Canna fumaria o scarico a parete?

Certo c’è una via di mezzo prima di certe installazioni di fantasia…
canna a norma???

In questa foto ci sono almeno 10 errori:

1- lo scarico dei fumi a norma deve essere fatto al tetto
2- il minimo tecnico per non ritornare il fumo in casa è di 2 mt verticali
3- i tubi esterni dovrebbero essere coibentati, per mantenere il tiraggio e impedire la condensa
4- bisogna evitare troppi cambi di direzione e l’uso delle curve 90°
5- la canna fumaria deve essere impermeabile agli agenti atmosferici (la pioggia)
6- il canale da fumo e la canna devono essere lontani minimo 40 cm da materiali infiammabili
7- i tubi devono solo salire come il fumo, non possono andare in contropendenza, verso il basso!
8- il raccordo a T si monta al posto di una curva 90° per raccogliere la cenere e favorire la manutenzione
9- il terminale (il cappello) non deve avere maglie metalliche che trattengano la cenere

10-prima di montare una canna leggete  almeno le istruzioni della stufa!

CIAO

Info su cancamilin

Centro assistenza tecnica delle principali marche di stufe a pellet. Opero nel sud della Sardegna ma nello spirito del web sono lieto di condividere con ogni dove. A volte sono di parte.

204 risposte a Canna fumaria o scarico a parete?

  1. Franco scrive:

    Ormai stufo dopo l’ultimo conguaglio del metano sono molto tentato dal pellet, per questo vorrei chiedere gentilmente alcune informazioni:
    -Sono interessato alla Nordica ecologica idro che vorrei collegare ai termosifoni in affiancamento alla caldaia.
    - In questo caso posso continuare ad usare la caldaia solo per l’acqua sanitaria?
    - l’appartamento è all’ultimo piano in casa bifamiliare 90mq
    - Possono esserci problemi se installata su pavimento in parquet?
    - Lo scarico deve forzatamente andare sul tetto o può andare anche su balcone?
    - Occorre fare fori di aspirazione dall’esterno come per le normali caldaie?
    - Generalmente nel prezzo di vendita è compresa anche l’installazione?
    - Mi sono preoccupato nel leggere dell’incidente causato dall’accensione del pellet nel serbatoio, mi pare di capire che esistono marche con criteri di sicurezza maggiori rispetto ad altre, è possibile sapere quali?
    Ringrazio in anticipo!

  2. cancamilin scrive:

    puoi tranquillamente affiancare la stufa a pellet alla caldaia tradizionale, anzi non sarebbe male fare un sistema unico anche con il solare. Certe marche, es.: la Palazzetti si stanno specializzando in questa integrazione (Choro).

    si consiglia sul parquet di mettere una lastra o in metallo (le trovi anche a catalogo) o in vetro bello spesso (almeno 30 mm, meglio se opaco altrimenti vedi la polvere)

    lo scarico sul balcone… Hai qualcuno sopra di te? Come vedi sopra la fantasia dilaga ma oltre al fatto che in diverse regioni sono abbastanza fiscali sullo scarico al tetto, è meglio anche per il funzionamento della stufa.

    Se la casa ha buoni infissi è più salubre (oltre che a norma) fare una presa d’aria da almeno 100 mm.

    Generalmente l’installazione non è compresa.

    I casi rarissimi sono avvenuti per cattive installazioni, normalmente anche le marche di medio livello sono più che sicure, se poi compri un prodotto di marca stai ancora più sereno.

    ciao

  3. Tony scrive:

    Ciao,l’uscita della mia esce bassa su un balcone ma avendo un’altro piano sopra,dove far passare e come dovrei mettere il tubo?

  4. cancamilin scrive:

    x tony
    se non vuoi affumicare il vicino dovresti salire al tetto
    se non è possibile… litigherete

  5. Giorgio scrive:

    Anch’io ho deciso di passare al pellet acquistando un stufa MCZ Solar. L’unica cosa che ancora sto cercando di capire è come procedere all’istallazione visto che abito all’ultimo piano di un condominio ed essendo lontano dalla canna fumaria dovrò informarmi come procedere per bucare il tetto ed uscire con un camino apposito. A tal proposito qualcuno ne sa qualcosa?
    Cordialmente…G

  6. cancamilin scrive:

    x giorgio
    sei fortunato ad abitare all’ultimo piano, potrai bucare il tetto opp. passare facilmente in facciata…
    Devi chiedere all’amministratore

  7. Rodolfo scrive:

    Vorrei comprare una stufa a pellets e un rivenditore mi ha parlato molto bene della thermorossi 3001 metalcolor ( mi ha chiesto €1670 + iva; è un buon prezzo….?). Il passaggio della canna fumaria sarà interno alla casa dal primo al secondo piano soppalcato, quindi con uscita sul tetto. casa mia è un fienile ristrutturato, quindi stretto e alto(MQ 18 circa x piano). DOMANDE X CANCAMILIN (dopo i commenti sulle problematiche di thermorossi, non penso proprio di prenderla):
    1- la canna fumaria sarà di circa 4,5 mt passando dal piano stufa al tetto. preventivato € 1000 x materiale (tubo e “meccanismo” isolante x il tetto, visto che è tutto in legno) ed installazione; ieri me ne ha chiesti € 2500… Cosa ne pensa lei….???
    2- in alternativa alla canna fumaria, è a norma fare un semplice foro sulla parete con 40 cm di tubo in orizzontale x l’uscita dei fumi? Considerare che la casa è avvolta dal cappotto. (abito in provincia di Lecco)
    3- quali altre marche o modelli mi può consigliare? Il rivenditore mi ha consigliato thermorossi 3001 definendola silenziosissima, poichè la camera da letto è soppalcata ed in comunicazione con la stanza della stufa.
    Grazie x l’attenzione ola

  8. parlanti roberto scrive:

    SE FOSSI IN TE ANDREI AD ACQUISTARE LA STUFA 3001 SE DAI ASCOLTO AL PRIMO CHE PASSA VUOL DIRE CHE FAI IL SUO GIOCO I PROBLEMI CI SONO STATI MA SONO TUTTI RISOLTI IO SONO UN RIVENDITORE A CAVALLO TRA UMBRIA E MARCHE E TI POSSO DIRE CHE ORA E’ TUTTO OK
    SUL PREZZO DELLA STUFA C’E’ UNA BUONA COERENZA SULL’ISTALLAZIONE MI SEMBRA ECCESSIVO IL COSTO FATTI DARE DETTAGLIO DEI PREZZI DI OGNI SINGOLA COSA PUOI SARAI IN GRADO DI VALUTARE MEGLIO IL TUTTO.SCUSA SE TI HO RISPOSTO IO MA MI SENTIVO IN DOVERE DI FARLO.

  9. cancamilin scrive:

    sulle thermorossi sono d’accordo con roberto
    qualche difettuccio può sempre capitare sui nuovi prodotti, la differenza è data dall’assistenza e dall’attenzione che da la ditta al cliente finale. Per cambiare una scheda bastano 5 minuti e la stufa è più nuova di prima.

    dai 1000 ai 2500 euro per una canna! Capperi!

    è vero che i tubi doppiaparete costano tanto, dagli 80 ai 100 euro al mt, ma se passano in casa si potrebbero usare benissimo quelli monoparete (20-25 euro al mt), limitandosi a coibentare gli attraversamenti e la parte sul tetto.

    considera poi che un tubo pellet scalda al max 200° nel primo tratto e diminuisce notevolmente nei mt successivi…
    Dopo 4 mt è troppo se arriva a 100°
    discorso molto diverso se la canna era predisposta per una stufa a legna tradizionale.

  10. Rodolfo scrive:

    Non ho dato retta al primo passante, ho letto i vari commenti presenti su questo blog riferiti alla stufa e personalmente penso che sentire il riscontro di chi ha già acquistato il prodotto sia molto più veritiera rispetto a chi vende la merce. Comuque mille grazie a tutti e 2 x i consigli

  11. gianni scrive:

    salve, io vorrei acquistare una edilkamin iris plus, ma lo scarico lo dovrei fare su una parete che da all’interno di un garage che è sempre areato.
    Volevo sapere se si può fare oppure meno.

    Ringrazio e saluto.

  12. cancamilin scrive:

    x rodolfo
    io non vendo stufe e a dire il vero non ho nessun rapporto contrattuale o di assistenza con la thermorossi

    x gianni
    no
    non puoi mandare i fumi in un garage, è molto pericoloso oltre che non a norma

  13. franco scrive:

    E’ funzionale montare una canna fumaria per una stufa a pellet seguendo questo percorso: uscita all’esterno ,montaggio curva a 30°,raccordo T con scarico condensa,curva a 45° ,tubo lineare a parete che sale verso il tetto per metri2,50 infine terminale parapioggia.Grazie

  14. luka scrive:

    ciao a tutti qualcuno conosce la stufa a pellet sideros elly 9 ? devo scaldare 80’90 metri è una stufa buona o un rottame? aspetto ivostri commenti grazie

  15. cancamilin scrive:

    x franco
    no problem

  16. Francesca scrive:

    Buongiorno, risiedo in un comune a carattere prevalentemente turistico e di conseguenza sono l’unica residente fissa di una palazzina da 8 condomini. Non abbiamo il gas: abbiamo quindi pensato di installare una stufa a pellets. Problema: non abbiamo la canna fumaria e in Comune ci è stato detto che per fare un camino aggiuntivo dobbiamo avere la delibera dell’assemblea condominiale, un progetto di un geometra e poi…aspettare circa un anno per sapere se possiamo installare o meno il camino.
    Se dovessimo optare per installare lo scarico a parete, a che sanzioni andremmo incontro? (Abitiamo all’ultimo piano e lo scarico uscirebbe nel nostro terrazzo…sperando che non si noti molto ;-) )
    Vi ringrazio anticipatamente per qualsiasi risposta/consiglio potrete darmi!

  17. parlanti roberto scrive:

    x francesca

    non sansioni ma te la possono far smontare.
    vige il regolamento del condominio che non ti permette di fare cio.poi c’e’ la 46/90 che lo vieta
    poi c’e’ il problema dello sporco della facciata.
    se hai la complicita dei condomini o magari di quelli piu rompi probabilmente non succedera’ nulla e fila tutto liscio.
    ciao.

  18. parlanti roberto scrive:

    x francesca

    non sansioni ma te la possono far smontare.
    vige il regolamento del condominio che non ti permette di fare cio.poi c’e’ la 46/90 che lo vieta
    poi c’e’ il problema dello sporco della facciata.
    se hai la complicita dei condomini o magari di quelli piu “severi” il filtro taglia tutte le “parolaccie” probabilmente non succedera’ nulla e fila tutto liscio.
    ciao.

  19. cancamilin scrive:

    x francesca
    se abiti all’ultimo piano non dai fastidio a nessuno ma devi comunque chiedere l’autorizzazione al condominio e poi montare una canna che non deturpi la facciata, l’ideale sarebbe bucare il tetto.

  20. Francesca scrive:

    Grazie mille ad entrambi per la pronta risposta! Veramente un ottimo blog!

    Ieri tra l’altro un venditore di stufe “Artel” mi ha fermata in un centro commerciale per parlarmi delle loro stufe a pellet. Secondo lui potrei sfruttare un loro brevetto (?): una scatola mangiafumo (piena d’acqua) che, posta alla fine della canna fumaria, dovrebbe raccogliere odori e quant’altro e mascherare il tubo in facciata. Io a dire la verità sarei più propensa a prendere una Thermorossi, la 1000 (l’appartamento ha solo 60mq), anche perchè credo che la Artel produca stufe da molto poco e ho paura che l’assistenza non sia delle migliori.
    Secondo voi sarebbe fattibile utilizzare questa “cassetta” (ne ho vista una della Apros su internet) su una Thermorossi, o sono fandonie? Dalla strada l’uscita della canna non si vedrebbe anche perchè pensavamo di uscire dal lato del cortile/parcheggio interno. Sono conscia del fatto che non saremmo comunque a norma ma potrebbe essere un valido palliativo. Che ne pensate? Sono facilmente reperibili queste “cassette”?

    Grazie ancora e buona giornata!

  21. thedarkzar scrive:

    x francesca : inizia l’iter della canna fumaria se hai intenzione d’utilizzare 1 stufa a pellets ed i costi fanno parte dell’installazione per utilizzare la tua fonte di calore(tra l’altro,puoi detrarla dall’irpef al 36% in 10 anni ed avere l’Iva al 10 % al posto del 20% subito-ristrutturazione edilizia 36%).Provvisoriamente,se trovi la disponibilità degli altri condomini(comunicaglielo per non aver rogne) e un’installatore che te la installa così(previa liberatoria)in attesa della canna fumaria,la utilizzi già quest’inverno.
    Comunque,calcola di far la canna fumaria a norma indipendente dalla provincia in cui abiti anche se può costar dei bei soldini

  22. cancamilin scrive:

    x francesca
    d’accordo con thedarkzar
    non montare strani surrogati come le cassettine ad acqua, che oltre a non essere a norma non funzionano (abbattono la fuliggine ma non il fumo!), si riempono di fanghi altamente inquinanti e se non manutenzionate possono diventare persino pericolose (si ottura il troppo pieno e l’acqua chiude la canna come un tappo)

    Acciderbole! Ma non sei all’ultimo piano???

  23. Francesca scrive:

    Si, sono all’ultimo piano ma la linda ha uno sbalzo di circa 1metro e mezzo, così da qualsiasi parte esca, mi ritrovo ad avere sopra di me il tetto e …se per fare la canna devo tener conto del progetto, della manodopera e dei materiali, ci costa più la canna fumaria che la stufa! Senza contare che molto probabilmente i condomini non ce la lascerebbero fare e che comunque dovremmo aspettare circa 1 anno per l’approvazione! …mi sa che abbandoniamo l’idea della stufa a pellets. Comunque grazie mille per le delucidazioni!

  24. thedarkzar scrive:

    Scusa,la butto lì;se sei all’ultimo piano vai oltre il tetto sopra dove metti la stufa(sia che ci sa la soffitta o no)col tubo nero pesante da 100mm ed oltre il solaio vai col doppia parete inox o nero così lo scarico non è a vista dall’esterno:ad occhio la spesa dei materiali sei sui 250 euro più manodopera e te lo fai senza progetto a norma…

  25. gaetano scrive:

    x cancamiln io abito in una villetta a schiera di due piani……vorrei comprare 1 stufa a pell prob canna fumaria che non c’è………..se io buco il muro piano terra esco fuori sotto il mio terrazzo,,,,che dici il vicino sente puzza………..o sono abbastanza puliti i fumi come dicono i rivenditori.grazie

  26. cancamilin scrive:

    x gaetano
    dai se è due piani con un pò di sforzo in più arrivi al tetto e tagli la testa al toro…
    la stufa fa una grossa fumata il primo minuto dell’accensione, prima che sia comparsa la fiamma: in quel momento potrebbe dare fastidio ai vicini. Dopo il fumo, anche se c’è, non si vede.

  27. Andrea scrive:

    Scusate vorrei alcuni consigli, devo scaldare una casa di 36mq
    che modello dovrei prendere?
    in oltre la villetta è incassata tra i palazzi e la canna fumaria
    quanto deve sporgere dal tetto?
    grazie anticipatamente

  28. cancamilin scrive:

    x andrea
    anche con la stufa a pellet più piccola puoi agevolmente scaldare i tuoi metri quadri.
    Le stufe a pellet hanno pochi problemi di tiraggio, diversamente da quelle a legna. Per sicurezza installa un cappello antivento del tipo a botte

  29. paolo scrive:

    avrei intenzione di montare una stufa a pellets e da quanto ho capito abitando in condominio lo scarico a parete è una cosa da evitare. potrei allacciarmi allo scarico della cappa della cucina? grazie

  30. cancamilin scrive:

    no paolo
    ti respireresti i fumi…
    opp. se condominiale potresti affumicare chi ha la cappa sopra di te…

  31. romy scrive:

    si possono coibentare da soli i tubi che vanno all’esterno con tubi in acciaio da 8 foderati di lana di vetro e poi tubi neri da 10 perchè quelli già coibentati costano troppo?

  32. francesco scrive:

    scusate, un’altra domanda…..io ho la canna fumaria, ma dove vorrei mettere la termostufa, la canna fumaria è distante circa 3,5metri….come posso fare? esistono tubi esterni oppure devo rompere il muro interno di casa, e se si, che inclinazione devo dare al tubo, in quanto mi sembra di aver visto che non si puo’ fare una curva a 90gradi…
    grazie

  33. Daniela scrive:

    Complimenti per la precisione e la solerzia delle risposte; ne approfitto subito. Casa bifamiliare con secondo piano mansardato. Vorremmo integrare la caldaia a gpl – che ci prosciuga il portafoglio- con caldaia a pellets (tipo palazzetti Clemy top, ma per ora sui modelli non mi sono informata più di tanto). L’ìidraulico ci ha detto che è obbligatorio installarla in locale areato; chi le vende dice di no!
    Chi ha ragione? oppure come mi è sembrato di capire da alcune rispote qui, è obbligatorio avere una presa d’aria?
    Posso eventualmente sistemarla nel vano scale se in casa non fosse a norma? quale potenza e quale marca consigliate per integrare il riscaldamento di due appartamenti di 120 mq? è vero che il camino deve essere superiore al colmo della casa? Grazie mille!

  34. cancamilin scrive:

    x francesco
    il canale da fumo (cioè il collegamento alla canna fumaria) deve essere o interno o esterno. Puoi benissimo mettere una curva 90° e fare 2-3 mt orizzontali a patto di lasciare una ispezione per la manutenzione (es.: un raccordo a t) opp. meglio ancora fai il tratto di spostamento inclinato per diminuire il rischio di intasamento

    x daniela
    a norma devi fare una piccola presa d’aria esterna per compensare l’aria bruciata dalla stufa, altrimenti se l’ambiente è piccolo e non arieggiato diversamente potrebbe seccarsi l’aria o diventare un pò viziata.
    Il camino non deve essere superiore al colmo ma fuori dalla zona di reflusso creata dal colmo o da un altro ostacolo, bisogna allora verificare la distanza lineare dal colmo e l’inclinazione del tetto…

  35. francesco scrive:

    grazie infinite del consiglio. sei stato chiaro e molto gentile.
    francesco

  36. francesco scrive:

    ho una canna fumaria coibettata del 200 murata nella parete alta circa 5 metri devo imboccarmi con un tubo da 80 per una stufa a pellet non so se devo mettere una T con riduzione dell’80 oppure una curva del 200 poi imboccarmi con l’80 e se devo fare il cassetto per la racolta della cenere

  37. cancamilin scrive:

    x francesco
    la T ti serve comunque perchè è il primo raccordo da collegare alla stufa per impedirne l’intasamento, 200 mi sembra un diametro esagerato, benchè coibentato, per una stufa a pellet….
    Forse la cosa più semplice, anche per le successive manutenzioni sarebbe intubare 80.
    Poi non ho capito: l’imbocco della canna ce l’hai a soffitto o a parete?

  38. yvonne scrive:

    hallo cancamilin…ho scoperto da qualche mn il tuo blog vorrei chiederti un consiglio,,dovro inserire nella canna fumaria del camino un tubo d’acciaio x i fumi della stufa , quali mi suggerisci..flessibili in acciaio dovra essere di 9 mt di h.e vero che quelli in acciaio non si sporcano? quale il miglior diametro ?ti ringrazio anticipatamente x la risp.

  39. cancamilin scrive:

    x yvonne
    ti consiglio di usare tubi rigidi in acciaio aisi 316, con guarnizioni e fascette stringitubo.
    Si sporcano molto meno di flessibili e tubi smaltati perchè lisci.
    Per 9 mt puoi aumentare il diametro a 100.

  40. franco scrive:

    Ciao , volevo sapere se lo scarico a parete dopo una salita di almeno 2 metri ,può essere di 4 metri in senso orrizzontale ? bisogna dare pendenza? i tubi devono essere esclusivamente con guarnizione?
    Grazie

  41. gabriele scrive:

    Salve a tutti
    ho sempre desiderato di fare un camino a casa,solo che per motivi pratici penso che passerò ad una stufa a pellet.
    Volevo sapere se visto che sopra di me non c’e nessuno se non posso far uscire i fumi in orizzontale perchè salire sul tetto mi è proprio impssibile.Inoltre vorrei sapere se visto che il mio appartamento ha una superficie di circa 55mq montando una stufa non canalizzata se riusciro a riscaldare tutte le stanze o è solo utopico.Considerando che abito in zona dimare e le temperature non scendono mai sotto lo zero .
    Grazie

  42. gianni scrive:

    salve a tutti io ho acquistato una stufa idro a pellets (per intederci riscalda anche i radiatori di casa) ho chiamato un tecnico x installarla e vi assicuro che le norme x quanto riguarda l installazione delle canne fumarie sono molto rigide anche perche se non fatte anorma eil tecnico stesso che ne rispondela canna fumaria deve andare sopra tetto e se la canna fumaria esistente non e a norma bisogna intubarla con tubi in acciaio fini al camino .

  43. parlanti roberto scrive:

    x roberto quale’ il prezzo si puo sapere sono curioso di chiedertelo per vedere se sono piu bast… i miei o i tuoi austriaci………………..

  44. Marco scrive:

    Salve,
    sono italiano ma vivo in Portogallo e sto pensando di comprare una stufa a pellet. Sono tentato dalla Rika Memo. L’ho trovata ad un buon prezzo ed é bella, ma non trovo nessuna informazione in sites italiani. Mi potete dare un parere?

  45. cristiano scrive:

    Salve a tutti, mi chiamo Cristiano e gradirei ricevere qualche vostro consiglio. Per “riscaldare” adeguatamente il mio piccolo appartamento, ho deciso di prendere in considerazione anche una stufa a pellet.
    Il mio appartamento, di appena 45 mq quadri (105-110 mc
    credo), é composto praticamente da un monolocale (circa 25 mq) con un soppalco superiore (in muratura) abitabile di circa 12 mq (copre circa la metà del monolocale sotto). L’installazione in soppalco della stufa sarebbe abbastanza semplice in quanto farei uscire il tubo per lo scarico fumi nel mio terrazzo a tasca e lo porterei facilmente al tetto (sono al 2° e ultimo piano).
    L’installazione nel monolocale sarebbe più problematica, sia per ovvie carenze di spazio libero, sia in quanto non dispongo di canna fumaria alla quale allacciarmi.
    Vi chiedo se l’installazione nel soppalco garantirebbe un
    corretto riscaldamento al monolocale inferiore, magari utilizzando una stufa canalizabile. E che potenza calorifica mi consigliereste? E per i modelli? Vi ringrazio anticipatamente per tutte le informazioni che
    vorrete farmi avere e saluto cordialmente.
    Cristiano

  46. silvana de biase scrive:

    salve!abito ad 1primo piano di 1condominio di 4piani piu mansarda!io non ho balconi! ho solo finestre!dovrei sostituire la caldaia a metano ke è rotta ma vorrei mettere 1stufa a pellet! come posso fare x la canna fumaria?
    vi ringrazio anticipatamente!!

  47. parlanti roberto scrive:

    x silvana non c’e’ alternativa che fare la canna sulla facciata del condominio ma credo che i condomini debbano essere interpellati alla prima riunione di condominio altrimenti non potra’ mai avere la stufa

  48. parlanti roberto scrive:

    x cristiano istallala sotto altrimenti avrai sempre problemi il caldo va in alto a meno che non ci si aggancia ad un risc. a pannelli radianti ma non sara’ il tuo caso sicuramente.

  49. Graziano scrive:

    Ciao a tutti coloro che hanno il mio stesso problema!
    Ho una nuova vicina di casa da qualche mese, abita sotto di me e ha acquistato due stufe a pellet, ha fatto installare le canne fumarie sotto il mio poggiolo, in corispondenza della camera da letto e la porta di entrata di casa!
    Alla sera tornato dal lavoro, mi sono ritrovato la casa piena di fumo un’aria irrespirabile e bruciore agli occhi!
    Loro mi hanno risposto che hanno avuto le indicazioni tecnico e che è tutto a norma di legge fecendogli anche l’accensione con la conformità! In poche parole, è una vera e propria camera a Gas, come anche le altre stanze!
    Ora come devo fare? a chi mi devo rivolgere!Chi devo interpellare per risolvere tutto questo?
    Vi prego AIUTATEMI!!!!!!

  50. Anthony scrive:

    x Graziano
    Gli scarichi a parete per gli impianti di riscaldamento sono, in linea generale, vietati dal comma 9 dell’Art. 5 del D.P.R. 412/93.
    Esistono alcune deroghe ed eccezzioni particolari, ma in linea di massima uno scarico non può mai essere posizinato sotto finestre, poggioli o aperture, soprattutto quando si va a mettere in pericolo l’altrui sicurezza.

  51. Silvia scrive:

    Ciao! Noi stiamo ristrutturando, pensando di mettere una caldaia idro della edilkamin per il riscaldamento. Si tratta di una bifamiliare su due livelli, e vorremmo mettere una stufa per apartemento, ciascuno di 100 mq con locali ampi. Per fare i camini, interni al mueo o che passino in facciata, serve il permesso del comune? Grazie mille.

  52. cancamilin scrive:

    x silvia
    chiedi al tuo comune cosa serve

  53. massimo m scrive:

    Ciao,
    volevo gentilmente il parere di chi se ne intende più di me;
    nella casa in montagna ho un caminetto che vorrei sostituire con una stufa a pellet, il camino ha una cannafumaria di 20×20 in fibrocemento (anni 80/90),..devo necessariamente provvedere a “intubare” con un nuovo tubo di acciao coibentato per tutto il percorso della cannafumaria o se ne può fare a meno almeno per una parte? una stufa da 9kw circa può andare per un bilocale da 50mq x 270h ?
    Grazie mille e complimenti per la professionalità delle risposte che ho letto!!

  54. Sara scrive:

    Ciao Cancamilin, abbiamo appena acquistato un appartamento in montagna al secondo e ultimo piano. L’appartamento è di 30 m quadrati con un secondo piano mansardato di altrettanti metri. Abbiamo deciso di installare una stufa a pellets (ecotherm 3001 di thermorossi); vorrei sapere:
    - se, secondo te è una stufa sufficientemente potente per riscaldare tutto l’ambiente, considerando che nel soggiorno c’è anche un camino;
    - se uno scarico a parete può essere accetabile, considerando uno svilppo interno della canna fumaria di 2 metri e il fatto che oltre lo scarico non ci sarebbe niente se non il tetto (molto inclinato, come generalemnte sono i tetti di montagna).

    Grazie mille

  55. cancamilin scrive:

    x massimo
    intubare sino al comignolo ma non è necessaria la doppia parete, basta chiudere bene sotto e sopra

    x sara
    la stufa è sufficente se la casa è ben coibentata ma attenzione al camino, se non lo usi ti porta via il calore dell’ambiente, nel caso prevedi una chiusura take-a-way
    l’ideale e la norma chiedono di scaricare oltre il tetto con una canna (all’esterno) coibentata ma va bene tecnicamente anche la tua soluzione

  56. Bart scrive:

    Devo istallare una stufa in casa da 9 KW , Volevo chiedervi un parere di come fare meglio per istallare i tubi uscita fumi che sono diametro 120mm.
    Ho gia’ un caminetto con sezione quadrata lato esterno 41mm circa e lato interno 25mm circa , Io non ho un tetto con tegole , ma un solaio con la guaina impermealizzata per tetti e c’ho rivestito anche tutta la canna fumaria dalla parte esterna. La mia domanda e’ che istallando il tubo da 120 mm ricoperto totalmente da lana di vetro ( la parte che rimane all’interno della canna fumaria lato 25mm ) , tutto cio’ con il calore emanato potrebbe danneggiare la guaina impermeabilizzante oppure non ci sono problemi ? Va bene ricoprire il tubo che rimane dentro la canna fumaria con lana di vetro, o crea problemi? Quale “mastice” devo mettere tra una giuntura e l’altra del tubo?
    Grazie a tutti ciao!

  57. massimo m scrive:

    Ringrazio per l’immediata risposta, dopo aver letto e riletto questo utilissimo blog, forse corrotto da Roberto, ero indirizzato verso una ecotherm1000 0 3001, sono un pò dubbioso se la prima sia sufficiente a scaldare i miei 50mq(2.70h), l’isolamento non è dei peggiori ma la casa stà a 1000 mt di altezza, se cortesemente mi date un consiglio…
    ciao e grazie!!

  58. massimo m scrive:

    dimenticavo, ho qualche dubbio anche per il fatto che in valle camonica (BS) non sono riuscito a sapere se esista qualche CAT nel caso abbia problemi

  59. Sara scrive:

    Grazie mille Camcamilin! ti faccio un’altra domanda: oggi mi hanno consigliato di utilizzare la canna fumaria del camino che ho nella stanza; mi hanno detto di collegare il tubo della stufa a pellets alla canna fumaria del camino, creando un collegamento nella parte alta della canna fumaria,internamente, in prossimità del tetto – in modo da non dover modificare la copertura del tetto. Secondo te è un’idea funzionale? grazie mille

  60. parlanti roberto scrive:

    x massimo secondo me ce la fai con la mille

  61. cancamilin scrive:

    x sara
    ma tu lo usi il caminetto?
    Se lo usi oltre a rischi un pò rari di incendio e intasamento dei tubi, di sicuro ti torna giù l’odore (a volte il fumo) della stufa a pellet

  62. Bart scrive:

    Cancamilin, non puoi aiutarmi , riguardo la mia domanda sopra citata?! Grazie Ciao!

  63. Sara scrive:

    Sì Cancamilin, il camino lo vorrei usare! mi hanno detto che non ci dovrebbero essere problemi ad usare contemporaneamente camino e stufa… ma evidentemente hanno inventato!

  64. massimo m scrive:

    x Roberto
    Grazie per il suggerimento!! Conosci per caso un CAT nella mia zona (valle camonica BS)? grazie.
    ciao

  65. cecyl scrive:

    Sto valutando l’acquisto di una stufa a pellet / o legna da installare al 1 piano in salotto. Al piano interrato ho un camino a legna che non uso mai,e la canna fumaria passa proprio su una parete vicino al salotto. E’ fattibile utilizzare la canna fumaria per inserire il tubo di scarico della stufa, dato che non saprei dove posizionarla altrimenti visto che ho il balcone sopra dell’altro inquilino?.Naturalmente dovrei chiudere il foro del camino di sotto,e come?=?

  66. LUCA scrive:

    Ciao ho trovato il vostro blog molto interessante e vorrei sapere se è vero quanto leggo sulla iris plus…La stufa IRIS PLUS è dotata di sistema di scarico forzato a parete che consente una installazione anche in posizione non prossima alla canna fumaria. Lo scarico dei fumi quindi può avvenire anche direttamente in parete. ACQUISTANDO TALE STUFA POSSO ANCHE NON METTERE LA CANNA FUMARIA?VIVO IN APPARTAMENTO E NON VORREI TROVARMI IN DIFETTO CON GLI ALTRI CONDOMINI.GRAZIE

  67. pietro scrive:

    salve trovo il vs. blog, decisamente interessante.
    vorrei porre la seguente domanda: e’ possibile fare scendere il tubo di scarico fumo di una caldaia a pellet attraverso il solaio,
    poi con una sola curva e quattro metri di tubo arrivare fuori e far scaricare all’esterno?
    funzionerebbe uno scarico fumi fatto in questo modo=
    grazie delle informazioni che andrete a fornirmi.

  68. Mauro scrive:

    Buonasera. Avrei intenzione di acquistare una “Veronica Idro” dell Dal Zotto ma ho un problema: la canna fumaria esistente ha 10 cm di diametro mentre lo scarico fumi della stufa è da 12 cm. Non credo sia possibile collegarla ad esso.
    .

  69. Raffaele scrive:

    Salve.
    Bolg molto interessante.
    La mia richiesta è semplice: volevo istallare una pellet dentro la mia tavernetta e fare lo scarico all’interno della “bocca di lupo” della finestra della stessa.
    é fattibile? sarei in regola?
    Abito in una porzione di villetta schiera terra-cielo.
    Grazie

  70. parlanti roberto scrive:

    non lo puoi fare raffaele trova un’altra soluzione

  71. Raffaele scrive:

    Grazie Roberto.
    Non lo posso fare per il “tiraggio” ma farei uscire il camino dalla grata o è solo perchè da fastidio o la stufa poi brucia male?
    Grazie.

  72. cancamilin scrive:

    x luca
    molto lavoro in questi giorni….
    l’installazione a norma richiede lo scarico al tetto e comunque in condominio devi richiedere l’autorizzazione al condominio….

  73. giuseppe scrive:

    Ciao a tutti,io devo istallare una stufa a legna è mi chiedevo se era possibile far arrivare il tubo di scarico fino al tetto dell’appartamento, poi con una curva portarlo dritto per 4 metri circa, è con un altra curva portarlo su in mansarda e da li sul tetto.Avendo il problema che è l’unico posto dove posso metterla

  74. ottavio gordone scrive:

    salve, volevo chiedere un approccio tecnico, abitando in un condominio chiedevo, avendo intenzione di installare una pellett, quali sono precisamente le norme (e ci sono) che obbligano ad avere una canna fumaria che vada al tetto, cioé quale norma vieta che possa uscire la canna dal balcone? Questo per non incorrere poi in eventuali denunce, visto che il condominio non ha regolamenti in proposito, grazie e buona serata

  75. thedarkzar scrive:

    x ottone UNI 10683

  76. thedarkzar scrive:

    Scusa x ottavio UNI 10683

  77. cancamilin scrive:

    x giuseppe
    per essere sicuro del funzionamento puoi usare solo curve dolci (30°- 45°) e devi assolutamente evitare tratti orizzontali.
    Ricordati poi che i tubi che passano in zone fredde o all’esterno vanno assolutamente coibentati, pena litri di condensa e formazione di creosoto

  78. ottavio gordone scrive:

    per thedarkzar, grazie per la risposta così precisa, eppure alcuni venditori sostengono che è possibile far uscire la canna fumaria a balcone orizzontale anche in condominio di un primo piano, unica condizione rispettare i 40 cm. di distanza da materiale infiammabile. Invece si può asserire che è “obbligatorio per legge” avere una canna a tetto, anche per non farsi prendere in giro da chi ovviamente ha interesse a vendere, avrei da chiedere una ulteriore precisazione in merito se mi vorrete con cortesia indicare, grato per l’attenzione, buona giornata

  79. thedarkzar scrive:

    Le norme Uni non sono obbligatorie,sono delle linee guida(dei consigli)per effettuare 1 lavoro a regola d’arte;fatto stà,che se succede qualcosa(tanto più in condominio,il vicino che si lamenta che ha il mal di testa,ha la cenere sul suo balcone,…),il nostro sistema giuridico,fa riferimento all’installazione ‘a regola dell’arte’per risolvere 1 contenzioso.Detto questo,se c’è 1 installatore(quello che te la installa non il venditore)che te la installa non rispettando la normativa,DEVE ASSUMERSI LA RESPONSABILITA’ di quel lavoro con almeno 1 dichiarazione scritta che ti lascia e se l’installazione la fa il privato cittadino,la responsabilità è tutta sua dato che non ha letto il manuale d’installazione della ditta produttrice della stufa,che sono chiarissimi nelle clausole di montaggio.(il sottoscritto quando vende 1 stufa ed il cliente ESIGE il montaggio non a regola dell’arte,fa firmare al cliente 1 dichiarazione per cui la stufa l’ha solo posata e s’impegna a non accenderla,oltre a non compilare il libretto di collaudo ovviamente)

  80. ANNAMARIA scrive:

    ciao, ho una stufa anselmo cola idro affiancata alla caldaia .
    la temperatura dell’acqua della stufa è impostata dalla casa produttrice a 72 gradi. vorrei sapere se qualcuno sa come modificarla ..grazie

  81. Carlo scrive:

    Vorrei installare una stufa a pellet e leggendo questo blog mi sono venuti alcuni dubbi. La tipologia della mia abitazione è la seguente: villetta bifamiliare su due livelli, il vicino è a fianco. Pensavo di mettere lo scarico su una parete che darebbe nel mio giardino, al di sotto della ventaglia che sporge dal muro circa 1 metro, al di sopra non ci sono finestre. Non sono a norma così o può andare bene?

  82. cancamilin scrive:

    x annamaria
    ??????????
    premi set poi + o -

    x carlo
    a norma è lo scarico al tetto
    valuta semmai se il fumo può sporcare la parete o disturbare il vicino

  83. antonella scrive:

    ho acquistato una stufa pellets posso collearla cosi esco dalla stufa con una T col bochettone di scarico’ attraverso la parete ed esco fuori poi metto una curva e salgo sul tetto.

  84. Virgola scrive:

    Utilizzo da un paio di mesi una stufa a pellet da 9,5Kw marca elit con un pellet scuro che lascia molto residuo. Non ho ancora capito per bene tutte le operazioni di manutenzione che è necessario fare. Il tecnico che l’ha installata non ha inserito il tubo di adduzione per la presa d’aria esterna e mi pare che questo non faccia funzionare al meglio la stufa. Con le temperature rigide di queste ultime settimane la stufa anche se accesa per 10_12h di seguito a potenza intermedia (2 e 3) non supera mail la temperatura di 19°. La casa non è coibentata e isolata pertanto stando in campagna ha una dispersione termica notevole (non esistono doppi vetri). Infine sempre il medesimo tecnico (per la cronaca non mi ha dato l’impressione di essere particolarmente sgamato nel campo) non riuscendo a regolare l’uscita dei fumi (era nero) ha pensato bene di ridurre la potenza da 9,5 a 7,5Kw (ora effettivamente uscita fumi non si percepisce ovvero sembra trasparente o neutro) sostenendo che tale taratura è più che sufficiente per una casa di 180metri cubi.
    Ad ogni modo industriandomi e seguendo il blog penso di arrivare a capo di tutte le questioni e ad ottimizzare il tutto (anche sollecitando il tecnico alle revisioni e correzioni del caso), pertanto anche se a 18/19° interni e con un po’ di spifferi resisto.
    In prospettiva invece sto cercando utilizzatori stufe e caldaie a pellet in provincia di genova compreso entroterra per organizzare gruppo d’acquisto pellet direttamente da produttori. In tal modo sarebbe possibile abbattere costi e verificare direttamente qualità e potere calorico del pellet. Personalmente me ne occorrono 120-130 sacchi a stagione (equivalente di 2 bancali).Un bilico porta 22 bancali (in media 60/75 sacchi a bancale) ma sembra che sia possibile organizzarsi anche per forniture materiale sciolto potendo avere un magazzino con un silos di stoccaggio. Per la stagione in corso ormai è tardi ma per la prossima organizzandosi con relativa rapidità si può farcela. Una media di 8-10 persone con un fabbisogno equivalente al mio dovrebbero essere sufficienti e se autonome dal punto di vista del carico, trasporto e deposito di 2-5(ipotetico massimo) bancali non dovrebbero esserci particolari complicanze a concordare con il fornitore, luogo, data e ora della consegna annuale in cui tutti potranno approvvigionarsi senza diventare scemi. Nella seconda ipotesi (un po’ più complicata e onerosa) ognuno potrebbe approvvigionarsi nei modi e nei tempi preferiti. Contattatemi via mail.

  85. Michael scrive:

    Ciao a tutti,
    circa un mese fa ho acquistato una stufa a pellet THERMOROSSI 7000 (potenza 11KW), per scaldare la mia abitazione di circa 130 mq. Devo dire che fino a qualche giorno fa ero molto soddisfatto del mio acquisto. Il problema è che giovedi scorso (11.12.08), sono rientrato in casa e ho trovato una amararissima sorpresa: LA CASA ERA COMPLETAMENTE PIENA DI FUMO!
    Il fumo usciva copiosamente dal serbatoio dei pellets, dentro il quale c’erano dei pellets incandescenti.
    La sera prima avevo pulito accuratamente il braciere ma, nonostante questo, c’era sul braciere stesso una montagna di pellet incandescenti che non riuscivano a bruciare normalmente, perchè nel corso della giornata il residuo dei pellet aveva riempito il braciere, ustruendo il passaggio dell’aria.
    Questa montagna di pellet incandescenti è cresciuta talmente tanto da arrivare ad ostruire la discesa dei pellet provenienti dalla coclea.
    A questo punto, secondo me, hanno cominciato ad ardere i pellet che si trovavano nella coclea fino ad arrivare al serbatoio, e qui è successo il casino!
    Avendo fatto tutta la manutenzione del caso, il problema secondo me è sicuramente della stufa, che ritengo debba obbligatoriamente avere dei sistemi di sicurezza che bloccano il motore della coclea in un caso come il mio.
    Avete mai sentito di casi come il mio?
    Il venditore dice che è colpa mia, che devo garantire la pulizia del braciere, ma io avevo pulito il braciere la sera prima! mi chiedo, ma queste stufe richiedono la presenza di qualcuno in casa per funzionare?
    Inoltre il rivenditore, che ha contattato il produttore, dice che quest’ultimo è tranquillo, perchè la stufa è certificata da vari enti, compresi quelli severissimi austriaci e svizzeri. Secondo voi la certificazione è garanzia assoluta di qualità del prodotto?

  86. Stefano scrive:

    Salve a tutti.
    Da un anno ho una stufa Ecoteck modello Kristina.
    Chi ha curato l’installazione ha montato i tubi di scarico dei fumi in una canna fumaria già esistente di un vecchio camino che precedenti proprietari avevano chiuso.
    Ora sto facendo reinstallare il camino a legna per cui mi trovo a dover spostare la stufa ed a far condividere, con due canne di uscita fumi in acciaio separate, la stessa canna fumaria.
    Ho tre domande da porvi:

    1. Possono, all’interno di una stessa canna fumaria in muratura, coesistere due canali di scarico differenti?
    (La tubazione diametro 20cm del camino a legna arriva fino a 50cm dal colmo della canna fumaria mentre la tubazione diametro 8cm dello scarico fumi pellet è posizionata più in basso)

    2. Ci sono vincoli nel percorso che lo scarico fumi della stufa a pellet dovrà eseguire? Non avrò pendenze inferiori a 45° e nessun tratto orizzontale.

    3. Chi ha installato in origine la stufa ha utilizzato nel tratt o interno alla canna fumaria dei tubi in acciaio NON coibentati.
    Devo sostituirli anche se finora non ho avuto problemi? Se si, anziché acquistarne di nuovi, posso rivestirli con lana di roccia?

    Grazie in anticipo
    Stefano

  87. giancarlo scrive:

    Salve
    sto ristrutturando il mio appartamento ed ho deciso di installarvi una stufa a pellets per riscaldarlo.Dopo aver preso in esame diverse soluzioni (bombolone del gpl, caldaia a gasolio, gpl+ pannelli solari..) ed aver fatto un po’ di conti mi sembra che quella del pellets sia la scelta migliore sotto l’aspetto economico sia sotto quello ecologico.
    Avrei una serie di domande da porre (che in realtà ho gia fatto ai diversi rivenditori ed installatori, avendo risposte diverse e contrastanti fra di loro.):

    il mio appartamento ha una superficie di 90 mq, qual’è la potenza in kw ideale per poterlo riscaldare?

    volendo produrre l’ acqua sanitaria che tipo di stufa dovrei acquistare?una con lo scambiatore incorporato( come la maggior parte dei venditori mi ha consigliato) o installare il famoso kit?Ed i kw?

    per la produzione di acqua sanitaria mi e’ stata proposta questa soluzione:
    una buona stufa ed un termoscaldabagno per l’accumulo dell’acqua calda.In questo caso la stufa a pellets che potenza dovrebbe avere?

    il kit o il termoscaldabagno andrebbero installati all’esterno su un terrazzo; quale sarebbe la soluzione migliore per isolarli dalle basse temperature?

    e poi la domanda alla quale nessuno in realtà mi ha risposto:
    ma con il pellets si risparmia veramente?

    grazie.

    giancarlo

  88. matteo scrive:

    Voglio installare una stufa a pellets nella parete che da sull’esterno (la casa e’ una villetta singola su un piano solo). E’ meglio fare un buco nel muro esterno in orizzontale e poi farlo salire oppure falro salire da dentro la stanza e bucare in orizzontale ve esterno dopo piu’ dei 2 mt?
    inoltre, tenendo conto che esiste un sottotetto e non vorrei bucarlo, è meglio un precorso della canna con doppio T oppure fare salire il tubo in diagonale fino alla grondaia ?

  89. luca 68 scrive:

    x cancamilin,
    dopo tante prove sono riuscito a far partire la mia stufa starata ma la temperatura dei fumi si alza troppo e quindi in emergenza si spegne.
    i valori per la regolazione dei fumi sono in %.domanda:devo alzarli o abbassarli per ridurre la temperatura ???
    giuro che dopo questa chiamo un tecnico,ma sulle alture di genova siamo a -5°
    grazie mille

  90. Pietro scrive:

    Buona sera a tutti, vi scrivo per un ulteriore consiglio, visto e considerato che abito all’ultimo piano di un condominio, che non essendo provvisto il mio appartamento di canna fumaria dedicata, da quello che ho letto non è ideale progettare una canna fumaria con troppe curve.
    Nell’ipotesi che volessi realizzare una canna fumaria direttamente sul tetto – previa autorizzazione in sede di riunione condominiale – cosa verrebbe a costare “relaisticamente” tutta l’operazione?
    Grazie a tutti per i consigli che mi vorrete fornire.

  91. Luca scrive:

    Ciao devo chiedervi una cosa molto urgente, devo acquistare una stufa a pellets ma c’è un grosso problema vivo al primo piano e al piano superiore abita un altra famiglia, il problema e che l’unica ubicazione della stufa sarebbe nel andito ma per far arrivare la canna fumaria al tetto ci vogliono circa 10 metri di tubi con quattro curve, mi sembra un pò troppo e temo che un tubo cosi lungo e tortuoso sicuramente non fara funzionare come deve la stufa, giusto? cosa posso fare avete un metodo per risolvere il problema?

  92. Gianni scrive:

    Ciao ho letto con interesse i vari interventi, ma non ho trovato una situazione analoga a quella che mi rigurada personalmente. motivo per cui vi espongo il presente quesito: abito in condominio all’ultimo piano, con sottotetto di mia proprietà. Vorrei installare una stufa a pellet al piano sotto la mansarda e vorrei (previa autorizzazioen dell’amministratore) fare uscire uno scarico fumi oltre il tettuccio del balcone (al di sopra di questo balcone non c’é nulla), per non dover forare la soletta della mansarda ed il tetto. E’ possibile considerare “tetto” la copertura dell’ultimo balcone? Ed in caso positivo di quanto deve salire oltre il piano del tettuccio?

  93. giuseppe scrive:

    Ho acquistato una stufa a pellets orion da 9/10 kw modello COLA orion LA12AAOY, . OGGI DOPO 30 GG DI FUNZIONAMENTO SI è SPENTA CON ALLARME UNTER DRUCK MESSER , E’ IN TEDESCO PERCHè QUALCHE GIORNO PRIMA HO AVUTO UN BLACK OUT A CASA E IL DISPLAY SI è RESETTATO E IN AUTOMATICO è ANDATO IN LINGUA TEDESCA.
    COMUNQUE HO TRADOTTO CON GOOGLE E MI DA PROBLEMI DI PRESSIONE OVVERO ” METRO SOTTO PRESSIONE” è LA TRADUZIONE.
    SONO FORTEMENTE CONVINTO CHE L’ISTALLAZIONE FATTA NON DA UN TECNICO MA DAL RIVENDITORE NON è FATTA ASSOLUTAMENTE BENE.
    LO SCARICO è USCITO FUORI IN PARETE CON UN FORO ALTO DA TERRA DI 40 CM, LA CANNA FUMARIA ESCE IN 40 CM IN ORRIZZONTALE CHE è LA PARTE CHE ATTRAVERSA LA PARETE E POI VA SU DI 50 CM CON UN CAPPELLO DI ACCIAIO COME TERMINALE. IL RISULTATO E CATASTROFICO, HO IL MURO COMPLETAMENTE NERO E PER TERRA NEL TERRAZZO è COSPARSO DI CENERE, MIA MOGLIE SI è TRASFORMATA IN BELVA FEROCE, PRIMA ERA SOLO BELVA….IL CONSIGLIO DI USCIRE A PARETE E’ STATO OVVIAMENTE DEL VENDITORE. SIAMO IN ATTESA DA 45 GG CHE UN TECNICO VENGA A FARE LA PRIMA VERIFICA GRATUITA….ADESSO VI CHIEDO UN CONSIGLIO, IO IN CASA HO UNA CANNA FUMARIA CHE PASSA IN SOGGIORNO, VA SU ANCORA DI 3 METRO OLTRE IL MIO PIANO E POI ESCE SUL TETTO, LA CANNA NON è IN ACCIAIO, MA è STATA INSERITA NEL 2000, VORREI QUINDI FAR PASSARE IL TUBO IN CASA, E FARLO USCIRE IN CANNA FUMARIA MA HO LETTO CHE ANDREBBE UN APERTURA DI ACCESSO ALLA BASE DELLA CANNA FUMARIA PER PULIRE ALMENO OGNI SEI MESI. LA STUFA A PELLETS IN QUESTI 45 GG DEVO DIRE LA SINCERA VERITà A SCALDATO EGREGIAMENTE E CON LA MANUTENZIONE OGNI 2 GIORNI MA A QUANTO PARE NON è BASTATO OGGI SI è FERMATA. HO BISOGNO URGENTE DI UNA PERSONA COMPETENTE CHE MI DIA CONSIGLI PER INSTALLARE NEL MODO CORRETTO LA STUFA PRIMA CHE ARRIVI IL TECNICO, E’ URGENTE …..DEVO CALMARE LA BELVA INCAZZATA CH VIVE CON ME……è PER LA MIA VITA E QUELLA DEL VENDITORE CHE è STATO EFFETIVAMENTE UN PIRLA,,,,,,,,,, GRAZIE

  94. Vincenzo scrive:

    complimenti per il blog.
    Volevo sapere un vostro parere circa l’installazione di una stufa a pellets in casa.
    abito in una casa di circa 180 metri quadri su due livelli (nuova costruzione ben coibentata) stanco dei contunui salassi del metano ero orientato per una stufa da installare in cucina da collegare con la caldaia per avere sia l’acqua calda che il riscaldamento. In cucina è gia presente una canna fumaria installata (a norma fino al tetto) dal costruttore per eventuale camino da me coperta con carton gesso.
    Che modello e marca mi consigliate? Visto che l’accenderò per circa 10 ore al giorno mi conviene? o mi conviene continuare a farmi salassare dal metano?

  95. Emanuel scrive:

    Ciao a tutti.
    devo installare una stufa a pellet in montagna in una casa di mia proprietà e ho due possibilità.
    prima : utilizzare la canna fumaria dell’attuale caminetto (quadrata di circa 16/20 cm non ricordo) e con due leggere curve prima di giungere al tetto
    seconda: forare il muro e uscire direttamente all’esterno sotto una scala in cemento + curca a 90° più altro tubo. in questo caso non potrei raggiungere il tetto per conformità dello stabile.
    Mi chiedevo quale soluzione intraprendere.

    p.s. il muro è pietra e cemento senza alcuna coibentazione (vecchia baita di montagna)

    grazie

  96. Emanuel scrive:

    …. continua
    la zona d’inverno è molto fredda. Senza riscaldamento in casa ci sono circa 0 gradi fuori anche -20
    che tubi dovrei acquistare? grazie

  97. Virgola scrive:

    Ripropongo mia esigenza per gruppo d’acquisto pellet in provincia di genova. Cerco utilizzatori stufe e caldaie a pellet in provincia di genova compreso entroterra per organizzare gruppo d’acquisto pellet direttamente da produttori. In tal modo sarebbe possibile abbattere costi e verificare direttamente qualità e potere calorico del pellet. Personalmente penso me ne occorreranno 120-130 sacchi a stagione (equivalente +/- di 2 bancali in sacchetti standard da 15kg).Tendenzialmente sto cercando (ho al momento trovato un’altra persona interessata) di organizzare un rifornimento biennale, pertanto io ne prenderei 5 bancali e l’altro mio socio altri 3. Un bilico porta 22 bancali (in media 60/75 sacchi a bancale) ma sembra che sia possibile organizzarsi anche per forniture materiale sciolto potendo avere un magazzino con un silos di stoccaggio. Per la stagione in corso ormai è tardi ma per la prossima organizzandosi con relativa rapidità si può farcela. Trovando altre 3 max 4 persone con un fabbisogno equivalente al nostro dovrebbero essere sufficienti e se autonome dal punto di vista del carico, trasporto e deposito min 2-3 bancali non dovrebbero esserci particolari complicanze, a concordare con il fornitore luogo, data e ora della consegna annuale in cui tutti potranno approvvigionarsi senza diventare scemi. Nella seconda ipotesi (un po’ più complicata e onerosa) ognuno potrebbe approvvigionarsi nei modi e nei tempi preferiti. Contattatemi via mail, anche se siete a conoscenza di fornitori o rivenditori i n provincia di genova (aiutoooo sto finendo il pellet) che hanno pellet decente a prezzi non esosi (max 3.30euro al sacchetto da 15kg) e senza obbligo di doverne acquistare in unica partita min. 100 sacchetti.
    Mia mail Gribolo at tele2.it
    Grazie anticipatamente a tutt* coloro che mi contatteranno.

  98. bibo scrive:

    Salve , gradirei avere delle ulteriori informazioni su delle stufe e/o caldaie a pellet, in quanto ho ancora le idee confuse.
    Dovrei riscaldare per alcuni periodo dell’inverno una casa composta da due piani
    La casa è indipendente degli anni 60 in pietra intonacata con solai in legno e si trova in montagna a 1.500 mt slm da usare come casa vacanze.
    Sono indeciso se acquistare due stufe a pellet una per piano e riscaldare la casa con delle canalizzazioni ( ho letto su questo blog che una stufa thermorossi che intendo acquistare è andata in autocombustione facendo incendiare il pellet del contenitore, nel mio caso vorrebbe dire far bruciare tutta la casa) .
    L’alternativa sarebbe acquistare una caldaia da montare in cantina che scaldi l’acqua dei radiatori e l’acqua sanitaria funzionante a pellet, altrimenti ricadere sul gas o gasolio.
    La caladia o stufa dovrebbero essere accese a distanza per trovar calda la casa all’arrivo.
    Infine dovrei far camminare lo scarico dei fumi di scarico per circa tre metri quasi in piano per poi farli salire sul tetto.
    La presa d’aria estrena è necessaria?.
    Secondo voi è possibile per il mio caso pensare ancora al pellet?. oppure devo proprio rinunciarci.
    A chiunque voglia darmi dei consigli dico veramente
    Grazie
    Bibo

  99. parlanti roberto scrive:

    x micael rimango sorpreso da quello che e’ successo sulla 7000 che comunque non si e’ incendiata a me non sono mai successi casi ne ho mai sentito parlare di cose del genere.quello di cui sono convinto e’ che la stufa in questione debba avere una pessima carburazione dovuta da diversi fattori,invito micael ha descrivere la sua istallazione nei minimi dettagli per capire cosa possa essere successo. l’istallazione chi l’ha realizzata??

  100. Graziano scrive:

    Ciao a tutti, come tempo indietro ho avuto bisogno di voi, rieccomi con un altro problema!
    Ho un poggiolo al quanto stretto di 86 cm di larghezza, e i miei inquilini sotto di me,
    mi vogliono far passare la canna fumaria per la stufa a pellet, nonostante tutto abbiano l’impianto di riscaldamento con i fiocchi. La padrona di casa e loro vorrebbero bucarmi
    il poggiolo, perchè prima c’era lo scarico diretto, e mi stavano intossicando! Poi così costringendomi a ridurre lo spazio del passaggio dell’entrata di casa!
    In poche parole mi ritrovo con un grosso tubo nel mio passaggio!
    Tra tutto il lavoro, mi prendono 25cm di passaggio e facendo i conti me ne rimangono circa 60 cm!
    E se acquisto un divano nuovo? dove lo faccio passare?
    se mi dovesse succedere qualcosa? non passerebbe nemmeno una barella! “facciamoci le corna”
    comunque mi trovo uno spazio molto molto limitato!
    Secondo voi è una cosa fattibile? é a norma di legge?certi lavori si possono fare? essendo il passaggio principale di casa mia!

    Vi ringrazio di cuore per l’aiuto che ci date!

  101. Mauro A. scrive:

    Ciao Graziano, hai sollevato un problema interessante, anzitutto io chiederei ad un qualche amico geometra, USL, Vigli Urbani o forse Ufficio Comunale, se modificando lo spazio utile del poggiolo viene alterato il prgetto iniziale sugli spazi utili di passaggio, esempio le scale di un condomionio hanno una laghezza minima obbligatoria, per cui non so se possono farlo come vogliono. (Non si ininfragge nessura regola per le barriere architettoniche? Una carrozzella non so se ci passerebbe.
    Avrei piacere di sapere l’esito di questa vicenda.
    Saluti Mauro A.

  102. gessica scrive:

    Buongiorno, volevo avere un informazione. E’ venuto il tecnico della mia
    stufa e pellets a fare la pulizia. Mi ha detto che per le stufe a pellets è
    diventato obbligatorio il bollino verde come per le caldaie. On line non ho
    trovato niente in proposito. Qualcuno mi sa aiutare? Grazie

  103. cancamilin scrive:

    mi è nuova
    a meno che non sia qualche norma regionale

  104. Sandro scrive:

    Salve avrei una domanda da farvi,
    vorrei acquistare un inserto a pellets mod. confort idro della Nordicache ha lo scarico dei fumi in uscita di diametro 50mm, devo istallare una canna fumaria esterna che sale lungo la parate dello stabile per 15 metri.
    La canna fumaria esterna deve essere coimbientata, e quale diametro interno deve avere per un buon tiraggio?.
    Vi ringrazio anticipatamente per il Vostro interessamento.
    P.S. cosa ne pensate del mod. confort idro della Nordica è rumorosa?, la devo istallare in una stanza dove si dorme.

  105. Graziano scrive:

    Ciao Mauro, sono Graziano! massì degli scarichi sotto il poggiolo e della canna fumaria, ti ricordi?
    Bè ci sarebbero molte cose da dire, tante cose Vergognose!!!, che quasi ferei anche il nome e cognome delle persone, che hanno corrotto e che lavorano nell’ambito delle strutture comunali, per avere il nullaosta per procedere ai lavori sporchi “non a norma”!!!!
    In italia funziona così! e come sappiamo tutti!
    Ho dovuto rivolgermi al prefetto, che combinazione ho conosciuto al volontariato della croce rossa!
    Ma tu guarda cosa bisogna fare per farsi le proprie ragioni!
    Morale della favola?
    Non fanno più nulla! nè canna fumaria, nè stufe a pellet!

    Ciao Mauro, ti farò sapere se ci saranno ulteriori sviluppi!
    Spero proprio di no!
    Ciao Mauro!

  106. Mauro A. scrive:

    Caro Graziano, anzitutto ti ringrzio per avermi aggiornato in merto al tuo caso, che subito di primo acchitto mi era sembrato un abuso bello e buono. La cosa che invece mi fa incazzare, è che per far valere le proprie ragioni, e con giusta ragione ci si deve rivolgere alle conoscienze o amicizie varei. Il brutto è non ci si indigna neanche più, e certi comportamenti sono entrati a far parte delle consuetudini e nei modi di dire “all’italiana”.
    Comunque sfogo a parte, sono FELICE per te che sei riuscito a non far capestare i tuoi diritti. COMPLIMENTI!

  107. Nicola scrive:

    Ciao a tutti sono in attesa che mi costruiscano la casa e mi sto infomando se esistono delle stufe a pellet che non necessitano della canna fumaria, io andrei ad abitare al 2° piano e avrei un’altro piano sopra il mio, siccome dicono che se non abiti all’ultimo piano non puoi avere canna fumaria dovrei trovare alternativa, mi chiedevo se esistono queste stufe senza l’utilizzo della canna. se si mi sapete dire chi le fabbrica? grazie

  108. marco scrive:

    X NICOLA Qualsiasi macchina che crea una cobustione e di conseguenza monossido deve avere un uscita fumi a tetto.
    PROVA A DIRE AL COSTRUTTORE CHE SE NON TI FA’ LA CANNA FUMARIA NON COMPERI CASA E VEDI COSA DICE……..per risparmiare soldi in costruzzione ne raccontano di ogni!!!!!!!!
    Andrebbe bene una canna con un diametro 10(la riuscirebbereo ad inserire nel muro esterno senza problemi di ingombri) per le stufe a pellet per la legna almeno un 15

  109. Jos Cas scrive:

    Per il sig. Nicola:
    Le conviene insistere col costruttore.
    So di un caso analogo al suo in cui il costruttore non ha voluto far la canna fumaria, dicendo che si poteva fare esterna in un secondo momento.
    Beh, a parte l’estetica (se è interna la facciata sta meglio), ma poi questo signore ha avuto problemi perchè per metterla esterna ha dovuto convincere gli altri condomini e non gli è stato facile.
    se la canna fumaria invece era già nella costruzione non avrebbe avuto problemi di nessun genere.
    Conosco gente che pur non abitando all’ultimo piano ha la canna fumaria.
    Informati e fatti valere.
    Non voglio insegnar nulla, ci mancherebbe!!!
    Semplice consiglio.
    A presto.
    Joseph

  110. Gianni scrive:

    Ciao e grazie agli autori del blog che rispondono in maniera professionale e precisa alle domande che vengono fatte da noi estranei alla materia.
    Volevo farvi qualche domanda in merito, come in tanti nel blog, sono interessato ad acquistare una stufa a pellets per riscaldare il mio appartamento di circa 90 mq.
    In virtù di ciò, potete consigliarmi su quanti devono essere i Kw della stufa? In oltre, avevo pensato di metterla nel corridoio, posso far passare il tubo di scarico nel bagno per uscire sul balcone che dista circa 4,5 mt dal punto dove piazzare la stufa.
    Grazie dei consigli che ci date.

  111. Sergio scrive:

    Ciao,
    anch’io come Gianni vorrei acquistare una termostufa a pellet. Sono indeciso fra i seguenti modelli:
    - Ungaro Style Maia 24;
    - Extraflame Lucrezia Idro;
    - Palazzetti Idro;
    - Laminox Carlotta.
    Facendo due conti, sarebbero sufficienti per riscaldare l’unità abitativa, ma chiedo consiglio su quale potrebbe essere più performante.
    In realtà mi hanno descritto la Ungaro come la ‘Ferrari’ delle stufe (avendo lo scambiatore in rame): è così?
    Grazie

  112. antonella scrive:

    aiutatemi ho una stufa a pellets da tre mesi collegata ai termosifoni e con produzione di acqua calda ho alcuni problemi la stufa produce dopo 10 ore circa di accensione
    una patina di polvere nera sulla mobilia e sul pavimento non so da cosa sia causato avete delle idee a riguarda?
    un’altro problema della stufa è la produzione della condensa che sgocciola dalla canna fumaria ( la canna fumaria è formata così: dall’attacco della stufa parte il tubo da 8 ed è collegato ad un tubo da 20 in acciaio già esistente).
    un’altro problema è l’annerimento del vetro dopo circa 2 ore.
    potete aiutarmi a risolvere i problemi che vi ho elencato??

  113. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x antonella la polvere nera che vede in giro o e’ causa dell’aspirapolvere che lei magari usa in genere per la pulizia della stessa o e’ evidente che la canna non tiene bene.per la condensa e’ normalissimo che dopo un tragitto di 8 ml la canna si fredda una stufa idro ha bisogno di una coibentazione maggiore ossia i fumi debbono necessariamente stare piu caldi prima di andare fuori poi il collasso lo si ha quando la aggancio ad una sezione d.200 l’abbassamento della temperatura li sara’ ancora maggiore in quanto 200 mm contro i normali 8 o 10 cm di canna sono una superfice di scambio alla temperatura il risultato e’ condenza a volonta’ pertanto cerchi di isolare il tutto se puo e reincanni la canna da 200 infilandoci un tubo di sezione d.100 ben isolato vedra’ che le cose cambieranno.in meglio naturalmente
    una stufa idro viaggia con una temperatura fumi di solito alla massima potenza intorno ai 180 gradi poi in modulazione scende anche vicino ai 120 quindi la temperatura critica di rugiadao condenza e’ facile da raggiungere.

  114. GIOVANNI scrive:

    CIAO, VORREI SAPERE IL DIMENSIONAMENTO DI UAN CALDAIA PELLET CHE RISCALDI ANCHE I TRMOSIFONI, PER UNA CASA IN CAMPAGNA DI MQ100, CONSIDERANDO CHE E’ ISOLATA. GRAZIE

  115. luigi scrive:

    salve volevo sapere se e’ possibile istallare una canna fumaria x una stufa a pellet montando la canna fumaria internamente passando dal soggiorno dove e’ montata la stufa , al primo piano passando in una cameretta da letto ed infine andando a tetto,il tecnico mi ha detto che usa doppia coimbentazione e tubi in acciaio.

    grazie

  116. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x giovanni compact 18 thermorossi e’ ok

  117. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x gianni e sergio credo che una potenza di13 kwatt resi all’acqua quindi una macchina da 17/18 kwatt bastino e avanzino senza problemi l’istallazione che vuoi fare amio avviso non mi sembra una istallazione tipo ma potrebbe dare problemi i tubi orizzontali potrebbero caricarsi presto di fuliggine credo che cancamillin sia della mia stessa idea tra quelle che hai mensionato estraflame secondo me e’ la piu valida poi ci sarebbe anche edlikamin e thermorossi che non hai preso in esame.

  118. SERGIO scrive:

    Toscana-provincia di Firenze- appartamento di 100mq tutto a piano terreno molto raccolta, quale tipo di stufa a pellet mi consigliate. grazie

  119. Virgola scrive:

    Ciao a tutt*,
    una domanda banale (ma forse anche no). Di solito pellet incombusto nel braciere (trattasi di pellet testato e di ottima qualità)dopo 1_2h di accensione, fatta eccezione x gli eventuali settaggi sballati, è determinato o può essere determinato da canna fumaria sporca o intasata? Vi risulta che una stufa a pellet di 8,5kw accesa x una media di 10_12h giornaliere impostata ad una temperatura ambiente di 21gradi in zona con scarto termico da 6 a 15gradi, possa richiedere la pulizia del tratto del tubo interno (tratto verticale di 2,2mt) ogni 30_40ggmax?
    Al momento i tentativi (da persona nn esperta) di intervenire sui parametri nn hanno portato a nessun risultato significativo. Resta soltanto da verificare che il problema sia dovuto alla canna fumaria comprensiva del tratto interno di tubo o a intasamento dei meccanismi collegati all’estrazione fumi, altrimenti – in totale supposizione – o la stufa ha qualche problema o anche il cat in assistenza remota prende lucciole x lanterne. Stufa in garanzia.
    Da queste brevi descrizioni e annotazioni qualcuno riesce a vederci + chiaro e darmi qualche dritta in proposito? Grazie anticipatamente per la disponibilità e la risposta.

  120. Jos Cas scrive:

    Per Sig. Virgola:
    Buongiorno, a me è successa una cosa analoga alla sua.
    Mi rimaneva pellett incombusto oppure mal bruciato a tal punto da formare anche un blocco nero nel braciere.
    Però avevo provato con un tipo di pellett nuovo (austriaco, naturale al 100 per 100, certificato e quant’altro). Poi tornando col mio solito pellett ho risolto.
    Inoltre mi è stato detto che a volte può capitare che la stessa marca e lo stesso tipo con cui non si hanno mai avuto problemi può avere alcuni sacchi con pellett difettoso e dar problemi.
    Questo mio non vuol essere un insegnamento, ci mancherebbe. Solo una situazione che ho vissuto e che siccome è analoga alla sua le ho voluto raccontare.
    Le auguro di risolvere nel migliore dei modi.
    A presto.
    Joseph Cassani

  121. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x sergio h2o 18 idro thermorossi

  122. Virgola scrive:

    Salve,
    grazie a chi ha risposto. Sto effettuando varie prove (tutte empiriche e dirette) e si sta profilando una situazione veramente interessante: i pellet meno accreditati sembrano funzionare meglio di quelli con – sulla carta – tutte le carte in regola. Naturalmente non voglio generalizzare, anche io ho usato pellet scadenti e a basso costo che sono risultati a tutti gli effetti una vera schifezza, però, se questa piccola cosa può offrire una lezione è quella che suggerisce, effettivamente, di testare sempre i prodotti indipendetemente da come si presentano.

  123. Virgola scrive:

    Salui,
    non ancora risolto problema pellet incombusto anche se sono riuscito, da inesperto a migliorare notevolmente la situazione.
    Qualcuno gentilmente è in grado di dirmi dove di solito è possibile rilevare i dati della scheda elettronica che gestisce i parametri in modo tale che sapendo il tipo di scheda possa vedere se riesco a trovare in rete questi dati?
    Stufa marca Elit modello else95
    Mia mail gribolo at tele2.it
    Grazie anticipatamente

  124. dario scrive:

    ciao a tutti volevo sapere se qualcuno sa dirmi se posso inserire una canna fumaria x pellet in un tubo predisposto x il passaggio dei tubi di un eventuale pannello solare da montare sul tetto,credo sia di plastica e da 120 e sale di fianco alla canna fumaria della mia caldaia e poi della caldaia dell’appartamento sopra di me,potrei sfruttarla o è impssibile,grazie in anticipo e complimenti x l,utilità (con tutte le stronzate che ci sono in giro era ora…)

  125. demetrio scrive:

    ciao cancamilin,leggendo il blog ho notato che sei una persona molto informata e disponibile,quindi ne approfitterei per chiedert un informazione.abito al primo piano di una palazzina e dovrei mettere una stufa a pellet.ho solo un piano sopra di me che comunque nn ha il mio stesso perimetro,in poche parole i muri esterni dell’apparteamento sopra rientrano rispetto al mio e ci divede una linda di circa 2 metri.inoltre l’appartamento sopra ha solo una finestra su quella parete.adesso la mia domanda è:se io salgo su con un tubo d’acciao e con una curva mi porto fino al limite della linda posso montareli il tappo,tenendo conto che mi sposto di un paio di metri lateralmente per stare più lontano possibile dalla finestrae di conseguenza il tappo non sarebbe montato di fronte alla finestra.

  126. claudio scrive:

    ciao a tutti.mi chiamo claudio e scrivo da firenze.volevo chiedere informazioni a chiunque me le possa dare ,su una caldaia a pellets della thermorossi ,la compact 18.mi hanno chiesto 3.500 euro ,piu’ 350 euro per il contenitore del pellets.devo scaldare all’incirca 100 mq,e collegherei la caldaia al vecchio impianto che prima usavo con il riscaldamento a gasolio.in piu’ ,volevo sapere il prezzo del pellets sul mercato .non vorrei che il vantaggio di comprare una caldaia a pallets oggi ,sia in realta’ uno svantaggio domani.grazie

  127. gianni scrive:

    x claudio
    ottima caldaia , credo che sia la migliore sul mercato, con i brevetti che ha sia imbattibile.
    il prezzo di listino e di 4210 euro
    3500 euro e un buon prezzo (CREDO)
    poi sul futuro del pellet non sappiamo niente , credo che nessuno possa conoscere il futuro .
    sicuramente è meno inquinante.

  128. giorgio scrive:

    diffidate dai venditori di prodotti artel (TOSCANA),
    “ovviamente” cercano di rifilarvi il contratto dandovi delle soluzione non congeniali alle vostre esigenze ma alle loro tasche .

  129. elio scrive:

    Salve, volevo gentilmente chiedere alcune informazioni, su una stufa a pellet, comprata meno di un mese fa, marca dal zotto kw 7.5.Montata in corridoio zona notte,con tubo scarico fumo che sale in verticale,per quqasi 2mt,e poi con curva di raccordo da 45°, va in orizzontale per oltre 4 mt.In questi ultimi giorni succede che dopo averla accesa,dopo un po di tempo,va in blocco ,fiamma bassissima,vetro tutto nero, e sul display,indica o ostruzione al scarico dei fumi, o sportello caldaia nn chiuso bene,o vano porta cenere nn chiuso bene ,o pulizia caldaia nn fatta.Tutte operazioni fatte, secondo voi che siente nel campo ,da cosa può dipendere tutto ciò.In attesa di una vostra risposta se possibile veloce,cordialmente saluto:

  130. gianni scrive:

    x elio
    ma nelle istruzioni di installazione trovi scritto che puoi montare 4 metri in orizontale?????
    leggi bene e poi facci sapere

  131. cancamilin scrive:

    x elio
    oltretutto alla fine cosa hai messo come cappello?

  132. cancamilin scrive:

    x Demetrio
    comunque essendo un condominio devi metterti d’accordo con gli altri e soprattutto con l’inquilino di sopra

  133. gianluca scrive:

    salve a tutti
    anch’ io come voi ho deciso di passare dai classici termosifoni ad una stufa a pellet chiedevo se cambiando c’era un risparmio ecomìnomico sulle bollette sul calore e che tipo di stufa potrei comperare come prodotto qualita’ prezzo, qui dove abito un rivenditore mi ha proposto la lincar come stufa. Io ho un appartartamento di circa 80 mq

  134. building technology s.r.l. scrive:

    la nostra azienda si occupa di emissioni di Co 2
    per le stufe a pellet abbiamo creato un abbattitore di fuligine , il quale riduce a 0 le emissioni ed evita di sporcare i muri .
    il prodotto attraverso un filtro trattiene le particelle pesanti , e separa il vapore aqueo riducendo notevolmente le emissioni , inferiori a qualsiasi altro combustibile .

    l’abbattitore e’ di faciloe installazione ed ha un costo accessibile cerificato e garantito .

  135. gianni scrive:

    x building tec
    metti e mail e dati prodotto o link

    ciao grazie

  136. stefano scrive:

    ciao, il condomine sotto di me ha la canna fumaria della stufa a pellet sotto la finestra della mia cucina. E’ regolare o deve portare la canna fino al tetto?

  137. gianni scrive:

    x stefano
    per legge tutti gli scarichi fumi devono essere portati a tetto.

  138. stefano scrive:

    Grazie. Sai per caso indicarmi i riferimeti legge?

  139. maria scrive:

    acquistato una stufa ecoidro nel 2008,come posso usufruire della detrazione irpef compilando il 730.

  140. elio scrive:

    x gianni,ciao sn elio riguardo,la sua risposta del 25-03-09 sul mauale istruzione e’ scritto ke il tubo in orizzontale nn dovrebbe andare oltre i 3 mt, ma io sn obbligato ad andare oltre i 4 mt, cosa mi consiglia di poter fare x sopperire il problema? Per quando riguarda cosa ho messo come cappello finale, ancora nn ho messo niente o meglio ho messo una curva finale rivolta verso l’alto.In attesa di una sua risposta, saluto cordialmente

  141. Elisa scrive:

    ciao a tutti, ho acquistato una stufa a pellet e dopo aver dato l’anticipo sono venuti fuori i primi problemi per l’installazione. Direi risolvibili visto che verrà collocata in una mansarda, vorrei solo capire quale sia la soluzione migliore (sia a livello economico che tecnico). La stufa Miky della Cadel ha due uscite per i fumi (dietro e sopra) e l’idea era quella di sfruttare l’uscita posteriore per andare direttamente all’esterno (dove si trova un terrazzo) ma chi ci ha venduto la stufa proponeva uno strano sistema di tubi per uscire dal cornicione senza forarlo. L’alternativa sarebbe far passare il tubo internamente e forare il soffitto ma i costi a questo punto si alzano parecchio. Navigando ho trovato un’immagine che però non so se ho capito. Si sale dall’uscita in alto della stufa per circa 1,5 m e a quel punto si esce a muro. E’ una cosa possibile? Fuori cosa verrebbe posizionato a chiusura? In caso di vento ci sarebbero dei problemi? Quale sarebbe in assoluto la soluzione migliore?

  142. PARLANTI ROBERTO scrive:

    x elisa direi che se chi ha venduto la stufa non ti ha detto prima dell’ipotetica istallazione e’ un po” da vigliacchi permettimi il termine e se solo dopo e’ saltato fuori il problema hai tutto il diritto di recedere dal contratto in quanto la stufa non puoi istallarla a meno che non foti il tetto anche se e’ la soluzione piu costosa e’ la sola soluzione ammissibile per legge.oppure dovresti fare una canna esterna ma comunque isolandola e portandola a tetto, non ci sono alternative.l’uscita a parete non e’ ammessa ed e’ pericolosa per l’incolumita deglia bitanti della casa.oltretutto puo sporcare la facciata e puo dare problemi nel funzionamento .ciao

  143. Elisa scrive:

    A questo punto mi piacerebbe solo sapere quale può essere la spesa giusta per questo lavoro visto che mi sono sembrati un po approssimativi e vaghi sulle varie problematiche non vorrei trovarmi spese non previste. Essendo in una mansarda si tratta solo di raggiungere il tetto, forarlo e…?Non saprei esattamente cosa altro però non mi sembra un lavoro complicatissimo…da ignorante nel settore!Eventualmente per non passare tramite chi mi ha venduto la stufa che sicuramente apporterebbe un ricarico sui costi della persona che manderà a chi dovrei rivolgermi? Un muratore, un idraulico?

  144. cancamilin scrive:

    Il lavoro può fartelo un bravo muratore, i costi variano secondo le zone e dipendono, ad esempio, se è necessaria fare una impalcatura opp. se il tetto è accessibile.

    Niente di approssimativo!!! Fatti fare un preventivo preciso, manodopera, materiale, tubi.

  145. Alberto scrive:

    ciao a tutti,
    ho da poco comprato una stufa a pellet Elena by karmek da 10 kw, premesso che;
    1) mi trovo al primo ed ultimo piano dell’abitazione ma non posso bucare il tetto perchè non sono il proprietario, vivendo io in affitto;
    2) che dell’eventuale buco a parete sono d’accordo il proprietario e gli altri inquilini.
    facendo l’uscita fumi che da verso l’alto corro ancora il rischio di sporcare la parete esterno dell’abitazione?
    Il livello di sporcizia dei fumi dipende dalla qualità del pellet??
    Grazie per l’aiuto

  146. cancamilin scrive:

    Devi semplicemente considerare quale sarà il percorso del fumo una volta uscito dalla canna.
    Se ad es.: lambisce la parete opp. passa sotto un balcone giorno dopo giorno farà un bel alone nero.

    In una installazione a parete occorre indirizzare il fumo verso l’esterno opp. tenere il comignolo abbastanza lontano dal muro.
    Nel tuo caso basta andare oltre il tetto.

  147. marco scrive:

    ciao

  148. marco scrive:

    ciao volevo chiedere un informazione riguardo alla canna della mia stufa a pellet…ho una stufa del olimpia splendid devo fare un tratto in verticale di circa 6 m di altezza faccio bene a maggiorare il tubo da 8 a 10? devo chiamare il tecnico per far ritarare la stufa? ciao

  149. Carlo scrive:

    Ciao, sto per acquistare un inserto a pellet attorno al quale costruirmi il rivestimento. Devo realizzare interamente anche lo scarico fumi (da 8mm) fino al tetto. Posso installare i primi 2.80 mt. del canale fumi internamente, poi curvare di 45° per 1 mt. fino a raggiungere un locale tecnico in cui si trova la caldaia (realizzato sul balcone del piano mansardato con un’orribile struttura in alluminio, ma fortunatamente autorizzato) e da qui per 2,50mt. fino a superare il colmo? Devo utilizzare tubo monoparete o a doppia perete? E se – per motivi di costo – nel tratto del locale caldaia coibentassi con lana di roccia (o similari)? Che comignolo devo usare, considerato che non deve attraversare la falda del tetto? Grazie. Carlo

  150. Emiliano scrive:

    Ciao a tutti….dovrei installare una canna fumaria esterna di circa 5 metri per arrivare sul tetto.

    Ho sempre letto in vari forum e blog che meglio optare per tubi coibentati per evitare problemi di condensa ma quando mi rivolgo ai negozianti(che spesso non vendono tubi coibentati) mi dicono che sono esagerato e che i tubi neri porcellanati vanno benissimo lo stesso.

    Dalle mie parti si raggiungono in inverno temperature medie di 0 gradi con punte di -7.

    Secondo voi posso installare anche tubi porcellanati magari partendo con una T con tappo anticondensa o rischio che si formi così tanta condensa da creare problemi alla stufa?

    Ringrazio anticipatamente per le risposte.
    Ciao

  151. gianni scrive:

    x emiliano
    se puoi spendere metti il doppia parete altrimenti inox monoparete ma la norma uni 10683 obbliga a coibentare i tubi all’esterno.

  152. Davide scrive:

    salve a tutti avrei bisogno di un consiglio….
    devo installare una caldaia a pellet in un locale caldaiaall’esterno separato dalla casa ma che sta sotto un terrazzo
    ora vi chiedo secondo voi devo bucare il terrazzo per far passare ca canna fumaria ??
    oppure posso mettere la canna fumaria sotto il terrazzo ?

  153. Davide scrive:

    opss… ho già trovato la risposta nel blog come non detto………
    Allora cancamilin…. vivo in una campidanese con più di 900 metri cubi da riscaldare e più di 600 mt quadri di sup disperdente, mi hanno consigliato una caldaia da 34 kw la ungaro 34, appunto
    vorrei sapere, per favore se secondo te è una buona caldaia se serve a scaldare tutto questo volume.
    Se possibile mi daresti un consiglio, sul tipo di caldaia ?
    Una delle cose che ho capito è che non conviene comprare la caldaia se non ho un’assistenza di quella marca.
    Davide da Monserrato

  154. Marita scrive:

    Ho una casa indipendente composta da piano terra con zona giorno, primo piano con zona notte e mansarda per ora al rustico.
    La disposizione delle stanze, essendo una casa vecchia ristrutturata, è secondo il vecchio criterio e cioè: ingresso con a sinistra la scala che porta al piano superiore e a destra l’entrata in soggiorno e da qui, con porta passante, entrata in cucina e in bagno. Idem al piano superiore: arrivo della scala con piccolo pianerottolo e a destra proseguimento della cala in mansarda e a sinistra entrata in camera da letto e da qui, sempre con porta passante, entrata in cameretta e bagno.
    Il tutto per 60 mq. per piano più vano scala e ingresso.
    Volendo riscaldare entrambi i piani abitati mi conviene installare una stufa più potente al piano terra e canalizzare l’aria al secondo piano o installare due stufe indipendenti, una per piano?
    Quale potenza dovrebbero avere in un caso o nell’altro?
    La mia casa, come detto, è indipendente ma, su tre lati si affaccia su altri cortili. NOn ho canna fumaria e quindi, per quanto riguarda lo scarico dei fumi, lo posso effettuare sotto al portico per quanto riguarda il primo piano e sul terrazzo, sovrastato da un altro terrazzo, per quanto riguarda il secondo piano?
    Nel mio paese c’è un rivenditore Ungaro. Sono stufe affidabili?
    Nel caso dovessi decidere per una stufa canalizzata, la forzatura dell’aria quanto mi inciderebbe sul consumo elettrico?
    Grazie millle

  155. claudia scrive:

    gentilissimo camcamillin,
    i suoi consigli sono sempre preziosi,
    volevo un suggerimento per risolvere questo problema:
    attualmente la mia stufa a pellet (soleil) ha una t in uscita, si alza di 2,5m in verticale, curva 90°, 2,5m in orizzontale ed imbocca la canna fumaria senza l’inserimento di tubi all’interno (la casa ha 100 anni, la canna fumaria è ampia ma vecchia).
    purtroppo, la famiglia che abita sopra, risconta un’uscita di fumi in cucina, perchè ha posizionato una scatola elettrica proprio sulla parete della canna fumaria, ha spaccato il muro per dei lavori, ma so che sono io in torto perchè la canna fumaria non è intubata.
    ovviamente ho dovuto spegnere la stufa…
    qual’è il male minore per raggiungere il comignolo? mi servono 6 m. di tubo, quale posso acquistare? riesco a farlo senza chiamare un tecnico?
    grazie infinite

  156. simone scrive:

    ciao a tutti…..chi mi sa dire indicativamente il prezzo al metro del tubo flessibile in acciao a doppia parete diametro 100 per scarico fumi?
    grazie in anticipo a chi mi rispondera’…..

  157. Claudio scrive:

    Ciao a tutti ! Abito nella zona pedemontana del modenese, sarei molto interessato a montare una stufa a pellet di 9kW in appoggio ad un impianto di riscaldamento a metano individuale, ma non so come fare per l’uscita dei fumi. L’appartamento dove abito è al primo piano di un condominio di cinque ed è già dotato di canna fumaria indipendente di 250mm(credo) che viene usata per la caldaia a metano. Chiedo a Voi, perchè non mi fido dei vari venditori, se posso infilare un tubo di scarico per la stufa a pellet all’interno della canna già esistente ed usata dalla caldaia a metano.
    Grazie infinite a chi vorrà rispondermi !!! Claudio provincia di Modena.

  158. ANDREA scrive:

    Per Claudio
    Ho anch’io il tuo stesso problema e ho cercato informazioni a destra e a manca.
    Purtroppo per legge dal 15/09/2005 anche per le stufe a pellet è obbligatoria una canna fumaria al tetto, e per quanto riguarda il collegamento alla canna fumaria della caldaia a metano, facendo funzionare entrambi, è assolutamente vietato e punito con sanzioni penali.
    Comunque prova a cercare le stufe witfield e se scopri qualche cosa di interessante fammelo sapere. Ciao

  159. KAIu scrive:

    Ciao a tutti,

    due domande relativamente semplici… credo.
    1) In quale verso vanno installati i tubi della canna fumaria? Dalla stufa esco con un attacco maschio ma posso convertirlo in femmina con la T. Mi viene da pensare che se esiste il raccogli condensa, vorrà dire che all’interno dei tubi è possibile che scorra qualche goccia di acqua. Se questa torna indietro, seguendo il verso di installazione che mi porterebbe ad avere lo scarico della stufa, parte dell’acqua si andrebbe ad accumulare tra le giunture dei tubi. Tale ristagno potrebbe in teoria a lungo andare comprometterne la tenuta causa ruggine.

    2) In quale verso vanno inserite le guarnizioni? con le alette verso l’interno e la parte a contatto con il tubo? o contrario?

    P.S.: scandaloso che vendano le stufe e poi per poterla accendere devo aspettare e spendere soldi in più per un tecnico che me la collaudi. Se non rispetto tali parametri decade la garanzia!!!
    Ovviamente al momento dell’acquisto non ti dicono nulla. Anzi in genere “NON SANNO NULLA”!!!
    Se sono strumenti particolari e pericolosi non li vendessero come fossero trapani o lampadine!!!
    marca: extraf…

    Ciao e grazie

  160. Pasquale scrive:

    Vorrei sostituire la canna fumaria fatta di blocchi forati di cemento del camino con quella in acciaio inox , anche per ottenere piu’ calore e funzionalita’ della stessa .Cosa mi consigli?

  161. danny scrive:

    salve.
    vi spiego il mio problema,abito in una palazzina al centro storico e visto che non arriva il gas ho deciso di prendere una stufa a pellet.
    Il problema e’ che a tetto non mi fanno uscire i fumi perche’ e’ di propieta’ della famiglia affianco a me e ci installeranno a breve dei pannelli solari.
    Cosi mi chiedo posso uscire in facciata senza rischiare di annerirla?? premetto che abito all’ ultimo piano sopra di me ce’ il tetto in teoria non do’ fastidio a nessuno.

  162. Paolino scrive:

    Ciao sono di Albenga, qualcuno conosce un rivenditore di pellet affidabile e onesto?

  163. Lino T scrive:

    Salve vorrei chiedervi un’informazione sullo scarico fumi sul tetto per una stufa a pellet.
    Devo installare la canna fumaria visto che è un appartamento in costruzione. Vorrei sapere qual’ èil diametro richiesto (l’uscita della stufa è in genere 80, basta fino al tetto?). Io sono al primo piano e devo attraversare un secondo piano ed una mansarda. Al tetto basta un raccordo ad “H”? Grazie per quanti vorranno rispondermi.

  164. maxx scrive:

    dovrei mettere dei tubi di una stufa a pellet vicino a un tubo dove passa l’acquae un filo di massa di corrente eletrica che si trova nella canna fumaria. posso farlo?

  165. Matteo scrive:

    Ciao a tutti,mi chiamo matteo , io e dei miei amici abbiamo preso in affitto un locale, all’ interno c’è una stufa thermorossi, quella con pareti in acciaio, credo del 2005, il problema è che dopo l’accensione (molto lenta) la stufa parte, inizia a fare una bella fiamma, ma dopo poco la coclea smette di girare e quindi il pellet smette di scendere.
    Come errore la stufa segnala canna fumaria ostruita, ma nonostante l’abbiamo smontata, ed era perfettamente pulita, la stufa continua a non funzionare.
    Chiedo a voi quale puo essere il problema ed una possibile soluzione.
    Grazie mille a tutti!!!

  166. Valerio scrive:

    Salve a tutti.
    Trovo questo blog davvero interessante.
    Io ho una domanda: mi hanno detto che non è possibile far funzionare un caminetto a legna chiuso e contemporaneamente la stufa pellet. La canna fumaria è una sola, in cui è allacciata la stufa a pellet (quando solo uno è in funzione non ho nessun problema). Mi chiedevo se ciò corrisponde a verità?

  167. maurizio scrive:

    Ciao a tutti
    Stessa domanda di Valerio. In casa ho un caminetto di quelli col vetro. Vorrei mettere il pellet in taverna ed agganciarmi alla stessa canna fumaria ( in acciaio) che poi va a scaricare sul terrazzo condominiale tre piani più su. Lo so che non sono a norma …..ma funziona?????

  168. andrea scrive:

    mi riallaccio a maurizio e valerio, per avere risposta alla stessa domanda.
    dovrei mettere la stufa a pellet in taverna, dove ho adesso solo una canna fumaria , vorrei capire se poi un domani posso mettere un focolare e utilizzare la stessa canna fumaria.
    grazie

  169. andrea scrive:

    ciao vivo in una casa bifamiliare,il mio vicino a un camino mentre io una stufa a pellet,vorrei sapere se avendo una sola canna fumaria possiamo attaccarci tutti e due.grazie

  170. gianni scrive:

    x andrea
    non conviene e non è ammesso usare la stessa canna fumo x 2 tipologie diverse il camino è a tiraggio naturale e la stufa a pellet è a tireggio forzato

  171. Lino scrive:

    Ma se non c’è nessuno che risponde alle domande questo blog a che c…o serve.

  172. Marco scrive:

    Ho compratp e fatto installare un astufa a pellet, la stufa di ottima qualità e super certificata mi è stata installata dal personale tecnico della ditta venditrice, sapete cos’è successo dopo 10 giorni la sufa è espolsa. Perchè è esposa, perchè i “tecnici installatori” hanno commesso un caterva di erroni nell’installare la canna fumaria.
    1^ – il tubo dei fumi esce sopra la stufa e in orizzontale per circa 4 metri con ben 5 curve, il tubo è in leggera contropendenza.
    2^ – L’uscita in facciata, circa 20 cm con gomito rivolto verso il basso.
    3^ -Abito in sardegna che è nota oltre per le sue bellezze anche per il vento e a tutela di questo fatto non mi è stato montato nessun terminale .
    Il terzo giorno, dopo due giorni senz vento, soffiava un leggero vento e la stufa tendeva a spegnersi con fuoriuscita di fumo e fuliggine. La condensa ha macchiato tutta la facciata(4 piani). Visto il mal funzionamento ho chiamato subito l’assistenza che dopo innumerevoli solleciti, ha mandato altri due tecnici per verificare eventuali erori. Coinstattato che il problema era il vento hanno effettuato alcune regolazioni alla stufa (pensavo avessero aumntato i giri del motorino di scarico) e deciso di ritornare e montare un terminale ad H. Il primo giorno, senza vento. la stufa funzionava perfettamente ma il secondo giorno, appena ventoso, la stufa continuava a spegnersi e riaccendersi finchè è scoppiato il vetro creando innumerevoli danni e per fortuna nessun danno alle persone. Ho chiamato la ditta venditrice che sorpresa di quanto avvenuto ha provveduto ad inviarmi una stufa in sostituzione e due altri tecnici per l’installazione. I tecnici volevano sostituire la stufa e lasciare l’impianto così com’era cosa che è stata impedita dal ingegnere che aveva periziato l’impianto dopo l’incidente. In presenza dei tecnici ha fatto aprire la stufa incidentata e ha verificato che l’ntervento precedente per risolvere il problema dera stato risolto pontando i due fili che collegavano la sicurezza al depressore. Roba da pazzi mi hanno installato una bomba dentro casa. Ora non vogliono ne restituirmi la somma pagata (tramite finanziaria)ne risarcire i danni ne installare la stufa a norma secondo le più elemenrari regole dell’arte e descritte in dettaglio nel manuale tecnico fornito dalla ditta costrutrice. Cosa devo fare ?

  173. leo scrive:

    scusate vorrei installare un stufa a pellet nel mio appartamento sito al 1° piano in un mini condominio, il percorso della canna fumaria dovrebbe essere cosi : salire in verticale x circa 2 metri fare una curva attraversare una parete e percorrere 5metri circa in orizzontale x poi uscire fuori dal balcone. Si puo’ fare una cosa del genere? Ringrazio anticipatamente

  174. Luca scrive:

    La normativa non permette l’uscita a parete però le stufe del gruppo Piazzetta non avrebbero nessun problema a funzionare anche con 6 metri in orizzontale.
    Quindi: la stufa funzionerebbe benissimo nel modo in cui la installeresti.
    Ciao Luca

  175. mirko scrive:

    non comprate stufe ARTEL diffidate ,i venditori sono dei deliquenti e il prodotto e completamente inafidabile a me la prima a preso fuco e la seconda in sostituzione nuova imballata a lavorato 3 ore e non funziona e ho scoperto che non va neanche la sicurezza….. diffidata e un eletrodomestico non sicuro

  176. cris scrive:

    ciao ho una sola canna fumaria che dalla taverna va fino al tetto passando per il salotto.
    in salotto ho una stufa a legna, in taverna posso mettereuna stufa a pellet collegandomi alla stessa canna fumaria (canna antica in muratura lungacirca 7-8 metri e molto larga).
    grazie mille ciao

  177. elena scrive:

    Ciao, ho bisogno di aiuto per risolvere un problema che mi trascino da 6 anni. Dopo una causa con l’impresa edile per grossissimi problemi di umidità nella stanza a piano terra, anzi sotto il livello della strada, finalmente mi hanno fatto la barriera chimica. Adesso vorrei asciugare i muri (larghi 70 cm) e mettere una stufa a pellet che mi dicono secchi molto l’ambiente, ma non ho la canna fumaria. Sopra di me c’è un altro appartamento e poi il tetto. Ho guardato anche i camini a bioetilene ma ho letto che aumentano il tasso di umidità, e non mi sembra il caso. Cosa posso fare?
    Elena

  178. X Cris in teoria no, perchè per ogni canna fumaria ci va solo una stufa, ma se tu riesci visto che la tua canna fumaria è molto grande a far passare dentro i tubi della stufa a pellet risolvi il problema sempre che rimanga lo spazio nella canna fumaria per il tiraggio di quella a legna.
    Noi siamo rivenditori autorizzati Piazzetta, per ulteriori informazioni su funzionamenti e prezzi visiti il nostro sito internet.
    Cordiali Saluti Pavimenti Mariotti

  179. luca scrive:

    ciao io volevo mettere una stufa termica che riscalda l’ aqcua dei caloriferi posso mettere il tubo di scarico della stufa nella canna fumaria della caldaia che va a finire sul tetto ??? grazie mille

  180. stefano scrive:

    Salve vorrei installare una stufa a pellet ma non posso avere canna fumaria si puo’ installarla con tiraggio forzato ??
    i miei soffitti sono alti 3 metri e poi potei andare fuori

  181. Fernando scrive:

    Ciao a tutti, abito in una villa disposta su 3 piani di circa 150mq totali, volevo supportare l’impianto di riscaldamento standard a gas con una stufa a pellett risparmiando sulla bolletta del gas e aumentare la temperatura in particolare del piano terra che resta sempre più fresco a differenza delle camere e della mansarda, x quest’ultima l’ultima non mi interessa che venga scaldata dalla stufa in quanto ambiente poco utilizzato e cmq riscaldato dal riscaldamento classico . Ho chiesto dei preventivi e ho trovato un offerta per il prodotto piazzetta superior monia 8,5kw a 1450 euro ivati ma la cosa che più mi ha stupito e stordito che al normale costo della stufa devo aggiungere un importo uguale se non superiore superiore al coso della stufa per la canna fumaria che da informazioni prese deve essere lunga almeno 50cm la parte più alta del tetto (circa 10mt di lunghezza) .
    Vi scrivo per chiedervi se esiste un modello che consenta (senza violare le normative e azzardare minimamente alla mia vita, quella di mia moglie e figlia di pochi mesi ) che consenta di risparmiare questo esoso costo (oltre alla canna fumaria devi aggiungere il costo del muratore, impalcatura ecc) anche perchè la casa non è di mia proprietà e dove abito ora ci sarò per altri 4 anni e dopo non porterei via nè la stufa e ovviamente i tubi e non credo che in 4 anni possa ammortizzare i costi della stufa, installazione e uso di pellett e il proprietario di casa non vuole partecipare alle spese .
    Secondo voi cosa mi conviene fare?
    complimentandovi per il blog attendo fiducioso un vostro consiglio

  182. Christian MN scrive:

    Ciao a tutti ho notato che è un blog serio e pieno di gente che sa quello che dice e volevo porvi una domanda.. Volevo piazzare lo scarico della mia stufa a pellet nella canna fumaria di un camino ke non utilizzo fino a qui nessun problema, l’unico dubbio che ho è che non vorrei (dato ke arriverò a metà canna fumaria con lo scarico della stufa) che la canna fumaria con all’interno un tubo d’acciaio del 120 faccia condensa e ke mi cada nel camino.cioè sapevo di dover metter un cassetto x la condensa del tubo della stufa ma x la condensa della canna fumaria non so come fare aspetto suggerimenti grazie anticipatamente.

  183. manu scrive:

    salve,
    vivo in un appartamento di 50 m2, vorrei installare una stufa a pellet, il problema è la canna fumaria, vorrei far uscire la canna fumaria da una parete (anzichè da soffitto e quindo poi dal tetto).
    Ma per fare ciò devo utilizzare un tubo in verticale per 1,20 mt, curva a 90° e poi in orizzontale/obliquo per 2,40 mt per raggiungere la parete e poi uscire e arrivare al tetto, potrebbe essere una buona soluzione? qualche consiglio e suggerimento?
    grazie

  184. giba scrive:

    Buon giorno a tutti, domanda: abito in una appartamento a piano terra di una casa bifamiliare ( piano terra + 1° piano). Solo nel mio locale esiste già un camino ( quindi la canna fumaria la utilizzo solo io) in cui voglio mettere un inserto a legna. Vorrei sapere che tubi per l’uscita fumi devo utilizzare ( non parlo del diametro) tenendo conto che dal mio camino al comignolo ci sono circa 5.70/ 6.00 metri. Ci sono problemi particolari? devo usare fascette tra un tubo ed un altro? devo chiudere la canna per lo spazio che rimane tra tubo e canna? premetto che non devo canalizzare l’aria calda in altri ambienti e che sicuramente lo faro’ installare da un tecnico, ma vorrei avere un idea precisa per evitare fregature.

  185. Stefano scrive:

    buongiorno, ho risposto al messaggio di conferma per un quesito presentato (canna fumaria), la mail ha confermato la pubblicazione del quesito ma non lo vedo, siccome è la prima volta che vi scrivo ciò è normale.
    ringrazio anticipatamente e saluto
    Stefano

  186. Simone scrive:

    Salve, vorrei installare una stufa a pellet nel mio appartamento all’ultimo piano di un palazzo di 4 piani.
    L’installazione avverrebbe in cucina per poter collegare l’idro all’impianto di riscaldamento a termosifoni.
    il tecnico mi ha detto che la canna fumaria la posso inserire in parete esterna della cucina o forando il tetto.
    Volevo sapere se è obbligatoria in entrambi i casi l’atorizzazione condominiale all’unanimità o meno.
    Grazie

  187. leonardo scrive:

    salve vorrei istallare una stufa a pellet mi hanno proposto una cola da 13 kw a2400 euro cosa mi dite di questa marca e affidabile grazie

  188. andrea scrive:

    Salve a tutti cerco un inserto a pellet che abbia altezza massima 50cm, ho trovato solo ATOMO65 della Montegrappa, esiste altro? Altra domanda: volendo usare uno scarico dei fumi a parete (non e’ a norma ma mi e’ impossibile arrivare sul tetto) di due metri qual’e’ il sistema migliore per non sporcare eccessivamente la facciata? Grazie a tutti

  189. Alessandro scrive:

    ho una stufa a pellet della T.S.P. vorrei sapere:
    - che qualita’ hanno questo tipo di marca ?
    - quanto potrei spendere per una canna fumaria a norma di legge per circa 7m di tubazione?
    - quale coibentazione mettere ad un appartamento sopra il mio ; visto che il fumo e’ caldo ,
    e non vorrei avere problemi con quello dell’ appartamento sopra il mio!
    - ma le stufe a pellet fanno male all uomo ?
    - l’aria calda che fuoriesce è nociva?
    grazie anticipatamente e saluto tutti .

  190. Luigi scrive:

    Salve,
    Domanda per tutti gli utenti:
    Ho acquistato da poco una Extraflame Mod. Emma da 12 Kw rivestita in maiolica alla modica cifra di 2187 euro portata a casa in 2 gg. Volevo chiedere a Voi intenditori se è un buon prodotto, tenendo conto del costo ovviamente e dunque in rapp. qualità prezzo.
    In fine devo agganciarla alla vecchia canna da 100 mm, a questo proposito avrei intenzione di mettere all’uscita una T ispezionabile con riduzione 80/100 e dunque collegarla alla canna esistente, il tutto con le rispettive guarnizioni ovviamente; evitando T da 80 e succussivi raccordi a 100, è una buona idea? Tenuto conto che un raccordo a T da 100 con rid. da 80 è un prodotto abbastanza particolare, dove posso acquistare sul web un pezzo del genere?
    Chiedo umilmente AIUTO!
    Grazie a tutti! cià!

  191. somma aniello scrive:

    salve volevo dei chiarimenti in merito all’istallazione di una stufa a pellet del condomino che abita sotto di me in quanto hanno montato una canna fumaria con scarico a parete con una curva a 90gradi rivolta verso il basso dentro un mezzo secchio di acqua che loro chiamano abbattitore di fumi.

  192. Nicola scrive:

    Salve, devo installare una stufa a pellet in un appartamento in Liguria al piano terra di un palazzo di 4 piani.
    E’ possibile/a norma mettere solo lo scarico a parete?
    In inverno non ci vive quasi nesuno (e le finestre di chi ci abita non sono sopra lo scarico).
    L’appartamento e’ di 55-60 mq.

    Grazie molte.

  193. Oreste scrive:

    Salve volevo chiedere alcune informazioni per il montaggio di una stufa a pallet.
    Siccome l’ubicazione della stufa e vicino alla canna fumaria della caldaia, io posso far arrivare li i tubi e magari mettere tipo una T e convogliare li i fumi?Voi cosa mi consigliate?
    Grazie per le risposte ciao.

  194. Oreste scrive:

    Grazie 1000 per le innumerevoli risposte che ho avuto sono davvero soddisfatto…………………?????Mah

  195. Non si può usare una canna fumaria per più caldaie.
    Cordiali Saluti Pavimenti Mariotti

  196. simone72 scrive:

    salve a tutti
    vorrei sapere se posso innestare la canna fumaria della stufa a pellet idro nella canna fumaria della caldaia turbo e calcolando che la caldaia e all’esterno.spiego brevemente come a 20 cm ce l’ispezione della canna a40cm vorrei fare un foro e introdurre la canna della stufa a 2,50 ce il tubo della caldaia cosa mi consigliereste grazie

  197. Mario scrive:

    Ho intenzione di acquistare stufa a pellet EVA CALOR … vista in esposizione e dai prezzi competitivi.
    Qualcuno la sta usando e mi può dare indicazioni sulla qualità?
    Vi sono problemi di assistenza?
    Grazie

  198. pasquale scrive:

    Salve a tutti,
    avrei bisogno di un’informazione urgente:
    La mia stufa Thermorossi 3001, a volte, al momento dell’accensione, emette una vibrazione che rimbomba per qualche decina di secondi, con fiamma alta.
    Dopo va tutto normale.
    Si tratta di un rumore simile a quello che puo’ fare un autotreno se passa vicino casa, con le vibrazioni dei vetri.
    Mi sapreste dire di cosa si tratta?
    Grazie

  199. matteo scrive:

    Salve, vorrei mettere un camino tradizionale a legna nel mio appartamento, piccolo problema, l’attacco x la canna fumaria e’ nella parete opposta a dove andrebbe il focolare ed il muro che li unisce e’ in realta’ una porta-finestra che da’ sul giardino. Come ovviae al problema? Grazie x gli eventuali consigli.

  200. Gianmaria scrive:

    Ciao, ho installato una thermorossi 7000, ma non mi trovo bene in quanto la canna fumaria non è montata regolarmente e quindi la stufa continua a fare fumo e depositare tanto pellet nel braciere. Allora ho deciso di cambiare posto e stufa. Sarei intenzionato a montare un inserto a pellet nel camino già esistente così creerei maggior posto in casa e la canna fumaria del camino arriva fin sopra il colmo del tetto senza nessun cambio di direzione. Quale inserto mi consigliate? Ho guardato ancora la thermorossi ma non mi convincie e sono titubante sulla palazzetti ecofire 11.8 Kw. La mia casa è di 150 mq calpestabili su due piani.
    Grazie, ciao

  201. raffaele scrive:

    buongiorno, abito in un sottotetto, e c’è un camino in salotto, con una canna fumaria di 25 cm di diametro e 4 metri circa di lunghezza, il tiraggio è notevole, tant’è che spesso socchiudo la valvola a farfalla per non disintegrare la legna in un attimo, ora ho comprato una stufa a pellet e vorrei utilizzare la stessa canna per lo scarico fumi, in questo modo dovrei bucare alle spalle del camino per 15 cm circa il muro del soggiorno per sbucare nella canna(sbucherebbe a metà altezza della canna preesistente). E’ fattibile secondo Voi visto che la valvola a farfalla è comodamente chiudibile? userei il pellet con la valvola chiusa, e con la stufa pellet spenta userei il camino riaprendo la valvola..

  202. cispet scrive:

    Scusate, ma l’autore del blog non risponde dal Luglio del 2009!
    Non vedete che è inutile chiedere come tanti pecoroni? Boh…..

  203. raffaele scrive:

    ma brutto coglione! non ti puoi limitare ad “avvisarci” della nostra distrazione?!

  204. raffaele scrive:

    invece di portarci per mano verso la consapevolezza..

Sei sei un CAT registrato ricordati di accedere prima di commentare!