30 kg di autonomia di carico, dovrebbe andare giorno e notte senza problemi..

  19. tuonoblu scrive:

    Se entrambe le aste sono bloccate (aste che servono per raschiare le canne fumarie interne) non potra’ mai funzionare e riscaldare.
    Una snella normalmente puo’ andare senza mai pulirla per 4 giorni sempre accesa ( prove di laboratorio) ti consiglio di pulire le canne interne smontando i raschiatori.

  20. andrea scrive:

    e come faccio a pulire i raschiatori?
    devo aprirla e smontarla?
    con flessibile a saldatrice?

  21. tuonoblu scrive:

    Per pulire i raschiatori:
    Aprire il pannello porteriore (quello contro il muro) sul lato tubo canna fumaria 80mm* ce un sportello con 4 bulloni chiave da 8 devi aprirlo e aspirare tutto lo sporco al suo interno dando dei corpi con un martello e muovendo le aste

  22. tuonoblu scrive:

    Finito di pulire bisogna rimetterci il silicone alta temperatura

  23. andrea scrive:

    caro tuonoblu è quello che fa tutti gli anni il mio installatore.

    ma le aste sono bloccate!! la stufa è progettata male, troppo limitati gli spazi. ho altre stufe per un totale di 3 appartamenti ed è un problema di questo modello snella, molto costoso, della ravasi. se non ci smenassi troppi soldi la butterei dal balcone…

  24. andrea scrive:

    ravelli ops

  25. tuonoblu scrive:

    Guarda non so’ che dirti ho 2 o 3 clienti con la snella se si fa la manutenzione tutti gli anni non danno problemi.
    Comunque per le snelle 2011 ci anno mandato delle note in qui si faceva riferimento ai raschiatori se mi dai la matricola stampata dietro la stufa tipo A90******** mi informo in ditta e ti faccio sapere da li riescono a risalire se ci sono problemi con quel lotto
    Ciao

  26. andrea scrive:

    il codice che ho trovato io è

    A70964005

    modello snella

  27. tuonoblu scrive:

    OK

  28. tuonoblu scrive:

    Andrea mi sono informato se la serie snella con la matricola che mi ai dato avesse dei problemi di serie e mi hanno detto di no ma di controllare che le pareti dove scorrono i raschiatori non si siano deformate o dissaldate.

  29. anna rita scrive:

    ciao Mauro,anche io ho sara 700 la tua è rumorosa?perchè la mia ha la ventola molto rumorosa a tal punto da non sentire il televisore ciao grazie

  30. Mauro scrive:

    Ciao Anna Rita , io ho montato l’ inserto sara 700 dentro un caminetto . Lo tengo al minimo alla velocita’ 1 . Mi sembra che sia 1350 giri. Puoi anche abbassare un po’ i giri della ventola , ma non esagerare … la password per il menu’ dei giri e’ : A9 Spero possa servire Ciao

  31. Osvaldo scrive:

    Mauro scusa se mi intrometto ma’ la rumorosita’ che sente Anna Rita e’ causata dalla ventola Aria calda mentre i giri che tu leggi sono quelli della ventola Fumi che e’ lunica che ha il lettore di giri!!!

  32. Mauro scrive:

    Nessun problema Osvaldo , sono 2 tarature diverse da teòecomando premendo il tasto 7 ( quello con la manina disegnata ) poi menu 4 con le frecce arrivi alla voce vedi tature , confermando e facendo scorrere vedrai che c’e’ la velocita fumi e la velocita’ aria , che’ e’ la ventola che si sente piu’ forte e che e’ quella che volendo si puo’ modificare Ciao

  33. Mauro scrive:

    Io invece ho un altro problema quello che il telecomando segna sempre 4 gradi in meno della realta’ ,ho fatto il confronto con 3 termometri digitali e il cronotermostato della caldaia. il tecnico mi ha gia’ cambiato 2 telecomandi e controllato il firmware della piastra elettronica nel caminetto , ma niente .
    I VOSTRI telecomandi segnano la temperatura GIUSTA ? grazie

  34. anna rita scrive:

    grazie per la risposta,ma se tengo al minimo la ventola cioè a 1 non scalda tanto,per quanto riguarda il telecomando anche il mio ha lo stesso problema .

  35. aiuto assistenza scrive:

    Salve sono un cat plurimarche,leggo tanti problemi da parte dei clienti e soprattutto molti clienti che cercano di fare da loro. Ben venga magari dare una regolata alla stufa, io insieme a ingegneri abbiamo realizzato sia una nuova stufa che una nuova elettronica.per voi sembra semplice entrare nei parametri e modificare, nn e’ proprio cosi. Innanzi tutto quasi tutte le elettroniche sono fornite di alcuni parametri a uso del cliente che servono per modificare caduta pellet e aspirazione fumi,a voi clienti basta regolare li e se nel caso credete di aver fatto danni rintrate li e riportate il valore nuovamente a zero.e queste sono cose da farvi spiegare al momento dell accensione. Per quanto ririguarda la munetenzione, vedo gente che mi chiamo quando proprio nn sa dove sbattere la testa.vedendo lavorare la stufa capisco che e’ sporca e loro no dicono che l hanno pulita. Ma solo alcuni puliscono davvero la stufa aprendo tutto quello che possono. Quindi ok tecnici fai da voi, ma fino a un certo punto.

  36. franco scrive:

    Il problema qualè che volete una barca di soldi per pulire due cazzate ,o visto una volta il mio cat 10 minuti di lavoro per 80,00€ ,quello che a fatto sono capace pure io ciao mitici

  37. mato scrive:

    Per i CAT Ravelli: volevo mettere 1 iserto nel camino che ha la bocca 55h, 76l ed è profondo 60. Mi piace il Sara 700 ma su 1 sito lo danno come alto 54 (Ecotek) e su altro (Ravelli Group) 63. Ho scritto alla Rvelli ma mi hanno solo mandato una scheda tecnica da cui si capisce poco. arrivo al dunque: riesco a mettercelo nel camino senza fare lavori o devo spaccare?

  38. CAt Ravelli, MDB scrive:

    Caro franco non tutti i cat purtroppo sono onesti un cat che esegue una manutenzione annuale deve: smontare le pareti laterali e pulire l’interno’ poi svitare le bocchette delle canne fumarie interne e aspirare, smontare la ventola aria e ripulirla da lanette e altro + lubrificare i cuscinetti in gomma, pulire con un pellello la scheda aspirando il tutto per evitare che ragnatele o polvere si umidiscano e mandino in corto la stessa, controllare e cambiare se necessario il nottolino in teflon o altro che sorregge la coclea e la fa girare, gia’ che ce pulire la canna fumaria esterna se e’ di 2 o 3 metri’ e poi rimontare il tutto pulendo con un panno e sprai apposito per togliere manate di nero il tutto dura circa tre quarti d’ora se va tutto bene. Costo 80,00 Ma se vuoi rispare corciati le maniche e prova..

  39. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Mato gli inserti sono stati da poco rivisitati ( modificati) non so se in grandezza posso solo dirti di chiamare l’Aziendaal numero verde 800464330 al centralino sapra’ risponderti o indirizzarti a chi di competenza
    Saluti

  40. mato scrive:

    CAT MDB grazie, ho già provato a scrivere + volte alla Ravelli ma non sanno rispondere a fondo, sembra che nemmeno loro conoscano i prodotti che fanno.
    Quello che non capisco è come possano avere 2 siti che indicano caratteristiche tecniche dei prodotti diverse e a volte lo stesso sito (Ecotek) dà valori diversi (l’r1000 ad es. ha dei dati di catalogo diversi dalla scheda tecnica). Proverò ancora x telefono poi lascerò xdere. Anche i rivenditori non sanno che dire. Il rischio è di ricevere 1 prodotto diverso da come descritto.

  41. CAt Ravelli, MDB scrive:

    Mato per quanto riguarda i siti uno sostutuisce l’altro, ecoteck verra’ oscurato a breve altro non posso che dirti di chiamare e se serve rimproverarli di mancanza di chiarezza.

  42. Francesco scrive:

    Ciao a tutti ho una stufa MDB e volevo sapere se si può abbassare il valore del carico del pellet.
    Grazie

  43. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco ci sono due modi per abbassare il carico pellets, puoi usare le ricette che abbassano o alzano il carico pellets e tiraggio contemporaneamente per tutte le potenze, oppure per ogni singola potenza.
    modo 1° per modificare le ricette premere il tasto 2 (menu) per 1 secondo scorrere con i tasti + o – fino alla stringa RICE poi premere il tasto 8 (set) nel display in basso compare il numero ricetta di solito 04 più abbassi meno pellets scende.

  44. davide scrive:

    qualcuno sa la password della stufa della ravelli a pellet r80.

  45. davide scrive:

    correggo rv80

  46. Francesco scrive:

    CAT Ravelli, MDB, si questo lo so ma non risolve niente.. dico se c’è un menù segreto dove si può entrare con una combinazione dei tasti oppure se c’è una vite da girare

  47. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco allora prova così:
    mantieni premuto contemporaneamente i tasti 2 e 8 per 4 sec., dovresti leggere (Cocl ) premi il tasto 8 per entrare, visualizzerai sul display inferiore C01 e su quello superiore il valore in secondi.
    con i tasti + e – di sinistra potrai scorrere i vari settaggi caricamento pellet delle varie velocità cioe:
    c01= coclea in fase di accensione
    c02= coclea in fase di fiamma presente
    c03= coclea potenza 1
    c04= coclea potenza 2
    c05= coclea potenza 3
    c06= coclea potenza 4
    c07= coclea potenza 5
    c08= non esiste
    c09= non esiste
    c010= non esiste
    c011= coclea modulazione
    per cambiare il valore per primi il tasto 8 i secondi lampeggeranno poi con i tasti + e – di destra potrai modificare, una volta fatto ripremi il tasto 8, modificati i valori potrai uscire con il tasto esc.

    piccolo suggerimento porta la ricetta su 04 come sai fare e poi entri per modificare i valori coclea, in più se nella stufa in fase di accensione fuoriesce del fumo nel serbatoio pellet il valore c01 puoi portarlo a 1,00.

    premessa modifica i secondi coclea ricordandoti di non esagerare.

    ti suggerisco di posizionare la stufa su una potenza tipo 3 e variare il carico coclea solo per quella potenza una volta trovato la taratura ideale togli lo stesso quantitativo a tutte le altre potenze escluso c01 – c02 – c11.

  48. CAT Ravelli, MDB scrive:

    davide le nuove stufe Ravelli come la RV80 montano una scheda con RDS completo di debimetro che ha come compito quello di leggere il flusso aria (che poi attraversa il bracere e aumenta la combustione del pellets) praticamente in questo modo la stufa si autoregola a seconda del tipo di pellet e la quantita che si trova nel bracere, modificare i parametri aria pellet nel menù installatore non serve (sempre se è stata tarata bene dal CAT).
    per modificare il carico e il flusso basta entrare nel menu utente icona set aria pellet e modificare li il carico e il flusso.

    ogni volta che si modificano i valori bisogna attendere per una risposta della macchina almeno 15 minuti.
    se ai un problema specifico sono quì SALUTI

  49. Davide scrive:

    Grazie mille cat Ravelli…la stufa mi va benissimo,mi resta un po’ di cenere dura nel braciere dopo che lo fatta andare 11 ore di seguito ma penso che sia normale…. Come pellet uso il Miopellet, cosa ne pensi?…. Per la password volevo solamente saperla….

  50. Nicola scrive:

    Sono un possessore di una Lisa Plus del 2010 ed ho un problema: è normale che il debimetro debba essere pulito ogni 15 giorni con un pennellino curvo? Se non lo faccio, alla potenza uno, invece di tenermi 1200 giri circa, comincia a salire fino ad arrivare anche a 1500 tirando enormemente la fiamma.

  51. CAT Ravelli, MDB scrive:

    davide la pasword non è un segreto è (A9) ma se non sai dove mettere le mani con stufe che anno RDS e un casino.

    N.B. quando si da corrente alla stufa appare il firmware cioè il software installato a bordo, quelli inferiori a 3,00 possono dare problemi come allarme flusso insufficente (non è la tua stufa che non và mà e una lacuna del firmware a bordo) contattare un CTA per fartelo aggiornare.
    Ciao.

  52. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Nicola ti spiego in breve a che serve il debimetro.
    come ho detto a Davide una volta impostato il corretto set aria pellet il debimetro non fa altro che mantenere il flusso costante in ingresso aumentando e diminuendo i giri estrattore che di solito viene deficitato dal formarsi di incrostazioni (ceneri residue).

    La stufa è come una caldaia a mio avviso dovrebbe lavorare a potenza massima, gli utenti per abbassare la temperatura ambiente devono modificare solamente i gradi ambiente, esempio:
    Se io imposto una temperatura ambiente di 22° gradi e una potenza 5 raggiuti i gradi ambiente la stufa andra in modula cioè a potenza 1 che è la stessa cosa, prima raggiungo la temperatura impostata, prima andra in modula, prima riscaldo casa, in più consumero meno pellet.

    Al contrario mettendo a pot. 2 o 3 ci metto tempo a scaldare, per tutta la giornata mi lavora a pot. 2 o 3 mai in modula, e paradosso si intaserà di più perche alternando modula = pot.1 e pot. 5 l’incrostazione non si formerà.
    Un consiglio il Debimetro meno lo tocchi meglio è, una volta l’anno e pure troppo.

  53. Davide scrive:

    Grazie cat ravelli, non la tocco perchè mi va benissimo l unica cosa che dopo che la faccio andare 11 ore di seguito nel bracere mi resta una crosta di cenere ma penso che sia normale…

  54. Nicola scrive:

    eesendo un appassionato di tecnica ed elettronica, mi sono informato sulla logica di funzionamento del sistema RDS. La stufa parte a livello 3 e raggiunge la temperatura impostata (21°C) dopo 45 minuti circa. Dopo di che si mette in modulazione per il resto della giornata. Tutto funziona bene, l’unico problema è che il debimetro tende a sporcarsi di polvere e quindi a dare un flusso rilevato inferiore causando così l’aumento dei giri dell’estrattore. Se non lo pulisco con il pennellino (bastano 2 spazzolate), i giri estrattore si alzano sempre di più finchè, dopo uno settimana, raggiungono valori che fanno tirare troppo la fiamma (invece di oscillare intorno ai 1200, oscilla intorno ai 1500). Dopo che passo il penellino, tutto torna normale per altri 15 giorni.

  55. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Nicola è anomalo che il debimetro si sporchi così in poco tempo come ti dicevo va pulito normalmente 1 volta l’anno, ci sono alcuni casi dove le abitazioni per varie cause formino delle lanette e altro, il mio consiglio e di portare l’aspirazione all’esterno come la norma prevede e anche in particolare là dove ci sia un ritorno indietro dei fumi causato per di più da una ventilazione naturale dell’abitazione.
    in questo modo si evita di pescare aria interna inpolverata.

  56. Gabriele scrive:

    Ciao Cat Ravelli,
    Ho una r120 ect 2008…dovrei entrare nel scegli ricetta, ma mettendo la PSW a9 che ho usato per effettuare una piccola modifica nel menù tarature fabbrica nn l’accetta.ho provato anche con 35,ma nulla…mi sapresti aiutare. Vorrei modificare la caduta del pellet nella fase di accensione in quanto ne scende troppo e crea troppo fumo nella camera di combustione. Per il resto la stufa,dopo che ho fatto vari test legati alla caduta pellet in relazione alla velocità giri aspirazione fumi/entrata aria va da Dio! 2 anni e mai nessun problema.pulizia solo della canna.Tiraggio perfetto. Canna fumi in verticale con comignolo ruotante.
    Sono un programmatore e alla fine i parametri che rendono alla grande sono:
    75gradi per avviare scambiatore fumi e non 90
    0.3 caduta pellet con fiamma presente dopo ACC.
    In fase di lavoro…
    P1 1.3. O al massimo 1.5 con giri a 850
    P2 da 1.5 o al massimo 1.7 con giri a 900
    P3 da 1.7 al massimo a 1.9 con giri a 950
    P4 fino a 2.1 con giri a 1000
    P5 fino a 2.3 con giri 1050
    Vetro pulitissimo…inizia a sporcarsi solo dopo 6 ore circa
    ;)
    N.B la canna in verticale con comignolo ruotante mi aiutano tantissimo a mantenere Bassi i giri ed in più l’aria viene presa dell’esterno (ossigeno puro).
    Modifiche fatte da me…l’installatore mi ha messo solo la stufa e la canna con classico comignolo.

    Come ti scrivevo prima mi serve la PSW per il scegli ricetta,in quanto in accensione mi fa fumo e spesso si sente la puzza…(la puzza magari potrà arrivare dalla guarnizione in fibra di vetro che si sta consumando…che poi cambierò )…la priorità ora è abbassare la caduta di pellet in accensione in quanto si riempie troppo il braciere.

    Aspetto tue notizie! Ciao! :)

  57. Francesco scrive:

    CAT Ravelli, MDB grazie sono riuscito a entrare nel menù segreto e poi su cocl, vedendo dalla descrizione sono riuscito a diminuire un pò il carico del nocciolino quando va in modulazione. Dato che sono un tipo curioso volevo sapere a cosa servono le altre opzioni di quel menù segreto mi piacerebbe imparare, cosi magari riuscirò a regolare ancora meglio la mia stufa MDB.
    Grazie mille
    :) :)

  58. CAt Ravelli, MDB scrive:

    Gabriele i giri estrattore delle varie potenze sono anomale (basse) ma se hai un comignolo rotante allora si.
    Le ricette servono solo ed esclusivamente per abbassare in blocco cioe’ per tutte le velocita’ la caduta pellet e tiraggio ripeto solo per le potenze, l’accencione e fiamma presente non vengono comprese.
    La puoi risolvere in due modi:
    Nel menu tarature fabrica ce il parametro carico coclea espressa in secondi’ puoi abbasare le cifre dopo la virgola es. 2,8 metti 2,6 non di troppo, e’ in piu’ diminuisci il preriscaldo candeletta ( ti potra’ sembrare strano ma’ diminuendo es. 150 lo metti a 90 sec. La ventola fumi parte dopo i 90 sec. ) in questo modo il pelle parte non quando e pieno il bracere ma a meta’ carico e non fa fumo. Il codice ricetta dove. Essere 55 dipende dalla scheda. Ti ho dato delle dritte ma non so’ se la stufa ha RDS per sapere se ce la sul tubo di aspirazione a 15 cm vedrai una schedina infilata in una gomma rossa.
    Saluti

  59. CAt Ravelli, MDB scrive:

    Francesco gli altri parametri sono delle abilitazioni tipo escludi ventola.

    ambiente’ temperatura per accendere ventola fumi’ delta gradi acqua’ ecc sono parametri che s ci smanetti non cambi la resa ma rischi intasamenti o allarmi di sovratemperatura acqua o fumi.

    Ragazzi mi dispiace se non riesco a rispondervi tempestivamente ma’ il mio lavoro da elettricista e tecnico stufe non me lo permette comunque non ci sono problemi se posso aiutarvi sono qui perche capisco che la maggior parte dei CTA non ci capiscono una m.zz..
    Ciao

  60. Francesco scrive:

    CAt Ravelli, MDB
    Si forse è meglio non smanettare… comunque volevo sapere alcune cose sulla modulazione
    es:
    la mia stufa “mdb” va in modulazione quando arriva a 65°, per aumentare la gradazione vado su LERN e fino a li tutto ok poi una volta che arriva a 62° si toglie la mod e parte di nuovo la ventola… io invece per fare riscaldare di più casa mia vorrei che va a in mod a 70° e si toglie a 65°. La cosa che non riesco a fare è che vorrei modificare quel 62°.
    Poi un’altra cosa ancora… dato che quando la stufa va in mod la ventola si abbassa e diminuendosi c’è poca fiamma.. volevo sapere se c’è un modo che fa aumentare la ventola.
    Scusami per tutte queste domande.

  61. CAt Ravelli, MDB scrive:

    Francesco per farla andare in modulazione a 70° e semplice devi andare sul tuo menu’ ( premere per 1 secondo il tasto 2 poi con i tasti + e – trovare term entrare con il tasto 8 e’ all’interno trovi 4 temperature la prima e’ per la temperatura ambiente ( ventola) la terza e’ dell’acqua impianto metti 70° la quarta per determinare lo scambio valvola 3 vie per i sanitari es. 55° se la stufa raggiunge 55° se ce’ la valvola tre vie scambia l’acqua sanitaria verso la stufa ma se e inferiore scambia verso la caldaia gas o altro e la seconda e per determinare a quanti gradi deve partire la pompa che manda acqua all,impianto.
    La velocità della ventola in modula e’ fissa ( aumentarla farebbe uscire aria tiepida) non ha senso.
    Il mio cinsiglio e di installare un termostato ambiente esterno di quelli economici cosi la stufa andrà in modulazione con i gradi ambiente, se dovessi montarlo poi ti spiego i collegamenti.

  62. CAt Ravelli, MDB scrive:

    Francesco rileggendo bene la tua domanda ho capito cosa vuoi dire.
    La stufa va in modulazione a 65 e riprende a lavoro a 62 perche’ il programma ha un delta cioè ci sono 2 o 3 gradi di tolleranza perche’ le stufe tutte quando stanno in lavoro che sia potenza 3, 4, ecc quando entrano in modulazione che in pratica sarebbe circa come la potenza 1, scalano le potenze fino ad arrivare a potenza modula es.
    La stufa si trova a potenza 3 quando va in modula scala per circa 2 minuti in pot. 2 e via via fino a modula per questo inseriscono un delta perche altrimenti si intaserebbe o spegnerebbe la fiamma nel bracere.

  63. CAt Ravelli, MDB scrive:

    Francesco per modificare quel 62 come dici tu cioe’ il delta vai su menu ca come ti ho insegnato cerca delt entra con il tasto 8, ci sono 4 delta
    ( d 01,d02, d03, d04 ) quello che interessa a te e il d02 a 2 gradi come delta se porti il termostato a 70° e vuoi che riprenda a 65 porta il delta a 4.
    Saluti

  64. Gabriele scrive:

    Tutto ok Cat Ravelli,ho abbassato su tuo consiglio i parametri d’accensione della candeletta. Perfetto.Auguroni di Buon Natale a tutti!

  65. CAt Ravelli, MDB scrive:

    Gabriele :-)

  66. MARIO29 scrive:

    salve ho acquistato una stufa a pellet ravelli mod. RV80 (premetto cbe nessuno è venuto a regolare la stufa, pertanto voglio provvedere da me) all’accensione compare sullo schermo la dicitura “regolare RDS”. Il problema è che la stufa fa poco calore, non riscalda e se la metto a 3 è davvero troppo rumorosa, quindi suppongo ci siano delle regolazioni da fare per migliorare la situazione. Devo forse aumentare la caduta del pellet o è proprio necessario fare delle tarature di base??? La mia amica ne ha acquistata una uguale e va alla grande (anche lei l’ha utilizzata senza farla regolare a nessuno)!!!! In tal caso vi sarei grato se potreste indicarmi la password per accedere alle regolazioni (se non ho capito male A9) e poi vorrei mi venisse indicato che parametri è necessario correggere.
    Grazie anticipatamente, attendo risposte il prima possibile

  67. Francesco scrive:

    CAt Ravelli, MDB
    Buonasera, oggi pomerggio sono stato alcune ore vicino la mia stufa, ho messo la temperatura a 70° e ho spostato il d02 a 4. Ho visto che una volta arrivato a 70° va in modulazione e fino a qui tutto ok poi una volta che scende la ventola riprende a “66°” invece vorrei che riprende a 65° ho visto che il d02 arriva max fino a 20 e cosi l’ho provato a cambiare mettendolo a 5 a 3 a 1 ma niente sempre a 66° ho provato anche abbassare la mod a 69° ma è la stessa… ho pensato che forse si devono modificare anche gli altri delt… non capisco xkè non l’abbiano programmata come la modulazione che se metto 70° arriva a 70° e va in mod cosi è più preciso..

  68. CAT Ravelli, e MDB scrive:

    MARIO29
    scusa se mi permetto mà l’accensione o primo collaudo dal CAT va fatta x 2 motivi, il primo perchè il centro assistenza regola la stufa e spiega come va fatta la pulizia periodica, il menù utente e le varie opsioni, e se serve aggiorna il firmware.
    la seconda perchè compila e spedisce la garanzia che dura 2 anni.
    tutte le stufe anno il conta ore lavoro e qualunque CAT può rifiutarsi di compilare la garanzia in presenza di un numero eccessivo di ore lavoro.

  69. CAT Ravelli, e MDB scrive:

    Francesco se il tuo problema e quello di aumentare la potenza della ventola in modula allora devi diminuire il delta d03 da trenta portalo a 20 e prova, per il problema di 66 o 65 un grado non fa differenza.
    prova e fammi sapere se e di tuo gradimento Ciao

  70. rc 120 Fabio scrive:

    rc 120 ventola frontale non ha nulla a che vedere con la thermorossi

  71. rc 120 Fabio scrive:

    potenza 5 front air 5 veramente poca aria

  72. daniele faccoli scrive:

    Non mi è stata fornita la chiave d’accesso e vorrei canalizzare la ventola al 100% frontalmente. Qualcuno sa il numero d’accesso per questo modello di stufa della Ravelli:
    HOLLY V./RV120
    grazie mille

  73. marino marchetti scrive:

    Buonasera, ho una stufa ravelli modello cora nella di accensione fuma parecchio ,come posso risolere il probblema grazie

  74. CAT Ravelli, e MDB scrive:

    marino marchetti
    Nel menu tarature fabrica ce il parametro carico coclea espressa in secondi’ puoi abbasare le cifre dopo la virgola es. 2,8 metti 2,6 non di troppo, e’ in piu’ diminuisci il preriscaldo candeletta ( ti potra’ sembrare strano ma’ diminuendo es. 150 lo metti a 90 sec. La ventola fumi parte dopo i 90 sec. ) in questo modo il pellet si accende non quando e pieno il bracere ma a meta’ carico e non fa fumo.
    Saluti

  75. marino marchetti scrive:

    nel menu tarature non trovo carico colea e preriscaldo candeletta grz

  76. marino marchetti scrive:

    c’è coclea accensione 03,3 sec

  77. marino marchetti scrive:

    devo modificare questo valore ? vorrei essere sicuro prima di combinare un casino grz

  78. luigi scrive:

    ho comprato anche io una rc 120 canalizzata il mio cat diceva che potevo fare tutto da solo,finito l installazione, prima accensione dice : regolare sisteme rds… devo chiamare il tecnico per forza? grazie in anticipo

  79. luigi scrive:

    ps. buon Natale a tutti

  80. vincenzo scrive:

    buon giorno a tutti
    sono Vincenzo, ho comprato una stufa ravelli rc120 canalizzata,
    sapete dirmi come aumentare la potenza della ventola frontale che spinge veramente poca aria anche a pot 5, la canalizzazione e soddisfacente, mentre nell’ambiente dove e installata la stufa che è la zona notte non riesco ad ottenere lo stesso confort che avevo con il modello monica da 8,5k

  81. Vincenzo scrive:

    sempre vincenzo, è successo anche che il display si è capovolto rispetto ai tasti
    sapete cosa devo fare ?

  82. Gabriele scrive:

    Ciao Cat Ravelli,la stufa va benissimo dall’ultima volta che ci siamo sentiti.Volevo chiederti un particolare…perché Ogni volta che l’accendo con pre riscaldo candela che ho abbassato secondo tuo consiglio ed un carico coclea a 2.6 mi fa una fiamma alta fino a toccare la lamiera tagliafuoco per 2 minuti circa?controllando in quel momento lo stato stufa ho una temp.mAx che mi arriva a 110 gradi…quindi posso stare tranquillo vero? Ti faccio questa domanda più che Altro per il vetro.io vorrei scendere ancor di più il carico coclea a 2.2, mi converrebbe farlo?Consigliami tu…la lascio così? Tanto alla fine durante la fase di accensione Avere un temp. Max di 110gradi e’ come fargli il solletico…in quanto regge a temperature ben più alte. Buona serata…aspetto tue notizie.ti ricordo che la mia stufa è una ravelli r120.

  83. marino marchetti scrive:

    Gabriele anche io ho lo stesso tuo probblema nel menu tarature non riesco ha capire quale è il parametro carico coclea, ho

    coclea accensione 03,3 sec
    carico massimo coclea 005 min
    flusso accensione 03,50 m/s
    preriscaldo candeletta 170 sec delta fiamma 030°c
    soglia ventola 090°c
    soglia riavvio 085°c
    Quali tra questi paremetri devo modificare per ridurre il carico coclea, grz

  84. cristina scrive:

    chi puo aiutarmi?? la mia stufa ravelli ERIKA 550….mi va in hot fumi….e si spegne..andando in pulizia finale e nn si ferma piu.
    il tecnico purtroppo nn potrà venire se nn dopo le feste…m ha detto ke ci sono da cambiare alcuni parametri…ma nn so come fare…..ki sa aiutarmi??? Grazie di cuore

  85. rc 120 Fabio scrive:

    rc 120 ventola frontale purtroppo non si puo far niente…

  86. Gabriele scrive:

    Ciao Marino,
    Il parametro che devi abbassare e’ coclea accensione…io lo porterei a 2,7… Però aspettiamo risposte da Cat Ravelli.Ciao

  87. marino marchetti scrive:

    ok Gabriele grazie della gentilezza, aspettiamo la conferma da cat ravelli ciao

  88. CaT Ravelli, MDB scrive:

    Vincenzo per ricapovolgere il display devi togliere corrente alla stufa poi mantenere premuto il tasto ok emantenendolo premuto ridare corrente

  89. CaT Ravelli, MDB scrive:

    Marino se il tuo problema e fumo in accensione i parametri sono nella prima riga ( accensione) nel suo sotto menu si trova preriscaldo candeletta e carico coclea espressa in secondi ( non quella in minuti tipo 5 o 4 minuti) fai come detto a Gabriele.

  90. CaT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina per aiutarti devi fornirmi alcuni dettagli es.
    Quanti tasti ha il display?
    Togliendo corrente e rimettendola sul display appare il numero firmware tipo 2.04 etc.
    Da quanto tempo lavora la stufa?
    A che potenza la metti
    Hai montato un termostato esterno come quello della caldaia a gas?
    Saluti

  91. CaT Ravelli, MDB scrive:

    Marino leggendo bene la tua richiesta ho notato che ai riportato i parametri della tua stufa,
    Allora porta coclea accensione a 3.0 sec, e preriscaldo candeletta a 120 sec.
    Sempre se il tuo problema e quello di troppo fumo in accensione
    Saluti

  92. Roberta scrive:

    Salve ho una STUFA HOLLY/RC120 volevo sapere perchè il termostato integrato segna 40 – 43 gradi è normale?
    Come faccio a tenere la fiamma bassa?
    Quale pellet consigliate?

    ciao grazie

  93. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Roberta la tua stufa ha 2 termostati e puoi scegliere di usare l’uno o l’altro.
    Il primo si trova dietro la stufa lo riconosci perche’ ha un cavetto nero di 1 metro raccolto con una fascetta, puoi tagliarla cosi da allungarla e allontanarla dalla stessa stufa che accesa diventa una fonte di calore.
    L’altra si trova nel display puoi scegliere questa in caso non riesca ad utilizzare la sonda col cavetto .
    Per scegliere una delle due devi premere il tasto 2 ti comparira’ la schermata gradi metti un valore tra 22° e 25° poi tasto OK nel riquadrino ( sonda consol) con il tasto + metti la spunta e abiliti la sonda display, altrimenti e’ abilitata la sonda cavetto.
    Se vuoi un mio consiglio devi impostare la potenza a 5 , la stufa si mette al minimo ( MODULA) in automatico raggiunti i gradi ambiente che ai impostato , il concetto e’ prima riscaldo – prima vado in modula – consumo meno.
    Non ti preoccupare del pellets la tua stufa adotta il sistema RDS che regola in automatico la ventola fumi pero a mio parere il pellet di faggio scalda piu di quello di abete.
    Saluti

  94. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Gabriele scusa ma’ ho visto solo ora la tua domanda.
    Allora prima di risponderti voglio spiegare a Te e altri come ragiona la stufa a pellet che sia ravelli o altro, le stufe riescono a capire quando la fiamma e’ presente, quando e a lavoro, quando il pellet e esaurito, quando e spenta solo ed esclusivamente dalla temperatura interna alla camera di combustione, non solo! In fase di accensione deve raggiungere i gradi per fiamma presente una volta era fisso a 50 – 55° adesso deve superare il delta che significa che qualsiasi grado si trovi all’interno per avere piamma presente deve superare i gradi delta che di solito e’ 20° es. Dentro la camera si trova a 30° tu accendi la stufa per avere fiamma presente la temperatura deve aumentare a 50° che sarebbe + 20° delta in piu’ entro 5 minuti se no ai una mancata accensione.
    Perche anno cambiato perche cosi se fai una riaccensione e la stufa si trova a 60° per avere una fiamma presente devi aumenta la tempo. Del delta che ai cosi si evitano riaccensioni a caldo che danno fiamma presente immediata con megaintasamento e fiammone ecc.
    La risposta alla tua domanda e che non puoi abbassare troppo perche ai un tempo per raggi. La temperatura fiamm. Pres. E se abbassi troppo non ce la farai mai.
    Spero non sia stato noioso Ciao

  95. Roberta scrive:

    Grazie mille CaT Ravelli, MDB
    In che zona operi come cat?

  96. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Roberta non posso scriverlo senno i miei colleghi mi fanno u c……. tanto…..
    io do piccoli aiuti a clienti che anno CAT che vanno accendono e non danno spiegazioni forse perchè non lo sanno neanche loro.
    se mi dici di dove sei posso dirti se sono nelle vicinanze , comunque Buon Anno Ciao.

  97. Roberta scrive:

    CAT Ravelli, MDB di Rovigo Veneto
    Abbiamo preso quest’anno la stufa e quindi poi ci dovremmo rivolgere a qualcuno per la manutenzione annuale prima della prossima stagione.
    Ciao
    Buon Anno

  98. Gabriele scrive:

    Ma quale Noioso Cat,anzi mi hai chiarito le idee.Perfetto.Grazie ancora

  99. Francesco scrive:

    Salve o una ravelli rds idro la stufa alla prima acenzione mi fa una fiamma picolissima e mi da errore fiamma anomala faccio fare la pulizia e la riaccendo e va bene,cosa devo fare*

  100. Francesco scrive:

    Sempre io ravelli hv135 idro comperata nel 2011 ho avuto dei problemi perche istallatore ma fatto un inpianto dell azz e uscito 2 volte ogni volta 80 euro toccava i parametri e andava per 3 giorni poi punto e a capo mi chiedo chi sa la pasword per avere i parametri della casa:io so a9 grazie

  101. Francesco scrive:

    Inpianto dell azz intendo 2 metri di tubo in verticale 2 metri in orizzontale che esce nel giardino lo pulito il tubo ma son 2giorni che la stufa non và mi dice 1 volta fiamma anomala 2 tiraggio insufficente va 10 minuti e poi subito gli errori sono entrato anche nel menù per spostare aria pellett mi dice area negata aiutatemi son al freddo con i bambini grazie

  102. CAT ravelli, MDB scrive:

    Francesco per aiutarti devi dirmi che firmware ai sulla stufa puoi vederlo tofliendo e ridando corrente alla stufa , leggi il display e fammi sapere

  103. Francesco scrive:

    Ciao cat grazie in anticipo ho tolto la corrente viene scritto ( Rav11IDRORDSMB1,01 RAV11IDRORSUi 1,02 gestione h20 ricetta off HRV135
    Sul displey ci sono 3 bottoni acendi spegni ok tasto1 tasto 2

  104. Francesco scrive:

    I miei parametri potenza modula 02,6 04,00 potenza minima 02,5 04,00 potenza massima 02,6 02,60 potenza sani 02,6 03,80 debimetro s.aut ricette off la stufa parte fa la fiammata altissima dopo 10 minuti la fiamma diventa piccola e da allarme (fiamma anomala

  105. daniele faccoli scrive:

    Avevo posto una domanda, ho acquistato una RAVELLI HOLLY RV 120 Canalizzata.
    L’istallatore mi ha detto che la stufa non avrebbe sporcato il vetro, cosa che fa regolarmente, inoltre il vero problema è che la Ventola frontalmente non spinge e quindi esce pochissima aria. Spero sia un problema risolvibile, non vorrei trovarmi già pentito della prima stufa che mi hanno garantito come veramente ottima ! Come posso canalizzare il 100% frontalmente e far si che la ventola funzioni e garantisca una buona uscita di calore.
    L’istallatore ci ha liquidato dicendo che sarebbe venuto un tecnico, ma ad oggi non è mai venuto nessuno ne a firmare la garanzia neppure a darci delucidazioni in merito all’acquisto fatto. Spero in un vostro aiuto

  106. marino marchetti scrive:

    Grazie mille anche da perte mia per la consulenza ch mi hai dato risolvevendomi il probblema buon anno a tt

  107. CAT ravelli, MDB scrive:

    Francesco purtroppo il tuo firmware (Software) e uno dei primi e ha delle lacune.
    Il problema e’ che la stufa non deve usare l’RDS in accensione e fiamma presente, cioe’ non deve leggere il flusso dell’aria in ingresso in questa fase perche’ il bracere e pieno di pellet che aspetta di accendersi e quindi ostruisce il passaggio del flusso, il problema e’ risolvibile aggiornando il firmware MB3.01 e RSUi3.02A (da CAT Ravelli) .

    Comunque proviamo a risolvere senza aggiornare, per il problema fiamma anomala fai cosi’:
    Vai su tarature fabrica immetti A9 entra nel sotto menu accensione troverai la stringa “Delta” dovrebbe avere come valore 20 portalo a 15, poi tasto ok fino a tornare al menu precedente, vai nel sotto menu fiamma presente, entra, il primo valore dovrebbe essere coclea, aumenta il secondo numero di due punti es: 2,8 lo porti a 3,0,
    Esci dalla tarature fabrica pigiando + e – contemporaneamente prova ad accenderla e vedi come va’.

    Per il flusso insufficente lo facciamo dopo risolto il problema accensione
    Saluti

  108. CAT ravelli, MDB scrive:

    Daniele proviamo insieme ad aumentare il flusso dell’aria frontale.
    La prima cosa che dobbiamo fare e portare la stufa a potenza 5 o Max dipende dal modello, impostare i gradi termostato non inferiore a 22 nella stessa schermata trovi un quadratino sonda consol se gli metti la spunta col tasto + abiliti il termostato display altrimenti la sonda sul retro con il cavetto, scegli quella piu’ veritiera.
    Fatto questo abbiamo impostato le basi per un corretto funzionamento, adesso entra in tarature fabrica con la pssw A9 scorrendo il menu’ trovi Potenza 1 – 2 – 3 ecc entra su 5 ci trovi coclea – flusso – aria tutte anno un valore a te interessa aria piu’ aumenti il valore piu esce aria, il valore corretto dovrebbe essere 210 – 220, se in valori sono questi e mentre li visualizzi l’aria esce forte come dovrebbe essere i parametri sono apposto il problema e un’altro che risolveremo appena mi fai sapere
    Saluti

  109. CAT ravelli, MDB scrive:

    VOLEVO SOLO INFORMARE TUTTI CHE LA GARANZIA PER LE RAVELLI E DI 2 ANNI COMPRESI MANODOPERA E MATERIALI SOPRATTUTTO FIRMWARE AGGIORNATI SE LA STUFA NON DOVESSE ANDAR BENE.

    I CAT RAVELLI VENGONO RIMBORSATI DALLA CASA PER QUESTI INTERVENTI CERTO POCO MA RIMBORSATI!!!!

    Cosa e in garanzia e cosa NO:
    NON IN GARANZIA:
    Candeletta ammenoche’ non dia subito problemi
    Rivestimenti in Ceramiche o altro
    Rivestimento interno Firex .
    Vetro
    Verniciatura ( sbiadimenti o macchie causati in maggioranza da alcol o similari)
    IN GARANZIA
    Tutta l’elettronica
    Ventole aria e fumi
    Motoriduttore coclea.
    Display
    Debimetro – Termostato a riarmo – Vaquostato – sonda temperatura sempre che non sia rovinata esternamente.
    Bracere in caso di deformazione grave.

    Suggerimenti da CAT ONESTO!!!

  110. CAT ravelli, MDB scrive:

    Daniele e a rc 120 Fabio avete entrambi una Canalizzata quindi pensandoci bene Daniele i parametri che ti ho detto di controllare stanno sicuramente bene il problema e’ un’altro e penso di averlo trovato.
    Le vostre stufe canalizzate a differenza delle altre anno la regolazione aria front retro manuale cioe’ Voi decidete la quantità avanti o dietro:
    Ci sono due modi per accedervi uno dal menu e uno mantenendo premuto per 3 secondi il tasto 2, appare il simbolo elica e una M° entrate sulla M° vi apparirà la scritta front – retro e con i tasti + e – portate la quantità di aria che volete nelle rispettive voci.
    Fatemi sapere se e’ questo il problema…

  111. Francesco scrive:

    Cat ravelli provo e ti faccio sapere grazie mille

  112. Francesco scrive:

    A cat ravelli ok il softuer e vecchio ma volevo sapere se puo causare problemi con inpianto che ho 2metri in verticale ealtri 2 metri in orizzontale dici che il problema persiste?da quello che vedo sono molto sofisticate hihihi grazie

  113. Francesco scrive:

    Cat ravelli fatto come maidetto accensione perfetta dopo qualche ora errore tiraggio insufficente per ora grazie e tanti auguri a tutti ciaoooo

  114. rc 120 Fabio scrive:

    Ciao CAT ravelli, MDB

    menu, elica

    front air 5

    canalizz. retro L R
    bilanciamento air left o right – 0 -
    in percentuale piu aria esce da una parte meno dall altra..

    i parametri in menu di fabbrica pot 5
    coclea 03,8 sec
    flusso 01,30 m/s
    nient altro..
    abbiamo la ventola frontale piu piccola di quelle retro…

    grazie e buon anno

  115. rc 120 Fabio scrive:

    Ciao CAT ravelli, MDB

    quando accendo mi appare la scritta rds da regolare…

    il negozio che me l ha venduta, diceva anche a me che non avrei avuto
    necessariamente bisogno del tecnico..
    se vado in stato stufa

    temp deb. 62 C
    41 C

    mi da un simbolo attenzione…

  116. rc 120 Fabio scrive:

    per CAT ravelli, MDB

    scusa tanto per i troppi mex…
    3
    di fianco al simbolo elica c e un M

    non mi fa entrare… accesso negato…

  117. vincenzo scrive:

    ringazio MDB per l’informazione capovolgimento display, tutto ok

  118. daniele faccoli scrive:

    GENTILE CAT, il codice A9 non va nella stufa, ha la possibilità da 01 a 99. Inoltre ho fatto come detto da lei tener premuto il tasto 2 per più secondi, ma non succede nulla, non esce ne la ventula, neppure la M…… come procedere ? le ricordo che la stufa è HOLLY RV 120 ! Grazie per l’attenzione e cortesia

  119. CAT ravelli, MDB scrive:

    Rc Fabio il tecnico e’ necessario per compilare i moduli collaudo e garanzia ( come detto qualche riga sopra) < digli al tuo negoziante che se i suoi clienti non chiamano il tecnico per la prima accensione ne risponde lui per guasti o altro.

    Scusa il simbolo che ti interessa e l'elica entrando nel sotto menu puoi decibere dove mandare + aria.
    Ce un’altra opzione ed e quella di far gestire tutto alla stufa in automatico cioè la macchina manda + o – aria avanti o dietro, per far cio’ bisogna montare la sonda (come quella nera sul retro) che avete trovato in piu’, potete allungarla e posizionarla nell’altra stanzadove esce la canalizzazione, (volendo potete montarci un qualsiasi termostato esterno) non fa differenza entrambe vanno collegate dietro la stufa nei morsetti rosso e nero dove scritto term. Rear< per intenderci i morsetti liberi.
    Fatto questo bisogna abilitare la seconda sonda o termostato andando nel set temperatura ambiente premendo il tasto 1 vi apparira' set temp ambiente, mettete i gradi che volete, confermate con Ok 2 volte e vi apparira' set temp ambiente canalizzata (se montate la sonda ambiente in dotazione impostate i gradi che volete nella stanza canalizzata – se montate un termostato esterno dovete mettere EST premendo il tasto 1 fino a che compare la scritta EST).
    Ricorda sul display si visualizzeranno 2 temperatur con sotto in piccolo 2 lettere F significa frontale R retro

  120. CAT ravelli, MDB scrive:

    Fabio quello che ho scritto sopra vale per le stufe a singola canalizzazione che anno un unica ventola per fronte e retro, la tua ne ha 2 quella frontale per conto suo e la retro per entrambe le uscite retro.
    comunque il concetto che gestisce in automatico le temperature stanze e uguale, solo che ai 2 sonde in dotazione o 2 termostati da montare e da abilitare come ti ho detto sopra , 2 temperature separate per retro.
    Se la ventola aria avanti fa poca aria 2 sono i motivi:
    1 e che i giri sono impostati bassi in tarature fabrica ed e strano (puoi controllarlo come ho scritto qui sopra a daniele,)
    2 la temperatura corpo stufa non e bassa perche se la prende la ventola canalizzata e sicuramente e cosi, comunque la stufa dopo 1 ora che va a poter 5 se vai su stato stufa i fumi dovrebbero segnare almeno 150 G°
    BUON ANNO

  121. CAT ravelli, MDB scrive:

    Daniele secondo me non riesci ad accedere perche ti trovi nella schermata dove visualizzi la temperatura all’interno di un cerchio, per andare nella schermata stamby devi digitare OK per un secondosi visualizza in basso in piccolo la scritta (lavoro o modula o altro) quella e la schermata da dove mantenendo premuto il tasto 2 per 3 sec entri nel menu ventola, se ci sei riuscito leggi quello che ho scritto ha Fabio…..

  122. CAT ravelli, MDB scrive:

    PER FABIO E DANIELE un’altra causa per qui vi esce poca aria davanti e perche la ventola a 3 velocita’ che potete regolare o dal menu oppure mantenendo premuto il tasto 1 per 3 sec vi appare un triangolo allungato diviso in tre sezzioni, quelle sono le velocita’ aumentate o diminuite con + e – poi OK
    Ciao

  123. daniele faccoli scrive:

    faccio come mi dite, ma nulla, tenendo premuto il 2 in modula non succede nulla, tenendo premuto 1 vado nella schermata temperature con console….. spero che arrivi un tecnico al più presto perchè tra un paio di mesi è finito l’inverno……. se avete altri suggerimenti ve ne sono grato ! ad ogni modo buon anno a tutti !

  124. rc 120 Fabio scrive:

    ciao CAT ravelli, MDB

    grazie mille per il suo aiuto…
    la stufa per la potenza aria, frontale , l ho impostata a 5 come potenza
    fuoco 5.. per le 2 canalizzazioni si puo solo decidere se far uscire piu
    aria a destra o a sinistra..
    leggendo il manuale:

    questo modello di stufa adotta un sistema di gestione che dedica gran
    parte delle proprie prestazioni alla canalizzazione, questo e dimostrato
    dal fatto che la ventola frontale e di piccole dimensioni ed e impostabile
    dal cliente indipendentemente dalla gestione sia manuale che automatica
    della canalizzazione posteriore ,nonche dalla potenza di lavoro della stufa stessa. ecc ecc..

    parametri in menu di fabbrica:
    Potenza 5
    coclea 03,8 sec.
    flusso 01,30 m/s
    e torna a Potenza 5

    domani chiamero il tecnico speranzoso di trovare onesta…
    grazie mille e Buon Anno a tutti

  125. Francesco scrive:

    Cat tanti auguri fatto como mai detto acensione perfetta dopo 5 6 ore ancora errore tiraggio insufficente la spengo e poi riparte mentre la stufa mi fa un po di fumo per evitare il fumo? Grazie

  126. Claudio scrive:

    Ravelli Olivia, prima accesione fine dicembre 2012, canna fumaria dritta sui 4 metri tutto nuovo…
    Ireri nel giro di 4 o 5 ore mi è successo 2 volte, si è spenta riempito il braciere, ERRORE: 06 pellet esaurito, da ieri sera alle ore 22 nessun problema.
    Cosa può essere successo?
    Buon anno a tutti. Ciao.

  127. rc 120 Fabio scrive:

    Dopo 1 ora si evidenzia nello
    stato stufa:
    1,14 m/s
    1900 g/m
    fumi 209 C°
    Coclea stato 0

    termostato unico preso da filo sul retro, ho tagliato la fascetta e allungato..
    21°
    spero sia utile

  128. CAT ravelli, MDB scrive:

    Fabio dici bene gran parte della potenza e dedicata alla canalizzazione, perche la ventola frontale si può anche escludere, impostando la potenza ventola front a 5 , quando la stufa sta in lavoro a pote 5 la ventola andrà a 5, ma se la stufa va in modula la ventola andrà anche in modula a pote 1.
    209 C° bene
    Non piu alto perche la sonda che rileva la temperatura si trova all’uscita fumi dalla stufa quindi rischi di buttare il calore all’esterno, se si alza troppo abbassa il pellet di 2 punti dal menu utente.

  129. CAT ravelli, MDB scrive:

    Francesco ricorda al ca di aggiornare il firmware ciao

  130. CAT ravelli, MDB scrive:

    Francesco cat

  131. CAT ravelli, MDB scrive:

    Scusa Francesco dicevo a fabio

  132. Francesco scrive:

    Cat ravelli scusa se io chiamo il tecnico che é gia venuto gli dico deve aggiornare il firmware ma devo pagarlo visto che non é il farabutto che mi ha venduto la stufa? Ma il problema adesso e il tiraggio insufficente

  133. Claudio scrive:

    CAT ravelli, MDB.
    Puoi darmi una risposta per quello che ho scritto sopra. Grazie.

  134. CAT ravelli, MDB scrive:

    Francesco adesso proviamo a risolvere il problema tiraggio insufficente:
    Per prima cosa devi pulire la stufa, accenderla, farla andare per 1 ora, poi disabilita il debimetro entrando in tarature fabrica, entrare nella voce debimetro e mettere off con il tasto 1 poi OK.
    Fatto questo devi uscire e entrare in stato stufa leggerai la prima riga in alto il valore m/s annotalo, fatto questo rientra in tarature fabrica, riga potenza 5 , entrando trovi il valore flusso portalo uguale a quello annotato, entra nella riga potenza 4 , flusso, portalo a 5 punti in meno da quello di prima es, P 5 – 1,40 a P 4 – 1,35 e cosi via a tutte le restanti potenze con -5 una dall’altra.
    Fatto CIO riabilita il debimetro come lai disabilitato, in teoria non dovresti piu avere allarme flusso.
    N.B. non disabilitare il debimetro definitivamente comprometti l’efficenza della stufa, se il problema persiste devi farti aggiornare il firmware dal CAT.

  135. CAT ravelli, MDB scrive:

    Francesco devi farla andar1 ora a potenza 5 …

  136. CAT ravelli, MDB scrive:

    Claudio allarme pellet esauriti viene dato non perche la stufa ha un qualche tipo di sensore che rileva il pellet nella tramoggia, ma in base alla temperatura bentro la camera di combustione…
    In pratica e successo che la temperatura si e abbassata drasticamente e quindi la macchina pensa che non scendano piu i pellet, ma può essere che si blocchi la coclea, nel tuo caso invece quando la stufa va in modula scende poco pellet e quindi la brace diminuisce troppo, a un certo punto il pellet che continua a scendere soffoca la brace e si spegne.
    La causa e che la canna fumaria tiri molto bene, devi solo aumentare il pellet o abbassare il flusso dal tuo menu utente penultima icona, entri o alzi il pellet di 1 punto o abbassi il flusso sempre di 1 punto.

  137. Claudio scrive:

    CAT ravelli, MDB.
    Ho abbassato il flusso di un punto, vediamo come si comporta.
    Ti ringrazio per la disponibilità.

  138. Francesco scrive:

    Cat ravelli scusa ma non ho capito dove devo entrare (potenza modula minima massima sani) e mettere il valore 6,60 nel flusso ma quale???????????

  139. Francesco scrive:

    Preciso il valore 6,60 m/s é quello che ce stato stufa grazie

  140. CAT ravelli, MDB scrive:

    Francesco il tecnico non andrebbe pagato ( sempre se e stato lui a fare la prima accensione) comunque se compila il rapporto verrà pagato da ravelli, poco ma pagato.
    2 metri di canna orizzontale non e’ un problema ma e sempre meglio dritta.
    Scusa per l’indicazione sopra mi sono dimenticato che tu hai potenza max e min, sanitari non tenerla in considerazione.
    In breve tieni la stufa accesa per 1 ora a potenza max poi vai su tarature fabrica ( icona con la chiave inglese) tasto OK con il tasto + metti codice A9, con il – scendi fino debimetro entra e metti off con -.
    A questo punto la stufa lavora senza leggere il flusso in ingresso.
    Dopo 20 minuti entra in stato stufa ( prima icona menu utente) segnati il numero nella prima riga.x,xx m/s.
    Rientra in tarature fabrica, riga potenza max, ci sono 3 voci all’interno quella che ti interessa e flusso, il suo valore modifica uguale a quello che ai copiato prima, fatto questo riabilita il debimetro come ai fatto in precedenza per disabilitarlo.
    Ciao

  141. CAT ravelli, MDB scrive:

    Francesco Mi raccomando prima di scrivere su un foglio il valore m/s in stato stufa, la macchina deve lavorare senza debimetro per almeno 20 minuti e fondamentale la fiamma deve essere giusta, come giusta intendo alta circa 15 – 20 centimetri e vivace.

  142. Francesco scrive:

    Cat ravelli ok ma quello che non ho capito dove devo inserire il valore dopo 30 minuti che la stufa và

  143. Francesco scrive:

    Cat ravelli hocapito tutto ma quello che non ho capito io m/s dove lo devo scrivere in potenza modula minima massima o sani??????? Esempio se clicco una volta viene coclea 02,6 cliccandolo 2 volte viene flusso 03,50 lo capito che devo andare su flusso ma in modula o minima o massima o sani?sto passaggio non ho capito grazie mille

  144. CAT ravelli, MDB scrive:

    France’ su massima, la facciamo lavorare per 1 ora a max = massima, la teniamo 20 minuti senza debimetro su massima.
    il problema del flusso labbiamo solo su massima.
    Tecnicamente se impostiamo un flusso es. 4,30 e vediamo che la ventola stufa e’ già a 2400 giri, se il bracere si intasa per svariati motivi, sporco, troppo pellet, il debimetro per mantenere il flusso a 4,30 dovra’ accelerare i giri ventola tipo 2900 giri, il problema che tutti quei giri non li fa’ arriva al massimo a 2690 circa, e quindi non potendo andare oltre non entrerà flusso sufficente, andrà in allarme ” flusso insufficente”.
    Se non ti e chiaro tutto fammi sapere

  145. Francesco scrive:

    Cat ravelli capito ripeto così non faccio boiate dopo 30 minuti che la stufa va senza bidimetro con la fiamma 20 30 centimetri mi scrivo m/s che mi dà devo scriverlo nel flusso potenza massima?poroooo notato che nello stato stufa oscilla da 1,53 a 1,70 quale devo inserire? Vuoi sapere anche i giri del motore i fumi?????

  146. CAT ravelli, MDB scrive:

    Francesco i giri non interessano se la fiamma la vedi che va bene ( 20 – 30 cm ok.
    Il flusso oscilla e normale, cerca di leggere una media piu stabile possibile.
    Devi inserirlo nel flusso potenza massima

  147. CAT ravelli, MDB scrive:

    Se riesci fammi sapere il flusso massimo vecchio e il nuovo che hai messo

  148. Francesco scrive:

    Cat ravelli la fiamma e circa 20 centimetri potenza massima vecchia coclea 2,4 flusso 3,60) il nuovo flusso 1,60) perqui adesso entro in potenza massima in flusso e metto 1,60? E gli altri parametry?

  149. Francesco scrive:

    Cat ravelli stato stufa m/s preciso 1,55 pompa giri 1260 fumi 137 set reale 4,10 adesso 1,55 lo scrivo nel flusso potenza max mi consigli se devo toccare altri parametry grazie

  150. rc 120 Fabio scrive:

    Ciao CAT ravelli, MDB

    si , immaginavo.. solo che tutto a potenza 5 , frontalmente , mi aspettavo di
    piu.. ora mi tocca solo aspettare per la taratura rds..
    ho abbassato di 1 il pellet, proviamo cosi..
    grazie mille!

  151. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco gli altri parametri aspetta a toccarli vedi se va bene cosi.

  152. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Fabio OK se trovi uno onesto e se anche in gamba (casi rari) risolvi e te la cavi con poco ( insisti a dire che la stufa non e mai andata).
    Ciao

  153. Francesco scrive:

    Cat ravelli provo e ti faccio sapere grazie mille sei in gamba

  154. CAT Ravelli, MDB scrive:

    :-)

  155. Francesco scrive:

    Cat ravelli unacuriositaaaaaa ma la coclea sono i secondi per far scendere il pellett__ il flusso e aria giusto?? Come sicalcola aria pellett

  156. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Si giusto, il calcolo viene fatto in laboratorio, e un calcolo base perche poi sul posto ( dal cliente) un po cambia in base alla canna fumaria, alla posizione della stufa, alla ventilazione naturale che può avere un’abitazione rispetto ad un’altra.
    Il sistema RDS serve proprio per mantenere il flusso costante in base a questi fattori.
    Il flusso, quello che leggi su stato stufa e’ la quantita’ calcolata in metri/secondo che passa attraverso il bracere, piu e intasato dal pellet piu RDS accelera la ventola fumi per compensare la perdita e mantenerla contante.
    In teoria se tu aumenti il pellet creando piu ostruzione al passaggio di flusso piu la ventola fumi andrà veloce mantenendo la stessa quantità di pellet nel bracere.
    Nel tuo caso ( con firmware obsoleto) non e consigliabile aumentare il pellet perche andresti in allarme tiraggio.

  157. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco poi se vuoi aumentare il pellet puoi faarlo dal menu utente penultima icona, e meglio perche’ quando aumenti o diminuisci lo fai per tutte le velocità compreso modula.

    Curiosita’ : prova ad aprire la porta quando la stufa funziona, dopo pochi secondi sentirai la ventola fumi andare al massimo perche il tiraggio non passa piu attraverso il bracere ma dalla porta.

  158. Francesco scrive:

    Cat ravelli ok tuttochiaro molto preciso non ho intenzioni di cambiare il pellett era una curiosità anche perché il braciere si sporca poco da quando ho messo 1,60 in max sono 7 ore che va alla grande grazie a te wow ho notato ogni tanto mi fa fumo

  159. francesco scrive:

    Ravelli secondo te e meglio tenere inpostata la stufa su ( air o H20) air e aria intorno H20 sono i caloriferi???????

  160. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco se non ricordo male la tua e unaHRV 135 quindi se la metti con H20 non avrai mai una temperatura ambiente lineare, non puoi metterla a AIr perche il termostato che imposti e solo per modulare la ventola aria frontale, quindi il mio consiglio e quello di montare un termostato di quelli semplici in un punto neutro ( corridoio) e collegarlo negli appositi attacchi dietro la stufa ( 2 fini dal termostato alla stufa)
    Fatto questo devi abilitarlo dalla schermata dove imposti gradi H20, ce un quadratino T.EXT metti la spunta ed e fatta.

  161. francesco scrive:

    Cat ravelli volevo avvisarti che 2 girni chenon mi da piu errori tiraggio wow ogni tanto fa un po di fumo la vicina se gia lamentata azz azz per mettere un termostato dovrei spaccare qualche piastrella e non si puooooo adesso grazie grazie se vuoi darmi una dritta per evitare il fumo son qua grazie ancora

  162. francesco scrive:

    Scusa se il termostato lo metto vicino alla stufa che fili devo usare per collegarlo???????intendo a 1 metro di distanza. In questo modo se inposto 22 gradi effettivi sono in casa 22gradi???? Aspetto un mess ciaoooooooo

  163. rc 120 Fabio scrive:

    CAT Ravelli, MDB

    Grande CAT! Ti terrò aggiornato.. Ciao e grazie

  164. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco se proprio non puoi mettilo dove ai detto,
    Per il problema fumo devi chiarirmi quando lo fa, in accensione – in ripartenza da modula a lavoro’ o ?.

  165. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco comunque il termostato piu’ lo allontani dalla stufa meglio e’

  166. filippo scrive:

    mi piace questo forum.
    Ho un olivia Ravelli da un mese nn ho canalizzato in attesa di bucare muro estate 2013. al momento utilizzo solo fronte. (terrò presente consiglio pot.5 fino a raggiungimento temperatura, io la mettevo a 2 sempre)
    Volevo chiedere una cosa a fianco il simbolo della fiamma dove c’e’ scritta la potenza da 1 a 5 a sx si vede come un simbolo di una mano piccola.
    nn l ho trovato sul manuale qualcuno mi puo dire cosa e’?.
    Ho anche avuto un problema che mi sembra ormai risolto dal rivenditore il pellet mi soffocava la fiamma. Anche se poi ora la vedo abbastanza alta fino in alto quando è a pot.5 mi devo preoccupare?.
    grazie.

  167. Claudio scrive:

    Filippo, anch’io ho una ravelli olivia da neanche un mese, il simbolo che vedi è quello a fianco la fiamma, dovrebbe indicarti che va in manuale (cioe non è stata accesa tramite programmazione “penso…”)
    Ache a me mi fa lo stesso scherzo il pellet mi soffoca la fiamme e si spegne.
    Sapresti dirmi come ha risolto il problema???

  168. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Filippo mi permetto di risponderti io.
    per quanto riguarda la piccola mano stà per “manuale” (significa che la quantità di aria che esce frontale o canalizzata viene gestita in modo manuale dall’utente), se volessi cambiare la quantita tra l’una e l’altra : dallo stato di stand-by del display, mantenere premuto il tasto della Potenza (Tasto 2) per 2 secondi. Al comparire della schermata con la ventola, premere OK troverai un cursore a indicare Front – Middle – Rear con i tasti 1 e 2 sposti piu o meno aria dove serve.
    La macchina può gestire in automatico il flusso di aria per mezzo di termostati installati nelle stanze canalizzate.
    quando si anno problemi di fiamma (soffocamento – fumo) casi rari dipende dal pellet, e vero che cè pellet e pellet ma è solo questione di taratura.
    Quello che devi vedere per determinare se la fiamma è eccessiva :
    *La fiiamma deve essere sempre dritta e non deve curvare verso il basso.
    *la temperatura fumi deve oscillare tra 150 e 200 gradi superati questi stai scaldando l’ambiente esterno.
    per modificare la fiamma , dal menu utente, penultima icona (set pellet – flusso), OK , abbassi il pellet da 0 che significa set Ravelli lo porti a -2 o 3, attesa 15 minuti per notare la differenza.
    Saluti

  169. Claudio scrive:

    CAT Ravelli, MDB.
    Sei tu l’esperto, ci ho provato…
    Nel modello olivia è l’ultima icona.
    Ora ho provato abbassare – 2 pellet e – 4 plusso.
    Cosa ne pensi?

  170. Claudio scrive:

    ops flusso

  171. CAT Ravelli, MDB scrive:

    claudio NO
    iabbassando il flusso aggravi le cose

  172. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Il Flusso non è altro che l’aria che passa attraverso il bracere e che consuma il pellet.
    se lo abbassi i pellet che scendono verranno consumati piu lentamente e scendendone di nuovi ecco che comincerai ad avere un mucchio di pellet, troppa fiamma, cenere nera, vetro sporco.
    lascia il flusso a 0 .
    se anche dopo abbassato il pellet a -2 vedessi ancora fiamma alta aumenta il flusso di +1.
    L’importante la temperatura fumi, per vederla dal menu utente, prima icona.

  173. Claudio scrive:

    Ok, ho messo flusso 0 pellet – 2. vediamo se si spegne ancora.
    Su lavoro va tutto bene, è su modula che si spegne.

  174. Claudio scrive:

    Vediamo se riesco a spiegarmi meglio, quando è su modula capita che nel braciere ci sia poco pellet, e quando gli care sopra l’altro pellet lo soffoca e si spegne.

  175. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Aa il tuo problema è lo spegnimento a modula!!
    allora rimetti tutto a 0
    dobbiamo aumentare la caduta del pellet solo a potenza modula:
    Vai su Tarature Fabrica, OK, tasto + fino a visualizzare il codice A9, stringa potenza modula, OK, dovresti trovare 2 sottomenù Coclea e flusso, a te interessa coclea, troverai un valore espresso in secondi es: 1,4 (aumenta il numero dopo la virgola di 2 – 3 punti, esci pigiando contemporaneamente + e -
    prova e fammi sapere

  176. Claudio scrive:

    provo subito, poi ti faccio sapere.

  177. francesco scrive:

    Cat ravelli scusami il fumo lo fa in acensione quando entra il bidimetro basta ma ogni tanto sbuffa un po di fumo norognolo poi smette e si sente un po di puzza puo essere il tipo di pellett uso abete

  178. Claudio scrive:

    su tarature di fabbrica non ho la voce coclea e flusso

  179. CAT Ravelli, MDB scrive:

    claudio potenza modula, entri e trovi coclea

  180. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco (di fumo norognolo ?)
    dimmi se all’accensione la fiamma compare quando il bracere e pieno.

  181. Claudio scrive:

    accensione
    fiamma presente
    pulizia braciere
    spegnimento
    potenza 1 2 3 4 5
    giri estrattore
    altitudine
    on/of debimetro
    ricette
    allarmi
    paretri extra
    ripristino par
    HO queste voci

  182. CAT Ravelli, MDB scrive:

    CLAUDIO ok la stringa è potenza 1 (che in altre parole e anche potenza modula)
    entra li e trovi coclea, CONTINUA COME DESCRITTO SOPRA

  183. Claudio scrive:

    ok, da 1,4 ho messo 1,6 su menu utente pellet 0 flusso 0, poi ti faccio sapere.
    Buona notte, Grazie.

  184. francesco scrive:

    Cat si lo allascenzione coclea mettaaaaa di pellett una volta che scende il pellett e la coclea siconsuma il fumo si riduce ogni tanto fa puzza dove ce il tubo finale

  185. francesco scrive:

    Cat ravelli senti ma se io metto il termostato della caldaia solo per la stufa npostando il terostato lastufa si accendee e si spegne? E mi tiene i gradi che inposto????????

  186. CAT Ravelli, MDB scrive:

    francesco ai perdite di fumo sulla canna (all’uscita della stufa) deci individuare e sostituire la guarnizione rovinata o addirittura spezzata perchè quando avete montato la canna l’avete rovinata.
    CONSIGLIO prima di accoppiare i tubi canna fumaria ungere il maschio da inserire con sprai grasso o olio……

  187. francesco scrive:

    Ok senti ho inserito i 2 fili dietro alla stufa e portati al termostato ma non si accende anzi non succede nulla che devo fare

  188. CAT Ravelli, MDB scrive:

    devi abilitarlo, come ti ho scritto in precedenza devi mettere la spunta (la V) sul quadratino (T EXT) che trovi premendo il tasto 1.
    leggerai insieme a i gradi ambiente la scritta Toff oppure Ton a seconda della posizione del termostato

  189. CAT Ravelli, MDB scrive:

    il termostato non spegne e non accende la stufa, la manda solo al minimo

  190. francesco scrive:

    Cat ok la scritta e tott mi staidicendo la stufa accendo normale ma gradi li comando col termostato esterno????????

  191. daniele faccoli scrive:

    gentile CAT, mi avevi suggerito di fare così:
    entra in tarature fabrica con la pssw A9 scorrendo il menu’ trovi Potenza 1 – 2 – 3 ecc entra su 5 ci trovi coclea – flusso – aria tutte anno un valore a te interessa aria piu’ aumenti il valore piu esce aria, il valore corretto dovrebbe essere 210 – 220, se in valori sono questi e mentre li visualizzi l’aria esce forte come dovrebbe essere i parametri sono apposto il problema e un’altro che risolveremo appena mi fai sapere
    Ho fatto, il valore era 200 e l’ho portato a 220.
    Ho provato pure come mi dicevi tenendo premuto il tasto due a entrare in ventola, ma tenendo il 2 non succede nulla, lo faccio mentre la stufa è in lavoro modula.
    Attendo cortesemente come procedere per aumentare quindi il flusso aria e canalizzare quindi la stufa al 100 % frontalmente. Grazie mille, Daniele

  192. Claudio scrive:

    CAT Ravelli, MDB
    Dopo aver regolato la stufa come mi hai detto per ora tutto bene. Grazie.

  193. CAT Ravelli, MDB scrive:

    francesco SI

  194. CAT Ravelli, MDB scrive:

    daniele faccioli come ho detto anche a (rc 120 fabio) la tua stufa è una canalizzata quindi la prevalenza o la maggior parte della potenza viene convogliata alla canalizzazione.
    ai su 2 ventole una aria frontale e una aria canalizzata.
    la prima si puo anche escludere non comportando nulla per il funzionamento della stufa, che non andrebbe in surriscaldamento con quella esclusa, mentre invece l’aria canalizzata non si puo escludere perche si verificherebbe allarme surriscaldamento (HOT FUMI).
    con questo cova voglio farti capire, che se i parametri che dici sono a 220, e la potenza ventola frontale a 5 non se piu niente da modificare.
    tenuto conto che se la tieni a pot.5 ma la stufa va in modula anche la ventola andra a velocita modula.
    secondo mè dovresti montare 1 o 2 termostati esterni semplici a seconda le stanze canalizzate (tipo caldaia gas) cosi che la stufa andra in modula con la temperatura delle stanze canalizzate e non con quella dove si trova la stufa.

  195. Omar scrive:

    Per CAT Ravelli MDB io ho una flavia installata da poco tempo.Volevo sapere se per fare il collaudo e prima accensione , ci sia bisogno della canna fumaria. Premetto che per motivi di tempo ho solo un tubo di un metro fuori dal muro.Provvederó in primavera a farla!ho visto che lei é dalle mie zone,avrebbe problemi per sistemarmi i parametri?grazie

  196. francesco scrive:

    Cat ravelli installato il termostato lontano dalla stufa ho notato che effettivamente tiene i gradi e consumo anche meno pellett ti ringrazio secondo te e meglio mettere il baffo su aria o H20???????

  197. Omar scrive:

    Ho notato che avendo provato un altro tipo di pellets,mi rimane allo spegnimento, rimane qualche cenere dura nel bracere ustruendo diversi fori. Per evitare questo cosa bisogna modificare? Grazie

  198. CAT Ravelli, MDB scrive:

    omar dove ha visto chesono delle sue parti?

  199. CAT Ravelli, MDB scrive:

    francesco lascia com’è

  200. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar
    accensione CAT autorizzato prima possibile (rischio fuori garanzia)

  201. Omar scrive:

    CAT autorizzato RAvelli.mi sembra aver letto da qualche parte che sia dalle zone di rovigo!! O mi sono sbagliato??

  202. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Noo ai letto male

  203. Francesco scrive:

    Cat ravelli inpostato il termostato alla stufa devo dire che gira davvero bene anche con i parametry che mai detto errori tiraggio perfetto e consuma meno pellett e coclea la pulisco ogni 2 giorni il motore rispetto a prima e piu silenzioso perché lavora meglio non sforza grazie ancora

  204. Omar scrive:

    Comunque il mio rivenditore mi aveva già prenotato il collaudo,essendoci state le ferie, passano la sett prossima! Le faccio una domanda a lei che è unCAT: ma avendo il sistemaRDS ogni volta che si cambia tipo di pellets, si deve chiamare l”assistenza?? O basta settare i parametri aria /pellet!! Perchè come le dicevo un paio di post indietro ho provato a cambiare tipo di pellet e rispetto a quello precedente,mi rimane nel bracere più cenere e anche dura. In questi casi che si deve fare? La ringrazio in anticipo!

  205. Omar scrive:

    É possibile non avendo installato la canna fumaria ilCAT si rifiuta a farmi il collaudo?

  206. daniele faccoli scrive:

    capisco quello che mi dici, ma è troppo poca l aria che esce frontalmente dalla stufa e non credo che una stufa di questo valore abbia una spinta così bassa. Poi dal tuo messaggio mi consigliavi un altro passaggio che non mi è possibile fare e come mi hai scritto risolto il valore 220 ci sarebbe stato altro da fare. Se così non è vedrò di rivolgermi al rivenditore, fortunatamente un caro amico, e chiederò la sostituzione della stufa, perchè non è certo il prodotto che uno si aspetta dopo la presentazione che viene fatta dai venditori !

  207. Paolo scrive:

    Salve ho un inserto Ravelli R1000 dal 2010 il primo anno tutto ok a parte l’errore di tiraggio unsufficiente che a volte è comparso ,dall’accensione di quest’anno ho dei problemi all’accensione , (spesso non parte al primo tentativo,devo eliminare il pellet caricato e riprovare).
    La cosa curiosa è che il pellet che tolgo non è neanche annerito dalla candeletta ,al secondo tentativo parte normalmente.
    Ho chiamato il mio centro di assistenza che ha regolato i parametri in accensione ma senza risultato ora lo devo richiamare , cosa mi consigliate?
    Se fosse possibile avere i parametri dell’accensione……
    i settaggi delle potenze sono:
    P1 02.4 00.8
    P2 02.8 00.85
    P3 03.2 00.9
    P4 03.6 00.95
    P5 04.0 01.0
    Grazie in anticipo

  208. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar
    è proprio grazie al sistema RDS che non ci si deve piu preoccupare che tipo di pellet si compra, (sempre che sia un pellet decente).
    Nella stufa rimangono residui di cenere solidificata perche non è stata tarata da un CAT Ravelli.
    Il CAT non si rifiuta di eseguire un’accensione anche se la canna è provvisoria, semplicemente perchè il Cat non fa altro per conto della Ravelli di verificare che la macchina funziona perfettamente (Certamente se la canna si presentasse pericolosa in quanto uscita fumi allora potrebbe succedere il rifiuto) mà ricordo che noi non collaudiamo canne fumarie ma le stufe per conto della casa costruttrice.

  209. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Gentile Daniele Faccioli
    Lei ha tutto il diritto di farsi cambiare stufa! mà ha mai chiamato il Centro Assistenza per il primo collaudo?
    se si! e non ha risolto ha provato a chiamare un CAT vero! non il CAT venditore?
    provi prima di criticare (giustamente) per la macchina che non và.
    Io vorrei con piacere darle una mano, ma certi problemi non si possono risolvere per chat.
    La Saluto

  210. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Paolo
    Quanti sacchi di pellet hai consumato da che ce l’hai?
    e stata mai fatta la pulizia annuale delle canne interne e esterne?
    La candeletta si trova al centro del portacandeletta?
    Il bracere messo nella sua sede ha gioco dx e sx?
    Il foro presente per l’accensione centra la candeletta?
    <il set potenze non centrano nulla con l'accensione!!!

  211. CAT Ravelli, MDB scrive:

    francè di niente

  212. Omar scrive:

    CAT Ravelli grazie per la tua disponibilità!!! In settimana arriva il tecnico! Comunque se avrô dei chiarimenti so a chi rivolgermi!!😃grazie

  213. Luca Pellizzari scrive:

    CAT Ravelli, MDB
    Salve ho letto questo blog, e ho visto che lei e’ veramente in gamba…
    Io ho una RC 120 da ottobre 2012 mi scalda bene i miei 110 mq.
    L’ho impostata a 26 gradi e potenza 3 (ho evitato di farla andare in modula) ; a potenza 3 i parametri sono : -coclea 2,6 sec -flusso 0,80 m/s -giri estrattore 1200 rpm.
    La stufa e’ posta in entrata e scalda direttamente le camere il bagno e lo studio, mentre la canalizzazione attivata dx (100%) scalda la cucina e la sala.
    Devo dire che va molto bene, l’unica pecca che da qualche giorno all’accensione (quando parte la ventola a 95 °) solo dalla canalizzata mi manda in uscita un odore fastidioso per qualche minuto, mentre dalla ventola centrale nessun odore.
    Quando la temperatura della caldaia si alza questo odore non si sente +.
    La pulizia la faccio tutti i giorni , pulisco braciere e anche la parte superiore (tagliafiamma) . non capisco il perchè di questo odore.
    La ringrazio , un saluto e un buon anno a tutti.

  214. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Luca potrebbe essere del pellet caduto all’interno del corpo stufa e che si e posato su qualche superficie calda, non ci sono pericoli ma’ emana odori di bruciato’ e visto che l’aria della canalizzazione viene presa internamente alla stufa per i primi istanti si sente puzza.
    Dopo qualche minuto non si sente piu’ ma perche’ la quantita’ di fumo e minimo.

  215. Luca Pellizzari scrive:

    grazie mille CAT Ravelli, MDB .
    Come posso eliminare quel pellet finito nel corpo stufa?
    sicuramente se lo elimino, risolvo il mio problema.
    Grazie ancora e un saluto

  216. filippo scrive:

    Ringrazio il cat ravelli per la risposta
    1) per la mano piccola finalmente ora so cosa indica.
    2)(Claudio) x il soffocamento ho richiamato il rivenditore e sembra l’abbia ritarata giusta sta volta con il tipo di pellet.
    3)CAT, ora nn si spegne piu (da una settimana) pero ho modificato leggermente dal menu la taratura pellet e flusso a -4 / -4 perche la fiamma mi sembra un po eccessiva (nn ne ho mai viste funzionare stufe simili a questa tarate bene se hai link magari ci guardo per capire se la fiamma è giusta).
    4) Per la fiamma in lavoro pot 4 è abbastanza notevole alta 25-26 cm larga 10-12cm e, naturalmente il vetro si sporca un poco (ogni tre giorni lo pulisco)
    è normale?
    infine con pot 4 a 20° quanto dovrebbe durare un sacco di pellet (colore bianco pot calorifero 5,0 ore di accensione totali in lavoro e lavoro modula 8/10 ore)

  217. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Filippo la fiamma e normale e lo sporcarsi del vetro pure
    Il consumo dovrebbe aggirarsi a 1 – 1,5 di pellet ogni 10 ore

  218. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Luca Pellizzari per eliminare il pellet nel corpo stufa la devi smontare lateralmente oppure devi chiamare un CAT

  219. francesco scrive:

    Car ravelli ciao secondo te cosa ne pensi di mettere il pellett della diavolina che in teoria pulisce il tubo?????? È funzionante ma lo posso aggiungere col pellett o è meglio solo diavolina??????

  220. roberto scrive:

    Ciao ho una CLEMY CT 23.7 kW,volevo sapere come annullare la richiesta,del display,di manutenzione straordinaria????

  221. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco
    La diavolina pulisce i tubi?
    in teoria per pulire i tubi due sono le cose, pulire con una spazzola oppure la fulligine all’interno dovrebbe prendere fuoco!!!!!!! sconsigliato..

  222. CAT Ravelli, MDB scrive:

    roberto
    CLEMY CT 23.7 kW che marca è?

  223. francesco scrive:

    Ravelli non so ti dico quello che manno detto capito la diavolina non serve a un azzzzzzzz ricordi il tiraggio che avevo sempre errori da quando mai fatto cambiare parametry va benissimo grazie ancora se avrò bisogno in futuro ci sarai grazieeeeeeee. Milleeeeeeeee

  224. filippo scrive:

    grazie mille Cat
    Pochi minuti fa l’ho spenta come al solito (la mia è mod Olivia). Ho notato che nella parte in alto dello sportello la guarnizione fra vetro e telaio si è dilatata un po uscendo in parte (naturalmente nn tutta).

    oggi invece mentre andava ho guardato dal menu utente i parametri:

    Flusso 1,40
    ventola 1100-1200
    fumi 120°
    coclea 0
    pagina dopo
    flusso medio 1.46
    deb. varia di continuo
    sono parametri giusti per un buon funzionamento?

  225. filippo scrive:

    dimenticavo pot 4 20°

  226. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Filippo in 8 anni che faccio assistenza, mai cambiato guarnizioni porte.
    una prova che puoi fare e prendere una striscia di giornale larga 5 cm e lunga 15 cm, chiuderla tra la porta e la stufa dove pensi che ci sia una perdita, una volta chiusa la porta prova a tirare, se viene via con facilità li ce un problema altrimenti tutto OK.

    per i parametri che ai riportato sopra, io ti dico come distinguere se la combustione e Ok o No:
    A potenza massima la fiamma alta circa 15 – 20 cm \ il bracere dopo che si e spenta non ci devovo rimanere residui, la temperatura fumi tra 120 e 150 C°

  227. Paolo scrive:

    PER IL CAT Ravelli, MDB

    6 gennaio 2013 alle 22:01

    Paolo
    Quanti sacchi di pellet hai consumato da che ce l’hai?
    Circa 80 sacchi di din plus
    e stata mai fatta la pulizia annuale delle canne interne e esterne?
    Si una volta.
    La candeletta si trova al centro del portacandeletta?
    ad occhio mi sembra di si.
    Il bracere messo nella sua sede ha gioco dx e sx?
    Si ha del gioco circa 3/4 mm per parte.
    Il foro presente per l’accensione centra la candeletta?
    Mi sembra abbastanza centrato.
    <il set potenze non centrano nulla con l'accensione!!!

  228. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Paolo si puo risolvere il problema in 2 modi:
    1 allargare il foro di accensione del cestello a 12-14 mm.
    2 modificare i parametri accensione, menù tarature fabrica, stringa accensione:

  229. CAT Ravelli, MDB scrive:

    valore da modificare:
    Preriscaldo candeletta portala a 90

  230. Paolo scrive:

    Per il Cat Ravelli MDB

    Posso fare entrambi , adesso provo con il preriscaldamento a 90 era a 180 poi faccio sapere , grazie mille.
    Paolo
    Parametri accensione:
    Coclea 2.4
    carico max 4 min
    Fumi 1600
    preriscaldamento 90
    delta fiamma 20
    soglia ventola 90
    soglia riavvio 80
    Sono OK?

  231. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Paolo prova e fammi sapere

  232. bubino scrive:

    CAT Ravelli MDB.Salve volevo chiederle:Io ho la canna fumaria praticamente un metro fuori dal muro e basta.Siccome vedo che esce parecchia cenere e molto calore,c’è un parametro per vedere se si può abbassare la velocità dei fumi?credo così che faccia più caldo anche la stufa!o sbaglio.Ho visto che nel menù tarature fabbrica ci sono le ricette.Se metto buon tiraggio ,cambia qualcosa?perchè adesso sono su off.Grazie

  233. Lorena scrive:

    Ho una stufa Ecoteck (ora Ravelli) modello Francesca del 2005. Ha sempre funzionato bene, dopo che il tecnico mi ha sistemato i parametri per troppa aspirazione fumi. Da ieri ha iniziato ad avere un problema… In fase di accensione fa molta fatica, riempie il braciere di pellett e va in allarme. Se riesce ad accendersi dopo poco si spegne. Oggi riusciamo a farla funzionare lasciandola a bassa temperatura così va subito in economia e quando vediamo che la fiamma comincia a spegenrsi aggiungiamo a mano una manciata di pellet. La stufa é la mia fonte di riscaldamento e in casa comincia a fare freddo. Qualcuno riesce ad aiutarmi sulla sequenza da digitare per modificare i paramentri di aspirazione fumi o caricamento pellet? Grazie, io ci capisco poco di stufe a pellet.

  234. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Bubino che esca calore e normale, l’importante che non ne esca troppo.
    Per aiutarti ho bisogno di saperne dip piu’ :
    Che stufa hai?
    A che potenza lavora?
    A quanti gradi ambiente la metti?
    I gradi fumi a quanto arrivano dopo 2 ore di lavoro a potenza massima?

  235. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Lorena io posso aiutarti ma’ devi descrivermi il display’ quanti tasti ha? , ci sono due stringhe dove visualizzare la temperatura e la potenza? , quando riesce ad accendersi, si spegne perche va in allarme? ,perche’ si crea un buco dove si innesca e il pellet rimane tutto attorno? .
    Quando premi il tasto accensione la stufa carica il cestello in continuo e si ferma quando e pieno? Oppure carica ad intermittenza?
    Saluti

  236. Lorena scrive:

    Gentile Cat Ravelli, il display ha due stringhe si con + e – ai lati e in mezzo le due stringhe il tasto di accensione. Si quando si riesce ad accendere riempie in continuo il cestello, brucia fino a che la misera cenere rimasta si spegne. Altrimenti riempie totalmente il cestello e non si accende e va in allarme. Proprio ora fa funzionato x 4 ore (lasciandola in eco a temperatura 19*) e poi é andata in allarme e si é spenta, nel cestello non c’era piú nulla che bruciava. Non so se dipende dalla pressione esterna…fino a ieri mattina non ha mai avuto di questi problemi. Grazie mille. Saluti

  237. Omar scrive:

    CAT RAVELLI come da lei richiesto la stufa é una ravelli mod flavia canalizzata con sistemaRDS. Dopo due ore ho controllato i seguenti parametri:potenza a 4,temperatura impostata a21 gradi,fumi temperatura225,giri fumi da1980 a 2000 questo parametro varia.coclea 1,35/1,40 m/s

  238. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar la temperatura fumi non dovrebbe alzarsi più di quello che ai visualizzato, perche un eccessivo calore sprigiona nell’ambiente cattivi odori provenienti dal corpo stufa (Vernici e altro), in più il calore eccessivo va sprecato perchè espulso all’esterno (fumi).
    per abbassare la temperatura basta ridurre il carico pellet dal MENU’ utente, penultima icona (set flusso pellet), abbassare il pellet un po alla volta fino a trovare il set giusto.
    Saluti

  239. Omar scrive:

    CAT RAVELLI grazie! Ma c”è una soglia di temp fumi ideale?quindi le ricette x lo scarico mn centrano niente?un ultima cosa quando accendo la stufa, appena mi esce la dicitura fiamma presente secondo me la coclea parte troppo presto a far scendere il pellet , perche vedo che nel bracere ce ne ancora molto incombusto facendo ció vedo che esce parecchio fumo! Qual è il sett da modificare

  240. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Lorena
    il tuo problema è che il carico pellet a potenza 1 che sarebbe anche ECO non basta per mantenere la stufa accesa (poca brace), infatti dopo qualche ora il pellet che scende per mantenerla accesa, soffoca la poca brace rimasta e si riempe il cestello di pellet spento.
    Io ti domando! perche la tieni bassa come temperatura facendola andare in eco tante ore?.
    Stando tanto tempo in eco che è una combustione più vicina a un camino si finisce per sporcare il vetro e in più di intasare la stufa (canne fumarie interne), il mio consiglio è di tenere una temperatura di almeno 22 C° che in realtà puo essere 19 C° reali visto che la sonda di temperatura si trova visino alla stufa, e di tenerla almeno a pot. 4 meglio 5, così facendo la stufa andra in eco solamente a temperatura ambiente raggiunta, evitando spegnimenti indesiderati.
    comunque ti dò le indicazioni per aumentare il carico pellet per ECO:
    premere per un secondo un tasto temperatura (+ o – t. amb.) ti comparira la scritta set, a questo punto mantieni premuto il tasto accensione per 3 sec.
    ti scrive il giorno attuale (day) spingendo ancora 3 volte il tasto accensione arriverai a visualizzare il alto (Pr04) e in basso 00, a questo punto devi inserire con i tasti + o – la password Ravelli che trovi nelle prime domande di questo blog , fatto questo conferma con il tasto accens., sul stringa in alto leggi pr = parametro, e in basso il valore di quel parametro, a te interessa il pr06, aumentalo di 2 punti (es. 0,8 lo porti a 1,0) fatto questo esci premendo ripetutamente il tasto acc.
    spero di essere stato chiaro, prima di modificare tieni conto del suggerimento che ti ho dato , ricorda se la metti al massimo pot. 5 riscalda prima l’ambiente – prima andra in eco – consuma meno.
    Saluti

  241. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar bisogna vedere se carica troppo pellet in attesa fiamma e poi quando cambia in fiamma presente si accumula, oppure in attesa fiamma va bene e si intasa quando va in fiamma presente, valuta e vediamo di modificare il problema.

  242. francesco scrive:

    Chat ravelli ciao la mia stufa idri Hrv135 e collegata hai caloriferi il braciere dopo 6 ore mi si sporca tanto mi si forma una patina di cenere e non passa aria e si spegne cosa devo fare grazie

  243. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar le ricette servono solo per incrementare o meno il tiraggio fumi, non centralo nulla con l’accensione ma solo per le potenze lavoro o lavoro Max e Min.
    La temperatura media dei fumi è 160 – 180 C°

  244. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco ti si spegne con quale allarme?
    mi dovresti dire che firmware ce sù (per vederlo stacca la spina poi la rimetti e guerdando il display dovresti visualizzare es. 1.00 oppure 2.04, oppure 3,01 ecc. per aiutarti devo sapere almeno questo.

  245. francesco scrive:

    Chat ravelli adwer e 2.04 allarme che mi da e tiraggio insufficente entrando nel menù ce ricetta!!!!! Cosa sarebbe??????

  246. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco le ricette sono dei pacchetti tiraggio che modificano in blocco il flusso aria in ingresso sul bracere’ in pratica quando selezioni una ricetta che sia per aumentare o diminuire il flusso lo modifichi per tutte le velocita’.
    Il tuo problema e che la taratura flusso e sbagliata, bisogna ritararla’ se te la senti ti posso aiutare.

  247. Lorena scrive:

    Grazie, ma forse non mi sono spiegata… Adesso che ha problemi resta accesa solo in eco a temperatura impostata di 19/20 gradi. In genere io la tengo a 24/25 gradi….potenza 1 o 2…lei scalda e poi raggiunta la temperatura va in eco. In questi giorni alzando la temperatura si spegne (cioé carica pellet finché va in allarme) subito, ho notato che se la lascio a 19/20, che va in eco abbastanza in fretta, continua a funzionare. Ha più problemi di giorno, questa notte ha funzionato sempre. Non capisco. Oggi ha avuto il solito problema é si é riempita completamente di fumo. Grazie

  248. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Lorena se riesci ad entrare nei perametri come ti ho descritto devi ricopiami tanto ne sono 25 – 28 cosi riesco a capire i parametri sbagliati

  249. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Lorena i parametri sbagliati sono dal pr 17 al pr 22 che e’ il tiraggio comunque se me li dai tutti li controllo

  250. Lorena scrive:

    Presi, ho te li scrivo….

  251. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Se riesci domani ti dico quelli ba modificare

  252. Lorena scrive:

    PR01 : 15′
    PR02: 06′
    PR03: 60′
    PR04: 1.2″
    PR05: 1.2″
    PR06: 1.4″
    PR07: 1.4″
    PR08: 1.7″
    PR09: 2.0″
    PR10: 2.2″
    PR11: 240″
    PR12: 30″
    PR13: 50*
    PR14: 259*
    PR15: 90*
    PR16: 2100
    PR17: 2100
    PR18: 2000
    PR19: 2250
    PR20: 2400
    PR21: 2500
    PR22: 2720
    PR23: 23
    PR24: 26
    PR25: 27
    PR26: 28
    PR27: 29
    PR28: 01

    Grazie mille!

  253. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Lorena di modelli francesca 2005 ce ne sono 2 se mi descrivi la tua es.
    Di Che colore e’ , all’interno sulle pareti laterali ci sono due bocchette circolari con sportelli girevoli per la pulizia?

  254. Lorena scrive:

    Colore esterno rosso scuro, all’interno solo pareti di sabbia pressata….no bocchette circolari….pareti lisce.

  255. Omar scrive:

    CAT RAVELLI guardi, secondo me carica troppo in attesa fiamma! Carica quasi tutto il braciere manco mezzo centimetro, dopodichè si accende la fiamma e una volta accesa nn fa ora bruciare tutto quello che c era, che ricomincia a buttarlo di nuovo. Comunque dopo qualche minuto brucia tutto e fumo nn ne esce più.avevo già abbassato i tempi di carico e preriscaldamento ma forse vogliono calati ancora! Il discorso della Temperatura fumi che dovrebbe essere intorno ai 180 gradi, nn é che diminuendo il flusso pellet una volta che va in modula…. Si spenga? Perché ora in modula la temp si aggira da180/205.

  256. mara scrive:

    come mai non togliete questo post ci sono password pur qui per entrare nel sistema della stufa???? avete tolto solo quello EDILKAMIN AHAHAHAHAH

  257. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Lorena OK’ devi solo riportarmi i parametri dal 16 al 22 , cosi da capire il problema e dirti quali modificare.
    Segui la procedura che ti ho descritto sopra.

  258. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Lorena scusa ho letto solo ora i parametri.
    comunque consono apposto, anzi il tiraggio e anche troppo alto.
    il problema è un’altro.
    i parametri da modificare sono:
    PR18: 2100 * da cambiare

    Se come penso di aver capito tenendola a modula non si ingolfa, al contrario quando va a lavoro!, il problema e che il passaggio di aria nel bracere (tiraggio) non è al 100%.
    le cause possono essere:
    * Canna fumaria intasata (controlla specialmente le parti orizzontali oppure se hai messo alla fine un coperchio antivento o altro, conrolla che non sia sporco.
    *Quando pulisci periodicamente la stufa esegui la pulizia tramite i raschiatori? ( e la leva che pulisce i tubi dove esce l’aria calda) bisogna farla scorrere avanti\indietro energicamente almeno 10 vorte verificando che esca tutta e rientri dentro le alette.
    *Ai mai tolto le pareti interne color sabbia?, in basso ci sono aperture che permettono il passaggio dei fumi , consiglio di aspirare la cenere e inserire nelle fessure un qualsiasi attrezzo almeno 20cm per liberare e scrostare fulligine che si attaccata alle pareti.
    Se nel tuo modello le pareti interne non si smontano, allora ci sono all’interno portelli rettangolari da aprire e ripulite.
    questi sono controlli che i CAT fanno eseguendo la manutenzione annuale.
    ripeto i parametri sono giusti, il problema e che i fumi non escono come dovrebbero e non bruciano il pellet nel bracere che si accumula e le ceneri risultano nere segno di una cattiva combustione.
    esegui questi controlli e vedrai che risolvi.

  259. CAT Ravelli, MDB scrive:

    omar il sistema rds e stato fatto apposta per evitare spegnimenti indesiderati.
    comunque basta abbassare il carico pellet per la pot. max di 0,2 – 0,3.

  260. francesco scrive:

    X ravelli ricette era una mia curiosità. Il mio problema e che mi consuma 2 sacchi di pellett in 12 ore un po troppo rispetto a quando era nuova!!!!ho provato ad abbassare la coclea effettivamente consuma meno ma hai meeeeee. Fatica ad arrivare hai 55 gradi H20 lavora sempre cosa mi consigli??????

  261. rc 120 Fabio scrive:

    CAT Ravelli, MDB

    Il tecnico e venuto.. ha modificato:
    Accensione
    2.9 coclea acc.
    004 carico max cocl.
    120 sec. Preriscald. candeletta
    delta fiamma 12°C
    Fiamma presente
    01.6 coclea
    006 durata avvio
    Parametro Potenze 5 4 3 2 1
    Potenza 5
    03,5 coclea
    01.35 m/s
    regolato sist rds
    pellet e air sullo “0″

    temp fumi dopo 4 ore tra 195° e 205° gradi…
    non mi sembra cambiato nulla.. Ciao e grazie

  262. CAT Ravelli, MDB scrive:

    francesco io penso che la taratura flusso e da ritarare perche con tutto questo consumo e l’allarme flusso insufficente! tutto il calore se ne và fuori per la canna fumaria.
    controlla la temperatura fumi dopo due ore di funzionamento e fammi sapere.
    ricordami anche il modello stufa.
    io sono qua.

  263. CAT Ravelli, MDB scrive:

    fabio se il tuo problema è poca aria calda dove opera la stufa! perchè non crei una bocchetta dalla canalizzazione ? anche ridotta .

  264. Omar scrive:

    CAT RAVELLI ma per avere una buona accensione,il braciere quanto deve essere riempito?

  265. CAT Ravelli, MDB scrive:

    omar quanto basta per innalzare la temperatura e andare in fiamma presente.
    quindi nel momento in cui scrive fiamma presente l’ideale sarebbe vedere nel bracere pochi pellet ancora spenti, es. non riuscire a vedere i fori del cestello ma brace rossa e tipo 10 chicchi di pellet in fase di accensione.

  266. francesco scrive:

    Ok una stufa ravelli Hrv 135 rds attaccata hai caloriferi fumi oscilla 135 167 m/s 2,93 giri 2700 potenza modula coclea 2,7 flusso 3,50 potenza minima coclea 2,6 flusso 3,60 potenza massima coclea 2,6 flusso 2,10 potenza sani coclea 2,6 flusso 3,60 debimetro s.aut ricetta off aspetto mess

  267. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco ti do i parametri di base imposta questi e poi possiamo partire con aggiustamenti:
    POTENZA MODULA
    coclea 2.0 sec
    velocità fumi 1600

    POTENZA MINIMA
    coclea 2.0 sec
    velocità fumi 1600

    POTENZA MAX
    coclea 5.2 sec
    velocità fumi 2000
    dopo che la stufa lavora in pot. max per 40 minuti imposta questi valori , dopodichè disabilita il debimetro – lasciala lavorare sempre in potenza max per 20 minuti, controlla che la fiamma resti tra i 15 e i 20 centimetri, se più alta aumenta di 100 giri la ventola fumi (sempre pot. max) fino a chè non trovi il giusto setup, appena trovato vai su menu utente, stato stufa e annota il valore flusso (anche se non è fermo basta una via di mezzo).
    la stessa procedura anche in pot. modula o minima è la stessa cosa, porta la stufa a lavorare a potenza modula, aspetta 15 – 20 minuti e ripeti come sopra, annota il flusso.
    Ok copia i flussi annotati tarature fabrica – flusso pot. max, minima e modula questi ultimi due sono uguali, fatto questo riabilità il debimetro.
    per capire se e tutto Ok in potenza max aspetti 15 min vai su stato stufa, vedrai il valore flusso vicino a quello che ai impostato e i giri ventola pure.
    N.B. quando cerchi il setup per pot max ricorda chè la ventola fumi non devi alzarla per far consumare il pellet più di 2200 giri, se non bastano abbassa il carico pellet in max.
    ogli volta che modifichi un parametro devi aspettare almeno 10 minuti per vedere il risultato
    Saluti

  268. Lorena scrive:

    Grazie! Ho cambiato il parametro e fatto controllo. Ho tolto le pareti interne e fatto pulizia (questo lo faccio 1/2 volte in tutto l’inverno) e uso il raschiatore ogni volta che la pulisco (ogni 2 giorni circa). Comunque la stufa é ripartita normale e funziona da qualche ora senza problemi. Ha aumentato la temperatura via via…. Tutto ok! Grazie mille dell’aiuto! Questo blog é davvero molto utile!

  269. mara scrive:

    Fate ridere i polli se qualcuno scrive la verità lo cancellate ahahahahah

  270. Omar scrive:

    CAT. RAVELLI guarda ti do i parametri dell accensione,cosi vedi io gli ho abbassati un pô.Accensione:tf1 02,1,Tf2 003min,Tf31 1600rpm,Tf4 090sec,Tf5 0,20 gradi,Tf6 0,85 gradi,Tf7 0,80 gradi. Fiamma presente:Tf8 01,8sec,Tf9 004 min,Tf32 1500rpm.Pulizia braciere:Tf11 01,3 sec,Tf12 015sec,Tf13 050 sec,Tf14 2500 Rpm

  271. CAT Ravelli. MDB scrive:

    Mara con chi ce l’hai facci ridere anche a Noi!!

  272. rc 120 Fabio scrive:

    Cat volevo solo sapere cosa pensavi dei parametri…
    si ci avevo pensato ma per ora anche se poca aria front , la temperatura
    viene raggiunta lo stesso..
    per i parametri li ho scritti sopra se vuoi darmi un tuo parere..
    Grazie mille..

  273. CAT Ravelli. MDB scrive:

    Omar i parametri standard sono:
    tf01 -2,8 questo mettilo a 2,4
    tf02 – 4
    tf31 – 1600
    tf04 – 160 questo mettilo a 90
    tf05 – 20
    tf06 – 85
    tf07 – 80
    tf08 – 1,6
    tf09 – 8
    tf32 – 1900
    tf11 – 1,3
    tf12 – 15
    tf13 – 30
    tf14 – 2500
    con i valore che ai messo a tf01 e tf02 sei sicuro che attesa fiamma la stufa passi alla fase successiva (fiamma presente?)

  274. CAT Ravelli. MDB scrive:

    Lorena mi fa piacere di sicuro si erano ostruiti i passaggi fumo, Brava!
    è vero questo blog è utile per voi utenti, anche se ogni tanto i miei colleghi non sono d’accordo che io vi aiuti.
    Mà sono del parere che piccoli aiuti vanno dati perchè una stufa costa tanto è deve funzionare, anche perchè se i CAT facessero il loro lavoro con professionalità io non dovrei aiutarvi.
    (per fortuna che di CAT competenti ce ne sono tanti.)

  275. Claudio scrive:

    CAT Ravelli. MDB
    Grazie ai tuoi consigli la stufa va benissimo.

  276. CAT Ravelli. MDB scrive:

    fabio io ritoccherei il parametro:
    delta fiamma da 12 a 15 il motivo e che in riaccensione a caldo rischi l’intasamento el bracere il valore di fabrica è 20
    -
    minuti avvio di fabrica 8 io lascerei così ai piu tempo per l’accensione se no rischi mancata accensione.
    gli altri possono andare, i fumi vanno bene l’importante è non arrivare a 225 – 230 C°
    Saluti

  277. CAT Ravelli. MDB scrive:

    Claudio :-)

  278. Omar scrive:

    CAT RAVELLI ho messo i parametri come mi ha elencato! Modificando TF32 da 1500 a 1900( come mai?)Ma per diminuire il carico pellet all accensione è il Tf01? Ultima cosa per abbassare la tem fumi, io ho messo il set pellet a-5 praticamente tutto basso, ma nn riesco a far scendere la temp specialmente a potenza 5 mi va dopo un ora circa quasi a240 gradi

  279. Omar scrive:

    Si si passava a fiamma presente, lo avevo abbassato ilTF01 fino a2,1 perchè a mio parere caricava troppo il bracere con conseguente fumo allo scarico!!

  280. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar come li avevi messi tu praticamente tra potenza 5 e 1 cera poca differenza.
    la temperatura si alza perchè probabilmente il set giri della ventola aria che riscalda l’ambiente e trobbo bassa.
    il funzionamento ventola aria di una stufa e quella di un’autovettura è lo stesso, in pratica la ventola vicino al radiatore di un’auto ha il compito di abbassare la temperatura è non farla alzare di un x, quella della tua stufa fa lo stesso con la differenza che in più tu la usi per riscaldarti.
    i parametri delle velocità aria saranno corretti?
    se me li scrivi li controllo.

  281. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar
    TF32 da 1500 a 1900( come mai?) questi sono i parametri base

    Ma per diminuire il carico pellet all accensione è il Tf01? ESATTO

    Si si passava a fiamma presente, lo avevo abbassato ilTF01 fino a2,1 perchè a mio parere caricava troppo il bracere con conseguente fumo allo scarico!!
    SE A TE VA BENE LASCIA COSI

  282. Omar scrive:

    CAT RACELLI i parametri velocitá te li do domani!COMUNQUE grazie per il tempo che spendi per noi!!

  283. Omar scrive:

    CAT RAVELLIi questi sono i parametri che mi hai chiesto:
    POT1 TF16 01,6sec
    TF17 01,20m/s
    POT2 TF19 01,9sec
    TF20 01,25m/s
    POT3 TF22 02,1sec
    TF23 01,30m/s
    POT4. TF25 02,5sec
    TF26 01,35m/s
    POT5. TF28 02,8sec
    TF29 01,40m/s
    Giri estrattore
    TF33 1300rpm
    TF34 1400
    TF35 1500
    TF36 1600
    TF37 1700

  284. rc 120 Fabio scrive:

    Grazie CAT,
    fatto per ora tutto ok… speriamo vada per almeno 10 anni:)
    ciao!

  285. FRANCO scrive:

    CAT Ravelli, ho una Flavia canalizzata da due anni.
    L’anno scorso e’ andato tutto molto bene,prima accensione con CAT di zona ,rendimento,rumorosita’,display,bilanciamento parametri( non avevo RDS).A settembre ho contattato l’assistenza perche’ il display diventava totalmente blu ( difetto dell’elettronica);
    e’ stato sostituito la prima volta ma……
    dopo che il tecnico era andato allo spegnimento mi chiedeva di tarare l’RDS ( aiuto la mia stufa non lo aveva?????);
    torna il tecnico ma non risolve il problema e quindi dopo parecchi giorni mi sostituisce nuovamente il display;
    ora pero’ la ventilante continua a modulare alzando ed abbassando i numeri di giri ( la stufa e’ in sala e io in camera faccio fatica a sentire la tv) e mi lasci enorme residuo nel braciere.
    Come faccio ad abbassre la rumorosita’ e parzializzarla per avere un braciere meno sporco ( in spegnimento il residuo e’ solido).
    P.S. Ho chiesto al CAT cosa fosse l’RDS ( io lo so benissimo).
    Risposta testuale: e’ una cosa che ora vi abbiamo caricato con il nuovo display che controlla l’accensione,lo spegnimento e la fase di lavoro.
    Sono un CAT di climatizzatori, questa mi sembra la classica risposta da dare se non ………..
    Grazie

  286. FRANCO scrive:

    Buonasera CAT Ravelli, ho una Flavia canalizzata da due anni.
    L’anno scorso e’ andato tutto molto bene,prima accensione con CAT di zona ,rendimento,rumorosita’,display,bilanciamento parametri( non avevo RDS).A settembre ho contattato l’assistenza perche’ il display diventava totalmente blu ( difetto dell’elettronica);
    e’ stato sostituito la prima volta ma……
    dopo che il tecnico era andato allo spegnimento mi chiedeva di tarare l’RDS ( aiuto la mia stufa non lo aveva?????);
    torna il tecnico ma non risolve il problema e quindi dopo parecchi giorni mi sostituisce nuovamente il display;
    ora pero’ la ventilante continua a modulare alzando ed abbassando i numeri di giri ( la stufa e’ in sala e io in camera faccio fatica a sentire la tv) e mi lasci enorme residuo nel braciere.
    Come faccio ad abbassre la rumorosita’ e parzializzarla per avere un braciere meno sporco ( in spegnimento il residuo e’ solido).
    P.S. Ho chiesto al CAT cosa fosse l’RDS ( io lo so benissimo).
    Risposta testuale: e’ una cosa che ora vi abbiamo caricato con il nuovo display che controlla l’accensione,lo spegnimento e la fase di lavoro.
    Sono un CAT di climatizzatori, questa mi sembra la classica risposta da dare se non ………..
    Grazie

  287. CAT Ravelli, MDB scrive:

    :-) Franco rido perche tanti miei colleghi non ci capiscono nulla o quasi’ questo perche la Ravelli ogni anno obbliga i propri cat a partecipare ad aggiornamenti tecnici masiamo in pochi ad andare il risultato e che i clienti si lamentano del prodotto.
    comunque tornando al tuo problema, l’RDS l’hai sempre avuto ma il tuo ca lo aveva disabilitato, poi cambiando il display si e automaticamente riabilitato ma non tarato.
    Senza RDS la stufa ragiona come una stufa vecchia concezzione dove era il cliente a capire quanto tiraggio o pellet fosse necessario.
    Franco RDS con l’ultimo firmware 3.01 ( per capire quale hai tu togli corrente e la ridai ti compare sul display) serve solo per gestire le potenze e la modulazione non per l’accensione e lo spegnimento.
    RDS aumeta e diminuisce i giri ventola fumi a seconda dell’intasamento del bracere cosi da avere sempre la stessa combustione da inizio stagione fino alla fine, senza! Avrai residui solidi e fulligine nera.
    Ce una procedura per calibrare RDS io posso suggerirtela, ma l’avviso TARARE RDS non scomparira’ anche se si tarasse correttamente, perche li ce bisogno di una procedura piu complessa.
    Se te la senti fammi sapere Saluti

  288. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Rc 120 Fabio se gli fai la manutenzione tutti gli anni se la godranno anche i tuoi nipoti..hahahahahahahaha:-)

  289. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar Ok

  290. marino marchetti scrive:

    Buona sera Cat Ravelli ho una stufa modello cora 12 kvatt, questo è il terzo inverno che funziona, nel braciere dove appoggia la candeletta e dove ci sono i fori che passano l’ aria si è formata una crepa di 2/3 centimetri e il braciere si è leggermente deformato.Puo causare un mal funzionamento?,quanto tempo dura un braciere? Certo di una sua risposta la ringrazio anticipatamente per la sua cortesia è professionalità

  291. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Marino marchetti probabilmente il bracere e di acciaio, monto meglio della ghisa come prestazioni ma soggetto a crepe.
    Comunque la deformazone che mi descrive e nella norma, potrebbe anche farla riparare ma’ non servirebbe piu di tanto.
    Quando la combustione si presentasse irregolare e con residui solidi e cenere nera e’ ora di cambiarlo.

  292. Omar scrive:

    CAT RAVELLI mi dici ok… Intendi che i parametri vanno bene cosi?? Se si… Come mai allora ho la temp fumi che è abbastanza alta?anche se ho settato il pellet a-5

  293. rc 120 Fabio scrive:

    CAT Ravelli, MDB
    :) ahahah
    Senti un ultima cosa…
    mi rimane del residuo nel braciere , dopo la taratura rds…
    E normale?
    grazie come al solito!

  294. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar i parametri sono ok, la temperatura e elevata perche probabilmente il tuo pellet rende tanto.

  295. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Fabio non e normale, lo sarebbe dopo 3 giorni di lavoro consecutivi, 8 ore al giorno.
    Due sono le cose o il pellet non e un gran che’ oppure devi aumentare a + 1 il flusso.

  296. rc 120 fabio scrive:

    Guarda uso binderholz pellet… il tecnico l ha lasciata su 0 pellet 0 flusso..
    ok provo a modificare anche questo.. se supero i 210C* fumi abbasso 1 o 2 di pellet
    grazie mille
    :)

  297. rc 120 fabio scrive:

    tagliamo la testa al toro -1 pellet +1 flusso domani provo e ti faccio sapere
    visto che gia stava alta la temperatura..

  298. Omar scrive:

    CAT RAVELLI quindi se è il pellet vado tranqui!!oltre che abbassare il set pellet, nn ce altro da fare x abbassare la temp fumi?nn é che mi scoppia la stufa😀😀.comunque la rinfrazio per le dritte!! Se ho dei consigli…. So a chi chiedere!!😀

  299. Alessandro scrive:

    buon giorno cat ravelli io ho acquistato una hrv120 e il cat che è venuto a fare l’accensione , dopo che l’avevo gia accesa da qualche giorno, ha fatto delle tarature a coda di gatto. Ora la stufa riempie sempre il bracere e non brucia tutto il pellet che cade dentro. Ho provato ad abbassare la quantita di pellet ma non ho risolto completamente il problema. Inoltre non ha tarato l’ RDS dicendo che preferiva fare lui le tarature. Cosa posso fare dato che si è preso 80 euro e non ha conclusonulla?

  300. francesco scrive:

    Avelli buon giorno ti chiedo un consiglio la mia stufa e Hrv135 ravelli idro rds ho fatto come mai detto tu toccato parametri acensione e potenza massima… comperato il termostato apposta per la stufa!!!!!ma detto che quello della caldaia non andava bene??????? e ti dico che la stufa va benissimoooooooooo. Una cosa ti chiedo riscalda molto meno!!!!!!!!!!!

  301. Ravelli rv80 Davide scrive:

    Ciao cat ravelli ti faccio vedere i parametri della mia stufa e voglio sapere un tuo parere:
    TF1. 02.8 sec
    TF2. 004 min
    TF31. 1350 rpm
    TF4. 150 sec
    TF5. 020 c
    TF6. 085 c
    TF7. 080 c
    TF8. 01.3 sec
    TF9. 008 min
    TF32. 1600 rpm
    TF11. 01.2 sec
    TF12. 015 sec
    TF13. 030 min
    TF14. 2500 rpm
    TF15. 045 c

  302. FRANCO scrive:

    Ciao CAT RAVELLI, grazie del consiglio,cerchiamo noi di tarare l’RDS, perche’ se aspetto per la quinta volta il mio CAT, con ne esco piu’.
    Quando vuoi dammi pure la procedura.
    Grazie
    P.S. Comunque la sua spiegazione sul servizio e funzionamento dell’RDS e’ fantastico!!!!!!!!!!1

  303. FRANCO scrive:

    CAT RAVELLI dimenticavo, il mio firmware e’ stato aggiornato.

  304. paolo scrive:

    buonasera, CAT RAVELLI, ho un problema con la SNELLA di recente acquistata. lo sportello scorrevole superiore, non scorre piu’, il problema consiste nel fatto che la t del raschiatore rimene sollevata e ne impedisce lo scorrimento cosicche’ non riesco a mettere pellet nel serbatoio.
    ho smontato il firex e lo sportello sotto al cassetto cenere, ho pulito e aspirato la cenere residua dal raschiatore ma, non e’ cambiato nulla e la stufa non posso farla piu’ andare.
    che altro posso smontare per pulire meglio, hai qualche suggerimento?

    grazie per l’attenzione

    PAolo

  305. cristina scrive:

    salve…..ho un problema con la mia Erika 550 della Ravelli…..nn mi brucia il pellet….scende di continuo e il braciere trabocca di pellet….in piu fiamma enorme e anormale…..!! é stata fatta anke oggi una pulizia super comleta…come pellet sto usando 100% abete…..puo dipendere dal tipo di pellet?? o sono da ritoccare le tarature??? faccio presente ke sono al corrente del codice accesso a9……la prego di aiutarmi grazie!! Il cat di zona…100 euro x niente!!!

  306. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar la stufa se supera la temperatura di 250 C° va in Hot fumi non e’ un allarme ma’ la stufa in automatico si modula per non superare la stessa, e solo un limitatore.

  307. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Alessandro ai provato oltre che abbassare il pellet, di alzare il flusso?
    Senza esagerare pero’ rischi che vada in allarme flusso insufficente.
    Per aiutarti devi dirmi per capire alcune cose:
    Seleziona la potenza max e vai su stato stufa ( menu utente) e dopo 1 ora che e accesa dimmi:
    A quanti m/s entra il flusso?
    Quanti giri fa la ventola fumi?
    La temperatura fumi
    Descrivi la altezza della fiamma,
    Nel display visualizzi un’icona barrata da vuna X?
    Attendo risposte

  308. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Rv80 Davide io abbasserei il T4 a 90 nel caso la tua stufa facesse molto fumo in accensione
    Ciao

  309. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Franco la procedura e questa:
    Bisogna escludere il debimetro (se già ce lai escluso visualizzi un’icona con una X) dopo ch la stufa e accesa da 30 min. a potenza massima vai su tarature fabrica, password che sicuramente conosci! Vai sulla stringa debimetro, entra e metti off.
    A questo punto devi tarare la fiamma deve essere alta almeno 20 cm.
    Se e molto di piu vai su set flusso pellet che si trova sul menu utente penultima icona, entri, stringa flusso e aumenta per far smaltire il pellet e diminuisci per far aumentare la fiamma, ogni volta che tocchi per vedere gli effetti aspetta almeno 10 min.
    Trovata la taratura esci e vai su stato stufa del tuo menu, e scriviti il valore flusso x,xx m/s e i giri ventola es 1800, fatto questo li devi ricopiare sui specifici parametri, vai su tarature di fabrica, stringa potenza max trovi il flusso m/s e sulla stringa giri estrattore per ricopiare la velocità ventola max.
    Fatto questo riabilita il debimetro come ai fatto per disab. E ritorna su set flusso pellet rimetti tutto a 0 – 0 .
    Risultato= lase vai su stato stufa vedrai che il flusso e i giri estrattore ricalcheranno i valori che ai in precebenza impostato.

  310. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Paolo la tua stufa ha un problema strutturale secondo me il raschiatore non scorre piu liberamente perche le pareti si sono deformare.
    Capitato un problema simile proprio su una snella, la Ravelli la sostituita immediatamente, difetto riscontrato su una partita di snelle del 2009 – 2010 , contatta il venditore o CAT di zona devono risolverla loro.

  311. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina penso di averti risposto nell’altro blog, comunque non centra il pellet e solo una questione di tiraggio.
    L’aria che fa bruciare il pellet non riesce a entrare o i fumi non riescono ad uscire che e la stessa cosa, il problema e quello, sicuro che dove la tua stufa si innesta con la canna fumaria, cioè il T fisso con guarnizione rossa sia pulito bene?
    L’intasamento dopo quanto si presenta?

  312. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina io posso dati anche i parametri! Ma devo sapere di che anno e la stufa e di che serie.
    Se gli stacchi la corrente e la riattacchi puoi visualizzare sul display o telecomando la versione, l’anno ecc, riportami tutto e te li scrivo
    Saluti

  313. nino scrive:

    Salve, ho un rv120 et quando si acende mi dice di regolare il rds, chi sa dirmi come si fa perche brucia cuasi bene ci vuole solo piccoli reglagi sono in firmware 3.01 dove si possono trovari i firmware piu recenti e come si fa per instalarli con quale software

    Grazie

  314. FRANCO scrive:

    Grazie CAT RAVELLI,oggi pulisco bene la stufa e setto l’RDS.
    Ti faccio sapere.

  315. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Nino il firmware che ai e l’ultimo.
    La dicitura regolare RDS significa che devi eseguire la prima accensione ( chiamare il cat della tua zona) che in piu con la compilazione dei documenti ti da la garanzia per 2 anni.
    La prima accensione va fatta subito prima possibile, i ca possono rifiutarsi di eseguire la prima accensione e di dare la garanzia , in presenza di un numero di ore lavoro eccessivo ( disposizione Ravelli),
    Il tutto perche la stufa potrebbe lavorare male e compromettere parti maccaniche ed elettroniche

  316. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Nino il firmware che ai e l’ultimo.
    La dicitura regolare RDS significa che devi eseguire la prima accensione ( chiamare il cat della tua zona) che in piu con la compilazione dei documenti ti da la garanzia per 2 anni.
    La prima accensione va fatta subito prima possibile, i ca possono rifiutarsi di eseguire la prima accensione e di dare la garanzia , in presenza di un numero di ore lavoro eccessivo ( disposizione Ravelli),
    Il tutto perche la stufa potrebbe lavorare male e compromettere parti maccaniche ed elettroniche.

  317. francesco scrive:

    Cat ravelli inportante scusa ho installato il termostato esterno e posizionato 21,5 spuntato anche il baffo su T.EXT come notato arrivato in temperatura la stufa non si spegne e non si riaccende.anzi io lo inpostato a 21,5 ma adesso è a 22 gradi continua a salire ribadisco anche eco stop inserito aiutami a capire grazieeeeeeeee

  318. francesco scrive:

    Cat ravelli ribadisco i gradi inseriti 21.5 effettivi adesso mi segna sul displey 22.5 ma la fiamma e ancora normale!!!!!!!!!!!! Scusami non si dovrebbe abbassare e tenere la temperatura che io inserisco cioè 21,5 grazie

  319. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco per verificare il collegamento tra la stufa e il termostato, sul display visualizzi Off se il termostato lo metti a zero e T on se lo metti al massimo.
    Verificato questo capisci che i collegamenti sono apposto.
    A maggiore conferma con stufa in lavoro se abbassi il termostato la stufa andra’ in modula aria, la ventola sul davanti ( se ce l’hai) andrà al minimo.
    ECO STOP e’ un sistema studiato per far si che la stufa si spenga dopo superato i gradi acqua o aria ( a seconda di quello che ai impostato) di solito e messo su acqua H2O per un x minuti.
    Es. Se imposti su eco stop stringa in alto 3 gradi e stringa in basso 5 minuti e abilitato su H2O succede questo:
    Quando il circuito caloriferi supera la soglia temperatura acqua impostata di 3 gradi per 5 minuti si avrà lo spegnimento della stufa, ripartendo solo all’abbassamento di temperatura.
    Vuoi un mio consigli ( non abilitare l’eco stop) se non possiedi un appartamento ben isolato e termico, perche rischi accensioni frequenti, compromettendo la durata della candeletta.

  320. francesco scrive:

    Cat ravelli ok ma allora ho speso 70 euro per il termestato esterno che non serve????????? Perche arriva in temperatura a 21,5 la fiamma non rallenta vuol dire che il pellett si consuma uguale?????? Eco stop non lo uso grz

  321. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco se il termostato funziona correttamente e la temperatura arriva a quella impostata, la stufa va in modula aria e si mette al minimo.
    questo e il funzionamento che fà, senza consumi di piùe non hai una temperatura ambiente uguale utti i giorni.
    il termostato funziona?

  322. cristina scrive:

    è stata fatta ieri una pulizia completa ..ke intendi x pulizia fatta bene…al T ?
    il problema si verifica dopo circa un ora dall accensione…GRazie

  323. Francesco scrive:

    Cat ravelli grazie delle dritte. Ciaooooooo

  324. cristina scrive:

    ti mando quanto mi chiedi…serie e anno della stufa…..ecoteckt ctk 2008. saluti

  325. FRANCO scrive:

    Ciao CAT RAVELLI, ho settato l’RDS facendo tutta la procedura.
    La stufa ha una fiamma molto piu’ costante ( set aria/pellet 0-0),pero’ il bracere e’ sempre molto sporco.
    doamnde:
    -avendo tarato la stufa in forza massima,quando la abbasso a 2-3-4, lei si autoregola in proporzione?
    - in accensione i parametri di coclea 1,6 e preriscaldamento 160 ti sembrano corretti? ( non vorrei che si rioempie troppo il bracere e non riesce a smaltirlo in fase di lavoro)
    - e abbasso la caduta in accensione, non si accende e mi va in allarme ( la abbasso solo di 0.2)
    Grazie

  326. pascal scrive:

    bonjours,j’ai achetee un poele a pellet ecoteck francesca de 2006 occasion,j’ai besoin la liste de taratura fabbrica,le poele ne travaille pas bien je soppose que le bohomme avant moi a modifiée des parametre merci de me repondre bien a vous j’espere recevoir de vos nouvelles mais sinon vos commentaire ses ok

  327. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina ok solo che per aiutarti devo capire il tipo di scheda montata sul tuo inserto.
    per capire devi dirmi quanti tasti ha il display o telecomando , di che colore e il display illuminato (verde o blu?), se riechi ad andere su set aria pellet stanno entrambi a 0 – 0 ?.

  328. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Franco la stufa qualsiasi potenza metti si autoregole, sempre che abbia impostato correttamente come ti ho scitto.
    dopo la fase di accensione entrando in lavoro la stufa smaltisce il pellet in eccesso qualsiasi quantitativo ci possa essere, l’RDS ha il compito di far entrare in fase di lavoro un flusso pari a quello che tu gli ai impostato, e se per la quantita di pellet il flusso non riuscisse ad entrare con i giri ventola base, ecco che il debimetro accellera l’estrattore fumi e smaltisce tutto.
    io abbasserei il preriscaldo a 90 – 100, perche inizia prima ad accendersi il pellet evitando fumo in eccesso.
    Un’altro consiglio se ai esigenze di rumore o astidio troppa aria ambiente , abbassa la potenza ma senno il concetto è questo:
    se metti a potenza 5, prima arrivi a scaldare casa, prima si mette in modula (minimo) e prima risparmi pellet, invece se per esempio metti a 2 o 3 per arrivare a temperatura impiegherai molto piu tempo a scaldare, con consumi piu elevati.

  329. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina se mi dici che la stufa è stata pulita bene al suo interno e come interno intendo le canne fumarie non dove brucia il pellet, e se e stato pulito anche il T, allora devi modificare i parametri utente set aria pellet, se non l’hai ancora fatto basta mantenere premuti entrambi i pulsanti 6 e 7 per 3 secondi poi aumenta il tiraggio a + 3 e il pellet metti -3

  330. CAT Ravelli, MDB scrive:

    pascal le invio i parametri d fabrica come da lei chiesto. mi spiace ma non scrivo il francese, spero lei capisca.
    francesca 2006:
    Pr01 15’
    Pr02 7’
    Pr03 60’
    Pr04 1,1’’
    Pr05 0,8’’
    Pr06 0,8’’
    Pr07 1,1’’
    Pr08 1,5’’
    Pr09 1,7’’
    Pr10 1,9’’
    Pr11 30’’
    Pr12 30’’
    Pr13 40°C
    Pr14 230°C
    Pr15 60°C
    Pr16 10
    Pr17 12
    Pr18 09
    Pr19 10
    Pr20 12
    Pr21 14
    Pr22 20
    Pr23 12
    Pr24 13
    Pr25 14
    Pr26 15
    Pr27 16
    Pr28 1
    se dal Pr 16 al Pr 22 sulla sua stufa fossero a 4 sono parametri 2007.
    Saluti

  331. nino scrive:

    CAT Ravelli

    io sono in belgio sono instalatore di stuffe, dal rivenditore della mia merce che ho mia detto che sono gia regolati non ce niente da fare
    io lo o instalato funziona bene ma prima di venderli a gli clienti devo sapere io come funziona
    dove sono io non ce nessuno che fa instalazionne di ravelli, vendono altri tipi
    come posso avere documentazione e modo di regolare gli modeli ravelli soft ecc..

    grazzie

  332. francesco scrive:

    Cat ravelli ok termostato capito comefunziona…possibile che sta stufa me ne da sempre una azzzzzz sono 2 giorni che non entra nel menù aria pellett???????? Manno regalato 10 sacchi di pellett diverso da quello che uso io lo messo dentro la tramogia be parte dopo 5 minuti errore tiraggio insufficente. Pellett 0 aria – 0 adesso mi chiedo a cosa serve rds??????? Se cambio pellett e non va caspita tufa pagata 3,700 euro un problema dopo altro.

  333. cristina scrive:

    pellet -3 e tiraggio 3..fatto….dapremettere ke il tiraggio era a 5 e pellet 0.

    La stufa sul display ha 5 pulsanti….il palmare 7…..

  334. massimo scrive:

    salve, ho comprato da una settimana una stufa ravelli HRV135, volevo chiedere se potete aiutarmi ad impostare il set temperatura aria ed acqua della stufa perchè non ho ben capito come funzioni… in particolare il fatto che quando imposto la temperatura devo mettere oppure no il flag alla casella… adesso ho messo il set acqua a 58° ed il set aria a 21° però mentre per l’ acqua funziona bene perchè quando arriva a 58° entra in eco, invece non mi funziona la temperatura aria segna sempre 0,00 gradi, poi ho cambiato delle funzioni e mi esce toff invece della temperatura… grazie chi può aiutarmi

  335. Ravelli rv80 Davide scrive:

    Grazie mille cat ravelli…. Ma per il problema che ogni giorno mi lascia una crosta dura di cenere nel bracere cosa posso fare? Perché ho chiamato il perito della ravelli che mi ha programmato la prima volta ma mi ha detto che è normale e il pellet che uso però mi ha risp il datore di lavoro del perito e mi sà che se ne intende poco…..mi puoi dare dei consigli?

  336. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco se non riesci ad entrare in set flusso pellet, stacca la spina e riattacca poi prova.
    per tiraggio insuff. abbassa il flusso di 2 punti.

  337. CAT Ravelli, MDB scrive:

    massimo
    leggi l’altro blog la risposta te lo data lì

  338. CAT Ravelli, MDB scrive:

    rv80 Davide
    non so che pellet usi , pero puoi provare a comprare 1-2- sacchi di tipo diverso (abete) e confronta .
    però quando si creanno questi residui, la differena di flusso m\s con quelli di quando la stufa e pulita di quale è, es,
    stufa appena pulita potenza massima flusso x,xx m\s ? , giri ventola xxxx ?
    stufa quando vedi incrostazioni flusso x,xx m\s ? , giri ventola xxxx ?

  339. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina se il tiraggio stava a 5 e il pellet a -3 allora non ce parametro da modificare che risolva il problema perche come era prima che ti dava problemi con tiraggio a 5, se vai a vedere i giri ventola fumi (mantieni premuto 4 per 3 sec. e poi 7 per 1 sec. primi 4 numeri sopra) noterai che la ventola e gia a limite, conta che i giri massimi sono 2690.
    Il problema non e la ventola che sta al massimo, mà sono intasati i passaggi fumo.
    La pulizzia super che intendi tu, è quella che tutti gli utenti fanno es. pulizia raschiatori, pulizia bracere, aspirazione ceneri sotto bracere fino a dentro foro aspirazione, pulizia cassetto ceneri.
    La pulizia che dico io è quella che si fà nel corpo stufa (ai lati esterni) dove ci sono bocchette da smontare e pulire, e battere con martello per vibrare e far staccare la fuligine, pulire il raccordo T che ha uno sportellino amch’esso, pulire e battere la canna fumaria, controllare che la leva raschiatori seca ed entro tutta.

    Questa è la pulizia che ti dico, mà se è stata fatta così, allora il problema non è che i fumi non riescono ad uscire , mà e il 100% dell’aria aspirata che non passa attraverso il bracere, potrebbe dipendere dalla porta che non chiude perfettamente, o si è intasato il tubo di aspirazione che sbuca sotto il bracere.

    Tutto quì i controlli che devi fare, la stufa non deve essere intasata completamente per darti questi problemi.

  340. cristina scrive:

    la pulizia e stata fatta…..come dici tu….pezzo x pezzo,ma nn è stato risolto il problema…..nn so piu ke fare……penso di dover buttare 3500 euro di stufa.
    Mi e stato detto di cambiare le tarature……tu nn potresti darmele….ho il codice d accesso. Grazie

  341. Francesco scrive:

    Car ravelli abbassato il flusso modula max di 2 punti ma non entra ancora in aria pellett mi sa che il pellett che man dato lo regalo non vàla stufa penso che richiede piu aria

  342. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco ricordati che se abbassi flusso il pellet nel bracere si consuma meno e fa piu fiamma , al conrario se alzi il pellet si consuma prima.

  343. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina ti scrivo i parametri di fabrica, più di tutto controlla se il numero di righe (Pr) sono uguali, controlla e mettili uguale a questi, poi possiamo partire a tarare i parametri per i problemi che hai tu, basta un qualsiasi di questi sballato e staremo giorni provando ad aggiustarla perciò mettili uguale a questi.
    PR01 MINUTI TIME-OUT 18
    PR02 MINUTI AVVIO 5′
    PR03 CADENZA PULIZIA I 60
    PR04 DURATA PULIZIA 15″
    PR05 COCLEA AVVIO 1.8
    PR06 COCLEA POTENZA 1 1.8
    PR07 COCLEA POTENZA 2 2.1
    PR08 COCLEA POTENZA 3 2.4
    PR09 COCLEA POTENZA 4 2.7
    PR10 COCLEA POTENZA 5 3.0
    PR11 SOGLIA RIAVVIO 80″
    PR12 SOGLIA NO PELLET 50°
    PR13 SOGLIA SPEGNI 45°
    PR14 SOGLIA MASSIMA 250°
    PR15 SOGLIA VENTOLA 80
    PR16 VELOCITA’ FUMI ACC 2150
    PR17 VELOCITA’ FUMI AVV 2050
    PR18 VELOCITA’ FUMI P 1 1800
    PR19 VELOCITA’ FUMI P 2 1900
    PR20 VELOCITA’ FUMI P 3 2000
    PR21 VELOCITA’ FUMI P 4 2100
    PR22 VELOCITA’ FUMI P 5 2150
    PR23 VELOCITA’ ARIA 1 135
    PR24 VELOCITA’ ARIA 2 145
    PR25 VELOCITA’ ARIA 3 155
    PR26 VELOCITA’ ARIA 4 165
    PR27 VELOCITA’ ARIA 5 175
    PR28 ABILITA CANDELA ON
    PR29 ASP-FUMI PULIZIA 2400
    PR30 COCLEA PULIZIA 1,1
    PR31 PRERISCALDO CANDELA 150
    PR32 CARICO MAX COCLEA 4′
    PR33 DELTA FIAMMA 20°
    PR34 COCLEA ACCENS T on 2,5
    PR35 RITARDO ALLARMI 60
    PR36 FREQUENZA Hz 50
    PR37 GRADI °C
    PR38 BLACK OUT 40″
    PR39 BLOCCO RIACCENS 2′
    PR40 T-MINIMO SPEGNIM 5′
    PR41 SOGLIA VENTOLA 2 120°
    PR42 CONFORT CLIMA OFF
    PR43 VENTOLA 2 VEL – lascia comè
    PR44 VENTOLA 2 VEL – lascia comè
    PR45 VENTOLA 2 VEL – lascia comè
    PR46 VENTOLA 2 VEL – lascia comè
    PR47 VENTOLA 2 VEL – lascia comè
    se hai la sritta PR48 ENCODER COCLEA OFF
    se hai la sritta PR48 TIRAGGIO UTENTE ON
    fammi sapere che parametro ai trovato diverso e di quanto

  344. Ravelli rv80 Davide scrive:

    Buona sera cat ravelli
    Appena pulita è
    0.78 m/s
    1460 g/min
    Fumi 130c

    Quando c è residuo
    0.63 m/s
    1820 g/min
    Fumi 161c
    Come pelle uso il “Miopellet” che è 100 pino
    Però mia cugina ha la ravelli spillo anche lei usa il mio stesso pellet Ma non li lascia residui(crosta dura di cenere nel bracere)

  345. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Davide rv80
    il flusso è basso, a stuva appena pulita e messa a potenza 5 devi avere:
    g.m. 1800
    flusso 1,5 questo parametro oscilla l’importante è i giri minimi estrattore.
    i giri 1460 creano incrostazioni perchè non riesce ad espellere del tutto la cenere che invece incomincia ad intasare fino a formare i grumi solidi.
    per aumentare i giri vai su menu utente, ultima icona set flusso\pellet, metti il pellet a 0 e aumenta il flusso fino ad ottenere i giri estrattore che ti ho scritto (all’incirca).

  346. rc 120 fabio scrive:

    Ciao Cat Ravelli,MDB
    Ho provato pellet 0 flusso +1 , ma fa un casino di cenere e nel bracere rimane cenere scura negli angoli, usata 10 ore..ho notato che la fiamma a potenza 5,è alta da toccare il tagliafiamma..la fiamma si alza e poi si abbassa in tempi brevi e non ė mai costante,piu alzo il flusso,piu mi si alza la temperatura fumi..ho provato con -1 pellet flusso +1 ,ma sembra non cambiare nulla..uso binderholz pellet
    dovrebbero pagarti per sopportarci tutti :) :)
    grazieeee ancora

  347. Ravelli rv80 Davide scrive:

    Grazie mille cat ravelli buona serata

  348. bubino scrive:

    CAT RAVELLI x aumentare i giri della ventola dell’aria nella stufa flavia,Sarebbe il Flusso potenza espresso in m/s?Volevo aumentare un pò l’uscita dell’aria calda in modula, si può?Un’altra domanda.Se la diminuzione del pellet dal set utente non dovrebbe bastare,dove bisogna andare a regolare?Grazie

  349. CAT Ravelli, MDB scrive:

    bubino
    Il flusso riguarda la ventola fumi.
    la ventola che dici tu è quella dell’aria ambiente, sulla flavia che è una canalizzata i parametri giri ventole aria non possono essere modificati.
    se in teoria aumentassi i giri per aria d’avanti quando in modula dopo un pò uscirebbe tiepida se non fredda.

    se mettendo il pellet a -5 non dovrebbe bastare, puoi aumentare il flusso, l’importante e tenere d’occhio (nello stato stufa ) i giri ventola fumi, non deve arrivare al punto critico di 2600 – 2700 giri, perchè a limite e potrebbe verificarsi allarme ” FLUSSO INSUFICENTE”

  350. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Davide rv80 :-) :-)
    non preoccuparti lo faccio volentieri bisogna aiutare il prossimo anche se tecnicamente, e sempre solidarietà !! :-)
    comunque ricorda quando abbassi il pellet a -1 -2 ecc, non fai altro che togliere millessimi di secondo ai giri coclea es.
    potenza 5 la coclea è a 3 secondi, significa che ogni volta che vedi cadere il pellet la coclea gira 3 sec. abbassando il pellet su (set flusso pellet) -1 la coclea non farà pi 3 sec. ma 2,8 – 2,7 circa .
    ecco perche dico che ogni volta che si toccano i parametri coclea il risultato si vede dopo circa 10 minuti, mentre invece se modifichi il flusso non dico che il risultato è immediato ma veloce.
    il mio consiglio e prima modificare e riuscire a trovare il giusto setup modificando il pellet (aumenta o dimin. 2 o 3 punti alla volta) se non basta modificare il tiraggio ma un punto alla volta.

  351. CAT Ravelli, MDB scrive:

    rc 120 fabio
    scusa il messaggio sopra era per te

  352. leo scrive:

    cat ravelli sono leo tengo una lisa normale non plus , anno 2008
    ho la ventola estrattore fumi cambiata da 1 anno che fa molto rumore, ho notato che la ventola gira a 18oo giri a meno 5 di tiraggio. la mia canna fumaria è lunga 5 metri e quindi con molto tiraggio. devo chiamare il cat x abbassare i giri? grazie

  353. CAT Ravelli, MDB scrive:

    leo
    la tua ventola dovrebbe avere come giri 2100 – 2150, perche devi abbassare i giri ventola? per troppo tiraggio, o rumore?.
    se e troppo tiraggio da che cosa lo capisci?
    fammi sapere per aiutarti.

  354. leo scrive:

    scusa un altra domanda . la ventola dei fumi della lisa è di ferro quindi un po pesante da fare girare a 2500 giri , quindi fa molto rumore. è possibile mettere una ventola in alluminio meno pesante e piu leggera ? grazie

  355. leo scrive:

    anche a meno 5 di tiraggio il pellet che brucia vola fuori dal cestello . poi riguardo al rumore se il tiraggio lo metto a meno 2 aumenta ancora di piu il rumore della ventola dei fumi ..

  356. rc 120 fabio scrive:

    Grande CAT! :)
    ho modificato pellet 0 flusso 2 sembrerebbe che faccia meno incrostazioni nel bracere..oggi ho provato a mettere Flusso 3 vediamo come si comporta.. piano piano troveró una quadra :)
    ti ringrazio come sempre

  357. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Leo io non sò che rumore sia quello che senti, mi sembra al quanto strano specialmente su una lisa (stufa Air).
    cè qualcosa che non va, non centra il peso , io penso che il rumore sia uno stridio dell’albero rotore che girando struscia con la flangia di sostegno.
    Io CAT per capire farei pressione sulla flangia dove fissato il corpo ventola mentre lavora.
    per quanto riguarda abbassare ancora il tiraggio, puoi farlo da parametri CAT, non sono in grado di dirti il parametro perchè non so che tipo di scheda ai su:
    Microchip o Flash (spia verde accesa).

  358. salv scrive:

    Ciao sono in possesso di una mdb plurifire 24 vorrei sapere dove si puo trovare un manuale tecnico visto che il manuale in dotazione non aiuta per niente. All’accensione esce fumo dal serbatoio del pellet o provato a cambiare qualcosa ma non ho ottenuto nulla mi puoi aiutare? grazie in anticipo

  359. leo scrive:

    grazie mille x la risposta cat . è come dici tu il rotore struscia con la flangia di sostegno e fa rumore, che devo fare ? ho provato togliendo le 6 viti di tenuta a posizionarlo nuovamente ma fa lo stesso stridio .

  360. CAT Ravelli, MDB scrive:

    leo non sono le sei viti che sostengono la flangia alla chioccia che devi svitre, ma le tre viti che fissano il motore alla flangia.
    allentale un po e prova a muoverla per vedere dove ce attrito, metti un po di svitol dove pensi sia il problema.

  361. CAT Ravelli, MDB scrive:

    salv
    bisogna impostare il carico pellet e il turaggio giusti all’accensione, fai così:
    mantieni premuto il tasto 2 e 8 contemporaneamente per 4 secondi, visualizzerai Cocl, premi nuovamente il tasto 8, visualizzi 01 sulla stringa in alto e il valore in secondi su quella sotto, premi di nuovo il tasto 8 il valore lampeggia e con il tasto 5 o 6 porta il valore che lampeggia a 1,0, conferma di nuovo con 8, smette di lampeggiare, (abbiamo modificato il carico pellets.
    Poi il tasto 7 più volte fino che visualizzi di nuovo Cocl, tasto 5 o 6 per visualizzare Asp, confermi con 8, visualizzi 01 sulla stringa in alto e il valore velocita fumi su quella sotto, premi 8 e il valore lampeggia portalo a 42 con i tasti 5 o 6, conferma con 8 e premi 7 fino ad uscire completamente (abbiamo modificato l’aspirazione.
    prova e fammi sapere.

  362. CAT Ravelli, MDB scrive:

    salv
    Poi il tasto 7 più volte fino che visualizzi di nuovo Cocl, tasto 5 o 6 per visualizzare Asp (rettifico NO 5 o 6 ma 3 o 4)

  363. salv scrive:

    grazie cat provero subito
    invece per un manuale tecnico non si trova nulla?

  364. RAFFAELE scrive:

    posseggo una stufa Ravelli a pellet canalizzata RV 100 vorrei sapere se e’ possibile cambiare combustibile “nocciolino”e che tipo debbo fare alla stufa grazie

  365. RAFFAELE scrive:

    che tipo di modifica debbo fare alla stufa

  366. alex scrive:

    BASTA CON STE C…O DI RAVELLI AVETE ROTTO

  367. Omar scrive:

    Alex!!! Scusa un attimo!!!ma te lo ha ordinato il dottore a venire quá??

  368. salv scrive:

    Grazie Rav la cocl era a 0.8 asp invece era già a 42, sembra che sia andata bene perché ho visto pochissimo fumo nel serbatoio. Invece per rallentare la concl. per moderare il consumo quale valore devo modificare?

  369. cristina scrive:

    Ciao CAT….scusa ma sono stata assente..!! Sono Cristina Ravelli ERIKA 550…..ho ricevuto i tuoi parametri di fabbrica…..alcuni sono diversi te li mando così come sono impostati al momento.: PS. tra parentisi ti metto quelli di fabbrica kemi hai mandato.
    pr 3 cadenza pulizia 50……..( 60)
    pr 4 durata pulizia 25″………( 15 )
    pr 5 coclea avvio 0.8………….( 1.8)
    pr 6 coclea potenza 1 1.0…..( 1.8)
    PR7 coclea potenza 2. 1.4…..( 2.1 )
    pr8 cocleapotenza 3 1.7……(2.4)
    pr9 coclea potenza 4 2.1 …..(2.7 )
    pr10 coclea potenza 5 2.4……(3.0)
    pr13 soglia spegni 60°……..(45°)
    pr16 soglia fumi 2500 (2.150)
    pr17 velocita fumi avvio 2500.(2050)
    pr18 velocita fumi 1 2100 ( 1800)
    pr19 velocita fumi 2 2200 (1900)
    pr 20 velocita fumi 3 2300 ( 2000)
    pr 21velocita fumi 4 2450 (2100)
    pr22 velocita fumi 5 2700 ( 2150)
    pr23 velocita aria 1 1800 ( 1350)
    pr24 velocita aria 2 1900 (1450)
    pr 25 velocita aria 3 2100 (1555)
    pr26 velocita aria 4 2150 (1650)
    pr27velocita aria 5 2250 ( 1750)
    pr29 Asp-Fumi Pulizia 2800 (2400)
    pr30 coclea pulizia 1.4″ (1.1″)
    pr31 prerisc .candela 180° (150°)
    pr34 coclea accensione 1.0″ ( 2.5″)

    gli altri sono tutti ok……
    Attendo tua risposta urgente…..la stufa nn va proprio….dopo neanke un ora sono obbligata a spegnerla xke nn brucia il pellet e si riempie il braciere e continua a scendere…. Grazie CAT

  370. max scrive:

    cambiate stufa

  371. CAT Ravelli, MDB scrive:

    RAFFAELE sconsiglio nocciolino primo perche con i valori pellet uscirebbe fuori dal bracere prima di consumarsi, e modificandoli ( ritoccare completamente tutti i parametri con ripetute e infinite prove) la stufa si intaserebbe dopo 8 – 10 ore.

  372. CAT Ravelli, MDB scrive:

    salv basta abbassare le potenze, ma se vuoi veramente risparmiare devi installare il termostato ambiente (del tipo economico a rotella) attaccarlo alla stufa (morsetti rosso e nero) così da mandare in modula a temperatura ambiente e non a temperatura caloriferi.
    N.B. se monti il term. est. hai bisogno di termostato che funzioni al contrario di quello della caldaia a gas cioè, con contatto normalmente chiuso quando è spento e aperto quando e acceso (se lo dici al tuo l’elettricista capisce)

  373. CAT Ravelli, MDB scrive:

    cristina
    due sono le cose,
    1 non hai una erika 550, 2 chi te la tarata è un Asino.
    comunque i parametri erika 550 2008 sono questi, per ulteriore verifica perche ci sono 2 tipi di parametri 2008 (versione xx e versione 03), dovresti come fatto l’altra volta togliere corrente alla stufa, ridarla e subito leggere sul display che visualizzera l’anno e la versione.
    attendo notizie

  374. CAT Ravelli, MDB scrive:

    salv il manuale tecnico ce l’anno i tecnici!!!

  375. rc 120 fabio scrive:

    ciao Cat,
    ho ancora problemi di incrostazioni nel bracere e un dito di cenere tra bordo del bracere e parete dove scende il pellet..
    Accensione
    TF1 02,7 sec
    TF2 004 minuti
    TF31 1600rpm
    TF4 090 sec.
    TF5 015 C*
    TF6 100 C*
    TF7 090 C*
    Fiamma Presente
    TF8 01,4 sec
    TF9 006 min
    TF32 1800rpm
    Pulizia Braciere
    TF11 01,5 sec
    TF12 015 sec
    TF13 030 min
    TF14 2500 rpm
    Spegnimento
    TF15 050 C*
    Potenza 1
    TF16 01,5 sec
    TF17 01,15 m/s
    Potenza 2
    TF19 02,0 sec
    TF20 01,20m/s
    Potenza 3
    TF22 02,5 sec
    TF23 01,25 m/s
    Potenza 4
    TF25 03,0 sec
    TF26 01,30 m/s
    Potenza 5
    TF28 03,5 sec
    TF29 01,35 m/s
    Giri Estrattore
    TF33 1500rpm
    TF34 1600rpm
    TF35 1700rpm
    TF36 1800rpm
    TF37 1900rpm
    qualsiasi set che abbia provato non cambia quasi nulla..10h di lavoro mi sembra un tantino esagerato che sporchi cosi,hai qualche consiglio?
    grazie come sempre

  376. CAT Ravelli, MDB scrive:

    rc 120 fabio quando io faccio un qualsiasi intervento per problemi di intasamento, la prima cosa che guardo con stufa accesa a pot. 5 e il pellet nel bracere, per riconoscere se sta lavorando bene per non intasarsi qualche ora dopo e verificare che il pellet al suo interno fluttui, cioè si muova così da essere espulso quando consumato.
    se così non fosse manca il tiraggio e se i giri ventola sono alti rispetto a quelli impostati allora non è un problema di ingresso flusso ma e il fumo che ha difficoltà ad uscire.
    Altri fattori che incidono canche con stufa tarata bene sono:
    la stufa lavora a potenzi basse tipo modula 1 o 2.
    il pellet ha una pezzatura corta, questo incide per il 30% rispetto ad una lunga, cioè di pellet corto ne scende il 30% in più di quello lungo.
    un’altro fattore più raro ma spesso capitatomi e un flusso in entrata dal tubo fumi causato da un tiraggio inverso naturale dell’abitazione, te ne accorgi perche quando si spegne completamente la stufa dopo un po si sente un cattivo odore di fulligine.

  377. cristina scrive:

    Ciao CAT…..si..la stufa inserto è una ERIKA 550…..di questo sono sicura!!! a questo punto penso sia valido il tuo secondo..PUNTO.
    Sul palmare è scritto ECOTECK ECT 2008 BO x 03 BANCA 00
    Questo è quanto esce scritto dopo aver staccato e riattacato la spina.
    Dunque é questione di tarature sballate secondo te???
    Aspettocon ansia tue notizie…
    Grazie Cristina

  378. andrea scrive:

    Qualcuno conosce cosa premere per entrare nel menù tecnico di una stufa last calor sofia touch screen?

  379. rc 120 fabio scrive:

    Ciao Cat,
    guarda il pellet a potenza 5 si muove e vedo ogni tanto che salta fuori dal bracere piccoli pezzi incadescenti di pellet.. dal parametro originale il tecnico ha aumentato il pellet e il flusso, solo che prima non sporcava cosi tanto.. magari come dici tu ė a potenze basse che crea incrostazioni e bracere sporco. Quando si spegne odore assente.. mi consiglieresti di richiamare il tecnico??
    grassie

  380. FRANCO scrive:

    Ciao CAT RAVELLI,
    ora la stufa lavora bene ( solo problema rumore che penso di risolvere provvisoriamente abbassando la potenza, e bella manutenzione a fine stagione).
    Continuo pero’ ad avere delle mancate accensioni
    al di la’ del carico +/- e preriscaldamento basso, la velocita’ ventola deve essere alta o bassa?
    La mia e’ impostata su 1900 , ho paura che sia troppo alta e non mi alzi temp., puo’ essere?
    Grazie

  381. CAT Ravelli, MDB scrive:

    cristina si le tarature sono sballate e non di poco.
    allora la scheda della tua erika 550 e del 2009, ti invio i parametri e correggili, poi possiamo procedere se occorre ad aggiustamenti.
    PR01 MINUTI TIME-OUT 18
    PR02 MINUTI AVVIO 5
    PR03 CADENZA PULIZIA 60
    PR04 DURATA PULIZIA 20
    PR05 COCLEA AVVIO 1.8
    PR06 COCLEA POTENZA 1 1.8
    PR07 COCLEA POTENZA 2 2.1
    PR08 COCLEA POTENZA 3 2.4
    PR09 COCLEA POTENZA 4 2.7
    PR10 COCLEA POTENZA 5 3.0
    PR11 SOGLIA RIAVVIO 80
    PR12 SOGLIA NO PELLET 50
    PR13 SOGLIA SPEGNI S 45
    PR14 SOGLIA MASSIMA 250
    PR15 SOGLIA VENTOLA 80
    PR16 VELOCITA’ FUMI ACC 2100
    PR17 VELOCITA’ FUMI AVV 1950
    PR18 VELOCITA’ FUMI P 1 1800
    PR19 VELOCITA’ FUMI P 2 1900
    PR20 VELOCITA’ FUMI P 3 2000
    PR21 VELOCITA’ FUMI P 4 2100
    PR22 VELOCITA’ FUMI P 5 2150
    PR23 VELOCITA’ ARIA 1 135
    PR24 VELOCITA’ ARIA 2 145
    PR25 VELOCITA’ ARIA 3 155
    PR26 VELOCITA’ ARIA 4 165
    PR27 VELOCITA’ ARIA 5 175
    PR28 ABILITA CANDELA ON
    PR29 ASP-FUMI PULIZIA 2400
    PR30 COCLEA PULIZIA 1.3
    PR31 PRERISCALDO CANDELA 150
    PR32 CARICO MAX COCLEA 4
    PR33 DELTA FIAMMA 20
    PR34 COCLEA ACCENS 2.5
    PR35 RITARDO ALLARMI 60
    PR36 FREQUENZA xHZ 50
    PR37 GRADI °C
    PR38 BLACK OUT 40
    PR39 BLOCCO RIACCENS 3
    PR40 T-MINIMO SPEGNIM 5
    PR41 SOGLIA VENTOLA 2 120
    PR42 CONFORT CLIMA OFF
    PR43 VENTOLA 2 VEL – 1 -
    PR44 VENTOLA 2 VEL – 2 -
    PR45 VENTOLA 2 VEL – 3 -
    PR46 VENTOLA 2 VEL – 4 -
    PR47 VENTOLA 2 VEL – 5 -
    PR48 TIRAGGIO UTENTE ON
    Ciao.

  382. CAT Ravelli, MDB scrive:

    rc 120 fabio si potresti anche richiamare il tecnico, ma il problema non si verifica subito ma dopo 8 – 10 ore, il problema e sicuramente il troppo lavoro modula che tende a cristallizzare la fulligine che non esce fuori dal bracere.
    prova a tenerla invece che a 5 a potenza 3 o 4, andra piu di rado in modula e vedi come va.

  383. CAT Ravelli, MDB scrive:

    FRANCO devo capire se le mancate accensioni come sono, tipo la prima accens. non compare la fiamma ma il secondo tentativo si?, oppure parte sempre ma il pellet nel bracere si consuma in mezzo e intorno rimane integro creando un buco, oppure non parte ne al primo ne al secondo e quando togli il bracere nel foro e un po bruciacchiato?.
    fammi sapere

  384. cristina scrive:

    Grazie CAT…ma devo modificarli con la stufa in funzione???

  385. rc 120 fabio scrive:

    ok Cat Provo e ti faccio sapere grazie mille!

  386. CAT Ravelli, MDB scrive:

    cristina se spenta e meglio perche vedi anche come lavora in accensione.

  387. fabio scrive:

    o comprato una ravelli 120 rc mi viene fuori tiraggio insufficiente errore 13 o messo il tiraggio et non o risolto in problema ,la pulisco tutti i giorni cosa devo fare

  388. cristina scrive:

    ciao CAT……homesso i parametri che mi hai mandato…ma il problema nn è stato risolto purtroppo.
    Senti ma nn è ke dipende dalla canna fumaria? ti spiego il tubo della stufa è incanalato x metà nella canna fumaria del vecchio camino….cioè nn arriva sino alla fine della canna fumaria. Potrebbe essere questo il problema???

  389. FRANCO scrive:

    Ciao CAT, la stufa si accende con minima fiamma,si consuma il pellet vicino al foro di accensione,quello dalla parte opposto del bracere rimane integro e non salendo di temperatura di allarma. Ora ho provato ad aumentare la caduta a 2,1 e abbassare la ventilazione a 1600 invece che a 1900 come impistato.
    Sembrerebbe ok.
    Secondo te era l’aria.

  390. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina l’importante che la canna sia pulita TUTTA.
    il problema e quello che i fumi non escono liberamente nella stufa o nella canna fumaria, il problema lo avevi anche con i vecchi parametri (che mandavano la ventola fumi al massimo)
    se la canna e stata pulita bene la possiamo escludere dai problemi.
    resta la stufa, ai controllato il raccordo dove viene inserita l’uscita fumi stufa?, ti informo che alla base ce un portello apribile di ispezione per la sua pulizia.
    ai aperto il portello sul fianco destro e sinistro della stufa, poi con un martello battuto in prossimità così da far staccare incrostazioni solide?
    ai aspirato e infilato da bocchetta destra a bocchetta sinistra un tubo flessibile (io ho adattato una guaina di diametro 20mm al finale dell’aspirapolvere),
    ai aspirato all’interno del tubo da 50mm di aspirazione?,
    Il raschiatore (leva dove esce aria calda) entra ed esce per tutta la corsa?,
    SEAI VERIFICATO IL TUTTO prova ad escludere la canna fumaria (tenendo aperto lo sportellino di ispezione del T, oppure se e possibile tirando la stufa fuori quanto basta) accendi e vedi la differenza, se non si accumula e il pellet fluttua “Ok”
    N.B. puoi accelerare la ventola fumi per consumare più pellet premendo contemporaneamente il tasto 6 e 7 per 3 sec. dovresti leggere pellet e tiraggio, puoi abbassare il pellet a -5 e alzare il tiraggio a 2 , 3 o 5.

  391. CAT Ravelli, MDB scrive:

    FRANCO ok vedo che ai capito il meccanismo di accensione “bravo” ci sono molti cat che non l’anno ancora capito!!!!!!!!

  392. CAT Ravelli, MDB scrive:

    fabio abbassa il flusso.
    vai su menu utente, set pellet flusso, entra e abbassalo.
    questo allarme si verifica perchè alla stufa viene chiesto un valore flusso che la ventola fumi anche andando al massimo non riesce a soddisfare.
    prova ad abbassarlo di punti, falla lavorare 1 ora a potenza 5 e controlla su stato stufa la velocità della ventola fumi, se rientra nel valore di 1900- 2200 tutto ok se supera abbassa ancora.

  393. licia scrive:

    EDILKAMIN MODELLO ROSE ,questa mattina nel’accenderla invece di partire normalmente a fatto la fase di spegnimento causa ? grazie

  394. cristina scrive:

    ok….facciamo ulteriori verifiche e ti faccio sapere….grazie

  395. ulisse scrive:

    possiedo una stuffa a pellet ecotek snella del 2009,mi sta creando probblemi nel braciere dopo 4-5 ore devo spegnerla e pulire il braciere.
    quali sono i parametri da inpostare,attualmente sono pellet 0 -tiraggio 5.
    quale il codice di acesso e parametri.
    grazie ulisse (ve)

  396. ulisse scrive:

    dove posso trovare dei filmati della stuffa pellet ecotek sella (modifiche ricambi e manutenzioni ecc……grazie ulisse.

  397. nino scrive:

    il mio rv120 mi scrive Ricetta Off quando parte, che vuol dire ??

    grazzie

  398. CAT Ravelli, MDB scrive:

    ulisse i problemi che ti crea non sono risolvibili modificando qualche parametro, e stata mai fatta una manutenzione delle canne fumarie interne?.

  399. CAT Ravelli, MDB scrive:

    nino le ricette sono dei pacchetti con tarature già preimpostate per chi ha scarso o troppo tiraggio, impostando una di queste 5 ricette si modificano in blocco tiraggio e pellets per tutte le velocità.
    di rado vengono usati perche piu comodo modificare set flusso pellets.

  400. pietrpaolo scrive:

    cari amici io sono in possesso dei parametri della stufa( r120) ho controllato tutti iparametri e non tutti sono giusti solo che per essere modificati occorre sapere la passwrd e io non la so perciò se qualquno la sa potrebbe rivelarmel a. GRAZIEE

  401. francesco scrive:

    Cat ravelli non so se ti ricordi la mia stufa e una ravelli 135 idro rds ricordi avevo problemi di tiraggio insufficente….. da una settimana ho cambiato il pellett di legno e una settimana che non da piu errore wow adesso chiedo possibile che devo usare un tipo di pellett che mi costa 4,50 cmq grazie anche a te che mai dato i parametri giusti notato che in acenzione mi fa tanto fumo per 10 minuti poi basta ciaooooo

  402. francesco scrive:

    Pier paolo prova a9

  403. CAT Ravelli, MDB scrive:

    francesco
    di pellet ce ne sono tanti, di solito cambia poco tra uno o l’altro con le stesse caratteristiche, tante volte per risparmiare 10 – 20 centesimi che moltiplicato per 100 sacchi sono 10 – 20 euro ( risparmio non significativo) si acquista del pellet realizzato con legname di scarsa qualità con presenza di collanti o resine naturali che creano problemi di combustione.
    l’RDS se tarato bene permette di usare pellets di diverse case costruttrici senza alterare i parametri della stufa perche il debimetro regola la combustione in base all’intasamento del bracere purche il pellets che si cambia abbia le stesse o similari caratteristiche.
    per quanto riguarda il fumo in accensione stiamo parlando sempre di accendere legna! però i puo diminuire il fenomeno aumentando di 100 giri la ventola fui in accensione.
    Saluti

  404. francesco scrive:

    Cat ravelli ok aumento di 100 giri il pellett che prendevo 3,50 questo che non mi da problemi 4,50 un po tantino solitamente prendo 100 sacchi caspita ma scusami allora come mi stai dicendo non e tarata bene rds il debimetro se uso altro pellett dopo 4 5 ore mi da tiraggio insufficente….come devo fare a tararlo per altri tipi di pellett…. presumo i parametri che col pellett abete mi dava errore…..con questo legno errore neda eppure i parametri non li ho toccati non capisco

  405. Francesco scrive:

    Cat ravelli scusami affermazioni ho montato il termostato esterno a 22 gradi a 2 metri dalla stufa il term funziona bene la fiammetta sul termostato si accende arrivato a 22 gradi la fiammetta si spegne… il problema che la gradazione continua a salire ieri lo spenta alle 21 la stufa in casa cerano 25 gradi consigliami grazie

  406. CAT Ravelli, MDB scrive:

    se vedi che la stufa si intasa dopo 4-5 ore per regolare il tiraggio (+ flusso) bata entrare in menu utente , set flusso pellet, e aumenta il flusso di 1 o 2 punti, mi raccomando di tenere d’occhio i giri ventola su stato stufa l’importante e non farla avvicinare a 2600 giri (aumentando il flusso aumenti i giri ventola) perche potrebbe andarti in allarme flusso, se non basta abbassa il pellet almeno di 2-3 punti.
    per il termostato esterno:
    quando la fiamma scompare la stufa deve scrivere modula, e normale che un po continui a scaldare, questo dipende dal vigore della fiamma in modula che di solito dovrebbe essere bassa (fiammella), se invece non fosse così devi come detto in precedenza abbassare il carico pellet (set pellet) e si spiega anche perche si intasi dopo 4-5 ore.
    confermo RDS serve per autoregolare i giri ventola così da compensare l’intasamento del bracere ma se la caduta pellet e eccessiva il debimetro per far ciò mandera al massimo la ventola fumi con il rischio che non basti chiedendo ancora più tiraggio, ma sappiamo entrambi che la ventola non supera i 2700 giri minuto, e dopo 60 sec. va in allarme flusso.
    per prima cosa abbassa il carico pellet anche a -5 poi se non basta aumenta il flusso.

  407. Francesco scrive:

    Cat ravelli ok provo e ti faccio sapere x ora grazie

  408. Francesco scrive:

    Il mio problema che non riesco a entrare nel menù aria pellett mi dice acesso negato……. il pellett o alzato perché quando entrava in temperatura si faceva la fiammella subito dopo errore fiamma anomala lo alzato a 3,2 ma fidati il braciere non e tantissimo sporco aria passa….. la ventola fumi max 1200 e perfetta leggendo come dici

  409. Francesco scrive:

    Scusa la ventola varia da 2000 max 2300 m/s 3,20 + o _ mi bici m/s cosa significa grazie

  410. CAT Ravelli, MDB scrive:

    francesco se non riesci ad entrare in set pellet, probabilmente il parametro “tiraggio utente” non e messo in “ON” verifica.
    m\s e il valore d misura metri\secondo ingresso flusso (aspirazione)

  411. CAT Ravelli, MDB scrive:

    francesco <tiraggio utente si trova in parametri extra tf52

  412. cristina scrive:

    ciao CAT…sono Cristina della Ravelli ERIKA 550…..allora un tecnico ha fatto tutta la pulizia…tubature nuove….stufa pulita pezzo per pezzo..è stata smontata è pulita pure la conchiglia…xkè secondo lui poteva dipendere dalla conchiglia sporca….fatto tutto ciò…..il problema persiste……nn sappiamo piu ke fare….potrebbe essere problema di scheda madre?? oppure ……..????

  413. Francesco scrive:

    Ravelli scusami ma non so dove devo andare!!!!! tiraggio utente???????

  414. Francesco scrive:

    Ravelli ok non avevo capito sono andato a tiraggio utente é su on. Riprovato ma non entro in sett aria pellett.

  415. Francesco scrive:

    Ravelli ok non avevo capito

  416. Francesco scrive:

    Sono andato in tiraggio utente è su on. riprovato ma nulla non mi fa entrare! Son sicuro che è inpostato pellett 0 aria _ 1 ripeto con sto nuovo pellett la stufa va benissimo e un pochino caroooooooo sto pellett

  417. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco allora il problema perche ti fa accesso negato dipende dal software, il 2.04 fa di questi scherzi, due son le cose o lo fai aggiornare oppure cerca di entrare piu volte in set flusso pellet anche ripetutamente dopo un po si riesce.

  418. CAT Ravelli, MDB scrive:

    cristina conchiglia! spiegati meglio.
    visto che anche un cat non è riuscito a risolvere ti faccio alcune domande (stupide!!).
    nelle bocchette poste ai lati situate esternamente ci sono le guarnizioni? oppure ci avete rimesso il silicone?
    Afferrando il vetro con una mano messa all’interno e l’altra esterna il vetro si muove? cioè va su e giù ?
    A porta chiusa! se provi a spingerla contro la stufa va a chiudere ancora un po?.
    La maniglia è saldamente avvitata o si muove come svitata?
    Sè la porta e la maniglia chiuse serrano bene!, mentre la stufa lavora con bracere non troppo pieno, a potenza che non sia 1, se provi ad aprire (puoi farlo) nella fiamma noti molta o poca differenza?(vivacità fiamma)

    giustamente mi chiedi se non sia la scheda, ma se su stato stufa i giri ventola che ne dovrebbe avere 2000 o più ci sono! allora la scheda funziona.

    se mi permetto di dove sei?

  419. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Conchiglia = chioccia ventola “capito”

  420. cristina scrive:

    CAT…allora fatto i controlli….sportello maniglia tutto ok….se apro leggermente la fiamma diminuisce…..su stato stufa mi dice….2670…104° cloclea 0 stato 4,nella bocchette laterali….si mi sembra ci siano le guarniziaoni

  421. cristina scrive:

    sono di La Maddalena

  422. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina comunque se hai pulito tutto anche messa la canna nuova, allora il tuo tiraggio (aspirazione) aria che passa attraverso il bracere che incendia e consuma il pellets non è al 100 %.
    mi spiego: la tua stufa e del tipo aspirato qualsiasi portello, porta vetro, bocchette tu aprissi con la stufa in funzione non vedresti uscire fumo o calore ma verrebbe aspirata aria perche la ventola fumi si trova alla fine del giro fumi, estraendo fumo di conseguenza aspira aria per tutto il corpo stufa.
    per un buon funzionamento, nel bracere deve entrare tutta l’aria aspirata, viene consumato il pellet che scende e la fiamma e viva, se sulla stufa si apre una qualsiasi apertura come dicevo, porta, bocchetta ecc, vedi subito una fiamma molle tipo camino con conseguenza intasamento di pellet, perche non passa più il 100% di aria nel bracere ma viene diviso con la porta o bocchetta aperta.
    ecco perche quelle domande (stupide!!) perche hai qualche cosa di aperto o non chiuso bene, le sole aperture possibili nel corpo stufa sono:
    porta vetro, bocchette laterali esterne sinistra destra,
    IMPORTANTE cassetto ceneri che non chiude bene o guanizione rovinata o assente.

  423. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina
    controlla il cassetto ceneri , la ventola fumi e al massimo ANOMALO!

  424. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Cristina non ricordo se nel modello 2008 il cassetto ceneri cè.

  425. cristina scrive:

    ke devo fare x la ventola fumi se dici ke è anomalo??? il resto domani la farò controllare bene……la guarnizione porta cambiata la settimana scorsa

  426. cristina scrive:

    no nn c è il cassetto ceneri……

  427. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Dico che e anomalo (non intendo pericoloso) ma perche dovrebbe andare a 2200 – 2400 giri il cat te la fa andare al massimo per compensare la perdita in aspirazione che ti dicevo.
    il problema è risolvibile da un cat esperto mi spiace non essere delle tue parti e non poterti aiutare.
    nei casi estremi Io a stufa spenta ho tappato l’aspirazione, ho mandato la ventola al massimo togliendo e ridando corrente, in questo modo si accentua l’ingresso dell’aria nella perdita, in cerca della perdita con un cartoncino in precedenza acceso e subito spento per creare fumo , quando questo viene aspirato allora si è trovato la perdita in aspirazione.

  428. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Io 10 anni di Cat mai cambiate guarnizioni porta perche non si rovinano mai tranne in casi rari.

  429. cristina scrive:

    dunque nn è neanke problema di tarature…..io ci speravo!!Grazie cmq della tua disponibilita.

  430. luca scrive:

    cambiste marca di stufa edilkamin ok o k o k o k o k

  431. cristina scrive:

    cIAO cat…ABBIAMO TROVATO IL VETRO PICCOLO DELLA PORTA KE SI MUOVEVA,LO ABBIAMO SISTEMATO MA NN ABBIAMO RISOLTO IL PROBLEMA. aPRENDO LO SPORTELLO CON LA STUFA IN FUNZIONE,LA FIAMMA DIMINUISCE.IL TECNICO KE HA CERCATO DI SISTEMARE LA STUFA,HA DETTO KE IL PROBLEMA è DEL MOTORINO KE FA GIRARE LA CLOCLEA….XKè CON LA VELOCITà 1 IL TEMPOM GIRO DEL MOTORE DI 1 SECONDO…..OGNI 4 GIRI NORMALI IL SUCCESSIVO VENGONO FATTI CON UN TEMPO SUPERIORE…ED è PER QUESTO KE SCENDE TUTTO IL PELLET E NN GLI DA IL TEMPO DI BRUCIARE…è KE SECONDO LUI IL PROBLEMA è DELLA SCHEDA

  432. cristina scrive:

    MI SPIEGHI BENE COSA è L ASPIRAZIONE KE HAI TAPPATO QUALE SAREBBE?? E COSA DEVO FARE ESATTAMENTE???grAZIE cat

  433. cristina scrive:

    MA ESISTE LA ERIKA 650?? XKè DAGLI OPUSCULI LA PRESA D ARIA CAMBIA POSIZIONE DALLA 550…..LA MIA ALLORA DOVREBBE ESSERE UNA 650…..C è DIFFERENZA TRA LE DUE???

  434. martin scrive:

    Buonasera…
    Gentilissimo CAT Ravelli
    Da settembre del 2011 possiedo stufa pellet Ravelli Ilaria ecotec ect2008 air 03
    Il problema sorto da 2 settimane e riguarda il caricamento del pellet all’interno del braciere..
    In fase di accensione la troclea manda in modo continuo il pellet riempiendolo completamente.
    Si accende con un fumo e fiamme incredibile…Sono al punto che dovendo accenderla svuoto serbatoio del pellet e “regolo” manualmente la quantita del pellet….La coclea gira in modo continuato altri 2 min dopo avviamento della ventola dopo di che comincia a lavorare normalmente…posso regolare impostazioni del lavoro alla potenza 1,2,3,4,5 senza problemi. Insomma e possibile che sia un problema della scheda elettronica???
    Stasera arrivato un tecnico della CAT novara ma purtroppo non era in grado di sistemarla…non so a chi potrei rivolgermi…

  435. CAT Ravelli, MDB scrive:

    cristina
    erika550 o 650 non cambia.
    se il tuo cat ha verificato questa anomalia della scheda fattela cambiare provvisoriamente per verificare se e quello il problema.
    L’ASPIRAZIONE:
    La stufa a pellet ha un tubo diametro 50mq situato dietro, dove viene aspirata aria che passa attraverso il bracere e va ad incendiare il pellet.
    se per ipotesi chiudi il tubo aspirazione o la canna fumaria (che e la stella cosa) vedi la fiamma non piu vivace ma soffocata come quella di un camino
    adesso non so come è la fiamma della tua stufa ma se osservi attentamente i pellet nel bracere quando questo non è troppo pieno, vedrai i pellet diventati brace fluttuale e la polvere incandescente uscire fuori (dal bracere).
    se questo non avviene anche in presenza di poco pellet allora il flusso di aria (aspirazione) non basta, tu non puoi aumentarlo perche la ventola fumi che crea questa aspirazione e già al massimo.
    comunque verifica con il tuo cat fai sostituire la scheda (come prova) e vedi.
    ti informo che ai 2 anni di garanzia sia su la manodopera che sui pezzi di ricambio quali:
    ventola fumi
    ventola aria
    motorino coclea
    tutta l’elettronica
    sonde e termostati di sicurezza
    bracere (x deformazioni)
    tutti gli altri pezzo non sono compresi nella garanzia ammenoche non difettosi da subito.

  436. CAT Ravelli, MDB scrive:

    martin
    Stasera arrivato un tecnico della CAT novara ma purtroppo non era in grado di sistemarla…non so a chi potrei rivolgermi…SICURO FOSSE UN CAT RAVELLI?.
    ti dico che la tua stufa a differenza delle prime ravelli, e delle ultime carica in modo continuo in fase di accenione.
    perche ti dico che le prime e le ultime no! perche si sono accorti che caricando un po alla volta come nella fase di lavoro, la stufa si accende prima! fa meno fumo!.
    solo voglio capire se in precedenza in fase di accensione caricava un po alla volta oppure come adesso.
    in piu per capire il tipo di scheda che monta la tua stufa devi dirmi dando un’occhiata alla scheda madre, se vedi una lucina (led) di colore verde sempre accesa, cosi possiamo confrontare i parametri e correggerli.
    Saluti

  437. cristina scrive:

    nn ha verificato ke sia quella……è l unica cosa ke secondo lui nn va….mi ha parlato di un certo….TRIAC nn so se si dice cosi…ke regola il motorino della cloclea…la fiamma cambia se apro la porta….e nn me la cambia in prova,dovrei comprarla questa scheda

  438. CAT Ravelli, MDB scrive:

    cristina da quanti anni hai la stufa?
    il triak non regola la caduta ma e solo un relè, e il difetto che fa e solo rompersi e non far girare il motorino.
    se la fiamma cambia quando apri allora prova solo ad abbassare il pellet per tutte le potenze
    PR06 COCLEA POTENZA 1 1.3
    PR07 COCLEA POTENZA 2 1.5
    PR08 COCLEA POTENZA 3 1.8
    PR09 COCLEA POTENZA 4 2.1
    PR10 COCLEA POTENZA 5 2.3
    prova cosi vedrai che migliora. fammi sapere

  439. cristina scrive:

    ok……a stufa spenta o accesa?? cmq la stufa ha due anni….garanzia scaduta a novembre. GRazie

  440. cristina scrive:

    ora è impostata così.
    PR06 COCLEA POTENZA 1 1.1

    PR07 COCLEA POTENZA 2 1.4

    PR08 COCLEA POTENZA 3 1.7

    PR09 COCLEA POTENZA 4 2.1

    PR10 COCLEA POTENZA 5 2.4

  441. cristina scrive:

    E’ possibile che il tubo di aspirazione aria sia ostruito?? xkè è stato appoggiato un foglio fino e nn si sentiva nessuna aspirazione!!! ke nn sia questo il problema come posiamo isolvere??? GRAZIE CAT

  442. nino scrive:

    dove si deve andare per modificare le ricette raveli RV120
    Grazzie

  443. CAT Ravelli, MDB scrive:

    cristina E QUESTO IL PROBLEMA
    l’aria aspirata è la stessa aria che esce dalla canna fumaria.
    quando ai messo il foglio! nel bracere c’era molto pellets? , a che potenza l’avevi messa?l.
    se le risposte sono pellet nel bracere normale e potenza 3-4-5!
    allora l’ostruzione c’è 100%.
    Ti descrivo il percorso che questa aria aspirata fà:
    entra dal tubo sul retro che finisce sotto il bracere passa attraverso, sale fino ai tubi posti in alto, riscende verso il basso sia a destra che a sinistra (canne fumarie interne ispezionabili da i due coperchietti laterali), arriva alla ventola fumi, escono spinti sulla canna fumaria.
    Dove sarà l’ostruzione?…….
    Saluti

  444. CAT Ravelli, MDB scrive:

    nino
    perchè modificare le ricette?
    si puo fare hai bisono della password specifica, Io personalmente non ho mai usato le ricette, ci sono altri modi piu veloci per modificare la caduta pellet e il tiraggio.

  445. nino scrive:

    perche mi fa molto cenere nera
    come si puio fare per regolarlo bene et usare meno pellet.
    per me cade troppo pellet e sono gia al minimo
    grazzie

  446. CAT Ravelli, MDB scrive:

    nino per modificare la caduta pellet e il tiraggio basta andare su set aria pellet e aumentare il tiraggio o abbassare il pellet o entrambi

  447. martin scrive:

    Gentilissimo CAT Ravelli, MDB
    Precedentemente in fase di accensione caricava il pellet in modo intermittente…ogni 3-4 sec. Il braciere si riempiva di pellet ma accensione era abbastanza normale.
    In questi giorni la coclea all’accensione gira in modo continuo riempiendolo così tanto che successiva accensione riempie di fumo e fuoco interno della stufa…in fase di lavoro ho cercato di aumentare il parametro di tiraggio a +5 e carica del pellet a -5 per permettere alla stufa di smaltire eccesso del pellet…
    passando alla fase di lavoro tutto si normalizza…coclea funziona normalmente e stufa va benissimo…
    posso comunicare il numero seriale della stufa così riesce a risalire alle info riguardanti scheda madre montata dalla stufa in oggetto: A80362264
    ps tecnico ha ordinato la nuova scheda elettronica….
    cordiali saluti
    martin

  448. fFrancesco scrive:

    Cat ravelli. Il problema tiraggio insufficente risolto grazie a te ho cambiato il tipo di pellett austriaco costa un po di piu ma la stufa funziona meravigliosamente grazie ancora

  449. CAT Ravelli, MDB scrive:

    martin
    abbastanza strano che la scheda cambi modo di carico in accensione, strano che l’anomalia non continui anche in lavoro.
    La Ravelli ha concepito 2 modi di accensione, la prima riguardava le stufe costruite negli anni 2002-03-04-05 che caricavano il pellet ad intermittenza.
    poi hanno cambiato modo in quelle costruite nel 2006-07-08 che caricavano in modo continuo riempiendo il bracere e attendendo il comparire della fiamma per iniziare di nuovo a caricare m ad intermittenza.
    dal 2009 fino ad oggi si è tornati ali inizi, cioè anno constatato che il carico intermittente è migliore perche si accende prima e fa meno fumo.

    molto strano che la tua scheda non predisposta ad un carico continuo perchè non programmata così inizi a farlo.
    Ti chiedo : entrando nei parametri di fabbrica! (con password che trovi anche in questo blog ) sè nel parametro Pr 55 leggi “Accendi coclea” (es. 120 sec) allora la tua scheda carica in modo continuo.
    Se invece il Pr 55 non ce l’hai e la voce Accendi coclea sta sul Pr 34 con valore es. 2,5 sec. allora e programmata a caricare in modo intermittente.
    i modelli con carico intermittente il numero parametro non supera Pr48.
    per altri aiuti devi dirmi i modello, l’anno della scheda e la versione! trovi tutto togliendo corrente alla stufa e ridandola lo visualizza sul display.
    di tipologie schede ce ne sono tante (Microchip – Flash – RDS) con versioni aggiornate per gli anni di utilizzo.
    Saluti

  450. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco ;-)

  451. pier scrive:

    Buongiorno a tutti

    ho una ravelli Ecoteck Monica
    la stufa ha qualche hanno e non ho più il manuale e non riesco a eleiminare i parametri di accnsione e spegnimento che avevo memorizzato
    Qualcuno può aiutarmi?

    Grazie

    Pier

  452. CAT Ravelli, MDB scrive:

    pier per disabilitare l’accensione e lo spegnimento automatico devi entrare nel parametro “Day” e mettere in off, in questo modo non impostando il giorno, disabiliti il programma

  453. Paolo scrive:

    Salve Cat Ravelli sono il possessore del R1000 che aveva problemi di accensione di seguito la discussione:

    Paolo scrive:

    11 gennaio 2013 alle 12:36

    PER IL CAT Ravelli, MDB

    6 gennaio 2013 alle 22:01

    Paolo
    Quanti sacchi di pellet hai consumato da che ce l’hai?
    Circa 80 sacchi di din plus
    e stata mai fatta la pulizia annuale delle canne interne e esterne?
    Si una volta.
    La candeletta si trova al centro del portacandeletta?
    ad occhio mi sembra di si.
    Il bracere messo nella sua sede ha gioco dx e sx?
    Si ha del gioco circa 3/4 mm per parte.
    Il foro presente per l’accensione centra la candeletta?
    Mi sembra abbastanza centrato.
    <il set potenze non centrano nulla con l'accensione!!!

    CAT Ravelli, MDB scrive:

    11 gennaio 2013 alle 23:20

    Paolo si puo risolvere il problema in 2 modi:
    1 allargare il foro di accensione del cestello a 12-14 mm.
    2 modificare i parametri accensione, menù tarature fabrica, stringa accensione:

    Posso dire che ancora non ho allargato il foro della candeletta ed a volte ho qualche falsa partenza, in più si ostruisce spesso il cestello di cenere nera.
    Chiedo se possibile un riepilogo dei parametri std di accensione e pulizia del braciere in modo da riportare tutto allo std visto che il mio tecnico ci ha smanettato molto .
    Oppure se preferisce può mandarmi qualche file pdf o word con i parametri a questo indirizzo:paolomarini77@gmail.com

  454. cristina scrive:

    Ciao CAT RAVELLI…..allora abbiamo fatto il possibile….mio marito ci è entrato di compressore x poter pulire tutti i passaggi di aria..ma nn si è risolto il problema…..ho abbassato un pochino i parametri coclea…..guardando lo stato stufa mi da 2670 137° coclea 0 stato 4….! il braciere è filato potrebbe essere un problema questo?? nn scalda neanke tanto…..ke altro possiamo fare???

  455. pier scrive:

    grazie milla CAT .. tutto risolto .. era così semplice ehhe

  456. CAT Ravelli, MDB scrive:

    cristina
    (il bracere è filato) spiegati meglio!.
    137° sono i gradi camera di combustione, normalmente e tra i 150° e 190°.
    Non vorrei che il bracere si sia deformato non combaciando perfettamente con la base quando lo posizioni.
    Se come dici la canna fumaria e stata pulita, il T o raccordo pure, le canne interne, il tubo aspirazione, all’interno della ventola fumi anche, allora i passaggi fumo sono apposto.
    Il tiraggio o aspirazione che dovrebbe passare per il 100% prima nel bracere non lo fà, sicuramente l’aria aspirata dalla ventola fumi entra da qualche parte del percorso fumi.
    Le stufe Ravelli adottano un sistema per mantenere pulito il vetro che consiste nel aspirare aria attraverso due fori situati sul retro altezza del bracere, (guardando la stufa da dietro) , fori che di solito sono quadrati circa 2x2cm, uno sulla destra e uno a sinistra, se provi a chiuderli vedrai che la fiamma aumenta di vigore perche l’aria che entrava nel sistema che ti dicevo poi entrerà nel bracere aumentando il vigore della fiamma.
    questa è una prova per farti capire che piccole perdite che si verificano tante volte dal vetro, guarnizione porta perche non chiude bene, bocchette laterali, bracere col piano deformato, sono significative.

  457. martin scrive:

    Gentilissimo CAT Ravelli MDB
    La stufa in oggetto e la seguente:
    Ravelli Ilaria ecotec ect2008 air 03 (questa e la descrizione che compare dopo aver riacceso la stufa sul display)
    Il parametro di cui stava parlando “accensione coclea” si trova al numero pr 34 e segna 2.4”….stufa ha 48 parametri dunque la coclea dovrebbe caricare in modo intermittente…
    Ho notato che spegnendola e staccando dalla spina per almeno 1 ora alla successiva accensione coclea funziona in modo normale!!!???…intermittente….caricando comunque la quantità del pellet in eccesso per la successiva combustione..
    Mi sono permesso, leggendo sul forum, di modificare il parametro relativo al preriscaldamento della candela pr31 portandolo a 100 sec invece di 140sec e pr 32 car-max coclea da 05′ a 03′… in questo modo sembra che funzioni meglio…
    Sarei molto grato se potesse postare i parametri ottimali per questo genere di stufa..
    E possibile il reset della scheda staccando la corrente???
    Anomalie nel lavoro della coclea ho notato anche durante la fase di spegnimento..qualche volta durante la pulizia finale la coclea continuava a caricare il pellet!!! L’unico modo di fermarla era spegnerla con l’interruttore on/off…Si riacendeva pulizia finale ma la coclea no girava più…
    In attesa del Suo gentile riscontro porgo
    Cordiali saluti
    martin

    ….

  458. pier scrive:

    Ciao CAT Ravelli, MDB
    sempre per la mia bellissima Ecoteck Monica
    c’è la possibilità di rallentare la caduta del pellet?
    nell’ambiente dove la utilizzo arrivo alla temperatura ideale in poco tempo e anche quando è in posizione ECO ha sempre una bella fiamma che si alterna tra alti e bassi e scalda parecchio.
    Pensavo se cadessero meno pellets forse ci sarebbe una fiamma più bassa?
    mi ritrovo dopo una due/tre ore di accensione spesso di spegnerla per il gran caldo.
    Mi diresti come faccio ad entrare nel menu per regolare questo parametro?
    grazie Pier

  459. CAT Ravelli, MDB scrive:

    martin
    per caso la stufa è sotto gruppo di continuità? (quello usato per i PC),
    se è così le anomalie sono “normali” perche tali gruppi creano correnti alternate dalla batteria tampone interna con una forma d’onda sinusoidale diversa da quella alternata tradizionale (casa) creando disturbi alla scheda della stufa.

  460. CAT Ravelli, MDB scrive:

    pier
    non serve regolare il parametro, la Ravelli sul display vi ha messo a disposizione un set pellet.
    se la tua stufa sul display ha 7 tasti, devi premere contemporaneamente il tasto 6 e 7 per 2 secondi, sulla riga superiore visualizzi pellet, puoi diminuirlo premendo il tasto 4, ogni punto che togli sono 2-3 millesimi di secondo in meno giri coclea.
    Ogni volta che modifichi devi aspettare almeno 10 minuti per vedere i risultati.
    Nella riga inferiore leggi tiraggio, se aumenti farai bruciare più in fretta il pellet nel bracere (in pratica e come se abbassi il pellet) o viceversa.
    Ti consiglio di modificare prima la riga pellet e se non basta passare al tiraggio.
    Se la tua stufa ha 3 tasti, il set pellet tiraggio lo trovi sul menu utente ultima icona.
    Saluti

  461. robygom scrive:

    Cat ravelli, avrei qualche domanda sulla mia nuova r1000 appena sballata:

    -Non c’è il debimetro, è normale? Niente RDS quindi?
    -Sull’etichetta posteriore è riportato 8.5kw invece che 10.
    sempre sull’etichetta Rendimento 84%. A catalogo >87%. Mi devo preoccupare?
    -Il cavo che collega il display esterno è scollegato e su scheda della macchina ci sono due connettori compatibili. Dove lo collego?

    Grazie mille

  462. Clara scrive:

    Buonasera
    Posseggo una HRV 120 da circa 3 mesi . Andava male fino a qualche settimana
    fà , perchè montata male (cioè al posto di un termosifone).Dopo tante peripezie finalmente funziona alla grande. Ma ieri un primo segnale di allarme e appariva LINK. Ho staccato la presa e rimessa si è accesa. Non abbiamo potuto spegnarla dal display perchè non funziona più. Cosa è successo? Speriamo bene

  463. CAT Ravelli, MDB scrive:

    robygom
    se il debimetro che si trova nel tubo aspirazione non c’è allora e una versione precedente, uguale come resa.
    per i collegamenti ci pensa il CAT che deve farti la tarature e compilare la garanzia che in caso tu non lo chiami vai a perdere.

  464. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Ciao Clara appare LINK quando viene aggiornato il firmware sulla scheda, anomalo che lo segnali perche non è un allarme.
    il display non si accende perche l’aggiornamento “anomalo” non e stato completato.
    Contatta il CAT Autorizzato e fatti aggiornare la scheda e il display, ti ricordo che l’intervento e a carico della Ravelli .
    Saluta Vito

  465. Mario scrive:

    Ciao A tutti,
    Ho una ravelli HRB 160 da pochissimo tempo e purtroppo ho un po’ di problemi.
    In primo luogo la clochea e’ rumorosissima, specialmente dopo un paio d’ore di funzionamento.
    Il vetro si sporca moltissimo, dopo un’ora di funzionamento praticamente non si vede più niente. Sembra che sia la fiamma che per colpa del flusso di aria interno tocchi il vetro e lo opacizzi prima e lo annerisca subito dopo.
    Qualcuno mi puo’ dare indicazioni per migliorare la situazione?
    Ringrazio fin d’ora.
    mario

  466. robygom scrive:

    Cat ravelli,
    Ho contattato il mio cat di zona per la taratura iniziale e ho chiesto per il debimetro: mi dice che sugli inserti il debimetro non viene montato ma il sistema RDS é comunque funzionante.
    Mi devo fidare? A chi posso chiedere se non al mio cat di zona?

  467. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Mario la coclea diventa rumorosa perche vibrano le parti metalliche che coprono la stufa, i laterali oppure la griglia sul retro, prova a toccare con le mani quando questo avviene per capire qualesia, oppure smontare le pareti laterali cosi da vedere meglio.
    per il vetro, la combustione non è ottima, è stata collaudata da un tecnico Ravelli?.
    se si! puoi verificare che sul display ci sia una icona barrata da una x?

  468. CAT Ravelli, MDB scrive:

    robygom a me non mi è ancora capitato di collaudare un inserto 1000 ultima versione, ma l’RDS non potrebbe mai funzionare senza debimetro,.
    devi descrivere il tuo display, quanti tasti ha?, se togli corrente e la rimetti sul display compare la scritta RDS?

  469. robygom scrive:

    Display a 3 tasti.
    Non l’ho ancora accesa, aspetto il cat.
    Su scheda il connettore bianco é vuoto, non é quello del debimetro?

  470. CAT Ravelli, MDB scrive:

    robygom si, per vedere se il debimetro funziona basta accendere e spegnere subito, poi vai su stato stufa dal menu utente, sulla prima riga c’è un valore in m\s se è 0.00 allora non funziona.

  471. Mario scrive:

    Innanzi tutto CAT ravelli , grazie per la risposta.
    Nel menu nessuna icona e’ barrata con una X.
    e nel menu principale ci sono 5 icone: utente,impianto, tar.fabbrica,par.base,e regolazione rds.
    Niente X. Secondo te si può fare qualcosa?

  472. CAT Ravelli, MDB scrive:

    MARIO mi sono spiegato male!
    voglio capire se l’RDS ti e stato disabilitato, se e così sul display insieme a lavoro e temperature vedi un cerchio barrata con una x.
    se invece non la vedi allora stai andando con l’RDS.
    ti descrivo come dovresti vedere la fiamma:
    a LAVORO potenza 5 la fiamma deve essere alta tra i 15 e 20 cm, la cenere non deve essere nera, il pellet all’interno del bracere deve muoversi e anche fluttuare.
    se non è così puoi alzare il flusso andando su set aria pellet che trovi in menu utente, lo metti a +1 o2, controlla se c’è un miglioramento solo dopo 10-15 min.

  473. Mario scrive:

    Gentilissimo, detto così ho chiaro quello che dici. L’ rds e’ stato tarato perché dopo pochi giorni di funzionamento usciva il msg ” regolare rds”. Per cui confermo niente X. Solo una mia curiosità , ma di HRB 160 quante ne hanno vendute?

  474. CAT Ravelli, MDB scrive:

    di HRV160 tantissime

  475. Mario scrive:

    Parlavo di HRB 160, le conosci?

  476. CAT Ravelli, MDB scrive:

    HRB Hydro – Ravelli – Box, sono quelle ad incasso! meno vendute ma il concetto tecnico è quello.

  477. robygom scrive:

    Gentile cat ravelli:
    ho contattato la ravelli e chiesto informazioni per il debimetro mancante sulla r1000, con molta fatica ho parlato con un tecnico che mi ha confermato che gli inserti r1000 non hanno il debimetro, essendo nella struttura chiusa si surriscaldano e danno solo problemi.
    Mi dice che RDS funziona gestendo la combustione ecc ecc cmq, solo non vede il flusso di aria in ingresso.
    La potenza sull’etichetta (8.5kw) inoltre é quella di test al 93%.

  478. pier scrive:

    Cat Ravelli MDB buomgiorno
    ti scrivo sempre per la mia Ecoteck Monica
    il problema del tiraggio pellet non sono riuscito a risolverlo
    mi hai scritto
    “CAT Ravelli, MDB scrive:
    15 febbraio 2013 alle 23:41
    pier
    non serve regolare il parametro, la Ravelli sul display vi ha messo a disposizione un set pellet.
    se la tua stufa sul display ha 7 tasti, devi premere contemporaneamente il tasto 6 e 7 per 2 secondi, sulla riga superiore visualizzi pellet, puoi diminuirlo premendo il tasto 4, ogni punto che togli sono 2-3 millesimi di secondo in meno giri coclea.
    Ogni volta che modifichi devi aspettare almeno 10 minuti per vedere i risultati.
    Nella riga inferiore leggi tiraggio, se aumenti farai bruciare più in fretta il pellet nel bracere (in pratica e come se abbassi il pellet) o viceversa.
    Ti consiglio di modificare prima la riga pellet e se non basta passare al tiraggio.
    Se la tua stufa ha 3 tasti, il set pellet tiraggio lo trovi sul menu utente ultima icona.
    Saluti”

    il problema che la mia stufa MONICA forse è una versine vecchia
    ha un telecomando con 4 tasti; 2 per aumentare o dim. la temperatura e 2 per aum o dim. ventola
    sulla stufa invece ci sono gli stessi tasti a lato de dispaly ed uno centrale per accendere o spegnere la stufa
    per favore spiegami dove devo entrare per correggere il dato della caduta dei pellet perchè anche sul manuale che ho trovato in linea non lo trovo

    Grazie

    Pier

  479. pier scrive:

    Cat Ravelli MDB buomgiorno
    ti scrivo sempre per la mia Ecoteck Monica
    il problema del tiraggio pellet non sono riuscito a risolverlo
    mi hai scritto
    ” pier
    non serve regolare il parametro, la Ravelli sul display vi ha messo a disposizione un set pellet.
    se la tua stufa sul display ha 7 tasti, devi premere contemporaneamente il tasto 6 e 7 per 2 secondi, sulla riga superiore visualizzi pellet, puoi diminuirlo premendo il tasto 4, ogni punto che togli sono 2-3 millesimi di secondo in meno giri coclea.
    Ogni volta che modifichi devi aspettare almeno 10 minuti per vedere i risultati.
    Nella riga inferiore leggi tiraggio, se aumenti farai bruciare più in fretta il pellet nel bracere (in pratica e come se abbassi il pellet) o viceversa.
    Ti consiglio di modificare prima la riga pellet e se non basta passare al tiraggio.
    Se la tua stufa ha 3 tasti, il set pellet tiraggio lo trovi sul menu utente ultima icona.
    Saluti”

    il problema che la mia stufa MONICA forse è una versine vecchia
    ha un telecomando con 4 tasti; 2 per aumentare o dim. la temperatura e 2 per aum o dim. ventola
    sulla stufa invece ci sono gli stessi tasti a lato de dispaly ed uno centrale per accendere o spegnere la stufa
    per favore spiegami dove devo entrare per correggere il dato della caduta dei pellet perchè anche sul manuale che ho trovato in linea non lo trovo

    Grazie

    Pier

  480. Omar scrive:

    Salve CAT RAVELLI volevo un consiglio.Ho una stufa ravelli flavia e da quando ho cambiato tipo di pellet mi capita ogni tanto mancata accensione,ho controllato durante l accensione in effetti vedo che fa fatica a prendere fuoco in quanto il pellet vicino alla resistenza tenta ad incendiarsi ma con l aria che soffia da sotto dopo un pochettino si crea un vuoto e nn si accende più.Devo cambiare qualche parametro?? Ultima cosa: il software deve essere aggiornato se chiamo il cat devo pagarlo? La ringrazio!

  481. CAT Ravelli, MDB scrive:

    pier hai ragione la tua e una delle prime versioni.
    un po complicato da spiegare, proviamo!!
    Non hai a disposizioni ricette, set pellet ecc. devi entrare nei parametri.
    premi il tasto temperatura per 1 secondo, sul display scrive SET, subito dopo mantieni premuto il tasto accensione per 3 secondi, visualizzi il giorno attuale “DAY” premi piu volte il tasto accensione fino a visualizzare sul display sotto “00″, poi con i tasti + o – devi immettere il codice CAT (che sanno ormai tutti) e poi confermi con il tasto accensione, sei entrato nei parametri, sulla stringa sopra trovi il parametro “Pr” e sotto il valore.
    per diminuire il pellet per la potenza 1 il Parametro da abbassare e il Pr06, per pot2 e il Pr07 e cosi via fino al Pr10 che e la potenza 5, (N.B. i valori Pr sono espressi in secondi ) es. se su Pr10 trovi 2.0 significa che la coclea gira per 2 secondi, cerca di non abbassare piu di 1 secondo, se non ti basta allora devi aumentare i giri ventola fumi.
    Un consiglio, se abbassi il Pr10 pot.5 es. di mezzo secondo, devi abbassare anche i valori delle altre potenze.
    Per alzare il tiraggio i Pr per la pot5 e il Pr22, per la pot.4 Pr21, fino a pot.1 Pr18.
    spero sia stato chiaro.

  482. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar
    se il pellet si accende, ma l’aria espelle il pellet acceso, creando un buco, allora devi abbassare sulla stringa accensione il valore tiraggio\flusso di 100 giri.
    per quanto riguarda il firmware, se la stufa ha dei problemi di malfunzionamento, allora l’aggioramento e in garanzia (sempre che non abbia superato 2 anni dall’accensione del CAT, pero tieni conto che fatto l’aggiornamento vanno persi tutte le modifiche di tarature e crono.
    La miglioria apportata al nuovo firmware e solo sull’accensione in quanto non utilizza l’RDS.

  483. CAT Ravelli, MDB scrive:

    robygom sicuramente è così, per quanto mi riguarda ho collaudato inserti senza RDS e con display vecchio tipo.
    E vero il debimetro ha dei malfunzionamenti non solo per lo sporco ma soprattutto se aspira aria calda, questo non solo per le stufe Ravelli.

  484. bubino scrive:

    Scusami CAT RAVELLI,ma non trovo in accensione tiraggio flusso,ma tiraggio fumi che è a 1600!

  485. pier scrive:

    grazie cat… stasera provo.. che divertimento ahahah poi ti dico cmq grazie per ora

  486. mara scrive:

    Peccato che non ci sia un cat Edilkamin che ti dia tutti questi parametri e password per accedere ai vari parametri

  487. Omar scrive:

    Cat ravelli è vero che la stufa con sistema rds senza canna fumaria non rende come dovrebbe?

  488. CAT Ravelli, MDB scrive:

    bubino SPIEGATI MEGLIO!!

  489. CAT Ravelli, MDB scrive:

    mara
    bisogna dare una mano quando sono piccoli problemi, il cliente acquista un prodotto (che costa) e deve funzionare.

  490. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar chi te la detto? “solo per curiosità”
    Il sistema RDS non è altro che una lettura del flusso di aria in ingresso tramite un sensore (debimetro) prima di entrare e creare combustione nel bracere.
    Una volta tarata BENE non glie ne puo fregar di meno che la canna sia lunga o corta, perche il sistema ha il compito di garantire un ingresso di aria contante in base all’intasamento del bracere, che della canna, o della stufa.
    se uno dei fattori sopra citati variano l’ingresso del flusso, allora il sistema RDS per compensare la perdita aumenta i giri ventola fumi fino a chè il flusso ritorni nella norma.
    Quando si verifica ALLARME MANCA FLUSSO è perche il sistema RDS per compensare la perdita si flusso come dicevo sopra, accelera la ventola al massimo, fatto questo non riesce lo stesso ad arrivare al flusso ideale va in allarme.
    Saluti

  491. Omar scrive:

    Salve cat ravelli. Me l ha detto il cat ravelli di zona.avendo chiesto un preventivo di una canna fumaria1200 euro tubi e installazione…AMMAZZA quanto costa!! Ha visto che ho fatto lo scarico diretto cioê un tubo fuori dal muro. Mi ha detto che nn ê l ideale perché la stufa nn funziona come dovrebbe e scalda di meno! Bo! Mi son chiesto cosa centra!!Allacciandomi a quello che mi avevi detto tu a riguardo ad abbassare di 100 il flusso all acc. Come fo

  492. Domenico scrive:

    Ciao cat ravelli ho una ecoteck lisa del 2007.
    primo problema:errore ventola.chiamo la ecoteck spiego il problema mi spediscono la ventola estrazione fumi.la monto stesso problema.li richiamo mi dicono che si tratta della scheda.rispedisco la ventola mi rimandano la scheda.scheda arrivata manca il microprocessore che mi dicono non serva in quanto e’ una scheda del nuovo modello ma compatibile con la mia.Collego il tutto ma il display si accende solo la luce non viene fuori nessuna scritta quindi la stufa non parte.adesso anche se rimonto la mia vecchia scheda mi da lo stesso problema cioe’ solo la luce del dsplay si accende.Ho ordinato anche il display ma niente.cosa puo’ essere?devo fare qualcosa dopo avere collegato tutti i cablaggi.

  493. Roberto scrive:

    Faccio una domanda, ma qualcuno In passato ha avuto problemi di comunicazione e/o assistenza direttamente con la ditta Ravelli?

  494. Mario scrive:

    CAT Ravelli, MDB ciao
    Qualche giorno fa mi hai detto che
    HRB Hydro – Ravelli – Box, sono quelle ad incassomeno ma il concetto tecnico è quello delle Hrv. Mi sapresti allora Spiegare questa cosa: la stufa si accende regolare, in seguito a temp. Raggiunta va in eco e poi si spegne per poi riaccendersi quando vine soddisfatta la condizione del delta temp.
    A questo punto, sento il pellet scendere per il carico e poi esce l’allarme 04.
    E la stufa non si spegne di nuovo. Se provo la riaccensione manuale la stufa riparte. Cosa mi sai dire in merito. Qual’e il tuo consiglio?
    Grazie

  495. Lorena scrive:

    Gentile Cat Ravelli…..comincio ad odiare la mia stufa a pellett Ecoteck mod. Francesca del 2005 (colore esterno rosso scuro e pareti interne lisce)…. Dopo lo stacco della corrente causa neve ha cominciato ad andare in allarme in accensione di nuovo come 1 mese fa….peró la facevo ripartire e andava….poi nn sempre! Stamattina morta completa!!!! Ho notato che non si accende la resistenza che scalda il cestello……che sia quella andata??? O che si tratti ancora di parametri? Grazie mille!!!! Lorena

  496. Roberto scrive:

    Ragazzi ho sentito e letto su altri blog di un sacco di gente scontenta dell’ assistenza ravelli , con anche tante lettere e qualche avvocato tirato in mezzo.
    Qualcuno di voi c’e passato o a sentito questi fatti ?

  497. Roberto scrive:

    …….un estratto da un blog trovato in rete

    Ciao a tutti,anche io ho avuto gli stessi problemi,ho risolto il problema mettendo la stufa in garage.Poi un amico mi ha consigliato una marca di stufe prodotte artigianalmente a reggio emilia,italflame,ora vivo bene.
    Farò causa alla ravelli.

    lory (2011-07-02 11:11:13)

  498. Roberto scrive:

    Boh!!!

  499. Roberto scrive:

    …….

    Salve a tutti Signori,
    io ho risolto i miei problemi con le stufe Ravelli che davano tiraggio inf. cambiandole con prodotti Nordica.
    Devo pubblicamente ringraziare il mio amico Marco D. che mi ha fatto scoprire i prodotti Nordica, che sono molto piu semplici da usare, anche per me che non sono più giovane.

    Penso che ormai chiedere che una stufa che faccia il proprio dovere senza diventare matto a leggere scritte microscopiche sia una cosa difficela da trovare nelle stufe di oggi.

    Per fortuna ci sono ancora ditte che mettono al primo posto la semplicità e l’affidabilità perche il cliente non è un pollo da spennare.

    Vi auguro una buona serata

    Sig. Alfonso (2012-03-08 22:42:21)

  500. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar

    set aria pellet, metti un punto in meno sul flusso.

  501. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Domenico per caso hai tolto e rimesso il microprocessore sulla tua vecchia scheda? se e cosi non sono entrati tutti i pin sulla base.
    la scheda che ti hanno mandato, quando l’hai sostituita e provata si era accesa un led verde? o anche questa presenta un microchip?.

  502. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Roberto la Ravelli NON comunica con i clienti per questioni tecniche per malfunzionamenti o presunti guasti, perchè ha parco tecnico su tutto il territorio, e quando lo ha fatto i problemi sono peggiorati perche un problema ha più cause, talvolta già e difficile la soluzione di un problema tra il cat e tecnici Ravelli figuriamoci tra cliente e l’Azienda.

  503. Domenico scrive:

    si cat ho tolto e rimesso il microprocessore ed ho rotto anche dei denti ma nella scheda nuova non ci andava ma ho provato a metterlo lo stesso e non funziona.dopop queste procedure mi hanno mandato un’altra scheda sempre senza microprocessore ma stessproblema.allora abbiamo pensato che si poteva essere bruciato il display.sostituito ma stesso problema.led sulla scheda nuova non ne ho visti

  504. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Mario Allarme 04 (ESTRATTORE GUASTO) , la ventola fumi ha incorporato un encoder che legge i giri al minuto, quando si verifica l’allarme non sentendo la ventola girare allora si è bloccata, se invece si verifica e la ventola gira, allora il cablaggio o spinotto del cavetto encoder non è inserito bene nella scheda, basta controllare il collegamento.
    quando si ha questo allarme e si vuole verificare che la scheda legga i giri ventola basta entrare in stato stufa, se il valore giri e 0000 oppure inferiore a quello programmato per l’accensione o spegnimento la scheda non rileva correttamente.

  505. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Domenico se nella nuova scheda c’è l’alloggiamento per il microchip va messo, perche senno rimane una scheda vuota senza dati.
    bisogna inserirla con tutti i pin, e non capovolta.
    il display no si brucia, e solo che non legge nessun dato perche il microchip non è inserito bene

  506. Domenico scrive:

    mi avevano detto di non inserire il microcip perche’ la scheda e’ quella del modello nuovo e non ci andava.cmq c’e’ l’allogiamento.allora cosa mi consigli..di farmi mandare il microprocessore?ormai il mio ha 4 denti rotti.si puo’ riparare?(e da ottobre che vado dietro a tutto questo).

  507. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Roberto avrai letto in qualche blog di lamentele per le Ravelli o altre, non per difendere nessuno però molti possessori di stufe molto spesso non chiamano i CAT per prime accensioni e tantomeno per manutenzioni.
    Io non sono Ravelli “magari” ma ti posso dire con esperienza perche manutenziono anche altre marche, ti dico che sono tutte uguali come sistema, spesso il cliente capita con un CAT incompetente, oppure installata alla menopeggio.

  508. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Domenico le schede sono di 3 tipi:
    Microchip dove presenta un alloggiamento e quindi va inserita.
    Flash done non c’è più il microprocessore ma presenta un led verde, sono schede per modelli successivi al 2008, che può essere anche usata per la tua.
    RDS scheda ultima generazuione che non presenta ne il microp. ne il led, può essere utilizzata solo per i modelli fine 2010 in poi.
    Non sò chi ti ha detto che il microp non va inserito, ma non è cosi.
    fattelo mandare meglio quello del 2008, vi sono alcune migliorie per l’impostazione set aria pellet, e l’accensione viene migliorata, andrebbero rimessi i parametri 2008, fatti inviare anche questi, se non te li danno fammi sapere.
    Saluti

  509. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Lorena la candeletta è come una lampadina, cioè ha una resisteza all’interno che si può bruciare nel primo anno, dopo 5, o 10, non si può sapere i motivi sono legati alle accensioni eseguite, alla tenzione, ecc.
    preova ad accenderla dopo 1 minuto prova a toccarla se e completamente frdda allora e andata.
    Ps io ho avuto una identica e andata sempre bene, cambiata 1 volta candeletta e basta.
    i parametri come ti ho suggerito vanno bene?

  510. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Roberto tu dici che nei blog ci sono molte lamentele x Ravelli, prova a cliccare su HOME di questo blog, vedi quante altre lamentele riguardo altre marche ci sono, questo per ribadire che le cause sono tante.

  511. Domenico scrive:

    Grazie cat

    Nel mio caso presenta l’allooggiamento e non riesco a vedere il led.quindi domani ordino il microprocessore.ti faccio sapere appena arriva.intanto grazie e buona serata

  512. Lorena scrive:

    Gentile Cat Ravelli….la stufa andava benissimo….nn aveva più avuto problemi… La candeletta é completamente fredda…quindi credo sia andata… Domani mattina chiamo subito il tecnico di zona. La ringrazio per la sua disponibilità. Cordiali saluti.
    Lorena

  513. Omar scrive:

    Grazie cat ravelli!!

  514. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Lorena solo perche ti chiami come mia Sorella! ;-) scherzo….

  515. kelii scrive:

    SI, ho cercato diverse volte di comunicare con la Ravelli attraverso email vista la scarsa assistenza da parte del CAT di zona e ho ricevuto 1 risposta su 5, provando a cambiare indirizzo mail da cui li contatto ricevo risposta, se vedono che scrive la stessa persona non rispondono più oltre alla prima volta…ho notato questo, ho da pochi mesi la Ravelli Holly e mi son trovato da subito in difficoltà sia con l’uso della stufa, con l’incompresione del manuale che spiega ben poco (lo ha ammesso anche il CAT di zona) e con alcune parti meccaniche già rotte dopo 2 mesi, sostituite in garanzia….

  516. Mario scrive:

    Allarme 04 (ESTRATTORE GUASTO) , posso controllare io il collegamento?
    Se e’ come dici tu cat ravelli, perché l’accensione in manuale o da timer avviene, mentre invece l’allarme 04 esce solo quando deve riaccendersi dopo l’ecostop? Mi sono spiegato? Puoi darmi un aiuto ?
    Grazie

  517. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Mario può essere che quando il corpo stufa si scalda i serraggi dei collegamenti si allentano!.
    prova a controllare se sul display appaiono i giri e quanti ne fà della ventola fumi alla riaccensione in eco stop.

  518. Paolo scrive:

    Io ho un Ravelli R1000 e che dire…… non và male dopo aver ascoltato i consigli del CAT su questo forum tuttavia ancora ho qualche problema quando lavora in modulazione ,dopo circa 3 ore il cestello si riempe di pellet ed allo spengnimento rimane molto residuo nel cestello , ho notato inoltre fiamma molto lenta dopo queste ore .
    Il problema svanisce disabilitando il debimetro.
    CAT aiutami ancora ,che faccio abilito il debimetro e cambio i parametri e lo disabilito?

  519. Domenico scrive:

    Ciao CAT microcip arrivato.inserito finalmente funziona.
    gli avevo chiesto anche i parametri come tu mi avevi detto ma mi hanno detto che sono gia’ all’interno del cip.
    accendo la stufa e mi carica il triplo del pellet che mi serve poi mi sono messo ad entrare nel menu’ con a9 e cambiare alcuni parametri ma mi sa che ho pefggiorato tutto adesso non mi butta il pellet. hai la chiave per ripristinare i dati di fabrica?rieci a darmi i parametri.grazie domenico

  520. Massimiliano scrive:

    CAT Ravelli mdb, su mia stufa holly canalizzabile,le riporto i valori che sono molto aleatori:
    %pellet =1
    %aria=0
    FIAMMA= 10 ~ 25cm
    m/s=1,15 ~ 1,27
    g/ventola =1560 ~ 2060

    grazie anticipate , i suoi colleghi non sono cosi disponibili e economici

  521. Omar scrive:

    Cat ravelli nella stufa ravelli flavia canalizzata e possibile quando si accende la stufa far partire le ventole del riscaldamento un pó prima?

  522. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Paolo NO non disabilitare il debimetro, devi solo aumentare il flusso nel parametro TF17, aumentalo di mezzo punto.

  523. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Domenico è vero che i parametri sono all’interno del chip, ma quando si sostituisce, bisogna ricontrollarli uno ad uno perchè il display non si autoconfigura al chip.
    devi dirmi che hanno compare sul display quando dai corrente alla stufa!
    appena me lo comunichi ti invio i parametro per l’anno del chip.
    Saluti

  524. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar, si.
    pero l’aria non è calda come deve essere.

  525. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano grazie del complimento, quando posso do una mano.
    i valori che hai riportato sembrano apposto, che problema ha la tua stufa?.
    i valori che scrivi sono ricopiati quando la stufa e in potenza 5 ?.

  526. Domenico scrive:

    quando do corrente alla stufa mi viene fuori ecoteck aria v3 ed inizia a fare la pulizia finale per qualche secondo(ma perche’ ho toccato io qualcosa)

    c’e’ un’altro modo per rilevare l’anno.vuoi il codice che mi hanno messo in fattura?

  527. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Domenico prova a leggere l’etichetta attaccata sopra al chip dovrebbe riportare l’anno.

  528. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Domenico se puoi darmi anche la mail ti invio i parametri.

  529. Domenico scrive:

    ECO_ENC_6
    05/02/2013

  530. Domenico scrive:

    s c a n i a 8 2 @ h o t m a i l . i t

  531. Domenico scrive:

    tutto unito

  532. CAT Ravelli, MDB scrive:

    domenico parametri inviati

  533. Domenico scrive:

    grazie cat installati accesa e parte che e’ una bellezza.adesso gli do dentro un po di giorni e ti faro’ sapere.grazie grazie grazie.ciao

  534. xxx scrive:

    chi sa darmi i parametri della stufa snella

  535. Massimiliano scrive:

    si Cat ravelli con potenza 5 , la stufa da tiraggio insufficente di tanto in tanto e ogni volta che la pulisco 2gg circa, fa odore

  536. Antonio scrive:

    Ciao CAT RAVELLI, ho da poco acquistato un inserto R1000 sprovvisto di debimetro, ho chiesto come mai e mi è stato risposto dalla RAVELLI, che non viene montano più in quanto da prove pratiche e di laboratorio hanno stabilito che no va bene negli inserti. Cosa mi dici? ne eri a conoscienza?
    Grazie

  537. Omar scrive:

    Salve cat ravelli volevo sapere nella stfa ravelli flavia qual é il settaggio da modificare per ritardare la caduta pellet durante l accensione praticamente quando si accende la fiamma dopo poco inizia a far cadere il pellet ma nel bracere c è ne ancora molto incombusto

  538. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano per risolvere il problema tiraggio insufficiente, prova ad abbassare il flusso nel set aria pellet del tuo menù utente, abbassalo di 1 o 2 punti.
    i cattivi odori non provengono dal corpo stufa, perche qualsiasi presunta piccola perdita da lì non uscirebbe fumo in quanto la stufa lavora in aspirazione.
    il cattivo odore di fuliggine che senti di solito si presenta quando c’è una perdita sulla canna fumaria in prossimità dell’attacco stufa, la perdita di fumo o fuliggine viene aspirata sul retro della stufa dalla ventola ambiente, e fa sembrare che l’odore provenga dall’interno.

  539. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Antonio si il debimetro negli inserti causa letture di flusso errate in quanto pesca aria polverosa e più calda rispetto ad una stufa tradizionale.

  540. CAT Ravelli, MDB scrive:

    .

  541. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar prova ad alzare di 5° il delta che trovi sula stringa accensione.

  542. Massimiliano scrive:

    Cat Ravelli MDB infatti è cosi , mi son messo li ho trafficato tutta la mattina mi sono accorto che è come dici, il problema è che c’e la guarnizione frà tubo e imbocco stufa come del resto in tutte le giunzioni perchè perde?( il suo collega non se n’era accorto raccomandi di dirlo a tutti quando vi riunite, perchè lui mi diceva che non è mai successo), ho messo pellet -1 aria +1 ora vediamo se da ancora tiraggio ins. grazie

  543. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano quando si montano i tubi bisogna stare attenti a non far accartocciare in dentro le guarnizioni, un sistema per evitare ciò è lubrificare la guarnizione prima di innestare.
    “Riunirci e dirlo a tutti!!!!” La Ravelli IMPONE a tutti i CAT di partecipare a incontri tecnici tutti gli anni, per aggiornare sulle nuove tecnologie e per condividere esperienze, molti snobbano l’invito e la maggior parte sono rivenditori che fanno auto assistenza.
    Il mio non è un vanto, ma riuscire a capire il tuo problema a distanza mentre un mio collega al contrario a fatto un sopralluogo, fa capire non che io sia un Medium, ma che bisogna aggiornarsi di continuo e non avere la presunzione di sapere tutto.
    Il tuo problema tiraggio insufficente dovresti risolverlo come ti ho detto, se si verifica di nuovo c’è una procedura da eseguire.
    Saluti

  544. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano hai scritto : non va bene devi abbassare l’aria non aumentarla.
    metti aria a -1

  545. Massimiliano scrive:

    cat ravelli, il pellet a che valore va impostato?

  546. luca scrive:

    Peccato che non ci sia un cat Edilkamin che ti di questi consigli la mia prossima stufa sarà Ravelli

  547. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano rimettilo a 0

  548. Massimiliano scrive:

    Cat Ravelli , peccato che ora si è messa a fare molto fumo in accensione e il bracere si riempie al colmo quasi a ingolfarsi!

  549. Massimiliano scrive:

    inoltre la ventola ariacalda canalizzazioni non parte subito come prima

  550. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano se vedi che carica troppo pellet in accendi, vai sulla stringa accensione che trovi su menu tarature, e abbassa il parametro carica pellet, il numero dopo la virgola di 2 punti

  551. Massimiliano scrive:

    Cat Ravelli Mdb , mi ha nuovamente dato tiraggio insufficente, mi da l’impressione inoltre che la guarnizione sia ben inserita nel tubo d’ingresso, a questo punto proverò a cambiarla perchè stranamente trafila fumo iniziale e poi smette e inoltre ho ripreso a utilizzare pellet di prima visto che non mi sembrava questo problema grazie

  552. Domenico scrive:

    Ciao CAT devo dirti che tutto ok.la stufa va bene e ringraziarti ancora.

  553. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano se il tiraggio insufficiente persiste, possiamo se vuoi fare la procedura di taratura che ti dicevo , così da risolvere i problema e aggiustare una combustione “ottima”, si tratta di entrare nei parametri Cat, se sai come si fa e vuoi procedere son qui. Saluti

  554. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Domenico ;-)

  555. Christian scrive:

    Ciao a tutti ho una stufa modello Holly/rc120 e mi appare la scritta servis … Penso voglia dire che devo resettare le ora di lavoro … Ho chiamato il tecnico e dopo lungo tempo non si fatto vedere … Se non reietto non riesco affare partire la stufa con i programmi orari :-(
    Qualcuno mi può spiegare come resettare ? Premetto che ho pulito la stufa e il tiraggio e buono … Grazie mille

  556. stefano scrive:

    ciao a tutti
    ha una ravelli rc 120
    da poco mi hanno sostituito il display in garanzia, e non riesco più a inserire il codice a9. ho solo numeri da 00 a 99. come posso fare?
    grazie
    stefano

  557. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Christian il simbolo service ti avvisa che è ora di fare pulizia tecnica alla stufa.
    di solito si chiama il tecnico, dici di averla fatta Tu, forse e per questo che il Cat non è venuto.
    comunque l’avviso service non disabilita alcuna funzione della stufa “e solo un avviso”.
    se la stufa non si accende piu in automatico probabilmente l’hai disabilitata.
    controlla che sul programma Orologio ci sia la spunta sul riquadro in basso On\Off, quando il crono e abilitato sul display in visualizzazione lavoro l’icona orologio diventa una sveglia .

  558. CAT Ravelli, MDB scrive:

    stefano è strano! forse non stai entrando sull’icona tarature di fabbrica!

  559. Christian scrive:

    Ciao il tecnico essendo in una zona disagiata mi a spiegato come fare la pulizia pero non mi a detto di questo problema … Non centra quindi resettare le ore di lavoro ? Il simbolo della sveglia e presente sul display ma non si avvia in automatico .. Emette dei suoni e non esegue la procedura di avvio … Grazie mille in anticipo ..

  560. stefano scrive:

    ho trovato la risposta alla mia domanda……
    bisogna tenere premuto il pulsante sino a che passa 99,poi inizia con a1-a2-a3 ecc.
    stefano

  561. Massimiliano scrive:

    cat ravelli, voglio fare la procedura pero ho bisongo del tuo aiuto grazie. se i tecnici della zona non vengono a chi mi devo rivogere?

  562. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano LE PROCEDURE SI POSSONO FARE IN DUE I MODI :
    1° tarando RDS con Password apposita, non è il caso perche dicendo la psw e non sapendo come tarare al meglio succederebbe un casino per te e per gli altri utenti, La seconda a uguale risultato soltanto che la scritta Tarare RDS non andrebbe via apparendo ogni volta che accendi in manuale, “ininfluente per il funzionamento” .
    PROCEDURA:
    Accendi la stufa a potenza max, alza i gradi per non mandarla in modula.
    Dopo 30 minuti entri in tarature fabbrica, stringa debimetro, entri e metti in off.
    A questo punto la stufa lavora senza RDS non autogestendo il tiraggio, che a questo punto spetta a te trovare il setup migliore.
    Vai su menu utente, icona aria pellet, per adesso non toccare il pellet ma modificando il flusso in + o – cerca di ottenere una fiamma vivace di altezza 15 – 20 cm, ricorda alzando il flusso si abbassa la fiamma e viceversa.
    Ogni volta che modifichi devi attendere per vedere una miglioria almeno 10 min.
    Ottenuto un setup ideale (ci vogliono almeno 2 ore) vai su stato stufa, devi verificare che i giri ventola non superino i 2300 giri, se li supera devi abbassare il flusso come in precedenza e per riottenere lo stesso setup abbassare anche il pellet.
    Ottenuto il non superamento giri ideali copiati il valore in “m\s” su stato stufa.
    Fatto questo rientra su tarature fabbrica, stringa potenza 5, modifica il flusso con quello che ti sei copiato, la stessa cosa devi fare con le altre potenze solo che devi togliere mezzo punto, es. valore copiato e riscritto su pot. 5 1.90, il flusso potenza 4 dovrà essere 1.85, pot3 1.80, e cosi fino a pot1.
    Fatto anche questo ti manca di riattivare il debimetro come in precedenza disabilitato lo devi rimettere in aut.
    Da questo momento il debimetro manterrà il flusso ideale sia con pellet di scarsa o buona qualità, sia se la stufa incomincia ad intasarsi, perche il debimetro non rilevando il flusso ideale in ingresso aumenterà o diminuirà i giri estrattore fumi fino al flusso impostato.
    spero essere stato chiaro.

  563. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Christian menu utente, ore lavoro, tasto ok, tasto – fino a visualizzare psw, immetti 55 o 35 dipende dal software poi ok e si resetta.
    per curiosità fammi sapere se si riattiva l’accensione automatica.
    Saluti.

  564. Omar scrive:

    Salve cat ravelli,questa procedura é valida per tutte le stufe ravelli con sistema rds? La pulizia di fine stagione cosa comprende? Cioé cosa si deve pulire

  565. kelii scrive:

    La mia stufa RAVELLI HOLLY sia quando la accendo che quando la spengo scrive ”RAGOLARE SIS RDS”, chiedendo al cat di zona (che è anche il venditore) mi ha detto che è normale che lo scriva mentre il servizio assitenza RAVELLI dice che non è normale ma che lo deve fare solo alla prima accensione. A chi devo credere?

  566. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar il mio consiglio e sempre meglio affidarsi ad un CAT bravo! che sa dove pulire.
    ma se vuoi fare da te basta consultare l’opuscolo in dotazione.

  567. CAT Ravelli, MDB scrive:

    dimenticavo la procedura è valida per tutte quelle con RDS escluso le stufe box (incassate)

  568. CAT Ravelli, MDB scrive:

    kelii I venditori che fanno anche i CAT (solo delle loro) bravi e competenti!! sono come le mosche bianche rare!, la loro preparazione si puo dire Amatoriale,
    abbiamo difficoltà Noi che lo facciamo da 10 anni e siamo elettricisti, elettrotecnici, caldaisti ecc, figuriamoci loro.
    senza polemizzare con loro ma l’errore piu grande per un rivenditore e l’assistenza che nella maggior parte diventa contoproducente perche spesso i problemi non risolti con il passaparola finisce per penalizzarli.
    RDS:
    l’avviso di REGOLARE SISTEMA RDS ricorda a chi mette in funzione per la prima volta la stufa che i parametri di flusso sono quelli configurati di fabrica, molto spesso non corretti per le diverse tipologie di installazione come canna fumaria, posizione stufa, tipo di pellet, altitudine ecc.
    L’avviso ricorda che bisogna impostare i valori ideali per quell’istallazione.
    C’è una procedura da fare come rispondevo a Massimiliano qualche rigo sopra, se non si è un tecnico RAVELLI (esclusi rivenditori) non si riesce a fare una taratura con il procedimento REGOLARE SIS RDS, pero c’è un’alternativa uguale come risultato ma la stringa reg. sis. rds continuerà ad avvisare, basta non farci caso.
    Leggete la risposta a Massimiliano 7 marzo 2013 alle 19:22

  569. Omar scrive:

    Grazie CAT sempre utili ed importanti le tue risposte!!

  570. matteo scrive:

    EIla cat ravelli non allarghiamoci troppo con elettricisti, elettrotecnici lo sarete a livello basilare di stufo (forse) ,non è che vi mettete a riparare sched elettronica ,la cambiate a quel punto non vuol dire essere un elettronico ciao

  571. Massimiliano scrive:

    Cat Ravelli, ti ringrazio proverò , ti rifaccio cortesemente la domanda:
    senza fare alcuna polemica , perchè mi sono già arrabbiato abbastanza con rivenditore e 2 tecnici zona asti / alessandria, a chi mi posso rivolgere per poter avere un intervento qualificato dopo che avrò passato l’inverno a questo punto. Visto che loro non mi aiutano?

  572. CAT Ravelli, MDB scrive:

    matteo
    Io elettricista dal 1984 scusa se e poco, altri miei colleghi che conosco altrettanto.
    essere un elettrotecnico o elettricista non significa per forza sostituire parti di schede come diodi, eprom, finali ecc ma capire il funzionamento o anomalie.
    Se tutti fossero in grado non saremmo qui a menarcela!

  573. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Matteo giusto per puntualizzare,
    Se non hai un’iscrizione all’albo con la legge 37/2008 con le lettere C – D la Ravelli, la Nordica e altri marchi validi non ti fanno fare il CAT.

  574. Massimiliano scrive:

    Cat Ravelli , mi spiace doverlo dire ma è meglio avere un asino vivo che un dottore morto! Uno può anche essere bravo ma se al momento del bisogno invece che assistenza fornisce assenza allora non ci siamo più, vuol dire aprofittarsi del cliente! io l’ho detto alla Ravelli e hanno ancora da rispondere adesso. L’unico sistema è passare al metano.

  575. matteo scrive:

    Allo cat ravelli ai ragione per collegare tre fili alla spina (attenzione il filo giallo verde va in mezzo) e collegare un paio di connetori aala scheda elettronica sono capaci tutti ,poi sai in sicilia i diplomi li comperi ahahahahahah

  576. kelii scrive:

    …sentite repressi finitela con le vostre stronzate perchè qui c’è gente che aspetta risposte serie e non di leggere i vostri litigi sfoghi da depressi (non mi riferisco alle risposte dei CAT che fan bene e dir la loro, ma con gente inferiore non ha nemmeno senso perdere tempo). grazie.

  577. matteo scrive:

    kelii questo sei tu non ai nemmeno il coraggio di scrivere il tuo nome con gente inferiore non ha nemmeno senso perdere tempo).

  578. Massimiliano scrive:

    kelii ma da dove sei uscito, dall’uovo di pasqua

  579. Massimiliano scrive:

    Cat Ravelli, ora sembra vada meglio la stufa, rispetto a prima la ventola riscaldamento parte allincirca 1 minuto dopo, come mai? ciao

  580. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano la ventola riscaldamento parte quando la stufa raggiunge i gradi stabiliti, senno uscirebbe aria tiepida.

  581. roberto scrive:

    salve, ho una rv80, firmware 3,00,fino ad oggi nessun problema, poi il codice “09 debimetro”, ho smontato la scheda, pulita con un pennellino e dopo 2 giorni è subentrato lo stesso problema, come fare a risolvere questo problema? la password A9 nel mio caso non è corretta e sinceramente non saprei come agire una volta entrato. ultima cosa, come si effettua la regolazione RDS ? grazie a tutti

  582. kelii scrive:

    sono uscita dallo stesso buco vostro (per morfologia e non discendenza sanguinea sia ben inteso) solo che a differenza di voi (non tutti voi ovviamente) non rompo i coglioni con espressioni da repressi, sono qui per consigli seri su prodotti seri. se cercate solo di litigare con me o con i CAT per conto mio siete solo poveri ignoranti (basta vedere come scrivete italiano…correttissimo…) e repressi, e citerò mia madre per il nome che per voi sempliciotti è irreale.

  583. Christian scrive:

    Ciao mille grazie per l aiuto … Ora la stufa funziona benissimo e si accende in automatico col programma :-)

  584. CAT Ravelli, MDB scrive:

    roberto leggi post del 7 marzo 2013 alle 19:22 ;-)

  585. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Ragazzi il blog serve per Aiutare e on per litigare.

    Kelii come và? sei riuscita a regolare come ti ho suggerito?

  586. Massimiliano scrive:

    Cat Ravelli io ti ripropongo il quesito, proprio per ricevere aiuto:
    A chi mi consigli di rivolgermi fisicamente?

  587. roberto scrive:

    Grazie cat ravelli, pensa che avevo seguito questa procedura questo pomeriggio, anche perchè A9 mi fà entrare in taratura fabbrica, tutto bene se non per 09-debimetro che si ripresenta e porta la stufa in modula; che consiglio mi puoi dare su questo problema visto che l’avviso non è debimetro guasto? (già pulito con pennello morbido).

  588. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano in aAlessandria ci sono 2 CAT , da Asti 1.
    vai su ravelligroup – servizi – regione e poi visualizzi quello dei tre che vuoi contattare.

  589. Massimiliano scrive:

    kelii mi da l’impressione che tu la prenda un pò troppo seriamente, sappi che c’è libertà di espressione entro i limiti della decenza. Passo e chiudo

  590. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Roberto ALLARME 09 DEBIMETRO GUASTO
    Verifica il cavo di collegamento dal debimetro alla scheda;
    Verificare la difettosità del debimetro (controllare in STATO STUFA se il delta delle temperature del debimetro non sia superiore ai 30°C e se il flusso m\s rimane costante.

  591. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Roberto spesso gli spinotti presenti nel debimetro non connettono perfettamente prova a staccare e riattaccare piu volte.

  592. Massimiliano scrive:

    Cat Ravelli, E’ venuto un nuovo tecnico , (in quanto quelli di zona non intervengono come avevo già detto , possono esserci tutti i cat che si vuole ma se non vengono è come se non ci fossero!!) di seguito riporto rapporto:
    Reset centralina primaria con aggiornamento .
    Idem display
    Valori rds impostatri con:
    2130 iri motore
    1,37 merti aria

    L’intervento fatto da Lei , Cat Ravelli, secondo il tecnico non è corretto!

  593. roberto scrive:

    cat ravelli: ho messo in pratica il consiglio di staccare e riattaccare lo spinotto alla scheda debimetro e fino ad ora 09-debimetro non è più ricomparso, complimenti. ho controllato in stato stufa il delta delle temperature del debimetro, i valori letti sono 45,7 e 14,4, per cui il delta è di circa 31°.; il flusso m/s (1,40) rimane costante.

  594. CAT Ravelli, MDB scrive:

    roberto ;-)

  595. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Massimiliano OK!! Cat competente!!

  596. Omar scrive:

    Cat ravelli qual ê il parametro della stufa flavia per far anticipare la ventola aria in accensione? Qual è il tempo giusto? Perchè a mio parere parte troppo tardi nn vorrei mi saltasse per aria la stufa!!

  597. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar sulla stringa “Accensione” FT04 di fabbrica è messo a 160, puoi portarlo a 90 – 100 secondi.
    se vedi che in accensione scende troppo pellet puoi abbassare di 2 punti dopo la virgola il parametro TF01

  598. Massimiliano scrive:

    Cat ravelli, se sia competente non lo so , questo si vedrà in base al funzionamento della stufa

  599. Omar scrive:

    Cat ravelli io intendevo la ventola quella del riscaldamento

  600. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar il parametro cè ma modificarlo potrebbe creare falsi allarmi come pellet esauriti e inizialmente l’aria non sarebbe cosi calda.
    comunque il Pr e il da 85 puoi portarlo a 80 – 78C°.

  601. Omar scrive:

    Cat ravelli sarebbe la soglia ventola?

  602. CAT Ravelli, MDB scrive:

    si

  603. Omar scrive:

    Ok la ringrazio!

  604. Omar scrive:

    Car ravelli è nirmale che dopo 2/3 ore si formi nel bracere della cenere solidificata?

  605. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar quando questo avviene c’e’ una cattiva combustione, devi aumentare un po il tiraggio e abbassare un po il pellet, puoi farlo da menu utente, set aria pellet.

  606. Omar scrive:

    Ok grazie

  607. donato scrive:

    ciao

  608. donato scrive:

    salve a tutti sonopossessore di una mdb plurifire 24.
    non riesco in alcun modo a limitare il consumo di pellet ed avere una temperatura costante dei termosifoni. ho usato il menu segreto modificando secondo il consiglio di cat ravelli mdb verso francesco ma………se inserisco legna puo’ andare bene..pero dopo l’accensionee solo con pellet un po di calore lo avverto dopo 1 ora e 30. qualìe’ la riceta ideale o i parametri da modificare per avere partenza a temperatura ideale in breve tempo e poi costanza di calore limitandosi ad 1 sacco di pellet?
    grazie infinite

  609. Carlo scrive:

    Devo comperare una seconda stufa a Pellet, e il solo fatto che esista questa pagina mi fa propendere per una altra Ravelli. Complimenti davvero!

    Ho una stufa Olivia appena installata. Firmware SMB/SVI 3.0 (e’ l’ultima versione o dovevano aggiornarlo?), non uso canalizzazione, e utilizzo la sonda temperatura in basso.

    Ho impostato il Set Temperature a 15° e il livello di potenza su 1. Accendo la stufa e – partendo da 13° – la temperatura sale… il display mostra sempre lo stato Lavoro anche quando la temperatura arriva a 16°. E’ normale questo comportamento? Non dovrebbe passare a Lavoro Modula? Grazie.

  610. Carlo scrive:

    preciso che tengo la potenza al minimo perche’ non mi interessa scaldare molto, e perche’ intuitivamente un regime ridotto prolungato nel tempo dovrebbe essere piu’ efficiente di un regime che includa un picco nella fase iniziale (oltre che essere piu’ silenzioso)

  611. Omar scrive:

    Salve cat ravelli mi dicevi che la presenza di cenere solidificata mel bracere vuol dire una cattiva combustione! Allora io ho diminuito il set pellet e aumentato il flusso! Peró la ventola fumi oscilla tra i 2000/2300 giri, ma ho letto che se supera i 2300 nn va bene! Sbaglio? Forse sarà il tipo di pellet!

  612. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Donato la ricetta per consumare 1 sacco non c’e’ perche e una 24 ed e a fiamma inversa, cioè non ha un recupero fumi come una stufa a tiraggio.
    Cmq la ricetta base e la 4, ti consiglio di montare un termostato ambiente dedicato alla stufa in questo Modo avrai sempre una temperatura in piu se monti il term. Alza la potenza stufa a 5.

  613. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Carlo non e’ cosi, l’ideale e avere una potenza superiore a 1, questo perche la potenza 1 e modula e la stessa cosa.
    A potenza minima la stufa tende ad avere una cattica combustione, questo lo si puo vedere dalla cenere nera che si deposita sul vetro.
    Il concetto e questo: prima la stufa arriva alla temperatura ambiente impostata, prima va in modula, prima risparmio, e vero come hai impostato tu consumi poco uguale ma hai una temperatura ambiente dopo molte ore.
    La tua non va in modula perche devi superare.
    la temperatura impostata di 2 C°.

  614. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Omar 2300 o 2400 va bene non di piu perche se ci avviciniamo al limite di 2790 il sistema RDS avrà poco margine di correzzione sulla ventola e si rischia l’allarme flusso insufficente.

  615. Francesco scrive:

    Salve a tutti,sono nuovo a questo forum,ho una ravelli hrv120,volevo sapere
    quale la taratura ideale aria/pellet.
    Grazie del consiglio

  616. marino scrive:

    Buona sera cat ravelli
    Ho una sufa modello cora 12kwatt, questo è il terzo inverno che funziona,ora la ventola che butta fuori l’aria calda comincia ad essere rumorosa, specialmete all’inizio quando parte dopo un 20 minuti torna quasi normale come posso rimediare? è da sostituire basta pulirla ho lubrificare e dove si trova. Ringrazio certo di una sua risposta e buona Pasqua a tt.

  617. Carlo scrive:

    @CAT: grazie per il chiarimento sulla Olivia RDS che tenevo a potenza minima. Ho provato ad aumentare al livello 2, ma fa una fiamma grande come tutta la camera di combustione, odore di aria secca, tanta cenere, e residui carboniosi nel braciere. Forse non e’ stata tarata a dovere, ma prima di metterci le mani vorrei capire. Andando per gradi: quale parametro potrei provare a cambiare?

    Altra domanda: e’ normale che prima dell’accensione si riempia completamente di fumo (o vapore) denso e bianco? poi si accende improvvisamente con uno sbuffo, che a volte manda un po’ di fumo fuori attraverso la guarnizione…

  618. toni scrive:

    ciao cat ravelli,ho preso a novembre 2012 un inserto rc 1000 ravelli che va una bomba,ora vorrei prendere per il piano notte una stufa ravelli da 8 oppure 9 kw
    con una canalizzazione,mi piacerebbe un tuo consiglio sul modello da prendere.Grazie anticipate,sei molto professionale

  619. Carlo scrive:

    IMPOSTAZIONI OLIVIA: Altitudine = 0 (in realtà sono a 700 slm) ; Pellet = 0 ; Flusso = 0 ; Coclea = 1,4 – 1,9 – 2,4 – 2,8 – 3,2 ; Flusso = 1,55 – 1,6 – 1,65 – 1,7 – 1,75 ; Estrazione = 1250 – 1350 -1450 -1550 -1650 ; Debimetro S. aut

    ACCENSIONE: Accensione 3,4 sec ; Carico max coclea 4 min ; Velocità fumi 1550 rpm ; Preriscaldamento 200 sec ; Delta fiamma 10° ; Soglia ventola 70° ; Soglia riavvio 75°

    PULIZIA: coclea 1,1 sec ; durata 15 sec ; cadenza 30 min ; aspiratore 2500 rpm

  620. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Francesco “0 – 0″ e il set di fabrica se vedi troppo pellet puoi abbassarlo o viceversa, sta a Te

  621. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Marino io ti consiglio difarlamanutenzionare e ripulire da un Ca, anche perche ce da controllare altro oltre la ventola.
    Comunque il tuo problema e che le alette della ventola si sono intasate di lanette o altro, facendola girare non piu equilibrata e per questo vibra e fa rumore.

  622. CAT Ravelli, MDB scrive:

    “CAT”

  623. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Carlo modifica i parametri coclea accensione 3,1 – velocità fumi accensione 1700 – preriscaldo candeletta 150, adesso l’accensione dovrebbe migliorare e non fare piu tutto quel fumo bianco, anche se tante volte e il tipo di pellet.
    Per gli alti parametri mi sembrano apposto sempre se vengono rispettati dalla stufa.
    Prova a metterla l masimo dopo che hai cambiato i parametri accensione e dopo 30 minuti vai su stato stufa, riportami quello che leggi e in piu descrivimi la fiamma, altezza – vivacità.

  624. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Toni se prendi una canalizzata ti consiglio quella in aspirazione.
    La Ravelli ha la ventilata e ha brevettato l’aspirata, che a differenza della prima non ha una ventola che spinge aria calda verso le stanze ( non superando i 3 metri) di calore decente, invece quella aspirata che ha un kit che consiste in aspiratori posti sulle bocchette finali che vengono attivate dalla stufa e ti garantisco che superano i 14 metri talvolta sciogliendo come capitato il coperchio bocchetta.
    Se devi riscaldare 3 stanze diverse con diverse temperature puoi prendere la rc120, se invece 2 stanze la holly, ma ci sono anche altri modelli.

  625. Carlo scrive:

    Con pellet DIN Plus, modificando come indicato i parametri la Olivia fa meno fumo e non fa più il colpo all’accensione. Grazie.

    Facendo una prova di 30 min a Potenza 5 il Flusso in Ingresso resta stabile a 1,7 mentre vedo salire i giri dell’estrattore fino a 2500 (con fumi a 163°), per poi calare e stabilizzarsi a 2100-2200 (con fumi sui 170°). La fiamma è forte, larga e alta fino all’asola, vivace e con faville di pellet che salgono e ricadono davanti al vetro.

    La stufa non va in modulazione, credo perché il locale è alto 3,5 m con tetto a vista: il calore sale ma la sonda in basso rileva a lungo 12°. Senza spostare il display, riesco a trovare la sonda principale e a portarla fuori per piazzarla a 120-130 cm da terra?

  626. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Carlo tutto ok se vuoi abbassare la fiammaetti il pellet a -1 saluti

  627. Carlo scrive:

    ok, abbasserò la quantità di pellet… Grazie e buona Pasqua!

  628. Marco scrive:

    Buongiorno,

    sono un nuovo possessore di una stufa Ravelli R 70 Canalizzata.
    il cat di zona è uscito per prima accensione collaudo, compilazione moduli etc ed ha disabilitato il decimetro dicendo che il sistema RDS non funziona…risultato fiamma altissima irregolare biforcata a sinistra e braciere pieno con pellet carbonizzato. L’ho chiamato più volte e mi ha fatto modificare dei parametri “giri estrattore” e flusso alle varie potenze. alla domanda di abilitare RDS la risposta è sempre stata “non serve”.
    Risultato delle modifiche è stufa con fiamma altissima (ben oltre i tagliafiamma).
    Visto il non aiuto del cat di zona ho iniziato a cercare sui vari forum ed ho trovato in rete la documentazione che spiega come impostare RDS.
    Ho provato ad eseguire la taratura.
    il cat mi aveva detto di impostare i parametri “giri estrattore” a potenza 5 a 1700 rpm e flusso p5 a 1,40 m/s.
    Facendo la taratura RDS in modo da avere una fiamma costante di altezza 20 cm (durante la procedura) il sistema ha impostato automaticamente il parametro “giri estrattore” a potenza 5 a 2300 rpm ed il flusso a potenza 5 ad 1 m/s.
    In stato stufa ho riscontrato che i giri estrattore erano praticamente costanti al valore indicato, ma il flusso (prima riga sul display) era ad un valore più alto rispetto a quello impostato.
    Non mi sono fidato della procedura che ho fatto ed ho riportato i parametri a quelli consigliati dal cat (1700 rpm e 1,40ms).
    Il risultato è che la fiamma è “biforcuta” e non costante: in alternanza molto alta e molto bassa. anche in modula il comportamento è circa il medesimo. Andando in stato stufa, durante la fase di lavoro l’estrattore è sempre a 2780 rpm, il flusso è 1,35 m/s e la temperatura fumi è circa 190°C.

    A questo punto sono completamente confuso.
    Quali devono essere i parametri ideali di flusso e giri estrattore?
    Come deve essere la fiamma in modalità lavoro ed in modalità modula? Deve essere biforcuta?
    Durante la fase di ottimizzazione del RDS, come deve essere la fiamma? quanto è il valore massimo di giri estrattore importabile?

    Dopo la regolazione RDS a volte la stufa passa dalla fase lavoro o modula alla fase pulizia braciere, per poi ritornare automaticamente alla fase lavoro o modula. è normale?

    Ringrazio in anticipo chi vorrà darmi una mano.

  629. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Marco la taratura che hai fatto e cambiato perche non ti sei fidato (andava bene), l’importante sono i giri fumi e non il valore m/s perche questo non e mai costante.
    Rimetti il setting che avevi fatto e se poi vedi che i giri fumi rimangono costanti a 2500 – 2600 vai su set aria pellet (menu utente) e abbassa il pellet ci sara meno intasamento e i giri si abbasseranno.

  630. Marco scrive:

    Grazie per la risposta cat ravelli!
    Per non sbagliare allora provo a rifare la taratura rds.
    Durate la taratura provo a regolare i giri estrattore in modo che la fiamma sia giallo limone. Il valore 2400 non è eccessivo? Per quanto riguarda forma ed altezza come dovrebbe essere durante la procedura? Deve arrivare al frangifiamma o stare sotto? Il pellet nel braciere deve “bollire” o deve stare fermo?
    Prima di ripetere la procedura conviene ripristinare i parametri di fabbrica?
    Grazie ancora!

  631. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Marco i giri ideali sono tra 2000-2200, la fiamma appena al di sotto del tagliafiamma, deve bollire non eccessivamente, non devi resettare.

  632. massimo scrive:

    salve, chiedo scusa se mi intrometto, vi scrivo per chiedervi aiuto su come gestire questa situazione che ormai non so più cosa fare, a gennaio di quest0 anno ho acquistato una stufa Ravelli HRV135 all’ inizio andava tutto bene poi dopo alcuni giorni le maioliche con cui è rivestita sono iniziate a rigarsi da sole, man mano queste crepe che si formavano su tutte le maioliche con cui è rivestita mi hanno costretto a “spogliare” la stufa e a rivolgermi al rivenditore. Questo prima mi rassicura che nel giro di una settimana mi avrebbe sostituito le maioliche senza problemi ne spese aggiuntive, sta di fatto che sono passati 3 mesi e ogni volta che mi rivolgo a questo inventa una scusa nuova del tipo: il corriere ritarda la consegna… la Ravelli ritarda a sostituire questo tipo di problema e altre balle del genere… alla fine l’ altro ieri dopo l’ ennesima discussione dove io ho alzato un po’ il tono perchè non mi piace essere prese per il …. e preferirei che il venditore mi dicesse realmente come stanno le cose, questo se ne esce dicendomi che io devo fare causa alla Ravelli, in pratica lui sembra volersene lavare le mani. Sinceramente a me è la prima volta che mi capita una cosa del genere dopo un acquisto e non so cosa fare, devo rivolgermi direttamente alla Ravelli, al rivenditore o cosa? Grazie mille per il vostro tempo spero di riuscire a risolvere questo problema al più presto. Massimo

  633. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Massimo sicuramente il tuo rivenditore fa anche da centro assistenza (anche male).
    La garanzia non comprende le ceramiche se queste si rompono o qualsiasi altro problema dopo molti mesi dall’aquisto ( non e il tuo caso).
    Se ce da fare causa bisogna farla al rivenditore, perche la Ravelli non ha fatto mai problemi, e il rivenditore che deve richiedere le ceramiche con modulo specifico compilato con matricola stufa , data di accensione , descrizioni dei guasti ecc. Una rogna ma se si sono presi la briga di fare assistenza gli tocca.
    Comunque prova a chiamare un CAT della tua zona se vuole puo fare lui la sostituzione e segnalazione alla ravelli del rivenditore disonesto.
    Se vai sul sito ravelligroup sezzione servizi, all’interno selezioni la tua regione e provincia e vedi i cat autorizzati.

  634. templar scrive:

    salve CAT ho la mia OLIVIA ravelli che mi da’ allarme TERMICO non funziona piu’ la coclea, poi quando do’ corrente mi appare la scritta SERVICE ; monta la scheda con il led verde; premetto che la faccio pulire dal cat di zona PN ,vi sono molto grato in attesa di risposta porgo cordiali saluti

  635. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Templar allarme termico e dovuto ad una eccessiva temperatura del serbatoio pellet.
    Per ripristinare l’allarme trova il tappo a forma cilindrica che dovrebbe essere vicino all’ interruttore 0/1stufa.
    Svitalo e all’interno premi il pulsantino fuoriuscito.
    A questo punto la stufa rifunziona.
    Per il service di solito la resetta il cat dopo la pulizia , comunque la procedura e:
    Sul menu utente vai su ore lavoro, entra e trovi ore lavoro, con il tasti + e – fino a visualizzare password inserisci 35 e poi ok.
    Saluti

  636. templar scrive:

    al cat da templar grazie mille per il consiglio sono sicuro che il bene che fai ti ritorna indietro.

  637. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Ti ringrazio

  638. templar scrive:

    ciao cat ora la stufa mi da’ 04 ESTRATTORE e’ forse perche’ facendo pulizia ho toccato qualcosa?

  639. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Templar se la ventola gira liberamente, probabilmente si e staccato lo spinotto encoder che e il secondo cavetto della ventola.
    Controlla i collegamenti sulla scheda (sono estraibili)

  640. templar scrive:

    al CAT era proprio lo spinotto encoder attaccato male ,, ti saluto e grazie ancora.

  641. Francesco scrive:

    Salve a tutti,vorrei sapere se qualcuno sa dirmi quali sono i parametri ottimali per la ravelli idro Hrv120 e se durante l’estate bisogna toglierla dalla corrente.
    Grazie per l’aiuto

  642. toni scrive:

    ciao cat ravelli,vorrei comprare una r70 canalizzata e mi piacerebbe sapere se e una buona stufa.Te lo chiedo visto che sul volantino e in offerta.Grazie anticipate

  643. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Toni le r70 canalizzate vanno molto bene fatti consigliare per i metri quadri che serve a te

  644. Claudio scrive:

    Ciao Cat, ho il modello olivia, ho notato il Firex molto sporco, leggendo il manuale dovrebbe essere causato da una cattiva combustine. Cosa dovrei fare? Grazie.

  645. Andrea2002 scrive:

    Salve CAT Ravelli ,vorrei sapere quali sono i parametri ottimali per la ravelli idro Hrv120 e se durante l’estate bisogna staccarla dalla corrente.
    Grazie per l’aiuto

  646. omar scrive:

    Salve C.A.T.Ravelli.Volevo un consiglio da tecnico!Ho una stufa ravelli Flavia e con la bella stagione sto per fare la canna fumaria.La mia domanda è la seguente:se io faccio il foro da 80 dello scarico fumi,all’uscita metto un T con tappo per la condensa,poi salgo per circa un paio di metri. in questo modo mi troverei sopra al tetto,però se metto un cappello sarei troppo vicino al muro e ho paura che mi si sporca.Secondo lei se metto una curva da 90 potrebbe andare bene?o 45?al posto del cappello.premetto che vorrei usare il tubo quello colorato per capirci,quello coibentato costa troppo,potrebbe andare bene se i due metri sono all esterno?però sono al coperto essendo sotto ad una tettoia.Nel secondo metodo avrei da usare due curve da 90,sono troppe,potrebbe causare problemi?la ringrazio.

  647. matto scrive:

    1.guarda che se usi tubi non coibentati all’esterno ti fai la doccia con la condensa che si crea all’interno e la stufa potrebbe avere problemi di funzionamento.
    2. lo scarico dei fumi deve essere a tetto e ad una distanza xxx a seconda del caso e oltre la zona di reflusso.
    3.fai eseguire l’installazione della canna fumaria da personale abilitato ,lascia perdere il fai da te su queste cose anche perché non è detto che devi salire a tetto con un diametro dell’80….potrebbe essere diverso !

    saluti matto

  648. Claudio scrive:

    A me hanno messo una canna fumaria, dalla stufa al soffitto tubo dell’otto, da sora al soffitto fin sopra al tetto tubo del 13 coibentato. per tutto il lavoro ho speso 750,00 €. (abito ultimo piano sopra ho il tetto)

  649. Miki scrive:

    Ciao a tutti!!! Ho una ravelli HRV120… Qualcuno sa dirmi come si può togliere l allarme SERVICE?grazie mille!!!

  650. CAT Ravelli, MDB scrive:

    Miki fai così:
    menu utente – icona “ORE LAVORO” – OK – premi tasto 1 fino a che compare inserire chiave accesso – immetti 35 – OK – quando leggi 00000 – fatto.

  651. CAT Ravelli, MDB scrive:

    omar per le canne fumarie chiunque senti ha una interpretazione tutta sua.
    il consiglio che posso darti e quello di coibentare la canna posta all’estero per evitare che faccia condensa e di coneguenza che si bagni la fuigine e diventi un catrame e non si pulisce piu.
    in ogni opuscolo Ravelli c’è come installare correttamente la canna fumaria, il problema e che di questi tempi rispettare alla lettera questa orma puo costare bei soldini, Io ho avuto per 8 anni una stufa con scarico a parete 1 metro, adesso ho la canna che mi va sul tetto lunga 4 metri, non ho coibentato perche mi passa internamente.

    Poi se vuoi evitare di smontare la canna esterna per pulizie, puoi montare i T che a differenza delle curve sono ispezionabili
    Saluti

  652. Miki scrive:

    Grazie mille! L allarme se n’è andato! Bellissimo e utilissimo blog! Complimenti!

  653. Andrea scrive:

    ciao,
    Ho una ravelli hrv160, è andata via la corrente in casa dopo un’ ora quando è tornata la stufa si è riaccesa ma con il display rovesciato. C’ è una soluzione al problema?
    Grazie

  654. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Andrea togli corrente – fatto questo mantieni premuto il tasto OK senza lasciare ridai corrente.
    Tornera’ come prima.
    Saluti .

  655. Omar scrive:

    Salve cat ravelli! Se faccio passare il tubo dei scarichi fumi vicino al dibimetro che c é dietro alla stufa, puó causare qualche allarme, visto che potrebbe sentire il calore della canna? Ho una ravelli flavia! Grazie

  656. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Omar SI visto che il debimetto che ha 2 sonde e una di queste viene riscaldata, in questo modo che rileva il flusso.
    Se lo stesso flusso entra ad una temperatura elevata il debimetro non rileva correttamente.

  657. Michele scrive:

    Cioa a tutti. Vorrei sapere da cat ravelli quelìè il valore di prevalenza motore di una RV80 ceramica. Grazie.

  658. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Michele spiegati meglio!

  659. Michele scrive:

    Premetto, sono stagista in un’ impresa che installa caldaie ecc. è il mio titolare mi ha chiesto di cercare nel web il valore di prevalenza motore di questa stufa, perchè non compare sulla scheda tecnica. Da quanto ne sò la prevalenza è livello che il fluido riscaldato può raggiungere. Io mi intendo di più di fotovoltaico ma faccio lo stage in ufficio e mi capita di vedere di tutto sulla termotecnica.

  660. Lucapar295 scrive:

    Buongiorno,
    CAT ravelli MDB, tu per caso lavori nella zona di parma??

  661. CAT Ravelli'MDB scrive:

    No! Centro Italia

  662. Lucapar295 scrive:

    Peccato.. Speravo fosse nella mia zona perché tra 2 settimane dovrò fare la prima accensione.. Spero mi capìti in CAT competente!

  663. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Se hai bisogno di chiarimenti sai dove trovarmi

  664. Lucapar295 scrive:

    Ok.. Grazie mille!

  665. Claudio scrive:

    CAT Ravelli’MDB, ti volevo chiedere, ogni quanto cambiare la batteria interna? senza la batteria si perde la memorizzazione dei parametri?
    Ciao, Grazie.

  666. Lucapar295 scrive:

    Per caso voi sapete se l’iva per le caldaie a pellet
    È al 10 o al 21%??

  667. CAT Ravelli' MDB scrive:

    Claudio la batteria di solito non viene mai sostituita ammeno che’ i dati come ora e data si smemorizzino quando va via a corrente.

  668. Claudio scrive:

    Grazie.

  669. CAT Ravelli'MDB scrive:

    Lucapar295
    Di questi tempi Tu ci capisci qualcosa di iva?
    Io meno di Te.!!!

  670. Lucapar295 scrive:

    CAT ravelli MDB
    Grazie per la risposta..
    Avere bisogno di sapere un’altra cosa,
    Io ho ordinato una hrv 135 solo che tra una balla e l’altra il rivenditore mi ha
    Fatto arrivare una hrv 170, io informandomi nel sito ravelli ( a marzo) non avevo trovato niente, come è stetica e probabilmente penso anche come meccanica interna sono uguali. La differenza sta nel consumo la hrv 135 ha come consumo 0.6 e 3.4 la hrv 170 ha invece 1.3 e 4.9 ( un inceneritore!! Ahah). Sono entrato in tarature fabbrica per abbassare sia la potenza Max che la minima, il TF 19 mi da 2.0 s, so che è la caduta pellet ma non capisco la misura, 2 secondi ogni quanto tempo?? Se abbassò la caduta devo abbassare anche il tiraggio, di quanto devo abbassarlo per ogni decimo in meno della coclea? girando un po’ nelle taratura fabbrica sono capitato in un parametro a me sconosciuto, colpi pulitore e tempo pulitore, mi sapresti dire cosa è??
    Ultima cosa, di solito la pompa parte a 51 gradi io ora ho impostato la partenza a 45 così l’acqua comincia a circolare e i termo cominciano a intiepidirsi, ho fatto bene o ho fatto male?
    Scusami per le tante domande, ma cercò di arrivare pronto all’inverno!
    Grazie in anticipo per la risposta.
    Cordiali saluti, Luca

  671. CAT Ravelli scrive:

    Lucapar295
    cominciamo dalla 135 a 170, significa 13,5 kw e 17 kw.
    la stufa non è un’auto! che piu e grande di potenza piu consuma, se per il tuo impianto di riscaldamento occorre una potenza di scambio all’acqua per es. 12kw! se monti una 135 andrà in modula solo dopo molte ore restando in potenza max per tutto il tempo consumando 3,4, invece con una 170 dopo 2 – 3 ore andrà in lavoro modula alternando il consumo tra 1,3 – 4,9.
    toccando i parametri depotenzi la stufa inutilmente, basta portarla in lavoro min. manualmente, se devi proprio abbassare secondi coclea non serve toccare i giri fumi perche con RDS avviene in automatico.
    abbassare la pot. minima comporta il rischio di allarmi temperature troppo basse o flusso insufficente ecc. la 170 deve rispettare temperature di funzionamento minime.
    Colpi pulitore: la scheda è unica per quasi tutti i modelli e alcune hanno il raschiatore interni automatici, nel tuo caso quel parametro non esiste ed è disattivato.
    non è detto che se abbassi la partenza pompa vada meglio, dipende dal tipo di impianto, se hai un boiler, puffer o qualsiasi accumulatore puoi abbassarlo ma su un impianto comune la tua stufa farà piu fatica a scaldare accendendo e spegnendo la pompa in continuazione non facendo scaldare il corpo stufa.

  672. Lucapar295 scrive:

    Cat Ravelli
    Grazie mille per la risposta! Volevo abbassare la potenza minima perché quando tra un mesetto ci saranno i primi freddi la potenza minima della stufa sarà troppa… Quindi avevo pensato di abbassare la potenza per accenderla e spegnerla il minor numero di volte! Poi con l’arrivo dell’inverno serio avrei riportato i parametri ai valori originali. mi saprebbe dire come posso fare, se possibile, ad abbassare la potenza minima portandola circa a 0.8 0.9 kg ora evitando che si blocchi per allarmi!?
    Mi scusi davvero se la disturbo, non ho fretta per la risposta! In questo periodo sarà molto impegnato con le installazioni e revisioni ! Buon lavoro! Grazie in anticipo! E buon week-end!

  673. francesco scrive:

    80Salve volevo un informazione da un tecnico chat ravelli 3 anni fa ho comprato la stufa ldro e fantastica volevo spostarla metterla vicino adl camino VOLEVO SAPERE SE POSSO FARE PASSARE IL TUBO DA 80 DELLA STUFA NELLA CANNAFUMARIA DEL CAMINO E SE POSSO USARLI ENTRAMBI????????? GRAZIE MILLE

  674. francesco scrive:

    Francesco il tubo della stufa va direttamente fuori il giardino ma i vicini si lamentano perché fa un po di fumo non sempre ma soppratutto odore???? Cosa mi consigliare di fare per entrambi grazie

  675. CAT Ravelli scrive:

    Lucapar295
    guarda se vuoi abbassare la pot. minima ti basta entrare in tarature ed entrare in pot. min. abbassa un po il pellet senza esagerare es. se si trova a 1,9 lo porti a 1,7 o 1,6 in questo modo scende meno pellet è nello stesso tempo avendo la tua hrv170 l’RDS i giri ventola si adegueranno al pellet in meno rallentando i giri ventola.
    se esageri ad abbassare ti darà allarme pellet esauriti questo perchè abbassandosi la temperatura in camera di combustioneal di sotto della soglia minima la centralina elettronica penserà che i pellet siano esauriti.
    Saluti

  676. CAT Ravelli scrive:

    Chiedo scusa per le risposte date in ritardo ma ottobre e novembre siamo molto impegnati.

  677. CAT Ravelli scrive:

    Francesco la stufa funziona anche con 10 curve, il discorso deve essere improntato sulla sicurezza.
    se usi la canna del camino anche per la stufa senza salire fino al tetto il pericolo e che la canna fumaria del camino si possa intasare come e successo con caduta di fulligine esistente, ci puo fare il nido qualche uccello e tapparlo parzialmente, ci puo nevicare a vento, ecc, e questo causa nella maggior parte dei casi che i fumi della stufa non potendo fuoriuscire tornino in giù sotto forma di ANIDRIDE CARBONICA non generando nessun tipo di allarme, questo perche non è il tubo stufa che si è intasato ma la canna fumaria del camino.
    Ripeto le stufe funzionano come le metti metti ma ti senti sicuro????

  678. Francesco1965 scrive:

    Quali sono le migliori tarature per una ravelli hrv120

  679. CAT Ravelli scrive:

    Francesco1965
    Se il cat ti ha fatto bene la prima accensione e collaudo allora la stufa gestisce in automatico la combustione.

  680. Mirko scrive:

    Per CAT Ravelli
    Ciao ho comprato una ravelli R120 a marzo dell’anno scorso e quindi utilizzata poco… Vorrei sapere come gestire la combustione… Il tecnico al momento Dell installazione mi ha detto che avevo una canna fumaria che aspirava troppo e che ha dovuto abbassare il tiraggio
    Io volevo abbassare un po’ il consumo sulla potenza 1 come devo fare per aver la resa maggiore??? Sicuro di una tua risp esauriente ringrazio… Ciao

  681. Mirko scrive:

    Scusa a marzo 2013

  682. CAT Ravelli scrive:

    Mirko per aiutarti ho bisogno di alcuni chiarimenti:
    1) Il Tecnico all’accensione ha fatto la procedura “TARATURA RDS” ?
    2) per quello che l’hai potuta usare i residui “cenere” risultavano nere che tingevano le mani oppure grigio cenere?

  683. CAT Ravelli scrive:

    Mirko per capire se è stata fatta la taratura rds sul display non ti deve comparire la scritta TARATURA RDS

  684. Gianni scrive:

    Buongiorno a tutti
    mi accingo a comprare una stufa a pellet canalizzata della Ravelli vorrei capire la differenza tra Holly – RC120 -Aurora. Cat Ravelli cortesemente mi puoi chiarire le idee e soprattutto darmi un consiglio? mi è stata suggerita la RC 120

  685. alessia scrive:

    buona sera, la mia stufa rc120 canalizzata da problemi all’avvio:
    in fase di accensione il braciere si riempie parzialmente, si accende.
    in fase di attesa fiamma brucia il pellet che si esaurisce.
    la fase di fiamma presente non c’è.
    il pellet non scende e da come avviso no accensione.
    il software è stato aggiornato a fine inverno scorso perchè dava dei probelemi. tiraggio insufficiente.
    in attesa di un consiglio ringrazio e saluto.

  686. Mirko scrive:

    Penso che la mia stufa non abbia rds…
    Ho modificato i parametri… Ho abbassato pellet a potenza 1 da 1,5 a 1,2 e il tiraggio a 1200 la stufa rimane a circa 95 gradi.. Perché se scende sotto i 90 si spegne la ventilazione…
    Il cat ravelli al momento dell’installazione mi ha abbassato il tiraggio perché ha detto che la mia canna fumaria tirava già troppo e la potenza 1 era a 1320.
    Il mio quesito e… Come faccio a regolare una bella fiamma e avere una buona resa e un basso consumo di pellet???? Quali sono i parametri?? E la fiamma???come dev’essere??? La temperatura fumi??? Io sto facendo prove su prove e forse ora mi sono avvicinato… Il braciere e sempre pulitissimo… Grazie ancora ciao

  687. Mirko scrive:

    I residui grigio cenere… E molto polverosi…

  688. CAT Ravelli scrive:

    Gianni la differenza e solo di design.
    Io prenderei la holly meno complicata da manutenzionere

  689. CAT Ravelli scrive:

    Alessia devi entrare nei parametri tecnico, vai sulla voce Accensione, pigia ok, leggi secondi coclea alzi i secondi coclea es. 3.2 metti 3.6, oppure vai avanti con ok e leggi tempo carico e alzi i minuti carico es. 4 lo metti a 5.
    Saluti

  690. CAT Ravelli scrive:

    MIRKO a me pare strano che tu non abbia rds.
    per verificare basta andare su stato stufa insieme alla temperatura fumi troverai la velocità ventola e in alto un valore indicato in m/s (millisecondi).
    sta ad indicare l’ingresso (aspirazione) che in quel momento stà entrando nel bracere.
    Sè il parametro m/s allora hai l’RDS.
    Non vorrei che il tuo CAT avesse disattivato il sensore (debimetro RDS), per verificare basta aprire la porta vetro mentre la stufa e accesa, se la ventola fumi accelera allora l’RDS e attivo se invece i giri ventola rimangono invariati ti è stato disattivato.
    Come deve essere la fiamma? a potenza massima! almeno 15-20 cm di altezza, viva, il pellet presente nel bracere deve fluttuare.
    in potenza minima che è = a modula oppure pot.1 la fiamma dovrebbe essere di altezza poco piu alta del bracere e deve essere sempre presente (non solo brace).
    Dobbiamo capire che la stufa quando raggiunge la temperatura ambiente che noi impostiamo si mette automaticamente in modula (in mantenimento).
    il più grosso errore è quello di impostare una potenza bassa convinti di risparmiare oppure impostare un minimo che sia come fiamma la più bassa possibile, “un grosso errore” bisogna capire che prima si arriva a temperatura ambiente, prima si ha una temperatura interna confortevole, prima la stufa si metterà in modula, più si risparmia pellet.
    es. (per chi ha le potenze 1-2-3-4-5) se io imposto la mia stufa a 23 C° ambiente a potenza 2 o 3 per raggiungere la temperatura amb. impostata impiegherò dalle 5 – 6 ore restando per la maggior parte del tempo alla potenza di lavoro iniziale e consumando pellet per quella potenza, invece se imposto la potenza massima impiegherò metà del tempo e anche meno, raggiungendo la temperatura ambiente la stufa si metterà in modula (minimo) una potenza minima non troppo bassa come fiamma mantenendo così la temperatura ottimale alternandosi quando occorre tra pot. max e min. con consumi molto inferiori a quelli descritti in precedenza, in più il bracere e la canna fumaria si intaseranno meno perche la combustione nella pot. max è migliore.
    per chi ha la sola pot. max e min. impostando la minima non riuscirà mai o quasi mai ad raggiungere la temp. ambiente ottimale.

  691. Mirko scrive:

    Sul fatto Dell rds
    Sia il cat che il venditore al momento dell’acquisto mi hanno detto che quel modello non ne era fornito… ( r120 con display a 6 tasti) per quanto riguarda lo stato stufa quado vado a visionare i parametri :
    In alto ci sono il numero giri dei fumi
    La riga sotto la temperatura fumi (che più e alta più la stufa scalda… Giusto??)
    Poi la scritta coclea 0
    Poi la scritta stato 4
    Io ora ho cercato di tararla in modo che ci sia una bella combustione , a pot 5 la temp dei fumi arriva a circa 160 dovrebbe essere più alta??? La temp aumenta abbassando o alzando i giri dei fumi???
    Mentre invece a pot 1 quella temp scende sui 95-100 gradi

  692. Mirko scrive:

    Ho modificato anche la pulizia braciere portandola da 60 min a 30 min e invece di 20 sec a 30 sec

  693. CAT Ravelli scrive:

    Mirko pulizia bracere meglio 60 minuti.
    le temperature dei fumi sono apposto, perchè se superi i 160 gradi butti calore all’esterno.
    sono i fumi che scaldano , il segreto e tenerli il piu allungo possibile nel corpo stufa così da cederle il calore.
    i valori chedici di avere sono perfetti.
    la tua stufa e priva di rds.

  694. Mirko scrive:

    L’unico problema che ho ancora dopo i tuoi consigli e l’ altezza fiamma…
    E bassissima… Alla pot 4 e 5 la maggior parte del tempo non esce neanche dal braciere…

  695. Claudio scrive:

    Ravelli olivia, ho riaperto lo sportello è l’ho trovata con la ruggine…

  696. CAT Ravelli scrive:

    Mirko sul display mantieni premuto il tasto 6 e 7 per 3 sec.
    Ti compare il menu set aria pellet, aumenta il pellet oppure abbassa il tiraggio fino ad ottenere la fiamma di 15 cm circa.

  697. CAT Ravelli scrive:

    Claudio condensa nella canna fumaria.
    La canna all’esterno e coibentata?

  698. Gianni scrive:

    Grazie Cat Ravelli mi puoi cortesemente informare in linea di massima sui costi sia della Holly che della RC120

  699. Claudio scrive:

    CAT Ravelli, l’avevo pulita e parcheggiata in garage. Forse era meglio lasciare lo sportello aperto?

  700. Riccardo scrive:

    x CAT Ravelli:
    ciao io sono un possessore di un inserto 901 canalizzato e dopo essermi fatto ciucciare 100€ per una pulizia di venti minuti ho deciso quest’anno di farla da me visto che ci sono da svitare gli sportellini di ispezione e aspirare e altre 2 3 cose! la mia domanda è per la coclea: che cosa devo controllare e/o lubrificare per la coclea? che tipo di grasso si usa per le alte temperature?
    Grazie

  701. CAT Ravelli scrive:

    Gianni mi spiace non sono al corrente sui prezzi, anche perchè di modelli c’è ne sono tanti.

  702. CAT Ravelli scrive:

    Claudio non credo centri il garage, credo che l’umidità sia venuta dalla canna fumaria, per verificare ciò controlla anche la canna se risulta arruginita come la stufa allora si tratta di condensa.

  703. CAT Ravelli scrive:

    Riccardo mi spiace per te e altri quando si capita con dei CAT non professionali.
    la pulizia quando va bene ci si impiega 60 minuti, perchè bisogna smontare il ventilatore aria ambiente e pulirlo, le ispezioni dei condotti fumari, controllare il vetro che non si muova, le guarnizioni, il supporto coclea (cuscinetto) che non sia usurato, il portello che chiuda bene, ecc.
    per quanto riguada la coclea e il motoriduttore coclea non devi lubrificare niente, bisogna solo controllare dopo 4-5 anni di non trovare all’interno (sotto al motorino pellet) della polvere di pellet, se ci fosse allora e ora di cambiare il nottolino ( boccola) che si trova nella piastra sopra il motorino e serve per non far raschiare la coclea alla base.

  704. CAT Ravelli scrive:

    il costo di una pulizia fatta bene compreso il sanificante per la ventola ambiente € 80,00 + iva

  705. riccardo scrive:

    buonasera gentilissimo Cat Ravelli!
    posseggo una ravelli rv 120,con display dinuova generazione.
    Il problema è che segnala sempre RDS da registrare,come agisco?
    infine,qual’e la password per i parametri,sempre a9??
    grazie di cuore!!

  706. CAT Ravelli scrive:

    Riccardo
    Non è con la password che risolvi il problema,
    Devi chiamare il CAT Ravelli che deve eseguire la taratura specifica.

  707. giacomo scrive:

    buona sera ho una ravelli serena da 3 anni ho sentito parlare del RDS la posso instalare sulla mia stufa e quanto mi costa .visto che quest anno il pellets è passato da 3,80 a 4,50 al sacco.applicando questo prodotto potro usare pellet un pò meno costoso cosi RDS regolera lui a bruciare il pellets quanto serve molte grazie .oppure come posso regolare io questa operazione

  708. Luca scrive:

    Gentile CAT Ravelli
    Sto’ per installare una caldaia ECO18Kw con boiler Ravelli da 2 quintali doppia serpentina,come consigliate di collegare idraulicamente ed elettricamente la caldaia.Il mio rivenditore mi ha anche consigliato di installare una termostatica per far lavorare meglio la caldaia ed una schedina aggiuntiva per gestire l’ acqua calda sanitaria.

  709. CAT Ravelli scrive:

    Luca la centralina elettronica della evo18 è stara creata per gestire impianti complessi.
    È dotata di un ingresso sonda boiler ed è in grado di gestire il tuo impianto.
    Il CAT ( sotto consiglio di tecnico Ravelli) dovrà abilitare una delle tante configurazioni di impianto presenti nella scheda.
    Ti chiedo!! Il boiler o puffer a che cosa da calore?

  710. CAT Ravelli scrive:

    Giacomo il sistema RDS è stato introdotto principalmente per avere una combustione lineare, cioè sempre uguale sia se si cambia tipo di pellet, che in caso di intasamento.
    Certo che risolvendo i seguenti problemi si ha anche un risparmio di pellet.
    Il problema di trasformare una stufa senza RDS sono i costi perché bisogna sostituire il display, la centralina, aggiungere il debimetro, ma nonostante ciò si può fare.

  711. Luca scrive:

    Il boiler mi serve per la produzione di acqua calda sanitaria anche in estate, finquando non avro’ installato un pannello solare da collegare allo stesso da usare nel periodo estivo,dopo di che’ mi dovra produrre acqua calda sanitaria solo in inverno.
    Per quanto riguarda la termostatica (che non e’ di serie con la caldaia), me la consiglia?

  712. CAT Ravelli scrive:

    Luca la valvola termostatica o (anti condenda) serve per non causare sbalzi termici nella stufa che potrebbero causare umidità e poi rugine.
    Se la stufa viene collegata solo al boiler e l’impianto dei termosifoni prende calore dalo stesso e non direttamente dalla stufa allora non serve.
    Altrimenti è consigliato metterlo.

  713. Marco scrive:

    Ciao a tutti, spero che qualcuno mi può aiutare io ho preso una
    Rc120 canalizzata ed dalla canalizzazione esce un odore acne dopo
    Un poco che è accesa da fastidio ed brucia un poco gli occhi che posso fare?
    Grazie marco

  714. Stefano scrive:

    Buonasera, qualcuno conosce la PW per la HYDRO mod. genova e come si inserisce il codice devo settare il circolatore da 51°C a 40°C perche non riesco a scaldare i termosifoni più lontani va continuamente in stop e go.

    Grazie

    Stefano

  715. CAT Ravelli scrive:

    Stefano a9

  716. CAT Ravelli scrive:

    Stefano un consiglio:
    Sui termosifoni piu vicini chiudi un po il rubinetto di ingresso così da bilanciare l’impianto e avere il calore omogeneo dappertutto.

  717. Stefano scrive:

    Grazie del consiglio, ma avevo già agito in tal senso comunque glieri sera ho trovato la PW e ho portato a 40 ° C il set circolatore (PR15).
    Un Consiglio, devo agire anche su (PR13) che è temperatura di spengimento settato a 50°C ?
    Grazie di tutto

    Stefano

  718. CAT Ravelli scrive:

    Stefano NON modificare il parametro PR13 si creerebbe conflitti .

  719. CAT Ravelli scrive:

    Marco sicuro che l’odore acre non provenga dalle tubazioni della canalizzazione?

  720. Stefano scrive:

    Grazie della consulenza.
    Saluti

    Stefano

  721. Riccardo T. scrive:

    scusi CAT Ravelli ho letto che si può trasformare una stufa o camino (nel mio caso 901 canalizzato) in RDS! indicativamente quanto può venire a costare, facendo un calcolo sulle sue tariffe orarie lavorative e tenendo conto del prezzo della componentistica necessaria?

  722. CAT Ravelli scrive:

    Riccardo T.
    Nel tuo caso è sconsigliato montare il sistema RDS, non per i costi ma perché il sensore debimetro che rileva il flusso di aspirazione e che è il cuore di questo sistema (RDS) e sensibile al calore e allo sporco, soprattutto se montato su una stufa camino che è rinchiusa dentro ad un box (bocca camino).

  723. Luca x EVO18 scrive:

    Riprendo discussione post precedente,OK termostatica, ma ora ho dei dubbi sulla configurazione di impianto ed ho pensato a due opzioni:
    1- boiler in parallelo coi radiatori gestiti da 3 vie motorizzata posizionata sulla mandata della caldaia (funzionamento alterno,o l’uno o l’ altro)
    2- boiler in serie coi radiatori con 3 vie motorizzata posizionata all’ uscita del boiler che fà ritorno in caldaia oppure mandata per i radiatori (nel boiler circola sempre acqua calda anche quando c’ e’ richiesta dai caloriferi e forse cosi mi fa anche da volano termico).

    In ogni caso e’ prevista sulla caldaia un uscita per il tre vie motorizzato o bisogna montare il kit opzionale per scambiatore a piastre (la scheda aggiuntiva che le dicevo nel post precedente)?
    A cosa serve L’ uscita caldaia chiamata FLUX?

    P.S. Ho visto funzionare questo kit su una hrv 120,pero’ configurando la caldaia come funzionamento con boiler non viene piu’ letta la temperatura ambiente(sonda boiler su apposito morsetto s.boiler -s.ambiente) e non e’ piu’ raggiungibile il menu’ per selezionare la sonda console.Ottima invece la possbilita’ di impostare i due set di temperature per sanitario e riscaldamento in modo indipendente.
    Ultima cortesia,esiste un manuale(non mi interessano codici segreti ecc.)in cui siano descritti dettagliatamente le varie configurazioni di impianto in modo poi di realizzarle idraulicamente ed elettricamente ed i principi di funzionamento della caldaia perchè il manuale utente in dotazione (generico per HIDRO LINE) e’ alquanto vago.

    Grazie per eventuali risposte.

  724. Luca x EVO18 scrive:

    Precisazione: la serpentina del boiler ed i radiatori prendono calore direttamente dalla caldaia.

  725. CAT Ravelli scrive:

    Luca il 21 e 22 vado al corso di aggiornamento Ravelli, se porti pazienza espongo le tue domande direttamente al responsabile tecnico Hydro Ravelli e ti faccio sapere.

  726. Luca x EVO18 scrive:

    Ok,grazie

  727. Lucapar295 scrive:

    Cat Ravelli,
    Per ora la stufa va molto bene.. Oggi però ho provato ad aprire una delle due ispezioni che ci sono in basso sotto i sei tubi con le eliche e inaspettatamente ho visto che la cenere era bagnata! Ho provato a vedere se scendevano delle gocce ma non ne ho viste! Poi ho raccolto la cenere e ho scolato l’acqua.. Circa 1/4 di bicchiere, è normale o mi devo preoccupare?!
    La stufa è andata 30 ore.
    Grazie in anticipo per la risposta!

  728. matto scrive:

    il camino è eseguito ad oc….? saluti matto la canna fumaria potrebbe condensare …..se non fatta correttamente specialmente nelle idro dove la temperatura fumi è molto più bassa
    saluti matto

  729. adry scrive:

    Ciao CAT ravelli, ho una stufa RC120 che ho canalizzato ma nel libretto d’istruzione c’è scritto che per avere un’ottima climatizzazione bisogna mettere i m3 delle stanze ma qnd cerco di entrare nel display mi viene fuori la scritta accesso negato, mi sai dire perchè?

  730. adry scrive:

    dimenticavo di chiederti: a ke altezza si mettono le sonde ke rilevano la temperatura ambiente? Grazie,

  731. Carlo scrive:

    @CAT Ravelli: ho una stufa Olivia che funziona per la maggior parte del tempo in stato “modula”. Dalla bocca di uscita fumi al comignolo ci sono 3,5 metri di tubo verticale a vista (tutti nell’ambiente riscaldato) più l’attraversamento tetto super-coibentato . La temperatura fumi si mantiene sui 100-110 °C e temo sia un po’ bassa. A) Come devo intervenire per innalzare la temperatura fumi dello stato “modula”? B) Quale è la soglia teorica di temperatura sotto la quale si forma condensa? Ringrazio sin d’ora per le eventuali risposte, che spero possano essere utili anche ad altri utenti…

  732. Lucapar295 scrive:

    Per matto,
    Il camino è alto 7 metri ed è fatto con tubi in acciaio inox con diametro interno del 12 ed esterno del 14.. Se non ricordo male! La canna fumaria è fissata al muro esterno della casa e in fondo c’è un T e quindi se dovesse formarsi condensa dovrebbe fermarsi li! Giusto? E poi ho un altro T attaccato alla stufa.. Poi oggi ho nomato che si è formata una crepa nel top in maiolica… Purtroppo dovrò cambiata a mie spese perché non è in garanzia… Anche se dopo aver speso più di 3000€ e aver fatto solo 21 accensioni la cosa mi fa un po’ arrabbiare! Spero almeno di risolvere il problema dell’acqua!
    Grazie per le risposte!

  733. CAT Ravelli scrive:

    Lucapar295 consiglio di montare la valvola anti condensa per evitare che arruginisca, un alternativa e abbassare i gradi pompa, cioè i gradi acqua per far si che la pompa inizi a funzionare.
    di solito e a 45 sulla Evo18, questa operazione ha però di contro che metti piu tempo a scaldare i caloriferi.

  734. CAT Ravelli scrive:

    Luca per quanto riguarda il boiler e il tipo di impianto la evo 18 ha nel software la possibilità di gestire diverse tipologie di impianto, quella piu comune e di montare una valvola a tre vie in mandata con priorità al boiler.
    sul boiler (per acqua sanitaria) va messa la sonda con il cavetto nero che di solito serve per la temperatura ambiente, per l’ambiente va messo un termostato esterno di quelli ad uso comune e va collegato ai morsetti centrali (per intenderci che hanno il morsetto a molla rosso e nero).
    devi avere montata sù la scheda per kit sanitario.
    bisogna scegliere la tipologia di impianto (1) tra i 3 in banca dati, entrando nell’apposita icona.
    se hai bisogno di saperne di più mi dai la mail e ti invio il file pdf “schemi impianto”

  735. CAT Ravelli scrive:

    Andry “m3″ stà per metri cubi, cerco di spiegarti:
    La tua stufa unica nel suo genere perche puo gestire tre diversi ambienti SEPARATAMENTE

  736. CAT Ravelli scrive:

    Andry hai bisogno però di portare l’uscita canalizzata dx sul locale “A” con il suo termostato che può essere la sonda in dotazione ( che si puoi giuntare e allungare max 15 metri), oppure montare un termostato esterno di quelli semplici a 2 fili che dovrai riportare sulla stufa.
    stella identica cosa per l’uscita sx.
    fatto questo! devi entrare sulla temperatura ambiente (tasto 1) la prima temperatura che leggi è quella del locale dove e posizionata la stufa, confermato con il tasto OK passi alle temperature delle canalizzazioni dx e sx di solito sono in off se lasci così decide tutto la prima temperatura, se invece vuoi che le stanze diventino indipendenti devi modificare e scegliere che temperatura vuoi a dx e a sx (ATTENZIONE non puoi lasciare una delle due a off non funzionerebbe) ricordati ed è importante se hai montato le sonde in dotazione metti i gradi es. 18 – 19 ecc. se invece hai montato dei termostati esterni comuni devi selezionare invece che i gradi T.EXT.
    Fatto ciò! la stufa gestirà separatamente le tre ventilazioni in base a quello che richiederanno i termostati.
    Per i M3° fai conto che le uscite siano della casse stereo è tu volessi alzare il volume più a dx o a sx, e la stessa cosa puoi decidere per es. se la stanza dx è piu grande di quella sx oppure vuoi che un locale scaldi prima dell’altro per es. la camera bimbi che vanno a letto prima rispetto a quella dei genitori, puoi farlo portando il cursore più a dx o sx.
    SPERO SIA STATO CHIARO.

  737. CAT Ravelli scrive:

    Andry le altezze delle sonde di solito a 140-150 cm

  738. CAT Ravelli scrive:

    Carlo Temperatura base o ideale? dipende tutto dal pellet.
    tu hai una Air condensa?
    il fatto che per la maggior parte del tempo stia in modula dipende dal termostato ambiente che sia gia arrivato alla temperatura che hai impostato.
    il mio coniglio e prima di tutto portare la potenza a 5, una temperatura Amb. di 23-24C°.
    La condesa si forma soprattutto quando la canna fumaria e esposta al freddo esterno, quando si accende la stufa il contrasto caldo freddo crea condensa interna alla canna che scende lungo di essa.
    Perchè impostare la pot. a 5 ? pensa alla pentola di acqua che metti a bollire quando cucini! il fuoco lo metti al minimo o al massimo?
    e la stessa cosa! piu alzi prima arriva, prima spengo, il principio e quello, viceversa mettendo al minimo metteresti ore consumi di più.

  739. Carlo scrive:

    grazie per la risposta. Si, ho una Olivia, solo aria. Certo la stufa parte su potenza massima, come hai spesso consigliato, ma dopo un po’ di tempo raggiunge la temperatura ambiente impostata e quindi passa a potenza P1 (modula), per poi rimanervi a lungo. Ho notato il segno di una colatura sull’esterno della canna, che ho attribuito a condensa sfuggita alla guarnizione all’attraversamento tetto. Certo se si genera solo in fase di accensione… allora è inevitabile ma di breve durata, se invece nasce da Temperatura Fumi a regime troppo bassa allora dovrei, credo, trovare il modo di alzare il livello di potenza P1.

  740. Lucapar295 scrive:

    Cat Ravelli,
    Grazie mille per la risposta.
    Io ho una HRV 170.. Avevo dimenticato di dirlo! Potrei montare comunque quella valvola? Il problema della cenere con Aqua potrebbe essere causato dal fatto che, dato che ora fa ancora caldo ho impostato l’acqua a 40 gradi?
    Buona serata!

  741. adry scrive:

    Grazie cat, sei stato veramente chiaro ma per quanto riguarda i m3 non posso metterli io perchè sul display mi viene fuori la scritta ACCESSO NEGATO, ne approfitto per chiederti un’altra cosa : se volessi risparmiare sul consumo del pellet, sul display debbo mettere – o+ pellet? Io ho due stufe una rc 120 e una rv 80 e vorrei abbassare un pò i consumi. SEi veramente un grande a darci delle dritte perchè molti tuoi colleghi ne approfittano per spillarci soldi.

  742. CAT Ravelli scrive:

    Lucapar295 ti consiglio di montare la valvola tre vie, montare la sonda ambiente in dotazione che con configurazione impianto 1° (caloriferi + boiler) diventerebbe sonda puffer, così da impostare una temperatura puffer differente da quella dei termosifoni.
    la stufa da precedenza prima al puffer una volta arrivato a temperatura scambia la valvola sull’impianto dei caloriferi.
    Se vuoi avere il massimo dal tuo puffer imposta una temeratura di 70C° e mettendo un miscelatore mandi acqua ai sanitari a non più di 50C°.
    in questo modo la tua scorta di acqua calda dura di più e non avrai oscillazioni ti temperatura.

  743. CAT Ravelli scrive:

    Adry
    per i M3 il piu delle volte io non lo modifico.
    per il fatto del pellet, il fatto e che se le tue stufe hanno RDS (debimetro) e lavorano bene (cenere grigia che non tinge le dita) il consiglio e quello di abbassare la temperatura ambiente.
    se abbassi il pellet con RDS non ottieni cambiamenti.
    cerco di spiegarti:
    Io taro la stufa on in base al pellet, non in base ai giri ventola ma in aria che viene aspirata dalla macchina.
    es. se a pot. max la mia stufa ha un flusso di m/s 1,70 e con questo flusso brucia bene, la fiamma e alta 15-20 cm, non si formano grumi, impongo di mantenere tale flusso costante con qualsiasi tipo di pellet o quantita di pellet che mi carica.
    immagina che la mia coclea a pot. max giri a 2,8 sec. e il mio flusso (aria che aspira ed entra nel bracere e assigena la fiamma) e di 1,90 m/s, la ventola fumi gira a 1900 giri, e la mia combustione sia buona, se io aumento o diminuisco il carico pellet anche di 1 sec. vedrei sempre la stessa fiamma perche se aumento il carico il sistema che deve rispettare il flusso di 1,90 che ho impostato aumenterebbe i giri ventola per smaltire l’eccesso, viceversa rallenterebbe perche co meno carico pellet il flusso sarebbe piu alto visto che il pellet nel bracere fa da tappo.
    nella maggior parte dei casi lall’arme flusso insufficente o all pulizia bracere viene provocato dal fatto che la ventola fumi non riesce anche con i giri al massimo di soddisfare il flusso impostato, dopo 60 sec. va in allarme.

    puoi pero se la fiamma e eccessiva abbassare il carico pellet insieme al flusso, basta andare sul menu utente penultima icona (set aria pellet) trovi 2 barre pellet e flusso, per il pellet puoi anche togliere 2 – 3 punti, ma il flusso 1 per volta, ogni volta aspetta 10 minuti e vedi come va.
    Grazie per la stima, per altri chiarimenti non esitate anche se in questo periodo siamo incasinati
    Saluti.

  744. CAT Ravelli scrive:

    Adry se abbassi il pellet devi alzare il flusso o non otterresti cambiamenti

  745. Lucapar295 scrive:

    Cat Ravelli,
    Ma io non nessun puffer.. Il mio problema è che aprendo l’ispezione in basso alla stufa dove si ” scolano ” i pulitori ho visto che c’era cenere completamente inzuppata.. E non so ne se è una cosa normale, se è un difetto della stufa o se è dovuta al fatto che tengo la temperatura dell’acqua 40gradi?
    Grazie in anticipo per la risposta e la pazienza!
    Notte a tutti!

  746. CAT Ravelli scrive:

    Luvapar295 si tieni l’acqua troppo bassa

  747. Luca x EVO18 scrive:

    Gent.le CAT Ravelli,
    installazione impianto OK con tre vie,termostatica sul sanitario ed anticondensa.Configurato su impianto 1 ed allacciato termostato esterno.Fatta segnalazione attraverso venditore per l’ aggiunta del termostato esterno quando se ci fosse stata una configurazione T. ambiente(e quindi console)+boiler avrei potuto direttamente montare il display della caldaia nel locale riscaldato (considerando poi il fatto che a bordo caldaia neanche e’ previsto l’ alloggiamento per la console).Per chi comunque non ha un boiler o puffer se si monta la console nell’ abitazione e’ d’ obbligo un cavo schermato per allacciare la console,senza quest’ ultimo le temperature lette impazziscono con conseguente mal funzionamento della caldaia.
    Ora ho una domanda:quale gestione per ecostop in configurazione 1?
    Provato con impostazione su aria(considerando che ho un T. ext) ma ho problemi sul boiler(delta T di 5°).
    Se Text off la caldaia parte con uno scarto di 5 gradi per scaldare il boiler.
    Se aumento delta T boiler quale procedura per aumentare Tmax boiler che piu’ di 60° non va’ ? (sicuramente e’ preimpostato una temperatura massima).

  748. Cinzia scrive:

    Salve, sto per acquistare una ravelli olivia usata , serie precedente a quella di oggi, ha sul contatore circa 2800 ore di funzionamento, quali aspettative di vita circa, 2800 ore sono tante o poche. Grazie per la risposta. Cinzia

  749. FABIO scrive:

    Buona sera Cat Ravelli,ho un problema con un’inserto a pellet ecoteck modello Sara 9kw dopo l’accensione a tempi non regolari va in allarme e scrive sul telecomando termico a riarmo. Ho già chiamato il tecnico che l’ha sostituito ma il problema persiste. N.B a volte la stufa funziona anche giornate intere senza problemi. Aspetto cortesemente una sua risposta buona serata.

  750. CAT Ravelli scrive:

    Cinzia 2800 ore sono nulla considerando che una stufa in media li fa in un anno,
    calcola che se manutenzionata periodicamente dura 15-20 anni.

  751. CAT Ravelli scrive:

    FABIO il termico a riarmo e fornito di una sonda con cavo in metallo, per le stufe hydro interviene per eccesso di calore acqua, er le Air la sonda viene posizionata nella vasca pellet per impedire che raggiunga temperature pericolose.
    controlla che sia posta nel serbatoio però non troppo vicino al corpo stufa dove facilmente possa sentire il calore prodotto dalle pareti esterne corpo stufa.

  752. CAT Ravelli scrive:

    Luca:
    La centralina RDS è nata nel 2010 ed era concepita per gestire il 60% delle cose che fa adesso, nei vari aggiornamenti firmware si e finiti per riempire la memoria e oggi, se il tuo cat lo ha fatto ( aggiornamento firmware ) hai potuto notare che ha aggiornago sia la scheda che il display quest’ultimo è stato sfuttato per aumentare la memoria, quindi svelato perche se non metti un cavo schermato visto che la scheda e il display che devono dialogare nelle due direzzioni creano malfunzioni senza di esso.
    Hai ragione non gestisce un T. Amb. supplementare con schema 1. ho spiegato sopra!.
    Perché abilitare ECO STOP?. Di solito viene usato in 2 casi:
    1* se si collega la caldaia su un impianto a pavimento senza puffer.
    2* se hai una abitazione minimo di classe energetica “C” che a differenza delle comuni impiega ore a disperdere il calore in ambiente esterno.
    Senza ECO STOP la stufa dopo che ha riscaldato il boiler e dopo che il t.ext. e arrivato a temp. Va in modula fino a quando la temperatura acqua della caldaia non arriva a 80Cº dopo di che sj spegne e scrive STAMBY ACQUA.
    A questo punto si spegne e si riaccendera solo dopo che la temperatura schende circa 40/50Cº.

  753. Emilio scrive:

    Ho appena fatto installare una HRV120, il tecnico deve ancora venire per la prima accensione ma….oggi l’ho attaccata alla corrente ho acceso e per mia sorpresa il display dopo 5/6 beef non si accende…e’ normale?? Preciso che il serbatoio e’ vuoto ! mi sapete dare qualche info?? Grazie

  754. CAT Ravelli scrive:

    Emilio controlla che il cavetto non si sia staccato dal display

  755. Luca x EVO18 scrive:

    Ok, grazie CAT sul principio di funzionamento ECO STOP.
    Come settare temperatura massima boiler a 65 gradi?, il valore massimo impostabile in menu’ utente é 60° e nei parametri di fabbrica non c’ è niente a riguardo, come l’ avviamento del circolatore,nessun parametro che mi permetta di modificare la soglia di intervento dello stesso.

  756. Luca x EVO18 scrive:

    Correggo post precedente:soglia intervento circolatore trovata, manca come settare temperatura massima boiler a 65 gradi

  757. Emilio scrive:

    Caro Cat il cavetto e’ connesso regolarmente !

  758. CAT Ravelli scrive:

    Luca per i gradi boiler devo verificare so per certo che per sicurezza i gradi boiler non deve superare i 70.
    Mi informo.

  759. CAT Ravelli scrive:

    Emilio controlla che:
    *Lo spinotto display e i cavi siano ben collegati
    *Lo spinotto e i cavi che dal display sono connessi sulla scheda siano apposto.
    *Sulla scheda stufa ci sono due slot uno vicino all’altro dove e possibile inserire lo spinotto display, prova a inserirlo nell’altro.
    *Se hai controllato i suggerimenti sopra descritti ti resta invertire i collegamenti dello spinotto display ( scambia il filo blu con il marrone).

  760. Luca x EVO18 scrive:

    Ok grazie

  761. michele scrive:

    Salve io ho una ravelli PV80 è molto silenziosa e bella da vedere ma dopo 3 mesi devono ancora a venire a fare il collaudo anche dopo numerose telefonate al centro di assistenza. Il mio unico problema che ho riscontrato dopo alcune prove fatte per l’accensione,è che i pavimenti si sporcano molto di nero,il rivenditore mi ha raccomandato di non provare ad accenderla più.
    Essendo il 05 novembre 2013 non vorrei trovarmi a passare l’inverno senza stufa.

  762. Fabio scrive:

    Grazie mille cat ravelli guardando la posizione della sonda ho visto che ci sono 2 portelline di aspirazione dell’aria che non avevo mai aperto ed erano sporche purtroppo ostruivano l’aria in ingresso e quindi la stufa andava in allarme

  763. CAT Ravelli scrive:

    Michele sicuramente la stufa e da tarare pero credo che lo sporco provenga da perdite del T o dalle guarnizioni della canna.
    Nella maggior parte dei casi la ventola che ti butta aria davanti la stessa viene aspirata sul retro e con aria aspiri anche perdite della canna.
    Controlla.

  764. Luca scrive:

    Salve CAT Ravelli
    sono Luca, ho una Ravelli RC120 chiedevo cortesemente i settaggi della mia stufa.
    Inoltre da qualche giorno ho un problema: quando parte la ventola a 90° dopo l’accensione per circa 10 minuti solo dalla canalizzata fuoriesce della puzza , che finisce quando la temperatura raggiunge i 130°-150°. Ti ringrazio, sei veramente preparato.

  765. Luca scrive:

    Salve CAT Ravelli
    Ho una stufa Ravelli RC120, Ti chiedo cortesemente i settaggi della mia stufa.
    Da qualche giorno dopo l’accensione, all’avvio della ventola a 90° per circa 10 minuti, fuoriesce solo dalla canalizzata odore sgradevole, che finisce quando la temperatura arriva ai 130°-150°. Ti ringrazio

  766. CAT Ravelli scrive:

    Luca consiglio per la messa in funzione di chiamare il CAT perché la tua stufa e unica nel suo genere in quanto hai 3 uscite aria separate e indipendenti fra loro, 2 canalizzate e 1 Anteriore che puoi regolare tramite il proprio termostato.

  767. Riccardo T. scrive:

    @CAT Ravelli
    buonasera sono sempre il tecnico del 901 canalizzato, ho dall’inverno scorso un problema di fuoriuscita fumo durante l’accensione….il cat della mia zona ha detto che secondo lui viene dalla guarnizione della porta, ma a me non convince perchè non vedo annerimenti nella guarnizione!
    Le è mai capitato un problema simile su un 901? il fumo sembra esca in basso a sinistra….ho gia escluso la presa dell’aria e l’attacco della canna fumaria, e ho anche siliconato sotto dove ce la candeletta! proprio non ci arrivo in fondo! sotto il camino ce qualche posto da dove puo uscire?

  768. CAT Ravelli scrive:

    Ciao Riccardo T.
    TUTTE le Macchine Ravelli lavorano (fanno combustione) per ASPIRAZIONE, cioè la ventola fumi è posta alla fine del percorso fumi e quindi lavorando in aspirazione QUALSIASI perdita, falla, possa avere non uscirà MAI del fumo o cattivo odore, ma al contrario aspirerà aria sottraendola al tubo di aspirazione causando al più una cattiva combustione.

    Se hai una perdita di fumo o cattivo odore questa avviene dopo la ventola fumi (canna fumaria) che al contrario lavora per Compressione e se abbiamo una perdita per una guarnizione difettosa o per una perdita nella guarnizione o silicone della ventola fumi tale perdita viene aspirata dal flusso ventola tangenziale che aspira Aria internamente al corpo stufa dove vi è la scheda e le altre apparecchiature compreso la ventola fumi.

    Il tuo problema si accentua durante l’accensione questo perchè la canna fumaria e fredda e non ha un buon tiraggio naturale facendo da tappo al fumo di prima accensione.
    piccole correzioni dei parametri ci sono per attenuare il problema! ma devo conoscere il tipo di scheda che hai su’, anche elencandomi le voci che leggi in tarature fabbrica.
    Saluti

  769. Riccardo T. scrive:

    @CAT Ravelli: il mio modello è quello prima dell’rds, ma il fumo esce proprio da sotto a sinistra del camino! succede solo in accensione quando la camera di combustione si satura di fumo…da sotto esce proprio una nuvoletta di fumo appena visibile che rimane in sospensione quasi immobile quindi deduco che non viene dal percorso dell’aspirazione fumi, altrimenti per effetto della velocità il fumo non sarebbe visibile ma si sentirebbe solo l’odore! ho provato ad abbassare la caduta pellet in accensione e ad aumentare l’arpirazione sempre in fase di accenzione…poi una volta accesa brucia normalmente e non si sente piu nulla

  770. CAT Ravelli scrive:

    Riccardo T
    Il fumo che fuoriesceve quello in camera di combustione.
    In accensione il fumo che si forma di norma non dovrebbe saturare l’interno da non vedere piu nulla! Ma giunto un ciuffo che sale verso l’alto seguendo il percorso fumi.
    La tua stufa in accensione carica il pellet in continuo fino a riempire il bracere? Oppure carica ad intermittenza fino a riempire?

  771. Riccardo scrive:

    @CAT Ravelli: credo di aver svelato il mistero; il fumo sembra provenire dalla presa d’aria che comunica col braciere; non essendo collegata all’esterno probabilmente la camera di combustione saturandosi fa uscire il fumo dalla presa dell’aria, poi quando il fumo sparisce perche compare la fiamma non esce piu nulla; adesso perforerò il muro e metterò un tubo flessibile che collega la presa d’aria all’esterno; quello che non capisco è che non dovrebbe cadere tanto pellet in coclea avvio…l’ho impostato a 1.3 prima era a 1.6, poi a salire potenza coclea 1 1.6 e step successivi di 0,2 fino alla coclea potenza 5…sbaglio qualcosa? immagino che 1,3″ sia il tempo in cui gira la coclea o per caso è il tempo di apertura che intercorre tra un giro di coclea e l’altro quindi calando il tempo aumenta la quantità di pellet?
    Intanto comunque la ringrazio, persone professioniste disponibili come lei sono veramente rare….se è emilia romagna le pago il viaggio e me la viene a sistemare lei

  772. CAT Ravelli scrive:

    Riccardo ok se hai trovato da dove fuoriesce allora puoi risolvere come hai scritto!.
    Si 1, 3 sono i secondi giro coclea.
    2 secondi di diffetenza a salire per potenza possono andar bene.
    Mi spiace io non sono il CAT Emilia.
    Saluti

  773. Elisabetta scrive:

    Buongiorno Cat Ravelli, ho una mdb plurifire 24, comprata usata quest’estate (questo sarebbe il 4° anno di utilizzo). In generale sembra funzionare bene, ma consumo 1 sacco di pellet ogni 4 0 5 ore (ne ho provati molti, ma con gli stessi risultati). ora ho provato a modificare carico pellet e aria, in base ai suoi consigli su questo forum, ed ho messo la potenza a 5. A fine giornata le saprò dire se il consumo si è un po’ ridotto. Il problema che non riesco a risolvere è la ventola che dovrebbe riscaldare l’ambiente dove è installata la stufa. Ho provato ad aumentare la potenza con i tasti 7 e 8, ma non succede nulla. Dalla griglia frontale non esce nemmeno un filo d’aria. A questo punto mi è sorto un dubbio: ma è realmente dotata di una ventola?
    Grazie per i suoi preziosi consigli

  774. Davide scrive:

    Mi presento piacere a tutti mi chiamo Davide, io possiedo una stufa Ravelli R80 del 2011, ora ha superato le ore di pulizia e mi chiede l’intervento del CAT, vedendo che la garanzia è scaduta e come mestiere faccio il Tecnico della System x impianti robotizzati, volevo semplicemente chiedere se qualche CAT mi può dire la PW x azzerare le ore pulizie, che non si azzerano con la PW: A9, lascio la mia email in caso uno mi volesse rispondere gentilmente anche in privato, Grazie Davide.

  775. Davide scrive:

    Meglio il Cell: 333/8921872

  776. CAT Ravelli scrive:

    Elisabetta per la ventola non basta solo aumentare la velocita con i tasti 6-7 ma devi aumentare anche i gradi ambiente, Fai così:
    Entra nel menù con il tasto 2, poi scorri con i tasti 3/4 fino a visualizzare “Term” entra con il tasto 8, ci sono 4 termostati da regolare il primo 01 e quello per la ventola portalo a 28Cº ( ancora tasto 8 e poi 6/7 per aumentare, per uscire dal menù tasto 7.

    Il consumo è csuperiore a una stufa con scarico fumi bassi perché la MDB non ha un giro fumi come le altre ma è piu vicina ad un camino,
    Infatti conviene di piu a legna.

  777. CAT Ravelli scrive:

    Davide 35

  778. Elisabetta scrive:

    Grazie mille cat Ravelli. Domani provo e le faro sapere. Intanto la informo che con i suoi suggerimenti su questo forum sono riuscita ad arrivare a 6 ore con un sacchetto e non più a 4. Grazie ancora per la sua infinita disponibilità.

  779. Davide scrive:

    Le volevo chiedere una cosa CAT Ravelli, con PW 35 non mi fa accedere allo azzeramento delle ore di lavoro, ma nemmeno con la A9, quando l’anno scorso x curiosità l’avevo provata ad inserire è l’aveva presa quest’anno non mi me la prende mi saprebbe dire il perché? Grazie

  780. Pino scrive:

    Salve a tutti,
    ho letto con interesse questo forum ed è davvero interessante ed istruttivo, soprattutto per gli interventi del CAT Ravelli.
    Avrei dei quesiti da porre al CAT.
    Ho acquistato una HRV120 (display 3 tasti) e dopo prolungati e mancati appuntamenti il CAT di zona è finalmente venuto a fare la 1° accensione con le relative tarature. Ho acceso la stufa dopo un mese circa e ho riscontrato delle anomalie. La stufa, mentre era alla pot max, dopo 45 miuti dall’avvio è andata in stop. Lo ha fatto tre volte. Una volta lo ha fatto dopo 5 ore di lavoro regolare, sempre con una fiamma molto alta. Una volta è comparso l’errore A9 se non ricordo male…
    Ho dei dubbi sulle regolazioni che sono state fatte nel menù dal CAT (tra l’altro non ha impostato l’altitudine).
    Due giorni fa ha lavorato per 9 ore senza problemi alla max potenza. Ieri per 5 ore alla max potenza, nessun problema. Ma rimango titubante in quanto si è bevuta una sacchetta da 15 kg in quasi 9 ore, mi sembra troppo…. le regolazione sono: pellet -3 aria -2 temperatura acqua al max 66°C pressione acqua a regime 1,6 bar.
    Una volta ho provato a mandarla alla minima potenza per 2 ore ma l’acqua la scalda a 49 °C e sono davvero pochi. Si può aumentare un pochino questo valore?
    L’impianto dovrebbe essere fatto bene, canna dritta coibentata di 3, 30 mt.
    Mi può dare lumi cortesemente?
    Ho contattato il CAT ma chissà quando arriverà…. lasciamo perdere questo argomento per ora..
    Scusate se mi sono dilungato… grazie

  781. Davide scrive:

    Come non detto la A9 ok è corretta, le chiedo se mi spiega il procedimento da fare x azzerare tra virgolette il prossimo tagliando da fare che era impostata la mia a 2000 ore che è il min ad un max di 3500 ore la si può impostare, io vorrei sapere come azzerare l’allarme…
    Grazie Davide

  782. CAT Ravelli scrive:

    Davide la procedura e:
    Entrare su ore lavoro, poi con il tasto 1 fino a visualizzare codice, inserire 35 e poi Ok.
    Se non riuscissi prova 55.

  783. CAT Ravelli scrive:

    Davide per allungare ore lavoro:
    Entrare in tar. Fabrica poi scendere fino a parametri Extra lì trovi ore service.
    Saluti

  784. Davide scrive:

    Grazie Mille, sei stato molto gentile e preciso, l’ho appena azzerato con successo, Grazie di nuovo, Buona Serata CAT Ravelli.
    Saluti Davide.

  785. CAT Ravelli scrive:

    Pino il consumo di una HRV120 non è uguale per tutti gli ambienti, cambia in base al grado di isolamento dell’abitazione, la tua che è una 12 kw su un appartamento di classe E (abitazione anni 90) riscalda circa 82mº invece per una di classe C (abitazione anni 2000) riscalda circa 137mº.
    Il tuo consumo e nella media tieni conto che e una hydro.
    LA TARATURA.
    L’ideale sarebbe che a potenza max dovresti avere una fiamma alta circa 15/20cm i giri estrattore ( che puoi leggere su stato stufa) tra 1800 e 2000.
    Per ottenere i valori che scrivo bisogna giocare sul pellet e aria.
    Se vuoi una mano devi fornirmi i valori che leggi su stato stufa dopo che la macchina e in lavoro per almeno 1 ora.
    Poi suggerisco sempre quando la stufa si spegne da sola o va in allarme
    Di ricordare che cosa scrive il display, altrimenti il cat non riesce ad aiutarvi.

  786. Pino scrive:

    Salve CAT,
    allora ho preso dei valori in diverse regolazioni:
    pellet-2
    aria-1
    1,95m/s
    2760 g/m
    109°C 1,6bar
    fiamma alta fino a superare il tagiliafiamma
    ha suonato con dei beep e c’era scritto STOP, nessun errore.

    Riaccesa manualmente e ho diminuito il pellet
    pellet -3
    aria -1
    1,75m/s
    2760 g/m
    112°C 1,6bar
    fiamma alta come prima è andata in allarme e STOP, nessun codice, pulizia e nulla di più.

    altra volta:
    pellet -3
    aria -2 (sperando consumasse meno)
    1,81m/s
    2720 g/m
    105 °C 1,6bar

    stessa cosa, andata in allarme sonoro, nulla sul display, STOP.

    Ho visto che quando lavora al max, dopo un’ora e più, i giri sono alti, 2600 circa, in modula arriva a 2000/2200.

    oggi ho provato ancora a modificare (non è andata in allarme)
    pellet -4
    aria-2
    sembra che alla max potenza i giri stiano sui 2400/2500. La fiamma arriva sempre ad investire il tagliafiamma quando esce dal modula e alza la temperatura.
    Vorrei diminuire di un punto l’aria (per far consumare il pellet più lentamente e con meno fiamma) ma sono sicuro che va in allarme.

    Si, la casa è degli anni 80, coibentazione zero…

    è possibile alzare la temperatura acqua alla potenza minima? Mi aiuterebbe a consumare meno e a mantenere una buona temperatura in certe ore della giornata.
    Grazie infinite CAT

  787. nunzio scrive:

    buonasera a tutti, sono nuovo del forum ed ho acquistato una stufa ravelli rc 120, ieri primo giorno di accensione va una bomba, non riesco però a capire un simbolo sul display… un triangolo con sopra una specie di pettine.. qualcuno sa dirmi di che si tratta perché sul manuale non esiste.. grazie

  788. Pino scrive:

    Buona sera CAT Ravelli,
    avevo programmato la stufa per l’accensione 17.30 e spegnimento 23.00.
    Sono entrato in casa alle 18.45 e funzionava alla max potenza. Sembra tutto ok. Improvvisamente alle 19.00 ha incominciato a suonare e sul display compariva STOP.
    Ho preso i seguenti valori del display:
    1,80 m/s
    2700 g/m
    fumi 116°C press 1,6 bar
    set reale 2,00
    TSK
    37,00
    00 ALL.N.

    T. DEB. 55,66°c
    22,12°C

    Nessun errore , c’era scritto solo STOP con il simbolo e pulizia braciere.
    Mi demoralizza proprio questa cosa… non immagino cosa può essere…
    Help!
    Grazie

  789. CAT Ravelli scrive:

    Prima di tutto controlla che per sbaglio tu non abbia attivato ECO STOP.
    Vai sul mebu utente entra in eco stop e metti off.
    Poi i valori m/s e giri estrattore non vanno bene.
    Cioè per mantenere un flusso di aria aspirata m/s =metri secondo, la ventola fumi deve andare al massimo 2700 giri e non riesce lo stesso a mantenere il flusso (set reale 2, 00) quindi e destinata ad andare in allarme.
    Il sistema ragiona così:
    Si regola il flusso aria ingresso (m/s) tanto che basti a smaltire il pellet nel bracere mantenendo la fiamma alta circa 15/20cm, e i giri ventola tra i 1800 e 2100 giri, questo perché in caso ci fosse un accumulo di pellet nel bracere (che farebbe da tappo al flusso) per mantenere il valore flusso impostato vengono aumentati i giri ventola se i giri sono nella norma (1800/2100), ma se si trovano gia a 2500/2600 non potendo aumentare perche i giri massimi sono 2700 allora il sistema va in allarme.

  790. CAT Ravelli scrive:

    Pino posso aiutarti ad tarate la tua stufa al meglio, pero devi essere in grado di entrare nei parametri altrimenti diventa complicato

  791. Pino scrive:

    Grazie CAT,
    immaginavo che girava troppo
    proprio 15 minuti fa si è spenta di nuovo, il braciere era senza brace quindi ha incominciato a riempire esageratamente poi ha riacceso con una fiamma da incendio…. ha soffiato molta aria ed è andata in allarme, STOP e pulizia braciere. Sicuramente ha fatto tappo.
    Se mi guidi credo di poter entrare nel menù CAT.
    Ti elenco i valori impostati dal CAT e sicuramente trovi il valore sballato:
    ACCENSIONE
    TF1
    COCLEA ACCENSIONE
    03,5 SEC.
    TF2
    CARICO MAX COC.
    004 MIN
    TF31
    GIRI ESTRATTORE
    1450 RPM.
    TF4
    PRERISCALDAMENTO CANDELETTA
    180 SEC.
    TF5
    DELTA FIAMMA
    010°C
    TF6
    SOGLIA POMPA
    051°C
    TF7
    SOGLIA RIAVVIO
    80°C

    FIAMMA PRESENTE

    TF8
    COCLEA AVVIO
    1,8 SEC.
    TF9
    DURATA AVVIO
    008 MIN.
    TF32
    GIRI ESTRATTORE AVVIO
    1700 RPM.

    PULIZIA BRACIERE

    TF11
    ATTIVA PULITORE
    OFF
    TF12
    CADENZA PULIZIA
    30 MIN
    TF13
    DURATA PULIZIA
    020 SEC.
    TF14
    ASP.FUMI PULIZIA
    2500 RPM

    TF18
    COCLEA PULIZIA
    1,4 SEC.
    TF21
    SECONDI PULITORE
    030 SEC.
    TF27
    COLPI PULITORE
    005

    SPEGNIMENTO

    TF15
    SOGLIA SPEGNI
    050°C

    POTENZA MODULA

    TF16
    COCLEA POT. MOD.
    1,8 SEC.
    TF17
    FLUSSO POT.MOD.
    2,05 M/S

    POTENZA MINIMA

    TF19
    COCLEA POT. MINIMA
    1,8 SEC.
    TF20
    FLUSSO POT.MINIMA
    2,05 M/S

    POTENZA MASSIMA

    TF22
    COCLEA POT. MAX
    5,2 SEC
    TF23
    FLUSSO POT. MAX
    2,10 M/S

    GIRI ESTRATTORE

    TF33
    VEL.FUMI P.MOD.
    1400 RPM
    TF34
    VEL. FUMI POT. MIN
    1400 RPM
    TF35
    VEL. FUMI POT. MAX
    1700 RPM
    TF36
    VEL. FUMI P. SANI
    1800 RPM

    ALTITUDINE

    TF38
    ALTITUDINE
    0000 MT.

    DEBIMETRO

    TF39
    ON/OFF DEBIMETRO
    S.AUT.

    RICETTE

    TF40
    RICETTA ATTIVA
    OFF

    DELTA BOIL/PUF

    TF54
    DELTA BOILER
    05°C
    TF55
    DELTA PUFFER
    05°C

    ALLARMI

    TF41
    SOGLIA NO PELLET
    045°C
    TF42
    SOGLIA MASSIMA
    270°C
    TF43
    RITARDO ALLARMI
    060 SEC.
    TF44
    BLACK OUT
    010 SEC.
    TF45
    BLOCCO TRIACC.
    003 MIN.
    TF46
    T-MINIMO SPEGNIMENTO
    004 MIN.
    TF47
    FLUSSO MINIMO
    00,70 M/S
    TF48
    DURATA MAX ACC.
    018 MIN.
    TF37
    SOGLIA MAX H2O
    090°C

    PARAMETRI EXTRA

    TF49
    ESCLUDI PRESSIONE
    OFF
    TF50
    FREQUENZA
    50HZ
    TF51
    GRADI
    °C
    TF52
    TIRAGGIO UTENTE
    ON
    TF53
    ORE SERVICE
    2500
    TF30
    ATTIVA FUNZ. VENTOLA
    ON
    TF28
    VENTOLA VEL.MIN.
    175V
    TF29
    VENTOLA VEL. MAX
    220V
    TF56
    VOLT MAX
    230

    Scusa se sono stato prolisso, ma la lista è lunga.
    Grazie mille.

  792. CAT Ravelli scrive:

    Nunzio
    Fai conto che il pettine che vedi sia come in uno stereo, puoi aumentare il volume sulla cassa dx o sx, nel tuo caso più aria canalizzata a dx o sx, nella Flavia avanti o dietro.
    La tua stufa se impostata diventa 3 in uno, perché ogni uscira canalizzata può essere indipendente con il proprio termostato o sonda.

  793. Pino scrive:

    Dimenticavo, ECO è su OFF. Mi aveva fregato due settimane fa e l’ho disattivato.

  794. CAT Ravelli scrive:

    Pino Allora!
    Entra in tarature mofifica:
    TF1 =3, 2
    TF2= 4
    TF31= 1550
    TF33= 1500
    TF34= 1500
    TF35= 1900
    TF36=1900
    TF39=off
    TF44=50

  795. CAT Ravelli scrive:

    Pino Attenzione con TF39 abbiamo escluso (provvisoriamente) il flusso.
    Quello che devi fare e riportare i valori aria pellet a 0 – 0.
    Accendi la stufa e aspetta che vada in lavoro.

  796. Pino scrive:

    Scusa per entrare nelle tarature mi chiede un codice…
    non ce l’ho .Come posso procedere?

  797. CAT Ravelli scrive:

    Pino dopo che i fumi raggiungono 75Cº puoi regolare la stufa cercando di ottenere la fiamma in LAVORO MAX circa 15cm abbassando o aumentando il pellet con il set pellet che hai messo a 0.
    Ogni volta che tocchi il set pellet devi aspettare almeno 10 minuti prr vedere i cambiamenti.
    Se per esempio abbasi il pellet a -5 ed e ancora troppo vai in taratura fabbrica e abbassa il TF22 portandolo a 4, 7, se devi aumentare riporta a 0 o -2 ecc. Devi ottenere la fiamma giusta.

  798. Pino scrive:

    nella pagina vedo “tarature fabbrica” e “parametri base” che mi chiede il codice

  799. CAT Ravelli scrive:

    A9

  800. CAT Ravelli scrive:

    Una volta riuscito ad ottenere la fiamma desiderata e continua nel tempo (sempre in Lavoro max) devi prendere carta e penna, entrare in stato stufa, annotare il valore m/s (es. 1, 65) e sostituirlo al valore TF23 su taratura fabr.
    Invece su TF17 TF20 devi immettere il nuovo parametro appena modificato TF23 ma togliendo 20 punti es. Se su TF23 Metti 1, 65, su TF 17 e 20 metti 1, 45 .
    Ti resta un ultima cosa, riattivare il debimetro TF39 rimetti Aut.

  801. Pino scrive:

    ok, ho fatto tutto.
    ma poi quando riattivo il tf22?

  802. CAT Ravelli scrive:

    Adesso il sistema manterrà costante nel tempo la tua fiamma ideale.

  803. Pino scrive:

    Credo di aver capito, mi annoto tutto e procedo,
    grazie davvero.
    Se rilevi altri parametri che ho scritto che ti sembrano sballati dimmi che provo.
    Grazie

  804. CAT Ravelli scrive:

    Il TF22 serve per aumentare o diminuire il pellet a pot max se non riesci con set pellet.
    Trovato il set giusto lo lasci così

  805. CAT Ravelli scrive:

    Mi raccomando per settare la fiamma ideale (a me) ci vogliono almeno 30 minuti. Fai con calma anche 1-2 ore lo fai bene una volta per sempre

  806. Pino scrive:

    Scusa ancora, mi confermi il TF 44 lo porto a 50? ovvero blackout da 010 secondi a 050?

  807. CAT Ravelli scrive:

    Se ti pup aiutare il TF 22 non lo mai abbassato sotto i 5, 0
    Saluti

  808. CAT Ravelli scrive:

    Il tf 44 e il tempo che la macchina puo rimanere senza corrente,
    Portalo a 50 in modo che se va via la corrente e tornasse prima di 50 secondi la stufa continua a lavorate come se non fosse successo niente, se supera allora va in allarme e si spegne.

  809. Pino scrive:

    scusa ancora, ho modificato i parametri che mi hai fornito ma non era a zero aria e pellet, fa lo stesso?

    quindi accenderò la stufa e farò come hai detto, con calma… grazie sei davvero grande! non so come ringraziarti.

  810. Pino scrive:

    Di nuovo io… il TF31 non ce l’ho che parametro sarebbe? scusa…

  811. CAT Ravelli scrive:

    Sta su riga Accensione ed e i giri estrattore

  812. CAT Ravelli scrive:

    Fa lo stesso

  813. Pino scrive:

    sulla riga accensione parte da TF33, non è che ti riferisci a TF32 giri estrattore avvio? sulla riga Fiamma presente? che ora sta a 1700 rpm.

  814. CAT Ravelli scrive:

    Pino rileggi o parametri che hai scritto li vefi li

  815. Pino scrive:

    si scusa, sarà il sonno che mi intorpidisce… grazie mille, domani provo il tutto.
    Grazie davvero.

  816. Pino scrive:

    Salve CAT Ravelli.
    Ho fatto tutta la procedura che mi hai suggerito, non è stato difficile, bisogna smanettare un po e diventa molto semplice.
    Senza le tue spiegazioni però non sarei riuscito a fare nulla!
    Allora ho impostato i valori che mi avevi fornito e ho portato a 4,7 il TF22, riportato a zero pellet e aria.
    La fiamma era ancora alta dopo 1 ora e mezza di lavoro (ho atteso che si stabilizzasse bene), ho diminuito allora a -1 il pellet e nulla di fatto. Dopo 15 minuti ho diminuito il pellet a -2, ancora fiamma alta 1,29 m/s e 2500 g/m – set reale 2,00. Ho diminuito ancora a -3 e comunque la fiamma mi sembrava alta, i valori comunque cambiano in continuo, da 1,27 a 1,73 m/s e da 1700 a 1920 g/m. Ho provato a diminuire a -4 ma non va bene, fiamma molto piccola e non riusciva ad andare in temperatura e quindi in modula non ci và.
    Sono ritornato a -3, ho fatto una media dei valori riscontrati alla max potenza e ho inserito TF23 1,45 TF17 1,25 TF20 1,25 e ho riattivato il debimetro TF39 su Aut.

    Ora leggo 1,30-1,48 m/s – 1800 2180 g/m set reale 1,25.
    Penso che ora vada bene, forse posso ancora affinare un po, ma credo che ho raggiunto già un grande risultato e grazie a te.

    La fiamma in certi momenti è sempre vivace e sbatte sul parafiamma, pensi sia utile ora agire diminuendo l’aria a -1 o -2?
    Pensi che posso ancora diminuire il TF22 portandolo a 4,6 o 4,5?
    La differenza è stata notevole portando il pellet da -3 a -4, questo perché i valori sono esponenziali? Mi è risultato strano insomma il cambiamento repentino.
    Scusa la valanga di domande ma una tua spiegazione, consiglio è sempre prezioso.

    Grazie infinite.

  817. toni scrive:

    buonasera cat ravelli,ho un inserto rc 1000 canalizzato,già preso nel novembre 2012,ho imparato ad usarlo bene grazie ai suoi consigli.Il cat che ha fatto il collaudo,mi ha disabilitato l’rds perchè avendo una canna fumaria alta 9 metri,tutta dritta fino alll’uscita del solaio,mi ha detto che potrebbe andare in allarme.Io vorrei provare ad attivarlo,grazie alle sue indicazioni.Me lo potrebbe scrivere come fare?Grazie anticipatamente

  818. Stefano scrive:

    Salve, ho una Ravelli mod. Genova la mia domanda è questa a quanti bar di pressione deve stare il vaso di espansione interno ? (1,5 bar).
    Spiego il perchè della domanda, con un vaso di espansione sull’impianto da 23 L e una pressione di 1,5 bar; con l’impianto fermo la pressione è a 1 bar ma quando l’impianto è in esercizio dopo un’ora la pressione sale a 1,8 bar (mi sembra un pò troppo ) allora ho controllato la pressione del vaso di espansione interno ed è a 2,9 bar, non vorrei che fosse troppo alta la pressione quindi non lavora.

    Saluti

  819. Giusy scrive:

    Salve cat ravelli, sono Giusy ho una stufa Ravelli ecotek modello MONICA.. questa dovrebbe essere la quarta stagione x la mia magnifica stufa “dico magnifica” perche fino a ieri non mi ha mai dato nessun problema.. come le altre stagioni sono intenda ad accendere la stufa quindi metto la spina alla presa elettrica si avvia la pulizia finale quando premo il tasto 1 x avviare l’accensione mi dice STATO COCLEA poi suona allarme,
    cosa può essere successo e di conseguenza ke devo fare? aspetto risp.. grazie anticipatamene

  820. CAT Ravelli scrive:

    PINO ;-)
    Tutto Ok i valori a fine procedura sono nella norma.
    e normale che i m/s non sono stabili oscillando un po’ l’importante sono i giri ventola (lineari).
    tra -1 -2 -3 -4 -5 la differenza e di 0,2 millesimi di secondo giri coclea che nel tempo fanno la differenza.
    l’importante che con fiamma vivace alta 15 cm, i giri ventola si aggirino intorno a 1800 e 2100 (per il tuo modello) in questo modo se la macchina avesse bisogno di smaltire un eccesso di pellet o un intasamento (tipo fine stagione) abbia a disposizione 800 – 900 giri per arrivare ai giri max ventola.
    con la taratura che abbiamo (HAI) fatto hai detto la stufa di mantenere il flusso costante qualsiasi sia la quantita di pellet nel bracere, qualsiasi sia lo stato di intasamento, qualsiasi pellet usi.
    Saluti…

  821. CAT Ravelli scrive:

    Toni nell’Inserto (che e una stufa incassata nel camino) di solito si disabilita RDS non per la canna fumaria lunga o corta (sono scemenze ) di miei colleghi che ne capiscono meno degli utenti, e da qui che si capisce quando un CAT frequenta i corsi che ogni anno la Ravelli mette a disposizione.
    Comunque l’RDS che è un peccato non far funzionare, possiamo abilitarlo l’importante e che il tubo di aspirazione venga collegato e portato all’esterno.
    questo perche il sensore posto nel tubo di aspirazione (debimetro) non deve aspirare aria calda e polverosa, altrimenti il doppio sensore che lavora con temperature diverse impazzirebbe sballando la lettura flusso.
    Se il tuo inserto devi estrarlo periodicamente allora puoi inserire un tubo piu grande (tubo aspirazione) fissato a muro cosi da poter estrarre la macchina senza problemi.
    una volta fatto possiamo riabilitarlo e tarare RDS.
    Saluti

  822. CAT Ravelli scrive:

    Stefano la pressione del vaso si dovrebbe controllare ad impianto termosifoni scarico, altrimenti i valori non risultano veritieri.
    il vaso di espansione stufa serve solo per compensare se stessa, non basta per l’impianto ecco perchè molti lasciano aperto il ritorno sulla caldaia a gas in questo modo usano anche il suo vaso.
    Hai un minimo di 0,5 bar a un massimo di 2,5 bar per non incombere nell’allarme pressione acqua, quindi tutto ok sei nella norma, anche perche il limite meccanico di sicurezza (valvole di sicurezza) si aprono a 3 bar.

  823. CAT Ravelli scrive:

    Giusi suona l’allarme! quale dei 12 ??

  824. CAT Ravelli scrive:

    Giusy dimenticavo descrivi la tastiera:
    quanti tasti?
    la tastiera ha due display piccoli sopra e sotto o è al centro grande?
    quando attacchi la spina se e a 6 o 7 tasti leggerai l’anno e la versione! scrivimelo.
    Ciao.

  825. Pino scrive:

    Grazie CAT Ravelli, non ci sarei mai riuscito senza le tue istruzioni.
    Oggi è andata per 5 ore senza nessun problema.
    Ti volevo chiedere se è possibile alzare di qualche punto il valore di temperatura acqua quando la imposto alla potenza minima. Se non ricordo male, la valvola apre a 51°C e la temperatura che leggo alla minima potenza è di 49°C. Il mio intento è quello di aumentare la temperatura acqua a 53-54 °C, è possibile?
    Grazie

  826. CAT Ravelli scrive:

    Pino.
    La stufa va messa sempre a max.
    quando va al minimo da sola per (MODULA ARIA) sempre se hai montato un termostato ambiente esterno allora la pompa che invia acqua ai termosifoni si ferma..
    se invece va in (MODULA H2O) per temperatura raggiunta acqua (che viene impostata dall’utente “di solito a 65″) allora la ponpa continua a funzionare ma la fiamma si abbassa.
    Se invece vuoi metterla tu a pot min. e avere una fiamma piu alta di modula!
    devi cambiare i parametri:
    TF19 COCLEA POT. MINIMA alzalo di 1 secondo piu di adesso

    TF20
    FLUSSO POT.MINIMA alzalo di 5 punti piu di adesso es. 1,25 metti 1,30

    poi senza disabilitare il debimetro e mettendo tu la stufa a pot. min. trova il valore TF 19 che ti va bene.
    il TF20 portandolo a +5 da come e impostato equivale a flusso pot. 2, se aumenti ancora di +5 = pot 3 ecc.
    ti consiglio di aumentarlo solo di +5 da come e adesso e giocare con il pellet TF19.
    Buon divertimento

  827. Pino scrive:

    Ok proverò di sicuro.
    Grazie infinite.

  828. francesco scrive:

    Salve chiedo un informazione ho una stufa idro 135 ravelli ce un problema la e inpostata a 55 quando arriva a 52 gradi scende fino a 40 poi risale a 52 adesso chiedo l problema cosa puo essere??? Faccio presente sul dispey esce che ho superato le ore inpostate da ravelli potrebbe essere lui il problema??come faccio a riportarle a 0000 provato con password a9 ma nulla

  829. CAT Ravelli scrive:

    Francesco succede nella prima fase di lavoro, uando la temperatura raggiunge i gradi in cui si accende il circolatore che manda il calore nei termosifoni.
    55Cº e una temperatura bassa l’ideale e 65Cº .
    Per le ore service è solo un promemoria che ti avvisa di fare pulizia.
    Se cerchi la password leggi piu inalto domanda del 11 novembre ore 15:27

  830. toni scrive:

    Buonasera Cat Ravelli,sono Toni il ragazzo dell’inserto rc 1000.Il tubo di aspirazione l’avevo già montato quando ho acquistato l’inserto,e aspira aria pulita da fuori.e collocato a circa 10 cm dal tubo aspirazione dell’inserto,perchè ogni tanto lo devo estrarre.Cosi’ può andare bene?Se si,quando e disponibile, può inviarmi la configurazione dell’ rds,con le relative password?Grazie infinite

  831. francesco scrive:

    Chat ravelli ti ringrazio ma il mio problema e che piu di 50 gradi non sale arriva a 50 e sul displey si vede che scende 47 46 45 44 fino ad arrivare a 40 gradi poi risale fino a 50 gradi e sempre cosi mi fa infatti i caloriferi sono tiepidi!!!!!! In caso i ricambi dove posso comprarli??????? Otato che dietro la stufa ce una specie di stuzicadente che mi sembra che non funzioni bene perché lo sento che schiacciandolo sia rotto in caso dove posso comprarlo il pezzo?????? Grazie in anticipo

  832. francesco scrive:

    Scusami chat ravelli ce un modo come azzerare le ore di lavoro

  833. Kikko71 scrive:

    Buongiorno CAT Ravelli, ho appena installato una hr160 snella . Sembra tutto ok, l’unica mia preoccupazione è che mentre funziona la pressione dell’acqua si aggira intorno ai 2bar ma dopo qualche tempo che si è spenta sembra svuotarsi e scende sotto 0,5 andando in allarme durante l’eventuale riaccensione. In questo modello, l’andata e il ritorno come sono collocati fisicamente? Ho due manuali e uno dice il contrario dell’altro! Grazie.

  834. Kikko71 scrive:

    PS: risolto, probabilmente si era formata un po’ d’aria che poi sfiatava dalle valvole e calava la pressione.

  835. Cinzia scrive:

    Salve CAT Ravelli, ho da poco fatto andare la Olivia comprata usata con 28oo ore. SOno contenra come va,( quando parte), lo scarico è ( curva a 2 sezioni per uscire dalla stufa – orizzontale da 25 cm – T con ispezione – 4 mt in vert. fuori tetto).
    Il problema è che sono 4 volte che l’accendo e ogni volta dopo il caricamento del pellet (3/4 del braciere) fa la fiamma che poco dopo si spegne e bisogna lasciarla li ad aspettare almeno 15 o 20 minuti prima che si riavvi da sola, muovendo il pellet nel braciere. Poi riparte, tutto il pellet del braciere diventa con la fiamma incaldescente e la stufa parte e va in lavoro. Allora lei scalda e io sono contenta!
    La devo tenere a 3 perché se nò la fiamma arriva al tagliafiamma e oltre, infatti ho soperto dopo l’acquisto che il vetro nella parte superiore sembra leggermente rovinato, come se avesse una macchia tipo calcare, non so se può essere attinente . Comunque le chiedo se possibile farla partire al primo tentativo, per regolare la fiamma ho visto che ci sono delle istruzioni, devo diminuire o alzare il pellet o l’aria?
    Grazie per la cortesia e buon lavoro.

  836. sauro scrive:

    AIUTO
    Possiedo una stufa Ravelli MONICA acquistata questa primavera, vorrei un aiuto per diminuire la quantità di pellet durante la fase di accensione.
    Quindi mi serve la paswword per accedere al menu e dove accedere. premessa che vorrei ottimizzare il pellet che cade al minimo avendo gia abbassato la quantità nel parametro utilizzatore -4 pellet o aria. Non voglio stravolgere ma fare solo prove caricando la cloclea ancora con meno pellet quando modula al minimo. Grazie mille.

  837. CAT Ravelli scrive:

    Toni sarebbe meglio collegare il tubo di aspirazione con una maggiorazione es. Aspirazione inserto 50mm. tubo aspirazione 80mm. che ti permetta l’estrazione quando occorre.
    Lio verifica che il tuo inserto abbia il debimetro ( schedina posta sul tubo di aspirazione.
    Fammi sapere per ptovedere.

  838. CAT Ravelli scrive:

    Francesco se la temperatura anche dopo 2ore non sale piu di 50Cº prova controlla:
    Di aver impostato la fiamma a potenza Max
    Di non aver abilitato il t.ext (termostato esterno) se non c’è l’hai.
    Di avere impostato una temperatura acqua almeno di 65Cº
    Di avere una fiamma alta almeno 15cm.

  839. Kikko71 scrive:

    Innanzitutto vorrei farvi i complimenti, proprio un bel forum!
    Vorrei poi chiedere a CAT Ravelli, se è normale che i fumi in uscita siano attorno ai 65° in MODULA, stufa hr 160 snella, perché ho notato che il camino è già diventato nero nella parte finale.

  840. CAT Ravelli scrive:

    Kikko71 la mandata si trova in alto e il ritorno in basso.
    Per la pressione e un problema comune in impianti che hanno poca acqua nel circuito (per quantità intendo litri)
    Hai 2 opzioni:
    1 disabilitare l’allarme pressione acqua, però dovresti periodicamente visionare la presdione.
    2 montare un gruppo di riempimento automatico che serve a mantenere ila pressione giusta.

  841. CAT Ravelli scrive:

    Kikko71 la mandata si trova in alto e il ritorno in basso.
    Per la pressione e un problema comune in impianti che hanno poca acqua nel circuito (per quantità intendo litri).
    Molti utenti una volta montata la stufa chiudono le saracinesche della caldaia (Sbagliato) il vaso di espansione (serbatoio rosso) presente nella stufa non è abbastanza grande per l’impianto, la soluzione e farlo lavorare insieme a quello della caldaia a gas aprendo almeno una saracinesca caldaia a gas.
    Hai 2 opzioni:
    1 disabilitare l’allarme pressione acqua, però dovresti periodicamente visionare la presdione.
    2 montare un gruppo di riempimento automatico che serve a mantenere ila pressione giusta.

  842. CAT Ravelli scrive:

    Kikko71 piu che i gradi dei fumi devi fare caso al colore delle ceneri e ai residui sul bracere.
    La cenere deve essere grigia e non deve tingere le mani, nel bracere non devono esserci residui importanti.

  843. Kikko71 scrive:

    Grazie CAT Ravelli, infatti ho risolto facendo come hai consigliato (me lo aveva suggerito l’idraulico ieri). Per la temperatura fumi mi sai dire qualcosa?

  844. Kikko71 scrive:

    Nel braciere non ho residui, la cenere poi mi sembra normale. È proprio il comignolo che in tre giorni è già diventato nero. Canna fumaria di 2m interna e 1m esterna coibentata. Che sia troppo bassa la parte esterna?

  845. CAT Ravelli scrive:

    Cinzia
    Allora! Inizio a dirti che la canna è ok.
    L’accensione si può aggiustare.
    Il vetro sicuramente e il calore (non grattate o strofinate con spugne abrasive) è resistente al calore ma non è Anti graffio.
    La fiamma si può regolare, direi di incominciare dal accensione:
    Entra nel tuo menù vai alla voce vedi tarature e riportami le descrizioni e relativi parametri, so che è impegnativo ma se non vedo facciamo solo casini.
    Saluti

  846. CAT Ravelli scrive:

    Sauro è convinzione di molti che diminuendo il pellet al minimo o addirittura il minimo del minimo si ottenga un risparmio, (SBAGLIATO)
    Ti e Vi pongo un quesito:
    Devi far bollire una pentola importante di acqua! Per risparmiare la fiamma la metti al minimo? o al massimo?.
    AL MASSIMO perché? Lo scopo in questo caso è portare a ebollizione, nel tuo è a temperatura l’ambiente! Prima ci arrivi, prima la stufa si mette in mobula (minimo), prima risparmi pellet, prima ti riscaldi.
    Per diminuire il pellet in lavoro hai le potenze! , diminuirla in modula quando la fiamma è minima non ti porta un gran risparmio anzi,
    La stufa funziona e si gestisce grazie alle temperature di combustione, diminuirle puo determinare allarmi come pellet esaurito, anomalia fiamma, ecc.
    Sono combinazioni studiate in laboratorio , ti pare che se ci fosse una taratura che faccia risparmiare non l’avessero impostata?

  847. Cinzia scrive:

    Risalve, Mod. Olivia 2800 ore, è normale che per accendersi deve provarci 2 volte, ci vogliono circa 20 minuti. Dopo 1 ora che va a potenza 5 , la temperatura fumi non supera 1o8 gradi , i giri 1500 circa. Vedo che parlate di valori più alti. E’ sempre normale? Saluti Cinzia

  848. Kikko71 scrive:

    CAT Ravelli, è un piacere leggere consigli e spiegazioni dettagliate e precise come le dai tu, grazie. È da poco che ho una idro Revelli e ne sono già entusiasta!

  849. CAT Ravelli scrive:

    Cinzia la tua olivia non e tatata al meglio.
    Per poterti aiutare devo conoscere le tarature.
    Entra su menu utente:
    Tasto ok – menu utente – premi piu volte il tasto 1 fino a leggere (vedi tarature) – premi ok e visualizzi es.:
    TF1 = accendi coclea 2, 4
    TF2 = minuti coclea 4
    ecc..

  850. CAT Ravelli scrive:

    Per chi ha la hydro sul web cercate il filmato animazione (ravelli hydro) cosi capite il giro fumi e lo scambio di calore all’acqua e capirete perche la temperatura fumi e sempre bassa.

  851. Cinzia scrive:

    OK, ecco i valori Olivia caldi caldi:
    ACCENSIONE-
    TF1 CLOCHEA ACC. 03,6 Sec.
    TF2 Carico max 004 min.
    TF31 1600 rpm
    TF4 prerisc.200 sec.
    TF5 delta 10°
    TF6 soglia ventola 70°
    TF7 soglia riavvio 75°
    FIAMMA PRESENTE
    Clochea avvio 01,2 sec
    TF9 durata avvio 4 min.
    TF32 velocità fumi 1500 rpm
    PULIZIA BRACIERE
    TF8 Clochea pulizia 01,1 sec.
    TF12 Durata pulizia 15 sec.
    TF13 Cadenza pulizia 060 Min.
    TF14 Asp. fumi 2500 rpm
    SPEGNIMENTO
    TF15 Soglia spegni 050°
    Grazie per la tua disponibilità.

  852. Carlo scrive:

    piccole chiazze incrostate le trovo spesso sul vetro della mia Olivia perché c’è sempre qualcuno che per scaldarsi il posteriore va a toccare con tessuti sintetici… :-) poi il calore cuoce i residui e niente li scioglie più. Io rimuovo le chiazze utilizzando la lama nuova di un taglierino a mo’ di raschietto: con cautela e tenendola piuttosto inclinata, come se fosse una pialla, finora non mi si è mai rigato il vetro.

  853. Romeo scrive:

    Ciao CAT Ravelli.Vorrei un parere sul funzionamento della mia nuova stufa Ravelli Flavia.Ho notato che la temperatura dei fumi e’ a 150° se modula e 210° a P5.Questo da display,se misuro il tubo appena fuori della stufa siamo a 30° in meno.La fiamma e’ abbastanza bianca e la stufa funziona benissimo.Il tubo fumi è da 8 cm per una lunghezza di 4 metri senza curve.Faccio notare che tutti i parametri sono quelli di fabbrica,verificati personalmente . L’ho installata io e non gli ho fatto fare il collaudo di prima installazione.Questo perche’ mi hanno detto che se l’impianto e’ fatto bene le tarature di fabbrica dovrebbero essere ok.Speravo di tergiversare fino al termine della stagione cosi facevo intervenire il CAT sia per la pulizia che regolazione.Ho comunque il dubbio che si debba diminuire la temperatura dei fumi inquanto,vedendo altre stufe la fiamma è molto piu’ rossa ed ondeggiante.Gentilmente,ti chiederei su come regolare l’RDS e dove possa scaricare il manuale dell’installatore della sopracitata stufa Flavia.Ringraziandoti anticipatamente ti Saluto

  854. CAT Ravelli scrive:

    Cinzia è il resto?
    Comunque devi modificare il
    TF1 portalo a 3, 2
    TF2 portalo a 5
    TF32 portalo a 1700.
    Per farlo invece che entrare in menu utente devi entare in taratura fabbrica (icona con la chiave inglese) avrai bisogno della password (se leggi qualche commento la trovi subito).
    Fatto ciò visualizzerai le stesse voci che ai scritto, cambia quelle che ti ho scritto.

  855. CAT Ravelli scrive:

    Romeo per i gradi in meno dei fumi! Tu misuri la temperatura sul metallo della canna mentre la sonda nei fumivche escono.
    Guarda la taratura non è un valore uguale per tutti ma va adeguata in base al tipo di stufa, alla tipologia di canna, alla posizione della stufa.
    Il colore della fiamma e dovuto al tipo di pellet, a noi CAT interessa di più l’intensità , se e aspirata ecc.
    I nostri manuali non hanno più i valori taratura perche con RDS e il cat con la sua esperienza che decide come impostare la combustione

  856. Romeo scrive:

    Ciao CAT Ravelli
    Pienamente daccordo su quello che affermi.Mi sarebbe piaciuto pero’ avere il manuale,in rete ne ho trovato uno ed è abbastanza interessante:(MANUALE INSTALLATORE 2009
    Rev.2
    ( Per modelli con scheda FLASH ).
    Peccato che non sia della mia flavia che all’accensione dice:ECT2010RDSMB 3,02 RICETTA OFF.
    Da quello che vedi,il software è aggiornato?
    RICETTA OFF cosa significa? Mi hanno fornito un piccolo telecomando con 5 tasti,2 per la temperatura,2 per la potenza ed OK.

  857. Francesco1965 scrive:

    Salve,possiedo una HRV120,vorrei sapere se c’è qualcuno che mi può aiutare
    per le tarature giuste,sia per l’accensione,sia per la fiamma presente,sia per la pulizia del braciere,ed infine dello spegnimento,grazie per l’aiuto

  858. Riccardo scrive:

    @CAT Ravelli: buongiorno sempre in merito al 901 canalizzato, da un paio di giorni quando spengo il camino, il ciclo di pulizia finale va avanti per ore invece di fermarsi dopo 20 minuti come faceva prima; è un ciclo a tempo preimpostato o puo dipende da qualcos’altro? come posso fare per risolvere? grazie

  859. CAT Ravelli scrive:

    Romeo il firmware è l’ultimo.
    Ricetta off e ok, le ricette sono delle modifiche tiraggio e pellet in blocco tipo set aria pellet sul tuo menù. Non si usano mai.
    Il telecomando e solo un oggetto per invogliare l’acquisto.
    .
    Il Manuale Istallatore non e altro che una raccolta di manuali hydro-Canalizzate-Aria.

  860. CAT Ravelli scrive:

    Non chiedetemi manuali CAT, schede tecniche e altri documenti riservati, Non posso darveli.
    Quello che posso fare e aiutarvi a risolvere piccoli problemi che causano grandi disagi.
    Io sono qui, anche a tardi orari, capisco che i cat non siano tutti professionali ma su ogni campo e così.
    Saluti

  861. CAT Ravelli scrive:

    Riccardo lo spegnimento e deciso dalla temperatura fumi “parametro che determina quando la fiamma e spenta.
    Il parametro che puoi leggermente modificare e :
    Pr13 SOGLIA SPEGNI. alzalo di 5Cº

  862. CAT Ravelli scrive:

    Francesco1965 da cosa capisci che l’accensione, fiamma presente ecc devono essere aggiustate.

  863. Juan Ramino scrive:

    Ciao CAT,

    Ho una stufa snella 2009.
    Da questa stagione ho problemi con l’accensione. La stufa ci mette troppo tempo ad andare in ‘fiamma presente’ e il pellet comincia a scendere solo quando nel bracere ci sono solo braci.
    Di solito non faceva così. Cosa posso fare?

    Grazie per la disponibilità

  864. Carlo scrive:

    la mia Olivia (700 ore) mi ha lasciato a piedi: la coclea sembra bloccata, non riesco neanche a far passare lo stato da 0 a 1 con la procedura di riempimento. Appoggiando l’orecchio sento un ronzio intermittente, come se il motore ci provasse. Rimuovendo lo sportello laterale e svuotando il serbatoio non vedo corpi estranei. In questo periodo i CAT sono oberati di lavoro e dovrei restare più giorni al freddo. Vorrei chiedere se, svitando i 4 bulloncini che fissano il motoriduttore dal basso verso l’alto, riuscirei a sfilare il corpo coclea per esaminarlo internamente… oppure se l’operazione è più complicata di quel che penso. Ringrazio anticipatamente per eventuali risposte.

  865. sauro scrive:

    Grazie CAT VORREI DIRE COMUNQUE CHE LA STUFA FUNZIONA BENE RAVELLI MONICA .
    della risposta, sei stato giusto ma io vorrei provare. Ti garantisco che alla partenza si riempie tanto eavolte il pellet esce comunque questi sono i valori che vedo nel paragrafo funzionamento stufa stufa :
    0,90 m/s
    1140 giri
    128 fumi
    Freccia -
    0,55 m/s reale
    poi ce altro parametro deb
    Garantisco che la fiamma a volte e alta e avrei gia abbassato il valore che si trova nel pannello fino a -5 ma il pellet e piccolo e quindi carica molto.
    grazie mille della cortesia, non sono abituato ascrivere nel blogg ma trovo molto interessante le conversazioni. potresti aiutarmi anche per una vecchia piazzetta di 7 anni ?

  866. CAT Ravelli scrive:

    Juan Ramino ho bisogno di sapere quanti tasti ha il tuo display per poterti aiutare.

  867. sauro scrive: